29/01/12

Governo Monti, come è cambiato l’atteggiamento di Berlusconi… cosa c’è dietro?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Governo Monti, come è cambiato l'atteggiamento di Berlusconi… cosa c'è dietro?



Governo Monti, come è cambiato l'atteggiamento di Berlusconi… cosa c'è dietro?
di staff nocensura.com Quando le lobby dell'alta finanza ci hanno imposto Monti a colpi di spread, inizialmente Berlusconi, tirato giù dal trono, era ovviamente contrariato. Il PDL, che nonostante le defezioni ha mantenuto la maggioranza al senato, si dichiarava addirittura non disponibile a far insediare Mario Monti come Premier, dettavano condizioni ed esprimevano numerosi "distinguo", mentre [...]


Inviato da iPhone

La Decrescita, ovvero il “vivere altrimenti”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Decrescita, ovvero il "vivere altrimenti"

escargotindividueldi Paolo Bartolini - Megachip.


La Decrescita è una visione, non ancora un programma. L'orizzonte che traccia è quello, indispensabile, di un "vivere altrimenti", alternativo al dogma della crescita, motore simbolico di un capitalismo globale giunto in prossimità del limite ultimo della sua espansione.  Immaginare alternative all'esistente è peculiarità della nostra specie, punto di incontro tra disposizioni biologiche scollegate dalla guida sicura degli istinti e libertà della cultura (qui intesa come seconda natura che fa dell'ambiente un mondo abitabile attraverso l'uso della tecnica e la creazione di istituzioni sociali).



Inviato da iPhone

BREAKING: Obama hosts George H.W. and Jeb Bush at the White House


Ti è stato inviato tramite Google Reader

BREAKING: Obama hosts George H.W. and Jeb Bush at the White House

For more details, please click on the link to read the article.


Inviato da iPhone

Oro, gioielli, i greci adesso per vivere si vendono tutto


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Oro, gioielli, i greci adesso per vivere si vendono tutto

Oro, gioielli, i greci adesso per vivere si vendono tutto
di Matteo Tacconi In Grecia la gente vende pendenti, catenine, orologi e tutto quello che può garantire liquidità e permettere di restare a galla o di tamponare momentaneamente l'emergenza, in attesa di tempi migliori. Sempre che arriveranno. Così l'attività economica che va a gonfie vele è quella dei banchi dei pegni. Un dato parla chiaro: [...]


Inviato da iPhone

ANNO 2012: ESPLOSIONE DEL DEBITO!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ANNO 2012: ESPLOSIONE DEL DEBITO!

Come ho più volte sottolineato probabilmente il 2012 sarà un anno decisivo per la dimensione di questa autentica tempesta perfetta, un anno nel quale le dinamiche politiche e monetarie riveleranno tutta l'inadeguatezza di una sistema sostanzialmente fallito, dinamiche che purtroppo … Continua a leggere


Inviato da iPad

PORTOGALLO: ROGOFF…QUESTA VOLTA NON E’ DIVERSO!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

PORTOGALLO: ROGOFF…QUESTA VOLTA NON E' DIVERSO!

Silenzio parla il Maestro! Si proprio lui, Kenneth Rogoff insieme a Carmen Reinhart massimo esperto di crisi del debito sovrano e crisi finanziarie, autore del capolavoro empirico " .This Time Is Different: Eight Centuries of Financial Folly " ovvero uno … Continua a leggere


Inviato da iPad

La rivoluzione dei “makers”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La rivoluzione dei "makers"

