05/01/13

SCOOP MERCATO LIBERO SU UNA COMUNICAZIONE DI MONTI ALL'AMICO BEFERA E ALLA GUARDAI DI FINANZA: FRA NATALE E LE ELEZIONI..NESSUN CONTROLLO A TAPPETO NELLE LOCALITA' MONDANE


Ti è stato inviato tramite Google Reader

SCOOP MERCATO LIBERO SU UNA COMUNICAZIONE DI MONTI ALL'AMICO BEFERA E ALLA GUARDAI DI FINANZA: FRA NATALE E LE ELEZIONI..NESSUN CONTROLLO A TAPPETO NELLE LOCALITA' MONDANE

In mattinata ho avuto un incontro con una persona che non posso nominare all'Hotel Royal di Courmayeur. Sorseggiando un caldo cappuccio si parlava del piu' e del meno, e a un certo punto ho detto al mio interlocutore: "CERTO CHE LO SCORSO ANNO, DI QUESTO PERIODO A CORTINA E A COURMAYEUR E IN MOLTE LOCALITA' DI VACANZA VIP...VI E' STATA L'INVASIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA, AGENZIA DELLE ENTRATE, FIAMME GIALLE... CHE HA BLOCCATO AUTO DI LUSSO, NEGOZIANTI, GENTE NORMALE SOTTOPONENDOLI A UNA VERA TORTURA MEDIATICA...QUEST'ANNO TUTTO E' MOLTO TRANQUILLO. STRANISSIMO...

La persona che era con me mi strizza l'occhio e mi dice che un suo paziente romano influente a Roma gli ha fatto una confidenza. MARIO MONTI SI E' ASSICURATO CON ATTILIO BEFERA E IL CAPO DELLA GUARDIA DI FINANZA DI NON FARE ASSOLUTAMENTE CONTROLLI NELLE PROSSIME SETTIMANE ( o nel caso di farne senza alcun clamore mediatico)

il motivo  che Monti ha dato ai due è semplice: Monti deve apparire come il salvatore del paese e non l'aguzzino, quindi chi se ne frega degli evasori quest'anno....
Befera e company, ottimi yes man hanno detto SISSIGNORE, e hanno dato molte vacanze di natale a gran parte dello staff .
Pare che la voce si sia sparsa in giro e nelle principali località sciistiche italiane quest'anno gli scontrini sono stati molto piu' rari che nel passato... tanto i controlli...Monti Mario li ha bloccati PER SUOI SCOPI ELETTORALI.

MONTI NON E' UN SANTO...MA UN CALCOLATORE CHE VUOLE LA DISTRUZIONE DELLA CLASSE BORGHESE E PERMETTERE AI SUOI AMICI LOBBISTI DI FARE AFFARI IN ITALIA A PREZZI BASSI E FACENDO PIANGERE LE PERSONE.

CACCIALO FINCHE' SEI IN TEMPO



Inviato da iPhone

Rischi tedeschi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Rischi tedeschi




Frank Wiebe, redattore di Handelsblatt, con un commento sul principale quotidiano economico, ci ricorda che anche al di sopra delle alpi qualcuno conosce i principi della Goofynomics. Da Handelsblatt.de




La Germania, almeno così pare, non ha perso slancio. Lo stato tedesco riceve dagli investitori denaro quasi gratis, le aziende tedesche prendono a prestito ad un tasso piu' basso di alcuni stati e mettono all'angolo i loro concorrenti, soprattutto in Europa. I tentativi degli stati in crisi di recuperare competitività sono in pericolo, e rischiano di fallire sotto la supremazia dell'economia tedesca.  Gli ingegneri tedeschi, cosi' sembra, sono imbattibili, e i manager tedeschi sono sempre capaci di vendere in tutto il mondo la tecnica prodotta dai loro ingegneri.





