17/11/12

Viviamo in un golpe finanziario. Lo Stato non esiste più, Monti e la Fornero lavorano per i mercati violando la Costituzione.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Viviamo in un golpe finanziario. Lo Stato non esiste più, Monti e la Fornero lavorano per i mercati violando la Costituzione.


Elsa Fornero ammette il Golpe Finanziario. Ora si apra un fascicolo d'inchiesta.


Voi milioni di italiani pestati a mazzate dalla riforma delle pensioni di Elsa Fornero, voi esodati, voi che avete subito, che sempre subite, voi senza voce, e voi giovani che non avete lavoro perché gli anziani sono oggi incatenati a lavorare dalle decisioni di questa lugubre sicaria dell'Economicidio italiano, voi…

Perché vi hanno fatto tutto questo? Cosa vi hanno detto? Vi hanno detto che era nell'interesse del Paese, che risparmiare attraverso i vostri sacrifici era la via dura, ma virtuosa, per ridare speranza all'Italia, che per voi ultra sessantenni significa i vostri figli, vero? Vi hanno detto questo, e voi, che a 17 anni vi riboccaste le maniche per tirarla su quest'Italia che viaggiava in 600 e aveva una sola tv in bianco e nero per condomino, anche questa volta lo farete, stringerete i denti, perché "è per i nostri figli". Anziani, vi dicono che meno pensione è necessario per lo Stato, per tutti i cittadini, che è necessario…

Anziani, meno pensione è necessario per lo Stato, per tutti i cittadini, è necessario. Anziani, meno pensione è necessario per lo Stato, per tutti i cittadini, è necessario......



Inviato da iPad

GEAB 69 - Comunicato pubblico


Ti è stato inviato tramite Google Reader

GEAB 69 - Comunicato pubblico







Katrina-Sandy: Da un uragano all'altro, la fine dell'America per come l'abbiamo conosciuta


In quest'Autunno del 2012 è infine arrivato quel grande shock per l'economia e la stabilità politica mondiale, che avevamo anticipato già da parecchi mesi, sotto la simbolica forma di un avvenimento che sarà ricordato a lungo: l'uragano Sandy ... (questo capitolo è sviluppato integralmente nella parte pubblica del comunicato, ndt)





leggi tutto



Inviato da iPad

New York, aeroporto JFK: una scemata presto inagibile


Ti è stato inviato tramite Google Reader

New York, aeroporto JFK: una scemata presto inagibile

Cosa ci fa l'aeroporto JFK di New York al posto di un bosco, delle dune di sabbia, di una palude e del mare? Aggiungiamo che, da quelle parti (valore medio di decennio in decennio) il livello dell'acqua sale da 150 anni ininterrottamente come ho segnalato in un post di qualche giorno fa... Nota bene: in blu il mare dov'era prima della costruzione dell'aeroporto, che ora arriva fino alle croci bianche, una per ogni centinaia di lavoratori che perderano il posto quando il mare avrà ripreso il suo posto e ben oltre.
  
 _____________


Inviato da iPad

Egitto, Russia, Turchia (ed Iran) contro Israele?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Egitto, Russia, Turchia (ed Iran) contro Israele?

Terza Guerra Mondiale o meno, tra 48 ore sapremo se la parola TANICA avrà un nuovo significato ed una aumentata frequenza d'uso in Europa nei prossimi dieci anni.
____________


Inviato da iPad

Il Dio Quattrino esiste, eccome: eccolo


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Dio Quattrino esiste, eccome: eccolo



Inviato da iPhone

Monti alla Bocconi, scontri tra manifestanti e polizia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Monti alla Bocconi, scontri tra manifestanti e polizia

L'ennesima contestazione di questi giorni sfociata in uno scontro tra la polizia e alcuni attivisti di centri sociali che hanno protestato davanti l'Università Bocconi di Milano, dove era in corso un incontro con il presidente del consiglio Mario Monti.

Dopo circa un'ora di contestazioni verbali è iniziato un lancio di petardi e uova con vernice contro le forze dell'ordine che hanno risposto con una carica di alleggerimento. Per quattro volte i manifestanti e la mpolizia sono venuti a contatto e ci sono state anche delle manganellate. I ragazzi hanno risposto con il lancio di petardi e fumogeni. La tensione di fronte all'università si sta allentando con i manifestanti che non stanno più cercando di sfondare il cordone creato dalle forze dell'ordine.

Un agente della Squadra mobile della polizia di Milano è rimasto contuso ed è stato medicato.



Inviato da iPhone

Quotazione oro: Tiene il supporto a $1.705,00 - $1.698,00?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Quotazione oro: Tiene il supporto a $1.705,00 - $1.698,00?

La quotazione dell'oro non è riuscita a spezzare la scorsa settimana la resistenza in area 1.730,00.


Inviato da iPhone

Con il nuovo “redditometro” si pagheranno fino a 9 mila euro in più di tasse


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Con il nuovo "redditometro" si pagheranno fino a 9 mila euro in più di tasse

di REDAZIONE


redditometro1 300x225 Con il nuovo Con il nuovo redditometro, lo strumento che consente di confrontare i redditi dichiarati dai contribuenti con il loro tenore di vita sulla base delle spese sostenute, gli italiani rischieranno, nel peggiore dei casi, di pagare fino a 9mila euro in piu' di tasse. E' una prima stima degli effetti elaborata dell'ufficio studi della Cgia di Mestre. Secondo l'associazione, con un maggior reddito stimato dal fisco pari a 10.000 euro, se il contribuente raggiunge l'accordo con l'Agenzia delle Entrate che gli sconta il reddito imponibile del 5%, tra maggiori imposte e sanzioni ridotte dovra' versare tra i 4.250 euro circa e i 5.640 euro. Se, invece, non accetta la proposta del fisco e fa ricorso alla Commissione tributaria e alla fine dei due gradi di giudizio perde, il contribuente dovra' versare tra 6.815 e 8.906 euro.


