Giuseppe Sandro Mela.
 Mela con il Coltello tra i Denti.1 «Assolutamente normale che lex presidente Mussari finanziasse il Pd». Parola del Segretario Amministrativo del Partito Democratico.

  Vi ricordate le parole drammatiche che pronunciò Nanni Moretti a Piazza Navona nel febbraio 2002?
  «Con questi dirigenti non vinceremo mai»?
  Errore!
  Con questa dirigenza Banca Pd si è garantita un posto sicuro ed inamovibile nelle patrie galere per tutti gli allegri brighella che pensavano di essere impuniti ed impunibili: pasto assicurato, anche se reso salato dal’amarcord.
  «Con la gente basata alle Cayman non deve parlare nessunoè ora di finirla perché c’è gente che lavora e paga le tasse. Non ci si deve fare dare consigli da chi viene dai paradisi fiscali». don Bersani, capo-cupola di Banca Pd.
  «Nessuna responsabilità del Pd, per l’amor di DioIl Pd fa il Pd e le banche fanno le banche». don Bersani, capo-cupola di Banca Pd. Ma non era ateo? Si ricorda solo adesso che Dio esiste, eccome che esiste?
 «La vicenda è preoccupante ma non c’è nessun imbarazzo. C’è una campagna elettorale da fare, quindi si sparano menzogne e poi qualcosa resterà». don Bersani, capo-cupola di Banca Pd.
  Leggetevi queste, invece.
  «Nella vicenda Mps ci sono responsabilità evidenti di chi ha governato la città di Siena” e un “eccesso di cattiva politica”». Matteo Renzi, Sindaco di Firenze.
  «La grande sirena della finanza internazionale ha incantato anche noi della sinistra. Adesso la politica deve riflettere a fondo, dettare regole precise e allontanarsi dalla gestione. Niente rapporti diretti con le banche», Enrico Rossi,Presidente della Regione Toscana.
  «Purtroppo il localismo ha pesato molto su certe scelte, anche nella selezione delle competenze e del management». Enrico RossiPresidente della Regione Toscana.
  Ed adesso beccatevi queste.
  «Armageddon giudiziario che, non a caso, ha consigliato la Procura di attendere l’esito del voto di febbraio prima della sua discovery». Ma quale delicatezza! Gli “altri” siano massacrati proprio in campagna elettorale, ma i sodali della Banca PD,unqua non fia! Né oggi, né domani, né mai a render conto delle loro iniquità.
  «Assolutamente normale che l’ex presidente Mussari finanziasse il Pd. Partito che, grazie al governo di Siena e Provincia, era responsabile della stessa nomina.  ….  Rivendico l’opportunità di un intervento statale quando si rischia il collasso di istituzioni fondamentali per il funzionamento del Paese.» onAntonio Misiani,tesoriere del Partito Democratico.
  «Lo Stato deve salvare la banca». Bravo on. Antonio Misiani, tesoriere del Partito Democratico: voi mangiate peggio del peggiori democristiani e poi vorreste presentare il conto ai Contribuenti?
  «Non deve essere stato facile districarsi nel groviglio dei derivati di Mps se il nuovo management ci ha messo dieci mesi prima di scoprire le operazioni strutturate che ora rischiano di scavare nei conti un buco pari a quasi tutto l’utile». Ma se un management ci mette dieci mesi a capire un bilancio, che dovrebbe esser familiare come sbucciare un arancio, una delle due: o imbecilli o corrotti.