30/10/12

Open Secrets


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Open Secrets




Non so se o quanto questo sito sia istituzionale o di privati cittadini che vogliono semplicemente rendere pubbliche queste informazioni, ma devo dire che mi par un bell'atto di civiltà. Ecco quindi un po' di screenshot presi su Open Secrets che credo possano raccontare più di tanti servizi televisivi sui membri del congresso USA e sui candidati presidenziali. Non me sono spippolato troppo il sito, non so esattamente come mai rappresentiono un range dei patrimoni dei politici, se quancuno è interessato ad approfondire e illuminarci ben venga, il link al sito è quì sopra in blu.



Cominciamo con Barak Obama





Ricchezza netta fra il milione e mezzo e i 7,7 milioni e asset fra i 2,5 e gli 8,3 milioni di dollari per Barak



Mitt Romney




Inviato da iPhone

Nel frattempo, in Antartide......


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Nel frattempo, in Antartide......


Di Ben Cubby

Da "The Age". Traduzione di Massimiliano Rupalti.



Un Iceberg si stacca dalla costa di Knox in Antartide. Foto: Reuters


Secondo uno studio di riferimento che ha usato i satelliti per "pesare" le vaste terre emerse, l'Antartide sta perdendo 190 milioni di tonnellate di ghiaccio al giorno. Anche se parti dell'Antartide dell'est stiano crescendo, i ghiacciai nell'Antartide occidentale si stanno fondendo più velocemente, portando così ad una perdita netta di ghiaccio nel continente, secondo lo studio pubblicato sulla rivista Nature. "Siamo sicuri che la copertura di ghiaccio si stia riducendo e lungo la costa del Mare di Amudsen il ritmo sta accelerando", ha detto il capo ricercatore Professor Matt King dell'Università della Tasmania. La rapida fusione in alcune parti del continente viene parzialmente compensata da forti nevicate altrove, il che significa che la perdita netta di ghiaccio è di circa 69 milioni di tonnellate. Studi precedenti erano riusciti a mappare accuratamente le terre emerse sotto gran parte dell'enorme piattaforma di ghiaccio dell'Antartide e questa conoscenza è cruciale per misurare lo spessore del ghiaccio.

Mentre il ghiaccio fonde, le stesse terre emerse si alzano gradualmente a un ritmo di 2 millimetri all'anno, come una torta che si cuoce lentamente nel forno. "E' come se steste in piedi su una spiaggia con della sabbia bagnata e spostate il piede, l'impronta scompare molto rapidamente, essa torna al suo posto", ha detto il Professor King. La risposta è stata un nuovo modello analitico che era in grado di mettere insieme i dati satellitari con le osservazioni sul posto, riguardo alla fusione del ghiaccio e al sollevamento del terreno, ed ha rivisto verso il basso la velocità di sollevamento dello stesso. Lo studio fa un uso unico dei dati satellitari, dal progetto noto come GRACE, acronimo di  Gravity Recovery and Climate Experiment (Recupero della Gravità ed Esperimento Climatico). Satelliti ...


Inviato da iPhone

Ufo nel cratere crea sconcerto


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ufo nel cratere crea sconcerto

Messico: un telegiornale diffonde le immagini, scettica la comunità scientifica


Inviato da iPhone

Boeing: arriva il fantascientifico missile anti-elettronica



Boeing: arriva il fantascientifico missile anti-elettronica
CRISIS | 30 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eTetH


Un passaggio in cielo di questo simpatico missile CHAMP basta a mettere in ginocchio, probabilmente per sempre, intere regioni. Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

Trader di UBS licenziati senza avviso


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Trader di UBS licenziati senza avviso

Londra: diversi impiegati si sono trovati con il badge smagnetizzato all'entrata


Inviato da iPad

Perché con l’austerità il debito aumenta


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Perché con l'austerità il debito aumenta

di Domenico Moro, da Pubblico Giornale
Malgrado anche Confindustria si stia accorgendo che qualcosa non va nel governo Monti, il Presidente della Repubblica ammonisce a non cambiare rotta. Il fatto è che questa rotta porta la nave alla deriva. Ne sono indicatori i dati Eurostat sul debito sovrano europeo. Il debito pubblico italiano è passato [...]


Inviato da iPad

2010 GLI ALBORI DELLA CRISI E DELLE RETICENZE SULLE TRANSAZIONI IN ORO.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

2010 GLI ALBORI DELLA CRISI E DELLE RETICENZE SULLE TRANSAZIONI IN ORO.

La Bundesbank e la Federal Reserve americana hanno congiuntamente – in sedi distinte – dichiarato che non intendono commentare eventuali scambi di oro tra le due entità.

In risposta alle 13 domande del giornalista Lars Schall , la prima delle quali concerneva l'esistenza di eventuali accordi di swap tra Bundesbank e la Federal Reserve degli Stati Uniti, l'ufficio stampa di Buba ha così risposto

( traduzione a nostra cura) " gestendo le riserve estere la Bundesbank adempie a uno dei mandati ricevuti in quanto parte integrante del Sistema Europeo delle Banche Centrali ( ESCB) .

Confidiamo lei voglia capire che non è in nostro potere la divulgazione di ulteriori informazioni concernenti questa attività.

