31/10/12

Barnard VS Carbone


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Barnard VS Carbone


Avevo sentito del loro convegno a Rimini e quasi quasi volevo andarci, sempre curioso, poi mi son detto che avrei trovato tutto su YouTube... beh qualcosa ho trovato, ma di un convegno sulla MMT di febbrajo scorso. Ecco l'introduzione fatta da Paolo Barnard allora (inizia al minuto 5:00), se volete trovate un po' tutti gli interventi dei vari relatori con una ricerchina su YT











E per par condicio (!) ecco quì subito come inizia Francesco Carbone (austriaco) in un suo post, proprio oggi, sulla MMT su UsemLab:





"Perché da bambini crediamo a Babbo Natale? Potremmo scoprirlo leggendo questa intervista ad uno psicoterapeuta grazie al quale troviamo conferma del fatto che "quando un bimbo smetterà di crederci, sostituirà questa bella storia con altre credenze fantastiche". Una di queste credenze fantastiche che ultimamente va per la maggiore, anche per il motivo che rappresenta una summa di diverse credenze ben consolidate, si chiama MMT, modern money theory.



Volendo riassumere la MMT all'osso è sufficiente lo spazio di un Tweet: "Ottime notizie: Babbo Natale è tornato anche per i grandi, si chiama Stato e la sua slitta è la stampante monetaria". Fine della MMT. I doni che promette e di cui è prodigo, però, sarebbe bene non riceverli mai: nell'aprirli potreste invidiare tantissimo quel bambino cattivo che invece per punizione riceverà dalla befana solo qualche pezzo di carbone.




La MMT non è una teoria nuova. Un secolo fa veniva chiamata Char...


Inviato da iPhone

Borse europee: Pesante Londra, lievi rialzi per Milano e Madrid


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Borse europee: Pesante Londra, lievi rialzi per Milano e Madrid

Sulla borsa di Londra hanno pesato le forti perdite di BG Group e Barclays.


Inviato da iPhone

I migliori costumi di Halloween di sempre


Ti è stato inviato tramite Google Reader

I migliori costumi di Halloween di sempre

Ecco a voi una raccolta d'immagini delle maschere più belle mai sfoggiate per la notte del 31 ottobre




Inviato da iPad

Inghilterra: nel 2014, sarà un'economia da Terzo Mondo


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Inghilterra: nel 2014, sarà un'economia da Terzo Mondo

pioggiainghilterra.jpg

Vi consiglio la lettura di questo articolo su CNBC, che recensisce un nuovo libro in cui gli autori dipingono un fosco futuro per l'economia del Regno Unito: "Verso Sud. Perché la Gran Bretagna avrà un'economia da Terzo Mondo nel 2014". L'ho trovato interessante, perché credo che per molti versi la teoria possa essere applicata all'Italia del governo Monti.

Continua a leggere Inghilterra: nel 2014, sarà un'economia da Terzo Mondo...

Commenta »





Inviato da iPad

La Fiat licenzia 19 operai per assumere quelli della Fiom


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Fiat licenzia 19 operai per assumere quelli della Fiom

Il sindacato: "E' un ricatto". Bonanni critica la Cgil





Inviato da iPad

Arriva il 'redditest', verifica spese-redditi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Arriva il 'redditest', verifica spese-redditi

Autoverifica per coerenza spese-redditi, se luce rossa a rischio


Inviato da iPad

Pannelli solari: una "malattia" contagiosa


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Pannelli solari: una "malattia" contagiosa

installsolare.jpg

Interessante notizia via Science Daily. Secondo una ricerca delle Università di Yale e di New York, sembra che l'installazione di pannelli solari causi una specie di "effetto valanga" che induce intere aree ad adottarli in massa.

Continua a leggere Pannelli solari: una "malattia" contagiosa...

Commenta »






Inviato da iPhone

Nessun accordo con la troika, Grecia vicina ad altri scioperi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Nessun accordo con la troika, Grecia vicina ad altri scioperi

"Lo sciopero è stato indetto dai due principali sindacati per protestare contro il programma di austerity del governo. Intanto fa sapere il portavoce del Commissario agli affari economici Olli Rehn, non è stato raggiunto alcun accordo tra Grecia e Troika."


da Rainews



Inviato da iPhone

MMT, anche Babbo Natale potrà stampare la moneta


Ti è stato inviato tramite Google Reader

MMT, anche Babbo Natale potrà stampare la moneta

di REDAZIONE


Perché da bambini crediamo a Babbo Natale? Potremmo scoprirlo leggendo questa intervista ad uno psicoterapeuta grazie al quale troviamo conferma del fatto che "quando un bimbo smetterà di crederci, sostituirà questa bella storia con altre credenze fantastiche". Una di queste credenze fantastiche che ultimamente va per la maggiore, anche per il motivo che rappresenta una summa di diverse credenze ben consolidate, si chiama MMT, Modern Money Theory.


Volendo riassumere la MMT all'osso è sufficiente lo spazio di un Tweet: "Ottime notizie: Babbo Natale è tornato anche per i grandi, si chiama Stato e la sua slitta è la stampante monetaria". Fine della MMT. I doni che promette e di cui è prodigo, però, sarebbe bene non riceverli mai: nell'aprirli potreste invidiare tantissimo quel bambino cattivo che invece per punizione riceverà dalla befana solo qualche pezzo di carbone.


La MMT non è una teoria nuova. Un secolo fa veniva chiamata Chartalism. Per una curiosa ironia tra i termini Ciartalista e Ciarlatano passa poca differenza, più o meno la stessa che nella sostanza divide il Ciartalismo da una cialtronata. Essa era nota anche come teoria nominale della moneta o teoria statale della moneta e venne inizialmente propugnata da un certo Knapp su cui già scrisse Mises nel suo Teoria della moneta e dei mezzi di circolazione. Tra le altre cose Mises chiosò: La teoria di Knapp non è una cattiva teoria monetaria, non è affatto una teoria! (e a tal proposito si legga anche questo mio articolo). Mosler, insieme a un certo Mitchell, è uno dei guru indiscussi della MMT. Pare che abbia affermato di averla elaborata senza mai aver letto niente di Knapp e del Chartalism, neanche aveva mai letto Keynes se non in qualche passaggio citato da altri. La MMT sarebbe quindi frutto esclusivo dei suoi ragionamenti, una creazione indipendente avulsa da qualunque pensiero economico espresso in precedenza.


