10/03/13

La mia petizione a Beppe Grillo

Nuovo articolo su mercatoliberonews

Grillo Beppe: “Caro Grillo, non dare la fiducia al governo “

by ziobarber
Ciao, Ho appena firmato la petizione "Grillo Beppe: "Caro Grillo, non dare la fiducia al governo "" e vorrei chiederti di aiutarci aggiungendo il tuo nome. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere 100 firme e abbiamo bisogno del tuo sostegno. Puoi saperne di più e leggere la petizione qui: https://www.change.org/it/petizioni/grillo-beppe-caro-grillo-non-dare-la-fiducia-al-governo Grazie! Maurizio You're receiving [...]
ziobarber | marzo 10, 2013 alle 9:21 am | Categorie: Uncategorized | URL: http://wp.me/p1FAfD-aqt
Commento    Visualizza tutti i commenti    Mi piace
Cancella iscrizioni o cambia le impostazioni email a Gestione iscrizioni.
Non riesci a cliccare? Copia e incolla questo URL nel tuo browser:
http://ziobarbero.wordpress.com/2013/03/10/grillo-beppe-caro-grillo-non-dare-la-fiducia-al-governo/
Grazie per aver usato WordPress.com

FAR FUORI BERLUSCONI. E POI GRILLO


Ti è stato inviato tramite Google Reader

FAR FUORI BERLUSCONI. E POI GRILLO



DI MARCELLO FOA

blog.ilgiornale.it


Ora si capisce perché il Pd si ostina a rifiutare l'accordo con il PdL. In queste ore sta emergendo , per chi è capace di leggerlo, il piano C alternativo sia all'intesa con il centrodestra che a quella con il Movimento a 5 stelle. Il nuovo scenario prevede l'implosione del Popolo delle Libertà e la formazione di una nuova maggioranza, in Senato, possibile con il sostegno di poche decine di transfughi del centro-destra.




L'offensiva giudiziaria scatenata contro il Cav è davvero impressionante, non tanto per la gravità delle accuse (in passato ha subito attacchi ancor più pesanti), quanto per la loro simultaneità.


Inviato da iPhone

Grillo: “Niente governo col PD o mi ritiro dalla politica”

Grillo e' il mio eroe!!!!!
zio

Ti è stato inviato tramite Google Reader

Grillo: "Niente governo col PD o mi ritiro dalla politica"

di REDAZIONE


Grillo chiude definitivamente ad ogni possibile accordo per favorire la nascita di un governo, a guida Pd. "Qualora ci fosse un voto di fiducia dei gruppi M5S a chi ha distrutto l'Italia mi ritirerei dalla politica", dice il leader del movimento smentendo cosi' ogni ipotesi di apertura di colloqui per dare un governo al Paese.


Le pressioni aumentano, gli appelli si moltiplicano e anche dal territorio sembravano arrivare richieste in tal senso dopo che anche il deputato Ivan Catalano aveva parlato di "fermento" sulla questione della nascita di un nuovo governo. La questione sembrava aver fatto capolino anche in occasione della riunione dei parlamentari neoeletti da dove era stata fatta trapelare l'idea di sottoporre la questione a referendum. L'indiscrezione viene smentita categoricamente dai capigruppo designati alla Camera e al Senato, Roberta Lombardi e Vito Crimi e, poi, anche da Grillo. "Non c'e' stata una voce che si e' alzata per proporre la questione", precisa Lombardi che aggiunge: "La questione e' gia' stata chiarita in campagna elettorale. E la piu' ampia consultazione sul nodo alleanze e' stata fatta con il voto. Molto di piu' che un referendum". Insomma, aggiunge la Lombardi, "non ci sono e non ci sono mai stati margini per alleanze con i partiti, non faremo la stampella di nessuno". Il chiarimento arriva anche per smentire interpretazioni di apertura rispetto alla comunicazione di Crimi di inizio giornata quando su Facebook aveva postato l'annuncio di una telefonata da parte del Pd che aveva per oggetto l'elezione dei presidenti di Camera e Senato. "Il Pd non ci ha fatto alcuna proposta, ci ha semplicemente fatto una comunicazione di tipo istituzionale che si fa tra gruppi parlamentari. Questo e' l'unico tipo di contatto che abbiamo avuto con il Pd", precisa Crimi che esclude anche di essere stati oggetto di un 'mercato delle vacche' da parte del Partito Democratico verso i senatori del M5S. "Non ci risulta che qualcuno sia stato contattato dal Pd", precisa il capogruppo che chiarisce ancora una volta, le condizioni del movimento".


Al presidente della Repubblica, quindi, il M5S dira' che l'unica proposta che hanno da fare e' quella di un governo a 5 Stelle. "A Napolitano diremo che non e' importante il nome del premier ma i venti punti del nostro programma", precisa Crimi. Anche la collega designata alla Camera lo ribadisce e scherza: "Grillo premier? Non lo abbiamo preso in considerazione. Ci mandi un curriculum…". Le precisazioni arrivano al termine di una nuova giornata di riunione tra i neoeletti in Parlamento: i deputati e i senato...



Inviato da iPhone

IL MONDO STA DISTRUGGENDO I RISPARMI ..UNA MOLTITUDINE DI SCHIAVI SI STA CREANDO CON CONSEGUENZE TERRIBILI ANCHE PER TE!


Ti è stato inviato tramite Google Reader

IL MONDO STA DISTRUGGENDO I RISPARMI ..UNA MOLTITUDINE DI SCHIAVI SI STA CREANDO CON CONSEGUENZE TERRIBILI ANCHE PER TE!

INTERVISTA A JIM ROGERS
SULLE BANCHE CENTRALIFor the first time in recorded history, we have nearly every central bank printing money and trying to debase their currency. This has never happened before. How it's going to work out, I don't know. It just depends on which one goes down the most and first, and they take turns. When one says a currency is going down, the question is against what? because they are all trying to debase themselves. It's a peculiar time in world history
SUL DOLLARO:  I own the dollar, not because I have any confidence in the dollar and not because it's sound – it's a terribly flawed currency – but I expect more currency turmoil, more financial turmoil.During periods like that, people, for whatever reason, flee to the U.S. dollar as a safe haven. It is not a safe haven, but it is perceived that way by some people. That's why the dollar is going up. That's why I own it. Will I own it in five years, ten years? I don't know. 
E SULL'ORO... I


Inviato da iPad

LA FED CONTINUA A FAR AUMENTARE LE RISERVE DI DOLLARI DELLE BANCHE EUROPEE - SIAMO A QUASI 1000 MILIARDI


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA FED CONTINUA A FAR AUMENTARE LE RISERVE DI DOLLARI DELLE BANCHE EUROPEE - SIAMO A QUASI 1000 MILIARDI

La Fed continua a dare soldi alle banche europee . Anche nella prima settimana di marzo la Fed ha iniettato 100 miliardi di dollari di riserve alle banche europee siamo arrivati alla paurosa cifra di 936 miliardi di dollari ...
la fed sta dando soldi (qe) solo alle banche europee...infatti le banche americane non hano aumentato le loro riserve presso la fed,
tutto il denaro dato dalla fed a partire dal qe2 è finito solo ad incrementare le riserve in dollari delle banche europee
RIMANE IL MISTERO DI COSA ACCADE CON QUESTE RISERVE PAUROSE DI DOLLARI...DA ZERO HEDGE: 
As a reminder, we don't know how, via assorted shadow banking and other repo pathways, these banks manage to use said cash in other fungible activities. Recall that as we said, "So whether European banks will continue buying the EURUSD, or redirect their Fed-cash into purchasing the ES outright, or invest in other even riskier assets, remains unknown." It is also unknown is the Fed's reserves, reappearing as cash, and then siphoned over to European bank HoldCo via payables, is then used by, say, Italian and Spanish banks to purchase BTPs and Bonos, and give the impression that all is well. Because unlike before, keeping the EURUSD high is not as critical any more...


