21/03/13

I due Marò: la furba Italia si cacasotto e li rimanda in India

I due Marò: la furba Italia si cacasotto e li rimanda in India:
di TONTOLO
Mi vien da ridere. D’altra parte quando si ha a che fare con l’Italia non c’è scampo. Prima facciamo i furbi sottraendo con l’inganno all’India i due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Poi ci cachiamo sotto per le reazioni possibili e glieli rispediamo indietro, sperando almeno di aver strappato l’impegno a non condannarli a morte, visto che là la pena capitale è ancora prevista per il reato di cui sono accusati. Il tutto condito dal fatto che in Italia i due militari sono indagati per aver lasciato per strada un po’ di materiale militare. Povera Italia, chiudiamola e non se ne parli più, Abbiamo solo da guadagnarci!

Napolitano: “Decido domani, spiegherò perché”

L'inciucio è servito...
zio

Napolitano: “Decido domani, spiegherò perché”: Il Presidente della Repubblica si prende una notte di tempo per riflettere sul da farsi

Gino Paoli contro Beppe Grillo

Per questo rimani ignorante.....
zio

Gino Paoli contro Beppe Grillo: "Con le persone che sono depositarie della verita' io non riesco a parlare"

Scontri a Nicosia. Ciprioti: "piuttosto che prelievo fuori dall'euro"


Scontri a Nicosia. Ciprioti: "piuttosto che prelievo fuori dall'euro"

Scontri a Nicosia. Ciprioti: "piuttosto che prelievo fuori dall'euro"
EURO | Proteste e scontri davanti al Parlamento. Intervengono poliziotti in tenuta antisommossa: GUARDA VIDEO. La grande maggioranza preferirebbe tornare alla moneta nazionale, piuttosto che dover subire un prelievo coatto dai risparmi.

Cipro: tutti contro tutti. E cittadini in balia degli altri

Cipro: tutti contro tutti. E cittadini in balia degli altri:
Mai come in questo caso è possibile isolare con esattezza il cuore del problema della deriva finanziaria e globalizzata della nostra società. E mai come in questo caso, nel più classico degli adagi - "prendere o lasciare" - si ha l'occasione di cogliere in modo distinto tutta la questione. Non ci sono più scuse, chi vuole può farlo. Vedere la realtà e riflettere di conseguenza. Vane speranze? Può darsi, almeno per la maggior parte delle persone. Per i ciprioti però, siamo sicuri, la cosa è chiara.
di Valerio Lo Monaco Per Abbonati

Standard & Poor's declassa l'Ungheria

Standard & Poor's declassa l'Ungheria: ROMA - Standard & Poor's ha tagliato il rating dell'Ungheria a BBB- da BBB, portando il giudi

La Germania più povera del sud Ue?

La Germania più povera del sud Ue?: Il patrimonio dei tedeschi è 51.400 euro per famiglia, molto meno di altri Paesi

Cipro, tensione davanti al Parlamento


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Cipro, tensione davanti al Parlamento

Tafferugli tra polizia e manifestanti davanti al Parlamento di Nicosia


Inviato da iPad

Crisi Spagna, tasse triplicate: studiare e laurearsi è diventato un lusso


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Crisi Spagna, tasse triplicate: studiare e laurearsi è diventato un lusso

Se la prima rivoluzione industriale iberica pare già segnata dal fallimento e gli operai spagnoli tornano a casa senza stipendio, forse ai giovani non resta altro da fare che studiare e specializzarsi. Nulla di più complicato. A Madrid seguire l'università, iscriversi a un master o fare un dottorato è diventato un lusso d'altri tempi. Con la riforma voluta dal ministro José Ignacio Wert e i tagli imposti di 1,2 miliardi di euro al sistema educativo dal 2010, la Spagna dei banchi di scuola ha subito una battuta d'arresto senza precedenti. E sempre più spesso alunni e docenti organizzano flash mob e lezioni all'aperto in segno di protesta. Il diritto allo studio comincia a sgretolarsi.

Sono sempre più numerose le famiglie che non riescono a pagare le tasse universitarie, in molte regione autonome quasi triplicate. E a molti laureandi non resta altro che abbandonare gli studi a metà. Il sistema infatti non chiede più un pagamento annuale. Ogni alunno è obbligato a pagare per ogni materia tra il 15 e il 25 per cento in più di quello che costano in realtà gli studi. E per i ripetenti le cifre aumentano fino a raggiungere il 100 per cento. Per i corsi post-laurea, poi, l'accesso è diventato un vero investimento. Secondo il ministero dell'Educazione l'aumento medio della tassazione per la frequenza di un master è stato del 69 per cento. I prezzi oscillano tra i 1.590 euro in Galizia fino ai 4.290 nelle isole Canarie.