Le simulazioni, sottolinea l'Ufficio studi della Cgia, sono state fatte su 3 tipologie reddituali: 20.000 euro, 40.000 euro e 80.000 euro. Al di sotto dell'ultima soglia, e' ricordato, c'e' il 98% del totale dei contribuenti italiani.    Nel caso, invece, si raggiunga un "compromesso" con l'Agenzia delle Entrate che riduca il reddito imponibile del 20%, tra maggiori imposte e sanzioni ridotte il contribuente dovra' versare tra i 3.366 euro fino a 4.750 euro. Se, invece, non accetta la mediazione avanzata dal fisco e fa ricorso alla Commissione tributaria e  alla fine dei due gradi di giudizio ne esce "sconfitto", il contribuente dovra' versare all'Erario, come nel caso precedente,  fino ad un massimo di 8.906 euro.

Con il nuovo redditometro che fra qualche mese cambiera' il rapporto tra il fisco e i contribuenti italiani, secondo la Cgia, i primi avranno la possibilita' di "costruire" a tavolino i redditi dei secondi sulla base delle spese che questi ultimi hanno effettuato, anche per mezzo di una serie di indici fissati a priori. Nel caso in cui il reddito presunto dall'amministrazione superi di almeno il 20% di quello dichiarato, il fisco convoca il contribuente per chiedere di giustificare lo scostamento tra le spese effettuate e il reddito dichiarato. "La normativa – dic...



Inviato da iPhone

Un anno di Monti: il rigore c’è, il gettito no


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Un anno di Monti: il rigore c'è, il gettito no

Il governo Monti compie un anno ed è tempo di un bilancio. Nel discorso di presentazione alle Camere del 17 novembre 2011 il Presidente del consiglio disse: "Gli investitori internazionali detengono quasi metà del nostro debito pubblico. Dobbiamo convincerli che abbiamo imboccato la strada di una riduzione graduale ma durevole del rapporto fra debito pubblico e prodotto interno lordo. Quel rapporto è oggi al medesimo livello al quale era 20 anni fa, ed è il terzo più elevato fra i paesi dell'OCSE. Per raggiungere questo obiettivo intendiamo far leva su tre pilastri: rigore di bilancio, crescita ed equità".


Rigore di bilancio, crescita ed equità, i tre obiettivi chiave del governo, sono anche gli aspetti sui quali il governo deve essere valutato. Ci sono stati? L'equità purtroppo no, come si è detto in dettaglio in relazione all'imposta più controversa adottata, l'IMU. Nell'occasione, ma non solo in questa, il governo non ha superato il test di Aristotele secondo il quale occorre trattare in maniera eguale gli eguali (equità orizzontale) e in maniera proporzionale i diseguali (equità verticale). Eppure l'equità si poteva ottenere a costo zero pur in provvedimenti (non condivisibili) di inasprimento della fiscalità.


Neanche la crescita c'è stata. Anzi il governo Monti potrebbe essere l'unico della Repubblica nel corso del cui mandato il Pil non sarà mai salito, neppure per un trimestre isolato. Se valutiamo il governo sulla base dei principali parametri macroeconomici, il giudizio non può che essere negativo. Osservando le previsioni macroeconomiche dell'Istat, stimate col suo modello econometrico, emerge che nel biennio 2012-13 :


1)      Il Pil si riduce di quasi tre punti percentuali (-2,3 nel 2012 e -0,5 nel 2013). Nel 2009 la caduta risultò ben più grave, del 5,5%, ma a provocarla fu la recessione internazionale che si manifestò in un drastico calo del nostro export. Ora invece la recessione è autoprodotta, derivando esclusivamente dal calo della domanda interna.


2)      La domanda interna complessiva cala di 6 punti percentuali nel biennio che diventano 7 se vi sommiamo anche la diminuzione del 2011. Nel 2009 si ridusse solo del 4 e ½ %.


3)      Tutte le componenti della domanda interna sono previste in riduzione in ognuno dei due anni: i consumi delle famiglie di circa 4 punti complessivamente, la spesa delle Amministrazioni pubbliche e delle Istituzioni non profit private di circa 3 punti, gli investimenti fissi lordi di ben 8 punti.


4)      L'occupazione (unità di lavoro) è prevista in calo di circa due punti percentuali nel biennio. Furono quasi 3 nel 2009.


5)      La disoccupazione è prevista all'11,4% nel 2013, tre punti esatti sopra il valore del 2011. Nel 2009 salì solo di ½ punto.


Considerando che non siamo di fronte alla più grande recessione internazionale dal 1929, quella si è già verificata nel 2009, ma solo di fronte ad una recessione autarchica da stretta fiscale inop...



Inviato da iPhone

La Globalizzazione viene dalla nuova elite


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Globalizzazione viene dalla nuova elite

Senz'altro le nuove tecnologie (e tutto quello che facilita la mobilità di informazioni e beni strumentali) hanno agevolato, ma di base la globalizzazione (che ha tante facce, alcune positive - nessun ...


