19/09/12

L’abbraccio mortale tra Iran e Siria


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'abbraccio mortale tra Iran e Siria

Secondo l'intelligence Usa Teheran sta mandando in segreto armi ed esperti a Damasco





Inviato da iPhone

Problema da risolvere


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Problema da risolvere

Capitone non si capisce un capitone di quello che vuoi dire, eccetto che sei d'accordo con Monomaniac e quindi bocciato, ma ti si vuole aiutare dandoti i dati del problema che ora tu che sembri così s ...


Inviato da iPhone

Bambini leccano panna da ginocchia di un sacerdote ... "è un vecchio rito, nessuno si è mai lamentato"!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Bambini leccano panna da ginocchia di un sacerdote ... "è un vecchio rito, nessuno si è mai lamentato"!


Appena le foto sono apparse sul sito della scuola è scoppiato un putiferio. Il liceo salesiano San Domenico Savio (Gimnazjum Salezjańskie) di Lublino è in piena tempesta per quello che voleva essere un simpatico rito d'iniziazione e che invece si è trasformato in un caso nazionale, se non internazionale. Non hanno fato una bella impressione quei bambini inginocchiati davanti a un sacerdote e costretti a leccare della panna montata messa sulle sue ginocchia. (Dagospia)



Non ci sarà nessuno reato ravvisato, ma sta gente ha seri problemi mentali ... e di più chi permette ai propri figli di partecipare a riti simili!









Qui il servizio mandato in onda dai tg polacchi.






L INIZIAZIONE DEI SALESIANI POLACCHI




L INIZIAZIONE DEI SALESIANI POLACCHI




L INIZIAZIONE DEI SALESIANI POLACCHI





Inviato da iPhone

Riscoperta un'enorme miniera di diamanti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Riscoperta un'enorme miniera di diamanti

Il giacimento siberiano - nascosto dall'Urss - potrebbe stravolgere il mercato


Inviato da iPhone

Moneta: convenzione o valore?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Moneta: convenzione o valore?

- di Maurizio Elia Spezia - 


Tutti sappiamo che il valore della moneta è una convenzione data da chi la utilizza e non ha un valore proprio, infatti per stampare una banconota ci vogliono più o meno 30 centesimi, ma il suo valore commerciale è dato dal numero stampato sulla stessa (valore nominale). Lo stesso vale per le monete, hanno un costo di produzione più elevato ma comunque il valore è sempre superiore al costo di produzione.

Capire che l'emissione della moneta è una truffa aggravata, sia ai danni dei cittadini che degli stati, è abbastanza semplice dato che viene prestata dalle banche centrali, con tassi d'interesse molto alti, per essere restituita dagli stati stessi alle banche questo genera il debito pubblico come potete capire meglio attraverso questo video: La truffa dei tipografi.



Come facciamo a capire che siamo noi cittadini a dare il valore ad una moneta?


Avete mai fatto caso alle monete da 2 Euro?

Avete mai fatto caso che non sono tutte uguali?

Già, proprio così, ci sono delle monete da 2 euro che vengono chiamate "monete celebrative" ed hanno un valore commerciale di 2 euro ma se le voglio acquistare per collezionarle come faccio?

Le devo comprare, ma non dalla BCE bensì in un negozio di numismatica o le possiamo acquistare su e-bay da un privato (come private sono le banche centrali nazionali qui l'elenco dei partecipanti a quella italiana).

Avete visto? Una moneta da 2 euro che io posso spendere per 2 euro, la acquisto ad un prezzo che varia dalle 3euro fino ad arrivare ad oltre 30 euro!!!! Sì cari lettori avete capito bene 30 euro.



Inviato da iPhone

Monete locali: in Inghilterra è boom per la "sterlina di Bristol"


scec77.jpgIl lancio doveva avvenire a Maggio, ma il successo di adesioni è stato tale da dover posticipare a oggi, 19 Settembre l'avvento della "Sterlina di Bristol" per organizzarsi meglio.