Inviato da iPad

20.000 esuberi nelle banche. Via ai licenziamenti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

20.000 esuberi nelle banche. Via ai licenziamenti

di REDAZIONE


Circa -23mila dipendenti tra 2008 e 2011 e altri 20mila dovranno uscire entro il 2017. Sono i numeri della crisi del settore bancario. A fine 2011, secondo dati Abi, i dipendenti erano 320 mila a fronte di 343 mila a fine 2008. Dal 2000 a sono confluiti nel Fondo di solidarietà in circa 40mila. La contrazione occupazionale, per i sindacati, ha riguardato soprattutto i grandi gruppi e ha colpito prevalentemente i dipendenti anziani (che riescono a ottenere uno scivolo verso la pensione con il passaggio nel fondo di solidarietà) ma anche i dirigenti che in molti casi accettano dimansionamenti e passaggi a quadro.


MPS. L'accordo prevede 1.660 uscite oltre a 1.100 lavoratori in attività da esternalizzare e 720 lavoratori nella cessione Biverbanca. Gli esuberi dichiarati erano 4.600.


UNICREDIT. L'accordo sul piano industriale 2012-15 prevede 3.500 esuberi. Previsti 800 pensionamenti volontari e incentivati ed esodi volontari e incentivati per circa 1.600 «donne optanti». Il restante numero di esuberi sarà assorbito all'interno del Gruppo. Circa 160 dirigenti sono usciti o sono stati demansionati.


INTESA SANPAOLO. L'aggiornamento del piano 2011/15 prevede oltre 4.000 uscite. Un centinaio di dirigenti sono usciti nel 2012, altri nel 2013. UBI. L'accordo azienda-sindacati prevede oltre 700 uscite.


BNL. Il piano 2012/2014 prevede -1.110 posti dal primo gennaio 2012 al 31 dicembre 2014. Un nuovo accordo prevede ulteriori 450 uscite volontarie.


CARIPARMA. Il piano 2011-14 prevede 722 prepensionamenti su base volontaria e incentivata e 100 assunzioni entro il 2015 con contratto di apprendistato professionalizzante.


BANCO POPOLARE. L'intesa 2011-13/15 prevedeva la nascita di Banca unica, la soppressione di 140 filiali e 1.120 esuberi gestiti con pensionamenti e prepensionamenti volontari e incentivati. Tra dicembre e gennaio è stato proposto a una trentina di dirigenti di recente nomina di essere degradati a quadro direttivo.


BPM. Con l'aggiornamento del piano 2012-15 previste nel triennio 800 uscite volontarie e incentivate.


GRUPPO DELTA. Gli oltre 600 dipendenti dell'azienda in fase di dismissione sono entrati nel fondo emergenziale.


BANCA MARCHE. Nell'ultimo piano dell'istituto è previsto il ricorso a un fondo di solidarietà per anticipare il pensionamento dei lavoratori fino a 5 anni. La misura potrebbe interessare 300 dipendenti.



Inviato da iPad

€URO: LA CAUSA DELLA CRISI


Ti è stato inviato tramite Google Reader

€URO: LA CAUSA DELLA CRISI

Intervista a Claudio Borghi* a cura di Rodolfo Monacelli

In questa campagna elettorale l'uscita dall'euro è stata considerata come uno spauracchio e un tabù. Nella realtà, cosa succederebbe se l'Italia uscisse dall'Euro?
Se l'Italia uscisse dall'Euro tornerebbe un paese con sovranità monetaria, come lo è l'Inghilterra, la Norvegia, la Svizzera, ma anche la Turchia. Non cambierebbe nulla dal punto di vista della vita normale di tutti i giorni. Cambierebbe molto, invece, dal punto di vista delle prospettive economiche perché ritorneremmo ad avere una moneta correttamente valutata secondo il livello della nostra economia, consentendo a tutto il nostro sistema economico e produttivo di ricominciare a funzionare. In questo momento è in shock totale perché non è possibile pensare di poter essere minimamente competitivi nei mercati internazionali con una moneta come l'euro, che ha una valutazione superiore del 25-30%. A questo problema, inoltre, si sommano i noti difetti del sistema economico italiano. Uscendo dall'euro, la stagnazione e la distruzione di tutto il nostro sistema economico si fermerebbe e comincerebbe a diminuire la disoccupazione, ricominceremmo a esportare e a importare di meno, le imprese attualmente in crisi ricomincerebbero ad avere degli ordini, si fermerebbero i licenziamenti e, di conseguenza, aumenterebbe la domanda interna. Tutto ricomincerebbe, quindi, secondo lo schema del circolo virtuoso.

Recentemente l'On. Stefano Fassina, durante la trasmissione di Michele Santoro "Servizio Pubblico", ha affermato che "Non potendo svalutare la moneta, si svaluta il lavoro". Ritiene coerente, in base a quest'affermazione, la difesa dell'euro da parte di un partito di sinistra come il Partito Democratico?

Vorrei premettere che mi sembra offensivo pensare che un imprenditore che impiega tutto il suo tempo a pensare come rendere più efficiente la propria azienda, possa essere considerato improduttivo, lazzarone o qualcosa del genere. Suppongo, quindi, che dal punto di vista dei processi interni i nostri imprenditori abbiano fatto il possibile per essere efficienti. Ma, al di là di questa considerazione, questa è una delle contraddizioni più gravi nell'atteggiamento della sinistra italiana.


Inviato da iPad

Squadre speciali armate sul territorio degli Stati Uniti


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Squadre speciali armate sul territorio degli Stati Uniti

Polizia statunitenseAssociazioni aderenti all'ACLU in 23 stati hanno presentato questa settimana più di 255 richieste, basandosi sul Freedom of Information Act, per ottenere tutto il materiale possibile relativo alla continua trasformazione delle unità di polizia in piccole squadre di soldati fortemente armati.


"È tempo di capire la reale portata della militarizzazione della polizia negli Stati Uniti e l'impatto che sta avendo sui nostri quartieri", dice un comunicato dell'ACLU.