Inviato da iPhone

Esercito israeliano pronto all'attacco


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Esercito israeliano pronto all'attacco

Sale la tensione a Gaza: 30 mila militari al confine per un'operazione di terra


Inviato da iPhone

Governo: missione compiuta. Peccato che il paziente sia ormai morto!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Governo: missione compiuta. Peccato che il paziente sia ormai morto!

di TONTOLO


Il governo della cosiddetta sobrietà non ci sta a subire gli attacchi e così Monti promuove il governo: "Senza di noi poteva finire l'Eurozona" è scritto nell'introduzione del documento di 17 pagine pubblicato sul sito di palazzo Chigi per celebrare un anno di esecutivo "tecnico". "Forse oggi – si legge – senza le politiche di rigore messe in atto dall'esecutivo, non ci sarebbe più l'Eurozona. O sarebbe notevolmente ristretta come dimensione geografica, senza quello che l'Italia, con uno sforzo collettivo di cui non si ricordano molti precedenti nella storia repubblicana, è riuscita a compiere".


Il governo celebra se stesso, con un bilancio molto "politico" di "Un anno dopo". Il documento porta come sottotitolo "Il Governo, l'Italia, i cittadini; appunti di viaggio". "In un anno – scrive l'ufficio del portavoce di Mario Monti – l'Italia ha intrapreso profonde trasformazioni".


"Questo governo – si legge ancora - è nato sull'onda dell'emergenza, trovandosi di fronte a un bivio drammatico: lasciare affondare il Paese o sforzarsi di uscire dalla palude. Tra questi due estremi il primo passo è stato compiuto ed è quello del risanamento che era condizione preliminare per ogni altro obiettivo e anche necessario a evitare che l'Italia, per la sua dimensione, non determinasse un cambiamento dello scenario europeo, e forse mondiale, degli avvenimenti economici e finanziari".


Missione compiuta, dunque. Peccato che il paziente sia quasi morto!



Inviato da iPhone

Fiscal cliff: il possibile accordo rasserena i mercati. Ma le incertezze non mancano.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Fiscal cliff: il possibile accordo rasserena i mercati. Ma le incertezze non mancano.

Settimana interlocutoria, quella appena passata. Nel video TRENDS, in CompassAndMore, vi ho appena spiegato le dinamiche dei mercati della settimana passate, più alcune indicazioni importanti per la prossima. In realtà cosa ha mosso i mercati venerdi, soprattutto negli USA, è … Continua a leggere


Inviato da iPhone

Nonno Monti non piace più


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Nonno Monti non piace più

Fiducia in picchiata per il Premier del Golpe Napolitano


Dopo un anno di "cura dei tecnici", la fiducia originaria (mal riposta) nel successore di Berlusconi da parte degli italiani è al 32%. Il debito pubblico è salito mentre la macelleria sociale in atto sfocia in atti di protesta repressi sempre più duramente. La recessione nel nostro Paese è appena agli inizi, e il prossimo governo, qualunque esso sarà, si troverà in mano solo macerie, con i "bonus" ulteriori degli scellerati patti europei firmati dal bankster attualmente al timone dell'Italia.


Fotografia di una situazione ampiamente prevedibile. E ora inizia la nauseabonda, e inutile, campagna elettorale.



Inviato da iPad

OLOCAUSTO ITALIA: IL GOVERNO MONTI COME IL PEGGIOR NAZISMO? IN ITALIA IL CROLLO DELL'EXPORT!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

OLOCAUSTO ITALIA: IL GOVERNO MONTI COME IL PEGGIOR NAZISMO? IN ITALIA IL CROLLO DELL'EXPORT!

Sapete cos'è il fascismo? Sapete cosa sono le forme di squadrismo?", ha replicato il ministro cencellieri ha chi ha avuto il coraggio di contestarla a Rimini..

Mentre la Cancellieri deve scappare da Rimini inseguita da una folla inferocita (stesse scene capitate e Passera e Fornero in settimana e presto a Monti...non appena avra' il coraggio di comparire in pubblico...il dittatore aguzzino)....le persone hanno capito finalmente che Monti è stato messo lì per annientare le famiglie italiane

Mentre economisti come Feldstein invocano la svalutazione dell'euro come unica soluzione ma NON SPIEGANO (bastardi) COME SIA ACCETTABILE PER CINA E STATI UNITI che non hanno nessun interesse che questo avvenga...anzi ...Gli Usa non possono sopportare un euro troppo debole in quanto non esporterebbero piu'...l'euro si indebolirà solo quando le aziende abbandoneranno l'Europa IMPOVERENDOLA ANCOR DI PIU'...con il sorriso degli USA
La Cina sta mantenendo le aziende e l'America le sta attirando..LA DEINDUSTRIALIZZAZIONE DELL'EUROPA (specie dei Piigs, è voluta dai poteri forti, così come l'impoverimento delle masse italiote)
A RIPROVA DI QUESTO...ECCO UN TREND INIZIATO NEL 2012 E CHE CONTINUERA' NEI PROSSIMI ANNI: IL CROLLO DELLE ESPORTAZIONI
Export Italia, mai così male dal dicembre 2009 (-4,2%): A settembre il commercio estero ha segnato una pesante battuta d'arresto. Secondo i


Inviato da iPhone

"Terzi" mondi......

