29/07/12

Grecia: il ministro tedesco dell' economia Roesler ha forti dubbi sulla permanenza ellenica nell' Euro

Grecia: il ministro tedesco dell' economia Roesler ha forti dubbi sulla permanenza ellenica nell' Euro: Il ministro tedesco dell' economia Philipp Roesler, ribadisce i suoi dubbi sul fatto che la Grecia possa rimanere nell' area Euro. Lo dichiara oggi alla Bild am Sonntag:
"Da tempo non è un segreto che ci sono forti dubbi sulla possibilità che la Grecia completi le riforme concordate e quindi resti nell'euro. La realizzazione delle riforme è ferma e a oggi non c'è un'amministrazione fiscale efficiente. Anche sul versante della privatizzazione del patrimonio statale concordata è accaduto poco. Se il Paese ellenico non completa quanto deciso nel memorandum sottoscritto insieme ai partner internazionali, non ci potranno essere nuovi aiuti."
Le dichiarazioni del ministro sono veramente pericolose, una settimana fa aveva rilasciato un' altra intervista a alla televisione pubblica Ard, dove anche lì diceva tutte le sue perplessità da parte greca di adempiere agli impegni presi, con effetti negativi sulle borse, affermando anche che un' eventuale uscita di Atene dall'euro non spaventa di certo la Germania. Infatti  tre quarti dei tedeschi (il 71% econdo un sondaggio)è a favore di un' uscita Grecia fuori dall' Eurozona.

CONSEGUENZE

CONSEGUENZE: DI PAOLO NORI
paolonori.it

Le conseguenze del collasso finanziario che sembra sia all’orizzonte, per come le capisco io, e probabilmente le capisco male, se dovessi riassumerle brevemente direi che potrebbero essere queste: diventeremo più poveri. E quando penso alla povertà, mi vien sempre in mente una cosa che mi sembra dicesse Stendhal, al quale, come si sa, l’Italia piaceva moltissimo, e diceva che quello che gli piaceva, dell’Italia, era che in Italia, gli italiani, non si vergognavano di essere poveri.

UN POPOLO GOVERNATO DA TRADITORI

UN POPOLO GOVERNATO DA TRADITORI:
L'antropologa Ida Magli
«Il golpe globalista che ha imposto Monti... 
e Berlusconi che l'aveva candidato»

Intervista ad Ida Magli*

D. Lei aveva predetto l'eurocrollo. Immaginava un crollo così repentino?

R. «Come lei sa è da tanti anni che lo vado dicendo. È del 1996 il..................

Imu, stangata su saldo per case in affitto

Imu, stangata su saldo per case in affitto: 'Fino all'80% in più rispetto all'acconto'

Grecia. 11,000 Aziende chiuderanno entro Ottobre. 53% delle aziende a Rischio Fallimento. Presto in Italia.

Grecia. 11,000 Aziende chiuderanno entro Ottobre. 53% delle aziende a Rischio Fallimento. Presto in Italia.:
Giuseppe Sandro Mela.

bomba atomica hiroshima1 Grecia. 11,000 Aziende chiuderanno entro Ottobre. 53% delle aziende a Rischio Fallimento. Presto in Italia.
Un Esempio di Cigno Nero.


                Che la situazione greca fosse catastrofica non dovrebbe essere una novità. Quanti però non hanno mai studiato la dinamica dei fallimenti politici, sociale ed economici delle Collettività rimangono tuttavia sbigottiti di fronte all’entità del disastro, sia quello già in atto sia quello che si delinea con contorni sempre più netti: l’annientamento economico, sociale e politco della Grecia.
                Da un punto di vista concettuale il problema è molto semplice da esporsi quanto difficile da comprendere ed interiorizzare.
                I sistemi rilassano (collassano): ossia si schiantano in modo apparentemente improvviso. Crollano come castelli di carte che sarebbero sembrati stabili e duraturi nel tempo.
                Sono molti i fattori che contribuiscono a rendere difficile la comprensione di questo fenomenologia. Ne tratteggiamo alcuni.
    1. É tipico degli esseri umani ritenere che il futuro si presenterà con le stesse caratteristiche del passato.
        Questo potrebbe essere vero solo in situazioni di grandissima stabilità, che quasi mai si sono.......................

Quando Dracula incontra Monti si fa il segno della croce

Quando Dracula incontra Monti si fa il segno della croce:
di PONGO
Rita Levi Montalcini diceva : “Ricerco solo in una direzione e non in ogni direzione”.  Ho ripreso questa frase  perché non la vedo bene per il  nostro Bel Paese. Siamo in balìa di tutto: da una parte, come dice chi ci governa,  dobbiamo fare i bravi bambini e......................