L'associazione sostiene che è sempre più frequente vedere le squadre speciali (unità di armi e tattiche speciali) armate fino ai denti sul territorio degli Stati Uniti, che spesso entrano nelle case di persone innocenti.


leggi tutto



Inviato da iPad

ANCHE SENZA LA BARA, L’ITALIA E’ UN PAESE MORTO


Ti è stato inviato tramite Google Reader

ANCHE SENZA LA BARA, L'ITALIA E' UN PAESE MORTO

di PONGO


Com'è  bello avere occasioni nella vita! E averne tante, tantissime,  è meraviglioso. Pensate di fare un viaggio con una spesa minima? Ci sono molte e  ottime occasioni, tre giorni sul mare Rosso? Ho visto che si può spendere tutto compreso 289 euro. Un week end a Budapest? Volo + hotel da 65 euro. A Parigi con 83 euro, a Barcellona con 104 euro. Che occasioni irripetibili. Sei giovane e cerchi lavoro? Immense possibilità! Se sei laureato ed  hai un po' di fortuna puoi sempre trovare  posto in un call-center, non capisco come mai siano diminuiti gli universitari in questi ultimi dieci anni, di decine di migliaia. Certo dipende anche dalla tua preparazione, dagli studi svolti. Hai una laurea in architettura ed il tuo mito è  Renzo Piano? Che fortuna, è pieno di giovani architetti che lavorano (non so il loro stipendio) per situazioni tipo Mondo Convenienza o cose del genere. Son sicuro che anche il grande  Le Corbusier tanti e tanti anni fa cominciò così! Per caso sei ricercatore in attesa del concorso? Chissà quando mai accadrà ma tra poco inizia la bella stagione con sole, caldo e luoghi incantevoli.  Che ne dici  di fare l'animatore di villaggio? Che bellezza avere tutte queste occasioni! Tutti possono avere grandi  possibilità, anche  chi sta nell'utimo scalino della scala sociale. Sei un clandestino e sei nero di pelle? Innanzitutto è preferibile non dirlo in giro e poi potrai avere anche tu buone chances: la prima, essendo in Italia, è quella di non pagare le tasse in quanto sei  clandestino.


Vuoi mettere?  Ti assicuro che è un bel vantaggio perché in Italia abbondano. Cambiamo argomento, forse  sei stanco di vivere? C'è solo l'imbarazzo della scelta per chiudere baracca e burattini con l'esistenza :  puoi cadere dalla mongolfiera che si è incendiata come è successo in Egitto qualche settimana fa, oppure la nave su cui navighi affonda o  ti sparano per strada perché passi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, seppure trovo incredibilmente straordinario quel che è accaduto a Londra  2  o  3  mesi fa quando un signore in macchina  percorrendo  il suo solito tragitto quotidiano è stato schiacciato da un elicottero caduto sulla città. Ma ci pensate, sei  in auto e sei  schiacciato  da un elicottero che cade dal cielo di Londra. Che occasioni uniche! E poi l' Italia è un Paese fantastico, ed ora, tra le prime cose da fare, abbiamo da mettere insieme il Governo ed anche qui, quante possibilità. Vuoi conoscerne alcune?




Inviato da iPad

Un piano B per l’Europa


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Un piano B per l'Europa



Inviato da iPad

Crisi: Camusso, senza inversione di tendenza Paese tracolla

Ma va'??????
zio

Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi: Camusso, senza inversione di tendenza Paese tracolla



(Pubblicato il Sun, 10 Mar 2013 16:57:00 GMT)


Inviato da iPad

L'imperialismo del debito


Ti è stato inviato tramite Google Reader

L'imperialismo del debito




Di Antonio Senta

Il debito pubblico è una costruzione ideologica, ma anche un potente strumento di asservimento per i "neosudditi" degli stati contemporanei.

C'è una parola che ritorna in maniera continua da cinque anni a questa parte: "debito", spesso associata al termine "crisi", e, quindi, "crisi del debito". Il debito sarebbe un dato innegabile, a sua volta causa della più generale crisi economica che in pochi anni ha impoverito milioni di abitanti in buona parte del globo.
Può essere quindi utile riflettere su tale termine. Generalmente si crede che il concetto di debito sia una peculiarità dell'età moderna, secondo una successione lineare per cui l'uomo "primitivo" prima abbia utilizzato il baratto, poi inventato la moneta e quindi sviluppato sistemi di credito e debito. Questi ultimi sarebbero nati contestualmente alla formazione degli stati moderni e sarebbero così sintomo indubbio di progresso. In realtà non è vero, le fonti, fin dai geroglifici egizi e dalla scrittura cuneiforme mesopotamica, suggeriscono il contrario, cioè che nelle società prestatali, o senza stato esisteva – ed esiste – un'economia di credito senza moneta. Insomma, il debito è precedente alla nascita dello stato e all'economia monetaria. Per esempio presso i Sumeri, attorno al 3500 a.C., i debiti venivano pagati in orzo, capre, lapislazzuli o mobili... con ogni sorta di "denaro virtuale". Relazioni sociali di credito e debito si sono intrecciate, nella storia e nelle diverse civiltà, a dinamiche di dono e di baratto secondo uno schema non lineare. Il debito quindi è in questo senso una delle forme di relazione tra persone, in cui chi contrae un debito ha una sorta di dovere morale nei confronti del creditore. Ora, generalmente si dà per scontato l'assunto secondo cui gli esseri umani sono attori egoisti decisi a calcolare come ottenere in ogni situazione il miglior vantaggio e il massimo profitto. Questo, sia detto per inciso, è il motivo per cui l'economia è sempre considerata una disciplina superiore a tutte le altre scienze sociali. Gli psicologi sperimentali hanno dimostrato che questo assunto è semplicemente falso. In realtà uomini e donne, in diverse epoche e in diversi luoghi, operano anche in maniera condivisa o comunista, cioè secondo il ben noto principio "da ciascuno secondo le sue capacità a ciascuno secondo i suoi bisogni", che è poi il principio base di chiunque collabori a un progetto comune e in sintesi il fondamento della socialità umana. Forme gerarchiche e comuniste di relazioni sociali si sono sempre intrecciate, sovrapposte, scontrate. Dominio e cooperazione sono i due termini di una dialettica che caratterizza l'agi...


Inviato da iPad

Rileggendo Fitch (post brevissimo)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Rileggendo Fitch (post brevissimo)

Si va bene BBB+ da A-.

Ma rileggendo Fitch (link) :

….- Q412 data confirms that the ongoing recession in Italy is one of the deepest in Europe. The unfavourable starting position and some recent developments, like the unexpected fall in employment and persistently weak sentiment indicators, increase the risk of a more protracted and deeper recession than previously expected. Fitch expects a GDP contraction of 1.8% in 2013, due largely to the carry-over from the 2.4% contraction in 2012….

Ehm? -1,8%

Per l'Unione Europea doveva essere -1% 

Per la BCE e Banktalia pure

Per il Governo Italiano -1,2%

E siamo solo all'8 Marzo. Festa della Donna. Di questi tempi l'anno scorso ci vaticinavano un -1% ed è finita -2,4%.

No, solo per dire.