Torino 12 12 2012: vieni "in fabbrica" al BlogEconomy Day (in versione natalizia)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Torino 12 12 2012: vieni "in fabbrica" al BlogEconomy Day (in versione natalizia)





12 -12 - 2012

TORINO

dalle ore 17.00 ALLE ore 21.30

presso la Fabbrica di Giocattoli Quercetti

c.so VIGEVANO 25



BLOGECONOMY DAY

- MERCATO LIBERO

- IL GRANDE BLUFF

- RISCHIO CALCOLATO

- MERCATO LIBERO NEWS

- RIECHO

- BEPPE SCIENZA

- ROBERTO GORINI

- USEMLAB - FRANCESCO CARBONE









INGRESSO LIBERO

DISPONIBILITA' DI POSTI = CIRCA 100

E' NECESSARIO PRENOTARSI INVIANDO UNA MAIL A: BLOGECONOMYDAY@GMAIL.COM

(indicando nome e cognome)

Dalle 21 alle 21.30 verrà offerto Panettone&Spumante





- L'ECONOMIA GLOBALE DEL 2013: NUBI OSCURE ALL'ORIZZONTE?

- L'ITALIA IN PROFONDA RECESSIONE e SOTTO UN CAPPA DI PIOMBO: PROSPETTIVE PER IL 2013. LE TRE SOLUZIONI: RIBELLARSI, SCHIAVITU' O FUGA?...


Inviato da iPhone

Messina affoga nei debiti, un mese per evitare il crac


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Messina affoga nei debiti, un mese per evitare il crac




Fabrizio Marino







Messina è quasi fallita. Il Commissario straordinario Luigi Croce ha un mese di tempo per trovare una soluzione. I problemi riguardano l'incapacità a riscuotere crediti e tributi e un costante ricorso ad anticipazioni di tesoreria. Intanto i dipendenti del Teatro Vittorio Emanuele sono senza stipendio da tre mesi. 





leggi tutto



Inviato da iPhone

Tv Israeliana: i cittadini si preparino a 7 giorni di guerra


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Tv Israeliana: i cittadini si preparino a 7 giorni di guerra

**TV ISRAELIANA: CITTADINI SI PREPARINO A 7 GIORNI DI GUERRA/ POSSIBILE INTERVENTO DI TERRA ISRAELIANO


**Channel 10 sta consigliando i cittadini israeliani a preparsi a sette giorni di guerra.


**Possibile intervento di terra da parte di Isr. // Come già riferito, richiamati 16.000 riservisti.



Fonte: Radio Spada



Inviato da iPhone

Crisi greca: assegni a vuoto per un miliardo di euro


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi greca: assegni a vuoto per un miliardo di euro

di REDAZIONE


Le soffocanti condizioni di mercato in Grecia, arrivata al quinto anno consecutivo di recessione, si riflettono nell'enorme numero di assegni scoperti e cambiali scadute in circolazione nei primi 10 mesi di quest'anno, mentre le linee di credito si riducono di giorno in giorno. In base ai dati diffusi dal sistema informatico bancario Tiresias, la cifra complessiva di assegni a vuoto e cambiali non pagate ammonta a oltre 1,3 miliardi di euro.


Nel periodo gennaio-ottobre sono stati emessi 112.232 assegni a vuoto per un totale di 1,17 miliardi. Tuttavia, nel solo mese di ottobre c'è stato un calo del 34% nel numero degli assegni scoperti rispetto a quelli emessi dell'ottobre 2011. Ma lo scorso settembre il loro numero è diminuito dell'1,87% mentre il loro ammontare è cresciuto dello 0,73%. Il totale delle cambiali inevase e' stato invece di 105.767 per un controvalore di circa 165 milioni di euro da gennaio a ottobre, sempre secondo Tiresia secondo cui il diffondersi di questo fenomeno non solo priva il mercato della liquidità tanto necessaria al suo funzionamento, ma contribuisce ad accrescere anche il sospetto nelle quotidiane operazioni nel commercio nel Paese.


FONTE ORIGINALE: Ansamed.it



Inviato da iPhone

Nel Triveneto, prove tecniche di sfascio totale


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Nel Triveneto, prove tecniche di sfascio totale

Con i tagli del governo un altro pezzo di autonomia regionale rischia di scomparire. Il Ministero dell'Istruzione sta cercando di accorpare vari Uffici scolastici regionali, come quelli di Veneto, Friuli e non solo. Il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Tondo, ha già espresso il suo dissenso al ministro Profumo, che cerca di tagliare la spesa pubblica per l'istruzione.

Come già accaduto per alcuni istituti di ricerca, Monti, ha lasciato solo un po' più di margine alle Regioni per definirne l'assetto. Sul punto infatti si son costituite commissioni di consiglieri regionali, al fine di strutturare le province tagliate entro lo schema di razionalizzazione. Tutto...
Mauro Steffé


Inviato da iPhone

MAFIA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

MAFIA

L'esattore della mafia si presenta puntualmente dalla sua vittima per riscuotere il pizzo. Questa tassa che il commerciante deve pagare è giustificata dal servizio che la mafia offre alla sua vittima: ...


Inviato da iPhone

Draghi e il Sacco dell'Italia.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Draghi e il Sacco dell'Italia.







