09/07/12

Il botto silenzioso, quasi.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il botto silenzioso, quasi.

Quando ho scritto "il botto silenzioso", per parlare dello scoppio della bolla immobiliare, sono stato accusato a spasso per internet di non aver capito il mercato. E pochi giorni dopo il blog dei finanzieri e degli immobiliaristi, noto come "Corriere della Sera", ha pubblicato QUESTA MERDA per...



[[ Questo e' solo un sommario. Vai su http://www.wolfstep.cc per leggere il resto ]]




Inviato da iPhone

Eurogruppo, Monti lascia la riunione in anticipo


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Eurogruppo, Monti lascia la riunione in anticipo

Il premier Mario Monti ha lasciato alle 22 la riunione dell'Eurogruppo, che è ancora in corso. Lo riferiscono fonti diplomatiche.

Intanto proseguono i lavori e l'Italia è rappresentata dal viceministro dell'Economia Vittorio Grilli. Anche il presidente della Bce, Mario Draghi ha già lasciato il palazzo Justus Lipsius.



Inviato da iPhone

SPREAD! O la borsa o la vita


Ti è stato inviato tramite Google Reader

SPREAD! O la borsa o la vita

Lo Spread è il nuovo babau, un po' come il ritorno del terrorismo, è la nuova "strategia della tensione". Un po', come i downgrade "ad orologeria" delle Agenzie di Rating, corrotte ed incapaci; un po', come Guardia di Finanza ed Equitalia, bracci armati dello "Stato Fiscale". Lo Spread è l'ultima frontiera, nella "politica dell'ansia", come [...]


Inviato da iPhone

ALLARME: Dopo MFGlobal, Salta PFGbest, E’ Tempo di Distruzione sui Derivati.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ALLARME: Dopo MFGlobal, Salta PFGbest, E' Tempo di Distruzione sui Derivati.

E' tempo di distruzione direbbe un noto supereroe. Fatto sta che il fondatore e padrone di PFGbest, ha tentato (fallendo) il suicidio e gli sfortunati clienti di PFGbest si sono visti congelare i conti con la sola opzione di chiudere le posizioni senza avere la possibilità di riavere la liquidità fino a nuovo ordine.


La Notizia da ZH:



http://www.zerohedge.com/news/futures-brokerage-pfg-best-freezes-accounts-following-discovery-accounting-irregularity


Just out from futures broker PFG Best to clients, where the owner's suicide attempt apparently has led to a whole new MF Global spin off. 

Monday, July 9, 2012 


Due to a recent emergency involving Russell R. Wasendorf, Sr., a suicide attempt, some accounting irregularities are being investigated regarding company accounts. PFGBEST is wholly owned by Mr. Wasendorf. Therefore, the NFA and other officials have put all funds on hold, and PFGBEST is in liquidation-only status with our clearing FCM. What this means is no customers are able to trade except to liquidate positions. Until further notice, PFGBEST is not authorized to release any funds. We will update you as any new procedures are stipulated and with any further information as it becomes available.



Non ho mai avuto direttamente a che fare con questo broker, nel 2011 si trovava al 33 posto nella top 50 stilata dalla rivista di settore FutureMagzine (link), con 365 milioni di dollari in equity dei clienti (USA).

 

Spulciando sul sito ho notato che oltre di derivati PFGbest si occupava anche di Oro e Argento fisico, o meglio pseudofisico visto che il servizio offerto è il solito "dacci i soldi che teniamo il tuo oro fisico, per te, nei nostri caveau…. e non azzardarti a chiederlo a casa tua… vi ricorda nulla?). 

 

Comunque, 365mln di equity usati come collaterale per derivati non sono un scherzo. Di PFGbest ne sentiremo parlare a lungo, magari a partire dalla settimana prossima, vogliamo scommettere?

