06/10/12

In India, a nudo la debolezza internazionale del governo italiano

ENRICALEXIE
La vicenda legata alla petroliera italiana, Enrica Lexie, in navigazione in acque internazionali di fronte alle coste dell’India, ed all’arresto di due militari, anch’essi italiani, a bordo della petroliera stessa, ad opera dalla polizia indiana, lascia sconcertati.

LA BCE DEVE ESSERE DISTRUTTA!

BREVE APPELLO AGLI EUROPEISTI
Di Stefano D'Andrea
"La BCE è indipendente soltanto da qualsiasi controllo democratico e da qualsiasi repsponsabilità nei confronti della gente comune. E' uno strumento al servizio della classe dei capitalisti" afferma nel video allegato un ragazzo che credo sia un deputato del parlamento europeo. L'affermazione è imprecisa: la BCE è uno strumento al servizio dei rentiers e dei capitalisti del nord europa. I capitalisti del sud europa, quelli che intendono guadagnare profitti dallo svolgimento di un'attività economica, cominciano a non passarsela tanto bene.

Proprio nel fatto che la BCE non è nemmeno uno strumento al servizio di tutti i capitalisti, bensì soltanto di quelli del nord europa, risiede la grande debolezza della costruzione dell'Unione europea, destinata comunque ad implodere, anche se, per un po' di tempo, in assenza di reazione dei popoli, la satanica gabbia d'acciaio produrrà ancora povertà, diminuzione di coesione sociale e territoriale e indipendentismi opportunistici (che nulla hanno a che fare con quelli storici e nobili), i quali scambieranno la salvezza con la fuga.
L'Unione europea imploderà, perché è fondata su un progetto di rapina e di distruzione, che vuole annichilire i popoli e gli stati europei,
Leggi tutto...
Leggi anche: 

Craxi sarà stato pure un ladro...però...


Craxi sarà stato pure un ladro...però...



Tristemente...
continua la mia serie dei "Mala Tempora Currunt" (ma guarda come mi sono ridotto)
Del resto la mia Generazione ha perso (e pure la prossima e la prossima ancora etc etc)...dunque che ci posso fare?
La colpa è della DECADENZA in cui viviamo che porta a valorizzare addirittura le cose peggiori del passato PERCHE' TUTTO E' RELATIVO...
Però vi chiedo sinceramente perdono...se 'sto contribuendo a smontare il vostro ormai scarso&residuo idealismo mitico...

Craxi sarà pure stato un ladro...però ci vedeva molto meglio della CASTA di oggi,
che pensa solo a rubare come prima e più di prima
MA non ha nemmeno un briciolo di cultura, di visione e di competenza
quando non è direttamente asservita alle lobbies dominanti che ci stanno fottendo nel modo più dissimulato possibile...

BETTINO CRAXI: "L'EUROPA SARA' UN LIMBO (se va bene) oppure UN INFERNO. DOVEVAMO RINEGOZIARE MAASTRICHT".................

CARO LETTORE, PRIMA DI CONTINUARE A LEGGERE IL POST, FAI LA TUA PARTE...E CLICCA SU TUTTI E DUE I VIDEO PUBBLICITARI CHE TROVI IN ALTO, ALL'INIZIO DEL BLOG
  

La Piramide della Schiavitù


La Piramide della Schiavitù


Forum:  Economia, Futures, Cambi, Commodities, Bonds > 
MMT a Rimini il 20-21 ott.

Tra tutti gli effetti straordinariamente antidemocratici ed economicamente deleteri dell'euro, spicca in particolar modo lo stravolgimento della normale piramide monetaria. In tutti i paesi del mondo a moneta sovrana, eccetto quindi che nei 17 dell'eurozona, la piramide è questa:

1) LO STATO (al vertice della piramide) che ordina l'emissione monetaria

2) LA BANCA CENTRALE che esegue gli ordini dello stato ed è perciò parte di esso

3) LE BANCHE che alimentano il circuito monetario con la moneta-credito, ossia emettendo moneta sotto forma di credito

4) LE IMPRESE datrici di beni e servizi

5) I CITTADINI (alla base della piramide), composti in massima parte da lavoratori salariati e dalle loro famiglie, che compiono atti di spesa

La cosa interessante da notare è che questo schema è sì piramidale ma è anche un circuito, nella misura in cui il sistema democratico permette al cittadino il controllo sul vertice ossia sullo stato (sì, ok, lo so che parlare di "controllo democratico" è un concetto vago, ma la democrazia si basa su questo concetto).