C'è una data che dovreste appuntarvi se avete a cuore il futuro dell'Italia e se volete vedere uno dei posti dove si costruisce, questo futuro. E' il 17 febbraio. Quel giorno a Torino aprono le Officine Arduino. La notizia sta rimbalzando fra i blog degli innovatori di tutto il mondo, dal Mit di Boston alla Silicon Valley fino alla Cina dove Arduino è un mito. Non sapete chi o cos'è Arduino? Non preoccupatevi. E' successo anche a me. Quattro anni fa. Mi avevano incaricato di portare in Italia un magazine leggendario, Wired, considerato la bibbia della rivoluzione digitale.
Dal 1993, quando fu fondato a San Francisco da Louis Rossetto, Wired aveva raccontato prima e meglio di tutti gli altri come Internet, il web e la cultura della rete avrebbero cambiato per sempre le nostre vite. Nel mio primo giorno di lavoro volai a New York a conoscere il direttore di Wired, Chris Anderson, che molti in Italia conoscono per le sue teorie brillanti e in particolare per il concetto di "coda lunga". Chris si rivelò subito per quel che è: una persona amabile e apertissima alla "condivisione della conoscenza": per due ore si mise lì a spiegarmi a una lavagnetta cos'era Wired e cosa no.
Ma torniamo ad Arduino. Dopo quell'incontro newyorchese ho rivisto Anderson a San Francisco dove ero andato a studiare la redazione da vicino. Lì una volta lui mi disse: "Non è vero che voi italiani avete problemi con l'innovazione. Pensa ad Arduino". Io provai a pensare ad Arduino ma non mi venne in mente nulla. Zero assoluto. Chris allora mi guardo con stupore e mi parlò di un certo Massimo Banzi, mi disse che era un genio, o almeno che era considerato un genio in tutto il mondo; mi spiegò che aveva inventato questo microprocessore opensource a basso costo che stava innescando una rivoluzione nel modo di fabbricare oggetti e in quel settore avveniristico che va sotto il nome di Internet delle Cose. Concluse avvisandomi che stava mandando il suo miglior giornalista, Clive Thompson, in Italia a intervistare Banzi. Colpito e affondato.
Lì per lì mi sentii in colpa per non sapere chi fosse questo Banzi e cosa fosse questo Arduino. Tornato in albergo corsi al computer per mettermi a cercare notizie in rete. Lì capii perché non sapevo o meglio, capii che non ero il solo in Italia a ignorare il fenomeno: la voce Arduino di Wikipedia in tutte le lingue era un romanzo che spiegava con dovizia di dettagli il progetto di questa community devota all'hardware opensource. La voce in italiano no: quella in italiano parlava solo di un antico re d'Italia dell'anno Mille (oggi non è più così per fortuna).
La faccio breve: Thompson venne in Italia intervistò Banzi, ne scrisse una bellissim...


Inviato da iPad

LA TRUFFA DA 489 MILIARDI DI EURO DI DRAGHI


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA TRUFFA DA 489 MILIARDI DI EURO DI DRAGHI

LA TRUFFA DA 489 MILIARDI DI EURO DI DRAGHI
- DI MIKE WHITNEY - Counterpunch - La nuova struttura per i prestiti del presidente della BCE Mario Draghi – le Operazioni di Rifinanziamento A Lungo Termine - ha aiutato ad allontanare il sistema finanziario da un'altra catastrofe del genere Lehman, ma non ha risolto i problemi fondamentali che hanno creato la crisi (squilibri di [...]


Inviato da iPad

L'Europa ci fa o ci è?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'Europa ci fa o ci è?

Dopo aver visto solo le tempeste finanziarie, il surplus di occupazione pubblica e di deficit degli Stati, l'Unione Europea si...


