18/12/12

Ecco come fare bolle di sapone giganti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ecco come fare bolle di sapone giganti

Boingboing ci presenta un video che potrebbe tornare molto utile con l'arrivo della bella stagione. Vi servono solo due viti ad anello, due pezzi di legno, dello spago ed un peso. Il resto lo spiega il filmato. LEGGI ANCHE: Facebook:


Inviato da iPhone

L. STABILITA': PROFUMO,META' ATENEI A RISCHIO DEFAULT


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L. STABILITA': PROFUMO,META' ATENEI A RISCHIO DEFAULT



Inviato da iPad

asterischi del 18 dicembre su FB


Ti è stato inviato tramite Google Reader

asterischi del 18 dicembre su FB

questione fiscale diventa questione di classe. Monti la usa per schiacciare la classe lavoratrice. La pressione fiscale non può essere ignorata dalla "sinistra". Anche la questione fiscale è diventata una grande questione di classe. Il peso dell'IMU, della Tares, dell'IRPEF comunale regionale e nazionale rischia di schiacciare le famiglie monoreddito e di spingerle alla disperazione.ù Arriva la Tares. Pagheremo monnezza, illuminazione pubblica e manutenzione delle strade. La tares sostituirà la tars la quale potrebbe essere anche il doppio come l'IMU è stata il doppio o il triplo dell'ICI. Non si capisce perchè l'illuminazione pubblica e la manutenzione delle strade debbano essere poste direttamente a carico dei contribuenti. Tra IMU e Tarsu il carico fiscale potrebbe diventare insopportabile specialmente per le famiglie monoreddito. Sarà sempre più duro vivere in città! Avio in vendita americani o francesi si aggiudicheranno nei prossimi giorni l'Avio società aerospaziale di straordinaria importanza industriale e politica. Si parla di 3 miliardi di euro. Continua la spoliazione dell'Italia che sembra non avere altra idea in testa che quella di liberarsi del tessuto industriale che ne ha fatto la quarta potenza del mondo. Le parole, il peso delle parole " Complessa". quando qualcuno ed in particolare un politico dice che un problema è da affrontare ma la situazione è "complessa" state tranquilli che quel problema non si ha alcuna voglia di affrontarlo e comunque di cambiare lo stato delle cose. Sulla situazione delle carceri italiane chi potrebbe fare qualcosa dice che la situazione è complessa. Anche Obama parlando della proposta di impedire l'uso delle armi nella vita quotidiana degli USA dice che la cosa è "complessa",. Obama non alza un dito contro le multinazionali delle armi Obama ha già detto che non farà niente per frenare il commercio delle armi che tanti guadagni arreca alla industria che le produce. Qualcosina solo per le armi di assalto. Quali sono? Continuerà il commercio libero negli USA e la programmazione di almeno due guerre sempre in corso per alimentare anche l'industria dell'esercito di professionisti. Una America sempre più fuori di testa e sempre più oltre il capitalismo nazifascista propone di armare le maestre di scuola ed i bidelli e di sottoporre a trattamenti psichiatrici sempre più violenti le persone che hanno qualche problema. Insomma più fascismo e più armi! Nota sul padre (giornalettismo) Peter Lanza è un ex prof universitario oggi boss della finanziaria di General Electric, s'è risposato, vive a Stanford e ha saputo solo dai giornalisti che suo figlio era diventato un mostro. Per il mantenimento del ragazzo aveva alzato l'assegno richiesto dagli avvocati: portandolo a 290mila dollari all'anno. All'ex moglie non faceva mancare niente, il villone da mezzo milione su Yogananda Street, 4 stanze da letto, 3 bagni, 2 pia...


Inviato da iPad

Il piccolo teatrino dell'assurdo continua


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il piccolo teatrino dell'assurdo continua


Cheddire? E' ridicolo. Punto. Sapete cosa? Chissenefraga! Ormai o superato il livello del dubbio da un po'. Chissenfrega! Stampano 85 miliardi di dollari al mese e salgono le borse e cadono i metalli preziosi? Comprare! Ormai per me vuol dire solo una cosa: COMPRARE. Peccato solo che siano sempre degli sconti ridicoli, magari me li mandassero per un po', non dico tanto, a 1400 dollari l'oncia l'oro e 25 dollari l'oncia l'argento. Magari, Macchè! Stronzi. 





Sarò scemo, sarò pazzo, chissenefrega. Io con tutti i soldi che riesco ad avere e che non ho ragionevole dubbio che mi debbano essere necessari nel breve-medio periodo ci compro metalli. Per me il dubbio non è più se comprarne ancora ma se comprare oro o argento, bullion o numismatiche o giojelli. 









QE3, QE4, QE english, QE Japan undicesima edizione, dodicesima, nulla di sistemato in Europa, debito pubblico US raddoppiato negli ultimi 6 anni... maddai! E dovrei anche avere dei dubbi?




Inviato da iPad

Tutti genuflessi al ‘pontefice’ di turno


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Tutti genuflessi al 'pontefice' di turno

Quello che sta accadendo in questi giorni nel paese Italia è paradigmatico della bassezza morale in cui è precipitata la popolazione nel suo complesso, comprendendo in questa valutazione sia i vertici istituzionali e politici che la plebaglia che si lascia tranquillamente turlupinare senza un minimo di reazione, senza la dimostrazione di un residuo di dignità, senza il tentativo di uno scatto di orgoglio non fosse altro che per senso di responsabilità nei confronti dei ragazzi che si affacciano alla vita, una vita che in questo contesto di disastro morale e materiale sarà una vita da schiavi.