Con particolare riguardo alla natura confidenziale del dove si trovino riserve auree, siamo nella impossibilità di entrare in dettagli maggiori concernenti l'esatta località e quantità in cui queste si trovassero.

Pertanto, a causa della natura strategica della nostra attività non abbiamo facoltà di fornirle maggiori dettagli concernenti transazioni in oro."

Il rifiuto di Bundesbank di rispondere a queste domande, ha suscitato i sospetti di molti, specie dopo che la Federal Reserve rispose al giornalista- interpellata dall'avvocato dell'Editore- ammettendo l'esistenza di scambi con banche straniere, ma ponendo il segreto sui contenuti.


http://www.gata.org/node/8192


In questo link , la corrispondenza.


http://www.chaostheorien.de/artikel/-/asset_publisher/haR1/content/some-


In questo altro la corrispondenza con Bundesbank.


La trasparenza è un vestitino che sta bene a chi è piccino. I grandi , tutti zitti. Non disturbare il manovratore.



Inviato da iPad

(Rischio) Bolla sui junk bond americani


Ti è stato inviato tramite Google Reader

(Rischio) Bolla sui junk bond americani

(Rischio) Bolla sui junk bond americani



La politica monetaria ultra-espansiva della Federal Reserve inizia a
mostrare le sue prime controindicazioni. (N.d.R. correggo "CONTINUA" a mostrare le sue numerose controindicazioni da ri-gonfiaggio della Bolla)

Basta osservare il mercato
delle obbligazioni ad alto rendimento, che negli Stati Uniti stanno vivendo un vero e proprio anno record.

Da inizio 2012 le emissioni di junk bond, ovvero titoli "spazzatura", hanno toccato il record di sempre di 293 miliardi di dollari
contro i 249 miliardi di dollari collocati in tutto l'arco del 2011.

Se
...



[ clicca sul titolo per continuare a leggere ]


Inviato da iPad

Multata la moglie di Bersani. La donna al vigile: “Lei non sa chi sono io”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Multata la moglie di Bersani. La donna al vigile: "Lei non sa chi sono io"

"Lei non sa chi sono io". La fatidica frase è stata pronunciata a Ponte dell`Olio, un piccolo centro in provincia di Piacenza, dove – come racconta il settimanale "Chi"  in edicola domani, mercoledì  31 ottobre – qualche giorno fa Daniela Ferrari, moglie del leader Pd Pier Luigi Bersani, è stata multata perché in divieto di sosta.

La signora Bersani, che si era fermata a fare acquisti in una profumeria di fiducia, aveva lasciato la sua macchina alla stessa altezza di un'altra sul lato opposto con il risultato di aver bloccato il traffico nella centralissima via Veneto. E non sono mancate le proteste degli automobilisti e degli stessi cittadini di Ponte dell`Olio.

Ma il paese sembra spaccato in due.  "E` tutta colpa di come è posizionato il mio negozio" –  ha spiegato a la titolare della profumeria –  aveva ritardato il pagamento per motivi tecnici e la mia cliente era davvero sulle spine. Se non dovesse più  venire a Ponte dell`Olio per colpa di una multa andrò io a casa sua quando ne avrà  bisogno".

 

 Alcuni testimoni però già raccontano che all'arrivo di una vigilessa, e di fronte alla sua inflessibilità, la Bersani avrebbe pronunciato la sgradevole frase:  "Lei non sa chi sono io". E che al momento della multa, sarebbe scattato un lungo applauso della piccola folla accorsa sul posto.

 



Inviato da iPad

Danske Bank, annunciato il taglio di 3 mila posti di lavoro


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Danske Bank, annunciato il taglio di 3 mila posti di lavoro

I posti di lavoro nel settore bancario sono a rischio anche nel nord Europa: lo dimostra Danske Bank, una delle più importanti banche danesi...


Inviato da iPhone

Tedeschi sempre più ricchi. Patrimonio miliardario da record!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Tedeschi sempre più ricchi. Patrimonio miliardario da record!

di REDAZIONE


Nel bel mezzo della crisi del debito in Europa, la Germania non è mai stata così ricca come oggi: il patrimonio complessivo privato dei tedeschi ha raggiunto il record di 4.811 miliardi di Euro, nell'ultimo trimestre è cresciuto di altri 39 miliardi di euro, secondo i dati diffusi oggi dalla Banca centrale tedesca.


"E' quasi inquietante", commenta Handelsblatt, "mentre il Sud del continente sprofonda nella recessione, la disoccupazione si allarga, le banche dipendono dall'elemosina della Bce e le aziende non hanno accesso al credito", la "Germania è un'oasi in Europa": "Fioriscono i settori dei macchinari e dell'impiantistica, l'occupazione è a un livello record così come le esportazioni". E le stime della crescita puntano a un +3%.


"Quanto potrà durare ancora?", si chiede il quotidiano economico tedesco.