Così per la prima volta dopo sei anni, i master offerti dalle università statali hanno perso migliaia di alunni. Non ci sono dati ufficiali, ma secondo le prime stime su 40 dei 48 campus pubblici presenti nel Paese, la caduta si aggira intorno all'8 per cento, cioè 6.700 studenti in meno. Nemmeno la Uned, l'università pubblica a distanza, è riuscita a frenare il crollo. Ha registrato solo un aumento di 1.200 alunni, non abbastanza per evitare il dato negativo. E questo nonostante molte università statali, come quella di Barcellona e di Burgos abbiano cercato di incrementare il numero delle borse di studio. L'università Autonoma di Madrid ha perfino aumentato i fondi sociali da 89 mila a 500 mila euro, proprio quando quella Politecnica approvava il licenziamento di 300 lavoratori del personale tecnico-amministrativo. Senza contare i 3 mila docenti in meno conteggiati dai rettori, fin dallo scorso mese di aprile. 



Inviato da iPad

Il "Cipro" espiatorio

GRILLO A NAPOLITANO: “Per l’incarico vuole numeri certi in Parlamento? Sarà per la prossima volta”

Mitico!!!!!
zio

Ti è stato inviato tramite Google Reader

GRILLO A NAPOLITANO: "Per l'incarico vuole numeri certi in Parlamento? Sarà per la prossima volta"

Fonti parlamentari raccontano che Grillo sarebbe stato

protagonista anche di uno scambio di battute con il presidente della

Repubblica sui futuri scenari politici. Se vuole l'incarico di governo

deve portarmi numeri certi in Parlamento, avrebbe detto Napolitano. Va

bene presidente, sara' per la prossima volta, avrebbe replicato il

leader di M5S, lasciando intendere che alle prossime elezioni il suo

movimento fara' l'en plein di voti.



Inviato da iPad

Cipro: Banca centrale smentisce chiusura banca Laiki


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Cipro: Banca centrale smentisce chiusura banca Laiki



(Pubblicato il Thu, 21 Mar 2013 17:24:00 GMT)


Inviato da iPad

Ue e Bce minacciano Cipro: o prelievo forzoso o salta tutto


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ue e Bce minacciano Cipro: o prelievo forzoso o salta tutto

di REDAZIONE


Ultimatum della Bce alle banche di Cipro: la banca centrale europea manterra' l'attuale livello di liquidita' di emergenza fino a lunedi' 25 marzo. L'assistenza di liquidita', potrebbe essere riconsiderata soltanto in presenza di un programma dell'Ue e del Fmi che assicuri la solvibilita' delle banche in difficolta'. L'Unione europea parla di "rischi sistemici" e sollecita a "lavorare a una soluzione". Il prelievo forzoso sui depositi bancari e' "inevitabile" o si rischia il crack. Ma secondo il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem si devono tutelare i conti sotto i 100.000 euro. L'Ue chiede tre cose a Cipro, in vista della prevista riapertura delle banche martedi' prossimo: "Presentare un credibile piano B, alternativo al salvataggio bocciato dal Parlamento, predisporre controlli a lungo termine sui capitali delle banche, e preparare la fusione delle due principali banche in difficolta'".