Queste sono informazioni che dovrebbero essere divulgate e spiegate in lungo e in largo dalla stampa, ma che invece ha sempre occultato.
Le anime belle e buone parleranno di complottismo, che vediam congiure dappertutto...
Rassicuriamole, questi marpioni possono fare, hanno fatto e faranno anche di più e di meglio...






Pubblicato da johnny doe-mercoledì 22 giugno 2011



Dedichiamo questo post al governatore della BCE Mario Draghi, detto anche Mr.Britannia. Complimenti e auguri




Era il 1992, un anno decisivo per la recente storia italiana.

All'improvviso un'intera classe politica dirigente crollava sotto i
colpi delle indagini giudiziarie. Da oltre quarant'anni era stata al
potere. Gli italiani avevano sospettato a lungo che il sistema politico
si basasse sulla corruzione e sul clientelismo. Ma nulla aveva potuto
scalfirlo.

Né le denunce, né le proteste popolari  né i casi di connivenza con la
mafia, che di tanto in tanto salivano alla cronaca,immaginiamoci un
semplice mariuolo alla Mario Chiesa.

Ma ecco che, improvvisamente, il sistema crollava.





Mentre l'attenzione degli italiani era puntata sullo scandalo delle
tangenti, il governo italiano stava prendendo decisioni importantissime
per il futuro del paese.



Con l'uragano di "Tangentopoli" gli italiani credettero che potesse iniziare un periodo migliore per l'Italia


Inviato da iPhone

USA. Ordine esecutivo, adesso la Casa Bianca può assumere dei mercenari ...


Ti è stato inviato tramite Google Reader

USA. Ordine esecutivo, adesso la Casa Bianca può assumere dei mercenari ...







Un ordine esecutivo, firmato il 26 ottobre, consente di estendere il potere di intervento del governo federale creando delle partnership strategiche con agenzie governative locali e partner privati ​​in caso di minaccia alla sicurezza interna o dicalamità naturali.




"Dobbiamo sfruttare l'ingegno al di fuori del governo attraverso delle partnership strategiche con il settore privato, le organizzazioni non governative, le fondazioni e le organizzazioni comunitarie",



Una fusione tra il governo federale e il settore privato è necessario per facilitare la volontà del governo di migliorare le priorità della sicurezza interiore, che comprendono  "la risposta alle catastrofi naturali ... (e) la prevenzione del terrorismo utilizzando diverse prospettive, competenze, strumenti e risorse."


Questo apre la porta all'utilizzo di milizie private in caso di disordini civili, l'introduzione di restrizionidella libertà e certi diritti, attraverso l'intervento di organismi gornamentali, comunità e società private. Con questo i cittadini si ritroveranno in un sistema di sorveglianza globale, ordinata dal governo federale!


 



Inviato da iPhone

Dalla Crisi del Debito agli Stati Uniti d'Europa


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Dalla Crisi del Debito agli Stati Uniti d'Europa


Di Michael
http://endoftheamericandream.com
Stiamo assistendo allo sforzo più importante verso gli Stati Uniti d'Europa? Mentre la crisi del debito sovrano in Europa prosegue nella sua spirale fuori controllo, improvvisamente questa espressione è spuntata sulle pagine del New York Times e dei principali quotidiani d'Europa. E' solo un caso? Sicuramente no. La verità è che secondo le elite politiche e finanziarie europee sia questa la strada per risolvere i problemi della zona euro.

Tuttavia per conseguire l'obiettivo hanno bisogno di una massiccia crisi finanziaria. In questo momento i cittadini dei paesi che compongono la zona euro sono in grande maggioranza contrari una più profonda integrazione europea. Senza sperimentare una massiccia quantità di dolore finanziario, è improbabile che possano d'un tratto cambiare idea.

Allora, chi vincerà alla fine? Purtroppo il tempo stringe perché la Grecia è sull'orlo della insolvenza, e molti altri paesi la seguono a breve distanza. Se l'Europa non sceglierà una strategia da adottare a breve, l'euro e le relative istituzioni comunitarie crolleranno.

Fino ad oggi i leader europei hanno cercato di gestire questa crisi intervenendo caso per caso. Tutto ciò è andato avanti per un paio d'anni, ma questi salvataggi non andranno avanti all'infinito. Invece di modificare lo stato delle cose, essi non fanno che prolungare l'agonia e peggiorare le cose. L'UE come è attualmente strutturata semplicemente non funziona. La volontà politica di effettuare ulteriori salvataggi sta rapidamente prosciugandosi ed i politici in Europa non possono continuare a fare finta di niente.

Qualcosa deve essere fatto. Ma invece di ammettere che l'euro sia stato un enorme errore, e ritornare alle monete nazionali, la maggior parte dei politici di primo piano in Europa ritengono che la soluzione sia avere 'più Europa'.



Mario Draghi, nuovo boss della Banca centrale europea, è assolutamente convinto che l'Europa abbia bisogno di una più profonda integrazione tra gli stati. "Per risolvere il problema è necessario apportare una modifica al Trattato (di Lisbona - n.d.t.). Lo obiettivo perseguito da un sim...


Inviato da iPhone

La crescita che porta alla rovina


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La crescita che porta alla rovina

- di Mauro Trotta – il manifesto - Marx, all'interno dei «Grundrisse» afferma che per il capitale «ogni limite si presenta come un ostacolo da superare». Ebbene, nell'epoca della globalizzazione neocapitalista, e della sua crisi, questa tendenza sembra aver toccato il suo massimo livello. Niente più frontiere per merci e capitali, asservimento e sussunzione globale [...]