FONTE: TMNews



Inviato da iPhone

Ricerca shock: è più sicuro investire in Siria che in Grecia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ricerca shock: è più sicuro investire in Siria che in Grecia




Secondo un'indagine condotta da su mille direttori finanziari, la preoccupazione maggiore per chi investe all'estero resta ancora la crisi economica dell'Eurozona. Al punto che ritengono più sicuro investire in Siria - nonostante la guerra - che non in Grecia. Scelto e tradotto per voi dal Washington Post.





leggi tutto



Inviato da iPhone

“Contagion” e i film catastrofici per educare le masse


Ti è stato inviato tramite Google Reader

"Contagion" e i film catastrofici per educare le masse

I film di Hollywood vengono solitamente presentati come una forma di intrattenimento, ma le loro trame spesso nascondono un ordine del giorno specifico. I film catastrofici sulla fine del mondo che si snodano attraverso svariate crisi di massa, sono particolarmente interessanti in quanto seguono tutti la stessa formula di base e omaggiano tutti le stesse entità. In questo articolo, andremo ad analizzare il film 'Contagion' che "insegna" ai suoi telespettatori di chi ci si può fidare e di chi no durante una crisi.



La maggior parte delle persone guarda i film per divertirsi o rilassarsi. Beh, io per primo posso dire che Contagion non è per niente divertente. In realtà, l'unica differenza tra questo film e i documentari educativi sponsorizzati dal governo e mostrati nelle scuole, è che con Contagion bisogna pagare il biglietto per essere indottrinati … e ovviamente per vedere Matt Damon. Durante la guerra fredda, venivano mostrati agli studenti video su come comportarsi in caso di attacco nucleare. Contagion condiziona le masse ad aspettarsi la legge marziale e a correre a vaccinarsi in caso di crisi.


Con una schiera di attori che comprende super star di Hollywood quali Matt Damon, Laurence Fishburne, Jude Law e Gwyneth Paltrow, Contagion è da considerarsi un prodotto di punta per Hollywood, ma è anche propaganda per promuovere specifiche agenzie nazionali e internazionali, incoraggiando nel contempo comportamenti specifici da parte del pubblico. La trama del film sembra seguire la paura riguardo l'H1N1 del 2009, che lasciò molti cittadini incerti circa la reale pericolosità del virus. Infatti, dopo mesi di terrificanti notizie sommate ad una campagna di vaccinazione di massa, una porzione importante della popolazione concluse che la paura per l'H1N1 fosse una esagerazione e le vaccinazioni non necessarie.


Questo sondaggio condotto nel novembre del 2009 evidenzia che il 53% dei canadesi ritiene che i rischi associati al virus H1N1 siano esagerati.


Sulla scia di questa "crisi",  l'Organizzazione Mondiale della Sanità (nota come OMS) viene aspramente criticata e addirittura accusata di collusione con la Big Pharma per la distribuzione e la vendita di vaccini. Anche la US Centers for Disease Control and Prevention (CDC) subì forti critiche dopo che le indagini rivelaron...



Inviato da iPhone

Prima la segretaria, poi la moglie. Bersani rovinato dalle donne


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Prima la segretaria, poi la moglie. Bersani rovinato dalle donne

Diciamo la verità, la campagna elettorale per le primarie del centrosinistra è avvincente. Non sembra quasi una roba di sinistra. Grande protagonista è senza dubbio Renzi, dapprima protagonista con la sua rottamazione che ha fatto saltare Veltroni e D'Alema, e poi con la questione Cayman e il mai risolto tabù della sinistra e i soldi. Ma anche gli altri due hanno il loro bel daffare. Vendola alle prese con la magistratura, e Bersani rovinato dalle donne.


leggi tutto



Inviato da iPhone

Atene trova un accordo con la troika


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Atene trova un accordo con la troika

Il premier greco annuncia un'intesa che dovrà essere approvata dal Parlamento


Inviato da iPhone

UBS. 10’000 licenziamenti e una perdita netta di 2.17 miliardi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

UBS. 10'000 licenziamenti e una perdita netta di 2.17 miliardi

UBS accelera la ristrutturazione e entro il 2015 porterà a 54'000 il numero dei suoi collaboratori. Di conseguenza saranno soppressi circa 10'000 posti di lavoro a livello internazionale. Di questi, 2'500 saranno tagliati nelle sedi in Svizzera.



L'accelerazione dell'attuazione della strategia mira all'abbandono o alla razionalizzazione di diverse attività in seno all'Investment Bank, ha precisato martedì UBS.

La banca prevede di focalizzare questa unità – fonte di perdite croniche dall'inizio della crisi finanziaria – sui punti forti, ossia la consulenza, l'analisi finanziaria, gli scambi e i metalli preziosi.

Di conseguenza verranno abbandonati prestiti e titoli, settori che esigono una quantità enorme di capitale e la cui redditività è stata danneggiata dall'evoluzione dei mercati e dalle modifiche dei regolamenti intervenute dall'inizio della crisi finanziaria, soprattutto in materia di fondi propri.

L'operazione dovrà permettere a UBS di risparmiare ulteriori 3.4 miliardi di franchi l'anno.

I licenziamenti toccheranno 2'500 salariati in Svizzera e 7'500 nelle sedi internazionali, in particolare a Londra, New York e Singapore. Riduzioni di personale sono contemplate anche nel settore informatico della banca.