Inviato da iPad

all'indomani dei forconi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

all'indomani dei forconi

All'indomani dei Forconi

E' molto triste la Sicilia all'indomani del movimento dei forconi o come altro si voglia chiamare. Tutto sta tornando alla "normalità" ed è una normalità nella quale ognuno di noi è tornato a vivere la sua vita di tutti i giorni, ha risolto i problemi di approvigionamento di carburante o di generi alimentari, ha continuato ad andare a lavorare mentre il Presidente del Consiglio che ha intrattenuto Lombardo in una discussione della quale sappiamo molto poco è tornato a parlare di flessibilità in uscita che nell'ultimo grido della dottrina liberista sempre in corso di aggiornamento semantico si chiama: mobilità nel tempo. Vuol dire che non si deve sostare a lungo nello stesso posto di lavoro forse perchè ci si arrugginisce o forse perchè bisogna cederlo a qualcuno disposto ad accettare condizioni più convenienti per l'azienda.
Continua la campagna di mascariamento dei Forconi attraverso i quali si individuano le centinaia di migliaia di persone che in tutta la Sicilia hanno urlato per giorni la loro disperazione. Molti di loro vengono chiamati con disprezzo "padroncini"e si aspettano ansiosamente notizie di arresti che possano essere la prova del sillogismo enunziato da gad Lerner che nulla in Sicilia sfugge alla infiltrazione della mafia, che tutto è mafia. Le mense della caritas si affollano di nuovi conviviali di giovani coppie o di pensionati che non riescono a sopravvivere da soli. Grande parte del tessuto sociale regge per il ruolo della famiglia nella quali i nonni o i genitori integrano o costituiscono il reddito spesso miserrimo dei loro figli ad opera della terribile svalutazione del valore del lavoro. Oggi lavorare non ha alcun valore dal momento che la legge Biagi ha schiavizzato le persone privandole dei loro diritti. Nei posti di lavoro si respira terrore. La società è diventata terribilmente ansiosa. Cadendo l'art.18 che la signora Borsellino non considerà un tabù come grande parte del PD nei posti di lavoro il terrore si taglierà con il coltello ed i datori di lavoro potranno esercitare il loro ruolo di padroni fino in fondo come è sempre stato nella storia dell'Italia ad eccezione del trentennio 1960-1990.
I partiti in Sicilia non mostrano di avere qualcosa di dire alla gente che ha lottato con i Forconi. Si occupano delle "primarie" del PD. I baroni dell'Assemblea regionale Siciliana votano documenti in cui sostengono all'unanimità o quasi il governo Lombardo fac simile del documento unitario del Parlamento Nazionale per Monti. E' come se la politica fosse morta senza esserlo. Continua a vivere ed a consumare risorse immense per le sue cortigianerie anche se comincia a boccheggiare per mancanza di risorse e per i troppi debiti. Per evitare di entrare nel merito e di aiutare in qualche modo i contadini ed i pescatori e gli artigiani che stanno fallendo e sono inseguiti dai pignoramenti della Serit e dall...


Inviato da iPad

“Industrie tornate”, Obama fa guerra alla delocalizzazione


Ti è stato inviato tramite Google Reader

"Industrie tornate", Obama fa guerra alla delocalizzazione




Vuoi portare la produzione all'estero? Dimenticati di dedurre anche un solo dollaro di tasse. L'offensiva di Obama contro chi porta le aziende in Cina è a tutto campo e la Casa Bianca vuole favorire con incentivi il loro ritorno  e punire fiscalmente chi si sposta all'estero. E in effetti negli ultimi due anni decine di aziende sono già tornate in quegli Stati in cui sono stati varati incentivi fiscali. Solo che in alcuni settori competere per gli Usa è molto dura, se non impossibile. 





leggi tutto



Inviato da iPhone

Prezzo dell'oro: Segnale d'acquisto attivo, ed ora?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Prezzo dell'oro: Segnale d'acquisto attivo, ed ora?

Il prezzo dell'oro ha registrato la scorsa settimana un'ottima performance. Il future con scadenza febbraio ha guadagnato al NYMEX il 4,1%. Dopo il superamento di $1.682,15 sono decisamente aumentate...





Inviato da iPhone

Scioperi: aggiornamenti su benzinai, medici, avvocati


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Scioperi: aggiornamenti su benzinai, medici, avvocati

sciopero.jpg
A febbraio ci sarà uno stop sul fronte dei Tir (eccetto le bisarche), ma saranno i medici ad aprire un nuovo fronte di lotta. I medici sciopereranno tra il 9 e il 12 (a seconda delle regioni) con garanzia di effettuare tutti i servizi urgenti e indispensabili.

Le farmacie Federfarma saranno chiuse il primo del mese. Gli avvocati scioperano il 23 e il 24.

Continua a leggere Scioperi: aggiornamenti su benzinai, medici, avvocati...