Lasciamo per un attimo da parte la domanda morale: "i tedeschi" con la loro politica di competitività senza rispetto spingono gli altri paesi verso l'abisso - o invece hanno solo fatto qualche errore in meno degli spagnoli, dei francesi e degli italani? Poniamoci piuttosto la domanda: dove risiedono i pericoli per il nostro modello economico? Abbiamo per caso trovato la pietra filosofale e sappiamo come crescere in maniera equilibrata, mentre gli americani, i britannici e gli europei del sud si nutrono di bolle nate sui mercati finanziari, che inevitabilmente finiranno per scoppiare? Oppure anche noi stiamo finendo, senza saperlo, in una bolla?





L'economista americano William White in un paper uscito in agosto, centrato sulle conseguenze di lungo periodo di una politica monetaria espansiva, ha fatto una annotazione istruttiva sulla Germania. Ha citato il governatore...


Inviato da iPhone

Il Nostro Futuro. Chi e quanto guadagnerà a depressione finita.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Nostro Futuro. Chi e quanto guadagnerà a depressione finita.

Giuseppe Sandro Mela.


 


Francia 5 libbre 1793 jpg 164840 Il Nostro Futuro. Chi e quanto guadagnerà a depressione finita.

Francia. 5 livres. 1793


 


  «Godetevi la guerra finché dura: la pace sarà terribile». Questa frase correva in Germania nell'ultimo anno di guerra: é terribilmente vera ed espone un concetto generalizzabile a molte altre situazioni, quali quella odierna dell'Europa e dell'Italia.


  Il movente psicologico che la sottende é sottile. Nel momento della lotta si possono sopportare anche severe privazioni perché sostanzialmente si nutre la speranza – vera, presunta, pia illusione od anche franco delirio paranoico – che quel momento passerà e che il futuro potrebbe essere anche tollerabile. Nel momento un cui il conflitto armato od economico termina subentra invece la presa di coscienza dei danni subiti e della stabilità di una situazione fortemente avversa. Irreversibile per la generazione che la vive.


  Ben lo sanno i popoli dei paesi dell'ex Est europeo, che per quasi cinquanta anni dovettero soggiacere al regime comunista sovietico, caduto il quale ancora adesso, a distanza di più di venti anni, non si sono ancora ripresi.


  L'Europa e l'Italia sono entrate in una fase intensamente depressiva.


  Esula il nostro scopo argomentare di cause e concause. Prendiamo soltanto atto come questa depressione affondi le sue radici nell'inadeguatezza delle strutture economiche, sociali e statali europee a comprendere, affrontare e risolvere le problematiche attuali, a reggere sui mercati, a causa dell'errata Weltanschauung che le sottende. Questa depressione terminerà soltanto quando esse saranno completamente mutate, perché sono proprio essere a generare strutturalmente la depressione che ci attanaglia. Il fenomeno depressivo non potrà arrestarsi altro che quando la causa sarà stata completamente ri...



Inviato da iPhone

Cosa succede se Obama crede che tu sia un terrorista


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Cosa succede se Obama crede che tu sia un terrorista

Il presidente si trova disporre del potere di disporre della vita e della morte dei potenziali cattivi


Inviato da iPhone

BERSANI E MONTI : IL PROGETTO CHE UCCIDE LA CLASSE BORGHESE CON BASTARDAGGINE E CATTIVERIA DITTATORIALE


Ti è stato inviato tramite Google Reader

BERSANI E MONTI : IL PROGETTO CHE UCCIDE LA CLASSE BORGHESE CON BASTARDAGGINE E CATTIVERIA DITTATORIALE

Il progetto di Bersani e Monti dopo il 24 febbraio è evidente. Con il loro 40% dei voti si coalizzeranno e:




1) daranno un regalino ai morti di fame, ovvero coloro che guadagnano fino a 1500 euro al mese. Lo hanno già detto che toglieranno un punto di tassazione ai meno fortunati. Quindi si parla di regalare circa 150 - 200 euro ai morti di fame che hanno votato il finto comunista bersani

2) daranno grandi regali alle lobbies di potere a sinistra (tipo colannino e gli amici di dalema, gli amici di montezemolo e casini, gli amici di caltagirone e della chiesa....) OVVIAMENTE i privilegiati saranno le Banche e i banchieri che regaleranno soldi agli amici per, indebitandosi come ai vecchi tempi, comprare gioielli di comuni province e regioni e guadagnare miliardi di euro senza fatica..) 