Inviato da iPad

la Germania ha occultato il 17% del suo debito

la Germania ha occultato il 17% del suo debito: Debito e banche pubbliche: i trucchi contabili della Germania Ieri mi scervellavo su come trovare il modo per finanziare il debito allo stesso taasso che offre la BCE (0.75%) alle B.C. dell'eurozona. ...

Il bunker segreto che l'America costruisce in Israele

Il bunker segreto che l'America costruisce in Israele:

Fonte:Wall Street Italia

L'anno scorso ingegneri del dipartimento della difesa USA hanno annunciato che avrebbero costruito un bunker segreto in Israele. Il 13 febbraio, adesso, hanno firmato il contratto. Il progetto per le Forze di Difesa israeliane da quasi 63 milioni di dollari presentato da Conti Corp Federal Services, ben al di sotto dei 100 milioni di dollari originariamente stanziati per questa causa, l'ha spuntata.

Il bunker sotterraneo dovrebbe essere pronto in 900 giorni e si estenderà su sei edifici di cinque piani. Ma la data di consegna potrebbe anche slittare. Ci sono, infatti, ostacoli alla sua realizzazione. Israele ha chiesto di ridefinire il progetto in quanto la superficie al di sotto della quale dovrebbe essere realizzata questa "cittadella segreta" nei pressi di una base dell'aeronautica israeliana vicino a Tel Aviv è attualmente occupata.

Walter Pincus, giornalista del Washington Post, ha scoperto che il sito interessato è stato ribattezzato 911...............

Zero Hedge: Ecco perchè i pianificatori centrali sono così spaventati dall'italiano Beppe Grillo

Zero Hedge: Ecco perchè i pianificatori centrali sono così spaventati dall'italiano Beppe Grillo:
Zero Hedge - This Is Why Central Planners Are So Scared of Italy's Beppe Grillo 
Submitted by Tyler Durden on 03/10/2013 - Submitted by Michael Krieger of Liberty Blitzkrieg blog

Incredible Video: Beppe Grillo Dissects the Financial System... on 1998 

Whom does the money belong to?  Who does its ownership belong to?  To the State fine…then to us, we are the State. You know that the State doesn’t exist, it is only a legal entity.  WE are the state, then the money is ours…fine.  Then let me know one thing.  If the money belongs to us…Why… do they lend it to us??

Beppe Grillo in 1998 

If you really want to know why Beppe Grillo is causing Central Planners throughout the European continent to wet themselves, this video will show you.

There’s a real revolution happening in Italy.  

This guy is the real deal and he understands the heart of the whole issue plaguing the world.   

All I can say is:  WOW.

La Ue non finisce di stupire per la sua MOSTRUOSITA'

La Ue non finisce di stupire per la sua MOSTRUOSITA':
......Dopo austerity, fiscal compact, MES, ERF…c’è un’altra sigla a tracciare i confini illimitati del sistema. Il suo nome è ELA e suona tanto di presa in giro.

VEDI VIDEO DI MONIA BENINI

INCREDIBILE!! 

IL PIANO POPULISTA PER L'ITALIA DEL COMICO GRILLO

IL PIANO POPULISTA PER L'ITALIA DEL COMICO GRILLO: Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI ELLEN HODSON BROWN
dissidentvoice.org

Il default sul debito pubblico, la nazionalizzazione delle banche  e un reddito di cittadinanza  potrebbero veramente salvare l'economia italiana?

Il comico Beppe Grillo stesso si è sorpreso quando il suo Movimento Cinque Stelle ha ottenuto 8.700.000 voti alle elezioni politiche italiane del 24-25 febbraio. Il suo Movimento è oggi il primo partito nella camera dei deputati, dice The Guardian, che questo lo rende un "ago della bilancia di un parlamento in bilico".
Quello di Grillo è il partito del "NO". In una proposta basata sulla satira, ha organizzato ogni anno una "V-Day Celebration," dove la "V" sta per il vaff…

Brüderle: è possibile che l'Italia esca dall'Euro

Brüderle: è possibile che l'Italia esca dall'Euro:
Rainer Brüderle, candidato FDP alla Cancelleria, dopo aver votato a favore di tutti gli eurosalvataggi, torna a fare campagna elettorale a basso costo bulleggiando gli eurodeboli: è possibile che l'Italia esca dall'Euro. Da Reuters Deutschland
Dopo le elezioni in Italia il candidato FDP Rainer Brüderle ritiene possibile un'uscita dell'Italia dall'Eurozona.

E' possibile "che escano", ha detto Brüderle giovedì sera sulla ZDF. L'Italia deve decidere se intende adeguarsi alla moneta unica. "E se non intende farlo, devono trarre le necessarie conseguenze", ha aggiunto il capogruppo della FDP. La decisione resta esclusivamente nelle mani dell'Italia.

Restiamo fermamente convinti che l'Euro sia ..........

LA STAMPA DEI PARTITI CONTRO IL MOVIMENTO 5 STELLE


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA STAMPA DEI PARTITI CONTRO IL MOVIMENTO 5 STELLE


Art.5148
Servizio Pubblico, 7 marzo 2013. Parla la giornalista tedesca Petra Reski ...
VIDEO: http://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5148






Inviato da iPhone

IL NUOVO ORDINE MONDIALE EQUIVALE AL COMUNISMO


Ti è stato inviato tramite Google Reader

IL NUOVO ORDINE MONDIALE EQUIVALE AL COMUNISMO

Il comunismo monopolizza tutto, compreso il pensiero. Lo "Stato" è un fronte per i banchieri ebrei comunisti che possiedono il suo debito. Tutto ciò che aumenta il potere dello "Stato" è comunista.
La maggior parte della gente pensa che il comunismo sia un'ideologia atta a difendere i lavoratori e i poveri. Tale concetto è stato sfruttato in maniera eccezionale manipolando milioni di persone.
In realtà, questo artificio, ha lo scopo di concentrare la ricchezza e l'autorità nelle mani del cartello bancario centrale (i Rothschild e i loro alleati) mascherandolo da potere statale.
Il cartello bancario centrale è il monopolio supremo. Possiede un controllo quasi globale sul credito erogato ai governi. Il suo scopo è quello di tradurre tale egemonia in un monopolio totale – ovvero sulla politica, sulla cultura, sull'economica e in campo spirituale. Governo Mondiale = Rothschild = monopolio = comunismo.
Ogni ideologia che concentra ulteriormente la ricchezza e il potere nelle mani dello "Stato" è comunismo sotto un'altra veste. Queste dottrine – socialismo, liberalismo, fascismo, neo-conservatorismo, sionismo e femminismo – sono fronti del "comunismo", organizzati e finanziati dal cartello bancario centrale. Gli eventi in corso sono tutti progettati dai banchieri centrali per aumentare il potere del governo.

LA SINFONIA IN ROSSO

Dopo I Protocolli dei Savi Anziani di Sion, "La Sinfonia in Rosso" è la più accurata rivelazione riguardo il reale stato del nostro mondo.

