10/10/12

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su Fwd: [ML NEWS] Nu....



alboino ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su Fwd: [ML NEWS] Nu...":

Condivido Vittorio quanto scrivi.
Il marcio nella pubblica amministrazione e non solo della politica, non si è diffuso negli ultimi anni, ma per constatazione personale, è da più di trent'anni che è ampiamente esteso.
Quanto alla giustizia, sempre per esperienza diretta, non ultima una porcheria che ho appena subito, è ormai da una decina di anni che non credo più in essa.
La sensazione è che si muova solo quando è necessario per colpire tizio o caio, secondo le esigenze necessarie al sistema, e per allentare la pressione tra la gente quando sale troppo.
Il sistema è matematicamente condannato, e non c'è bisogno di essere uno storico esperto, per capire che ci troviamo in una situazione nuova, mai vissuta prima dall'umanità. Per questo è facile prevedere la fine (più difficile quando), ma è impossibile pensare a cosa succederà dopo.
Il comportemento dei poteri dello stato si possono confrontare a quelli di molti dittatori, che rimangono arroganti, anche nell'imminenza della loro scomparsa.
In merito al diritto dovere democratico di opporsi alle leggi ingiuste, la penso allo stesso modo, ed una delle cose che spesso dico, nella mia propaganda antisistema praticamente quotidiana, è proprio quella di colpire la linfa vitale che mantiene tutto il baraccone: i quattrini.
Ad esempio fare molta attenzione nel pagare gabelle non dovute come la tarsu, contestare le cartelle ingiuste e che lo consentono per questioni anche solo giuridiche, pagare con un anno di ritardo con interessi minimi, come il caso dell'imu, ecc..
Personalmente lotto da sempre, perchè non ho mai accettato compromessi politici, anche se ho avuto diverse occasioni. Ho fatto una scelta precisa, e le rappresaglie, che pur ci sono state e ci sono, non mi fanno paura.
Tuttavia la maggioranza della gente non la pensa in questo modo, preferisce vivere tranquilla senza agitare le acque, convinta che tutto prima o poi si sistemerà.
Non verificandosi questo, divenendo la crisi sempre più acuta,svaniranno tutte le illusioni, ed a quel punto tutti saranno costretti a capire, anche i più ostinati.
Saluti

Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da alboino in ML NEWS alle 18:56:00

La necessità di operare delle scelte

bivio
Se da un lato è vero che la perdurante situazione di crisi economica comporta una consistente contrazione della spesa pubblica, dall’altra non è pensabile che a pagarne le conseguenze siano soprattutto le persone più deboli, vale a dire ammalati e disabili.
Poiché le risorse sono limitate chi ha 

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su IL FUORI ONDA DEL....

.

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su IL FUORI ONDA DEL...":

Il fuori onda è una conferma della frustrazione che pervade sempre di più la gente all'impotenza ed alla rassegnazione a che niente cambi. Le ritorsioni, le minacce, i sotterfugi, le pressioni sono effettivamente in tutti i settori. Chi ha più "forza" contrattuale la usa cercando di prevaricare chi è più debole. Il prendere come esempio estremo i KAPO dei campi di concentramento, i quali, nonostante fossero della stessa razza dei prigionieri diventavano degli aguzzini, forti di un diritto al comando concesso dalla classe dominante eseguivano costanti angherie per beneficio personale. Essere oppositori sia all'interno o fuori dal coro comporta RESISTENZA nel portare avanti le proprie convinzioni ed proprio modo di essere. Sperare che la giustizia aiuti e trionfi e quanto meno illusorio. Se la società è marcia e difficile che ne sia immune. Non solo, anche le stesse leggi diventano ingiuste e l'opporsi è un diritto ed un dovere DEMOCRATICO.
La constatazione dell'aumento delle ritorsioni è anche un sintomo di paura e di debolezza di chi comanda. Più si accorge della "disubbidienza civile" più diventa prevaricatore, ma la reazione diverrà sempre più forte. Nei prossimi mesi la situazione precipiterà per l'insopportabilità degli oneri ormai fuori controllo da ogni logica ragionevole. La chiusura di attività, l'impossibilità a pagare i debiti e, udite udite, la consapevolezza che il lavoro non porti sempre benessere ma senso di "schiavitù" porteranno ad una maggiore resistenza e disubbidienza civile. Il pensare di reprimerla, piuttosto che ascoltarla apportando migliorie, sarà l'errore più grosso. La resistenza è già in atto. Gli effetti s'incominciano ad intravedere ed aumentano sempre più in modo eclatante.
MPS, FIAT, LUCCHINI, ILVA, dimostrano che i grandi gruppi perdono colpi che si ripercuoteranno sul Sistema bancario e sullo Stato come uno tsunami. Farsi coraggio, perché si è fastidiosi, è una forma di solidarietà che aiuta tantissimo a non desistere.
VITTORIO


Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da Anonimo in ML NEWS alle 14:27:00

La barbarie del governo contro le persone con disabilità


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La barbarie del governo contro le persone con disabilità

Nella manovra di stabilità vi sono provvedimenti di cui nessuno parla.

In primo luogo non appare l'ennesimo giro di vite sulle persone con disabilità e sulle loro famiglie. Il provvedimento sottopone le pensioni di invalidità all'Irpef e per questa via le riduce. In secondo luogo vengono dimezzati i permessi lavorativi ai figli che devono assistere i genitori con disabilità grave. Non so esattamente quanto denaro porterà nelle casse dello stato questo provvedimento ma so che è un provvedimento barbarico, indegno di un paese civile. Infatti questi provvedimenti si sommano ad altri che hanno sostanzialmente azzerato i fondi per le persone con disabilità. I governi Berlusconi prima e Monti poi hanno sostanzialmente azzerato i fondi per la spesa sociale. Quando ero ministro del governo Prodi ero riuscito a portare i fondi per il sociale a 2 miliardi e mezzo, adesso questi fondi assommano a 270 milioni di euro. Un taglio di oltre 2 miliardi che si aggiunge ai tagli dei trasferimenti agli enti locali e alle regioni – i titolari della spesa sociale – con effetti disastrosi per la pubblica assistenza.

Io non credo che nel paese vi sia una esatta consapevolezza di cosa significa tutto questo. Le persone con disabilità non fanno notizia e sono vissute come un fatto privato delle famiglie e delle associazioni di autotutela. Ci troviamo però di fronte a milioni di persone che sono abbandonate a se stesse. Pensate a cosa vuol dire per una famiglia a reddito medio avere un genitore non autosufficiente in assenza di un sostegno pubblico: da mille euro al mese di spesa in su con un completo stravolgimento della propria vita attorno al genitore non autosufficiente. Se la famiglia deve essere il luogo degli affetti, in troppi casi diventa il luogo della disperazione. La Bibbia dice "non caricate sulle spalle degli altri pesi che non possono portare". Io penso che il governo stia facendo esattamente questo: sta caricando sulle spalle dei più deboli e dei loro famigliari pesi che non possono portare.

Questa situazione è tanto più vergognosa perché mentre le persone con disabilità e in particolare gli anziani vengono abbandonati a se stessi, il governo trova le risorse per le banche private: nella spending rewiev sono previsti 2 miliardi per il Monte dei Paschi di Siena e dei circa 60 miliardi che l'Unione Europea darà alle banche private spagnole, 10 verranno versati dal governo italiano. Vado dicendo queste cose da tempo ma non riesco a farmi ascoltare, i giornali e i telegiornali non ne parlano. Dall'informazione magicamente scompaiono sia i finanziamenti alle banche che i tagli verso i più deboli. I più forti e i più deboli sono cancellati dalla discussione: gli uni perché preferiscono agire nell'ombra, gli altri perché vengono nascosti sotto il tappeto, come la polvere. Il mio è quindi un grido di allarme. Uno stato che trova i soldi per le banche e li to...