Di menti veramente bacate ne nascono di certo più d...



Inviato da iPhone

Grecia: La recessione sarà nel 2013 peggiore del previsto


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Grecia: La recessione sarà nel 2013 peggiore del previsto

Il governo greco ha rivisto al ribasso le sue previsioni sul PIL nel 2013. È quanto emerge dalla  bozza di...


Inviato da iPhone

Area Euro: mercato dei crediti paralizzato


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Area Euro: mercato dei crediti paralizzato



Il sondaggio presso i responsabili delle politiche creditizie delle principali banche dell'area Euro pubblicato oggi dalla BCE ha evidenziato come per le aziende sia sempre più problematico ottenere dei prestiti. Il sondaggio, condotto tra il 20 settembre ed il 9 ottobre, ha evidenziato come la percentuale delle banche che ha reso più restrittivi i propri criteri di accesso al credito per le imprese ha superato del 15% quella di chi li ha resi meno stringenti. Si tratta di un ulteriore incremento rispetto al 10% del trimestre precedente. Le banche hanno dichiarato di attendersi un trend simile anche nel quarto trimestre, segnale che un miglioramento non è imminente. Tuttavia non è solo l'offerta di credito a risentire delle prospettive negative dell'economia. Le banche, infatti, hanno rilevato anche un calo della domanda di credito da parte delle aziende più accentuato rispetto a quello del trimestre precedente. Il trend negativo della domanda dovrebbe continuare, anche se in maniera meno accentuata, anche nell'ultimo trimestre dell'anno e riflette il calo della fiducia delle imprese evidenziato da tutti gli indici di ottobre pubblicati nelle ultime settimane.

Il sondaggio pubblicato oggi dalla BCE si unisce alle pessime indicazioni arrivate la scorsa settimana dall'andamento degli aggregati monetari, che in settembre avevano visto una marcata contrazione della liquidità: M1 era scesa di 17 miliardi di Euro e M3 di 30 miliardi. Per le prospettive del settore industriale è stato negativo il calo dei prestiti alle società non finanziarie: -1.4% y/y da -0.7% in agosto.


Inviato da iPhone

Per piacere !



Ormai non so più come dirtelo. Ho provato con la logica, poi con gli insulti. Ma hai vinto tu e allora te lo chiedo in ginocchio.
Silvio per piacere, ritorna alle tue feste eleganti, ora che hai più tempo e anche più scelta “geografica” (dopo gli acquisti delle nuove case, va beh sono acquisti con inquilini dentro, ma magari ti fanno posto). Le ragazze non mancano, l’hai dett

LA DERIVA MILITARISTA, ULTIMO BALUARDO DELL'UNIPOLARISMO USA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA DERIVA MILITARISTA, ULTIMO BALUARDO DELL'UNIPOLARISMO USA

Con l'implementazione del "nuovo concetto strategico", l'Alleanza Atlantica ha "superato" i vincoli fissati dall'articolo 5 dello Statuto estendendo il proprio campo operativo, che originariamente era circoscritto alla zona settentrionale rispetto al Tropico del Cancro confinata ai limiti territoriali dei Paesi membri, al mondo intero, trasformandosi pertanto in una immensa impresa militare capace di sfoggiare un impareggiabile fatturato. 
Di Giacomo Gabellini
Le spese sostenute nel 2011 dai 28 Stati membri ammontano a 1.038 miliardi di dollari. Una cifra equivalente al 60% della spesa militare mondiale che, integrata con altre voci di carattere militare, copre i due terzi della spesa militare planetaria. Nel corso dell'ultimo decennio, tuttavia, la spesa statunitense è passata dal 50 al 70% circa della spesa complessiva, mentre quella europea è progressivamente calata. Per questa ragione il Segretario Generale della NATO Anders Fogh Rasmussen ha evidenziato, nel corso del vertice dell'Alleanza Atlantica tenutosi a Chicago nel maggio 2012, il fatto che qualora il divario di capacità militari tra le due sponde dell'Atlantico dovesse allargarsi ulteriormente, «rischiamo di avere, a oltre vent'anni dalla caduta del Muro di Berlino, un'Europa debole e divisa »(1).

Dal vertice di Chicago sono inoltre giunti messaggi piuttosto chiari riguardo all'approccio che gli Stati Uniti e i loro "alleati" adotteranno negli anni a venire. Secondo il Segretario Rasmussen, lo "scudo antimissile" diverrà pienamente operativo nel 2018. Già n...


Inviato da iPhone

ESM: che ne dicono Fornero, Fassino, Grillo e Di Pietro


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ESM: che ne dicono Fornero, Fassino, Grillo e Di Pietro


Crisi? Quale Crisi? - Una ragazzina intervista alcuni politici sul MES (ESM)

Di Debora Billi - Mercoledì 31 Ottobre 2012




Una ragazzina intervista Lidia Undiemi e un po' di politici, Elsa Fornero, Piero Fassino, Beppe Grillo, Antonio Di Pietro, sul Meccanismo di Stabilità Europeo (alias "Fondo Salva Stati")... quello che non ho MAI visto in tv, in nessun programma









Inviato da iPhone

Cash trapping: la nuova tecnica di furto al bancomat


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Cash trapping: la nuova tecnica di furto al bancomat

Il video che mostra i ladri in azione





Inviato da iPhone

SE DENUNZI CHE UN POSTINO BUTTA VIA LA POSTA E I CARABINIERI LO PIZZICANO, LA REPUBBLICA TI NOMINA CAVALIERE E LE POSTE…TI LICENZIANO. di Roberto Fantoni


Ti è stato inviato tramite Google Reader

SE DENUNZI CHE UN POSTINO BUTTA VIA LA POSTA E I CARABINIERI LO PIZZICANO, LA REPUBBLICA TI NOMINA CAVALIERE E LE POSTE…TI LICENZIANO. di Roberto Fantoni

Anselmo è un impiegato delle poste italiane con una vita tranquilla da classico travet. La sua soddisfazione più grande è l'imminente promozione all'area quadri che permetterà a lui di realizzare il grande sogno della sua vita. Questo lo rende orgoglioso: è un cittadino a tutto tondo con responsabilità pubbliche importanti.