 




Inviato da iPhone

“Montismo sì, Monti no”, Bersani prova a far finta di niente

“Montismo sì, Monti no”, Bersani prova a far finta di niente:
Prima Casini, poi D’Alema, quindi Enrico Letta, ora i retroscena sui quotidiani. Insomma, il pressing  per un nuovo governo Monti sale. Ma il segretario del Pd non ci sta. E sabato all’assemblea nazionale del partito presenterà la sua idea di’Italia, una carta d’intenti attorno a cui costruire un accordo con partiti, movimenti e associazioni di centrosinistra. Senza dimenticare le primarie.
leggi tutto

La grande ammucchiata che ci aspetta

La grande ammucchiata che ci aspetta:
- Zag - L’uscita di Fini ( la grande coalizione) e l’adesione che ha raccolto tra i tanti rami che si stanno distaccando tra assemblee, fondazioni, associazioni dalla grande destra pidiellina può rappresentare il quadro partitico che si sta disegnando per il dopo Monti. Appunto una grande coalizione che va dal PD a Casini ai [...]

Euro. Lo hanno fatto apposta

Euro. Lo hanno fatto apposta: La dittatura surrettizia che i leader europei intendono perseguire e consolidare, una dittatura delle banche sull’Europa, attraverso l’euro, è ora nuovamente denunciata come una strategia lungimirante, fin dall’esordio, per distruggere le nazioni. Ossia, non che l’euro sta fallendo, anzi sta funzionando e benissimo in quanto l’euro, sta provocando proprio tutto ciò per cui è stato ideato e progettato dall’uno per cento dell’oligarchia che ce lo ha imposto. Così, circa, scrivono i giornali americani, ricordando che “l’ideatore” ha sempre visto la sua creatura (l’euro) come l’arma che avrebbe spazzato via norme e regolamenti sul lavoro facendo dell’Europa...
Raffaele Panico

Genesi di un colpo di stato

Genesi di un colpo di stato: Genesi di un colpo di Stato sobrio e permanente; sì anche permanente, perché l’operazione di “killeraggio” contro lo Stato-nazione Italia è tuttora in corso e i suoi effetti negativi continueranno nel lungo periodo. Andiamo per gradi, cercando di analizzare - sia pure per sintesi - come si sono svolti i fatti ed il ruolo svolto dai singoli gruppi o i singoli personaggi. Intanto occorre premettere che la stessa legge elettorale ha favorito l’operazione perché, come sosteneva il grande Totò con una battuta efficace, “è la somma che fa il totale”. E così la somma delle varie componenti assemblate solo per vincere le elezioni, ha concesso una larga maggioranza a chi le...
Stelvio Dal Piaz

I GOVERNANTI SONO LO SPECCHIO DI NOI STESSI

I GOVERNANTI SONO LO SPECCHIO DI NOI STESSI:


Il futuro del miglioramento in ogni campo – sia esso aziendale, politico, universitario o no-profit – risiede nello sviluppo delle qualità di leadership del singolo elemento, ovunque egli stia lavorando e qualunque carica stia...................................


Nuove proposte di legge, censurate ma da diffondere

Nuove proposte di legge, censurate ma da diffondere:
Clicca qui per vedere il video incorporato.

FORNERO: “Mi spiace non essere più giovane per potermi dedicare a temi come l’intersezione tra economia e sociale”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

FORNERO: "Mi spiace non essere più giovane per potermi dedicare a temi come l'intersezione tra economia e sociale"

"Mi spiace – ha proseguito, con una battuta – non essere piu' giovane per potermi dedicare a temi come l'intersezione tra economia e sociale: il sociale e la crescita sono qualcosa che dobbiamo imparare a conoscere".


Così Elsa Fornero oggi all'Università BOCCONI di Milano.