3) zitteranno i sindacati pagando loro due soldi di qua e due soldi di là

4) STRITOLERANNO LA CLASSE BORGHESE DI UNA CERTA ETA' CON DEI RISPARMI CHE NON SONO PRODUTTIVI (frutti di una vita o piu' vite di risparmio e di lavoro). LI COLPIRANNO CON TASSE ALTISSIME (15%-20%)  SUL PATRIMONIO IMMOBILIARE E FINANZIARIO

5) STRITOLERANNO LA PICCOLA IMPRESA, IN MODO TALE CHE LE LOBBIES DI POTERE POSSANO CONQUISTARE SENZA SPENDERE, QUOTE DI MERCATO

5) cercheranno di ridurre il contante al minimo, non certo per la lotta all'evasione (per quello ci sono metodi molto piu' efficaci) ma per controllare le persone e la loro vita, in modo da non perdere il potere governativo e poter meglio agire in maniera DITTATORIALE. 
Non ci sara' piu' modo di scalare le classi sociali...se sei nato povero, con il 75% di imposizione fiscale, non potrai mai emergere. i lobbisti invece rimarranno a controllare il popolo, grazie al controllo totale dei media e del denaro elettronico. Senza contare che le banche guadagneranno molto di piu'.

Bersani dara' potere a renzi e ai suoi togliendolo ai vari Vendola rompicoglioni...e gay...e così la chiesa sara' contenta...(avrà un aiuto a recuperare il valore della famiglia grazie a degli aiuti per chi fa tanti figli...con l'esultanza dei ciellini)


Inviato da iPhone

Il Portogallo avverte la Troika: marcia indietro sulle richieste di austerità

Dal Telegraph: il Presidente Portoghese rinvia alla Corte Costituzionale i provvedimenti di austerità... un coraggioso messaggio di fine anno per i Portoghesi!
 
Ambrose Evans Pritchard - Il Presidente del Portogallo ha avviato un'azione legale sulle politiche di austerità del paese e minaccia una resa dei conti con i creditori sui termini draconiani del bail-out......Continua a leggere 

I cittadini cambieranno tutto, per sempre


Ti è stato inviato tramite Google Reader

I cittadini cambieranno tutto, per sempre

barillari_lazio_.jpg

"Il fatto che io sia candidato alla Presidenza della Regione Lazio è la prova più evidente che una persona qualsiasi che non ha nessuna amicizia importante, parenti illustri, cordate o "lobby" di potere che lo sostengono, un cittadino normale che prende tutti i giorni i mezzi pubblici, ha un lavoro e difficoltà ad arrivare a fine mese può diventare Presidente della Regione. I cittadini devono entrare dentro le istituzioni a fare gli interessi SOLO degli altri cittadini. Il nostro Programma, al quale lavoriamo da mesi tramite tavoli di lavoro aperti a tutti, fra pochissimo sarà lanciato in rete. Un Programma aperto e dinamico, al quale davvero TUTTI possono contribuire anche dopo le elezioni. Non i programmi "a scatola chiusa" dei partiti. L'obiettivo è dare ai cittadini gli strumenti per partecipare direttamente alla vita pubblica sia mostrando cosa succede nelle stanze del potere, sia per attivare canali diretti in modo che ogni persona possa indirizzare direttamente le scelte del Consiglio Regionale. Costruiremo una cultura di legalità, giustizia e trasparenza. La rete sarà il nostro strumento di informazione. Ogni cittadino, tramite il gruppo che lavora sul territorio, potrà sapere direttamente cosa stiamo facendo in regione e farci avere ogni idea o suggerimento. Il potere deve tornare in mano ad ogni singolo cittadino. I partiti non rappresentano più nessuno. Solo i cittadini possono riprendere in mano la politica, quella vera, e cambiare tutto. Per sempre." Davide Barillari per commentandolestelle





Inviato da iPad

L’offerta di Draghi, ricordate? Meglio darsi fuoco. Ma voi la voterete.