Nicosia pero' insiste, niente prelievo sui conti. Il governo e i partiti ciprioti si sono accordati "all'unanimita'" sulla creazione di un Fondo di Solidarieta' per contribuire al salvataggio del settore finanziario, una proposta che potrebbe essere dibattuta gia' oggi in Parlamento. "Sono ottimista che ci sara' una soluzione. L'obiettivo di tutti e' evitare il fallimento di Cipro", ha detto il leader del partito governativo cipriota Disy, Averof Neofitu al termine di una riunione tra il presidente cipriota, il conservatore Nikos Anatasiades, i leader dei partiti la banca centrale di Cipro. Neofitu non ha aggiunto dettagli su come verrebbe alimentato questo Fondo di Solidarieta', limitandosi a segnalare che potrebbe essere istituito tramite un decreto legge o una legge (e in quest'ultimo caso dovrebbe essere approvata dal Parlamento oggi stesso). Mosca, dal canto suo, ha avvertito che il prelievo straordinario sui depositi bancari e' una misura sbagliata che in futuro potrebbe essere estesa ad altri Paesi dell'eurozona. "Se si puo' fare a Cipro, perche' non si puo' fare anche in Spagna, Italia o in alti Paesi con problemi finanziari? Domani cominceranno a confiscare i depositi li', e questo da' da pensare", ha detto il premier russo, Dmitry Medvedev, in un'intervista con una serie di quotidiani europei e l'Interfax. Cipro sta trattando con la Russia per un prestito: ha offerto a Mosca quote bancarie e partecipazioni nei suoi giacimenti di gas naturale in cambio di aiuti finanziari. Intanto mentre Fitch getta acqua sul fuoco affermando che la crisi cipriota "non ha implicazioni imme...



Inviato da iPad

Un casino pazzesco

Un casino pazzesco: - Carlo Bertani - Hanno avuto proprio una bella idea, dalle parti di Berlino, a “proporre” a Cipro il prelievo forzoso: una vera pensata da grandi strateghi geopolitici, dei Machiavelli della finanza e dei Metternich della strategia. E – pesce in barile – non hanno nemmeno cercato di coprire il fattaccio con la classica foglia di fico…ce lo [...]

MEDVEDEV PREMIER RUSSO AVVISA: DOPO CIPRO SARA' LA VOLTA DELL'ITALIA

pienamente daccordo con Paolo...
zio



MEDVEDEV PREMIER RUSSO AVVISA: DOPO CIPRO SARA' LA VOLTA DELL'ITALIA:
Vi ricordate quando l'URSS crollo' sotto la spinta della crisi economica dovuta al fallimento del capitalismo....ALLORA, RICORDO BENE, LA CRISI FINANZIARIA DELL'URRS ERA PERCEBILE DAI GOVERNI D'EUROPA.
LA FINE DELL'URRS ERA PREVEDIBILE E POI AVVENNE...LE PERSONE IN URSS SI IMPOVERIRONO ALL'INVEROSIMILE E GLI ULTIMI ANNI DELA DITTATURA COMUNISTA FURNO UN INCUBO PER I CITTADINI.
STESSA COSA STA ACCADENDO IN EUROPA E IN ITALIA, DOVE UNA DITTATURA TERRIBILE STA DISTRUGGENDO LE LIBERTA' E IL CAPITALE IN MANO DEI CITTADINI.....PRESTO IL DANNO SI ALLARGHERA'  E LA MASSA PERDERA' IL 50% DEI PROPRI RISPARMI.

i 20 punti risuonano dal Quirinale


-         i 20 punti risuonano dal Quirinale   -
di Paolo De Gregorio, 21 marzo 2013

Sarò un pò ritardato, ma non capisco perché il Presidente della Repubblica non affidi al partito italiano che ha preso più voti il mandato di formare un nuovo governo, che poi è l’unico partito che si presenta con i suo 20 punti di programma, a fronte di una indecente ambiguità e genericità di tutti gli altri partiti.
Ci piacerebbe tantissimo osservare il PD mentre spiega perché questi 20 punti non vanno bene, anche se votati dai cittadini, mentre i suoi fumosi 8 punti sono un papocchio inventato a tavolino, dopo le elezioni, con la speranziella e la tattica di dividere i grillini.
Se il partito democratico avesse veramente a cuore la famosa governabilità e volesse veramente una svolta per liquidare inciuci e berlusconismo, potrebbe semplicemente appoggiare e dare la fiducia al M5S e al suo programma, riconoscendo il più notevole fenomeno politico dal dopoguerra ad oggi, creato da incensurati, senza soldi, che si sono fatti largo con le loro proposte sul territorio, abbandonato dai partiti chiusi nel Palazzo e negli studi televisivi.
Mi ha dato una grande gioia sentire i portavoce del Movimento, all’uscita dal colloquio con Napolitano, scandire dal più alto dei colli di Roma il proprio programma, senza retorica, con tranquilla fermezza, con la puntigliosità di chi vuole rispettare la volontà degli elettori.
Bersani è in un vicolo cieco: il M5S non gli darà la fiducia, non gli resta che la carta suicida di accettare la “concordia nazionale” di Berlusconi, ma credo che Renzi sia il più adatto a compiere questo passo.
Chi si illudeva di smacchiare i giaguari e mettersi in tasca gli “ingenui” grillini credo che sia a fine carriera, e sarà ricordato come un debole che, dopo le dimissioni del Caimano, ha avuto paura di vincere le elezioni, e ci ha regalato un anno abbondante di mascalzoni tecnici che non hanno risolto un solo problema, ma hanno peggiorato molto il tenore di vita delle classi subalterne.
Paolo De Gregorio