Inviato da iPhone

L’immobiliare spagnolo non ha ancora finito di crollare


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'immobiliare spagnolo non ha ancora finito di crollare



Zero Hedge – The Housing Pain In Spain Has Not Bottomed



Submitted by Tyler Durden on 10/09/2012




Il "pain in Spain", il dolore in Spagna, ma in inglese fa rima, sta  raggiungendo le classi benestanti. I pignoramenti, che sinora avevano colpito per lo più le classi di lavoratori stranieri a basso reddito, sta arrivando a mordere anche le famiglie della media borghesia. Bloomberg Businessweek nota che anche queste famiglie stanno esaurendo le loro risorse d'emergenza per pagare i mutui man mano che la recessione si acuisce.




La caduta dei prezzi delle case ha ripreso ad accelerare mentre "repossessions are encroaching further into the city centers, like an overflowing river", i pignoramenti stanno raggiungendo i centri cittadini, come un fiume in piena che ha rotto gli argini.




spainhouse Limmobiliare spagnolo non ha ancora finito di crollare




La storia è sempre la stessa, "Bank managers, who had aggressive targets to meet, did all they could to lend to those who wanted to carry on buying into the bubble", i manager delle banche, che avevano aggressive target da perseguire, hanno fatto di tutto pe...


Inviato da iPhone

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su IL FUORI ONDA DEL CONSIGLIERE PD: "RENZI FINTO DEM....



alboino ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "IL FUORI ONDA DEL CONSIGLIERE PD: "RENZI FINTO DEM...":

Non commento la gestione delle risorse pubbliche e come viene dilapidato il denaro dei cittadini da una casta, che ormai sappiamo bene come si comporta.
Mi soffermo invece sulla paura di ritorsioni da parte di chi si oppone al potere politico, che viene esplicitata nell'intervista dalla Consigliera (notare la C maiuscola).
Purtroppo questa non è la realtà del solo Comune di Firenze, ma è così in tutta la pubblica amministrazione. Le ritorsioni non avvengono solo ai danni dei funzionari pubblici che escono dai binari, ma a maggior ragione ai danni dei cittadini privati.
Chi tenta di opporsi, e parlo per esperienze dirette ormai trentennali, deve poi subire tutta una serie di angherie e di abusi (illegittimi), dai quali poi l'oppositore fuori dal coro, deve avere la forza necessaria per resitere.
Confidare nel potere giudiziario per difendersi, è un'incognita assoluta.
E' proprio vero che viviamo in un paese di finti democratici, ma la questione non riguarda il solo Renzi, ma è generale per la classe politica, ed a tutti i livelli.
Questo post è l'ennesima prova di quanto affermo ormai da tempo.

Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da alboino in ML NEWS alle 12:43:00

Marche/La Finanza al Consiglio regionale per le spese dei gruppi

Marche/La Finanza al Consiglio regionale per le spese dei gruppi

Roma, 10 ott. (TMNews) - Su mandato della Procura, ad Ancona è in corso un'ispezione della Guardia di Finanza nella sede del Consiglio regionale delle Marche sulle spese dei gruppi consiliari. Lo conferma l'ufficio stampa del Consiglio.

Fondi Lazio/Di Pietro:Maruccio si è dimesso da partito e Regione

Fondi Lazio/Di Pietro:Maruccio si è dimesso da partito e Regione

Roma, 10 ott. (TMNews) - Il capogruppo dell'Idv al Consiglio regionale del Lazio, Vincenzo Maruccio, "si è dimesso dal partito, da coordinatore regionale del partito, dal suo ruolo di capogruppo e soprattutto da consigliere regionale". Lo annuncia Antonio Di Pietro, parlando con i giornalisti a Montecitorio a proposito dell'indagine che riguarda l'esponente del suo partito, a carico del quale si ipotizza l'accusa di peculato. Sulle vicende che lo hanno coinvolto "la magistratura fa bene ad accertare i fatti". "Gli avevamo dato tre ore per dimettersi da capogruppo Idv e coordinatore regionale del partito, e da consigliere regionale. Lo ha fatto". "Questa - ha insistito Di Pietro - è la risposta che deve dare la politica. Ci auguriamo che anche altri partiti facciano lo stesso", dopo i casi alla Regione Lazio e al Comune di Reggio Calabria. "Le istituzioni vanno salvaguardate, non offuscate", ha concluso.