L'offerta di Draghi, ricordate? Meglio darsi fuoco. Ma voi la voterete.
SITO D'INFORMAZIONE - MENTEREALE | 05 GENNAIO 2013
http://pulse.me/s/gY0hn


di Paolo BarnardChi ricorda il gran gesto di Draghi/BCE del luglio 2012? Disse "faremo tutto il necessario" per evitare il ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPad

Illusi da un mondo che sembra perfetto per uscire dalla crisi



Illusi da un mondo che sembra perfetto per uscire dalla crisi
INTERMARKETANDMORE | 05 GENNAIO 2013
http://pulse.me/s/gXqFw


Borsa USA ai massimi degli ultimi 5 anni. Sembra che la soluzione alla crisi sia ormai a portata di mano. Ma forse non è tutto ... Read more

--
Sent via Pulse/


Inviato da iPad

BREAKING NEWS: nuovo prestigioso appoggio per Monti!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

BREAKING NEWS: nuovo prestigioso appoggio per Monti!

Cari amici


avevamo ricevuto alcune indiscrezioni in materia. Ingolositi da questo preannuncio e desiderosi di avere una conferma diretta , ci siamo muniti di un capro espiatorio e del Necronomicon, raro libro di pratiche magiche. Quindi con l'aiuto dell'amico H.P. Lovercraft siamo riusciti ad evocare la presenza di quello che può, senza dubbio, essere  indicato come il più voluminoso sostenitore del presidente Mario Monti: Azathoth, Signore della Distruzione, Sultano dei Demoni, cieca Divinità.


Cercando di non essere colpito dai movimenti casuali dei suoi orribili e blasfemi tentacoli, ho iniziato ad interrogare il malefico dio, il cui nome nessuno osa pronunciare ad alta voce. 


"Buongiorno Signore sommo della distruzione, come mai avete scelto di entrare in politica?".


Alla mia invocazione risponde un rantolio prima confuso, ma che poi, lentamente, prende la sonorità delle parole. 


"Salve. Ottima domanda. Diciamo che ho deciso di portare la mia opera di distruzione della vita e del mondo ad un livello superiore, più organizzato.


"Ma come mai la vostra scelta di allearvi con Mario Monti e con i centristi. Sembrano tutte persone  preparate, moderate, tranquille."


"Sapete, nella mio desiderio di distruzione sono stato sempre molto istintivo, disorganizato. Una città devastata qui, cento impalamenti la'.  Ero giunto ad un punto in cui quasi mi annoiavo di questa mia attività, che non mi sembrava più adeguata. Poi ho ammirato l'attività del governo Monti in Italia, e ne sono rimasto ammirato. Neanche nei miei sogni più rosei, infatti, sarei riuscito a :


- Distruggere del 20-25% i valori degli immobili


- Ridurre la produzione industriale del 6 %


- Ridurre il PIL del 2,4%


- Creare un'inflazione da tasse, del 2,5%, ma che a novembre è ormai deflazione da recessione. 


- Incrementare di quasi un milione  il numero dei disoccupati.


Io, con il mio caos, con i miei poveri tentacoli, quanti anni avrei impegato a distruggere un quinto delle case italiane ? Forse decenni. Ed a distruggere un ventesimo delle fabbriche? Magari non ci sarei mai riuscito. Invece il professore ha raggiunto questi scopi IN UN SOLO ANNO DI GOVERNO ! Sono ammiratissimo ! Questa si che è vera distruzione. Basta CAOS, Ora Passo alla distruzione ORGANIZZATA. Anzi a proposito, venga qui che cominciamo"


Scusatemi devo interrompere l'intervista. Non riesco a scrivere mentre con l'ascia cerco di tagliare un tentacolo di Azathoth !