Tutti in ginocchio prostrati davanti al pontefice massimo della massoneria nostrana,...
Stelvio Dal Piaz


Inviato da iPad

L'INVESTITORE sta perdendo l'autocontrollo ?

altIl leggendario investitore Warren Buffett, ha sempre e più volte ripetuto l'importanza di una accurata selezione dei titoli ma ancor più l'utilizzo del tempo nella gestione ed accrescimento della personale ricchezza. Una delle sue famose e 

Stop al ricatto delle banche che negano i mutui. Basta segnalarlo al prefetto che fa partire la : “conciliazione”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Stop al ricatto delle banche che negano i mutui. Basta segnalarlo al prefetto che fa partire la : "conciliazione"

Stop al ricatto delle banche che negano i mutui. Basta segnalarlo al prefetto che fa partire la : "conciliazione" davanti all'arbitro bancario e finanziario


La banca d'Italia pubblica le regole per la risoluzione stragiudiziale delle controversie su finanziamenti e mutui



Inviato da iPad

Quelli che senza Monti finirebbero fuori dal Parlamento


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Quelli che senza Monti finirebbero fuori dal Parlamento






Da Alemanno a Frattini, domenica scorsa i dirigenti Pdl vicini ad Alfano hanno dato vita a "Italia Popolare" nel segno di Monti. Diversi parlamentari si sono trovati loro malgrado coinvolti nell'iniziativa. Ora temono la vendetta di Berlusconi. Esclusi dalle liste elettorali, con la scusa del ricambio generazionale.





read more



Inviato da iPad

Squadra navale russa al largo della Siria


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Squadra navale russa al largo della Siria

Unità russe sono dirette al largo della Siria, con il compito ufficiale di partecipare ad una «eventuale evacuazione dei cittadini russi», ma non può essere esclusa la preparazione alla difesa della base di Tartus, se la situazione degenerasse e Assad perdesse il controllo del paese, ipotesi evidentemente sempre più probabile per gli analisti del Cremlino.


La mossa di Mosca non può essere liquidata, come tendono a fare i soliti media mainstream, quale ennesimo atto di supporto ad Assad.


per Abbonati


Inviato da iPad

«Il futuro è già qui»


Ti è stato inviato tramite Google Reader

«Il futuro è già qui»

«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»


Lo scrittore americano William Gibson alla trasmissione radiofonica di NPR Talk of the Nation, il 30 novembre 1999




Inviato da iPad

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato.



Inviato da iPad

Inizio messaggio inoltrato:

Da: alboino <noreply-comment@blogger.com>
Data: 18 dicembre 2012 17:04:37 CET
A: ziobarber@yahoo.it
Oggetto: [ML NEWS] Nuovo commento su Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato.

alboino ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato":

Sono le solite notizie per fare sensazione e creare ottimismo per le masse, in realtà c'è poco da essere entusiasti, è una vittoria di Pirro, e per giunta momentanea.
Infatti i nostri politicanti stanno facendo di tutto, per distruggere quello che ancora rimane dell'economia reale, e la carenza di liquidità farà a breve il resto.
Non è che il manifatturiero ha recuperato chissà quali posizioni rispetto al passato, e chi ha contatti con l'economia reale vede benissimo il declino sempre più veloce delle attività produttive, ma come ammesso nel post sono crollate le importazioni.
Questo significa chiaramente che i cittadini non hanno più disponibilità per acquistare soprattutto beni di un certo costo provenienti ad esempio dalla Germania. Interessante sarebbe unire l'analisi dei settori delle importazioni che in particolare hanno subito un crollo, e da questo si potrebbe capire ancor più chiaramente la direzione presa dal paese, sempre più votato alla povertà.
Che poi ci sia un forte passivo nel settore dei combustibili e delle materie prime, non è una novità, visti i prezzi degli stessi, per una nazione che non ha nulla di tutto questo.


Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da alboino in ML NEWS alle 17:04:00

Spagna. Perdite di 16 miliardi di euro per le banche nazionalizzate. Migliaia di licenziamenti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Spagna. Perdite di 16 miliardi di euro per le banche nazionalizzate. Migliaia di licenziamenti

Le perdite registrate da tre delle quattro banche spagnole nazionalizzate per evitarne il fallimento hanno superato i 16 miliardi di euro.


Lo indica il fondo di ristrutturazione bancaria che ha realizzato la stima basandosi sui rapporti di tre esperti indipendenti.


Le banche in questione sono Catalunya Banco, Banco de Valencia e NovaCaixa Galicia Banco, le cui valutazioni risultano pari rispettivamente a -6,674, -6,340 e -3,091 miliardi di euro rispetto ai valori indicati al momento della concessione degli aiuti finanziari pubblici.

Dati che confermano le enormi difficoltà del sistema bancario spagnolo, una crisi lontana dall'essere superata.

La quarta banca nazionalizzata, Bankia, ha chiesto lo scorso mese di maggio un aiuto allo Stato di 37 miliardi di euro.


NovaCaixa Galicia Banco taglierà 2'500 posti di lavoro nell'ambito del suo piano di ristrutturazione interna.

Banco de Valencia lascerà a casa 800 persone, mentre Bankia prevede di licenziare 6'000 dipendenti.


(Fonte : Valori.it)


L'articolo Spagna. Perdite di 16 miliardi di euro per le banche nazionalizzate. Migliaia di licenziamenti sembra essere il primo su Ticinolive.



...