5Stelle: Grillo arrivato a nuoto a Messina

5Stelle: Grillo arrivato a nuoto a Messina

Messina, 10 ott. - (Adnkronos) - Beppe Grillo e' arrivato pochi minuti fa a Messina dopo avere attraversato lo stretto a nuoto. Ad accoglierlo centinaia di simpatizzanti ed attivisti del Movimento 5Stelle che lo hanno a lungo applaudito. Grillo al suo arrivo ha fatto il segno della vittoria.

Italia a Fari Spenti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Italia a Fari Spenti


faro  Con certi fari spenti alla guida intellettuale del pensiero liberale, sono dell'idea che le soluzioni collettive restino totalmente precluse e sia meglio continuare a cercare soluzioni individuali...



Inviato da iPhone

La morte delle cicale che si spacciavano per formiche (La Deutsche Bank è un morto vivente?)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La morte delle cicale che si spacciavano per formiche (La Deutsche Bank è un morto vivente?)

  a cura di Stefano Fait per IxR     di Vladimiro Giacché  Mentre le istituzioni europee e i governi nazionali sembrano ipnotizzati dal problema del debito pubblico, è probabile che la prossima crisi in Europa sarà una crisi bancaria. La cosa, visti i soldi già spesi dai governi per salvare le banche in Europa (all'incirca 4mila [...]


Inviato da iPhone

Rinnovabili e blackout: Italia vs. Germania


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Rinnovabili e blackout: Italia vs. Germania

Mentre vengono resi noti i risultati degli stress test condotti su 145 reattori nucleari europei che hanno evidenziato estese criticità, la Commissione Europea rimane in stand-by. Non intima la chiusura delle 13 centrali più obsolete e a rischio perché sono fortissime le pressioni del vecchio sistema energetico a mantenere la megastruttura che unifica fossili e nucleare. Così si contrasta la stessa Roadmap 2050 dell'Ue, che prevede una larga prevalenza delle fonti rinnovabili per la metà del secolo.

Il nostro Governo, pur obbligato dal referendum a stoppare il nucleare, rientra nel gruppo degli avversari delle rinnovabili. Continua in questo la politica di Berlusconi – d'altra parte gli interessi dei banchieri al governo sono contigui a quelli delle lobby dei mega-impianti che ispiravano il Cavaliere – e quindi rilancia gas, petrolio e carbone. Tutto questo con lo spauracchio dei blackout energetici, in agguato, a quanto vorrebbero farci credere, se dovesse affermarsi un sistema decentrato, governato sul territorio e alimentato dalle fonti naturali.

Niente di più falso e indimostrabile. A riprova della faziosità di Passera & Co quando ipotizzano un'Italia solcata da tubi e elettrodotti, costellata di rigassificatori e magari depositi di CO2, viene la conferma che in Germania, l'inverno scorso, le luci sono state tenute accese dall'energia solare. Il Governo tedesco, che si prepara a chiudere i suoi 22 reattori nucleari, ha ridotto anche gli scambi nucleari con la Francia rischiando il blackout ma, come ha detto il responsabile per l'energia del Bunderstag: "Siamo stati salvati dal sole". È pur vero che lo scorso febbraio il territorio dalla Baviera alla Mosella ha avuto un'eccezionale insolazione ma i 28 GW di potenza fotovoltaica, concentrati nella regione, erano collegati alla rete ed hanno fornito il 3% circa della potenza totale. Il solare è un generatore di elettricità intermittente, dipendente dagli impianti di stoccaggio e di back-up che ovviano, se ben progettati, alla capacità di potenza quando il sole non splende.

È risultato determinante per la Germania l'avere investito nelle reti e nei sistemi di immagazzinamento. Lo sforzo tedesco consiste nel ritenere le rinnovabili sostitutive dei fossili e quindi meritevoli della massima attenzione lungo tutta la filiera. Si è così creata una capacità di energia in eccesso, che ha consentito di aumentare le esportazioni di elettricità verso la Francia ipernucleare da 4 a 5 GW.