A presto per nuove news politiche




Inviato da iPhone

LA FLOTTA RUSSA PREPARA UNO SBARCO ANFIBIO IN SIRIA PER FINE GENNAIO 2013


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA FLOTTA RUSSA PREPARA UNO SBARCO ANFIBIO IN SIRIA PER FINE GENNAIO 2013

Nella mattinata di ieri 2 gennaio 2012 l'agenzia di stampa russa Ria Novosti ha annunciato che una grande esercitazione navale russa si terrà entro 20 giorni nelle acque del Mediterraneo orientale. A questa esercitazione prenderanno parte unità di ogni flotta della marina russa. Saranno quindi presenti unità della flotta del Mar Nero, della flotta russa [...]


Inviato da iPhone

Chi ha ucciso Slobodan Miloševic e perché


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Chi ha ucciso Slobodan Miloševic e perché

7 dicembre 2012 De-construct


Slobodan-MilosevicXL'improvvisa morte sospetta del presidente jugoslavo e serbo Slobodan Miloševic in una cella del tribunale dell'Aja, continua a suscitare interrogativi tra i ricercatori e i media indipendenti sei anni dopo. Robin de Ruiter, pubblicista e storico olandese cresciuto in Spagna, ha scritto un libro affascinante (di prossima pubblicazione in Serbia, ma non ancora disponibile in italiano), che non mette in discussione se l'ex presidente della Serbia sia stato ucciso a L'Aia, ma si concentra sui mandanti e gli esecutori di questo crimine.


Demonizzazione brutale tesa all'omicidio premeditato

De Ruiter utilizza fatti verificabili per smantellare il mito occidentale del "macellaio dei Balcani", ed esamina le ragioni dietro la brutale propaganda di demonizzazione volta a trasformare l'ex presidente serbo in un mostro, insieme all'intera nazione serba. Utilizzando un metodo semplice, mettendo insieme il ritratto di una persona reale e i fatti storici, andando oltre le caricature grottesche create dall'occidente, l'autore presenta una forte prova sulla ragione principale per cui la NATO e e le potenze occidentali guidate da Washington, hanno voluto far tacere per sempre Miloševic.

Contrariamente a quanto sostenuto in generale e alle premesse dell'imputazione del tribunale dell'Aja, "l'obiettivo politico di Miloševic era mantenere il Kosovo all'interno dei confini della Serbia e impedire alla maggioranza albanese di scacciare la minoranza serba dal Kosovo. Non vi era alcun incitamento all'odio nazionalista, né è stata effettuata una pulizia etnica. Al contrario, i membri del Partito socialista di Milosevic hanno sempre sottolineato i vantaggi della multietnicità per la Serbia", scrive Robin de Ruiter. L'autore, che si sentiva obbligato a scrivere questo libro "per amore della verità", cita una serie di giuristi, storici e giornalisti investigativi indipendenti che l'hanno aiutato nella sua ricerca approfondita, mettendo insieme il materiale presentato.


Un aspirina al giorno toglie il medico di torno

L'11 marzo 2006, alle 10:00, a 65 anni, Miloševic veniva trovato morto nella sua cella situata a  Scheveningen, all'Aja, Paesi Bassi, mentre il suo processo per presunti crimini di guerra era in pieno svolgimento, con la presentazione delle prove della difesa. Secondo i patologi olandesi, la causa della morte fu un arresto cardiaco. Oltre alla ...



Inviato da iPhone

Andiamo oltre ai FALSI MITI (strumentali): lo sapete che ORMAI per l’Evasione e gli Illeciti è MOLTO più pericolosa la Moneta Elettronica del Contante?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Andiamo oltre ai FALSI MITI (strumentali): lo sapete che ORMAI per l'Evasione e gli Illeciti è MOLTO più pericolosa la Moneta Elettronica del Contante?

presa+per+il+culo Andiamo oltre ai FALSI MITI (strumentali): lo sapete che ORMAI per lEvasione e gli Illeciti è MOLTO più pericolosa la Moneta Elettronica del Contante?