"Una decisione difficile da prendere – ha commentato il direttore generale Sergio Ermotti – soprattutto nella nostra attività, che si basa sulle persone. Diverse riduzioni d'impieghi saranno compensate dal tasso di normale fluttuazione e adotteremo tutte le misure necessarie per attenuare l'impatto globale di questi cambiamenti."

Per quanto riguarda i risultati del terzo trimestre 2012, stamani UBS ha comunicato di aver subìto una perdita netta di 2,17 miliardi di franchi, contro il beneficio netto di 1,02 miliardi del terzo trimestre 2011.

Una performance trimestrale che si è rivelata nettamente inferiore alle attese degli analisti, che attendevano un beneficio netto di almeno 430 milioni di franchi.





Inviato da iPhone

“Roma sarà invasa dai rifiuti, il governo dovrà intervenire”. E noi pagheremo!!!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

"Roma sarà invasa dai rifiuti, il governo dovrà intervenire". E noi pagheremo!!!

di REDAZIONE


In un recente passato abbiamo dato spettacolo in tutto il mondo con i rifiuti di Napoli. Ma quel immondo spettacolo rischia di essere quasi nulla se qualcosa di analogo dovesse succedere a Roma. E non è un'ipotesi peregrina, perchè la discarica di Malagrotta (la più grande d'Europa) è usaurita, ma veti incrociati impediscono di trovare una soluzione. Così il ministro dell'Ambiente Corrado Clini è costretto a lanciare l'allarme: "Il commissario sta lavorando a delle soluzioni. Se queste alla fine non risultano praticabili,  perche' c'e' un'opposizione politica a questo punto o Roma si riempie  di rifiuti o il governo si fa carico di iniziative eccezionali. Quali non ve lo dico. Sono otto mesi che ci stiamo occupando del problema rifiuti di Roma e per otto mesi abbiamo avuto il gioco dell'oca. Ogni volta che e' venuta fuori una soluzione, quella non andava bene all'uno o all'altro. Adesso basta giocare". Capite bene cosa si sta profilando: che il governo sarà costretto a intervenire, magari inviando per qualche tempo all'estero la spazzatura dei romani a spese dei contribuenti. Scommettiamo che finisce così?


Circa soluzioni alternative al sito di Monti dell'Ortaccio Clini risponde: "Il prefetto Sottile e' stato incaricato dal governo di trovare una  soluzione e ce la presentera'. Se questa soluzione non e' praticabile per ragioni che non dipendono da procedure tecniche ma da problematiche di tipo diverso, le stesse che per 40 anni hanno impedito a Roma di risolvere la questione rifiuti, dovremmo trovare un'altra soluzione".



Inviato da iPhone

Equitalia ed il crollo dell'imoero romano


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Equitalia ed il crollo dell'imoero romano


Befera fa' Crollare Imperi 

di Maurizio Blondet, rischiocalcolato

attilio Befera fa' Crollare Imperi (di Maurizio Blondet)
A proposito dell'ottimo pezzo del professor Giuseppe Sandro Mela  "Finalmente una buona notizia! Le tasse non possono superare il 100 per cento", vorrei portare un precedente storico: nell'impero romano, la esazione fiscale era diventata così efficiente dopo la "riforma" di Diocleziano (imperatore dal dal 284 al 305), da indurre la gente a….smettere  di produrre.  Niente produzione, niente imponibile.

Lo spiega lo scrittore Lattanzio (240-320 dopo Cristo).  Dovunque nell'impero i contadini, per "il peso enorme delle tasse" (enormitas ind...


Inviato da iPhone

Bussola mutui: la conferma del crollo delle richieste e delle erogazioni


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Bussola mutui: la conferma del crollo delle richieste e delle erogazioni

E' stata resa pubblica la nuova edizione della "Bussola Mutui", il resoconto trimestrale pubblicato e distribuito da Crif e Mutuisupermarket, che analizza i principali fenomeni che ruotano intorno al mercato delle compravendite e dei mutui residenziali.


Tra gli elementi più eclatanti riportati nel bollettino, anche per l'ultimo trimestre analizzato si coglie l'ennesimo segnale di forte riduzione delle erogazioni dei finanziamenti; un progressivo incessante trend negativo in atto ormai da ben cinque trimestri consecutivi. In particolare, per il secondo trimestre di quest'anno la riduzione dei flussi erogati per mutui "acquisto immobili e abitazioni da parte di famiglie consumatrici" è del quasi 52% rispetto allo stesso trimestre del 2011.


A livello territoriale, per il secondo trimestre consecutivo, si coglie il dato negativo di come sia il Molise col -70% come anche la città di Torino col -67% siano sottoposti ad una maggior contrazione del credito rispetto al resto del Paese e al contrario come il Trentino si confermi come la regione dove il flusso delle erogazioni mostra dati di minor cedimento segnando un -37% rispetto ad un -40% del trimestre precedente.


La tabella sottostante riporta in dettaglio l'andamento del numero di pratiche di finanziamento effettivamente erogate che rappresentra un interessante dato indice di selettività della clientela operato dalle banche che evidenzia come a livello nazionale col calo del 58% delle pratiche erogate, nel secondo trimestre 2012, siano state portate a termine solo circa 4 pratiche su 10 rispetto allo stesso trimestre del 2011.