Una nuova moneta complementare inglese più che promettente: centinaia le adesioni di commercianti ed aziende, tra i quali supermercati, generi alimentari, bar e caffé, ovvero quelli davvero utili per la spesa di ogni giorno. Non solo voluttuari e sfizi, insomma.

Continua la lettura

Crisi Grecia: e ora si va tutti a legna


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi Grecia: e ora si va tutti a legna

caminetto68.jpg

Gas e gasolio da riscaldamento costano ormai una fortuna per il disperato popolo greco. Quanto all'elettricità, beh, visto che la locale IMU si paga nella bolletta elettrica, moltissimi hanno già affrontato il doloroso distacco del contatore.

Continua a leggere Crisi Grecia: e ora si va tutti a legna...

Commenta »







Inviato da iPhone

La nuova vignetta di Vauro su Monti (e la Fornero)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La nuova vignetta di Vauro su Monti (e la Fornero)

Questa volta ritrae Monti travestito, alle prese con il vertice Fiat





Inviato da iPhone

Fiat, l’unica incertezza è la data della chiusura


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Fiat, l'unica incertezza è la data della chiusura

L'incontro di sabato pomeriggio a Palazzo Chigi tra Mario Monti e Sergio Marchionne vedrà riunite due persone fatte apposta per intendersi.

Mario Monti, oltre che consulente di Goldman Sachs e di Moody's, è stato infatti membro del consiglio di amministrazione di Fiat Auto. Si tratta quindi di legami antichi di vicinanza e che non si spezzano mai del tutto.

Se a questo poi si aggiunge che il professore della Bocconi è stato commissario europeo alla Concorrenza e al Mercato interno, il quadro è completo. Monti è insomma un sostenitore a spada tratta del Mercato, da intendersi come mercato globale. E in tale ottica, ha sostenuto recentemente che la Fiat, come impresa...
Filippo Ghira


Inviato da iPhone

COME OTTENERE NUOVI CAPITALI SENZA VENDERE IL PATRIMONIO: BASTA CHE UNA AGENZIA LO OFFRA IN GARANZIA: PAROLA DI PAOLO SAVONA.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

COME OTTENERE NUOVI CAPITALI SENZA VENDERE IL PATRIMONIO: BASTA CHE UNA AGENZIA LO OFFRA IN GARANZIA: PAROLA DI PAOLO SAVONA.

Riprendo da " La finanza sul web" diretta dal Giornalista Giorgio Vitangeli ( l'unico che nel 2007 ha scritto nel suo libro " Dove va la Finanza italiana " che l'intero sistema finanziario italiano era " Finanza Casinò" e non sarebbe durato a lungo) un intervento del prof Paolo Savona  sulle cause della crisi in ITalia.


Savona, ex Bankitalia, ex ministro, Cattedratico, Attualmente presidente del fondo di garanzia interbancario,  non piace al "sistema Italia"  perché invece di accodarsi alla canea di coloro che vogliono vendere ( leggi svendere) il patrimonio pubblico alle iene di professione che infestano l'ITalia in questo periodo, ha proposto di mettere assieme il patrimonio vendibile in una agenzia e di usarla per garantire un nuovo debito – questa volta non statale – e rimediare così alla carenza di liquidità del governo.


L'articolo è di Arnaldo Vitangeli . Buon sangue non mente.


Troppo semplice e troppo onesto. Impossibile pretendere mazzette se non c'è vendita.  Per leggere l'intervento, di Paolo Savona clikkate qui





Inviato da iPhone

Ignoranza degli economisti sulla "Moneta Sovrana"


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ignoranza degli economisti sulla "Moneta Sovrana"

[esteban]
il primo problema di tale teoria [MMT] è che Funziona se SEI indipendente, se non hai bisogno degli altri, autosufficiente ...(l'europa , anche solo per esportare , non lo è)

...


Inviato da iPhone

Mario Monti, ovvero le esigenze dei creditori vengono prima e volenti o nolenti sono questi a dettare l'agenda.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Mario Monti, ovvero le esigenze dei creditori vengono prima e volenti o nolenti sono questi a dettare l'agenda.