Da Il Grande Bluff di Stefano Bassi


Premessa: il Movimento CONTANTE LIBERO 
(se non hai ancora FIRMATO a favore dell'Iniziativa…CORRI A FARLO SUBITO
NON E' CONTRO L'USO DELLA MONETA ELETTRONICA che invece è molto utile, comoda ed efficiente.
NOI siamo contro l'eliminazione/"azzoppamento" ex legedella PLURALITA' DI CANALI per le transazioni economiche (per es. il contante).
Il cittadino deve poter scegliere liberamente tra canali alternativi che possono diventare preferibili ad altri per libera competizione e perchè più vantaggiosi…
NON perchè una lobby specifica si fa fare delle LEGGI AD HOC, babbiando l'opinione pubblica con false e fuorvianti argomentazioni ad usum delphini


A ME VA BENISSIMO CHE SI SOSTENGA LA MONETA ELETTRONICA A DISCAPITO DEL CONTANTE….
MA ALMENO NON LO SI FACCIA SULLA BASE DI BALLE COLOSSALI, ERRATE, FUORVIANTI E STRUMENTALI…
LO SI FACCIA PIUTTOSTO SU ARGOMENTAZIONI VERITIERE E REALISTICHE…altrimenti qualcosa non mi torna e mi suona il campanello di allarme…
Leggete il seguito del POST e capirete quanti Bluff vengano propinati su questo argomento…e purtroppo in tanti…in troppi…ci cascano.


Ecco come "l'inqualificabile ed imperdibile" Uriel icon wink Andiamo oltre ai FALSI MITI (strumentali): lo sapete che ORMAI per lEvasione e gli Illeciti è MOLTO più pericolosa la Moneta Elettronica del Contante?
smonta



Inviato da iPhone

Bersani e la guerra al contante

Dall'estate le banche svedesi hanno messo in atto la più determinata offensiva ai pagamenti in contanti. Coadiuvate dalla rete di banda larga più avanzata del mondo e sotto la regia della Banca Centrale, Riksbank, tre delle quattro maggiori banche del Paese, ossia 530 delle 780 filiali,non accettano banconote in pagamento né pagano in contanti. Ormai 200 su 300 uffici della Nordea Bank, e tre quarti degli sportelli della Swedbank, fanno solo transazioni elettroniche.

«Stiamo attivamente riducendo il contante nella società», vanta Peter Borsos, portavoce della Swedbank.

I motivi proclamati dalla propaganda sono quelli che già conosciamo: non già che alle banche conviene prelevare una commissione da ogni transazione, questo no; i pagamenti elettronici sono più sicuri, riducono il pericolo di furti e rapine, e soprattutto – per toccare la corda «verde» della popolazione – «il trasporto del denaro su automezzi blindati produce centinaia di tonnellate di gas-serra; noi soli della Swedbank emettiamo 700 tonnellate di biossido di carbonio per questo, con un costo per la società di 11 miliardi l’anno». Orrore, orrore.

Audace colpo dei soliti ignoti (1959)

16 Nanni Loy (1925 - 1995) dirige il sequel de I soliti ignoti con mano sicura, anche se si tratta del suo primo vero film, dopo due regie in collaborazione con Gianni Puccini.
Purtroppo deve confrontarsi con la grandezza della prima pellicola, che non è soltanto una commedia ma un riuscito affresco neorealista sulla Roma di fine anni Cinquanta.
Loy segue gli insegnamenti di Monicelli, riprende i vecchi personaggi e cerca di farli muovere come entità reali, non come macchiette, anche se le storie personali risultano meno approfondite.
Mancano all’appello Totò e Marcello Mastroianni, in compenso abbiamo un ottimo Nino Manfredi nei panni di Piede Amaro, il mago del motore, e una variante sexy inaspettata: la sedicenne Vicky Ludovisi (Vittoria Ludovisi), quasi debuttante. La critica non deve fare l’errore di paragonare due pellicole girate con ambizioni diverse.