Come abbiamo detto già in altre occasioni il dato sconfortante della contrazione del credito concesso alle famiglie è dovuto, oltre che ai fattori come l'irrigidimento dei criteri di selezione della clientela da parte delle banche anche alla forte riduzione delle richieste da parte dei consumatori sempr...



Inviato da iPhone

Deleveraging: negli USA diminuisce la leva finanziaria, ma si socializza il debito


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Deleveraging: negli USA diminuisce la leva finanziaria, ma si socializza il debito

Che cosa è la leva finanziaria e cosa significa fare il deleveraging? E poi, siamo sicuri che negli USA sia in atto un vero deleveraging? Oppure si tende solo a prendere il debito privato e trasformarlo in debito pubblico? Continua a leggere


Inviato da iPhone

Tobin tax, quello che i media non dicono

fuga-stranieri
Si è fatto un gran parlare sugli effetti nefasti di quella che è una delle più assurde decisioni, in ambito comunitario, del nostro Governo nell'aderire all'iniziativa franco-tedesca di politica economica, che va sotto il nome di Tobin Tax.
La motivazione principale dei detrattori di questa misura è la fuga di capitali su altri mercati regolamentati e non, essendo una imposizione fiscale unilaterale solo di alcuni Paesi UE, oltretutto diseguale da Paese a Paese.
La migrazione di denaro, su altre piazze dall'Italia, andrebbe dall'80% per gli strumenti derivati, ad un 30% per quel che concerne i Titoli azionari.

Tasse più odiate: ecco la classifica delle prime dieci!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Tasse più odiate: ecco la classifica delle prime dieci!

di REDAZIONE


Il bollo auto è sceso al settimo posto nella classifica delle 10 imposte più odiate dagli italiani (nel 2010 occupava la seconda posizione e lo scorso anno era scivolato in terza,). L'Iva, alzata di un punto dal governo Monti, e la più recente Imu sono balzate al primo e secondo posto.


Le accise sui carburanti, su elettricità e metano si confermano, come nel 2011, al quarto posto. Irap ed imposte (dirette) sui redditi sono le ultime della graduatoria. Con la crisi, le promesse non mantenute da Berlusconi e l'avvento del governo dei tecnici il rapporto degli italiani con le tasse è cambiato, come rivela la nuova top ten delle imposte più odiate dagli Italiani stilata dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche "Antonella Di Benedetto" di Krls Network of Business Ethics per conto Contribuenti.it Magazine dell'Associazione Contribuenti Italiani. L'indagina è stata condtta su un campione casuale di cittadini maggiorenni residenti in Italia, intervistati telefonicamente nella prima settimana di ottobre.


L'Iva è la tassa più invisa e scala la classifica di ben 7 posizioni rispetto al 2011. La tassa più evasa resta invece il canone Rai, che è al quinto posto.


Ecco la classifica completa. 1. IVA 2. IMU 3. Aggio esattoriale 4. Accise su benzina, energia elettrica e metano 5. Canone Rai 6. TIA/TARSU 7. Bollo auto 8. Contributi consorzi di bonifica 9. Ticket sanitari 10. Imposte sui redditi/Irap


FONTE ORIGINALE: http://www.hubcomunicazione.it



Inviato da iPhone

COSA E' SUCCESSO IN GIAPPONE? NON SARA' DEPRESSIONE



COSA E' SUCCESSO IN GIAPPONE? NON SARA' DEPRESSIONE
MERCATO LIBERO : 335.6651045 | 30 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eSu9a


new york si sta godendo un black out per circa 670.000 case. E il secondo giorno di mercati azionari  chiusi... Si dice che la ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

L'oceano al posto della metropoli



L'oceano al posto della metropoli
VITA NEL PETROLITICO | 30 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eRZsy


Uragano Sandy, scene di devastazione senza precedenti a New York, immagini e commenti: ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

1962: l’anno dei monopoli. Eni, Enel, Ene, Mattei e altre storie di pirateria



1962: l'anno dei monopoli. Eni, Enel, Ene, Mattei e altre storie di pirateria
CHICAGO BLOG | 29 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eRou7
Ieri molti giornali hanno dedicato ampie pagine a santificare Enrico Mattei, nel cinquantenario della morte in condizioni, ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

Perchè la Buba ha ritirato segretamente 2/3 del suo oro a Londra?



Perchè la Buba ha ritirato segretamente 2/3 del suo oro a Londra?
ARGENTO FISICO | 29 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eRdqd


Accidenti, tradurre Tyler mi fa venire in mente quando al liceo si traduceva Cicerone.. che frasi costruite! Mica facile. ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

Napolitano vuole nuove regole elettorali, chissà perchè?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Napolitano vuole nuove regole elettorali, chissà perchè?

Nel 2013 è necessario che i partiti politici si "sottopongano al corpo elettorale sulla base di nuove regole". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, parlando al Quirinale in occasione dei 150 anni della Corte dei conti. Il nostro Presidente, europeista "convinto", dimentica però che :Nel documento di "Codice di buona condotta" rilasciato [...]