Cosa non da poco per coloro i quali sono stati educati al dovere ed al senso dello stato.


Un giorno maledetto, Anselmo si accorge che un postino getta via la posta anziché consegnarla. Va dal direttore e lo informa. Il postino continua a buttare la posta. Anselmo torna dal direttore e lo avverte nuovamente. Non succede nulla.


Anselmo è cosciente del proprio ruolo di pubblico ufficiale e torna dal direttore per avvertirlo che se lo sconcio non finisce, si rivolge all'Autorità Giudiziaria.


Il postino continua tranquillamente a non consegnare la posta. Anselmo avverte le Forze dell'Ordine e la cosa si risolve. Per questo gesto altamente meritorio, Anselmo viene insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica al merito. Siamo nel 2004.


Da questo momento, la tranquilla vita del nostro amico diventa un inferno. Sul luogo di lavoro viene emarginato e reso responsabile di ogni disfunzione dell'ufficio. Anselmo comincia a dare segni di cedimento psicologico e chiede di essere trasferito alla sede centrale. Dalla padella nella brace.


Non solo non ottiene la promozione all'area quadri, ma viene messo in un settore dove gli errori sono all'ordine del giorno. E naturalmente, anche qui, diventa il capro espiatorio di ogni magagna. Anselmo si ammala in modo grave di depressione. Solo e senza aiuto, si rivolge alla Magistratura ed intenta una causa per mobbing che dura qualche anno. Senza fare il quaderno delle lamentele, veniamo ad oggi: Anselmo vincerà la causa ed avrà diritto ad un risarcimento di alcune centinaia di migliaia di euro che, ovviamente, pagheremo noi cittadini contribuenti.


Tuttavia, avendo due figli da sistemare e con l'assenso del Giudice, il nostro eroe propone alle poste una trattativa. Dopo le scontate vicissitudini, raggiunge un accordo che gli permette di andare dignitosamente in pensione e di sistemare uno dei figli. Fatto l'accordo prepara, su richiesta del direttore regionale, tutta la documentazione necessaria per l'assunzione del figlio. Ed ecco la sorpresa: senza che nessuno lo avverta, il direttore regionale si reca dall'avvocato di Anselmo e ritratta gli accordi presi, negando la pensione al nostro, il quale dovrebbe licenziarsi e prenderla fra tredici anni.


Non so come andrà a finire. Ho solo voluto raccontare la vicenda di un uomo per bene e di uno stato che stato non è.







Inviato da iPhone

LA VICENDA LOMBARDIA ED I FURBETTI DEL QUARTIERINO

furbetto-volpe-300x263Se la decisione di “defenestrare” il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, era già stata presa, come i fatti lasciano intendere, perché è stata convocata una conferenza stampa, per affermare che la legislatura regionale si sarebbe conclusa secondo i tempi naturali previsti, ossia nel 2015? La vicenda Lombardia rischia di screditare sia Maroni che il segretario del Pdl Angelino Alfano, entrambi presenti alla conferenza, insieme all’inconsapevole defenestrato.

ok,ok... DEBT BOMB TIME!



ok,ok... DEBT BOMB TIME!
ARGENTO FISICO | 31 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eV6FZ


by DJ Monnezza featuring Alez Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

Il Gran Suggeritore suggerisce: “Fate presto”...



Il Gran Suggeritore suggerisce: "Fate presto"...
RINASCITA - TUTTI | 30 OTTOBRE 2012
http://pulse.me/s/eUWPn


Giorgio Napolitano si è sentito in dovere di richiamare nuovamente Camera e Senato. Chissà, forse un tantino ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPhone

USA: Grandi manovre per applicare la Dittatura


Ti è stato inviato tramite Google Reader

USA: Grandi manovre per applicare la Dittatura

Questo è il bello che può permettersi uno Stato di Polizia, possono applicare qualunque legge che vada contro ogni diritto dei cittadini usando la solita litania del salvaguardare la loro vita e la salute.


Certo che questi temporali sono come la manna caduta dal cielo per poter applicare certe leggi che in un periodo di calma non sarebbe possibile applicare. Vi ricordate con l'uragano Katrina?


Quella volta fu la più grande manovra che il governo USA fece per disarmare tutti coloro che avevano un'arma in casa, furono impiegati soldati regolari ed eserciti privati per raggruppare i cittadini come mandrie di pecore e buoi e cacciarli fuori dalle loro case. Adesso con questo uragano Sandy hanno la possibilità di provare l'ultima parte del piano che dovrebbe spingere gli USA a una guerra civile e confermare Obama ancora una volta come presidente, quale altra migliore occasione per sbarazzarsi da tutti i problemi che ci sono nell'affrontare gli "avversari" che come dice lui lo vogliono più morto che vivo, è tutto uno Show prefabbricato come è stato fabbricato l'uragano Sandy, credo che avete letto quali siano gli ordini impartiti dal Fùhrer.