Inviato da iPad

La maschera di Draghi perde i pezzi



La maschera di Draghi perde i pezzi
RINASCITA - TUTTI | 17 DICEMBRE 2012
http://pulse.me/s/gnCYi


Pronubi il Cavaliere e i suoi suggeritori anglomani, da tempo circola l"idea che lo stato di crisi in cui versa ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPad

Scienza del Clima: stesso destino dei “Limiti dello Sviluppo”?



Scienza del Clima: stesso destino dei "Limiti dello Sviluppo"?
EFFETTO CASSANDRA | 18 DICEMBRE 2012
http://pulse.me/s/gnQ78


Da "Cassandra's Legacy". Traduzione di Massimiliano RupaltiGli studi sull'esaurimento delle risorse , come "I Limiti dello ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPad

Il dramma italiano, spiegato



Il dramma italiano, spiegato
PHASTIDIO.NET | 18 DICEMBRE 2012
http://pulse.me/s/gndhC


Oggi sul Corriere c'è un articolo del bravo Federico Fubini che trae le mosse dalla trasferta americana del ministro ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPad

Vedi Napoli e poi muori


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Vedi Napoli e poi muori


nato


di: Manlio Dinucci


Mentre a Napoli chiudono sempre più aziende, ce n'è una che va a gonfie vele tanto che ha aperto una nuova, lussuosa sede.


È la Nato, il cui Comando interforze (Jfc Naples) si è trasferito il 13 dicembre da Bagnoli a Lago Patria.


Il nuovo quartier generale ha una superficie coperta di 85mila metri quadri, circondata da un'area recintata ancora più vasta, già predisposta per future espansioni. Vi lavorano 2100 militari e 350 civili che, con le famiglie, costituiscono una comunità di oltre 5mila persone.


La costruzione è costata ufficialmente 165 milioni di euro, cui si aggiunge una cifra non quantificata per le dotazioni (600  km d cavi, 2mila computer, antenne satellitari) e le infrastrutture. L'Italia partecipa alla spesa complessiva, stimabile in circa 200 milioni di euro, sia con la quota parte del costo di costruzione, sia con il «fondo per le aree sottoutilizzate» e con uno erogato dalla Provincia, per un ammontare stimato in circa 25 milioni.


Tutto denaro pubblico, che va ad aggiungersi al budget  militare. Speso però bene, secondo le autorità italiane. Nella cerimonia a Bagnoli, il presidente della regione Stefano Caldoro (Psi/Pdl)  ha esaltato «l'importanza del Comando nel Mezzogiorno», la cui presenza è «al servizio della sicurezza e della pace nel mondo».


Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris (Movimento arancione), dopo aver sottolineato «lo storico legame di Napoli con questa base», ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di aver conosciuto tante forze armate diverse» che, trasferendosi nella nuova sede, resteranno a Napoli, una città con «una posizione strategica rilevante nei piani per il mantenimento della pace nel mondo», una città che «con gli occhi guarda verso Bruxelles (sede centrale della Nato), ma con il cuore guarda a Sud, al Medio Oriente dove stati autonomi e indipendenti ci si augura possano vivere in serenità».


Parole altamente apprezzate dall'ammiraglio statunitense Bruce Clingan, comandante del Jf...



Inviato da iPad

Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato

 


giornali quotidiani marka 258x258 490x206 Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato


 


Leggo con interesse come notizia principale sul sito del principale quotidiano economico italiano, il seguente articolo sulla bilancia commerciale Italiana: Austerity e costo del lavoro, ecco come dopo un decennio la bilancia commerciale sta rialzando la testa, con il super-euro


L'articolo e' fatto molto molto bene e snocciola senza fronzoli una serie di dati….. molto, molto familiari ai lettori di Rischio Calcolato. Qui l'articolo sullo stesso tema pubblicato da noi ieri: La Bilancia Commerciale fortemente attiva ad Ottobre 2012 (export +12%)


il sole 24 ore Il Sole 24 Ore legge Rischio Calcolato


Rischio Calcolato Mainstream. Ovviamente non ci citano. No problem. I Lettori di Rischio Calcolato sanno che sono informati con 24 ore d'anticipo.




Inviato da iPad

Consob, a rischio sostenibilita' debito


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Consob, a rischio sostenibilita' debito

Timori rallentamento economia in Italia e altri paesi Ue


Inviato da iPad

ORO, QUANDO LA DISINFORMAZIONE SUPERA L’INDECENZA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ORO, QUANDO LA DISINFORMAZIONE SUPERA L'INDECENZA

DI MATTEO CORSINI


"Se niente è sicuro, forse l'oro lo è… Ma se si esaminano i suoi rendimenti si scopre che, lungi dall'essere sicuro, la volatilità dell'oro è altrettanto elevata quanto quella di un indice azionario. Non solo: il rendimento dell'oro è pressoché nullo, mentre le azioni rendono circa l'8% all'anno. Chi ha investito un dollaro in oro cento anni fa oggi ha un dollaro. Chi quel dollaro lo ha investito in azioni oggi ne ha 2.200″. (L. Guiso)


Se c'è un bene al mondo sul quale economisti e (pseudo)esperti non siano parchi di avvertimenti nei confronti dei risparmiatori, questo è l'oro. Attenti a comprarlo, e se lo fate non andate oltre il 5 per cento del vostro portafoglio. Così suonano, più o meno, questi avvertimenti. E vanno avanti da anni, gli stessi nei quali parecchie banche centrali, soprattutto nei Paesi emergenti, hanno fatto il pieno di metallo giallo dando in cambio monete fiat per migliorare la composizione delle proprie riserve.