Inviato da iPhone

Altri sei mesi di recessione

Altri sei mesi di recessione: La ripresa economica in Europa sarà graduale a causa sia della maggiore incertezza presente sui mercati conseguenza della recessione in corso, sia dell’entità dei singoli debiti pubblici di alcuni Paesi dell’Unione. Mario Draghi, durante una audizione al Parlamento europeo, ha avvertito che nel secondo trimestre del 2012 si è registrato un indebolimento della crescita. Per il presidente della Banca centrale europea le prospettive per il 2012 sono tutt’altro che incoraggianti. La risoluzione della crisi, a suo dire, sta quindi nell’adozione di “misure audaci” da parte delle banche centrali e dei governi. Considerato che l’assistenza finanziaria (alle banche)...
Andrea Angelini

Il Cittadino Risparmiatore e la Crisi Rewind


Il Cittadino Risparmiatore e la Crisi - Rewind







Martedì 10 luglio 2012



ore 17:00 



Roma
 – Biblioteca Enzo Tortora



“Il Cittadino Risparmiatore e la Crisi Rewind 

                              
Sono nuovamente onorato di partecipare come relatore al 2° Convegno “Il Cittadino Risparmiatore e la Crisi” Patrocinato dal Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e Save The Children .
Durante il precedente convegno organizzato a novembre 2011 avevo indicato come i Big Investors stavano preparando con molte probabilità la ripartenza dei mercati azionari.
Slide del 24 novembre 2011

Sappiamo tutti cos’è accaduto successivamente !

Da fine novembre 2011 i mercati azionari hanno segnato
il più forte rialzo degli ultimi anni….. 
Ma in soli 2 mesi i mercati hanno ritracciato tutto il movimento rialzista
compromettendo il ciclo annuale !

E ora ?

I Big Investors sono tornati nuovamente a comprare ?
Cosa ci attende per i prossimi mesi ?

Il totospread continua ……
Interverrano:
Francesco Antonelli – Presidente Biblioteche di Roma
Emerick De Narda – Conduttore e Giornalista Class CNBC 

Riccardo Barbuti – Operatore Finanziario
Federico Izzi (Zio Romolo) – Analista tecnico indipendente 

Diretta Streaming

Dalle ore 17:00

sarà possibile seguire il convegno 
direttamente online !

Basterà collegarsi martedì 10 luglio dopo le ore 12:00 su Mercato Libero News e troverete le istruzioni per connettervi automaticamente alla videoconferenza ed inviare le domande in tempo reale 

In collaborazione con: 
Così come nel marzo 2011 ho nuovamente deciso di offrire gratuitamente il mio servizio a tutti/e coloro che invieranno una libera donazione a partire da € 50,00 . 
Come fare per donare ?
Durante il convegno sarà attivata la raccolta fondi a favore dell’iniziativa
Sarà possibile effettuare la donazione anche direttamente online dal sito di Save The Children cliccando sul banner sottostante
oppure utilizzando il seguente link

Come usufruire del servizio ?
I presenti comunicheranno la propria email direttamente sul posto
Chi effettuerà la donazione online dovrà inviarmi copia della ricevuta completa degli estremi di versamento alla seguente email
L’attivazione sarà automatica e consentirà di ricevere ogni giorno alla propria email i Report e l’accesso alle Videoconferenze Giornaliere in diretta o registrate per il periodo:
dal 16 al 28 luglio compresi
Tutti/e coloro che effettueranno una donazione online superiore a € 100,00 oppure saranno presenti all’evento il periodo sarà esteso sino al 10 agosto p.v.

L’email sarà utilizzata esclusivamente per il servizio e non sarà ceduta a terzi per fini promozionali. Per non consentire a semplici curiosi e “furbi” di utilizzare il servizio mi riservo la facoltà di verificare i dati che mi verranno comunicati nell’email di richiesta attivazione.

La partecipazione all’evento è gratuita.



L’accesso alla sala è consentito solamente

ad un numero limitato di persone pertanto

è consigliabile prenotare il posto nella sala

inviandomi una email al mio indirizzo di posta

entro lunedì 9 luglio


La Biblioteca Culturale Comunale Enzo Tortora di Roma si trova in via Nicola Zabaglia n.27B - zona centrale - Testaccio (I° Municipio) ed è facilmente raggiungibile sia in auto che con mezzi pubblici. Per calcolare il percorso migliore e trovare la linea Atac clicca qui
Il convegno verterà sull’aspetto socio-politico e culturale del Comune di Roma con un ampio spazio all’attualità economica ed all’analisi tecnica dei mercati azionari mondiali.