"La Sinfonia in Rosso" è un interrogatorio della polizia segreta stalinista (NKVD) avvenuta nel 1938. Le domande vennero rivolte ad un insider sovietico, Christian Rakovsky, qui a sinistra con il collega ebreo e agente Rothschild, Leon Trotsky. Il testo è visualizzabile online o nel libro di Des Griffin, Fourth Reich of the rich.
Nella sua autobiografia, My Life, Leon Trostsky scrisse: "Christian G. Rakovsky … ha svolto un ruolo attivo nel funzionamento interno di quattro partiti socialisti – il bulga...


Inviato da iPhone

Banche: esuberi in arrivo. Ecco le 10 più colpite


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Banche: esuberi in arrivo. Ecco le 10 più colpite

Anche le banche finiscono nella morsa della crisi finanziaria, nonostante gli aiuti dello Stato e della BCE. Entro il 2017 sono previsti 43.000 esuberi, di cui 23mila già avvenuti tra il 2008 e il 2011. Chiusura degli sportelli, esodati, pre-pensionati. Quali sono i problemi degli istituti di credito? Lo spiega Fabi (Federazione Autonoma Bancari Italiani): "qualità del credito e la necessità di recuperare un vero rapporto con imprese e famiglie".

"Solo il 10% dell'incremento delle sofferenze è (...)


-
Lavoro e Diritti
/
,
,
,
,
,


Inviato da iPhone

Ultimatum Corea del Nord – Bufala o Guerra Mondiale


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ultimatum Corea del Nord – Bufala o Guerra Mondiale

 Ultimatum Corea del Nord – Bufala o Guerra MondialeContinua la prova di forza della Corea del Nord, dopo l'approvazione delle sanzioni da parte dell'ONU. Dopo la rottura del trattato di non aggressione con la Corea del Sud e l'interruzione della "linea rossa" che collegava telefonicamente i due governi, il regime di Pyongyang ha lanciato un ultimatum che scade lunedì 11 marzo; in quella data si concludono le esercitazioni militari congiunte tra Seul e Washington, con la simulazione della risoluzione di un'offensiva nordcoreana.
Ora il regime nordcoreano richiede per quella data l'annullamento di questa esercitazione, altrimenti si sentirà in diritto di rispondere con la forza, anche con attacchi atomici.
Detto questo, sappiamo che la Corea del Nord usa spesso parole molto forti, ma in sostanza non si è mai spinta in serie aggressioni nei confronti dei suoi avversari.
Però non possiamo non tener conto di questo ultimatum e possiamo azzardare tre ipotesi sul fatto che veramente possa scoppiare un conflitto militare:
1) La Corea del Nord, è un regime isolato dove la classe dirigente ha poteri praticamente illimitati e può pensare di essere onnipotente e di poter sfidare gli USA. Inoltre, dopo le recenti sanzioni e la difficile situazione economica interna, il regime si potrebbe sentir messo così con le spalle al muro da non aver altra scelta che la guerra. Da ricordare la giovane età del leader, che spesso può portare ad atti di spavalderia non ragionata.
2) Un'altra possibilità da considerare è che i nordcoreani non siano semplicemente dei pazzi, ma siano manovrati dalla Cina, che a parole li condanna ma li sta usando per portare un attacco agli Stati Uniti e alla vicina rivale Corea del Sud e magari sfruttare il clima di instabilità per aggredire il Giappone.
Ovviamente questo è retropensiero, ma è necessario valutare tutte le ipotesi.
3) Un'ultima possibilità ancora più fantasiosa, è che ci siano gli stessi Stati Uniti dietro questa escalation, con lo scopo di mettere alle strette la Corea del Nord così da poter provocare o da poter organizzare una classica false flag che fornirebbe il necessario casus belli, così da portare la guerra vicino al rivale cinese.
Presumibilmente la Corea del Nord, l'11 marzo non farà nulla o si limiterà a qualche scaramuccia irrilevante, però nel caso attaccasse, ...



Inviato da iPhone

La Storia dell’Economia (che ti dà da mangiare) spiegata a Lollo del mio bar. 4


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Storia dell'Economia (che ti dà da mangiare) spiegata a Lollo del mio bar. 4

Premessa:

Lollo, capire chi sono gli uomini che hanno pensato l'economia del mondo ti permette di capire perché oggi hai un calo di fatturato, di reddito, devi licenziare, e soprattutto ti permette di agire per salvarti il sedere. Se no rimani un cittadino coglione che tutti possono prendere per il deretano. Ok Lollo? Dai, mettiti d'impegno.


Inviato da iPhone

Siena, UK.


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Siena, UK.

Mentre si discute di MPS e Grillo tuona contro le pratiche discutibilissime di Unipol, arriva forse una ammissione di impotenza su cui si dovrebbe riflettere. E mi riferisco alle parole di Andrew Bailey, capo di un ente britannico che si chiama Prudential Regulation
Authority, ed in teoria...



[[ Questo e' solo un sommario. Vai su http://www.wolfstep.cc per leggere il resto ]]




Inviato da iPhone

Il Bene del Paese (Perchè l’M5S non Farà mai da Stampella al PD)


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il Bene del Paese (Perchè l'M5S non Farà mai da Stampella al PD)

rischio incendio Il Bene del Paese (Perchè lM5S non Farà mai da Stampella al PD)

(chi brucia la casa?)

Divertentissimi i giornalisti/opinionisti che chiedono in ginocchio a Grillo di fare il governo col PD. Meschinetti non hanno ancora capito (o se hanno capito sono in malafede, poco importa).

Loro dicono, "Grillo lo devi fare per la governabilità, lo devi fare se no si torna alla palude, lo devi fare se no ritorna lui"

Poi chiudono lo sproloquio con " (Grillo) Lo devi fare per il Bene del Paese"

Il Bene del Paese (per i partiti e i media-sussidiati)

Sono completamente d'accordo con il prof. Mela, "quando la casa brucia, prima di tutto devi spegnere l'incendio" ed ecco il punto:

I giornalisti sussidiati (e terrorizzati per il loro posto di lavoro parapubblico) fanno coincidere l'incendio da spegnere con l'ingovernabilità dell'italia in piena crisi economica.

La cura per lorsignori, siano essi in buona fede (meschinetti) o in cattiva fede è: Governabilità. (uhmm mi pare l'abbia detta LUI per primo a 36 ore dalle elezioni)

Quelli di destra (giornalisti/opinionisti) la governabilità, la vogliono con Berlusconi (o con un surrogato), quelli di sinistra la vogliono con l'M5S. Monti il sub-prime, non è pervenuto.

Il Bene del Paese (per l'M5s, interpretazione by fk)

Caro prof. Mela, non si sorprenda, anche per l'M5s "quando la casa brucia, prima di tutto devi spegnere l'incendio"

Ma incidentalmente per il MoVimento 5 Stelle il fuoco è rappresentato dai partiti politici e dall'intreccio di interessi (consorterie)  che rende l'Italia un paese inemendabile.

La cura per l'M5S è incidere nel cancro degli interessi corporativi ed è facile capirlo anche non avendo seguito il MoVimento negli anni (io sono un perfetto novizio come tanti).