Il fatto che l'oro abbia avuto per gran parte della storia dell'uomo un ruolo centrale nei sistemi monetari viene spesso tralasciato, e credo che questo sia un errore. Dopodiché, essendo il suo valore espresso (prevalentemente) in dollari, è soggetto (in dollari) ad oscillazioni, ossia a volatilità. Non è certo mia intenzione individuare la quantità di oro che un individuo dovrebbe detenere: ognuno deve stabilire in base alle proprie caratteristiche soggettive e ai propri obiettivi se comprarne e quanto detenerne. Né starò in questa sede a discutere sulla decorrelazione dell'oro rispetto ad altri asset.


Mi interessa, piuttosto, esprimere una considerazione sulla corbelleria scritta da Guiso, volta a mettere in evidenza il fatto che l'oro non genera interessi o dividendi. Comparando l'oro alle azioni, Guiso sostiene che se una persona avesse investito un dollaro in oro cento anni fa, oggi avrebbe ancora un dollaro. Se avesse comprato una moneta in oro da un dollaro, effettivamente oggi avrebbe ancora quella moneta d'oro, ma il suo valore corrente, sempre in dollari, sarebbe ben superiore. Ciò che afferma Guiso è pertanto grossolanamente falso, dato che la quantità di oro che si sarebbe comprata con un dollaro (a prescindere dal fatto che all'epoca il dollaro era ancora convertibile in oro) nel 1912 era molto superiore a quella che si potrebbe comprare oggi con lo stesso dollaro.


Mettendola in altri termini, un'oncia troy di oro nel 1912 (dati National Mining Association) era scambiata contro 18,93 dollari. Oggi il prezzo di un'oncia d'oro è pari a circa 1.700 dollari. Ragionando in dollari è meno di quanto avrebbe ottenuto investendo sull'indice ...



Inviato da iPad

Biocombustibili: menzogne e volute omissioni


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Biocombustibili: menzogne e volute omissioni



di: Fabio Balocco


Una delle più grandi truffe ambientali giocate ai danni della Terra e dei poveri della Terra dalcapitalismo in questi decenni è quella dei biocombustibili.


Sponsorizzati dallo stesso protocollo di Kyoto per ridurre le omissioni di CO2 nell'atmosfera, ed utilizzati essenzialmente per la sostituzione totale o parziale di benzina e gasolio nei motori delle automobili (specie in Sudamerica e soprattutto in Brasile), in realtà essi producono molto più danni che vantaggi.


Innanzitutto, quello che non si dice è che per produrre biocombustibili, in molte parti del mondo si procede alla deforestazione. Appunto in Brasile, dal 200 al 2007,  più di 154.312 chilometri quadrati di foresta sono andati perduti: un'area pari alla superficie della Grecia. E gran parte di ciò è avvenuto per fare spazio proprio a coltivazioni di biocarburanti.


Dal 1990 l'Indonesia ha distrutto 28 milioni di ettari di foresta pluviale per far posto a piantagioni di palma da olio anche per produrre biodiesel. In Colombia il Ministero dell'Agricoltura viene ormai chiamato ironicamente «ministero della palmicultura» per l'appoggio che fornisce all'espansione delle coltivazioni di palma da olio.


Il risultato è un saldo decisamente negativo per quanto riguarda l'emissione di CO2 a livello terracqueo, oltre che di ovvia e straziante perdita di biodiversità.


A questo dato che possiamo definire "terrificante", si aggiungono altre considerazioni.


...



Inviato da iPad

Carbone: nel 2022 supera il petrolio


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Carbone: nel 2022 supera il petrolio

impiantocarboneUK.jpg

Per tutti quelli che:

- di petrolio ce n'è a iosa, i picchisti si sono sbagliati;

- l'eolico è brutto, il fotovoltaico copre i campi, il geotermico fa venire i terremoti;

- meglio aspettare i biocarburanti dalle alghe, il riscaldamento dalla cacca, l'auto a aria compressa, l'idrogeno che se ne stia fermo, il metano da Saturno, l'energia dalle onde del mare, l'elettricità dal pensiero positivo.

Continua a leggere Carbone: nel 2022 supera il petrolio...

Commenta »





Inviato da iPad

XENOFOBIA E NAZIONALISMO: UN MURO AL CONFINE TRA GRECIA E TURCHIA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

XENOFOBIA E NAZIONALISMO: UN MURO AL CONFINE TRA GRECIA E TURCHIA

E' finito il primo tratto di un muro di cemento e filo spinato che dividerà presto la Grecia dalla Turchia. Un muro contro gli immigrati. O forse anche una 'protezione' dalla sempre più potente Turchia?
Di Luca Fiore

Contropiano
Sembra incredibile che un paese che non ha i soldi per pagare le medicine ai pazienti assistiti dal suo sistema sanitario pubblico – perché li ha regalati alle banche – stia spendendo milioni di euro per costruire un muro al confine con la Turchia. Ma è proprio così. Ieri media ed esponenti politici di Atene hanno annunciato in pompa magna che è stata ultimata la costruzione del primo tratto della barriera di fossati e di filo spinato lungo 10,3 km e del costo di oltre tre milioni di euro che farà parte di una vera e propria muraglia anti-immigranti eretta sul confine greco-turco lungo il fiume Evros. La costruzione della barriera, alta quattro metri, e la presenza sul posto di 2.000 agenti di polizia "hanno già contribuito notevolmente alla riduzione dell'ingresso di clandestini provenienti dalla Turchia". Almeno così dice il governo tripartito composto da socialisti, conservatori ed ex sinistra radicale. Che sorvola sul fatto che, negli ultimi mesi, sono state decine di migliaia gli immigrati fuggiti dal paese per paura delle continue aggressioni da parte dei neonazisti di Alba Dorata, o della polizia.
O semplicemente perché con una disoccupazione intorno al 25% nel paese è...