In molte città è stato applicato il coprifuoco già dalle ore 18.00, guai a chi esce di casa, pena essere freddato da qualche scarica di fucile, sembra che gli americani non siano più in grado di capire che essendoci maltempo con vento che và a 200 KM orari, debbano cercarsi un riparo, no.. adesso lo dice il Fùhrer e guai se non si ascolta la sua voce, Jawohl mein Fùhrer, è chiaro che la FEMA ha ricevuto l'ordine di sparare a vista, di arrestare chiunque si affacci fuori dalla porta di casa, rimanere dentro anche a costo di morire di fame e di freddo, dato che gli aiuti per la popolazione di sicuro avverranno dopo una settimana come successe a New Orleans, in molte città è stata tolta la corrente e non come si vuol far capire che a causa dell'Uragano ci sono stati dei guasti nelle centrali, ma non è perfetta l'America? Chiaro no?


Senza corrente non c'è informazione via radio o TV e quindi i cittadini devono orientarsi a quello che dicono i Militari, ecco alcune barzellette che si sono inventate per applicare il coprifuoco: Atlantic City, Banche e Casinò sono stati circondati da militari con la scusa che i cittadini potrebbero rubare i Chips e svaligiare le casseforti, obiettivi di non rilevanza sono guardati a vista dalle forze di polizia, come vedete i possedimenti dell'Elite criminale vengono prima della vita dei cittadini, Hoboken, New Jersey, il coprifuoco ...



Inviato da iPad

MES: una "ragazzina" intervista i politici


Ti è stato inviato tramite Google Reader

MES: una "ragazzina" intervista i politici

Grillo_ESM.jpg

L'Italia cambia. Eccome se cambia, cambia da dentro, cambia dall'inizio, cambia dal più profondo.

E' passato appena un anno, o poco più, da quando su tutti i giornali si parlava del caso Ruby e delle diciottenni che affollavano le "feste eleganti" di Berlusconi. Ragazzine che non sognavano altro che un futuro di soubrette della TV e fidanzate di calciatori, o pensavano di aiutare la famiglia rimasta al paese. Si fecero analisi sociologiche fino alla nausea, sul degrado di una gioventù disperata nel nostro Paese.

Continua a leggere MES: una "ragazzina" intervista i politici...

Commenta »





Inviato da iPad

Una dichiarazione di guerra contro la Russia?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Una dichiarazione di guerra contro la Russia?

Alexander Latsa RIAN 31/10/2012


Recentemente un noto teologo sunnita, lo sceicco Youssef Qaradawi ha fatto dei commenti alquanto sorprendenti e inaspettati, affermando semplicemente che "Mosca (la Russia) è recentemente diventata un nemico dell'Islam e dei musulmani, il nemico numero uno ( …) e la Russia è responsabile della morte dei civili in Siria." Durante il suo sermone pronunciato a Doha (capitale del Qatar), ha detto che i pellegrini musulmani alla Mecca quest'anno dovrebbero pregare "per la distruzione di Russia, Cina e Iran, che secondo lui sono i peggiori nemici dei musulmani e degli arabi, perché supportano il regime di Bashar al-Assad con la forza delle armi." Questo teologo aveva anche lanciato una fatwa per l'omicidio di Gheddafi, all'inizio del 2011, una fatwa che  paradossalmente si è vista realizzare tramite gli eserciti occidentali. Sheikh Yusuf al Qaradawi, qatariota di origine egiziana, è ben noto e molto popolare in tutto il mondo musulmano. Radicale e vicino alla confraternita dei Fratelli musulmani, ritiene che "la democrazia non sia compatibile con la Sharia" e anche che "la punizione inflitta agli ebrei da Hitler fosse la volontà di Dio e se Dio vuole, la prossima punizione sarà inflitta agli ebrei dai musulmani." E' anche un forte sostenitore degli attentati suicidi di Hamas in Israele e dice anche che l'Islam tornerà in Europa, ma questa volta da conquistatore.

Nel 2002, lo sceicco, che è anche presidente di una istanza teologica che si chiama Consiglio Europeo per la Fatwa e la Ricerca (CEDF), è stato accolto con grande clamore in Francia. Nel 2004, gli venne anche chiesto dal governo francese di contribuire alla liberazione di ostaggi francesi in Qatar. Poi la marea cambiò, e benché la molto formale UOIF (Unione delle Organizzazioni Islamiche di Francia) sia affiliata con il CEDF,  quest'anno allo sceicco è stato vietato di entrare in Francia dall'ex presidente Nicolas Sarkozy in persona.

Queste osservazioni che emergono nel bel mezzo del conflitto siriano, illustrano perfettamente non solo le tensioni che circondano la Russia da parte delle frange più radicali del mondo musulmano, la guerra che cova in seno al mondo musulmano, ma anche le alleanze dirette, indirette o che si stanno  creando indirettamente. Gli occidentali, che si sono fat...



Inviato da iPad

In Spagna e Grecia oltre 25% disoccupazione


Ti è stato inviato tramite Google Reader

In Spagna e Grecia oltre 25% disoccupazione

E oltre 1 giovane su 2 e' senza lavoro


Inviato da iPad

ITALIA: la disoccupazione ora fa veramente paura


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ITALIA: la disoccupazione ora fa veramente paura


Il numero fa venire il capogiro. 2.774.000 disoccupati. Mai così tanti. Record storico in un momento di profonda difficoltà economica, di austerity e tra l'altro sommersi dal debito pubblico.
Dal punto di vista percentuale siamo ora al 10.8%. Solo a gennaio 2004 eravamo su questi livelli, ma stavolta li abbiamo superati.
E ancor peggio è la disoccupazione giovanile. Siamo al 35.1%.
C'è poco da stare allegri…


A settembre 2012 gli occupati sono 22.937 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto ad agosto (-57 mila unità). Il calo riguarda esclusivamente la componente maschile. Il numero di occupati è invariato su base annua.


Il tasso di occupazione è pari al 56,9%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali nel confronto congiunturale ma è stabile nei dodici mesi.


