20/11/12

E' debito dovuto a te stesso


Ti è stato inviato tramite Google Reader

E' debito dovuto a te stesso

Se tu hai un debito con te stesso,
se Hobi presta 50mila euro a Hobi
a quanto ammonta il debito di Hobi ?
[risposta: zero]

I bonds che uno stato si ricompra da solo (con il "QE") Dalmine ...


Inviato da iPad

REDDITEST: OGGI A LUGANO SI RACCONTAVANO DELLE BARZELLETTE SULL'ULTIMA CAGATA DI BEFERA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

REDDITEST: OGGI A LUGANO SI RACCONTAVANO DELLE BARZELLETTE SULL'ULTIMA CAGATA DI BEFERA


UNA SOLA COSA VI CHIEDO...SE IO HO 5 MILIONI DI EURO EREDITATI 10 ANNI FA DA MIO NONNO E NON HO REDDITO DA LAVORO E SE IL FISCO, AVENDO ACCESSO AI MIEI CONTI LO SA....PERCHE' MI ROMPONO I COGLIONI QUELLI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE...LO TROVO UN SOPRUSO ENORME, LEDE LA MIA LIBERTA' E MI FA ANDARE VIA DA QUESTO PAESE ...E IL PAESE PER COLPA DI SPESOMETRO, REDDITEST, REDDITOMETRO...VA A PUTTANE ...SI MA ALL'ESTERO...COSI' SI PAGA RIGOROSAMENTE IN NERO!

Ecco la circolare del nostro studio commercialista di Milano

Studio Rag. Mario Stefano Ogna
                     Rag. Mario Stefano Ogna, commercialista e revisore contabile
                     Dott. Luigi A. Ogna, revisore contabile


Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://www.fiscooggi.it/files/immagini_articoli/u12/email.jpgCIRCOLARE FLASH INFORMATIVA    


Inviato da iPad

Bernanke, fiscal cliff minaccia ripresa


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Bernanke, fiscal cliff minaccia ripresa

Alzare tetto debito per evitare default


Inviato da iPad

L’XXX Factor di Rocco Siffredi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'XXX Factor di Rocco Siffredi

Il Rocco nazionale e il suo talent show "alternativo"





Inviato da iPad

(In un'altra dimensione...) Moody's: Downgrade dell'UK che perde la tripla AAA, mentre l'Economist....


Ti è stato inviato tramite Google Reader

(In un'altra dimensione...) Moody's: Downgrade dell'UK che perde la tripla AAA, mentre l'Economist....



(In un'altra dimensione...)

Notizia Bomba!

Nemmeno il tempo di archiviare il downgrade della Francia...

e Moody's tira fuori di nuovo il Bazooka:

downgrade dell'UK da Aaa a Aa1 e con outlook negativo.


Moody's just downgraded UK's credit rating from Aaa to Aa1, OUTLOOK NEGATIVE

Era ora!! Verrebbe da dire....



E, con la stessa incredibile coincidenza verificatasi per la Francia,

l'Economist...........

 L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE NON GODE
DEL PRIVILEGIO DEI SUSSIDI STATALI.

CARI LETTORI, PRIMA DI CONTINUARE A LEGGERE IL POST, FATE LA VOSTRA PARTE: CLICCATE SUI DUE VIDEO PUBBLICITARI
 
























......era appena uscito con una copertina Bomba sull'UK, che potete vedere qui riportata.






Inviato da iPad

Gli studenti che contestano la Fornero


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Gli studenti che contestano la Fornero

La generazione choosy espone davanti al Cnel uno striscione: "Saremo il tuo incubo ovunque, ci riprendiamo tutto"



Inviato da iPhone

Ecco il redditometro. Ma questi sono dilettanti o terroristi?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ecco il redditometro. Ma questi sono dilettanti o terroristi?

Oggi l'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile presso il proprio sito il nuovo...