Commenta »





Inviato da iPhone

BLACK LIST CONSOB 2012


Ti è stato inviato tramite Google Reader

BLACK LIST CONSOB 2012

Di solito due volte all'anno aggiorniamo la black list.



Oggi ci ha facilitato il compito un sito: http://pattern-trading.blogspot.com/2012/01/black-list-consob-gennaio-2012.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+PatternTrading+%28Pattern+Trading%29



Rispetto all'ultimo aggiornamento (http://petsalvatore.blogspot.com/2011/05/black-list-nessun-titolo-migliora-pfn.html) i titoli nella lista nera aumentano da 20 a 26.




Inviato da iPhone

Beppe Grillo, il vento del nord


Da grande uomo di spettacolo, Beppe Grillo è tornato al centro del palcoscenico, dichiarando la sua contrarietà allo ius soli, detta semplicemente: alla concessione della cittadinanza a chi nasce in Italia, senza altra condizione. Alte grida di sdegno si sono levate da sinistra, anche perché questa tesi era stata propugnata addirittura dal Capo dello Stato. Eppure, come gli accade spesso, al netto delle intemperanze verbali, Grillo ha ragione. Il diritto di cittadinanza va esaminato con serenità, senza furori ideologici, lo iu

Crisi: Sarkozy a reti unificate annuncia nuove misure 'forti'


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi: Sarkozy a reti unificate annuncia nuove misure 'forti'



(Pubblicato il Sun, 29 Jan 2012 15:01:00 GMT)


Inviato da iPhone

AIR FORCE USA: Un "Social Radar" per controllare i cuori e le menti!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

AIR FORCE USA: Un "Social Radar" per controllare i cuori e le menti!

Gli importanti scienziati della Air Force degli Stati Uniti di solito spendono il loro tempo cercando di capire come costruire satelliti migliori o produrre jet che possano volare ad una velocità folle. Questo rende il dr. Mark Maybury, attualmente direttore delle ricerche, un caso un po' isolato. Costui vorrebbe costruire un apparato di sensori per scrutare attentamente all'interno dell'animo delle persone - e prevedere i conflitti prima che si scatenino.
Di Noah Shachman
Wired
Maybury ha battezzato questo suo allucinante progetto "Social Radar". E il confronto con i sensori tradizionali non è casuale, egli rivela a "Danger Room".
Maybury, che funge da capo consulente scientifico dei vertici dell'Air Force, afferma:
"L'Air Force e la Marina degli Stati Uniti, in questo e in altri paesi, hanno una storia di sviluppo di sonar per vedere attraverso l'acqua, radar per vedere attraverso l'aria, e IR [raggi infrarossi] per vedere nel buio della notte. Bene, ora vogliamo anche vedere all'interno dei cuori e delle menti delle persone. Ma il "Radar Sociale" non sarà l'unico sistema sensorio a scoprire le ansie segrete. Saranno più sensori virtuali, combinando una vasta gamma di tecnologie e discipline, che verranno impiegati per misurare il polso di una società e valutare la sua salute futura.
Leggi tutto...


Inviato da iPhone

UN DOCUMENTO TEDESCO RICHIEDE UN COMMISSARIO PER LA GRECIA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

UN DOCUMENTO TEDESCO RICHIEDE UN COMMISSARIO PER LA GRECIA



DI RAFAEL POCH

La Vanguardia


La Germania, che

è stata tra gli ultimi ad abbattere il patto sociale del dopoguerra,

ora è all'avanguardia dell'involutivo cambio di regime che l'austerità

impone.



La Germania vuole che la Grecia quel

poco che le rimane della propria sovranità finanziaria a un "eurocommissario"

come condizione per concedergli un secondo aiuto di 130 miliardi di

euro, come informa il Financial Times da Bruxelles.



In attesa della riunione sull'eurocrisi

del prossimo lunedì, il quotidiano cita un documento del governo di

Berlino in suo possesso.



Inviato da iPhone

Che cosa sta per accadere?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Che cosa sta per accadere?