Finalmente Monti l'ha ammesso: "Certo, la nostra politica è recessiva"

Bruno Perini - 11 settembre 2012



Incredibile ma vero! Dopo mesi di polemiche e critiche, per la per la verità provenienti prevalentemente dai circoli keynesiani oltreoceano oltrechè dall'economista premio nobel Paul Krugman che non ha mai nascosto il suoi fendenti, il professor Mario Monti, candido come un neofita, ammette pubblicamente che la politica del suo governo è recessiva, anzi è una delle leve che ha messo in moto la terribile recessione che ha colpito l'economia italiana, mietendo migliaia di disoccupati e una crisi dagli esiti imprevedibili. Il professor Monti ci ha messo circa sei mesi per ammettere una cosa che tutte le menti ragionevoli dell'occidente avevano previsto: la politica dei due tempi non funziona, l'idea di deprimere in un primo tempo i costi industriali e i consumi nella speranza di creare in un secondo tempo le condizioni per la ripresa è stata abbandonata circa settant'anni fa da lord Keynes quando constatò che il mercato da solo non riesce a risolvere crisi strutturali come quella che ha investito l'Europa. Non è un caso che il vecchio continente non riesca ad uscire dalla crisi economica in atto. I governi europei sono riusciti forse a fermare la crisi del debito degli stati con l'ultimo provvedimento preso dalla Bce di Mario Draghi ma non ci sono segnali o forme di new deal che facciano sperare a una ripresa nell'immediato. Mario Monti ha giustificato il suo outing sostenendo che la recessione era necessaria nel breve periodo per consentire una ripresa nel lungo periodo. È fin troppo facile ricordare al professor Mario Monti che un grande economista come John Maynard Keynes diceva che nel lungo periodo siamo tutti morti.


Monti l'aveva detto da subito








MA NON CI STATE PRENDENDO IN GIR...


Inviato da iPhone

La Rai ha già perso 129 milioni di euro


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Rai ha già perso 129 milioni di euro

I dati disastrosi del 1° semetre: in calo anche gli introiti pubblicitari. E le previsioni sono ancora peggio





Inviato da iPhone

Falsa barra PampSuisse da 10 once d’Oro scoperta a Manhattan


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Falsa barra PampSuisse da 10 once d'Oro scoperta a Manhattan






fake%20gold%202 0 Falsa barra PampSuisse da 10 once dOro scoperta a Manhattan



 fake%20gold%203 0 Falsa barra PampSuisse da 10 once dOro scoperta a Manhattan




fake%20gold%204 0 Falsa barra PampSuisse da 10 once dOro scoperta a Manhattan




A marzo era stato il turno di un lingotto Metalor d'oro (si fa per dire) da ben 1 kilo (più di 43.000 euro di valore attuale) farcito di barre cilindriche di tungsteno scoperto in Inghilterra.






 Falsa barra PampSuisse da 10 once dOro scoperta a Manhattan

da Argento Fisico





Inviato da iPhone

La farsa delle primarie: chiamati a decidere un bel niente!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La farsa delle primarie: chiamati a decidere un bel niente!

L'ultimo paradosso della politica domestica riguarda le primarie: quelle già annunciate (del Pd) e quelle altre (del Pdl) che potrebbero tenersi, casomai Berlusconi decidesse di non tornare in pista. In entrambi i casi, il rischio incombente è quello di una grande finzione, di una ipocrita messinscena. Perché le primarie verranno indette per chiedere al popolo di sinistra (e di destra) che si pronuncino sul candidato premier; laddove è quasi certo che la scelta di chi guiderà il governo alla fine non rispetterà le indicazioni della gente, ma ricadrà sui partiti e sui rispettivi leader.






Questo accadrà non per malafede di Alfano, di Bersani o di Casini, ma per effetto della legge elettorale che si va discutendo in Senato nella noia e nella distrazione generali. Tra tutte le ipotesi di riforma sul tappeto, nemmeno una al momento garantisce che la sera delle elezioni il mondo sappia da chi verrà governata l'Italia. L'obiettivo del centrodestra è, in questo momento, esattamente quello di impedire che ciò accada. Per dimezzare la probabile vittoria delle sinistre, il Pdl punta su un...