Inviato da iPhone

Scippano Rolex a 007, lui però gli rifila il “contropacco”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Scippano Rolex a 007, lui però gli rifila il "contropacco"

Nella malavita se "lavori" nei Rolex, sei un fortunato, hai il pane assicurato. Non tutti possono scippare il celebre marchio di orologi da 20mila euro in su che da sempre nel capoluogo partenopeo è preda dei delinquenti. Devi possedere il "mestiere", avere un talento criminale, aver sviluppato delle abilità "tecniche". Scippatori si nasce a Napoli perché si è figli e nipoti di scippatori. I Quartieri spagnoli, il rione Forcella, il Rione Sanità, il Pallonetto Santa Lucia sono le palestre: hanno una tradizione storica che affonda le radici ai tempi dell'occupazione degli alleanti durante la seconda guerra mondiale. Ci sono madri residenti ai Quartieri che il martedì e il giovedì fanno le vedette affacciate a finestre e balconi per vedere quando attraccano le navi crociere al porto. Quando ne avvistano la sagoma, si piombano dal figlio per tiralo giù dal letto: "Uè muoviti. E' arrivata a' nav, e faticà. Mò scendono 'e turist, va a fa' e riloggi".

Un degrado assurdo. Lo so. Da napoletano me ne rammarico e lo condanno. Premetto e chiarisco subito: non è mia intenzione sdoganare un'attività criminale che nella maggior parte dei casi è sotto il controllo dei clan della camorra e provoca violenza e lutti. E' ancora forte l'emozione e la rabbia per la morte di Oscar Antonio Mendoza, il 66enne di origini portoricane, ex parlamentare del suo Paese d'origine, che a maggio 2011 si trovava con la moglie su via Marina per fare un giro a piedi nella città quando, pochi minuti dopo essere sbarcato dalla nave da crociera, venne aggredito da  due malviventi che cercarono di scippargli il Rolex che portava al polso. L'americano cercò di resistere ma i banditi intenzionati fino in fondo ad appropriarsi dell'orologio non esitarono a trascinarlo a terra per alcuni metri. Fuggirono senza il bottino. Mendoza nella colluttazione urtò con la testa sul marciapiede e non si è più risvegliato dal coma. I bastardi sono stati assicurati alla giustizia e scontano la pena in carcere, speranza è che non escano più.

Consentitemi però un sorriso beffardo per quello che è accaduto la scorsa domenica notte. Un tedesco, che non è un tedesco qualunque, bensì il responsabile della scorta del Presidente della Germania Joachim Gauck è stato depredato del suo Rolex sul Lungomare, a due passi dall'Hotel Excelsior dove soggiornano oltre al presidente tedesco anche quello polacco con i rispettivi staff e delegazioni per l'incontro in corso a Villa Rosebery con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

l capo degli 007 – domenica notte -  era sul Lungomare e tornava in albergo quando una baby-gang armata di una pistola giocattolo, lo ha bloccato e con un'azione fulminea gli ha sfilato l'orologio dal polso per poi scappare lasciando di stucco il capo della sicurezza del presidente della Germania. Par...



Inviato da iPhone

Abbiamo bisogno di altri 30 prefetti?



simboloRepubblica
 Per legge ogni provincia deve avere un prefetto e con le nuove province sono stati creati nuovi prefetti.
Soltanto che ora, con l'accorpamento, molti prefetti rimarranno senza provincia. Ma invece che ridistribuire quei prefetti dove serve, il Ministero dell'Interno ha deciso di indire un bando per assumerne altri 30.
Appena l'ha scoperto, il senatore Maurizio Fistarol di verso nord ha definito la scelta «alquanto inopportuna» ricordando come «il riordino delle Province avviato dal governo in estate è tutt'altro che concluso»...

UNA ONDATA DI SFRATTI METTE LA SPAGNA IN MEZZO ALLA STRADA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

UNA ONDATA DI SFRATTI METTE LA SPAGNA IN MEZZO ALLA STRADA

"


DI SUZANNE DALEY  
The New York Time Siviglia, Spagna - La prima notte dopo che Francisco Rodríguez Flores, 71 anni, e sua moglie, Ana López Corral, di 67, sono stati sfrattati dal loro piccolo appartamento, per  un ritardo nel pagamento del mutuo ipotecario sulla casa, l'hanno passata sotto al portone di casa. Le loro figlie, disoccupate, che vivono con loro, hanno dormito nel furgone di un vicino.
 'E' stato il momento peggiore della mia vita' ha detto la Signora López  guardandosi le mani. 'Non si può immaginare quello che ho provato a passare la notte in quel portone. Non si riesce a raccontare perché non è la stessa cosa averla vissuta. '


Adesso le cose vanno un po' meglio perché i Rodríguez sono tra le 36 famiglie che hanno occupato un condominio di lusso, che era libero da tre anni. Non c'è corrente elettrica, hanno tagliato l'acqua e c'è il rischio di essere sfrattati di nuovo. Ma almeno, dice la signora López, non viviamo ancora per strada."