Inviato da iPad

DOSSIER – La verità su Club di Roma, Club di Budapest e Club di Madrid


Ti è stato inviato tramite Google Reader

DOSSIER – La verità su Club di Roma, Club di Budapest e Club di Madrid



Un Dossier sconvolgente e necessario: le prove dell'assalto dei poteri di controllo all'ecologismo, all'olismo ed alla spiritualità. Come strumenti di politica planetaria.





Chi sono e cosa fanno Club di Roma, Club di Madrid e Club di Budapest.


Un'analisi delle tematiche, delle figure centrali, dei collegamenti globali.


Un documento essenziale per comprendere le principali dinamiche di manipolazione in atto e liberarsene.


Per leggere il dossier, clicca qui.


 



1. COPERTINA DOSSIER OK





Inviato da iPad

Crisi, il rischio povertà sale al 29,9%. E’ il peggior dato in Ue


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi, il rischio povertà sale al 29,9%. E' il peggior dato in Ue

Aumentano gli italiani a rischio povertà o esclusione sociale: il relativo indicatore sintetico "Europa 2020″ è cresciuto dal 26,3% del 2010 al 29,9% del 2011. La variazione negativa di 3,3 punti percentuali è la più elevata registrata nei Paesi Ue. E' quanto emerge dal rapporto sulla coesione sociale Istat, Inps, ministero del Lavoro. Nel 2011, ricorda il rapporto, in Italia le famiglie in condizione di povertà relativa sono 2 milioni 782 mila (l'11,1% delle famiglie residenti) corrispondenti a 8 milioni 173 mila individui poveri, il 13,6% dell'intera popolazione. Nel corso degli anni, la condizione di povertà è "peggiorata" per le famiglie numerose, con figli, soprattutto se minori, residenti nel Mezzogiorno e per le famiglie in cui convivono più generazioni.

Nel 2011, l'incidenza della povertà relativa è pari al 27,8% fra i minorenni se questi vivono con i genitori e almeno due fratelli (10,1% se si fa riferimento alla povertà assoluta), mentre è pari al 32% (18,2% nel caso della povertà assoluta) se vivono in famiglie con membri aggregati. La povertà relativa mostra "alcuni segnali di miglioramento" fra gli anziani; tuttavia, una vulnerabilità in termini economici permane soprattutto nel Mezzogiorno, dove risulta relativamente povero il 24,9% degli anziani (7,4% quelli assolutamente poveri). In generale, nel 2011 l'incidenza di povertà assoluta è pari al 5,2% corrispondente a 1 milione e 297 mila famiglie per un totale di 3 milioni e 415 mila individui (il 5,7% dell'intera popolazione), "sostanzialmente stabile" rispetto al 2010. 



Inviato da iPad

Spagna: in primi nove mesi crolla utile banche (-63,7%), volano sofferenze

Spagna: in primi nove mesi crolla utile banche (-63,7%), volano sofferenze:

(Pubblicato il Tue, 18 Dec 2012 14:43:00 GMT)

ANCHE LA MOGLIE DI RENZI AL CONCORSONE: AGNESE AMMESSA CON 47 PUNTI SU 50 -FOTO

ANCHE LA MOGLIE DI RENZI AL CONCORSONE: AGNESE AMMESSA CON 47 PUNTI SU 50 -FOTO: FIRENZE - Prova superata per la "first lady fiorentina". La moglie del sindaco Matteo Renzi ha sostenuto brillantemente il test per accedere al grande concorso a cattedre indetto dal ministro Profumo. Tra i candidati che ieri si sono misurati con i quiz del Miur davanti ai computer, infatti, c’era anche lei, Agnese Landini, 36 anni, già prof di

Macaulay Culkin ha tentato il suicidio?

Macaulay Culkin ha tentato il suicidio?:

Prima in fin di vita perché eroinomane, ed ora sull’orlo del suicidio. Non si placano i rumor nei confronti di Macaulay Culkin, ex bambino prodigio di Hollywood. Il giovane attore avrebbe infatti tentato il suicidio. Fonte della notizia, il tutt’altro che attendibile National Enquirer, da sempre pronto a sguazzare nell’assurdità delle notizie più incredibili.
Da anni lontano dal ..................

Verso la Bancarotta: l’Italia ha l’Energia Elettrica piu’ cara del Mondo. Vediamo il perche’ di questo scandalo.