Il numero dei disoccupati, pari a 2.774 mila, aumenta del 2,3% rispetto ad agosto (62 mila unità). La crescita della disoccupazione riguarda prevalentemente gli uomini. Su base annua si registra una crescita pari al 24,9% (554 mila unità).


Il tasso di disoccupazione è pari al 10,8%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto ad agosto e di 2,0 punti nei dodici mesi.


Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 608 mila e rappresentano il 10,1% della popolazione in questa fascia d'età. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l'incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 35,1%, in aumento di 1,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,7 punti nel confronto tendenziale.


Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni risulta sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente. Il tasso di inattività si attesta al 36,3%, stabile in termini congiunturali, ma in diminuzione di 1,3 punti percentuali su base annua (ISTAT)


 

Grafico : Tasso disoccupazione ITALIA




Inviato da iPad

Disoccupazione record. Ma Monti divaga


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Disoccupazione record. Ma Monti divaga

In breve: va sempre peggio. Mentre Monti si compiace del fatto che il suo «governo maledetto» (parole sue, e nel caso si quereli da sé) è comunque più apprezzato dei partiti, trovare lavoro qui in Italia si fa ancora più difficile.


I risultati che arrivano oggi riguardano il mese di settembre, e fissano la percentuale complessiva al 10,8. Significa un arretramento di due punti nel giro di un anno.



nel Quotidiano



Inviato da iPad

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del....



Inviato da iPad

Inizio messaggio inoltrato:

Da: alboino <noreply-comment@blogger.com>
Data: 31 ottobre 2012 11:54:22 CET
A: ziobarber@yahoo.it
Oggetto: [ML NEWS] Nuovo commento su In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del....

alboino ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del...":

Per chi volesse approfondire le modalità di calcolo del Pil sommerso, senza entrare nel regolamento 2223/96 del Consiglio Europoeo, che stabilisce le modalità di calcolo (sono quasi 600 pagine), può andare a questo link http://www3.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20100713_00/testointegrale20100713.pdf
In sole 12 pagine l'istat chiarisce alcune ipotesi adottate.

Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da alboino in ML NEWS alle 11:54:00

Italia da record..di disoccupazione!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Italia da record..di disoccupazione!

Roma Battere il record non e' sempre positivo, questo e' il caso dell'Italia che, con 2 milioni e 774 mila disoccupati a settembre, ha raggiunto il livello piu' alto dall'inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004) e dall'avvio di quelle trimestrali, ovvero dal quarto trimestre del 1992. L'Istat specifica inoltre che il tasso di disoccupazione e' il risultato di un aumento del 24,9 perc. su base annua, pari a 554 mila unita'. Particolarmente preoccupante la situazione dei giovani disoccupati, tra i 15 e i 24 anni, il cui numero e' salito a quota 608 mila, con un tasso al 35,1 perc..


Inviato da iPhone

Pochi spiccioli all'Italia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Pochi spiccioli all'Italia




E' fatto indiscusso che il reddito monetario derivante dal conio delle monetine nel sistema dell'euro spetta ai singoli Stati - è stato anche oggetto di interrogazioni parlamentari (cfr. Signoraggio colpisce ancora?) - e che esso equivale  al valore nominale totale delle monetine prodotte decurtato delle spese di conio. Tale valore entra quindi nelle casse dello Stato.

 Ricordo a tal proposito la definizione di reddito monetario delle monetine metalliche e delle banconote   in una nota della Commissione europea all'Alto rappresentante del Consiglio dell'unione europea Javier Solana, il 3 gennaio 2007 (cfr. Signoragio: definizioni ufficiali ):  



 La decisione sotto della BCE di fine 2011 si commenta da sé: vi impone, come ogni anno, i quantitativi massimi in milioni di euro che ogni Stato dell'eurozona è autorizzato a coniare per l'anno 2012 (http://www.ecb.int/ecb/legal/pdf/l_32420111207it00370037.pdf).

   
Bene, o piuttosto male, la Francia (4,7 euro a persona) ne può produrre più del DOPPIO dell'Italia, che con soli 128 milioni di monetine coniate ha però quasi la stessa popolazione della Francia e arriva a 1,9 euro a persona. In confronto l'Austria, con una partecipaz...


Inviato da iPhone

Il Vostro Voto Non Conta


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Vostro Voto Non Conta

«Questa idea "dell'imperativo morale" non è convincente. L'idea che il voto sia un imperativo morale dipenda da, tra le altre cose, se la democrazia sia o no un metodo collettivo decisionale moralmente accettabile. Un problema qui è che lo scopo della decisione collettiva è generalmente immorale. La maggior parte degli elettori vota a favore delle predazioni da parte del governo sulla nostra proprietà. Gli elettori sono disposti a votare anche per la proprietà degli altri. Ciò è moralmente inaccettabile. Il fatto che alcuni gruppi in qualche luogo hanno votato non giustifica il furto della proprietà.Supponiamo che qualcuno, diciamo Butch Cassidy, sostiene che le rapine in banca siano eticamente accettabili, fintanto che si tengono elezioni per determinare quale gang possa rubare la banca. Non potremmo accettare l'idea di Butch e non dovremmo accettare l'idea che le predazioni da parte degli agenti dello Stato sono non obiettabili se le elezioni sono tenute per determinare chi si aggiunge alla gang dei predatori.9 Non per nulla, l'idea morale contro il voto è più forte di quella a favore del voto.
Ciò ci conduce alla seguente conclusione: il vostro voto non conta. In questo caso si dovrebbe votare perchè molti voti potrebbero contare o perchè non votare vuol dire che non ci si può lamentare del governo? No. Si dovrebbe votare perchè si è moralmente forzati a fare ciò? Assolutamente no.»

~ Perché Votare?, Mark Brandley, Il Portico Dipinto, 13 Maggio 2011.
_________________________________________________________________________________


di Doug French


Tocco un nervo scoperto ogni volta che scrivo di voto e di democrazia.