Vi 
aspetto…..

Forti tensioni sul debito spagnolo


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Forti tensioni sul debito spagnolo

Forti tensioni sul debito spagnolo.


Inviato da iPhone

Francia: emissione a tassi negativi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Francia: emissione a tassi negativi

Per la prima volta l'Agenzia francese del Tesoro ha registrato un'emissione a tassi negativi.


Inviato da iPhone

Poveri noi! Monti non se ne vuole più andare: premier anche dopo il 2013

Poveri noi! Monti non se ne vuole più andare: premier anche dopo il 2013:

Fin dal primo giorno Mario Monti era stato chiarissimo: “il mio incarico è a tempo”. Lo ripeteva continuamente, dopo questa legislatura si sarebbe fatto da parte: ma forse, oggi, ha cambiato idea. Tutti i quotidiani riportano il gustoso retroscena del suo “ripensamento”: Monti vorrebbe rimanere a Palazzo Chigi anche dopo il 2013. Cioè dopo le elezioni.
Ma come? Candidato premier di una parte, o “candidato” successivo di una ..............................

“600 euro al mese per chi non ha un lavoro”, al via la campagna per il reddito minimo

“600 euro al mese per chi non ha un lavoro”, al via la campagna per il reddito minimo:
Certo che a sentirla così, l’idea del reddito minimo garantito sembra quasi una boutade estiva. Poi, però, parli con Maria Pia Pizzolante, 29 anni, precaria, combattiva portavoce di Tilt, una delle associazioni che in questi giorni promuove la raccolta di firme per introdurlo anche in Italia e tutto diventa più concreto e realistico. Soprattutto quando poi scopri che nella locomotiva europea, la potentissima Germania, esiste dal lontano 1961. E,a giudicare dai risultati, funziona benissimo. “Assieme alla Grecia, siamo il paese più arretrato sul terreno degli strumenti di sostegno al reddito”, spiega Maria Pia. “I cittadini che non hanno un lavoro vengono abbandonati, condannati all’esclusione e alla marginalità. In Danimarca, per esempio, la copertura sociale è del 53%, in Inghilterra del 57%”. E in Italia? Appena lo 0,53% dei cittadini gode di tutele legate al sostegno al reddito. Praticamente nessuno. Eppure, non solo la Costituzione ma anche numerosi testi e  risoluzioni europee e internazionali richiamerebbero le nostre istituzioni a maggior senso di...

[[Se vuoi continuare a leggere clicca sul titolo del post]].

Fate presto! (II)

 
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
Scritto da Marco Cavallotti   
lunedì 09 luglio 2012
Image
Ricordate? lo spread era salito a livelli altissimi – simili a quelli di oggi! –, e banche, imprenditori, notabili e molti pappagalli sotto la regìa di Repubblica e con l'accompagnamento del Sole24Ore e del Corriere in poche ore riuscirono a far dimettere un governo mai sfiduciato in aula, a far nominare un nuovo senatore a vita – per motivi che ancora ci sfuggono –, e a far insediare d'autorità un premier e un governo tecnico: accolto peraltro quasi con sollievo da un sistema politico non più rappresentativo della realtà italiana, inadeguato e decotto.
L'urgenza premeva, faceva saltare le tappe, cancellava le occasioni di dibattito, faceva apparire futile ogni perplessità, cancellava proteste e mugugni. Fate presto!, invocavano querule le gazzette, e sembrava che la questione da affrontare fosse una sola: e che una volta rimosso un capo del governo che non era riuscito sufficientemente – del resto non ci ..........................

Draghi: paesi in recessione per aumento imposte!