Verso la Bancarotta: l’Italia ha l’Energia Elettrica piu’ cara del Mondo. Vediamo il perche’ di questo scandalo.:
Le Imprese e le Famiglie Italiane pagano le bollette di energia elettrica piu’ care al Mondo. Vediamo perche’.
V’ho riportato sotto 3 grafici che chiariscono 3 cose:
a) L’Italia ha prezzi dell’energia elettrica costantemente superiori al resto d’Europa, in modo netto
b) La Capacita’ di Generazione e’ aumentata a dismisura nell’ultimo decennio (+60% della potenza installata)
c) I consumi di energia elettrica sono costanti o addirittura in leggera flessione
Le 3 cose, sembrerebbero in contraddizione. Di fronte ad un imponente aumento della capacita’ produttiva (a fine 2012 avremo quasi 130.000 MW di potenza installata, ben 50.000 piu’ di un decennio fa, contro una richiesta che varia tra 25.000 e 55.000 MW), la Produzione complessiva e’ rimasta costante. Infatti, nonostante il quantitativo incredibile di nuove Centrali entrate in funzione, l’Import di elettricita’ (circa il 15% dei consumi) e’ rimasto costante.
Perche’?
Semplice, perche’ l’Italia ha investito decine e decine di miliardi nell’ultimo decennio, in fonti di generazione completamente fuori mercato.
Tanto per darvi un idea, l’Italia ha oggi:
- Centrali per alcune migliaia di MW ad Olio Combustibile, fatte negli anni 80, tenute spente (sono di riserva)
- Centrali per alcune decine di migliaia di MW, Turbogas a ciclo combinato ad altissimo rendimento, costruite ed entrate in funzione 5-10 anni fa (quindi nuove di zecca), fortemente sotto-utilizzate. Per darvi un idea, tra novembre 2007 e novembre 2012 i consumi di gas nelle Centrali ha fatto -47%.
- Centrali Eoliche e Fotovoltaiche per 24.000 MW (stima a fine 2012), con produzione ovviamente non regolabile (vanno quando c’e’ sole e vento).
Ma vediamo i grafici:
energia1 Verso la Bancarotta: lItalia ha lEnergia Elettrica piu cara del Mondo. Vediamo il perche di questo scandalo.
 Se leggete i programmi politici, delle varie formazioni di destra e sinistra, leggerete in modo costante cose del tipo: “l’Italia deve puntare a ridurre la dipendenza dall’estero, liberalizzare, aumentare la....................

Le Buffonarie


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Le Buffonarie

buffonarie.jpg



Il pdmenoelle ha deciso di dare voce ai cittadini per le liste elettorali. Un'idea originale (chissà da chi ha copiato...) che Bersani ha spiegato "Il pdmenoelle ha dato vita a una procedura che non ha precedenti in Italia e in Europa (e neppure su Saturno, ndr). Abbiamo messo un meccanismo (!?) che renderà fortissima la presenza delle donne a un livello sconosciuto in Italia e forse anche in Europa". Belin, questo passa il tempo a seguire cosa fa il M5S dove le donne votate per le politiche on line sono state maggioranza assoluta. Bersani è un succhiaruote della democrazia. Vengono così inaugurate, dopo le Parlamentarie del M5S, le Buffonarie del pdmenoelle. Le Buffonarie avranno una "modica quantità" di aspiranti parlamentari, un 10%, scelti da lui,medesimo: Gargamella Bersani. Nomi indimenticabili ci accompagneranno anche nella prossima legislatura, mai più senza Rosy Bindi, Anna Finocchiaro, Franco Marini, Giorgio Merlo, Maria Pia Garavaglia, Beppe Fioroni. L'ideatore di "procedure" e di "meccanismi" al costo di due euro che tutta l'Europa ci invidia disporrà anche del diritto di nomina dei capilista (pari a 54 parlamentari certi). Oltre agli eletti per grazia di partito, potranno partecipare i parlamentari uscenti (quindi i "nominati" a suo tempo dal partito, ndr), chi raccoglierà firme pari al 5% degli iscritti su base provinciale e chi verrà scelto dalle direzioni provinciali. Il trionfo della democrazia diretta made in Bettola.
I dati finali delle Parlamentarie del M5S. I capolista donne sono stati pari al 55%. Hanno votato per le liste 20.252 persone su 31.612 aventi diritto iscritti al M5S entro il 30/9/2012 con i documenti di identità digitalizzati. I voti potenziali, tre preferenze per votante, erano 94.836 e i voti espressi per le liste 57.272. Il numero degli iscritti complessivi al M5S è ad oggi di 255.339. E' la prima volta nel mondo che dei cittadini sono stati eletti on line e senza alcuna indicazione da parte del partito o movimento, in modo assolutamente libero. Per votare non è stato chiesto un solo euro ai partecipanti e il M5S non prenderà i contributi per le elezioni politiche oggi stimabili in 100 MILIONI DI EURO. In futuro la votazione on line dei candidati sarà estesa alle elezi...



Inviato da iPhone

Pd: chi sono i big con deroga che non faranno neanche le primarie?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Pd: chi sono i big con deroga che non faranno neanche le primarie?




Tre ore per approvare in blocco tutte le richieste di deroghe. Quel che ancora non si capisce è se tutti e dieci i "derogati" dovranno misurarsi con le primarie. Più probabilmente per qualche big - Bindi e Finocchiaro in testa - potrebbe scattare la candidatura "protetta", negata invece a diverse altre personalità .





Ci sono volute tre ore per approvare il regolamento delle primarie per la selezione dei candidati alle politiche del 2013. Un regolamento che lascia perplessi, ma che conferma la promessa fatta da Pier Luigi Bersani in tempi sospetti: «Se il Parlamento non riuscisse a riformare la legge elettorale, il Pd svolgerà primarie per la selezione dei candidati». Una vittoria per il segretario nazionale che consentirà agli iscritti al Pd e agli elettori compresi nell'Albo delle primarie di "Italia Bene Comune" di potere esercitare il diritto di voto il prossimo 29 dicembre o il 30 (scelgono le singole regioni) per la selezioni dei candidati al Parlamento.


read more



Inviato da iPhone

Grandi Opere: dobbiamo entrare in Europa! Ma stavolta... in bicicletta


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Grandi Opere: dobbiamo entrare in Europa! Ma stavolta... in bicicletta

ciclabile34.jpg

Sono sicura che tutti i nostri politici filoeuropei e filo-Grandi Opere anche stavolta tuoneranno in TV "Dobbiamo entrare in Europa!" Sono sicura che tutti i partiti sosterranno che bisogna investire milioni per non essere tagliati fuori. Sono sicura che sono disposti a mandare ancora una volta l'esercito, per difendere i cantieri... delle piste ciclabili.