Fate notare la pura follia della religione civica e vi ritroverete che un certo numero di lettori perderà le staffe, inviando e-mail chilometriche farcite con paroloni, definendovi "intellettualmente vacuo" e pieno di "auto-esaltazione."

Tale è il caso di una e-mail di un lettore di Laissez Faire Today, che dice di non amare il dover iniziare le sue critiche c...


Inviato da iPhone

“Napolitano non vuole Bersani a Palazzo Chigi”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

"Napolitano non vuole Bersani a Palazzo Chigi"

Il Giornale e la presunta strategia del Quirinale





Inviato da iPhone

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del....



Inviato da iPhone

Inizio messaggio inoltrato:

Da: alboino <noreply-comment@blogger.com>
Data: 31 ottobre 2012 11:25:31 CET
A: ziobarber@yahoo.it
Oggetto: [ML NEWS] Nuovo commento su In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del....

alboino ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del...":

E' quantomeno singolare che venga stimato il PIL sommerso con una percentuale, come se fosse un dato certo.
Se fosse certo, lo stato avrebbe elementi precisi, utili per portarlo all'emersione.
Invece si tratta di una stima, cioè di un valore presunto, che poi concorre a determinare nel bene e nel male la politica fiscale dei burocrati nazionali e non, al servizio dell'UE.
Si tratta dell'ennesimo modo illegittimo di mungere tasse con i soliti dati presunti, e far quadrare i conti che, in realtà sono tutt'altro che a posto.
Da notare che non è solo una modalità italiana, anche i paesi rigorosi aggiungono una quota di Pil sommerso (altro che tarocchi made in Grecia).
Tutto nel pieno rispetto del principio di pagare le tasse secondo la reale capacità contributiva.
Ma la costituzione serve solo per fare i patrioti quando fa comodo, e poi non esiste più.

Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da alboino in ML NEWS alle 11:25:00

Rottamatori e velocità


renzi

Spaventati dalla proposta di Renzi, fra i politici è tutto un fiorire di discorsi sul concetto di “rottamazione”. Sostengono giustamente che l’età non definisca l’individuo, che alcuni “anziani” di certo hanno molto da dare, ecc.
Il tutto è condivisibile. Non dobbiamo certo rottamare in massa classi dirigenti e politiche su mera base anagrafica. Ma almeno chiamarli alla cattedra e vedere in che stato di salute sono, non sarebbe male, così come riesaminarne l’operato, dato che se le cose vanno come vanno, qualcuno da qualche parte deve avere toppato. Almeno sarebbe opportuno capire chi va rottamato e chi invece no, non sulla base dell’età, ma sulla base del pregresso e dell’attuale capacità di continuare ad operare.

In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del maggior Pil emerso degli ultimi 8 anni


Ti è stato inviato tramite Google Reader

In realtà il fisco si è preso (almeno) il 116% del maggior Pil emerso degli ultimi 8 anni

Purtroppo la stima presentata nel recente post secondo la quale dalla metà del decennio scorso al 2012 il il gettito fiscale è cresciuto in Italia di 124 miliardi mentre il Pil nominale  è aumentato solo di 128 miliardi, per cui il maggior gettito risulta aver assorbito il 97% del maggior Pil, è da considerarsi ottimistica. Essa non tiene conto infatti della distinzione all'interno del Pil tra componente direttamente osservabile, in quanto si forma alla luce del sole e paga le tasse richieste dallo stato, e Pil sommerso.


Il sommerso economico deriva dall'attività di produzione di beni e servizi che, pur essendo legale, sfugge all'osservazione diretta in quanto connessa al fenomeno della frode fiscale e contributiva. Tale componente è già compresa nella stima del prodotto interno lordo e negli aggregati economici diffusi correntemente dall'Istat il 1° marzo di ogni anno" (da Istat).


Questo implica che la crescita del Pil nel periodo preso in considerazione sia dovuta in parte alla variazione del Pil sommerso e in parte alla variazione del Pil 'emerso' ma è solo con quest'ultima che, in maniera più corretta, il maggior gettito fiscale va confrontato. E' allora opportuno rifare i calcoli scindendo la variazione del Pil nelle due componenti: l'incremento di Pil sommerso e l'incremento di Pil 'en plein air'. L'analisi è estesa al 2013 coi dati previsivi del recente aggiornamento al DEF. La ripartizione del Pil tra 'osservato' e sommerso è sino al 2008 quella resa disponibile dall'Istat (adottando il valore medio tra il Pil sommerso nell'ipotesi minima e quello dell'ipotesi massima indicata). Il Pil 'emerso' è dunque la differenza tra il Pil totale e quello sommerso nella sua stima media. Per gli anni successivi al 2008 si è prudenzialmente ipotizzato un peso del sommerso sul totale invariato al suo valore del 2008, pari al 16,8%, pur essendo invece probabile che per effetto della grave recessione economica e dell'inasprimento fiscale si sia anche sensibilmente accresciuto.


Come riportato nel grafico sottostante, in base alle assunzioni precedenti dal 2005 al 2013 il Pil nominale risulterà essere aumentato di 146 miliardi di cui 25 imputabili (nell'ipotesi prudenziale) alla crescita del sommerso. L'aumento di Pil non sommerso si limita in conseguenza a 121 miliardi a fronte di una crescita del gettito fiscale nello stesso periodo di 141 miliardi. Il maggior gettito risulterà quindi aver assorbito il 116%



Inviato da iPhone

A.A.A. Sovranità vendesi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

A.A.A. Sovranità vendesi

"A.A.A. Cittadinanza vendesi. Preferibilmente a cinesi. Telefonare ore pasti. Parlamento Ungherese". Questa in sostanza l'essenza della proposta di legge appena presentata in Ungheria. In cambio di una "via preferenziale" nell'ottenimento della cittadinanza, l'Ungheria chiede agli extracomunitari l'acquisto di almeno 250mila euro in titoli di Stato. Negli Stati Uniti puoi avere la Green Card, preludio all'ottenimento del passaporto, ma se ti dimostri meritorio nel settore dell'occupazione, con almeno un milione di dollari di investimenti e 10 nuovi posti di lavoro creati. In Ungheria, invece, diventi sovrano (perché il cittadino è, almeno in teoria, sovrano). 