Cosa ci hanno detto in tutte le salse il MoVimento 5 Stelle:

  • Che non appoggerà mai un governo dei partiti
  • Che è disposto ad un governo dell'M5S oppure un governo che realizzi il suo programma
  • Che è disposto a votare solo le leggi in accordo con il suo programma

Più chiaro di così.

Tanto per chiarire,per il PD, non è neppure immaginabile un governo con l'M5S a meno che nel primo consiglio dei ministri :

( lista non è esaustiva, solo per fare un esempio)

  • venga completamente abolito il finanziamento pubblico dei partiti
  • vengano dimezzati gli stipendi ai parlamentari 
  • venga bloccata la TAV (con tu...


Inviato da iPhone

Parlamento Pulito inizia qui


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Parlamento Pulito inizia qui

cittadini_portavoce.jpg

"Il 15 marzo entreremo nelle aule parlamentari: non lasciateci soli. Cerchiamo persone che vogliano aiutarci a far uscire dal buio questo Paese da affiancare ai gruppi parlamentari di Camera e Senato. Persone pulite, trasparenti e oneste, competenti e volenterose. Un Parlamento Pulito prima di tutto dall'assunzione degli assistenti e di coloro che lavoreranno con i gruppi. Sceglieremo i migliori tra i curricula che riceveremo, perché vogliamo svolgere un lavoro eccellente. Le figure ricercate sono:

- Assistenti legislativi con laurea in materie giuridico-economiche con indirizzo pubblico, una profonda conoscenza del diritto costituzionale e diritto parlamentare. Questa figura seguirà i Portavoce nel lavoro delle Commissioni, preparerà proposte di legge, atti normativi ad hoc, proposte di emendamenti e rapporti sul lavoro delle commissioni.

- Assistenti alla segreteria organizzativa con laurea in materie giuridico-economiche con indirizzo pubblico o esperienza comparabile, una forte capacità organizzativa e di gestione delle criticità. Seguirà i gruppi nell'organizzazione dell'agenda dei Portavoce per i lavori parlamentari e per la comunicazione con i cittadini e gli attivisti. Si richiede un'ottima conoscenza dei principali applicativi software di scrittura, database e fogli di calcolo, ed è indispensabile un'ottima conoscenza di Internet, i principali social network e della posta elettronica.

- Direttore amministrativo con laurea in economia ed esperienza pregressa di contabilità, gestione dei flussi di cassa e dei flussi con la banca.

- Revisore dei conti: iscritto all'albo, è responsabile del bilancio dei gruppi parlamentari in coordinamento con la società di revisione esterna.

Dalla prossima settimana inizieremo ad incontrarvi. Il tempo stringe, se vuoi candidarti per lavorare in Parlamento puoi mandare il tuo curriculum vitae a curricula@movimento5stelle.it" Roberta Lombardi, capogruppo e portavoce M5S alla Camera





Inviato da iPhone

La precisione teutonica è riconosciuta ovunque


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La precisione teutonica è riconosciuta ovunque

da FACEBOOK




Inviato da iPhone

Lo stato ti da una mano


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Lo stato ti da una mano

Lo Stato ti da una mano

Supponiamo che abbiate una fabbrichetta, magari di biciclette, questo vuol dire che il vostro modello di business è un modello ciclico.

Supponiamo ora che il consulente d ...


Inviato da iPhone

Black: Dow vs Banane


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Black: Dow vs Banane



by Simon Black on March 8, 2013





Il DJIA (Dow Jones Industrial Average), uno dei benchmark del mercato US degli stocks, ha sorpassato con convinzione i sui massimi di sempre. E la maggior parte del mondo degli investimenti sta festeggiando e brindando al loro successo collettivo e celebrando la "recovery", la ripresa.





La cosa è divertente, davvero. Molti investitori pensano solo in termini di numeri nominali, per esempio il Dow a 14.000+ è più alto di un 40% rispetto al Dow a 10.000 (a novembre 2009). Ma sono molto pochi quelli che pensano in termini di numeri reali … le medie (averages) corrette con l'inflazione.





Tutti sanno che l'inflazione esiste. Tutti possiamo dare un'occhiata al passato e capiamo all'istante che i prezzi di tutto sono ben più alti che anche solo pochi anni fa. Per contro però la maggior parte delle persone si dimentica dell'inflazione se si parla di stock market.







Inviato da iPhone

Arriva il batterio “incubo”: è indistruttibile


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Arriva il batterio "incubo": è indistruttibile

ATLANTA – Lo hanno già ribattezzato 'incubo', perche' e' diventato resistente anche agli antibiotici più forti: si tratta di un batterio, l'Enterobacteriaceae resistente ai carbapenemi (cre), che ha colpito i pazienti nel 4% di tutti gli ospedali Usa, e nel 18% degli ospedali specializzati. A lanciare l'allarme sono i Centers for disease control and prevention (Cdc). "I pazienti sono lasciati con infezioni potenzialmente intrattabili", spiega Tom Frieden, direttore del Cdc.

 

 

 

 

 

Leggi articoli originali : 1) http://www.reuters.com/article/2013/03/05/us-bacteria-idUSBRE9240ZF20130305

2) http://www.webmd.com/news/20130305/nightmare-bacteria-spreading-in-us-hospitals-nursing-homes-cdc

3) http://news.discovery.com/human/health/nightmare-bacteria-growing-threat-130306.htm

 

Fonte: http://voxnews.info/2013/03/08/arriva-il-batterio-incubo-e-indistruttibile/

Per rimanere aggiornato sui nostri articoli, seguici su: &nbsp&nbsp Seguir a @https://twitter.com/LoSaiEu&nbsp&nbsp


Inviato da iPhone

Siamo tutti schedati: SGR controlla ogni italiano. La rivelazione shock


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Siamo tutti schedati: SGR controlla ogni italiano. La rivelazione shock



Angelo Greco

A Lugano esiste una società che controlla e scheda ogni italiano il cui nome sia stato pubblicato in un giornale o in un atto pubblico; i loro database contengono la storia di oltre mezzo milione di persone. L'unico modo per sfuggire al "grande occhio" è di condurre una vita in totale anonimato. Per poche centinaia di euro è possibile accedere agli archivi e consultarli. Ma tutto ciò è davvero legale?

Le migliori storie nascono con un postino che bussa alla porta. La lettera che mi consegna è anonima. A prima vista la scambio per una richiesta di sostegno da parte di qualche Onlus. Si salva miracolosamente dalla spazzatura. Poi la apro. Comincia così:

"Gentile avvocato Angelo Greco, leggendo il suo articolo relativo alla banca dati World Check– il quale mi trova perfettamente d'accordo – mi sono tuttavia reso conto che lei non ha ancora avuto modo di vedere qualcosa di peggio. A me purtroppo è capitato".

L'indagine nasce da qui.