Che cosa sta per accadere?
di Dioni per Informare x Resistere In questi ultimi giorni stiamo osservando delle scene sconcertanti negli Stati Uniti. "Perché noi americani continuano ad agire come se niente fosse, e tenere la testa sotto la terra. Abbiamo bisogno di svegliarci. Merda sta davvero sul punto di esplodere e qui stiamo continuando a vivere come se tutto va bene. Non capisco ed è spaventoso." Questo è il commento di un cittadino americano [...]


Inviato da iPad

Napolitano, Monti, Draghi, Berlusconi, Fini, Schifani, denunciati per "Alto tradimento alla nazione"!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Napolitano, Monti, Draghi, Berlusconi, Fini, Schifani, denunciati per "Alto tradimento alla nazione"!

A me sinceramente questa era sfuggita ... lo scorso 18 novembre 2011, "Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Presidente della B.C.E. Mario Draghi, il Presidente del consiglio dei ministri Silvio Berlusconi, il Presidente della Camera Gianfranco Fini, il Presidenti del Senato Renato Schifani, tutti componenti dello Pseudo-governo dei tecnici nominati da Mario Monti, tutti i Ministri dei governo Berlusconi (all' apparenza appena dimesso, esautorato?), tutti i segretari dei partiti dell'arco parlamentare, tutti i Parlamentari che hanno accettato passivamente il "Golpe", e quant' altri coinvolti nei fatti qui descritti che si ravvisassero nel corso delle indagini", sono stati denunciati per "Alto tradimento alla nazione" e altre decine di reati ...



A presentare denuncia, quattro cittadini dell'hinterland romano: Giorgio Vitali, giornalista, Casimiro Corsi, impiegato, Giovanni Zurlo, pensionato, David Rorro, operaio e Orazio Fergnani, agente di commercio ... (fonte : Patrizio DeveroInformare per Resistere - YouReport)















Inviato da iPad

FEMA camps: I campi di concentramento degli USA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

FEMA camps: I campi di concentramento degli USA

FEMA camps: I campi di concentramento degli USA
Traduzione di Dioni per Informare x Resistere FEMA ovvero Federal Emergency Management Agency, l'Agenzia Federale degli Stati Uniti per la Gestione delle Emergenze,ha più di 800 campi di concentramento negli Stati Uniti. Alcuni campi sono stati recentemente costruiti e / o rinnovati e sono pienamente equipaggiati. L'esistenza dei campi, accanto agli ordini esecutivi presidenziali che danno al presidente e al [...]


Inviato da iPad

I “danni collaterali” del governo tecnico


Ti è stato inviato tramite Google Reader

I "danni collaterali" del governo tecnico

Non so se stia davvero crescendo la nostalgia per Berlusconi, certo aumenta vistosamente l'insofferenza verso il governo Monti, e anche verso chi, come il Pd, se ne è fatto sostenitore senza se e senza ma. Il sospetto niente affatto inverosimile è che tutto sia un gioco delle parti, quale che sia la consapevolezza degli attori.


La destra maledice Monti, e proprio per questo la cosiddetta sinistra lo difende. In termini elettorali (prima o poi si dovrà pure andare a votare) chi paga il prezzo di questo governo del rigore bancario-fondomonetarista, è il Pd, che finirà per dissanguarsi e per scoraggiare definitivamente il suo elettorato. Il quale ha sopportato finora solo perché terrorizzato dalla grande stampa "indipendente": se va male alle banche va malissimo a tutti. E così via.


Ma fino a quando durerà questa sopportazione? In giro per l'Italia ci sono scioperi e agitazioni sociali di vario tipo. Non basta stimolare l'odio per i camionisti e i forconi "infiltrati" dalla mafia, o contro i parlamentari e i loro privilegi. Presto o tardi, anzi già ora, la protesta sociale di padroncini, famiglie monoreddito, mamme che devono badare ai bambini cacciati anzitempo dalle scuole, anziani lasciati senza assistenza sociale, pensionati ridotti a rubare nei supermercati, si farà sentire in modi meno soft.