Nell'eurozona, e SOLO NELL'EUROZONA, vige invece una singolare piramide di emissione monetaria, ben diversa da quella vigente negli altri paesi del mondo:

1) LA BANCA CENTRALE EUROPEA (al vertice della piramide) che emette moneta

2) LE BANCHE che sono i percettori della moneta emessa dalla BCE (cioè - attenzione perché questo è un punto cruciale - l'emissione di moneta da parte della banca centrale non va agli stati come avviene nel resto del mondo, bensì viene in pratica iniettata direttamente nel sistema bancario commerciale)

3) GLI STATI che quindi devono prendere a prestito la moneta, ossia l'euro, dalle banche

4) LE IMPRESE datrici di beni e servizi

5) I CITTADINI (alla base della piramide), composti in massima parte da lavoratori salariati e dalle loro famiglie, che compiono atti di spesa

In questo singolare schema, sul quale l'eurozona si struttura, si può anzitutto notare una cosa: E' NEI FATTI IMPOSSIBILE IL CONTROLLO DEMOCRATICO.

Mentre cioè nell'usuale schema di emissione monetaria - vigente negli altri paesi del mondo - il sistema democratico permette un controllo da parte dei cittadini sullo stato, ossia da parte della base sul vertice, nell'eurozona i cittadini, ossia la base, NON HANNO IN PRATICA ALCUNA FACOLTA', CAPACITA', STRUMENTO DI CONTROLLO SUL VERTICE DELLA PIRAMIDE.

In pratica, con l'euro, lo stato viene sostituito dalle banche che divengono esse stesse stato. Ossia nell'eurozona lo stato è, per trattato, controllato dalle banche e non dai cittadini!

GLI EFFETTI - a causa del fenomeno dello "output gap" chiaramente descritto dal Moderatore (vedi qui:http://www.cobraf.com ), la piramide dell'euro comporta una continua fuoriuscita di moneta dal circuito della produzione composto dalle imprese, dai lavoratori salariati e dalle loro famiglie. Questa fuoriuscita di moneta NON VIENE COMPENSATA DALL'AUMENTO DEL CREDITO BANCARIO, visto che le banche - come tutti sappiamo - sono procicliche (cioè prestano quando l'economia va bene e non prestano quando l'economia va male). La piramide dell'euro produce quindi questi tre effetti:

1) DISTRUGGE L'ECONOMIA REALE

2) ELIMINA IL CONTROLLO DEMOCRATICO

3) QUINDI CONDANNA INEVITABILMENTE IL CITTADINO ALLA SCHIAVITU' PERPETUA

Sembra incredibile, ma è così. Hanno reso possibile l'inimmaginabile.

(Nelle immagini sottostanti: la figura 1 rappresenta la normale piramide monetaria di tutte le nazioni al mondo a moneta sovrana, la figura 2 rappresenta invece la piramide dell'euro, la figura 3 pone a confronto le due piramidi)


Clicca sull'immagine per ingrandirla

Clicca qui per ingrandire

Clicca sull'immagine per ingrandirla


Clicca sull'immagine per ingrandirla

Clicca qui per ingrandire

Clicca sull'immagine per ingrandirla


Clicca sull'immagine per ingrandirla

Clicca qui per ingrandire

Debiti, Debiti, Debiti.... Moneta


  • Debiti, Debiti, Debiti.... Moneta
  • 23:57 05/10/12    
  • Anche in Italia c'è gente intrappolata con mutuo, credito al consumo e carte revolving per il 70 o 80% dello stipendio, questi a L'Ultima Parola prendono 2mila euro e si ritrovano 1500 euro di rate e interessi. Tu dirai che erano dei pirla... ma guarda cosa succede a 200 milioni di americani.

    Oggi sono usciti due dati, uno di occupazione che era discreto, un incremento nell'insieme di circa 130 mila posti di lavoro in più del previsto negli ultimi tre mesi, diciamo un 40mila in più al mese che è sempre meno dell'aumento di popolazione, ma perlomeno non è un calo di occupazione come in Europa. Ma poi è uscito un altro dato allucinante, il CREDITO AL CONSUMO è BALZATO SU DI +18 MILIARDI IN AGOSTO. Gli economisti si aspettavano +7 miliardi.