Continua a leggere Grandi Opere: dobbiamo entrare in Europa! Ma stavolta... in bicicletta...

Commenta »






Inviato da iPhone

Il Belgio "flirta" coi ricchi francesi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Belgio "flirta" coi ricchi francesi

Il ministro Reynders reagisce alle polemiche del caso Depardieu


Inviato da iPhone

CINA - Cina, la Rete contro lo Stato: Piangete per i bimbi americani e ignorate quelli cinesi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

CINA - Cina, la Rete contro lo Stato: Piangete per i bimbi americani e ignorate quelli cinesi

Nelle stesse ore della strage del Connecticut un pazzo è entrato in una scuola elementare dell'Henan ferendo a coltellate una ventina di bambini. I media cinesi scelgono di seguire gli Stati Uniti e di ignorare le questioni interne scatenando l'ira dei cybernauti: "Obama ha pianto per le vittime, i nostri figli non meritano neanche questo?".


Inviato da iPhone

Troika: Il salvataggio della Grecia presenta elevati rischi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Troika: Il salvataggio della Grecia presenta elevati rischi

La Troika ha finalmente pubblicato il suo rapporto sulla situazione di Atene.


Inviato da iPhone

Crisi: Ue,conti Spagna a rischio in 2013


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi: Ue,conti Spagna a rischio in 2013

Debito critico, lunga strada per risanamento


Inviato da iPhone

Benigni, un clown con la cultura dentro il portafoglio


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Benigni, un clown con la cultura dentro il portafoglio

di RODOLFO PIVA*


Che curioso individuo il sig. Roberto Benigni sempre pronto a sproloquiare sull'unità d'Italia, sull'inno di Mameli con sventolio di tricolore in sostituzione della bandiera rossa che lui, simpatizzante del PCI, in anni non lontani era uso apprezzarne lo sventolio.


E' anche l'individuo che prese il premio Oscar come migliore attore nel film: "La vita è bella" in cui era trattato in modo delicato il tema dei lager nazisti. Peccato che al compagno Benigni non sia mai venuto il desiderio di realizzare un film sui gulag sovietici nei quali, i morti, sono stati ben più numerosi di quelli dei lager nazisti. Per fare ciò però è necessario avere una onestà intellettuale che il personaggio non possiede o preferisce adattarla ai ritorni (economici) che ne può trarre evitando di perdere le simpatie di trasformisti comunisti, della "sinistra al caviale", dei radical chic e dei cattolici sinistrorsi.


Ieri ha pensato bene di intrattenere il pubblico italione parlando della Costituzione dello Stato e definendola, per fare il verso al suo vecchio amico Bersani: "la più bella del mondo". Con questa affermazione i due compagni comunisti hanno smaccatamente dimostrato la loro povertà culturale sull'argomento, perché non si sono peritati di leggerla comparandola con le Costituzioni di altri stati che sono reperibili nella rete. Bisogna avere solo voglia di leggerle e sforzarsi le meningi se ne si è dotati.


La Costituzione della repubblica italiana è figlia dei tempi (entrata in vigore il 1° gennaio 1948) nei quali è stata scritta  e degli uomini che l'hanno pensata. Uomini che appartenevano a schieramenti politici  più disparati, "che venivano dalla Resistenza", ormai dissolti. Una Costituzione è come un vestito: mutando la forma di chi lo indossa deve essere oggetto di modifiche così una costituzione, per essere al passo con i tempi, deve essere oggetto di periodiche modifiche come avevano appunto previsto coloro che l'avevano scritta (Art. 138). A parte la modifica del Titolo IV della seconda parte della costituzione e riguardante il "sistema giustizia" null'altro è stato fatto e la Costituzione dello stato italione è rimasta a quella del 1948.


Tanto per fare un po' di storia delle costituzioni, si può ricordare che la costituzione dell'URSS del 1936, meglio nota come la "costituzione di Stalin", venne riscritta nel 1977 e mandata in pensione nel 1990; la costituzione degli Stati Uniti, che sono diventati un modello per molti sinistri italioni, è stata modificata ventisette volte; quella...



Inviato da iPhone

L’Inversione Storica nel Settore Bancario Ombra E’ Ormai Completa


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'Inversione Storica nel Settore Bancario Ombra E' Ormai Completa

LInversione+Storica+nel+Settore+Bancario+Ombra+E+Ormai+Completa LInversione Storica nel Settore Bancario Ombra E Ormai Completa

Fino ad ora lo zio Ben ha giocato a calciare il barattolo. Gli USA, in generale, continueranno a giocarci, c'hanno fatto… il callo. Qualunque sia il problema, se la sua risoluzione lede gli interessi di gruppi privilegiati allora i pianificatori centrali faranno di tutto per stabilizzare la loro di situazione nonostante le conseguenze amare per il resto degli individui. Ricordate i TBTF, sì? Invece di lasciar scoppiare la bolla del sistema bancario ombra nel 2008 e lasciare che il mercato ripulisse i cocci in accordo che le forze di mercato, lo zio Ben ha lasciato che il settore ombra si sgonfiasse lentamente gonfiando invece il settore bancario tradizionale (grafico 1). E ora, dopo aver iniiettato bilioni e bilioni, a malapena riesce a tenere a galla la baracca (grafico 2). La riduzione nelle passività ombra rappresenta una forza deflazionistica e depressiva (e forse anche uno degli altri motivi, insieme alle riserve in eccesso, per cui l'ingigantimento della base monetaria non ha portato finora un'inflazione nei prezzi devastante). Ora siamo qui: invece di fare in modo che la monnezza fosse gettata nella spazzatura, lo zio Ben ha reflazionato un settore che aveva bisogno di una sana pulizia permettendo ai ricchi di diventare più ricchi e alla classe media di profondare nell'ultimo girone dell'inferno. Lo zio Ben ha scelto di "