[[Se vuoi continuare a leggere clicca sul titolo del post]].


Inviato da iPhone

Soluzione per l'Italia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Soluzione per l'Italia


 





solutionL'Italia va a rotoli semplicemente perché il numero di transizioni economiche forzate e distruttrici di capitale è maggiore di quelle volontarie e creatrici di capitale. 



Inviato da iPhone

Effetto Quantitative Easing sui mercati: il passato predice il futuro?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Effetto Quantitative Easing sui mercati: il passato predice il futuro?

E' cambiato qualcosa dal punto di vista macroeconomico? Non direi. Stiamo vivendo una fase di sensinbile miglioramento dei fondamentali? Credo sia corretto affermare esattamente il contrario. E allora, cosa ha alimentato i mercati in queste settimane? Domanda con risposta più … Continua a leggere


Inviato da iPhone

Il terribile segreto di Berlusconi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il terribile segreto di Berlusconi

Vista su Facebook Guarda le altre vignette di Giornalettismo qui



Inviato da iPhone

Banche: Abi, Prestiti In Stallo Anche Ad Agosto

Banche: Abi, Prestiti In Stallo Anche Ad Agosto

(ASCA) - Milano, 19 set - E' ancora calma piatta sul fronte dei prestiti bancari. Il dato complessivo, contenuto nel bollettino mensile dell'Abi e relativo al mese di agosto, risulta negativo dello 0,23%, flessione che arriva dopo il +0,07 registrato a luglio, il -0,17 di giugno e il +0,35% di maggio. Una dinamica sempre vicina allo zero. Piu' decisa la flessione registrata dall'Abi sui prestiti a famiglie e societa' non finanziarie: in questo caso la variazione annua e' negativa per l'1,9%, dopo il -1,1% gia' segnato a luglio e contro una media dell'area euro pari al -0,5%. A voler scorporare i diversi segmenti, i prestiti a medio e lungo termine (ossia quelli di durata superiore a 1 anno) segnano una variazione annua di -3,8%, mentre quelli a breve termine (fino a 1 anno) risultano in calo dell'1,3%.

Obbligazioni MPS

mps 2 280x210
Le obbligazioni di Mps non sono consigliatissime, visti i bilanci e le vicissitudini politiche dell’istituto senese.
Però è in tempi difficili che si possono spuntare buoni rendimenti.

CINA - Il colosso cinese non ha i soldi per dare i banchi ai bambini delle scuole elementari


Ti è stato inviato tramite Google Reader

CINA - Il colosso cinese non ha i soldi per dare i banchi ai bambini delle scuole elementari

Una storia apparsa sul Changjiang Times getta la luce sulla vera situazione della seconda economia al mondo per volume di affari: nonostante incassi ogni anno quasi 7300mila miliardi di dollari, costringe i bambini a portarsi da casa banchi e sedie per avere un'istruzione.


Inviato da iPhone

Che vuol dire: "populista" ?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Che vuol dire: "populista" ?


Perché non dobbiamo berci la favola del mostro cattivo populista

Ecco la favola. Un fantasma cattivo si aggira per l'Europa: il populismo. A esso se ne contrappone uno buono: l'europeismo. Il fantasma cattivo ha un pessimo carattere: odia l'euro, non ha mai amato l'unità del Vecchio continente, diffida delle banche, in qualche caso è xenofobo se non razzista, ha paura del nuovo, difende il territorio e la nazione, è stufo di fare sacrifici pagando tasse e usufruendo di minori servizi. Ha molte facce, quella della Lega e quella di Grillo dalle nostre parti, quella di Marine Le Pen o di Heinz-Christian Strache, leader del partito austriaco della Libertà e persino quella di Alexis Tsipras capo di Syriza (colpevole di dire sì all'euro ma no all'austerità) in Europa. Spesso si insinua in fasce di popolazione sociali più ampie che con quei partiti non hanno niente a che fare. E' successo in Europa quando grandi paesi come la Francia e l'Olanda non hanno votato i trattati europei. O quando nelle piazze di Atene, di Madrid o di New York è...