Draghi: paesi in recessione per aumento imposte!: E finalmente! Dopo tante sciocchezze, una cosa che sia perfettamente in linea con la realta'! L'ha appena detta il governatore della banca centrale europea Mario Draghi, che sinceramente non ho mai avuto modo di criticare perche' sempre improntato ad una chiarezza estrema. << Il motivo per cui i paesi indebitati stanno scivolando in recessione e' che vi e' stato un brusco "aumento delle imposte" invece di un taglio della spesa >> , rivolgendosi chiaramente al BelPaese ( e non solo) . Poi, giusto per non essere estremamente duro, corregge il tiro elogiando l'italia per le riforme coraggiose portate avanti da Monti senza alcun aiuto finanziario esterno. E di fatto e' proprio cosi': si accusa Giorgio Squinsi (presidente di confindustria) di avere dato l'insufficienza a questo governo, mentre sappiamo benissimo che e' stato anche piuttosto magnanimo! Che paese servile e rozzo che siamo diventati! Tutti i giornali ad elogiare la .....................

Le star prima che fossero star

Le star prima che fossero star: Com’erano le star prima di diventare famose? Ecco la gallery che vi catapulterà verso lidi sconosciuti che solo i loro parenti ricordano. guarda le immagini:

La guerra dell’Europa. Con le sofisticate armi della grande finanza internazionale

La guerra dell’Europa. Con le sofisticate armi della grande finanza internazionale:

«Secondo un recentissimo rapporto dell’Unicef, sarebbero 439 mila i bambini greci che vivono sotto la soglia di povertà, denutriti e costretti a vivere in ambienti malsani. Secondo le stime ufficiali, un greco su cinque è povero, ma stando agli ultimi rilevamenti, si sta viaggiando velocemente verso una soglia di povertà che ingoia un terzo dei ................

Le auto del futuro si ricaricano da sole

Le auto del futuro si ricaricano da sole: Le vetture elettriche si alimenteranno dalle strade che percorrono

Anche la BRI teme l’acuirsi della crisi

Anche la BRI teme l’acuirsi della crisi:




“Sono ormai trascorsi cinque anni dallo scoppio della crisi finanziaria, eppure l’economia mondiale resta sbilanciata, forse più di prima, dal momento che le vulnerabilità ancora presenti interagiscono fra loro, amplificandosi”, inizia con queste chiare e dure parole l’analisi contenuta nel Rapporto annuale della Banca dei Regolanti Internazionali, la banca delle banche centrali, recentemente pubblicato.

Le vulnerabilità non sono altro che le crescenti operazioni finanziarie e.....................

«Apri la tua bocca la voglio riempire»


Apri la tua bocca, la voglio riempire
Tranquilli ragazzi, non è il titolo di un film porno, bensì quello di un libro della Cei edito da Chirico libri ... è il "Nuovo lezionario festivo per la santa messa anno A" acquistabile alla modica cifra di Euro 9.00 .

Come recita il sito Ibs, "Dopo la definitiva approvazione della nuova traduzione italiana della Sacra Scrittura, la Chiesa italiana si è dotata di una nuova versione del Lezionario a uso dei fedeli nella partecipazione della Santa Messa" ...

Poi dicono che uno pensa male ...



Visto su google+ tramite Gazzella Nera

Squinzi e la macelleria sociale

Bartolomeo Passerotti -la macelleria Gli industriali italiani potevano pure risparmiarsi la contrastata elezione di Squinzi, loro attuale presidente, bastava chiedessero la disponibilità della Camusso. Ora non sappiamo se Squinzi esprima un suo pensiero o le cose che dice gliele scrivano, in entrambi i casi sono stupefacenti. La riforma del lavoro “è una boiata”, siamo d’accordo, “però va approvata subito” e qui confessiamo di non seguirlo più. La spending review è insufficiente, però, come dice la Camusso, non bisogna fare macelleria sociale.