Inviato da iPhone

Gli Italiani sono più interessati a sbranarsi fra loro


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Gli Italiani sono più interessati a sbranarsi fra loro


C'è una congiura internazionale contro l'Italia?
di Francesco Lamendola - 17/12/2012
Fonte: Arianna Editrice

Il fatto che a sostenerlo sia Silvio Berlusconi, personaggio (a ragione) screditatissimo sia in patria che all'estero, può farla prendere per una delle tante buffonate cui ci ha abituati negli ultimi diciotto anni di vita politica: eppure ci sono forti probabilità che sia vero.

L'Italia è vittima di un complotto internazionale per tenerla in un perenne stato di minorità, per impedirle di aspirare a un ruolo più alto e più degno di lei sulla scena della politica mondiale. Così hanno deciso le grandi banche, le agenzie di rating e le maggiori potenze occidentali, prima di tutte quella che a torto viene sempre descritta come la nostra sorella latina: la Francia.


Inviato da iPhone

GIGANOMICS/ Monti, Mps e la patrimoniale “francese” che tenta il Pd


Ti è stato inviato tramite Google Reader

GIGANOMICS/ Monti, Mps e la patrimoniale "francese" che tenta il Pd

Con l'approvazione europea dei Monti bond, Mps può rimettersi in sesto. Dalla Francia di Hollande arrivano messaggi sulla tassazione che dovrebbero far riflettere il Pd

(Pubblicato il Tue, 18 Dec 2012 11:51:00 GMT)


Inviato da iPhone

Italcementi, dall'Egitto batosta natalizia sui costi del gasolio


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Italcementi, dall'Egitto batosta natalizia sui costi del gasolio

Il governo egiziano ha deciso di aumentare il prezzo del mazut, una materia prima da cui deriva il gasolio, del 130%. Il provvedimento diventerà [...]




Inviato da iPhone

Fwd: [ML NEWS] Nuovo commento su CASINI, LA NOVELLA BEFANA CHE PORTERA’ MONTI ANZIC....



Inviato da iPhone

Inizio messaggio inoltrato:

Da: alboino <noreply-comment@blogger.com>
Data: 18 dicembre 2012 10:55:04 CET
A: ziobarber@yahoo.it
Oggetto: [ML NEWS] Nuovo commento su CASINI, LA NOVELLA BEFANA CHE PORTERA' MONTI ANZIC....

alboino ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "CASINI, LA NOVELLA BEFANA CHE PORTERA' MONTI ANZIC...":

Non bisogna dimenticare chi è costui: il delfino di Forlani.
Sono i rimasugli della Dc che tentano di emergere da quella stessa palude, che hanno contribuito a creare nei sessant'anni del dopoguerra. i principali artefici di questo disastro, uniti al Pd nel quale sono confluiti gli altri rimasugli democristiani. Alcuni invece sono stati nominati senatori a vita, ed in questo modo sono sempre al comando.

Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da alboino in ML NEWS alle 10:55:00

WIN-WIN

WIN-WIN: Vi ricordate David Tepper, il gestore Hedge Funds che nel 2010 intuì con preveggenza lo scenario rialzista dell'azionario americano basato sulla Bernanke Put e sullo schema WIN-WIN? Per chi non si ricordasse come funziona la suddetta "configurazione" che tante BOLLE sta ri-gonfiando sui Mercati...ecco qua: Dal mio post TORO Ab-norme: .....un Hedge Funds Speculativo über-bullish (=super-rialzista) che ha inventato la teoria WIN-WIN, riferita naturalmente solo agli investitori ...

[clicca sul titolo per leggere tutto il post]

Giappone alla riscossa. E se fosse la volta buona?

Giappone alla riscossa. E se fosse la volta buona?: Grafico Nikkei che genera un’inversione su scala weekly In Giappone ci sono novità dal punto di vista politico. Vince il partito liberale democratico. Ma quello che a noi più interesse è vedere finalmente qualcosa che si muove anche per il … Continua a leggere →

COSA SI DEVE FARE SE I NOSTRI GOVERNANTI PERDONO LA TESTA ?

COSA SI DEVE FARE SE I NOSTRI GOVERNANTI PERDONO LA TESTA ?:

DI IDA MAGLI
dagospia.com

Nella nostra Costituzione non è previsto che cosa si debba fare se i governanti perdono la testa. Eppure qualcosa dovremo pur fare di fronte ad una situazione politica in cui ogni dato della realtà è in contraddizione con ciò che i governanti perseguono sfruttando senza remore il proprio potere. Questo è, infatti, "perdere la testa": agire al di fuori della realtà. La realtà di una democrazia dovrebbe essere quella in cui i parlamentari "rappresentano" e mettono in atto la volontà dei cittadini nel perseguimento del bene comune.

Se guardiamo però a quanto viene detto e fatto dai vari esponenti della vita politica italiana, ci rendiamo conto facilmente che nulla più corrisponde a questo presupposto.
Leggi tutto