Inviato da iPhone

Illuminati, nazisti e lo Stato illegale di Israele


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Illuminati, nazisti e lo Stato illegale di Israele

Dean Henderson, Left HookCounterpsyops


Se vogliamo porre fine al conflitto israelo/palestinese, dobbiamo sapere chi ha creato Israele e perché. Nel 1917, il ministro degli esteri britannico Arthur Balfour scrisse una lettera al sionista Lord Lionel Walter Rothschild, in cui esprimeva il proprio sostegno a una patria ebraica in Palestina, in Medio Oriente. Questa Dichiarazione Balfour giustificò il brutale sequestro delle terre palestinesi per la fondazione di Israele dopo la seconda guerra mondiale. Israele sarebbe servito non come alcuni pensano come "patria ebraica", ma come asse centrale per il controllo sulla fornitura di petrolio mondiale da parte dei Rothschild/Otto Famiglie. Il barone Edmond de Rothschild costruì il primo oleodotto dal Mar Rosso al Mediterraneo per trasportare il petrolio iraniano della BP in Israele. Creò la Banca Generale israeliana e la Paz Oil, ed è considerato il padre dela moderno Israele.

I Rothschild sono il clan più ricco del pianeta, con un patrimonio stimato di 100.000 miliardi di dollari. Controllano Royal Dutch/Shell, BP, Anglo-American, BHP Billiton, Rio Tinto, Bank of America e decine di altre multinazionali e banche. Sono i maggiori azionisti della Banca d'Inghilterra, della Federal Reserve e della maggior parte di ogni banca centrale privata nel Mondo. Avevano bisogno di una presenza in Medio Oriente per proteggere le loro nuove concessioni petrolifere, che acquistarono tramite la facciata dei Quattro Cavalieri, come il Consorzio iraniano, la Iraqi Petroleum Company e l'Aramco saudita. Shell e BP dei Rothschild formarono questi cartelli con la metà dei Rockefeller dei Quattro Cavalieri, Exxon-Mobil e Chevron-Texaco. Questa nuova alleanza necessitava della "relazione speciale" tra la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, che esiste ancora oggi. I Rothschild e gli altri ricchi azionisti europei avrebbero potuto ora utilizzare l'esercito degli Stati Uniti come forza mercenaria, schierata per proteggere i loro interessi petroliferi, ma pagata dai contribuenti statunitensi. Israele avrebbe lo stesso scopo, vista la sua stretta vicinanza ai giacimenti petroliferi. Il Mossad israeliano è meno un servizio segreto nazionale che una forza di sicurezza delle famiglie Rothschild/Rockefeller.

I Rothschild esercitano il controllo politico attraverso la segreta Business ...



Inviato da iPhone

Google: Strumento Prediletto del Grande Fratello


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Google: Strumento Prediletto del Grande Fratello

di mcdozer

Traduzione di Anticorpi.info


Nonostante tutti i tentativi di presentarsi sotto forma di società giovane, innovativa e user friendly, la politica intrapresa da Google negli ultimi tempi, in particolare con alcune recenti introduzioni, rivela chiaramente per chi stiano realmente lavorando.


Le loro energie e risorse vengono investite in tecnologie che non servono soltanto a dare la caccia ai colpevoli delle violazioni del copyright, ma in un prossimo futuro potranno consentire alle autorità (o a chiunque stia loro simpatico, se è per questo) di individuare qualsiasi utente, in ogni momento ed in ogni luogo esistente sulla faccia della Google Heart.


La macchina macina-miliardi ha dimostrato che ciò che in realtà le sta realmente a cuore non è il flusso di informazioni fruibile dal popolo, ma il flusso di informazioni circa il popolo, fruibile dallo attuale sistema orwelliano, il cui interesse risiede principalmente nel controllare, manipolare e sfruttare le masse fino all'ultima goccia.



Ad esempio, se Google fosse realmente interessato alla diffusione di informazioni in tutte le direzioni, (e non solo dall'alto verso il basso), non cancellerebbe un video solo perché contiene una parte di una canzone di cui qualche casa discografica detiene i diritti, in particolare se si tratta di un pezzo ignoto ai più. Chiunque con due centesimi di sale in zucca, come imprenditore non potrebbe che gradire se qualcuno pubblicizzasse il suo prodotto gratuitamente. Se è valido, infatti, dopo averlo assaggiato la gente potrebbe decidere di acquistarlo.


Ma dopotutto coloro di noi che abbiano familiarità con le reali funzioni assolte dallo show-business, sanno come le case discografiche non siano necessariamente interessate a promuovere artisti votati alla diffusione di messaggi pacifici, edificanti o politicamente provocatori. A volte li producono solo per poterli oscurare, così che possano proseguire indisturbatamente a subissare il mercato con il loro genere di 'arte' preferito, che rafforzerà la vocazione per la stupidità, il materialismo, la violenza di ogni genere (in particolare nelle scuole), e la riduzione della popolazione mondiale inducendo molti di noi ad assumere abitudini suicide.