Inviato da iPhone

Giappone: dal disastro nucleare alla guerra nucleare (con la Cina e col mondo?)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Giappone: dal disastro nucleare alla guerra nucleare (con la Cina e col mondo?)

Disputa culturale? Quella tra Cina e Giappone è una vecchia storiaccia, prima per i diritti di pesca, poi per quelli su estrazione di petrolio e gas. Purtroppo per il Giappone, la Cina di oggi ha una potenza militare schiacciante.
Parentesi: senza l'incidente alle pompe del raffreddamento di Fukushima ed agli altri orpelli industriali giapponesi danneggiati da terremoto e tsunami nel 2011, il Giappone non avrebbe, oggi, l'acqua alla gola nel cercare ovunque attorno a se' gas naturale e petrolio. Rischiano (rischiamo) la guerra nucleare per far fronte ad un disastro nucleare. Ancora una splendida applicazione della teoria del caos, dei ricorsi della Storia ed anche della stupidità umana: tutti rischiano per la corruzione di pochissimi.













_____________


Inviato da iPhone

Usa e GB indagano sul crollo del petrolio di lunedì


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Usa e GB indagano sul crollo del petrolio di lunedì

Dopo le anomalie registrate lunedì, le autorità dei due Paesi hanno aperto un'inchiesta congiunta.


Inviato da iPhone

Causa i raccolti ridotti massacro di massa per gli animali d’allevamento


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Causa i raccolti ridotti massacro di massa per gli animali d'allevamento

(Express-news.it) Gli allevatori di tutto il mondo stanno abbattendo milioni di animali, bovini, suini, ecc, a causa dei mancati o ridotti raccolti di mais, grano, fieno e altri vegetali in primo luoghi prodotti negli Usa. I più colpiti sono al momento i suini. Un vero e propio massacro di massa dovuto alla siccità ed alle [...]


Inviato da iPhone

Il Marxismo di Obama


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Marxismo di Obama

La seguente introduzione è parte di un altro articolo di North, ma pertinente con quello odierno.
Karl Marx e Friedrich Engels iniziarono il capitolo 1 de Il Manifesto del Partito Comunista (1848) con queste parole: "La storia di ogni società sinora esistita è una storia di lotte di classe."
Avreste difficoltà a trovare una teoria della storia più sbagliata di questa.
Per dimostrare la loro tesi, avrebbero dovuto definire la "classe." Non lo fecero. Nel terzo volume inedito di Das Kapital, Marx scrisse: "La prima domanda a cui rispondere è questa: Che cosa costituisce una classe" Capisco. La prima domanda. Appare nel capitolo 52. Tre paragrafi dopo, il manoscritto si interruppe. E' stato scritto intorno al 1865. Morì nel 1883. Non ha mai scritto un altro libro. E' apparso nel 1895. Engels lo modificò. E avrebbe aiutato se Marx ci avesse detto che cosa è una classe. In The Manifesto, fece seguire alla prima frase quanto segue:
«Uomini liberi e schiavi, patrizi e plebei, baroni e servi della gleba, padrone ed operaio, in una parola oppressori e oppressi, in costante opposizione tra loro, hanno portato avanti una lotta ininterrotta, ora nascosta, ora aperta, una lotta che finì sempre o con una trasformazione rivoluzionaria di tutta la società o con la rovina comune delle classi in lotta.»
Capisco. E che dire di questi conflitti: razziali, religiosi, linguistici, tribali, e geografici? Niente da dire. Illusioni. Non sono altro che conflitti della sovrastruttura sociale. Il modo di produzione: questo è ciò che conta. Sempre. Basta trovare la risposta a questa domanda: Chi possiede i mezzi di produzione? Allora s...