Quando Di Pietro dice, come qualche tempo fa, che prima o poi ci scappa il morto lo si copre di insulti come se fosse un terrorista; ma intanto il morto ai blocchi stradali dei camionisti ci è scappato, e i pacchi esplosivi alle agenzie delle tasse sono arrivati. I sacrifici che Monti (e Napolitano, e  il potere bancario) chiede agli italiani non possono più essere sopportati in nome del governo "tecnico". O si va a elezioni subito o la situazione sociale non farà che peggiorare. Non è la marcia su Roma, certo; o non ancora. Ma un governo tecnico messo di fronte a tensioni sociali crescenti non diventerà prima o poi, per ragioni puramente "tecniche", un governo autoritario?


Sono solo ragioni "tecniche" quelle che hanno ispirato l'ondata di arresti di No-Tav ordinata da un magistrato sicuramente democratico come Giancarlo Caselli: non poteva fare diversamente di fronte all'evidenza di azioni violente perpetrate in Val di Susa nell'estate scorsa. Inutile dire che dei gas illegali sparati dalla polizia contro i manifestanti anti-Tav non si sa più nulla; e della illegalità permanente in cui hanno proceduto finora i lavori per la nuova ferrovia – dalla mancata consultazione delle comunità territoriali interessate, alle menzogne spacciate all'Unione Europea per spremerne i fondi, alla militarizzazione della Valle e alla sordità rispetto a tutti i pareri tecnici contrari all'opera – non vi è traccia nei mandati di arresto caselliani. Tutto questo, del resto, è politica, non tecnica, e va tenuto lontano.


Il fatto – non solo...



Inviato da iPad

“Fallirò, fallirò, fallirò coi partiti di questo paesino”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

"Fallirò, fallirò, fallirò coi partiti di questo paesino"

Daniele Silvestri, Niccolò Fabi e Max Gazzè si improvvisano in un trio per Serena Dandini e la sua trasmissione The show must go off, cantando alcuni dei loro successi rivisitati al tempo della crisi. Così Salirò diventa Fallirò, Una musica … Continue reading →



Inviato da iPad

Grazie al professor Mario Monti i caccia italiani potranno bombardare in Afghanistan


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Grazie al professor Mario Monti i caccia italiani potranno bombardare in Afghanistan

Clicca per ingrandireAFGHANISTAN, IL GOVERNO MONTI DÀ IL VIA LIBERA AI BOMBARDAMENTI: I NOSTRI 4 CACCIA SARANNO DOTATI ANCHE DI BOMBE. NON GLI BASTAVA SPARARE ORA POTRANNO ANCHE BOMBARDARE.. E DIRE CHE TEMPO FA SI PARLAVA DI RITIRO DALL'AFGHANISTAN MENTRE OGGI RAFFORZIAMO IL NOSTRO RUOLO IN QUESTA GUERRA INUTILE AD UN TERRORISMO FIGLIO DI QUELLI CHE LO STANNOCOMBATTENDO..L'INGANNO GLOBALE PROSEGUE!


Caro Monti ti scrivo..mi verrebbe da dire..Ma visto che siamo in condizioni del tutto lontane da ogni logica democratica mi risparmio anche quest'incipit così amichevole. E allora da cittadino mi incavolo e mi ritorno alla mente la mia costituzione dove c'è scritto a caratteri cubitali che l'Italia ripudia la guerra!


leggi tutto



Inviato da iPad

OPERAZIONE SANGUISUGA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

OPERAZIONE SANGUISUGA




OPERAZIONE SANGUISUGA
- di Gianni Tirelli - "Immaginiamo il pianeta terra come una grossa arancia dove, migliaia di sottilissime cannucce, penetrandola, la svuotano, prosciugandola dal suo succo vitale. Presto, l'arancia, perderà per sempre la sua elasticità originale, trasformandosi in un corpo rigido, vacuo ed estremamente leggero – questo è ciò che succede alla Terra" Il meccanismo che [...]