Leggi tutto



Inviato da iPhone

L'ELITE ECONOMICA VUOLE A TUTTI I COSTI CHE MONTI RIMANGA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'ELITE ECONOMICA VUOLE A TUTTI I COSTI CHE MONTI RIMANGA

 " FONTE: COBRAF.COM


«L'élite economica vuole a tutti i costi che Monti rimanga» titolava ieri il Financial Times (*). Per cui Monti rimarrà. E veramente semplice da capire. Perchè gli italiani (forse) si ribellino un poco bisogna prima perdere un altro milione di posti di lavoro con tutte le decine di migliaia di fallimenti che comporta. Ma visto da Washington o Bruxelles non sarebbe un fenomeno che si nota tanto...


...Il «Financial Times» descrive il momento titolando «L'élite economica vuole a tutti i costi che Monti rimanga» e per capire cosa c'è dietro tale sentimento basta ascoltare chi, nei centri studi di Washington, segue da vicino il nostro Paese. «La forza di Monti è nell'essere un leader pulito e solido che ha saputo restituire all'Italia credibilità internazionale dopo Berlusconi», spiega Steve Hanke, docente di Economia alla Johns Hopkins University ed ex consigliere del presidente Ronald Reagan."


Leggi tutto



Inviato da iPhone

ANONYMOUS PUBBICA DATI PERSONALI DI 5000 FUNZIONARII ISRAELIANI


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ANONYMOUS PUBBICA DATI PERSONALI DI 5000 FUNZIONARII ISRAELIANI

(AFP Photo / Hazem Bader)
(AFP Photo / Hazem Bader)

Il gruppo di Hacker-attivisti in internet, l' Anonymous, ha dichiarato guerra cibernetica contro Israele, postando online  dati personali di 5000 funzionari di Israele


­Il gruppo ha usato il suo sito Anonpaste.me per inviare un messaggio al governo di Israele prima di linkare alla pagina con nomi, numeri ID  e emails personali di 5000 funzionari.

Il messaggio diceva:: "E' giunto alla nostra attenzione che il governo di  Israele ha ignorato i ripetuti ammonimenti sull'abuso di diritti umani, chiudendo internet in Israele e maltrattando i suoi cittadini e quelli dei paesi confinanti"

(Screenshot from anonpaste.me)
(Screenshot from anonpaste.me)
Il grupop ha anche detto: "Governo di Israele: questo si trasformerà in una guerra cibernetica"

Precedentemente, il gruppo ha fatto attività di hackeraggio su oltre 700 siti israeliani, incluso la Bank of Jerusalem, il Ministero della Difesa Israeliana, il suo blog, il sito ufficiale del presidente  e molti altri.

La piu' patrte dei siti sono giù. (offline).
Il Ministro delle finanze del paese ha riconosciuto la recente ondata di attacchi e ha detto che il governo " ora sta dichiarando una guerra su un secondo fronte."

Negli ultimi 4 giorni, Israele ha "deviato 44 milioni di attacchi cibernetici  sui siti del governo",ha detto a AP il Ministro delle Finanze Israeliane  Yuval Steinitz

FONTE: http://rt.com/news/anonymous-israel-officials-leaked-002/
______________________________________________________
SI VEDA ANCHE:

Operation Security Roof (satire)*, di G. Atzmon



Inviato da iPhone

Il video dei poliziotti costretti a liberare uno studente


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il video dei poliziotti costretti a liberare uno studente

La gente spinge le forze dell'ordine a lasciar andare un ragazzo fermato





Inviato da iPhone

INTRADAY: intermarket all’arrembaggio!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

INTRADAY: intermarket all'arrembaggio!