Inviato da iPhone

Il ministro Cancellieri: “Recuperare i 98 miliardi delle slot per sicurezza e ricerca”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il ministro Cancellieri: "Recuperare i 98 miliardi delle slot per sicurezza e ricerca"

Recuperare i 98 miliardi contestati alle concessionarie di slot machine per destinarli a "ricerca e sicurezza". Il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, in un'intervista al Secolo XIX affronta il tema della sicurezza in tempi di tagli e mancanza di fondi: "Porterò il caso in Consiglio dei ministri". Perché come sempre la questione è economica e lo è in particolare, secondo la responsabile del Viminale, per affrontare un "tema forte come quello della sicurezza". Che tra tensioni sociali, criminalità organizzata e terrorismo – "c'è attenzione, ma non allarme" – è un tema sempre all'ordine del giorno.

"La sicurezza è uno di quei comparti che va sostenuto. Su questo – assicura Cancellieri – la squadra di governo è coesa… Certo che se mancano le risorse… Nessuno prova gusto a tagliare. Facciamo i conti con le possibilità che abbiamo". Che sono poche viste le lamentele delle forze dell'ordine per la carenza di mezzi e organici: "Nonostante le difficoltà economiche stiamo cercando di alzare la soglia del turn over. Era stata fissata al 20% stiamo cercando di portarla al 50%".

La proposta di far assorbire il personale in esubero alle Province tra gli amministrativi delle forze dell'ordine e quindi mettere su strada più agenti sembra una chimera: "Il problema non è il personale. Il problema è sempre lo stesso le risorse economiche. Ripeto, però operazioni importanti di cambiamento, che vanno demandate a chi ha avuto un mandato popolare proprio perché modificano l'assetto sul territorio". E quindi anche la possibile fusione dei corpi di polizia è un argomento che, per ora, deve rimanere nelle ipotesi: "E' qualcosa che dovrà affrontare il nuovo governo. Sono riforme epocali. Ci vuole un mandato popolare che questo governo non ha. E' un governo tecnico chiamato ad affrontare varie questioni, ma su temi così grossi ci vuole un mandato popolare che noi non abbiamo".  

Per la Cancellieri non ci si deve arrende alle lobby delle slot machine. L'atteggiamento del ministro, al riguardo, vorrebbe essere di prevenzione piuttosto che di repressione: "Le sale sono molto controllate dalla Guardia di Finanza, ma il lavoro da fare è culturale. Come per il fumo". "La ludopatia è una malattia sociale, specie in tempi di crisi, e crea dipendenza. Ma ci sono anche i giochi on line. Incontrollabili. La mia impostazione liberal mi fa scegliere la prevenzione, come per le sigarette, più che la repressione". Durante l'approvazione del decreto Balduzzi, ha aggiunto il ministro, la "discussione è stata molto complessa. Si è cercato di evitare<...



Inviato da iPhone

Stiglitz: fine dell'euro non è fine del mondo

Stiglitz: fine dell'euro non è fine del mondo

Stiglitz: fine dell'euro non è fine del mondo

EURO | Sempre "meglio che seguire politiche suicide". In un'intervista a Le Nouvel Observateur, il premio Nobelcondanna le politiche di austerità e la flessibilità senza protezioni nel mercato del lavoro: VIDEO

Schwarz alla Goldman Sachs, ma la notizia è un'altra. E non è affatto piacevole


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Schwarz alla Goldman Sachs, ma la notizia è un'altra. E non è affatto piacevole

Il cambio ai vertici ci sarà solo a gennaio 2013, quando a David Viniar succederà Harvey Schwarz, al momento numero uno della divisione securities.


Ma anche se l'annuncio è stato repentino e forse inaspettato, le Borse non hanno battuto ciglio: nelle contrattazioni after hours si è ancora a circa 120 dollari. La notizia vera, invece, risiede nel fatto che Goldman Sachs dall'inizio dell'anno è cresciuta del 33%.


(nel Quotidiano)



Inviato da iPhone

Mutui in crisi negli Usa: si comprende ora la mossa della Fed?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Mutui in crisi negli Usa: si comprende ora la mossa della Fed?