Inviato da iPhone

ELSA FORNERO AMMETTE IL GOLPE FINANZIARIO. ORA SI APRA UN FASCICOLO D’INCHIESTA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ELSA FORNERO AMMETTE IL GOLPE FINANZIARIO. ORA SI APRA UN FASCICOLO D'INCHIESTA



DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info




Voi milioni di italiani pestati a mazzate dalla
riforma delle pensioni di Elsa Fornero, voi esodati, voi che avete subito, che
sempre subite, voi senza voce, e voi giovani che non avete lavoro perché gli
anziani sono oggi incatenati a lavorare dalle decisioni di questa lugubre
sicaria dell'Economicidio italiano, voi…





Perché vi hanno fatto tutto questo? Cosa vi
hanno detto? Vi hanno detto che era nell'interesse del Paese, che risparmiare
attraverso i vostri sacrifici era la via dura, ma virtuosa, per ridare speranza
all'Italia, che per voi ultra sessantenni significa i vostri figli, vero? Vi
hanno detto questo, e voi, che a 17 anni vi riboccaste le maniche per tirarla
su quest'Italia che viaggiava in 600 e aveva una sola tv in bianco e nero per condomino,
anche questa volta lo farete, stringerete i denti, perché "è per i nostri figli". Anziani, vi dicono che meno pensione è
necessario per lo Stato, per tutti i cittadini, che è necessario…



Inviato da iPhone

Sistema bancario: un unico, massivo, monopolio


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Sistema bancario: un unico, massivo, monopolio

Le banche che controllano tutto.

A questo studio si riferiva David Wilcock nel suo importante ultimo aggiornamento: The great revealing.
Lo studio, chiamato 'La rete del controllo globale corporativo' è stato portato a termine da Stefania Vitali, James B. Glattfelder e Stefano Battiston, a Zurigo, in Svizzera. Il metodo è stato quello di sviscerare il database con i dati di marketing della Orbis nel 2007, raccogliendo file su più di 30 milioni di operatori economici (imprese e investitori) di tutto il mondo, incluse le posizioni patrimoniali.
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista New Scientist, molto rispettata nel panorama della scienza "mainstream".
I risultati sono interessanti, anche se in fondo prevedibili.


Inviato da iPhone

Gaza, Israele distrugge la base Hamas. Times: “Attacco via terra nel weekend”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Gaza, Israele distrugge la base Hamas. Times: "Attacco via terra nel weekend"

Il quartier generale del governo di Hamas è stato colpito da un bombardamento aereo israeliano ed è andato distrutto. Una notizia resa nota dallo stesso Movimento islamico di resistenza. "Il quartier generale del gabinetto è stato preso di mira da quattro raid e il governo sottolinea che esso resta sulle sue posizioni ed accanto al suo popolo", afferma Hamas in un comunicato. L'edificio avrebbe subito gravi danni. 

"Il nostro quartier generale è stato completamente distrutto ed alcune case vicine sono state danneggiate dai bombardamenti barbari di Israele", afferma un responsabile di Hamas. Ma la reazione del premier del governo di Hamas, Ismail Haniyeh, è durissima: "I sionisti credono che il loro attacco ci indebolirà, ma è vero il contrario. Rafforza la nostra determinazione a liberare la Palestina finché non vinceremo".

L'esercito israeliano "ha colpito il quartier generale del capo del governo di Hamas, Ismail Haniyeh, a Gaza", conferma un portavoce di Israele. "Nelle ultime sei ore le Forze di difesa israeliane hanno preso di mira 85 nuovi siti terroristici", precisa l'esercito dello Stato ebraico sul suo account ufficiale di Twitter. Sempre dal social network Israele ha fatto sapere che in 6 ore, nel corso della notte, "l'esercito israeliano ha colpito 85 nuovi siti terroristici". Le intenzioni di Israele sono serissime, come già era emerso ieri quando erano stati richiamati 75mila riservisti.

E' il quarto giorno dell'offensiva israeliana, chiamata "Colonna di difesa", che fino ad ora ha portato a 38 morti palestinesi e 3 israeliani. Le ultime tre vittime – palestinesi – si sono contate la notte scorsa durante uno dei raid aereo dei caccia di Benjamin Netanyahu. Secondo una fonte di sicurezza palestinese, i tre uomini, morti nel campo profughi di Maghazi, erano membri delle Brigate Ezzedin al-Qassam, il braccio armato di Hamas.

Intanto la portavoce della polizia di Israele, Louba Samri, ha riferito che 16 razzi sono stati lanciati nella mattinata dalla Striscia di Gaza verso Israele, senza fare feriti, mentre altri 5 sono stati intercettati dal sistema israeliano Iron Dome. Secondo fonti militari, tuttavia il numero dei tiri di razzi da Gaza "sono sensibilmente diminuiti". Secondo un calcolo della tv israeliana circa 180 raid israeliani hanno invece colpito nella notte la Striscia. 

Tuttavia la tensione non solo resta altissima, ma starebbe per esplodere nell'attacco diretto via terra dell'esercito israeliano: secondo il Times le truppe di Tel Aviv potrebbero entrare a Gaza già durante questo fine settimana. Un ufficiale delle forze armate – secondo il quotidiano britannico – h...