Inviato da iPad

Le disparità sociali accentuano le crisi a prescindere dal Pil


Non si può negare che il Governo Monti stia rivoltando l’Italia come un calzino e che da tutte le decisioni legislative che si stanno prendendo deriveranno grandi mutamenti di scenari negli assetti sociali, nei rapporti tra le classi, nella vita quotidiana pratica e interiore delle persone, probabilmente di quasi ognuno di noi.

accordo sul debito, una tragedia mal scritta


Ti è stato inviato tramite Google Reader

accordo sul debito, una tragedia mal scritta

Esiste ben poca suspence nelle ultime ore di negoziazioni fra il governo greco e le banche creditrici. I veri protagonisti sono due temi di ci nessuno ufficialmente su occupa, la banca centrale europea e i CDS.La Grecia e fallita due anni fa. Sono stati spesi decine di miliardi di euro per rimandare l'inevitabile e se ne spenderanno ancora. Crisi, verso accordo su Patto Ue - Top News - ANSA.it
Published with Blogger-droid v1.6.8





Inviato da iPhone

Macché debito, il guaio sono loro: tre criminali e un cretino


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Macché debito, il guaio sono loro: tre criminali e un cretino

Il mondo intero lo sta gridando all'Europa: il problema non è il debito, ma l'euro. Persino un mega-speculatore come Charles Dallara dell'Institute of International Finance americano interviene sui negoziati sulla Grecia: «Non temiamo il debito in sé, ma la loro impossibilità di onorare un debito denominato in una moneta straniera, cioè l'euro». Al coro si aggiungono premi Nobel e prestigiosi macroeconomisti, ma "loro" non vogliono capire. "Loro", per Paolo Barnard, sono «tre criminali e un cretino». Angela Merkel, Nicolas Sarkozy, Mario Draghi e Mario Monti. «Insistono con questa demenza devastante secondo cui il dramma che stiamo vivendo in questa caduta ad avvitamento nel baratro è dovuto al debito. Quindi bisogna pareggiare i conti, quindi ci vuole ancora più austerità». Tre criminali e un cretino? «Il cretino è Sarkozy», che non capisce che anche la Francia sarà cannibalizzata dalla Germania. (continua…)





Inviato da iPhone

Monti a Londra? Non se lo fila nessuno


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Monti a Londra? Non se lo fila nessuno

Nigel Farage Intervista Byoblu Claudio Messora Byoblu.Com Mario Monti Herman Van Rompuy Barroso Uione Europea UKPI UK Gran Bretagna
Qui sopra: L'intervista di Byoblu.com del 25 novembre scorso a Nigel Farage, subito dopo il discorso al Parlamento Europeo nel quale accusava il furto della democrazia in Grecia e in Italia



Nel suo discorso alla Camera di mercoledì scorso, Mario Monti (tra le altre cose) ha detto:


" Noi vediamo una stretta associazione tra le due azioni politico-diplomatiche che stiamo conducendo in Europa, al di fuori dell'Eurozona, ossia l'avvicinamento con il Regno Unito – nel senso che cerchiamo di avvicinare loro all'Unione europea, anche perché li troviamo un pochino privi di orientamento in questo momento –, e l'avvicinamento ai Paesi futuri membri della zona euro come, ad esempio, la Polonia. "






 Ecco quello che mi ha appena scritto Nigel Farage, europarlamentare britannico che avevo recentemente intervistato: "The arrogance of Mr. Monti knows no bounds. His appointment was a disgrace in democratic terms and the idea that anyone in the UK will listen to him is laughable. "



Tradotto: 

" L'arroganza del signor Monti non conosce limiti. La sua nomina è stata una disgrazia in termini democratici e la sola idea che esista qualcuno nel Regno Unito che stia ad ascoltarlo è risibile. "

It was love at first sight!


Inviato da iPhone

LA LETTERA DELLA TROIKA CHE STRANGOLA LA GRECIA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA LETTERA DELLA TROIKA CHE STRANGOLA LA GRECIA



DI ARGIRIS PANAGOPOULOS

ilmanifesto.it






Richieste due grandi privatizzazioni subito, licenziamenti di massa nel settore pubblico, enorme flessibilità del lavoro nel settore privato, un nuovo taglio di pensioni e stipendi e altre montagne di soldi per le banche



«Terra e acqua», come nell'antichità, ha chiesto ieri la troika (Fmi-Bce-Ue) per concedere il nuovo maxi prestito al governo tecnico di Lucas Papadimos, mentre ancora è in trattative con i creditori privati per il taglio del debito dei bot greci.