OBAMA, UN ALTRO PASSO VERSO IL BARATRO


Ti è stato inviato tramite Google Reader

OBAMA, UN ALTRO PASSO VERSO IL BARATRO

DI MATTEO CORSINI


"Ho mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale: più tasse sui ricchi e difesa della classe media." (B. Obama)


Questo ha detto Barack Obama dopo l'accordo raggiunto per evitare il cosiddetto Fiscal Cliff. E sapete qual è la novità? Le tasse in effetti aumentano per i single con redditi superiori a 400mila dollari e famiglie con redditi superiori a 450mila dollari. Aumentano anche la tassazione dei capitai gain e l'imposta di successione, che passa dal 35 al 40 per cento su patrimoni che superano i 10 milioni di dollari.


E sul fronte della spesa? Ovviamente nulla. I sussidi per i disoccupati di lungo periodo vengono prorogati fino alla fine del 2013, così come alcuni crediti di imposta. Per altri tagli di spesa è stato intanto disposto un rinvio di due mesi, poi si vedrà.


Obama ha buon gioco a dire che ha mantenuto le promesse. Avrebbe preferito che la soglia da cui prevedere l'aumento delle imposte sui redditi fosse posta a 250mila dollari, ma tutto sommato ha difeso la spesa pubblica a lui tanto cara. I repubblicani, dal canto loro, hanno dimostrato, se ancora ve ne fosse stato bisogno, che alla fine ciò che sta più loro a cuore sono certe voci di spesa (da non tagliare), piuttosto che la riduzione o il non aumento delle tasse.


In buona sostanza non si è fatto nulla per rimettere in carreggiata i conti pubblici, che restano su un sentiero di insostenibilità, a meno che non si creda che la monetizzazione da parte della Fed possa continuare all'infinito senza produrre alcun grave effetto collaterale.


Vedremo cosa succederà tra poche settimane, quando dovrà essere aumentato il tetto legale al debito federale, altra foglia di fico totalmente ridicola che non riesce più a coprire, nemmeno minimamente, il fatto che quei limiti non hanno alcuna attendibilità.


La cosa allucinante è che veniva considerato un baratro fiscale la prospettiva di iniziare a ridurre il deficit pubblico con una discreta dose di tagli di spesa. E viene oggi considerata fonte di salvezza – con tanto di reazione euforica dei mercati finanziari (la miope euforia del tossico ogni volta che il pusher gli fa un regalino) – aver prorogato, di fatto, una situazione insostenibile. La neolingua è indubbiamente sempre più ricca di nuovi vocaboli.


 



Inviato da iPhone

ANDARE OLTRE IL CONTANTE LIBERO.


 

La splendida iniziativa lanciata in rete sulla libertà dell’utilizzo del contante avrà effetti benefici sull’apertura delle menti degli ITALIANI, almeno lo spero. Se ancora non si siano accorti della PIU’ GRANDE BARZELLETTA (per non dire di peggio) nel dire che il DENARO CONTANTE incoraggi l’EVASIONE FISCALE,  allora credo non esistano più speranze. Il DENARO CONTANTE è solo uno strumento senza arte ne parte e l’EVASIONE è determinata dal soggetto che lo maneggia e perché lo maneggia ed il fatto di avere la possibilità di effettuare eventuali controlli incrociati nelle transazioni elettroniche per verificare il contribuente se evade è solo la più grande DIFFUSIONE TERRORISTICA e di INTIMIDAZIONE nella gente comune per distogliere lo sguardo da chi usa proprio le transazioni elettroniche alfine di effettuare EVASIONE A LIVELLI INIMMAGINIBALI per il povero contribuente ITALIOTA. NEANCHE LO PUO’ IMMAGINARE.

Ormai tutti sanno che il vero scopo e di far lucrare BANCHE, ASSICURAZIONI, FINANZIARIE e STATO CASTA a scapito dei POPOLI e quindi anche degli ITALIANI. E la domanda sorge spontanea: ma chi sono i proprietari di queste ENTITA’ che lucrano su di noi ? Se li conosciamo
possiamo costringerli a farli pagare ? Ebbene, NESSUNO è il PROPRIETARIO. Questa è l’abilità.

La stessa cosa come nella POLITICA; se qualcuno sbaglia chi paga. NESSUNO, perché non esiste un RESPONSABILE e se trovano un CAPRO ESPIATORIO statene certi che sarà BEN RICOMPENSATO. L’importante è dare un alone di GIUSTIZIA alfine di calmare le piazze.