Giornata fortemente positiva ieri. Per certi versi fin troppo positiva! Come spesso accade, le notizie, anche se sono arcinote, vengono rispolverate, rielaborate e riconfezionate e date in pasto ai media. Speranze per il fiscal cliff: notizia arcinota e già discussa. … Continua a leggere


Inviato da iPhone

Altro che Lehman, il sistema bancario ombra è un pericolo peggiore


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Altro che Lehman, il sistema bancario ombra è un pericolo peggiore






Altro che Lehman Brothers. Il sistema bancario ombra, non è mai stato così grande come oggi. Il problema sono gli intermediari finanziari non bancari (Nbif). E ce ne sono alcuni che in caso si ritrovassero corti di liquidità, potrebbero mettere a repentaglio la sopravvivenza delle intere aree in cui operano.  


 





leggi tutto



Inviato da iPhone

Il futuro governo ha la strada segnata da Monti e sarà meglio. Poveri noi!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il futuro governo ha la strada segnata da Monti e sarà meglio. Poveri noi!

di CLAUDIO PREVOSTI


La strada è segnata da governo Monti e il governo che verrà dopo farà anche meglio. Andiamo bene, come minimo siamo fregati! E' questo il messaggio che arriva dopo alcuni giorni politicamente nervosi. La reazione dei partiti della 'strana maggioranza' alle ipotesi di un nuovo governo Monti rilanciate in parallelo al varo della nuova lista di Montezemolo e Riccardi, impone un netto dietro-front alle pur timide aperture del Prof sui suoi impegni futuri. E consiglia al Capo dello Stato una decisa presa di distanza dalle ricostruzioni sul futuro capo dell'esecutivo e una netta sottolineatura del suo ruolo super partes. "Quando ci sono elezioni libere nessuno puo' prevedere il risultato" ci tiene a ricordare Giorgio Napolitano che, assieme a Mario Monti, ridimensiona le aspettative sul futuro dell'attuale premier, legittimando l'autorevolezza di ogni esecutivo che verra'. Anche perche', assicura, "il cammino" del prossimo esecutivo e' stato gia' tracciato da Monti. Anzi, sottolinea anche il Professore, i governi che verranno faranno addirittura "meglio" e "anche dopo il voto sono certo che governi opereranno per il risanamento e le riforme". Insomma la retorica del 'Monti dopo Monti', del governo del professore come l'unica chance per l'Italia di garantirsi sui mercati internazionali, rischiava di avere effetti controproducenti per garantire una navigazione tranquilla verso il porto delle elezioni. E, nonostante l'accelerazione imposta alla ricomposizione dell'offerta politica dall'anticipo del voto, governo e Quirinale hanno deciso di mettere un freno a quello che ogni giorno di piu' appariva come un endorsement alla costruzione del nuovo partito del Professore. 'Partito' che si deve ancora costruire e che per risultare nella sua connotazione effettiva deve ancora attendere altri passaggi. Primo fra tutti il confronto tra il movimento di Montezemolo e Riccardi e la Lista per l'Italia di Casini e Fini.

Il leader dell'Udc plaude all' "affollamento" dell'area al centro, rivendica il ruolo di 'pioniere' del Monti-Bis e continua a sostenere le virtu' di una sana 'competizione' al centro: "quando mi chiedono se con Montezemolo ci sia concorrenza o alleanza io rispondo che c'e' bisogno di concorrenza, intesa in modo positivo.-." dice Casini. Per questo le tecnicalita' del raccordo con Montezemolo non sono ancora decise, "se si trattera' di una o due liste", insomma di un partito unico o di una federazione di liste che si candida in nome del Prof, si decidera' a tempo debito, quando si sapra' con quale legge andremo a votare.


I big del nuovo partito nato a...



Inviato da iPhone

Anche la Francia diventa un po' piigs


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Anche la Francia diventa un po' piigs

Moody's taglia il rating e Parigi perde la tripla A


Decisione presa, secondo l'agenzia, per il "deterioramento delle prospettive economiche". In altre parole, dopo che la crisi è sbarcata anche in Germania - parole di Draghi-  anche Hollande ha davanti una stagione in cui far digerire ai francesi tagli e austerità. Si scenderà in piazza, da quelle parti?


E la Merkel, da par suo, non è che possa dormire poi sonni così tranquilli. Tutta l'Europa è in recessione. Le misure lacrime e sangue non funzionano, è palese. Eppure si continua ad applicarle.