Black-out cellulari, black-out motori endotermici

Black-out cellulari, black-out motori endotermici:
Il black-out dei cellulari di cui ho parlato recentemente (http://petrolitico.blogspot.fr/2012/07/francia-da-ieri-misterioso-black-out.html), è ufficialmente finito. Il governo francese c'è rimasto male, ha chiesto spiegazioni. Se fosse durato ancora qualche ora, saremmo arrivati ad una emergenza nazionale. 
Le prime risposte sul guasto date da Orange dicono che si è verificato "un incidente imprevisto, si è trattato di un 'bug' rarissimo e che non se lo aspettavano assolutamente; chiediamo scusa". 20 milioni senza cellulare per quasi una giornata. Incidente imprevisto. Non potevano sapere.
La faccia come il culo. Si sa dei .................

Bce/ Draghi:Non possiamo ordinare a banche come erogare prestiti - Ah, NO????

Bce/ Draghi:Non possiamo ordinare a banche come erogare prestiti

Roma, 9 lug. (TMNews) - La Banca centrale europea non è in condizioni di impartire alle banche commerciali ordini sul come usare i rifinanziamenti agevolati di lungo termine che eroga loro. "Questo è impossibile", ha affermato il presidente della Bce Mario Draghi, in audizione al Parlamento europeo. "E' certamente difficile e non auspicabile farlo a livello nazionale è sarebbe certamente anche molto più duro farlo a livello di area euro", con più di 800 banche che hanno sfruttato i rifinanziamenti agevolati di lungo termine (Ltro) della Bce. Questo in riposta alla critiche di coloro che vedono in questi maxi prestiti un modo indiretto di violare il divieto a carico della Bce, previsto dai trattati, di finanziare i debiti pubblici: situazione che si sarebbe appunto creata se la Bce erogando questi prestiti avesse detto alle banche di usarli per acquistare titoli di Stato. Draghi ha affermato che tutto ciò sarebbe "impossibile" ma poi ha anche illustrato un precedente concreto sul perché non ritiene assolutamente "auspicabili" manovre di questo tipo. "Negli anni 70 in Italia ci stava un concetto di credito interno, nelle banche si decideva quanta quota di credito dovesse andare allo Stato, quanta al settore privato. Questo sistema ha prodotto banche sottocapitalizzate, un processo di allocazione del credito politicizzato e una inflazione al 20 per cento. Non peso che si possa andare su questa strada".

Draghi: Euro E' Fatto Per Durare. Eurozona Deve Condividere Sovranita'

ANCHE MIO NONNO MI RIPETEVA SEMPRE: " NON CI SAREMO PIU' NOI MA I SOLDI CI SARANNO ANCORA ... NON LI MANGIANO NEANCHE I POLLI ... "

Draghi: Euro E' Fatto Per Durare. Eurozona Deve Condividere Sovranita'

(ASCA) - Roma, 9 lug - ''L'euro e' fatto per durare'', cosi' Mardio Draghi, presidente della Bce, nel corso della sua audizione al parlamento europeo. Il numero uno dell'Eurotower ha ricordato come questo obiettivo richieda ''una piu' profonda integrazione dell'Eurozona e la necessita' di condividere sovranita' fiscale, finanziaria ed economica''.

Non paghi il canone? Resti al buio! NON VI RICORDA VAGAMENTE I METODI DI RISCOSSIONE UTILIZZATI IN GRECIA? VABO' CHE STRANO!

Non paghi il canone? Resti al buio!

Agganciare il canone Rai alla bolletta della luce. Questa la proposta del Governo che potrebbe diventare presto legge. Obiettivo? Arginare l'evasione del canone. Ma il Servizio Pubblico c'è già: si chiama internet e ce lo costruiamo da soli

di Claudio Messora

Non paghi il canone Rai? Ti tagliano l'elettricità. Questa la nuova proposta che da Palazzo Chigi potrebbero lestamente tramutare in legge per recuperare 5-600 milioni di supposta "evasione", con la scusa che, in questo modo, la Rai potrebbe abbandonare la competizione pubblicitaria con Mediaset e tornare a fare contenuti...