Inviato da iPhone

Crisi:Tajani,Merkel non esclude eurobond


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi:Tajani,Merkel non esclude eurobond

Si puo' parlarne dopo creazione governance e patto fiscale


Inviato da iPhone

La Libia vacilla sull’orlo di una guerra civile


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Libia vacilla sull'orlo di una guerra civile

La Libia vacilla sull'orlo di una guerra civile
- di Konstantin Garibov - La Voce della Russia - "Sono avvenuti scontri su base etnica tra arabi e berberi e tra altre tribù. E' importante anche il fatto che i cosiddetti combattenti per la libertà e la democrazia siano saliti al potere in Libia con l'aiuto della NATO, del Qatar, degli Emirati Arabi Uniti, [...]


Inviato da iPhone

Disoccupazione: Spagna 23%, in Cile c'è piena occupazione


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Disoccupazione: Spagna 23%, in Cile c'è piena occupazione

disoccupazione spagna.jpg
In Spagna la situazione economico-finanziaria è persino peggiore di quella italiana. Con una popolazione di 46 milioni di abitanti, i disoccupati sono 5.273.600, il che è un record mai eguagliato nella nazione iberica. I dati provengono da Encuesta de Población Activa (EPA) (Statistiche sulla popolazione attiva).

Un milione di licenziati sono recenti, e si noti che si tratta in gran parte di giovani  laureati, che parlano più lingue e conoscono l'informatica.

Continua a leggere Disoccupazione: Spagna 23%, in Cile c'è piena occupazione...

Commenta »







Inviato da iPhone

E poi ci vengon a parlare di debito…


Ti è stato inviato tramite Google Reader

E poi ci vengon a parlare di debito…

La grande finanza e le banche stanno divorando tutto: dai fondi pensionistici degli ordini professionali, al futuro delle aziende e degli imprenditori. Il Punto di Monia Benini Caricato da ilpuntotv su youtube il 25 Gennaio 2012 E poi ci vengon a parlare di debito... La grande finanza e le banche stanno divorando tutto: dai fondi [...]


Inviato da iPhone

I CONTI NON TORNANO…APPUNTAMENTO A CARRE’ (Vicenza) IN ATTESA DI FELTRE ( Belluno)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

I CONTI NON TORNANO…APPUNTAMENTO A CARRE' (Vicenza) IN ATTESA DI FELTRE ( Belluno)

Per gli amici e i compagni di viaggio di Icebergfinanza un nuovo appuntamento è per sabato 4 febbraio 2012 ospiti degli amici della ProLoco di Carrè (Vicenza) per una serata sul tema " La crisi finanziaria: cause e prospettive " … Continua a leggere


Inviato da iPhone

Se il tecnico non legge Bankitalia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Se il tecnico non legge Bankitalia

Se il tecnico non legge Bankitalia
- Salvatore Cannavò - I numeri dell'Istituto di via Nazionale sulla povertà delle famiglie e la concentrazione della ricchezza sono inequivocabili. Come quelli presentati dall'Ocse. Ma Monti, il suo governo e la sua maggioranza, non li vedono Avevamo capito che il governo Monti fosse un governo "tecnico". Cosa c'è di più tecnico degli studi della [...]


Inviato da iPhone

Le coop e il giochino dell’Opa


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Le coop e il giochino dell'Opa



Le coop e il giochino dell'Opa
di Marco Onado -   Per salvare Ligresti, Mediobanca ha architettato un'operazione che consente di prendere due, anzi tre, piccioni con una fava. Peccato che, come al solito, il tutto avvenga ai danni degli azionisti di minoranza. Se si escludono i poveri risparmiatori, tutti ci guadagnano. Le banche, Mediobanca in testa, salvano i loro prestiti [...]


Inviato da iPhone