"I dati non mentono – ha affermato Brandon Mitchener, portavoce di First Solar, azienda leader nel fotovoltaico – e dimostrano che solare ed eolico sono in grado...



Inviato da iPhone

Monti: manovre finite? Eravate su scherzi a parte


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Monti: manovre finite? Eravate su scherzi a parte


Vi hanno giurato fino a ieri che non c'era bisogno di altre manovre, che l'IVA non sarebbe stata toccata… e voi avete bevuto tutto, glu glu glu… e continuerete a bere fino all'ultimo, fino alla bancarotta a cui questa nuova manovra da un'altra bella accelerata.


Entriamo nel dettaglio di alcuni dei nuovi provvedimenti varati dal governo.


Taglio Irpef. Riduzione di un punto percentuale (da 23 a 22 punti e da 27 a 26) dell'aliquota sui primi due scaglioni di reddito (da 0 a 15mila euro e da 15mila a 28mila euro).


Su questo punto è da rimarcare il fatto che i redditi bassi saranno molto penalizzati, come sempre. Già oggi per molte pensioni minime, così come per gli altri redditi bassi esiste già una no tax area, in pratica tali redditi non pagano irpef, e sono milioni di persone. Per loro quindi nessun beneficio da questo taglio.


Dimezzato aumento Iva. Scatta l'aumento dell'Iva di un punto percentuale sulle aliquote del 10 e del 21 per cento.


Per contro quando il pensionato al minimo andrà al supermercato toccherà con mano l'aumento dell'IVA, e considerando che l'aumento dal 10 all'11% riguarderà anche i generi alimentari, se prima con la pensione arrivava al 10 del mese, dopo arriverà all'8. Come conseguenza di questo provvedimento è facile prevedere un ulteriore aumento dell'evasione fiscale. Il risparmio su un piccolo lavoretto fatto i nero passa al 22%.


Da notare come la stampa al servizio del regime fa passare un aumento di un punto percentuale dell'IVA col titolo "dimezzato aumento IVA". Smettete di comprare i giornali sussidiati dal regime, fate come me che sono almeno 10 anni che non ne compro più.


Arriva la Tobin Tax. Introdotta una tassa sulle transazioni finanziarie da cui saranno esclusi i titoli di Stato.


La tassa sulle transazioni finanziarie ancora da capire nei dettagli, sarà un clamoroso autogol. Già la Svezia l'aveva introdotta salvo poi cancellarla vedendo il danno che arrecava. Qui non si va a tassare il guadagno ma il capitale investito (per lo più due volte, una quando si compra e una quando si vende) E' come se per un'azienda venisse tassato due volte il fatturato anzichè l'utile. Capisco che se si tassano solo i guadagni non si incassa nulla, essendo che il 98% dei trader nel medio lungo periodo perde, ma con questa tassa il mercato del trading subirà un duro colpo.


Qui poi escludendo ancora una volta i titoli di stato è palese l'intento di drenare quanti più risparmi possibile sugli stessi. Solo per questo fatto (in aggiunta all'aliquota del 12,5% contro 20) è assolutamente consigliabile di starne alla largh...



Inviato da iPhone

Tesoro: vende tutti 11 mld Bot, ma tassi su - E LA BORSA SCENDE

Tesoro: vende tutti 11 mld Bot, ma tassi su

DIPIETROOOOOO!!!! DOVE SEI?! Fondi Lazio/ Pm: Maruccio ha preso contanti per 200mila euro

Fondi Lazio/ Pm: Maruccio ha preso contanti per 200mila euro

Roma, 10 ott. (TMNews) - Potrebbero esser oltre 700mila euro i fondi di cui il capogruppo Idv al consiglio regionale del Lazio, Vincenzo Maruccio, si sarebbe appropriato. E' questa la verifica che i pubblici ministeri stanno effettuando nei riguardi dell'esponente politico. Oltre ai 500mila euro tramite bonifici vanno aggiunti - è stato spiegato dagli inquirenti - anche circa 200mila euro di prelievi in contanti da due conti del gruppo dell'Italia dei valori.