Esiste una società che ha due porte, un po' come le banche svizzere. La prima è quella ufficiale: come dominio internet ha scelto l'url "www.antiriciclaggio.ch". A leggerlo così, su due piedi, lo si scambia per un sito specializzato in questioni commerciali e di sicurezza.
Invece, una volta dentro, il processo di scoperta (e "illuminazione") è graduale. Si scoperchia innanzitutto il vero nome dell'azienda: SGR Consulting SA...

Un primo messaggio di "benvenuto" farebbe credere di avere a che fare con un servizio rivolto a intermediari finanziari, per evitare di entrare in relazioni d'affari con nominativi coinvolti in gravi reati penali quali quelli di stampo mafioso, camorra, traffico di stupefacenti, truffe, rapine.

"SGR Consulting SA è una società attiva nel campo dell'Antiriciclaggio in Italia e in numerosi paesi europei. All'interno della nostra attività gestiamo l'unica banca dati, focalizzata sul territorio italiano, con oltre 430'000 nominativi coinvolti in reati di natura patrimoniale a monte del riciclaggio: un utile strumento per implementare il processo di adeguata verifica della clientela".
Mi spingo più a fondo e scopro che la società controlla, attraverso una rete di "detective" infiltrati nel territorio i...


Inviato da iPhone

Romania: privatizzazioni targate Fmi

Romania: privatizzazioni targate Fmi:
- di Daniela Mongavero -
La Romania, in accordo con Fmi, UE e Banca Mondiale, si appresta a privatizzare i “gioielli di famiglia”. Tra le grandi aziende statali ci sono la Transgaz, la Romgaz, la compagnia ferroviaria CFR Marfa e le Poste romene. L’ala liberale della coalizione di governo, però, si oppone a questo accordo e alle nuove misure di austerità
Sono state settimane di fermento e intenso lavoro a Palatul Victoria a Bucarest, sede del governo. Dal 29 gennaio, giorno in cui si è conclusa la lunga missione del Fondo Monetario Internazionale in Romania, il governo guidato da Victor Ponta ha dovuto mettere insieme i pezzi e avviare la macchina  operativa per assolvere agli impegni presi. Impegni per cui la clessidra ha già iniziato a scorrere e che l’esecutivo è obbligato a completare entro giugno, con tre mesi di deroga rispetto a quanto era stato concordato nel 2011.

Privatizzazioni primaverili

Più nel concreto Ponta e i suoi ministri dovranno privatizzare una grossa fetta di industrie statali tra cui Transgaz (15%), Romgaz (10%), Hidroelectrica (10%), Nuclearelectrica (10%), Oltchim (è necessario il completamento della procedura), la compagnia ferroviaria CFR Marfa (dal 51% in su) e il vettore aereo Tarom (20%).
Una tabella di marcia complessa e ricca in aggiunta alla quale la Romania si è impegnata assieme a Fmi, Commissione europea e Banca Mondiale a  ...............

"Basta austerity in Europa"

"Basta austerity in Europa":
Tardivi come plantigradi, i boss della Troika stanno prendendo atto che le loro ricette sono un disastro. Ma non vogliono né ammetterlo, né tantomeno mollare il timone.
Continua a leggere l'articolo...

Le pensioni? Meglio che lavoriate a morte…

Le pensioni? Meglio che lavoriate a morte…:


- di Claudio Conti -

Gli apprendisti stregoni scoprono sempre dopo che le loro soluzioni “intelligenti” provocano problemi più irrisolvibili di quelli precedenti. Sulle pensioni è ormai l’orgia del dilettante.
Dobbiamo dar atto al Sole24Ore di essere un giornale coerente, che sa persistere nell’errore anche quando si è dimostrato catastrofico. Tutto sta nel sapere “per chi” è catastrofico.
Il ragionamento sulle pensioni è sempre identico, da 19 anni a questa parte: se non ci mettiamo mano salta tutto il sisteme del loro finanziamento. Allora si enfatizzava la “gobba” ...............

La Repubblica sbrocca definitivamente: un leader democraticamente eletto, definito autocrate (Victor Orban)

La Repubblica sbrocca definitivamente: un leader democraticamente eletto, definito autocrate (Victor Orban):

La Repubblica, Il giornaletto on-line della tessera numero 1 del PD (che paga le tasse in Svizzera) sbrocca definitivamente e se ne esce con un articolo da codice penale ed incidente diplomatico. And-L (via chat) mi ha appena fatto notare questo “sobrio” articolo su Victor Orban:

link diretto

Schermata 2013 03 08 alle 16.38.11 650x845 La Repubblica Sbrocca Definitivamente: Un Leader Democraticamente Eletto, definito Autocrate (Victor Orban)





Io non so chi sia il tizio che si firma Andrea Tarquini (e neppure mi importa), sono solo felice che non scriva su Rischio Calcolato.

Ma ci rendiamo conto?

Victor Orban, che all’uso sarebbe un leader politico eletto con sistema democratico ha messo un suo uomo alla guida della banca centrale Ungherese e La Repubblica si permette di definirlo nell’ordine:


  • Autocrate

  • Nazionalpopulista (e che caspio vuol dire?)

  • Euroscettico (ovvove, ovvove)


Poi sul nuovo banchiere centrale neo nominato Gyorgy Matoclsi:


  • discusso e malvisto dagli ambienti ecofinanziari (?!?) europei e mondiali (pare che anche su Saturno non goda di buona stampa)

  • pericoloso incompetente

  • piegato ai voleri del regime.. (ha scritto regime di una democrazia il “giornalista” Andrea Tarquini, avete letto bene)

  • nazionalista (che evidentemente in Europa equivale a figlio di buona donna)


Tratto da: fonte



Per rimanere aggiornato sui nostri articoli, seguici su: &nbsp&nbsp Seguir a @https://twitter.com/LoSaiEu&nbsp&nbsp







Terraferma (2011) di Emanuele Crialese

Venezia2011primalocandinaegalleryfotograficaperTerrafermadiEmanueleCrialese3Terraferma vince con merito il Premio Speciale della Giuria (Leone d’Argento) alla 68° Mostra del Cinema di Venezia ed Emanuele Crialese si aggiudica il Premio Bif&st 2012 per la Miglior Regia.
Un film importante, intenso, drammatico, ben girato in 12 settimane, a Linosa, nelle Isole Pelagie, ricorrendo ad attori professionisti, ma anche a figuranti e interpreti presi dalla vita reale.
La pellicola ottiene molti riconoscimenti: il regista si aggiudica il Premio Mario Monicelli al Bari International Film Festival e riceve tre candidature per i David di Donatello 2012 (film, regi

L' Euro non è che il "tariffario" del casino europeo

L' Euro non è che il "tariffario" del casino europeo:



E cerchiamo ora di far chiarezza su un' altra "fata morgana", un altro falso problema.

In un post precedente ho paragonato l' attuale modello sociale a un "casino" ( intendi alla lettera: troiaio ) dove un "potere decisionale" ( bancario ? ) "puttanifica" tutti noi attraverso la fattiva intermediazione di uno "Stato" relegato al ruolo di "maitresse" dei lenoni.