E' il trionfo del mercato. Presto si inizeranno a vendere seggi parlamentari in cambio di un quantitativo minimo di Btp, magari cariche istituzionali, che ne so: una presidenza del Consiglio, un Ministero. A chi si comprerà tutte le emissioni di un intero anno solare potrà essere assegnata la Presidenza della Repubblica ad honorem, e se qualcuno - magari Goldman Sachs - volesse rilevare l'intero ammontare del debito pubblico, potrebbe diventare padrone, depositando i diritti d'autore regolarmente alla SIAE, della Carta Costituzionale, avendo così il privilegio di cambiarla a piacemento, magari per restaurare lo Statuto Albertino o la mercato-crazia.



L'Ungheria sta negoziando un difficile prestito da 15 miliardi con la Troika. Ecco il risultato di questo modello culturale interamente basato sulla contabilità spicciola, dove la creazione di denaro non è più funzionale al benessere dei popoli, ma questi sono sacrificabili sull'altare del controllo sociale e demografico, ottenuto mendiante la grande usura legalizzata (senza averla mai votata) delle istituzioni internazionali. 


Inviato da iPhone

Tasse: 31 ottobre da oggi è la fine del segreto bancario


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Tasse: 31 ottobre da oggi è la fine del segreto bancario

 

Come era noto, da oggi 31 ottobre le italiane dovranno obbligatoriamente inviare gli estratti conto dei propri clienti all'.source

Lo scopo dichiarato dai cervelloni che hanno elaborato questa illiberale norma è quello di evidenziare eventuali incongruenze tra i
dichiarati e le spese effettuate. In questo modo, si ritiene, sarà più facile scovare i contribuenti infedeli. In sostanza si tratta di un ulteriore passo verso il perfezionamento di quel Grande Fratello fiscale con cui la pubblica amministrazione vorrebbe seguire passo passo l'esistenza economica e finanziaria di ogni cittadino.

Non bastava, infatti, il divieto di scambiare beni e servizi sopra la soglia dei mille euro; ora si vuole controllare ogni movimento bancario di chi ha, a questo punto, la sfortuna di possedere un conto corrente.

Tuttavia, osservando l'andamento dei mercati finanziari, questo ennesimo disincentivo alla libera circolazione delle merci e dei capitali giunge in un momento opportuno? Io direi proprio di no, soprattutto quando il nostro intero sistema sta soffrendo una grave di liquidità, con la fuga in massa degli investitori interni ed esteri dai titoli italiani e da ogni forma di iniziativa che si svolga all'interno di un Paese affetto da un eccesso di tassazione e di regolamentazione.
Dato che non sembra alle viste per l'Italia una catastrofica uscita dall'euro, l'impossibilità del nostra banchetta centrale di stampare nuove banconote ci costringe a contare su una circolazione monetaria costante.

Quest'ultima, poi, trova nella raccolta di risorse esercitata dal sistema bancario il suo pilastro fondamentale.

Ebbene, tutto si regge grazie ad una parolina magica: fiducia.

Ossia la percezione di relativa sicurezza e affidabilità ...


Inviato da iPhone

Controllo sui conti correnti: il garante dice no, per ora.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Controllo sui conti correnti: il garante dice no, per ora.

di REDAZIONE


Il censimento delle movimentazioni bancarie non scatterà da oggi,come inizialmente previsto nella bozza del provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate bocciata in primavera dal Garante della privacy. La data del 31 ottobre, in effetti, non era indicata nel decreto Salva Italia varato dal Governo Monti nel dicembre dello scorso anno, per cui tecnicamente l'ampliamento dell'anagrafe dei conti non subisce un rinvio. Tuttavia, gli operatori sono preoccupati, in quanto dovranno trasmettere dati e informazioni relativi al 2011 su un numero rilevante di rapporti finanziari, senza avere ancora del tutto chiaro quello che dovranno rivelare al Fisco. L'agenzia delle Entrate da una decina di giorni ha trasmesso al Garante della privacy la nuova versione del provvedimento, che accoglie i rilievi formulati da quest'ultimo per tutelare la riservatezza dei contribuenti. I cui dati bancari/finanziari, in ogni caso, non saranno trasmessi attraverso Entratel ma utilizzando un canale ad hoc.


Una volta che il Garante avrà dato il proprio via libera, l'Agenzia sarà pronta a far decollare il nuovo regime (ufficialmente in vigore dal 1° gennaio 2012) e toccherà agli intermediari adeguarsi in fretta. Per la scadenza del primo invio delle comunicazioni si parla di marzo 2013. In sostanza, con la disciplina introdotta dal decreto legge 201 del 2011 il tracciato del conto dei contribuenti sarà trasmesso in duplice copia, una al titolare, l'altra all'anagrafe tributaria. Gli operatori finanziari – banche, Poste, Sim, Sgr, fiduciarie e assicurazioni – dovranno spedire all'anagrafe tributaria i dati "sensibili" dei conti correnti – saldo iniziale e finale, importi totali degli accrediti e degli addebiti – e di molti altri tipi di rapporto finanziario (dalla frequenza di accessi alle cassette di sicurezza alle gestioni patrimoniali, dalle carte di credito ai certificati di deposito), a prescindere dall'esistenza di indagini finanziarie e fiscali. Su altri tipi di rapporti (come, per esempio, le garanzie e i finanziamenti), inoltre, dovrà essere l'Agenzia a precisare i contenuti delle comunicazioni, poichè non sono registrati oggi in maniera omogenea dai vari intermediari.