Il calabrone euro di Draghi a cui non insegnano come volare

Il calabrone euro di Draghi a cui non insegnano come volare: Deve essere dura la battaglia in corso alla Banca Centrale Europea, tra Draghi e la Bundesbank. Tuttavia una cosa è certa: i mercati e le loro reazioni dimostrano che una buona parte degli eccessi di spread sono legati ad un … Continue reading →

IMU/ La seconda rata sarà più cara, aumenti anche dell'80%

IMU/ La seconda rata sarà più cara, aumenti anche dell'80%: Secondo uno studio di Confedilizia la seconda rata a saldo dell'Imu toccherà punte molto alte con un aumento rispetto alla prima rata anche dell'80% a seconda delle aliquote

(Pubblicato il Sun, 29 Jul 2012 12:22:00 GMT)

Fisco: evade Iva per salvare sua azienda e il giudice lo assolve

Fisco: evade Iva per salvare sua azienda e il giudice lo assolve:

(Pubblicato il Sun, 29 Jul 2012 12:17:00 GMT)

È on line il primo post di bankkiller dal titolo” I SETTE PECCATI CAPITALI DELLE BANCHE. OVVERO COME VENIAMO TRUFFATI QUOTIDIANAMENTE. LEGGETE WWW.BANKKILLER.COM Il corriere della colera, oggi riposa.



È on line il primo post di bankkiller dal titolo" I SETTE PECCATI CAPITALI DELLE BANCHE. OVVERO COME VENIAMO TRUFFATI QUOTIDIANAMENTE. LEGGETE WWW.BANKKILLER.COM Il corriere della colera, oggi riposa.
IL CORRIERE DELLA COLLERA | 28 LUGLIO 2012
http://pulse.me/s/bGTng

Read more

--
Sent via Pulse/


Sent from my iPhone

Giuseppe Palumbo – Luciano Curreri L’elmo e la rivolta

lelmo
L’elmo e la rivolta è un fumetto colto, pieno zeppo di citazioni cinematografiche, di riferimenti storici, rimandi filosofici e annotazioni politiche. Luciano Curreri - saggista di vaglia, autore de Il peplum, di Emilio (Il 

The Interview: Italia a rischio default?

The Interview: Italia a rischio default?: Vi pubblico anche su questo blog l’intervista che mi ha fatto Giacomo Saver in data 18/07 e poi pubblicata sul sito Segreti bancari. Era una afosa serata della scorsa settimana quando Laura intervistò il mitico Dream. Devo dire che lo abbiamo … Continua a leggere →

Quando i banchieri cercavano ancora di salvarsi l’anima

Quando i banchieri cercavano ancora di salvarsi l’anima:
Quando fare il banchiere era peccato (e grave: usura), cioè nel medioevo e nel Rinascimento, non mancava comunque un modo per salvarsi l’anima. Come? Attraverso operazioni di marketing ben studiate, come quella che ha portato Enrico Scrovegni alla creazione della Cappella affrescata da Giotto, il pittore di grido dell’epoca. Oppure consistenti donazioni, che alleggerivano il portafogli ma, per fortuna, anche l’anima.
leggi tutto

Crescita negli stock markets "dopo la crisi"

Crescita negli stock markets "dopo la crisi":
Interessante questa tabellina presa da Zero Hedge:
2012.07.28+ZH+ +Stock+vs+PB Crescita negli stock markets "dopo la crisi"

Andamento delle borse dei “paesi sviluppati” dopo la crisi… si fa per dire! dopo Lehmans, il 2007-2008 insomma, i primi fuochi d’artificio della crisi-depressione. Non sapevo che...........

Crisi Europea: "pronti a tutto per salvare l' Euro"? Lo vedremo il 2 agosto al consiglio di Francoforte

Crisi Europea: "pronti a tutto per salvare l' Euro"? Lo vedremo il 2 agosto al consiglio di Francoforte: Sull' intervento di Mario Draghi che si dichiarava pronto a tutto per salvare l' Euro, le borse si riprendono tirando un sospiro di sollievo e ricominciando a salire. Soprattutto il nostro indice di Piazza Affari, Ftsemib, che dopo aver fatto due nuovi minimi storici consecutivi, balza in tre sedute di 1.300 punti portandosi intorno ai 13.600. La Bundesbank, la banca centrale tedesca, nella mattinata di............

DIFFICILE PENSARE CHE I TEDESCHI DICANO SI FINO AL 12 SETTEMBRE...AD AGOSTO I MERCATI RIMARRANNO CON BASSA LIQUIDITA' E VOLATILI

DIFFICILE PENSARE CHE I TEDESCHI DICANO SI FINO AL 12 SETTEMBRE...AD AGOSTO I MERCATI RIMARRANNO CON BASSA LIQUIDITA' E VOLATILI:
Schauble Just Says Nein Again: German FinMin Denies Rumors Of ECB Bond Buying


INTERESANTE LO SCONTRO FRA DRAGHI E SCHAUBLE...UNO DEI DUE PERDERA' LA FACCIA!  per noi che siamo delocalizzati e diversificati....poco importa...