Inviato da iPhone

BILDERBERG ROMA/ Ecco i nomi di chi ha partecipato e perché. Obiettivo finale: svendere l’Italia.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

BILDERBERG ROMA/ Ecco i nomi di chi ha partecipato e perché. Obiettivo finale: svendere l'Italia.

I centrotrenta potenti del mondo, coloro che decidono le sorti dell'economia (e non solo) mondiale, si sono incontrati a Roma il tredici novembre scorso. Si tratta del cosiddetto Gruppo Bilderberg le cui riunioni sono sempre avvolte dal massimo della segretezza. L'incontro doveva tenersi all'Hotel Russie ma, per maggiore riservatezza – data la concomitanza con il festival del Cinema – è stato spostato in Campidoglio. I beneinformati pensavano che il meeting si dovesse tenere alle 18 ma è stato invece spostato a un'ora dopo quando gli ospiti stranieri si sono riversati in piazza del Campidoglio.


 


 


Articolo di Viviana Pizzi * Fonte: www.infiltrato.it


I PARTECIPANTI ITALIANI E STRANIERI


Alle 19.45 è stato visto entrare Ignazio Visco, governatore della Banca Centrale; un quarto d'ora dopo il ministro del Lavoro Elsa Fornero, seguito dal presidente del Consiglio Mario Monti, avvistato intorno alle 20.30. Tra i ministri del governo tecnico erano presenti anche Corrado Passera (delega allo Sviluppo Economico) e Francesco Profumo titolare del dicastero all'Istruzione


Tra gli altri invitati Mauro Moretti, ex sindacalista della Cgil; Angelo Cardani, presidente di Agcom; Fulvio Conti dell'Enel; Anna Maria Tarantola presidente della Rai; Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit; Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni; Franco Barnabè di Telecom Italia, Alberto Nagel ad di Mediobanca, Enrico Cucchiani di Mediaintesa e Rodolfo de Benedetti del Gruppo Cir.


Dall'estero sono invece arrivati Tom Enders, Ceo della Eads, Marcus Agius di Barclays, il canadese Edmund Clark boss della Td Bank



Inviato da iPhone

Privatizzazioni: ecco la "fase tre" di Monti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Privatizzazioni: ecco la "fase tre" di Monti

Ora che la data delle prossime elezioni si dà quasi per certa, a meno di pur possibili cambiamenti, è opportuno fare un ragionamento che riguarda Mario Monti e la missione per la quale la speculazione internazionale lo aveva imposto agli italiani.


La riunione straordinaria del Gruppo Bilderberg dell'altro giorno con buona probabilità è servita, tra le altre cose, a chiedere rassicurazioni a Monti stesso sull'avanzamento lavori del suo programma di smantellamento dello Stato italiano e, in modo particolare, del settore nel quale ancora non è riuscito a fare ciò che gli era stato richiesto da quei finanzieri che hanno partecipato alla "cena organizzata da Telecom", come qualcuno si è premurato di sminuire la cosa.


di Valerio Lo Monaco Per Abbonati


Inviato da iPhone

MOODY’S/Banche italiane bocciate, troppo vulnerabili. Asset degradati


Ti è stato inviato tramite Google Reader

MOODY'S/Banche italiane bocciate, troppo vulnerabili. Asset degradati

Dopo aver annunciato ieri il downgrade di Banca Popolare di Milano e della Francia, Moody's torna a picchiare duro. Mette sotto osservazione il [...]




Inviato da iPhone

Bankitalia violata



277-0-26806 bankitalia










Nel turbinio degli eventi che videro il Governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, sottoposto ad intercettazione telefonica ed i verbali delle sue conversazioni private, nonostante fossero secretati, diffusi alla stampa, molti si sono chiesti: fino a che punto può spingersi la lotta politica e finanziaria in Italia senza che vengano intaccate le basi della libertà personale e della democrazia?


L’ex ministro socialista Rino Formica a questo proposito ha dichiarato al Corriere della Sera del 30 luglio 2008, cose inquietanti: “non penso proprio che la magistratura, ogniqualvolta ha intercettato un politico avesse la regolare autorizzazione o conoscesse una notizia di reato............