MUTUI: PAROLA D'ORDINE, NON FIDARSI DELLE BANCHE

MUTUI: PAROLA D'ORDINE, NON FIDARSI DELLE BANCHE

di Beppe Scienza - 9 luglio 2012

Vi spiego perché si parla di crollo dei mutui. Sono le banche a non concederne più

MUTUI: PAROLA D'ORDINE, NON FIDARSI DELLE BANCHE


Beppe ScienzaAnche oggi si parla del crollo dei mutui per la casa concessi dalle banche. E' da un po' di mesi che si rincorrono queste notizie di varie fonti. Il fenomeno esiste e dura da un po' di tempo. Per questo credo sia il caso di farsi qualche domanda.
Perché, dunque, sempre meno gente ottiene il mutuo per la casa? Il vero motivo non è certo perché la gente ha smesso di voler comprare la casa. Il motivo è semmai che le banche concedono con più difficoltà i mutui adesso rispetto a un anno fa e soprattutto rispetto a5/6/10 anni fa. E allora chiediamoci perché le banche italiane concedono con molta più difficoltà i mutui a chi vuole comprarsi, in genere, la prima casa.
Per cominciare, alle banche non conviene di per sé prestare i soldi in questa maniera. Se una banca ha della liquidità, e la ottiene dalla Bce all'1 %, la cosa che le conviene di più è ricomprarsi le proprie obbligazioni. Indirettamente investe così senza difficoltà il 7/10% di tasso di interesse che sul mutuo sulla casa non ottiene. Poi alla banca italiana conviene comperare i titoli di stato italiani, perché così si aggrazia il governo, che sarà grato alle banche se le banche sostengono il debito pubblico italiano. E alla banca, ai dirigenti delle banche, conviene più tenersi buono il governo che i poveri, i piccoli risparmiatori zoppicanti.

Guardando a cosa succedeva 10/20 anni fa, ci accorgiamo che ul mutuo veniva concesso in base al valore della casa. Negli 90 se la casa valeva 200 milioni di lire e chiedevi un mutuo di 150/160 ti veniva concesso facilmente. Il discorso della banca era semplice: male che vada abbiamo l'ipoteca sulla casa, vendiamo la casa all'asta e recuperiamo. Col tempo, però, le banche si sono accorte che questo sistema era scomodo e sconveniente. Così hanno incominciato a dare una notevole importanza al reddito. Uno non solo deve concedere un'ipoteca sulla casa con un congruo valore, ma deve anche avere un reddito per cui in linea di massima si può prevedere che non si arriverà alla brutta conseguenza di dovere aggredire la casa.

Ma recentemente le banche ne hanno aggiunta anche un'altra. Sei assunto a tempo indeterminato ma lavori per un'azienda che potrebbe chiudere? Non ti danno il mutuo. Sei una commessa in un grande magazzino, ma se quello chiude? Non te lo diamo! A questo punto si capisce perché i mutui sono scesi.

Ma parlando di mutui, io starei molto attento. Sono diversi i casi incresciosi accaduti negli ultimi tempi. Ad esempio: uno va in banca, firma un mucchio di documenti, la banca gli dice a voce che gli verrà concesso il mutuo e fissa un appuntamento dal notaio, dove arriva il venditore. Ma il giorno prima la banca gli telefona dicendogli che hanno deciso di non dargli il mutuo. Questo per dire: la banca della vostra parola non si fida, la banca non si fida mai di voi. E allora perché dovete essere voi a fidarvi della banca? Della banca non bisogna fidarsi. Non fidatevi di quello che viene detto a voce, che verrà il funzionario della banca a erogare il mutuo, Chiedete garanzie scritte e soprattutto non accettate di pagare le provvigioni alle agenzie immobiliari prima che venga erogato il mutuo.