Fmi: aumentano rischi stabilita', fiducia precaria, Eurozona faccia di piu'

Fmi: aumentano rischi stabilita', fiducia precaria, Eurozona faccia di piu'


Roma, 10 ott. (Adnkronos)- L'Eurozona resta la "principale preoccupazione dei mercati mentre i rischi per la stabilita' finanziaria "sono aumentati e la fiducia del sistema e' molto precaria" e questo "nonostante i notevoli sforzi compiuti". Lo rileva il Fmi nel Rapporto sulla stabilita' finanziaria, diffuso oggi a Tokyo nell'ambito delle riunioni annuali di Fmi e Banca Mondiale. Nel rapporto, il Fmi, inoltre, rileva una significativa fuga di capitali dalla periferia dell'euro. Italia e Spagna hanno registrato una perdita di investitori nell'ultimo anno, tra giugno 2011 e giugno 2012.

Mmt e Deficit Estero di GZ - 00:18 10/10/12





  • 10 Ottobre 2012  00:18
  • Ci sono due convegni di economisti americani sulla moneta, il debito, l'euro e la MMT, unoa Rimini il 20-21 ottobre di cui si è parlato, con Mosler, Forstetter e Parguez e Barnard che ha come obiettivo la stesura del Manifesto Nazionale per una moneta sovrana e salvare l'economia dall'austerità

    Per chi abita al sud Rimini è scomodo, ma ora hai anche un convegno organizzato dalla Regione Calabria con James Gailbraith, Kelton, Auerback, Tcherneva e William Black (più un prof di economia locale, Ferrara) il 19-21 ottobre. Questi economisti della MMT che vanno in Calabria erano venuti a Rimini l'anno scorso e dovevano venire a Rimini, ma c'è stata una "spaccatura" diciamo. Per chi voglia imparare queste cose vanno bene tutti e due, perchè Gailbraith in particolare è uno dei migliori economisti americani. A Rimini quello da ascoltare è ovviamente il Warren Mosler, Parguez invece se ne può fare a meno (crede che l'opus dei domina la finanza mondiale...)

    Per chi sia interessato alle polemiche il convegno in Calabria, essendo sponsorizzato dalla Regione Calabria di Scopelliti, il quale è indagato per un paio di reati amministrativi (come il 90% degli amministratori sotto Latina...) e con la consulenza di Gioele Magaldi, capo di Grande Oriente Democratico (ovvero massoneria), è stato scomunicato da Barnard




    A RIMINI, 20-21 OTT. E A CAGLIARI, 27-28 OTT., 2012
    Orari: 9-13 e 15-19 Sabato * 9-13 e 15-18 Domenica.

    MOSLER:
    COSA DEVONO FARE LA BANCA D’ITALIA E IL TESORO CON LA NUOVA LIRA SOVRANA: PRIME EMERGENZE – GESTIRE IL DEBITO PUBBLICO E PRIVATO NELLE NUOVE LIRE O IN EURO – PUO’ UN GOVERNO MMT ASSUMERSI L’ONERE DELL’INDEBITAMENTO PRIVATO IMPAGABILE IN EURO? – COSA SONO I TITOLI DI STATO E A COSA SERVONO – COSA SONO LE TASSE E COME LE PUO’ GESTIRE UN GOVERNO SOVRANO PER AIUTARE CITTADINI E AZIENDE – GESTIRE I TASSI DI CAMBIO E I TASSI D’INTERESSE NELLE NUOVE LIRE – CI SARA’ SVALUTAZIONE E INFLAZIONE CON LE NUOVE LIRE? – GESTIRE L’IMPORT/EXPORT + IL PETROLIO + LE MATERIE PRIME CON LE NUOVE LIRE – COME UN’ITALIA SOVRANA PUO’ CONTROLLARE LE BANCHE E IL ‘MOSTRO FINANZIARIO’: PUO’ LA SPECULAZIONE ATTACCARE LA NOSTRA RITROVATA SOVRANITA’ DEI PAGAMENTI? – LA FUGA DEI CAPITALI E’ UN PERICOLO? – RISPARMI, FONDI PENSIONE PRIVATI, ESPORTAZIONI: SONO VERA RICCHEZZA O SOLO COSTI? – L’ECONOMIA ITALIANA E’ 80% PICCOLE MEDIE AZIENDE E PROFESSIONI: PUO’ L’ECONOMIA DOMESTICA MMT GARANTIRE LA PROSPERITA’? O DOBBIAMO PER FORZA ESPORTARE? – TROVARE UN EQUILIBRIO FRA LA CREAZIONE MONETARIA DEL GOVERNO E QUELLA DELLE BANCHE: AVERE IL MEGLIO DA ENTRAMBE.