    Qui tutti stanno in ansia per vedere se si prestano altri 8 miliardi alla Grecia o 100 miliardi alla Spagna e in America alle famiglie, solo in agosto, si prestano altri 18 miliardi. Moltiplica per 12 mesi e questo è un ritmo di 200 miliardi e rotti in un anno in più. Il debito totale delle famiglie in America è di 14.000 miliardi, ma invece di ridursi ha ripreso a salire e ovviamente ha finanziato dei consumi, che fanno salire vendite e utili che fanno salire l'S&P

    Negli Stati Uniti, per il 60% della popolazione a reddito medio-basso il costo delle rate e interessi sul mutuo, sui prestiti per il college dei figli, i prestiti auto o per lavatrice o TV e per le carte revolving è intorno al 40% del reddito netto. Per l'insieme degli americani è il 16% del reddito disponibile, ma c'è un terzo delle famiglie che sono benestanti a sufficienza da non avere debiti netti, cioè hanno debiti magari ma poi hanno asset che gli rendono di più. Se togli la parte più benestante il cui carico di debito è più o meno zero e prendi la metà a reddito più basso il carico di rate e interessi si avvicina al 40% (il calcolo per famiglia è reso difficile perchè se hai figli che si caricano di 20 o 30 o 50 mila dollari di debiti per il college questi hanno reddito zero ovviamente perchè studiano...). Per chi ha due figli al college e non riesce ad avere borse di studio, quello che ho visto è che si arriva spesso al 50% del reddito anche in fasce di reddito medio, perchè si scelgono college più costosi che costano 15-20mila dollari l'anno se includi tutte le spese.

    Ci sono milioni di persone in Inghilterra, America e Australia a cui le rate e gli interessi sui debiti mangiano da un terzo a metà del reddito netto. Nel medioevo avevi che la maggioranza doveva versare un tributo al signore feudale per poter utilizzare la terra per sfamarsi, oggi hai che si versa un tributo alle banche per avere casa, elettrodomestici, auto e figli al college

    Bisogna dire che Paolo Barnard in TV a L'Ultima Parola di Paragone qualche sera fa è riuscito a spiegare il concetto della moneta e del debito in un minuto. Io fraserei in modo diverso perchè quello che devi martellare è che lo stato non deve indebitarsi, visto che può finanziarsi emettendo euro invece che emettendo BTP e questo la gente lo capisce più facilmente che il concetto di moneta.

    Però la spiegazione che ha dato in TV in un minuto e mezzo era corretta, bisogna solo che ti diano tre o quattro minuti e spieghi più chiaramente, in questo modo :

    1) L'economia moderna industriale va avanti solo se ogni anno si aumenta un poco la moneta, diciamo di un 3 o 5% l'anno. Questo perchè ci vuole un minimo di inflazione, perchè aumenta la popolazione, perchè la tecnologia aumenta la produzione e la produttività e le imprese devono sempre crescere in qualche modo. L'economia moderna capitalista insomma NON E' STATICA, COME QUELLA MEDIEVALE O ANTICA, NON PUO' STARE FERMA è come una bicicletta che se si ferma cade. E' un economia che o cresce sempre o va in crisi e declina. Dato che deve crescere un poco sempre ci vuole quindi sempre una piccola aggiunta di moneta ogni anno.

    2) Parliamo di un incremento del 5% o 7% l'anno per cui non te ne accorgi, ma su 30 anni sono quantità enormi invece, cioè se oggi la moneta in Italia è di 3.000 miliardi e trenta anni fa era di 1.000 miliardi ti devi chiedere da dove sono arrivati i 2.000 miliardi addizionali ? DA DOVE ARRIVA OGNI ANNO LA MONETA ADDIZIONALE ? Può arrivare dall'ESTERO, se esporti più di quello che importi, ma se invece sei più o meno in pareggio con l'estero (come è per l'Italia e molti paesi), da dove arriva ?