I padroni del Nuovo Ordine Mondiale non sono interessati che udiate le melodie di Nicole McMullen o di altri artisti positivi; bramano invece che i vostri figli impazziscano sulle note di Rammstein e Marilyn Manson. Come con la politica e altri rami della grande industria, un certo prodotto o nuova tendenza può sembrare promettente, come l'attuale recita politicamente corretta imbastita con Obama a Washington, ma la realtà del ...



Inviato da iPhone

Boeing: arriva il fantascientifico missile anti-elettronica


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Boeing: arriva il fantascientifico missile anti-elettronica

boeingtest.jpg

Chissà quanti racconti di fantascienza sono stati scritti sull'argomento. Chissà quanti di noi si sono ritrovati in qualche chiacchiera da pizzeria, argomento: "Se inventassero un'arma che distrugge tutta l'elettronica?" e giù scenari inverosimili. (Almeno, queste sono le chiacchiere che toccano a me, quando vado in pizzeria).

Continua a leggere Boeing: arriva il fantascientifico missile anti-elettronica...

Commenta »






Inviato da iPhone

Acc...ci sono arrivato con soli 36 anni di ritardo...


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Acc...ci sono arrivato con soli 36 anni di ritardo...

Acc...ci sono arrivato con soli 36 anni di ritardo...:-)

Scherzi a parte....passare il Rubicone del NERO, che ormai molto spesso si configura come semplice Autodifesa ed Autoriduzione Fiscale allo scopo di sopravvivere, ha assunto un senso d'inevitabilità in base a come è cambiato il contesto soprattutto negli ultimi 7 anni, per le svariate ragioni che vi spiegavo nei miei ultimi tre post.



Persino una parte più illuminata e meno collusa delle Istituzioni sta iniziando ad avallare l'autodifesa contro una pressione fiscale reale al 70% (burocrazia inclusa...),

che in questi tempi di...



[ clicca sul titolo per continuare a leggere ]


Inviato da iPhone

Quando Esploderà il Giappone? Secondo Rischio Calcolato molto Presto.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Quando Esploderà il Giappone? Secondo Rischio Calcolato molto Presto.

L'economia giapponese è una specie di bomba a tempo termonucleare, sappiamo che esploderà, sappiamo che trascinerà nella distruzione una gran parte del sistema finanziario mondiale, ma non abbiamo la minima idea di quando accadrà.


Cerchiamo di ricapitolare alcuni fatti che riguardano il Giappone:


Fatto 1:  Il Debito Pubblico.


Sov%20Debt%20to%20GDP 0 Quando Esploderà il Giappone? Secondo Rischio Calcolato molto Presto.


Il Giappone ha un rapporto Debito/Pil che a fine 2012 sarà di circa il 235%, ovvero il per ogni Yen di prodotto interno lordo ci sono 2,3 Yen di debito pubblico.


Fatto 2: Il Debito Totale (dati al primo semestre 2011)


International debt by sector Quando Esploderà il Giappone? Secondo Rischio Calcolato molto Presto.


Il Giappone ha un rapporto fra debito totale (pubblico+privato) e il suo pil del 512% ( a metà 2011, a fine 2012 dovremmo essere al 525%), ovvero per ogni Yen di PIL prodotto all'anno esistono 5,12 Yen di debito.


Fatto 3: Il saldo primario del Giappone, ovvero il deficit pubblico del Giappone esclusa la spesa per interessi (dato al primo trimestre 2011)


P121004 31 Quando Esploderà il Giappone? Secondo Rischio Calcolato molto Presto.


Siamo all'8% sul Pil, ovvero il Giappone nel 2011 (e anche nel 2012) ha aumentato il debito pubblico dell'8% senza contare le spese per interessi (si arriva a circa il 9%).


Fatto 4:  Gli interessi che il Giappone paga sul suo debito in rapporto a quanto riesce a prendere dalle tasse.


Interest%20to%20Revenue 0 Quando Esploderà il Giappone? Secondo Rischio Calcolato molto Presto.


Siamo al 20% (nel 2010, ad oggi il rapporto non è cambiato).


 




Inviato da iPhone

Spagna, Bad bank comporterà svalutazioni fino al 63% su asset tossici


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Spagna, Bad bank comporterà svalutazioni fino al 63% su asset tossici

La bad bank creata per isolare gli asset tossici in pancia alle banche spagnole comporterà una serie svalutazioni che vanno dal 46% sui prestiti al [...]




Inviato da iPhone

LA CRISI, UNO STRUMENTO PER LA COSTRUZIONE DELL'EURO-IMPERO


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA CRISI, UNO STRUMENTO PER LA COSTRUZIONE DELL'EURO-IMPERO

 "


DI ANDREI GANZHA E SERGEI KLIMOVOSKY
voltairenet.org

Il quarto anniversario del crollo della Lehman Brothers - il momento cruciale che ha segnato l'escalation degli accrescenti problemi mondiali in una vera e propria crisi – è passato praticamente inosservato lo scorso 15 Settembre. Le ormai datate previsioni, che apparivano macabre – del tipo: ci vorranno un paio d'anni prima di intravedere la luce infondo al tunnel – ora risultano come ridicolo ottimismo. Oggigiorno, la ripresa non sembra poter iniziare prima di un decennio, mentre gli allarmisti prevedono problemi decisamente più gravi, incluso un conflitto militare su scala mondiale."