    · MOSLER SPECIAL SESSION: COME I CREDITI D’IMPOSTA A LIVELLO DI AMMINISTRAZIONE LOCALE POSSONO AIUTARE SUBITO LE PMI ANCHE ORA CON L’EURO.

Václav Klaus: “La distruzione della democrazia in Europa potrebbe essere nella sua fase finale”

“I politici ‘con due facce‘ hanno aperto la porta ad un superstato dell’UE rinunciando alla democrazia”ha detto Václav Klaus, il veterano statista ceco, a Bruno Waterfield. La nuova spinta verso una federazione dell’Unione europea, completa di un proprio capo di Stato e dell’esercito, è la “fase finale” della distruzione della democrazia e dello Stato-nazione, ha messo in guardia il presidente della Repubblica Ceca.
In un’intervista con il Sunday Telegraph, Václav Klaus avverte che i politici “con due facce”, compresi i Conservatori, hanno aperto la porta ad un superstato UE cedendo democrazia, in quella che è una fugadalla credibilità e dalla responsabilità verso i loro elettori.
Dobbiamo pensare a come ripristinare la nostra indipendenza e la nostra sovranità. Questo è impossibile all’interno di una federazione. L’UE dovrebbe muoversi in una direzione opposta”, ha detto.
La settimana scorsa, la Germania, la Francia e altri nove dei più grandi paesi d’Europa hanno chiesto di mettere fine ai veti delle nazioni in materia di politica di difesa mentre Guido Westerwelle, ministro degli Esteri tedesco, ha sollecitato la creazione di un presidente europeo eletto direttamente “che nomina personalmente i membri del suo governo europeo”.

Indagato per peculato Maruccio, capogruppo Idv nel Lazio

Indagato per peculato Maruccio, capogruppo Idv nel Lazio

Roma, 10 ott. (TMNews) - Avrebbe distratto 500mila euro verso propri conti. Per questo è indagato il capogruppo alla regione Lazio dell'Idv, Vincenzo Maruccio. L'accusa contestata dal pm Stefano Pesci e dall'aggiunto Alberto Capena è quella di peculato. L'indagine che riguarda il capogruppo dell'Idv al consiglio regionale del Lazio è stata avviata anche sulla base di una segnalazione della Banca d'Italia. Le verifiche della Guardia di finanza si sarebbero centrate su una distrazione di 500mila euro di fondi pubblici verso conti personali.

Crisi economica Grecia: Frau Merkel ad Atene sostiene Samaras

Crisi economica Grecia: Frau Merkel ad Atene sostiene Samaras

Dopo due  importanti e un cambio nel , la  sta ancora lottando per ridurre la  montagna di. Mentre è ormai chiaro che ci vorrà ancora un altro piano di aiuti di almeno 20 miliardi di  per salvare Atene, che pure ha già incassato 172 miliardi dai due piani di aiuti precedenti La cancelliera ...

Barnard contro i poteri forti?

Barnard contro i poteri forti?