L'archivio dei rapporti finanziari già contiene oltre un miliardo di rapporti, mentre annualmente gli operatori finanziari effettuano circa 150 milioni di comunicazioni. Queste riguardano attualmente i dati anagrafici della clientela, mentre con la nuova disciplina saranno noti all'amministrazione finanziaria anche i dati dei movimenti annuali e dei saldi. Dati che potranno essere utilizzati dal Fisco p...



Inviato da iPhone

CDS Naked: cambia la normativa, dal 1 novembre arriva il divieto sull’operatività


Ti è stato inviato tramite Google Reader

CDS Naked: cambia la normativa, dal 1 novembre arriva il divieto sull'operatività

Dal Primo novembre i Credit Default Swap nudi (CDS NAKED) con sottostante titoli di stato (governativi) del'Eurozona, saranno vietati dalla Normativa: Quali effetti avranno sui mercati? ci sarà un calo della volatilità dei BTP? Continua a leggere


Inviato da iPhone

Sandy. Una simulazione di un uragano del 1997


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Sandy. Una simulazione di un uragano del 1997





Una simulazione di un uragano è stato condotto nel 1997 lungo la costa orientale e il suo nome era Sandy







http://www.weca.org/SET/report/node6.html

Fonte:

http://conscience-du-peuple.blogspot.gr/2012/10/un-exercice-de-simulation-dun-ouragan.html

Articolo originale di TUTTOUNO.
Non è consentito ripubblicare, anche solo in parte, questo articolo senza il consenso del suo autore.
I contenuti sono distribuiti sotto licenza Creative Commons.


Inviato da iPhone

Esuberi: licenziato il primo statale. In Sicilia? No, a Varese


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Esuberi: licenziato il primo statale. In Sicilia? No, a Varese

di REDAZIONE



In 34 anni di onesto lavoro il geometra Enzo Cirrincione a tutto pensava fuorché stabilire un record e diventare famoso suo malgrado: è infatti il primo dipendente pubblico in Italia a essere licenziato perché in esubero. Come un metalmeccanico, come un dipendente di una azienda privata. Il comune di Carnago (provincia di Varese, 6.400 abitanti, famoso ai più perché ospita il centro sportivo di Milanello), ha deciso di congedare Cirrincione, geometra del suo ufficio tecnico, approfittando di quanto prevede la recente legge di stabilità.


Il provvedimento da un lato farà esultare quanti ritengono che il «posto fisso»nella pubblica amministrazione sia ormai un privilegio insostenibile, dall'altro apre una battaglia giudiziaria perché i sindacati confederali(Cgil e Cisl nella fattispecie) hanno già annunciato il ricorso al giudice. Sposato, 52 anni, al municipio di Carnago dal 2001, Cirrincione dal punto di vista strettamente giuridico è stato messo in mobilità: per 24 mesi prenderà comunque l'80% del suo stipendio ma se entro due anni non avrà trovato posto nella pubblica amministrazione decadrà dal suo posto di lavoro.


Dati alla mano, tuttavia, nel municipio di Carnago lavorano 13 persone in meno rispetto al previsto. «E' vero, ma il nostro è come un esercito composto da troppi generali e pochi soldati: ad esempio, abbiamo quattro geometri ma solo due stradini e due vigili. Un ufficio pubblico vive ancora di rigidità assolutamente incompatibili con la qualità del servizio e invece dovrebbe assomigliare sempre di più a un'azienda privata, nei criteri di gestione del personale. E poi l'inamovibilità del pubblico dipendente mentre ovunque ci sono licenziamenti è vissuta come un privilegio. Siamo certi della nostra correttezza, ci siamo anche consultati con la prefettura. Di sicuro si tratta di una decisione epocale, solo pochi anni fa l'ipotesi di allontanare un dipendente pubblico avrebbe provocato il finimondo».


«Dunque per noi è una cosa ben diversa da un licenziamento in tronco»: così il sindaco di Carnago, Maurizio Andreoli, alla guida di un'amministrazione di centrosinistra, difende la sua scelta. Che però ha bisogno di qualche spiegazione in più: «La nuova legge di stabilità — ecco le parole del primo cittadino — consente ai comuni di fare una ricognizione sulla pianta organica e verificare se c'è del personale di troppo. Così è stato nel caso del geometra, nei confronti del quale non abbiamo nulla di personale».


Stavolta il finimondo non ci sarà, ma i sindacati hanno già indetto per oggi una manifestazione davanti al palazzo comunale di Carnago. Il cui vicesindaco, sia detto per inciso, è il segretario provinciale del Pd, Fabrizio...



Inviato da iPhone

Arrivano le tasse sulle tasse


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Arrivano le tasse sulle tasse

L'iva sulle cartelle esattoriali sotto la lente di Libero





Inviato da iPhone

Fiat. La Nuova Parmalat? I Dati del Raggelanti del Terzo Trimestre 2012, 2 Domande a Marchionne.

Fiat. La Nuova Parmalat? I Dati del Raggelanti del Terzo Trimestre 2012, 2 Domande a Marchionne.

Di , 10:42 AM | (i bei tempi di Sandro Munari… poi sono arrivate la Arna e la Duna) Vi avevamo promesso che Fiat sarebbe rimasta nel radar di Rischio Calcolato, dunque non…

CDS Naked: cambia la normativa, dal 1 novembre arriva il divieto sull’operatività

CDS Naked: cambia la normativa, dal 1 novembre arriva il divieto sull’operatività

Dal Primo novembre i nudi () con sottostante titoli di stato (governativi) del’, saranno vietati dalla Normativa: Quali effetti avranno sui mercati? ci sarà un calo della volatilità dei BTP?

Lavoro: Istat, disoccupazione al 10,8% a settembre, +2 punti su anno


Lavoro: Istat, disoccupazione al 10,8% a settembre, +2 punti su anno

Roma, 31 ott. (Adnkronos) - Il tasso di disoccupazione a settembre e' pari al 10,8%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto ad agosto e di 2,0 punti nei dodici mesi. Lo rileva l'Istat.