    3) Il SETTORE PRIVATO non è in grado di creare moneta (a meno di essere dei falsari), cioè le aziende e le famiglie lavorando, commerciando e pagando avanti e indietro tra loro stipendi e fatture tutto l'anno non possono però aumentare la moneta totale. Un osservazione forse banale, ma che implica che questa MONETA ADDIZIONALE deve arrivare da fuori e ci sono solo due entità autorizzate: lo stato se spende più di quello che incassa (ha un "deficit") o le banche che erogano credito.

    4) I tre punti precedenti sembrano banali, ma implicano logicamente che se lo stato riduce o azzera i deficit pubblici annuali la moneta viene allora creata, SOTTO FORMA DI DEBITO, solo DALLE BANCHE. Quindi l'alternativa nell'economia contemporanea è se vuoi far creare la moneta alle banche, il che significa far indebitare i privati e poi avere interessi su interessi che si cumulano, oppure se la vuoi fare emettere dallo stato, senza interessi che si cumulano sopra.

    5) Se invece addirittura si impone allo stato stesso di indebitarsi, emettendo BOT e BTP che pagano interessi invece che emettere moneta che non gli costa niente, ne segue che SOLO LE BANCHE CREANO LA MONETA ADDIZIONALE CHE OGNI ANNO NECESSITA ALL'ECONOMIA. Dal 1981 in Italia si è tolto allo stato la possibilità di finanziarsi da solo e si è imposto che si indebitasse come una famiglia, anche se lo stato è quello che emette moneta. Ora con Monti addirittura hai che si azzera il deficit pubblico per cui le banche prestano persino allo stato !

    In realtà oggi lo stato potrebbe creare una certa quantità di moneta ogni anno (un 4 o 5%, a seconda della popolazione, tecnologia ecc..) sufficiente a mandare avanti l'economia, riducendo al minimo il credito che le banche erogano. E soprattutto lo stato può evitare di indebitarsi lui stesso coi BTP, accumulando un enorme debito pubblico fatto alla fine solo di interessi che si sono cumulati su interessi per 50 anni

    Tutto questo che avviene oggi quindi è assurdo, demenziale, criminale. Ed è un sistema che è stato architettato di recente, tra la fine dell'800 e gli anni '20 in pratica. Per secoli invece il pensiero occidentale è stato estremamente critico e anzi opposto agli interessi, al debito e all'usura e il problema dell'accunulo di debito e credito è stato uno dei più drammatici per la civilizzazione.

    Come scrivono a Bridgewater nello straordinario lavoro citato più volte, pag. 73 la caduta dell'impero romano è attribuita da molti storici alla creazione di credito e conseguente accumulo di debito e il disastro che causò fu il motivo per cui successivamente per 1500 anni le maggiori religioni proibirono il prestito ad interesse per cui solo gli ebrei ne ebbero un semi-monopolio e l'antisemitismo stesso era essenzialmente un conflitto di creditori e debitori


    "This fundamental imbalance between the size of the claims on money and the supply of money has occurred many times in history and has always been resolved in some mix of the two previously mentioned ways. This resolution process is painful for all of the players. In fact, the pain has sometimes been so bad that some civilizations turned against the capitalist system (i.e., the system based on this type of capital formation). For
    example, some historians say that the problems that arose from credit creation were why charging interest was a sin of usury in both the Catholic Church as well as in the Arab religions. Throughout the Middle Ages, no Christian could charge interest to another Christian, so the Jews played a large part in the development of trade because it was the Jews who lent money for business ventures and financed voyages. But the Jews were also moneylenders who debtors could not repay, and this often led to anti-Semitism. Supposedly, much of the killing of Jews was caused by them holding the mortgages on property and creditors wanting to extinguish the debts. Debtor-creditor relationships have typically turned very antagonistic in these fights for money and many other patterns of human behavior that are important to know about regularly surfaced during these dramatic times. Other relationships and the actions of various players were comparably noteworthy. So it is very important for us to read these historic dramas..."


  • La Borsa non Serve a Finanziare le Aziende


    • La Borsa non Serve a Finanziare le Aziende
    • 22:08 05/10/12    
    • [hobi]
      Che significa accumulare? che uno compra azioni o titoli obbligazionari e di stato? Embè? che forse le aziende non reivestono i capitali che raccolgono in borsa? che forse gli stati non dovrebbero, non potrebbero, con i soldi che raccolgono costruire strade e ponti e scuole e ospedali?"