Infine, un altro consiglio. Se uno ha dei risparmi (se è riuscito a mettere qualcosa da parte, o ha avuto una piccola eredità, una grande eredità) la cosa più logica è estinguere, anche solo in parte, il mutuo che si ha. Molta gente mi scrive delle mail, perché magari ha un mutuo che va avanti al 5% di tasso, ha dei risparmi ma è stata convinta a metterli in un fondo della banca, o ad aggiungerli al fondo pensione o a metterli in una polizza vita. La cosa più logica è che se uno ha un debito e ha una liquidità conviene ridurre il debito.

http://www.cadoinpiedi.it/2012/07/09/mutui_parola_dordine_non_fidarsi_delle_banche.html
fonte:

Mutui: - 47 per cento. Ma allora che cavolo dice l’ISTAT?

Mutui: - 47 per cento. Ma allora che cavolo dice l’ISTAT?:
Di recente (qui) abbiamo avanzato numerosi dubbi sulla fondatezza dei dati diffusi dall’ISTAT riguardo al mercato immobiliare. Con notevole coraggio, l’Istituto ha comunicato che dal 2008 i prezzi degli................................

Draghi: governi siano audaci come Banche centrali

Draghi: governi siano audaci come Banche centrali

Draghi: governi siano audaci come Banche centrali

BCE | Il numero uno della Bce parla alla commissione bancaria del Parlamento europeo, qualche ora prima dell'inizio della riunione dell'Eurogruppo. Plauso rivolto alla spending review di Monti: aiuterà a raggiungere gli obiettivi fiscali

Scandalo banche: la comunità al servizio delle istituzioni finanziarie

Scandalo banche: la comunità al servizio delle istituzioni finanziarie:

Gli ultimi scandali hanno messo a nudo le falle del sistema. E le banche parassite non fanno altro che spolpare i cittadini, privatizzando i loro utili e socializzando le perdite.

In questi giorni non ho ancora scritto nulla sullo scandalo LIBOR. Sicuramente ne avrete sentito parlare. Ma questa è una delle tante manipolazioni che vengono fatte dal sistema finanziario che ha i mezzi ed il potere di fare un po’ quello che vuole sui mercati. E noi? Semplici marionette, come sempre, costretti a subire il potere delle grandi banche le quali, con piccoli accorgimenti che PER FORZA vanno ad essere accollati alla collettività, si arricchiscono a dismisura. La cosa che mi sorprendeva era il fatto che i media si scandalizzassero del fatto che Barclays fosse stata presa con le mani nel sacco e che ignorasse il fatto che quanto ha fatto Barclays lo hanno fatto anche le altre grandi banche. Ovviamente il meccanismo è sempre lo stesso: ritoccare artificiosamente il tasso di riferimento per arricchirsi in modo fraudolento.
Ora però la pentola è stata scoperchiata e lo scandalo, giustamente, si sta...............

IL VIDEO DELL'ESTATE - E' VIRALE!!!

IL VIDEO DELL'ESTATE - E' VIRALE!!!


Share/Bookmark

Ecco come ci faran pagare il canone della Rai

Ecco come ci faran pagare il canone della Rai:
di REDAZIONE
Se ne parla da anni, adesso potrebbe essere arrivato il momento della decisione. Il canone Rai, una delle tasse più evase in Italia, potrebbe essere a breve essere oggetto di una riforma nelle condizioni di pagamento. Ne parla il Corriere:
Ma a Palazzo Chigi si starebbe studiando una contromossa. L’annuncio di un recupero dell’evasione del canone (5-600 milioni annui) agganciando l’abbonamento alla bolletta della luce o con..............................


FONTE ORIGINALE:  GIORNALETTISMO.COM

Scandalo banche: la comunità al servizio delle istituzioni finanziarie

Scandalo banche: la comunità al servizio delle istituzioni finanziarie: Gli ultimi scandali hanno messo a nudo le falle del sistema. E le banche parassite non fanno altro che spolpare i cittadini, privatizzando i loro utili e socializzando le perdite. In questi giorni non ho ancora scritto nulla sullo scandalo LIBOR. … Continua a leggere →