L' Euro in tale organizzazione a delinquere altro non è che "il listino corporativo" dei lenoni, applicato tramite le maitresses, per stabilire il prezzo e vincolo delle prestazioni. In sostanza ciò che impedisce alle puttane di poterla dare ad un prezzo diverso da quello stabilito in tariffa.

ORA: chi ciancia tanto di "Euro sì, Euro no", di uscire di qui e entrare di là, pensa davvero che basti abbattere il LISTINO per far cascare tout-court anche l' intero casino, l' intera organizzazione a delinquere ?? PIA ILLUSIONE, parbleu ...

Come sempre, guardare alle etichette serve a poco, se non si guarda alla sostanza: e la sostanza è che è "questo sistema", nel suo complesso, che ci "puttanifica" tutti, volenti o nolenti, dal primo all' ultimo. NON IL LISTINO, ma "il troiaio" tout court: OSSIA, tornando a noi, ancora una volta è LA VOLONTA' SPECULATIVA A REGGERE E VOLERE IL CASINO. Non l' Euro. Non l' Europa.

MA, ancora una volta, LA VOLONTA' SPECULATIVA, LA FINANZA SPECULATIVA. Il "patto diabolico" tra il potere decisionale di AZIONISTI PRIVATI e la struttura "amministrativa" dello STATO.

E' questo "demonio", nel suo complesso, che va estirpato: a nulla serve estirpare il suo "listino delle puttane", parbleu ...

( Poi intendiamoci: che l' Euro venga politicamente usato come capro espiatorio per far crollare l' intero castello di carte e................

I popcorn che paghiamo ai consiglieri

I popcorn che paghiamo ai consiglieri: Le spese pazze della Regione Friuli in un articolo del Fatto

L’Ue non crede alla Spagna: “Bankia non ci restituirà i 22 miliardi di prestiti”

L’Ue non crede alla Spagna: “Bankia non ci restituirà i 22 miliardi di prestiti”:

La Commissione europea teme di non rivedere più gli aiuti pubblici concessi a Bankia, il quarto istituto di credito della Spagna, nazionalizzato lo scorso maggio. Si tratta di un bel gruzzoletto, più di 22 miliardi di euro dati da Bruxelles all’istituto spagnolo che nel 2012 ha chiuso con un passivo di quasi 19,2 miliardi di euro, insomma non un buon presupposto per onorare i propri debiti. Bruxelles non prende sul serio le assicurazioni dell’ad di Bankia Josè Ignacio Goirigolzarri e dello stesso ministro spagnolo all’economia Luis de Guindos, sicuri che l’istituto manterrà gli impegni presi. Intanto a preoccupare gli investitori spagnoli è la valutazione chiesta dall’Ue per le azioni della banca, il minimo consentito dalla legge. Come risultato saranno.................

Il Monte dei Paschi di Siena e la sorpresa del riciclaggio

Il Monte dei Paschi di Siena e la sorpresa del riciclaggio: La Svizzera congela milioni di euro riconducibili a Baldassarri

Obama è psichicamente sano? (oppure è schizoide?)

Obama è psichicamente sano? (oppure è schizoide?): Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, si difende dall’accusa di essere freddo e analitico nel corso di un’intervista concessa alla celebre conduttrice dell’Abc, Barbara Walters. Obama ha spiegato che le persone che lo conoscono sanno che è un tipo facile alla commozione, e che il suo unico problema è rappresentato dal fatto che la [...]

Subito una exit strategy o l’Italia innescherà una “primavera europea”

Subito una exit strategy o l’Italia innescherà una “primavera europea”:

di FABRIZIO DAL COL

Gli europeisti convinti, ovvero tutti i capi di Stato europei che fino a ieri si sperticavano in lodi per i trattati tesi a favorire la costituzione dell’Europa politica, alla luce dei disastrosi risultati fin qui conseguiti, e della conseguente crisi economica derivata che ha fatto avvitare gli Stati su stessi, oggi non possono più fare a meno di prendere atto del fallimento della loro missione, né tanto meno  possono sottrarsi  dalla necessità impellente di dover dichiarare ufficialmente che la costituzione dell’Europa politica è del tutto tramontata e che proseguire in questa direzione  determinerà il totale fallimento degli Stati. Facciano allora un passo indietro, si prendano  definitivamente le loro responsabilità, e una volta per tutte ammettano che proseguire nella costituzione dell’ Europa politica attraverso la globalizzazione dei mercati è divenuta una pura follia. Nonostante siano già trascorsi 5 anni di crisi generale, le situazioni economiche degli stati rimangono e restano ancora immutate, anzi appaiono invece destinate  a peggiorare ulteriormente ragion per cui,  onde evitare  il rischio di una deriva generalizzata, si rende ora estremamente necessaria una comune volontà degli Stati Europei di’ attivarsi per stabilire una comune exit strategy che sia finalizzata alla ricostruzione economica di ogni singolo Stato.

Fin dalle origini, tutti i vari capi di Stato dell’Unione che si ...............

investi nei ricchi

investi nei ricchi: Avete visto le vendite della Ferrari nel mondo che sono strepitose e ...

L'INIZIO DELLA FINE PER LE CASE FARMACEUTICHE?

L'INIZIO DELLA FINE PER LE CASE FARMACEUTICHE?:


DI TONY CARTALUCCI


Land Destroyer




La terapia genica minaccia di distruggere per sempre il profitto dei grandi dei farmaci, ma non senza combattere.




Immaginate di ricevere una diagnosi di cancro, di una patologia genetica o anche solo di un deterioramento legato all'età al mattino, di ricevere una singola iniezione la sera e di cominciare il vostro recupero la mattina successiva. Nessuna ricetta, nessun trattamento prolungato, nessuna scelta difficile tra situazione economica e miglioramento fisico. Questa è la promessa della terapia genica, una promessa già in parte in atto.

La vera evasione fiscale è … multinazionale

La vera evasione fiscale è … multinazionale:








Federico Cenci



Non tutti in Italia sanno dell’esistenza di un numero telefonico anti-evasione, il 117.




Eppure, recenti inchieste giornalistiche hanno rivelato che molti nostri connazionali lo conoscono e come, giacché lo compongono spesso. 






Contestualmente all’attuazione di una massiccia campagna governativa di lotta all’evasione fiscale, infatti, le chiamate effettuate a questo centralino gestito dalla Guardia di Finanza sono lievitate in modo esponenziale. Nel 2012 l’incremento, con quasi 24 mila chiamate, è stato del 228%.



La nuova psicosi degli italiani: la lotta all’evasione






Ma che tipo di denunce passano attraverso questa sorta di “spy-line” tutta italiana? Per esempio questa: il vicino di casa che, pur con un lavoro a basso reddito, si crogiola in qualche lusso. Oppure quest’altra: il barista che non rilascia lo scontrino per l’acquisto di cornetto e latte macchiato. I media che riportano la notizia non hanno dubbi: l’aumento di segnalazioni al 117 racconta di un senso civico finalmente manifestatosi in seno allo storicamente negligente popolo italiano. Ecco la dimostrazione di quanto efficace sia stato instillare – attraverso sinistri spot televisivi e ...............