Leggi tutto



Inviato da iPhone

I TEDESCHI PREOCCUPATI PER LE LORO RISERVE AUREE ALL’ESTERO


Ti è stato inviato tramite Google Reader

I TEDESCHI PREOCCUPATI PER LE LORO RISERVE AUREE ALL'ESTERO

 " Fonte: SPIEGEL.DE

Controllare le casseforti

Gran parte delle massicce riserve auree della Germania sono custodite all'estero, principalmente nella Federal Reserve di New York, ma i lingotti si trovano davvero dove dovrebbero essere? Si è acceso un dibattito riguardo all'ipotesi che la banca centrale debba controllare il suo oro oppure se la Germania può fidarsi dei suoi partner internazionali.


La Germania possiede riserve auree di quasi 3.400 tonnellate, la seconda riserva maggiore al mondo dopo quella statunitense. Molto dell'oro è in custodia delle banche centrali al di fuori della Germania, soprattutto presso la Federal Reserve di New York."


Leggi tutto



Inviato da iPhone

Elezioni siciliane"La vittoria di Pirlo/a"del centro sinistra


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Elezioni siciliane"La vittoria di Pirlo/a"del centro sinistra


20101115 bersani Elezioni siciliane"La vittoria di Pirlo/a"del centro sinistra

Appena appresa la lieta novella della scontata indotta e finanche artificiosa vittoria Siciliana..il Bersani etereo impalpabile segretario dello sfiatato PD come da copione si è lanciato nella solita asimmetrica analisi..del caso "Siciliano". Definendo con grade prodigalità di boria e sicumera l'incoronazione del suo candidato Crocetta a governatore dell'isola (un evento storico).

Insomma secondo il pro tempore capo bastone del partito democratico il popolo siciliano avrebbe svoltato a sinistra! Una dichiarazione quella del volatile segretario che sin da subito si rivela dissonante falsa, a tratti tragicomica. In Sicila in realtà ha vinto il movimento 5 stelle che di fatto si è confermato il primo partito dell'isola, nonchè l'astensionismo dato che più di un siciliano su due ha preferito disertare le urne…tutti gli altri hanno ineluttabilmente perso! Insomma non esiste niente di più forviante di quanto dichiarato dal segretario degli pseudo progressisti. Il centro sinistra ha vinto checchè se ne dica solo in virtù del fatto che si è alleato con quella pala eolica di Casini, e non con i Vendola e i Di Pietro, per la scissione implosione del centrodestra a livello nazionale, e per la variabile dell'astensionismo. Altro che vittoria elettorale..quella del centro sinistra è stata la classica vittoria di "un Pirla".

A schede ferme e cabine elettorali chiuse..quello che appare rimane ..è invero la sensazione di un'Italia che vuole cambiare voltare pagina! Cosa abbiano da esultare Casini e Bersani..rimane un enigma..di fatto il loro neo governatore non detiene ne la la maggioranza ne i numeri a palazzo..tanté che per poter governare Crocetta dovrà scendere a patti con il movimento 5 stelle la lista di Miccichè e simili. Insomma la strada imboccata dal centro sinistra è stretta e irta di pericoli.

Non ci è dato di sapere ...



Inviato da iPhone

L’auto europea in agonia, fa eccezione la Rover da quando è indiana


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'auto europea in agonia, fa eccezione la Rover da quando è indiana




Riccardo Celi







Chiusure, ridimensionamenti, cassa integrazione. Da Ford a Peugeot, le case automobilistiche stanno tagliando la produzione. Con qualche eccezione come Jaguar Land Rover. Esclusa Chrysler, Fiat chiude i primi nove mesi 2012 in perdita di 800 milioni di euro, rispetto all'utile di 1,2 miliardi al settembre 2011.





leggi tutto



Inviato da iPhone

Spagna: parte la "bad bank"


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Spagna: parte la "bad bank"

Al nastro di partenza la "bad bank" spagnola: riacquisterà i crediti in sofferenza delle banche spagnole al 46% del loro valore nominale.


Inviato da iPhone

ORO: tendenza di breve al ribasso ma occhio al rimbalzo


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ORO: tendenza di breve al ribasso ma occhio al rimbalzo

Grafico ORO ed analisi della tendenza. Fase correttiva in atto ma attenzione. Il livello di Fibonacci, le bande di Bollinger e l'indicatore proprietario ci illustrano che... Continua a leggere


Inviato da iPhone

Che strani i mercati: sono spaventati dalla democrazia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Che strani i mercati: sono spaventati dalla democrazia






Chissà se Beppe Grillo e i suoi elettori avrebbero mai immaginato un giorno di mettere soggezione agli investitori con la loro battaglia politica. E chissà se le pretese degli analisti del mondo potranno mai conciliarsi con l'esercizio del diritto di voto. Intanto l'ex comico può ritenersi soddisfatto.





leggi tutto



Inviato da iPhone

Zona euro: Il sentiment economico scende ai minimi da agosto 2009


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Zona euro: Il sentiment economico scende ai minimi da agosto 2009

L'indice che misura il sentiment economico è sceso questo mese a 84,5 punti.





Inviato da iPhone