Inviato da iPhone

Sul Perché la Borsa USA Scende (e Scenderà Ancora) e Perché il Fiscal Cliff è un’Occasione di Acquisto (di Breve)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Sul Perché la Borsa USA Scende (e Scenderà Ancora) e Perché il Fiscal Cliff è un'Occasione di Acquisto (di Breve)

Ve lo diciamo ancora una volta, e per essere chiari usiamo le parole del rag. Ugo Fantozzi: il "fiscal cliff" è una cagata pazzesca!


I tagli automatici alla spesa e l'aumento delle tasse per 600mld e rotti NON ci saranno se non formalmente e a secolo da destinarsi. Sono troppi gli interessi in gioco. 


La borsa USA non sta scendendo per il fiscal cliff (a cui tra 12 giorni si aggiungerà il debt ceiling…), ma per un altro motivo che vi riveleremo a fine articolo (suspance).


Il Fiscal Cliff è una buona occasione di acquisto.


Avrete notato il rimbalzo degli indici di ieri. Ero su Skype con un noto analista tecnico ieri quando è cominciato il "rimablzone" dello S&P500, mi sono sentito dire "Ehi fk, che succede va tutto su, lo S&P si è sparato 10 punti in un secondo". (poi ha continuato nel pomeriggio americano)


Ecco succede che c'è il fiscal cliff:


Guardate qua:


SPX 121116 Sul Perché la Borsa USA Scende (e Scenderà Ancora) e Perché il Fiscal Cliff è unOccasione di Acquisto (di Breve)


John Boehner è lo speaker della camera dei deputati USA ed è un importante rappresentante dei Repubblicani e ieri ha detto:



"Credo che potremmo farlo e evitare il fiscal cliff" (riferendosi ad un accordo coi Democratici)



e bum si saleeeeee, pericolo scampato, va tutto bene madama la marchesa.


No in realtà gli indici erano tirati e come si dice "gli operatori aspettavano un motivo per prendere profitto"


Ma non fatevi illusioni, l'elefante nella stanza è ancora li : l'economia mondiale fa schifo


Lo ripetiamo per l'ennesima volta, l'intera economia mondiale sta rallentando e con essa gli utili delle società quotate a Wall Street, dopotutto il rapporto prezzo utili un minimo di significato lo mantiene.


Ecco il grafico che dovreste stamparvi:


earn11141 big Sul Perché la Borsa USA Scende (e Scenderà Ancora) e Perché il Fiscal Cliff è unOccasione di Acquisto (di Breve)


è la percentuale di società quotate sullo S&...



Inviato da iPhone

Il racket del signoraggio crea la super-anagrafe


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il racket del signoraggio crea la super-anagrafe

Nasce la super-anagrafe per conti correnti, cassette sicurezza e depositi: l'occhio del fisco su importi, movimenti e saldi



Inviato da iPhone

Fame e freddo, l’Istat: in sofferenza un italiano su cinque


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Fame e freddo, l'Istat: in sofferenza un italiano su cinque

Incapaci di far fronte a spese impreviste e in arretrato con bollette, affitto e mutui. Peggio ancora: c'è chi non può permettersi un pasto proteico – a base di carne – nemmeno una volta ogni due giorni. Indicatori in picchiata nell'Italia che sprofonda nella crisi, secondo le ultime analisi dell'Istat. Che rilevano disagi crescenti: un italiano su cinque, ormai, soffre vere e proprie privazioni materiali. Chi deve rinunciare all'automobile, chi alle vacanze – neppure una settimana di ferie all'anno – e chi è costretto persino a fare a meno della lavatrice, del telefono, del televisore. Addirittura, tra i parametri della nuova povertà, l'istituto di statistica segnala anche le famiglie che, per mancanza di denaro, restano al freddo e non possono riscaldare in modo adeguato la propria abitazione. E' la drammatica fotografia degli effetti del "rigore" decretato da Mario Monti, in ossequio a Bruxelles che impone il drastico taglio della spesa sociale, deprimendo economia e consumi. (continua…)




Inviato da iPhone

Crisi, Moody's: Bpm sotto esame per possibile downgrade

Crisi, Moody's: Bpm sotto esame per possibile downgrade

M.O./ Times: questo fine settimana l'offensiva di terra a Gaza

M.O./ Times: questo fine settimana l'offensiva di terra a Gaza

Roma, 17 nov. (TMNews) - Alti ufficiali dell'esercito israeliano ritengono che l'offensiva di terra a Gaza inizierà questo fine settimana. Stando a quanto riferito da queste fonti al quotidiano britannico The Times, le forze armate hanno ricevuto l'ordine di prepararsi "ad essere pronti al massimo livello". Le incursioni aree di questi giorni sono servite anche a creare corridoi per l'incursione delle truppe, hanno aggiunto. "Stiamo creando un corridoio, l'area di incursione per le nostre truppe per iniziare a muoverci a Gaza quando arriverà l'ordine - ha detto un alto ufficiale del comando meridionale delle forze israeliane - aspettiamo il via libera questo fine settimana". "Il nostro attuale livello di mobilitazione è tale che quando l'ordine arriverà, potremo muoverci nell'arco di un'ora", ha detto un'altra fonte. Ieri sera, il governo israeliano ha autorizzato la mobilitazione di 75.000 riservisti.

L'arte di arrampicarsi sugli specchi, "i lacrimogeni dal ministero? un' illusione ottica"!