Appare sempre più chiaro come in realtà la mossa di Bernanke di qualche giorno addietro sia stata fatta, in realtà, per cercare di rigonfiare la bolla per antonomasia del mercato USA: quella immobiliare. Ne abbiamo riportato qui.


Il dato odierno riguarda infatti proprio tale settore: i prestiti erogati per l'acquisto delle abitazioni sono ai minimi da 16 anni. Nel 2011 i prestiti ipotecari erogati nel 2011 sono stati 7,1 milioni, il 10% in meno rispetto all'anno precedente: è il livello più basso dal 1995. I mutui per l'acquisto di case sono scesi del 5% mentre i rifinanziamenti sono calati del 13% nonostante i tassi sui finanziamenti a 30 anni siano scesi al 4%.

A pesare è la fine degli incentivi per l'acquisto della prima casa, che hanno drogato il mercato nel 2010.


Con la mossa della Fed, appunto, il tentativo è esattamente quello di cercare di far rialzare la testa a un mercato fasullo e strutturalmente in crisi.



Inviato da iPhone

La rabbia contro gli USA monta ben oltre il mondo arabo


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La rabbia contro gli USA monta ben oltre il mondo arabo

Secondo Michael O'Hanlon, direttore delle ricerche presso Brookings Institution, in soli tre anni la stima e la fiducia che il mondo arabo aveva per Obama sembrano essersi volatilizzate: "Il mondo islamico non è più affascinato da Obama. I suoi livelli di popolarità sono paragonabili a quelli di George W.Bush. E molte delle tattiche che sono state usate non hanno ottenuto i risultati sperati".



da Euronews



Inviato da iPhone

FATEVI UN REGALO! GUARDATE LE TABELLE DELL'ARTICOLO! Rapporto Primi 8 mesi del 2012 – Dove va l’Italia? (Tutti gli Indicatori Economici)

Rapporto Primi 8 mesi del 2012 – Dove va l’Italia? (Tutti gli Indicatori Economici)

Di , 1:04 AM | SETTIMA puntata del Rapporto 2012 ” dove va l’Italia? “. Ci sono interessanti novita’, vale a dire degli indici correlativi al PIL che danno idea dell’evoluzione economica. …

La morte dell’ambasciatore degli Stati Uniti in Libia contrassegna il collasso della politica di Washington in Medio Oriente


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La morte dell'ambasciatore degli Stati Uniti in Libia contrassegna il collasso della politica di Washington in Medio Oriente

Dmitrij Minin, Strategic Culture Foundation, 18/09/2012



Chi semina vento, raccoglierà tempesta

La recente tragedia provocata dalla pubblicazione del film l"Innocenza dei musulmani", l'uccisione dell'ambasciatore statunitense Christopher Stevens e di tre membri del personale del consolato degli Stati Uniti a Bengasi, la città che diventata famosa come l'epicentro della rivoluzione libica, e l'esplosione di rabbia in tutto il mondo musulmano, ha evidenziato il carattere fondamentale di ciò che sta accadendo in questo momento nella politica globale. Indipendentemente dal piccolo numero di vittime, gli sviluppi causano guai agli Stati Uniti che, politicamente, possono mettere in secondo piano l'11 settembre, a lungo termine … In questo momento di svolta, non è possibile nascondere al grande pubblico quello che è da tempo diventato un segreto di Pulcinella per la comunità di esperti – il genio rilasciato dai nuovi Aladino statunitensi nella parte del mondo in cui è nata la favola, non realizzerà nessuno dei loro desideri e neanche rimarrà entro i limiti prescritti. Piuttosto, l'essere magico ha progetti per suo conto, e l'auspicio di Washington che le forze spinte al potere dalle proteste popolari in tutto il mondo arabo, siano grate del sostegno degli Stati Uniti, fino al punto di rinunciare a loro eredità e interessi, ovviamente si sbriciola.