      Mah...non si capisce su che pianeta viva Hobi...

      1) Sono anni e anni che le società quotate spendendo centinaia di milioni PER COMPRARE LE LORO AZIONI IN BORSA, solo oggi c'erano report a Londra che sostenevano che la borsa salirà per questo motivo, che le aziende grosse sono piene di cash e lo usano per comprare le loro azioni ("buyback"). E tu dici che è la borsa che finanzia il loro business, quando è sotto gli occhi di tutti che è il contrario, che usano gli utili per comprare le loro azioni

      Le società che vanno in borsa per finanziare un espansione del business fanno degli IPO o delle emissioni secondarie di flottante, cioè VENDONO AZIONI per procurarsi soldi. Qui oggi al contrario hai che le società quotate COMPRANO IL LORO FLOTTANTE USANDO GLI UTILI. Usano i loro soldi per comprare azioni, non vendono azioni per avere più soldi e tu credi ancora alla favola che si va in borsa per finanziare il business ?

      2) La borsa oggi serve essenzialmente per speculare, non a raccogliere capitali, basta pensare anche che più di metà del volume delle transazioni di borsa oggi in America sono prodotte da computers che sparano trade a raffica ogni 10 secondi ("High Frequency trading") e che anche il resto dei volumi è dovuto per 3/4 a traders, hedge funds o fondi con un orizzonte temporale di minuti o di giorni. E che c'è un volume enorme di ETF, futures, opzioni, opzioni su futures, derivati complessi come i CDS, posizioni short.... che non hanno niente a che fare con l'investitore che compra le azioni e le tiene perchè pensa che la società sia valida e abbia un buon business

      3) E' un fatto facilmente documentabile ed evidente a tutti che la borsa non serve quasi più praticamente per raccogliere capitali che poi le aziende investono persino in America (nell'europa continentale non è mai stato così).

      In Italia o Francia o Germania le società si finanziavano, oltre che con gli utili accantonati, quasi interamente con il debito bancario e con l'emissione di bonds. La borsa come meccanismo di finanziamento di investimenti aziendali è sempre stato un meccanismo tipico di Inghilterra, Olanda e Stati Uniti (canada, australia, diciamo i cosiddetti anglosassoni). Ma oggi non è più così, basta guardare i bilanci delle aziende e noti che si finanaziano al 90% con:
      a) utili ("retained earnings") che in America e paesi inglesi sono ai massimo storici in termini assoluti e percentuali, al punto che le società dell'S&P hanno qualcosa come un trilione e mezzo di dollari in cash che non investono
      b) emettendo bonds corporate che grazie alle politiche di tassi di interesse zero e "Alleggerimento Quantitativo" hanno costi ridicoli, i più bassi della storia

      Dovrebbe essere evidente persino a Hobi: hai gli utili più alti della storia e i tassi di interesse più bassi della storia, per cui le società quotate finanziano gli investimenti con i loro utili appunto ed emettendo bonds. Trovami qualche società quotata che abbia finanziato investimenti importanti emettendo azioni. Gli IPO tipo quello di Facebook servono oggi agli insider per incassare milioni a spese del pubblico. E' un fatto così evidente che ne parlano anche su CNBC.



  • Sottomettetevi, guardate la tv, consumate, obbedite...

    Sottomettetevi, guardate la tv, consumate, obbedite...

     Titolo ispirato al film "fantascientifico" ESSI VIVONO.

    E così, mentre i criminali massoni al potere ci trascinano sull'orlo della terza guerra mondiale (la Russia ha detto che sosterrà Damasco) usando la Turchia come prima linea, l'Occidente si dissolve nel disegno di questi pazzi posseduti dal loro delirio di onnipotenza. Nell'europa che ama descriversi come il tempio dei diritti dell',uomo nonché della democrazia accade che in Spagna presto sarà proibito manifestare, in Grecia perfino i poliziotti che manifestano vengono caricati dai colleghi della celere. 