Avendo fatto questa premessa, andiamo OLTRE.

Se la battaglia ha lo scopo di ritornare alla sola possibilità di utilizzare il DENARO CONTANTE come metodo di pagamento; statene pur certi che verrà introdotto al più presto perché il danno nell’utilizzo è talmente infinitesimale a confronto dello scontro che ne può derivare da una GUERRA SANTA alla moneta cartacea. La consapevolezza è determinata dal fatto che alla fine i soldi verranno rimessi nel SISTEMA FINANZIARIO coi depositi. Porre divieti, limitazioni ed altri ostacoli ha molto della lotta tutta PURITANA ed AMERICANA del PROIBIZIONISMO con l’unico scopo di favorire la CRIMINALITA’ ORGANIZZATA. Non è forse aumentata la richiesta di finanziamento a STROZZO in questi ultimi mesi sulla gente ? E’ per questa EVASIONE  non esiste transazione elettronica ? Sai che controllo incrociato. Forse abbandonare la gente alla merce di questi USURAI è legale ? Non è forse meglio aiutarli, magari col CONTANTE LIBERO ? O si deve supporre, come al tempo del PROIBIZIONISMO, ci siano grossi legami tra chi LUCRA CRIMINALMENTE e GLI APPARATI DELLO STATO ?  

Se invece la GUERRA, non la battaglia, è nei confronti del SISTEMA FINANZIARIO allora questo è solo una piccola punta di un ICEBERG. Già oggi ci sono movimenti, più o meno “CARBONARI” che stanno evitando il più possibile gli apparati finanziari, stanchi dei loro soprusi. La differenza è che non sono ILLEGALI. Si fondano sulla solidarietà finanziaria di più soggetti alfine di evitare il SISTEMA. Non chiederanno più finanziamenti, carte di credito, uso del conto limitatissimo, investimenti solo nell’ECONOMIA REALE mai in titoli, obbligazioni, derivati etc.. per loro carta straccia priva di valore. Il tutto da’ un impressione molto NAIF ed anacronistica, ma paradossalmente funziona più di quanto si possa immaginare ed inoltre aiutano persone cadute in disgrazia, non pagando i loro debiti ma sostenendoli nei bisogni quotidiani e, UDITE UDITE, a fondo perso. Sono filantropi. Forse, ma con una sagacia incredibile. Quanta gente è caduta in disgrazia a causa della MAL FINANZA E STATO ? E di questi personaggi quanti esistono con la voglia di intraprendere come ai tempi antecedenti alla crisi ? E le loro capacità ed esperienze sono forse andate perse ? La risposta è: PER NIENTE, IL CONTRARIO.  Quasi tutti hanno un solo desiderio: ANDARSENE DALL’ITALIA. Non vogliono più avere rapporti con la gentaglia che li ha governati, perseguitati, irrisi abbandonandoli alla merce di EQUITALIA, banche, avvocati, liberi professionisti senza scrupoli essendo persone operative e prive di conoscenze di leggi, gabelle ed altro. Ebbene quei “FILANTROPI” aiutando queste persone e conoscendole cercano di sistemarle al di fuori del Paese, come da loro richieste, con attività economiche o nelle loro; sapendo di puntare molto sull’individuo e non su capitali finanziari impersonali. Avendo avuto la possibilità di avere contatti con queste persone chi con una sua attività, chi operando nelle attività come collaboratore o dipendente sono rinate, ma hanno preservato l’odio nei confronti degli apparati che li hanno fatti emigrare al punto di dire che se ci fosse una rivoluzione contro la CASTA sarebbero pronti a partecipare alla loro caduta. Si parla solo di fuga dei cervelli, ma la fuga di artigiani, imprenditori, lavoratori specializzati sarà il più grosso danno che il nostro apparato produttivo avrà nei prossimi anni. Allora crescita, competitività, rinascita potrebbero diventare parole senza senso. 

                         

VITTORIO