Svolta epocale. Europa e Bankitalia hanno ripudiato le teorie di Lord Keynes. Conseguenze per tutti noi.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Svolta epocale. Europa e Bankitalia hanno ripudiato le teorie di Lord Keynes. Conseguenze per tutti noi.

Giuseppe Sandro Mela.


 


Mantegna. Cupola  650x450 Svolta epocale. Europa e Bankitalia hanno ripudiato le teorie di Lord Keynes. Conseguenze per tutti noi.

Mantegna. Cupola


 


  Ho sempre tanto rispettato la persona quanto ho avversato le idee di Edward Cornelis Florentius Alfonsus Schillebeeckx, Erasmus Prize nel 1982 e Gouden Ganzenveer nel 1989. Fu osannato nelle accademie, idolatrato dal pubblico, conteso dai network e media mondiali ove fu presente più dei divi di Hollywood. Morì a 92 completamente dimenticato, ritirato da dieci anni in una stanzetta ove nessuno gradiva o voleva entrare. Lo trovarono cadavere molti giorni dopo l'exitus e lo seppellirono. Nemmeno un necrologio. É la fine cui vanno incontro le mode senza sostanza.


  Di questi tempi constatiamo il decesso di Lord Keynes e delle sue teorie, anche se nessuno si prende la briga di seppellire la salma, il cui miasma appesta il mondo.


  Di certo possiamo ascriverlo tra i grandi falsi profeti, assieme a Platone, Marx, e, se non fosse che un volgare ciarlatano, Hegel. Non teoreti ma profeti, perché profeta è colui che proclama, o asserisce di proclamare, la v...



Inviato da iPhone

La crisi europea torna a pesare sugli Eurolistini | Teleborsa.it

La crisi europea torna a pesare sugli Eurolistini | Teleborsa.it

Svolta epocale. Europa e Bankitalia hanno ripudiato le teorie di Lord Keynes. Conseguenze per tutti noi.

Svolta epocale. Europa e Bankitalia hanno ripudiato le teorie di Lord Keynes. Conseguenze per tutti noi.

Di , 9:33 AM | Giuseppe Sandro Mela.      
 Ho sempre tanto rispettato la persona quanto ho avversato le idee di Edward Cornelis Florentius Alfonsus Schillebeeckx, Erasmus Prize nel 1982 e…

L’IPOTESI STEGOCRATICA – Il dominio nascosto

Articolo di Antonella Randazzo * http://antonellarandazzo.blogspot.com
Per indicare l’attuale sistema di potere molti studiosi utilizzano la parola “oligarchia” o la definizione “élite egemone”. In realtà la parola esatta sarebbe il neologismo “stegocrazia”, parola che deriva dal greco stégos, che significa “tetto, coperchio” (che nasconde) o stèganos (nascosto), e kratos (da kratéo, comandare, governare). Ossia “mi nascondo ma esercito il potere”.
Stegocrazia significa dunque “Potere esercitato da chi si nasconde, da chi non appare”.
Le persone che attualmente dominano su tutti i settori importanti dell’esistenza umana, basano il loro potere sul nascondersi, e non risultano nemmeno nella lista dei più ricchi, pubblicata da riviste come “Forbes”. La segretezza risulta essere dunque una delle caratteristiche essenziali dell’attuale gruppo al potere, insieme all’uso dell’inganno e del crimine. Leggi il resto di questo articolo »

Francia bomba a orologeria?

Francia bomba a orologeria?

Francia bomba a orologeria?
The Economist dedica la copertina di questa settimana alla situazione economica francese ed elenca i vari step che dovrà affrontare l’amministrazione Hollande per scongiurare il peggio. Di Emanuela Mingotti

Tremonti contro la Gabanelli scrive a Dagospia

POLITICA & SOCIETÀ
"Non ho mai rubato un euro o ricevuto alcun beneficio indebito"
"Non ho mai rubato un euro o ricevuto alcun beneficio indebito"

Da oggi redditest: per chi non lo supera, scatta il controllo fiscale

di REDAZIONE
L’Agenzia delle Entrate presenta oggi l’auto-redditometro (il redditest) per verificare se spese ed entrate sono compatibili. Il software potrà essere usato per verificare la congruità tra il reddito familiare dichiarato e le spese annuali, scaricando da internet il programma, chiamato redditest, per un controllo fai-da-te, con la garanzia... Continua a leggere