L'ordine del giorno dietro il supporto degli Stati Uniti è impossibile da nascondere per i partner di Washington e tutti gli altri, in Medio Oriente. A livello verbale, il contributo degli Stati Uniti può sembrare apprezzato, ma l'egoismo subdolo degli Stati Uniti  richiederà risposte in linea con i calcoli autonomi del mondo arabo, senza che in segno di gratitudine siano perdonate le offese per la passata assistenza. C'è un'ironia sinistra nel fatto che il diplomatico degli USA ucciso, Christopher Stevens, sia stato il coordinatore dell'aiuto degli Stati Uniti all'opposizione libica nel momento in cui era alle prese con il regime di Gheddafi. La saggezza popolare vuole che "una rivoluzione sia come Saturno, che divora i suoi figli", ma come abbiamo visto, i padri possono essere anch'essi a rischio. Una serie di cause – dall'accumularsi delle proteste sociali alle partite giocate da oscuri centri e gruppi d'oltremare – viene citata per spiegare il fenomeno della primavera araba. La combinaz...



Inviato da iPhone

Grecia: al governo si discute mentre la gente occupa i Comuni


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Grecia: al governo si discute mentre la gente occupa i Comuni

Tagli da 11.5 miliardi entro domenica: questo l'obirettivo del governo Samaras per raggiungere la prossima tranche di aiuti. Ma mentre nelle stanze politiche si discute su come operare le nuove misure di austerità, gli impiegati statali occupano le sedi dei Comuni di tutta la Grecia. Nel comunicato delle organizzazioni sindacali ,e parole sono chiare.


Le misure economiche ''conducono tutti verso la catastrofe sociale".



Inviato da iPhone

Il “precipizio fiscale” è una minaccia all’economia?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il "precipizio fiscale" è una minaccia all'economia?


 Il Congressional Budget Office (CBO) degli Stati Uniti ha affermato, il 22 Agosto, che gli aumenti fiscali ed i tagli alla spesa previsti nel 2013 invertirebbero l'attuale ripresa economica modesta: il CBO ed altri esperti ritengono che i grandi tagli alla spesa pubblica e gli aumenti fiscali causeranno una grave crisi economica.


Essi sostengono la necessità di un intervento congressuale per evitare il "precipizio fiscale": altrimenti, gli Americani dovranno aspettarsi una recessione significativa e la perdita di circa 2 milioni di posti di lavoro. Secondo il CBO, il PIL reale potrebbe ridursi dello 0.5% il prossimo anno, mentre il tasso di disoccupazione potrebbe salire a circa il 9%.


Il "precipizio fiscale" si riferisce all'impatto di circa $500 miliardi di tagli fiscali in scadenza e riduzioni automatiche nella spesa pubblica, fissate per il 2013, a seguito di successivi fallimenti nell'approvazione un metodo alternativo ordinato per ridurre i deficit di bilancio.


Secondo la proiezione del CBO il deficit di bilancio potrebbe scendere a $641 miliardi nel 2013 dai $1.128 bilioni del 2012.



Suggeriamo che la diminuzione  deficit di bilancio in quanto tale potrebbe essere una politica sbagliata. In definitiva, ciò che conta per l'economia non è la dimensione del deficit di bilancio ma la dimensione della spesa pubblica – la quantità di risorse che il governo devia verso le proprie attività. Si noti che, poiché il governo non è un'entità generatrice di ricchezza, più spende più risorse prende dai generatori di ricchezza. Ciò significa che il livello effettivo delle imposte qui è la dimensione del governo e niente altro.


Per esempio, le spese del governo ammontano $3 bilioni e le entrate a $2 bilioni – il governo ha un deficit di $1 bilione. Poiché la spesa pubblica deve essere finanziata, ciò significa che il governo dovrebbe assicurarsi altre fonti di finanziamento, quali prestiti, stampa di nuovo denaro o nuove forme di tasse. Il governo impiegherà tutti i tipi di mezzi per ottenere risorse dai generatori di ricchezza al fine...



Inviato da iPhone

Aaaaaaand it's gone! It's gone, it's all gone.. puff


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Aaaaaaand it's gone! It's gone, it's all gone.. puff









Inviato da iPhone