OGGI, DOMENICA PUOI PARLARE CON ME, CONTATTA IL 335.6651045

PERSONALISSIMO MANIFESTO PER DIFENDERSI DALLO STATO

PERSONALISSIMO MANIFESTO PER DIFENDERSI DALLO STATO:
di LEONARDO FACCO

Il manifesto di Giannino è buono per un Paese normale, non per l’Italia

Il manifesto di Giannino è buono per un Paese normale, non per l’Italia:
di FABRIZIO DAL COL
Premetto che non ho nulla in contrario a condividere i contenuti del manifesto proposto dall’economista Oscar Giannino. Se gli Italiani vivessero in un paese normale, ovvero in un paese dove il primato spetta alla vera politica e non  alla sola rendita di potere, le ricette proposte dal manifesto  potrebbero essere il meglio per il futuro dell’ Italia. Ma come sappiamo l’Italia non è un paese normale e, considerati i sondaggi che vedono l’astenzione (nonostante la presenza dei 5 Stelle alle prossime elezioni) come il primo partito, anche gli italiani adesso hanno capito che l’Italia non è un paese normale e non staremo certo qui adesso a disquisirne i perché. L’idea del manifesto non è da ritenersi certamente nuova, ma i suoi contenuti oltre ad essere nuovi sono anche forti e, proprio perché sono chiari e condivisibili ai più, difficilmente potrebbero tradursi in una linea politica condivisa da altri partiti e tanto meno utile alla costituzione di un nuovo partito liberale che intercettasse un consenso ancora da divenire. Cosa sarebbe costretto a fare questo nuovo partito se non le alleanze con i “reduci”  del passato per poter sperare nell’applicazione dei contenuti del manifesto? O potrebbe divenire invece un buon contenitore per i vecchi partiti che, grazie alle novità eccellenti e agli uomini nuovi di cui dispone, si presenterebbero alle elezioni e .............

IL PIANO DI OBAMA IN SEI PUNTI PER LA GUERRA GLOBALE

IL PIANO DI OBAMA IN SEI PUNTI PER LA GUERRA GLOBALE: DI NICK TURSE
asiatimes.com

Sembra una scena da film di Hollywood. Nel buio pesto, uomini in tenuta da combattimento, dotati di armi automatiche e di occhiali per la visione notturna, afferravano un grosso cavo intrecciato che pendeva da un elicottero Chinook MH-47. Poi, in un lampo, ognuno di loro “velocemente-legato” si calava in una nave che era giù. Successivamente, “Mike”, un componente della Navy SEAL (flotta americana, ndt) che ha preferito non rivelare il suo cognome, si vantava con un sergente per gli affari pubblici dell’esercito che, quando erano nel loro gioco, la flotta avrebbe potuto condurre 15 uomini sulla nave in questo modo, in 30 secondi o anche meno.

Liberisti de Noiantri

Liberisti de Noiantri:
liberisti  Alla luce del manifesto di Giannino, presentato oggi da un'accozzaglia ricca di pseudoliberali all'arrambaggio del carrozzone statale ripropongo, prima di aggiungere del nuovo, questo mio vecchio articolo.

Il modello sociale del Brasile funziona, l’Fmi si arrabbia

Il modello sociale del Brasile funziona, l’Fmi si arrabbia:
Luigi Spera
La locomotiva del Sudamerica continua a crescere, anche se a un ritmo inferiore alle aspettative. E per il Fondo monetario internazionale è troppo spendere il 40% del bilancio per lo Stato sociale. La presidentessa Dilma Roussef, però, tira dritto: «Non faremo come la Spagna che aumenta le tasse, taglia stipendi e tredicesime, e il Paese va sempre peggio». E annuncia nuove abitazioni per i poveri. 
leggi tutto

L'asse franco-tedesco calma i mercati, ma Roesler frena la Bce

L'asse franco-tedesco calma i mercati, ma Roesler frena la Bce: Altolà del ministro tedesco: non finanzi gli stati. Tour europeo per Monti

Il nostro settantunesimo senso

0
Ci sono persone che oltre ad essere colte, intelligenti ed intituitive, sono “buone”. Anzi, meglio : in loro l’ intuizione, il silenzio, il “saper parlare le lingue degli uomini e degli angeli”, si fanno da parte per distillarsi in quella che comunemente chiamiamo “bontà” cioè quel sentimento di profonda attenzione verso chi ci vive intorno. Noi abbiamo bisogno di queste persone.