Orsini: troppo potere alle banche, ricatti a tassi da usura

Orsini: troppo potere alle banche, ricatti a tassi da usura

20/11 •
Quando parliamo di usura bancaria qualcuno mi chiede: ma come fanno le banche a applicare i tassi usurari? Perché le banche, sull’assunto che alcune circolari della Banca d’Italia le hanno indotte in errore, non hanno mai conteggiato – nel costo del denaro – le commissioni di massimo scoperto. Quindi, applicando gli interessi, sono sempre qualche centesimo di percentuale sotto al tasso soglia, quello applicato trimestralmente sulla Gazzetta Ufficiale. Poi lo hanno superato, naturalmente, aggiungendo le commissioni e le spese non dovute, che superano di gran lunga i tassi di soglia e che diventano tasso da usuraio. Vorrei parlare dei tanti privilegi delle banche, perché – oltre ad applicare l’usura – le banche detengono privilegi immensi. Tra questi ne voglio indicare due: la possibilità, solo per esse, di segnalare alla Centrale Rischi – in modo discrezionale, unilaterale – il cattivo pagatore o il presunto debitore.

TEMPESTA PERFETTA: IL MOVIMENTO DEMOCRATICO ANTI-EUROPEISTA CONTRO LA...

TEMPESTA PERFETTA: IL MOVIMENTO DEMOCRATICO ANTI-EUROPEISTA CONTRO LA...: Scrivo di getto, d’impulso, dopo avere visto e rivisto le immagini degli scontri e delle violenze che hanno insanguinato l’Europa duran...

Tre Pullman di anziani al comizio del Pdl, ma loro non sapevano nulla ...

Tre Pullman di anziani al comizio del Pdl, ma loro non sapevano nulla ...


Credevano di andare in gita, destinazione una onlus di beneficenza. Invece li hanno portati al Pala...

Vogliono Monti

Vogliono Monti


Forum:  Economia, Futures, Cambi, Commodities, Bonds > 
Beppe Grillo


«L'élite economica vuole a tutti i costi che Monti rimanga» titolava ieri il Financial Times. Per cui Monti rimarrà. E veramente semplice da capire. Perchè gli italiani (forse) si ribellino un poco bisogna prima perdere un altro milione di posti di lavoro con tutte le decine di migliaia di fallimenti che comporta. Ma visto da Washington o Bruxelles non sarebbe un fenomeno che si nota tanto...



...Il «Financial Times» descrive il momento titolando «L'élite economica vuole a tutti i costi che Monti rimanga» e per capire cosa c'è dietro tale sentimento basta ascoltare chi, nei centri studi di Washington, segue da vicino il nostro Paese. «La forza di Monti è nell'essere un leader pulito e solido che ha saputo restituire all'Italia credibilità internazionale dopo Berlusconi», spiega Steve Hanke, docente di Economia alla Johns Hopkins University ed ex consigliere del presidente Ronald Reagan.

Simon Serfay, capo del Dipartimento europeo al Centro di studi strategici e internazionali, aggiunge: «Per capire la popolarità di Monti nella comunità internazionale bisogna tener presente che nessuno conosce identità e profilo dei possibili successori e dunque a molti sembra un salto nel vuoto, tanto più che Monti fa parte di una nuova generazione di leader che, dalla Spagna al Portogallo, stanno dimostrando di voler fare le riforme più necessarie».
D'altra parte i rapporti fra Monti e Obama sono particolarmente stretti: il Presidente americano gli riconosce la capacità di saper «tradurre l'inglese in tedesco», ovvero mediare con la cancelliera Angela Merkel sul cammino dell'Unione monetaria, ed ha maturato nei suoi confronti una fiducia evidenziata dalla scelta di fargli presiedere la sessione d'apertura dell'ultimo G8 a Camp David. Nella telefonata fra i due leader a seguito della rielezione di Obama si è discusso delle elezioni che l'Italia sta per affrontare. Il fatto che Monti non sia candidato a succedere a se stesso apre uno scenario di incertezza sul dopo che in qualche maniera si riflette sui piani della Casa Bianca....