L'arte di arrampicarsi sugli specchi, "i lacrimogeni dal ministero? un' illusione ottica"!


Dopo la diffusione di quel video ( vedi qui ) dove si vedono lacrimogeni piovere dalle finestre del...

In Italia nell’ultimo anno e mezzo sono state varate nuove imposte per un ammontare pari a circa 4 punti di Pil e nei prossimi due anni?

In Italia nell’ultimo anno e mezzo sono state varate nuove imposte per un ammontare pari a circa 4 punti di Pil e nei prossimi due anni?

In  nell'ultimo anno e mezzo sono state varate nuove  per un ammontare pari a circa 4 punti di . Stime dell'effetto dell'inasprimento fiscale portano a prevedere una contrazione dell'economia intorno ai due punti e mezzo nei prossimi due anni. Da aggiungere al -3 per cento del 2012. Abbiamo avuto un nuovo record del debito: ...

Draghi e il Sacco dell'Italia


Draghi e il Sacco dell'Italia.

Queste sono informazioni che dovrebbero essere divulgate e spiegate in lungo e in largo dalla stampa, ma che invece ha sempre occultato.
Le anime belle e buone parleranno di complottismo, che vediam congiure dappertutto...
Rassicuriamole, questi marpioni possono fare, hanno fatto e faranno anche di più e di meglio...


Pubblicato da johnny doe-mercoledì 22 giugno 2011
Dedichiamo questo post al governatore della BCE Mario Draghi, detto anche Mr.Britannia. Complimenti e auguri

Era il 1992, un anno decisivo per la recente storia italiana.
All'improvviso un'intera classe politica dirigente crollava sotto i colpi delle indagini giudiziarie. Da oltre quarant'anni era stata al potere. Gli italiani avevano sospettato a lungo che il sistema politico si basasse sulla corruzione e sul clientelismo. Ma nulla aveva potuto scalfirlo.
Né le denunce, né le proteste popolari  né i casi di connivenza con la mafia, che di tanto in tanto salivano alla cronaca,immaginiamoci un semplice mariuolo alla Mario Chiesa.
Ma ecco che, improvvisamente, il sistema crollava.

Mentre l'attenzione degli italiani era puntata sullo scandalo delle tangenti, il governo italiano stava prendendo decisioni importantissime per il futuro del paese.
Con l'uragano di "Tangentopoli" gli italiani credettero che potesse iniziare un periodo migliore per l'Italia 
Ma in segreto, il governo stava attuando politiche che avrebbero peggiorato il futuro del paese. 
Numerose aziende saranno svendute, persino la Banca d'Italia sarà messa in vendita. 
La svendita venne chiamata "privatizzazione".

DIETRO IL SIPARIO: Gaza, razzismo e superiorità dei bianchi

DIETRO IL SIPARIO: Gaza, razzismo e superiorità dei bianchi: Dopo l'assassinio mirato di Ahmed Jabari, così come "approvato " dal parlamento israeliano, che ha causato vittime civili palestinesi, i ...

DELIRIO! Amato: “I politici non eletti? Sono come gli esodati: per loro serve un’indennità”. Ed è consulente di Monti contro gli sprechi…

DELIRIO! Amato: “I politici non eletti? Sono come gli esodati: per loro serve un’indennità”. Ed è consulente di Monti contro gli sprechi…

DELIRIO! Amato: “I politici non eletti? Sono come gli esodati: per loro serve un’indennità”. Ed è consulente di Monti contro gli sprechi…
Ve lo diciamo subito: non è uno scherzo. Quello che state per leggere è tutto autentico. Sono dichiarazioni di Giuliano Amato, che Monti ha chiamato per tagliare i costi della politica, rilasciate al settimanale Sette. “In Italia ora tutti vogliono parlamentari giovani e che facciano al massimo…

Impressioni di Gaza

Impressioni di Gaza

carrarmau-gazdi Noam Chomsky Z-Net.
Anche una sola notte in carcere basta a dare l’idea di che cosa significa vivere sotto il controllo totale di qualche forza esterna. E non ci vuole certo più di un giorno a Gaza per iniziare a  rendersi conto di come deve essere cercare di sopravvivere nella prigione a cielo aperto più grande del mondo, dove un milione e mezzo di persone, nell’area più densamente popolata del mondo, è costantemente soggetto a terrore casuale, spesso selvaggio e a punizioni arbitrarie, senza altro scopo che quello di umiliare e degradare, e con l’ulteriore scopo di assicurarsi che le speranze palestinesi di un futuro decente siano distrutte e che lo schiacciante appoggio per un accordo diplomatico che garantirà questi diritti venga annullato.  L’intensità di questo impegno da parte della dirigenza politica israeliana è stata drammaticamente dimostrata proprio nei giorni scorsi, quando hanno avvertito che “impazziranno” se ai diritti palestinesi verrà dato un riconoscimento limitato all’ONU. Non è un punto di inizio nuovo.

Quel sospetto che vuole la “Lista Monti” spinta da fuori dell’Italia

Quel sospetto che vuole la “Lista Monti” spinta da fuori dell’Italia

di FABRIZIO DAL COL
La nuova  legge elettorale, ovvero  quel “pastone” ben organizzato a danno degli elettori che i partiti stanno preparando per non finire estinti,  se mai vedrà la luce, non servirà a un bel nulla. Di più: qualunque soluzione o accordo riuscisse oggi a trovare i partiti si …
LEGGI0 Comments