Ora capisco perché il "guru" della MMT (corrente economica nata sempre in ambienti dell'establishment "accreditato") Paolo Barnard nega il signoraggio (ed anche l'11 settembre, che antagonista eh?).
Già al convegno di S. Ambrogio, Monia Benini fece notare delle "contraddizioni" tutt'altro che irrilevanti a Gennaro Zezza, vedi video.
Barbara

Importante nota di Fernando Rossi

Ieri, a Padova, è stata una giornata molto interessante, me ne complimento con presenti e promotori. Barnard è invece stato una delusione enorme; dati importanti, materiale utile, buona analisi su BCE ed €, ma, ancora una volta, dopo un disegno alla lavagna che dava atto che lo stato italiano doveva andare alla BCE a prendere il denaro, pagandoglielo, ha poi nuovamente aggrovigliato e non chiarito la questione della proprietà della moneta, ripetendo nuovamente che proprietà pubblica o privata della moneta Sovrana.. non cambia nulla!
Questo non è certo un buon viatico per proseguire il confronto.
Per avvalorare un ruolo pubblico della Federal Reserve ha anche 

La Svizzera mobilita l'Esercito e la Polizia ai suoi confini


220px-SRC 023Di Corrado Belli

Sembra che la neutrale Svizzera sappia di già cosa succederà nei prossimi mesi in Europa. In un articolo comparso domenica scorsa sul "Schweizer Zeitung", il governo Svizzero ha mobilitato l'esercito e i Reservisti che dovranno prendere parte al delle manovre militari nella quale prenderanno parte anche i diversi corpi di Polizia disclocati nei diversi Cantoni della Confederazione.

In una intervista con il Capo della Stato Maggiore Svizzero Andrè Blattman e il Ministro della Difesa Ueli Maurer, il giornale lascia capire che a causa della problematica situazione che si è creata in tutta l'Europa e specialmente in Italia-Spagna-Portogallo e Grecia nella quale le popolazioni vengono a più non posso depredati dei loro diritti, del loro posto di lavoro e dei loro beni accumulati con il passare degli anni, molti cittadini di questi stati cercheranno di passare il confine clandestinamente per cercare aiuto nel governo Svizzero e magari qualche posto di lavoro per assicurare qualcosa da mettere sotto i denti ai loro figli, lo stesso giornale si basa pure sulle parole dette dal Premier Greco Antonis Samaras che non smentisce la sua preoccupazione di una escalazione della violenza in Grecia a causa delle Austerità che il governo e la costituzione di una organizzazione paramilitare stile Nazista che approfitterà della situazione per prendere il comando del Paese come lo fù in Germania con la caduta della repubblica di Weimar, in tutto sono stati mobilitati 100.000 soldati, 2000 Ufficiali e 1600 uomini della Polizia Militare per prendere parte alle manovre denominate "Stabilo Due" che avranno il compito di assicurare i confini dei quattro Cantoni da un eventuale immigrazione di massa o attacchi da parte qualche stato confinante in cui il governo non sarà capace di ripristinare l'ordine.

IL FUORI ONDA DEL CONSIGLIERE PD: "RENZI FINTO DEMOCRATICO" - VIDEO


A Firenze scoppia il caso Cecilia Pezza

 

Video: fuori onda dal min 5.23 

Mentre la sfida per le primarie del Pd sta entrando in questi giorni nel vivo, a Firenze scoppia il caso Cecilia Pezza. In un fuori onda raccolto il 5 ottobre dall'inviato della trasmissione 'L'ultima parola' la consigliera comunale del Pd schierata con Bersani nella sfida delle primarie, parla nei corridoi del comune e dice che il sindaco Renzi è "fintissimo democratico" . Secondo la Pezza a Firenze "la gente ha paura a schierarsi sulle primarie". 

Dopo la diffusione del video della trasmissione di Paragone in cui Renzi viene accusato anche di spese pazze con la carta di credito della provincia e di assunzioni a chiamata, il PdL ha chiesto l'immediata discussione di quanto detto da Pezza in Consiglio. Il presidente del Consiglio comunale Eugenio Giani, alla fine ha però ritenuto "inammissibile" la richiesta del Pdl e la discussione sul fuori onda non si è più tenuta.