    In Italia la Catena Umana riunita a Roma sta cercando di smuovere le coscienze chiamando i cittadini a partecipare direttamente alla cosa 

    Avete visto Crozza che imita Briatore? Ecco il video

    Una piccola anteprima del personaggio per il nuovo show "Crozza nel Paese delle Meraviglie"
    Una piccola anteprima del personaggio per il nuovo show "Crozza nel Paese delle Meraviglie"

    L’asssessore lombardo: come vivo con soli 8 mila euro al mese?

    di REDAZIONE
    Quantomeno ha avuto il “coraggio” (chiamiamolo così, altri la considerano sfrontatezza) di venire allo scoperto e di dire in pratica “ora come vivo con 8 mila euro al mese”. Sta facendo discutere, soprattutto sulla Rete, l’uscita dell’assessore alle Infrastrutture della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, del Pdl, che, davanti... Continua a leggere

    PRIMO PIANO

    Maxi sciopero a Foxconn, ma l'azienda smentisce

    small_120330-002433_to290312est_8005

    Maxi sciopero a Foxconn, ma l'azienda smentisce

    6 ottobre 2012 - Nella fabbrica dei veleni di Apple si incrociano le bracciaCONTINUA

    Il secondo fine dei neo-centralisti

    Il secondo fine dei neo-centralisti

    bimbi-fioritodi Marco Niro Megachip
    Gettare via l’acqua sporca è doveroso. Soprattutto se vi si riflette un volto come quello di Franco Fiorito. Però si sa che non bisognerebbe gettare con quella anche il bambino. Che in questo caso si chiama federalismo. Questa che la Lega ha trasformato in una brutta parola starebbe ad indicare in realtà l’assetto più consono a uno Stato realmente democratico.
    Non parliamo, ovviamente, del federalismo immaginato in questi anni da Calderoli e soci, pasticciato, parziale e soprattutto viziato nelle sue fondamenta, posate sul becero egoismo dei ricchi nordisti. Parliamo di un federalismo che serva ad aumentare il civismo e il benessere delle collettività (da non confondere con il “benavere” PIL-dipendente!). In ambito politico, il federalismo può servire ad aumentare lapartecipazione dei cittadini alla cosa pubblica, a ricucire lo strappo tra governanti e governati.

    Piena solidarietà con gli studenti aggrediti E ora, il 27 ottobre in piazza tutti insieme!

    Piena solidarietà con gli studenti aggrediti

    E ora, il 27 ottobre in piazza tutti insieme!
    5ottobre2012 20121005
    di No Monti Day
    Il Comitato promotore della manifestazione No Monti Day esprime piena solidarietà agli studenti che il 5 ottobre 2012 a migliaia hanno manifestato in tutta Italia, contro il governo Monti e le misure di austerity imposte dai governi e dalle istituzioni finanziarie dell’Unione Europea.  Gli studenti sono stati brutalmente inseguiti e manganellati dalla polizia in diverse città [video all'interno], segno questo che tale era l’indicazione che veniva dal governo: stroncare sul nascere le proteste.

    Ciò che non siamo, ciò che vogliamo. Ulteriori dettagli

    n27-f5177f4Han tutti deciso che siamo la nuova ruota di scorta di Casini (della Lega, di BS, di Passera, di ilpotentedivostrogradimento ...) e che l'unica cosa a cui aspiriamo è essere cooptati nel "Grande Centro" per fare le belle figurine dell'ennesima operazione gattopardesca concepita nei salotti della "Roma che conta" (i proventi fiscali estratti agli italiani, suppongo).

    Grecia sul lastrico: ha fondi per arrivare solo fine a novembre

    Grecia sul lastrico: ha fondi per arrivare solo fine a novembre

    di REDAZIONE
    La Grecia ha fondi a disposizione per arrivare “fino a fine novembre. Poi le casse sono vuote”. Lo ha detto il primo ministro greco, Antonis Samaras, in un’intervista all’Handelsblatt. Occorre sbloccare in tempi brevi il pagamento degli aiuti: “Abbiamo bisogno di più tempo per il consolidamento, ma non …
    LEGGI3 Comments

    La Sicilia “ricatta” il Governo, che cala le braghe e molla 900 milioni

    La Sicilia “ricatta” il Governo, che cala le braghe e molla 900 milioni

    di FABRIZIO DAL COL
    Alla Regione Siciliana sono bastate 24 ore per sbloccare il patto di stabilità. Con le elezioni regionali alle porte e una deroga al patto di stabilità già concordata con il ministero dell’Economia  ma non ancora firmata dal ministro Grilli, l’assessore all’Economia Gaetano Armao era partito all’attacco …