Durante gli ultimi giorni della campagna elettorale i portavoce di Obama hanno ipotizzato che, in giugno, vi potesse essere un viaggio in Europa - visto che Barack non ha mai fatto visita all'Ue a Bruxelles ed è stato invitato a Parigi ma la tappa italiana è al momento incerta, in quanto nessuno riesce a immaginare il dopo-Monti. «Nell'amministrazione come a Wall Street si spera che Monti resti in sella», sottolinea Hanke. «Per capire questo stato d'animo - aggiunge Serfaty - bisogna rendersi conto che Monti si giova del fatto di essere arrivato dopo Berlusconi proprio come Obama si giova di essere arrivato dopo George W. Bush»
Fra gli interlocutori dell'amministrazione Obama nel tentare di scrutare gli orizzonti politici italiani c'è John Podesta, che come capo di gabinetto di Bill Clinton fu fra i registi della «Terza Via» ipotizzando uno stretto legame fra democratici americani e progressisti europei. Durante la recente Convention di Charlotte, Podesta ha incontrato il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, mostrando interesse per le sue idee. Alla stessa maniera in cui, circa due anni fa, Philip Gordon, braccio destro di Hillary Clinton sull'Europa, incontrò al Dipartimento di Stato il leader del Partito democratico, Pierluigi Bersani.

Crisi/ Monti: Italia al sicuro, mercati stanno tornando

Crisi/ Monti: Italia al sicuro, mercati stanno tornando

Roma, 20 nov. (TMNews) - "Negli ultimi 12 mesi il mio governo si è mosso rapidamente e ha portato il Paese su un terreno sicuro mettendo il debito su una traiettoria discendente e migliorando il contesto per il business". Ora "i mercati hanno cominciato ad accorgersene e stanno tornando in Italia". Il premier Mario Monti descrive così il Paese agli imprenditori di Dubai riuniti per ascoltarlo presso la Camera di Commercio dell'emirato. "Sono convinto che il consolidamento finanziario e gli effetti delle riforme nell'area dell'euro così come il rafforzamento dell'architettura della Ue ci vedrà presto emergere con forza. Con un deficit sotto il 3% quest'anno e il pareggio strutturale il prossimo anno, che comporta un avanzo primario di circa il 5%, le finanze pubbliche italiane sono sane. I mercati hanno cominciato ad accorgersene e stanno tornando in Italia".

Crisi: spread Btp-Bund apre a 356 punti

Crisi: spread Btp-Bund apre a 356 punti

Moody's: Francia perde tripla A. Male outlook banche italiane

Moody's: Francia perde tripla A. Male outlook banche italiane

Moody's: Francia perde tripla A. Male outlook banche italiane
CRISI EURO | L'agenzia Usa evidenzia che lo scenario di lungo termine relativo alla crescita economica del paese e' influenzato negativamente da "sfide strutturali multiple". Il nuovo rating e' inferiore di un punto: Aa1. Brutto colpo perHollande e per la Ue.Giudizio anche su banche italiane: L'outlook rimane negativo. Immediati Sell sull'Euro

NEL 2058 I BANCHIERI CENTRALI SON FINITI SULLA FORCA

NEL 2058 I BANCHIERI CENTRALI SON FINITI SULLA FORCA

DI REDAZIONE Nell’imminenza del congresso INTERLIBERTARIANS 2012 (Lugano-Paradiso, 24/25 novembre, www.interlibertarians.org) il leader dei Liberisti ticinesi Rivo Cortonesi – in una lunga, intensa, appassionata, combattiva intervista – esprime il suo pensiero e i suoi sentimenti. Un’intervista del professor Francesco De Maria (che parteciperà al Congresso quale giornalista). Francesco De Maria Quante volte ho sentito dire (penso mille) “Le idee dei libertari sono interessanti, attraenti…… Read more →

BASTA ''divide et impera'' sulle vecchie ideologie: uniamoci contro banchieri e massoni!


Fino a qualche tempo fa questa immagine circolava con i simboli delle dittature del passato: "svastica" e "falce e martello"... finalmente qualcuno ne ha fatta una versione con la dittatura odierna...


Staff nocensura.com

L'immagine su Facebook QUI