E Monti vara l'ultima beffa

E Monti vara l'ultima beffa:

Sbloccati 40 miliardi per le imprese. A rate. La prima a fine anno. La seconda l'anno prossimo...

La vicenda del nostro Stato, che da una parte, magari tramite Equitalia, intima a cittadini e imprese di saldare eventuali conti aperti con il fisco, con metodi che definire discutibili, se non proprio di estorsione legalizzata a dir poco, è nota.
Ed è conosciuto anche il dato secondo il quale chiudono un centinaio di attività al giorno ormai da tanto tempo perpetuando un trend di almeno un paio d'anni. Allo stesso tempo, come sappiamo, lo Stato deve molto denaro alle aziende che a vario titolo hanno lavorato per lui e fatturato il dovuto: circa 70 miliardi.
Ora, la notizia del giorno, se vista nella giusta ottica, è una vera e propria beffa.
Per Abbonati

LA CONFISCA DEI RISPARMI IN EUROPA NON E' QUESTIONE DI SE....MA DI QUANDO ACCADRA'!

LA CONFISCA DEI RISPARMI IN EUROPA NON E' QUESTIONE DI SE....MA DI QUANDO ACCADRA'!:

Saxo Bank CEO: "Is Cyprus Deposit Levy The First Sign Of Widespread Wealth Tax?"


IL CEO DI SAXO BANK COMMENTA CIPRO E AFFERMA CHE UNA GRANDE CONFISCA DI RICCHEZZA PRIVATA E' LA SOLUZIONE VERSO LA QUALE L'EUROPA STA ANDANDO RAPIDAMENTE.
SOSTIENE CHE NON E' QUESTIONE "SE ACCADRA'", MA QUANDO ACCADRA'
CIPRO
A number of things. We have seen again that the Eurozone is unable to deal rationally with its problems.This has got to be the most incompetent handling of a Euro crisis event so far, but underlines the hopeless situation the 17 countries that share the common currency are in. The panic is so great that no step is too extreme to preserve the doomed project and to defend the political capital invested in this monumental failure. That we have already come to a stage where politicians blatantly attempt to confiscate innocent and weak citizens' savings is a new low that was somewhat unexpected already at this point. It bodes ill for what can happen when the crisis deepens in the future - which it will.
The idea of a one-off wealth tax, however, is not newSeveral research reports have pointed in recent years to the fact that the desperate need for funding in the public sector could - and probably will - eventually lead to confiscation of wealth in a monumental scale. Boston Consulting Group suggested in a recent report that about 29 percent of ALL private wealth, not just deposits, will eventually be likely to be confiscated to cover the debts already incurred. . So we had ............

I perdenti

I perdenti: Pierferdinando Casini, avete presente? Gianfranco Fini, ve lo ricordate? E si potrebbe proseguire snocciolando nomi e facendo risorgere nella memoria...

Speciale Giappone: (Per Ora) La Svalutazione Non Sta Funzionando, Anzi….

Speciale Giappone: (Per Ora) La Svalutazione Non Sta Funzionando, Anzi….:

Come sapete Rischio Calcolato segue con estremo interesse l’andamento della bilancia commerciale giapponese per capire se la (mitica) “svalutazione competitiva” decisa dal nuovo governo Giapponese stia funzionado.

Per ora la risposta è no, decisamente NO!

Nell’immediato i prezzi delle materie prime di cui il Giappone è dipendendte (un caso molto simile all’Italia) sono ovviamente salite di pari passo con la svalutazione dello Yen e dunque anche l’Import calcolato in valuta locale, l’Export non sta andando come dovrebbe, cioè non sta salendo. Di fatto a Febbraio 2013 , la bilancia commerciale Giapponese ha fatto segnare il peggior mese della sua storia.

E’ ancora presto per tirare conclusioni, per ora Non sta funzionado.

Lo Yen negli ultimi 3 mesi si è svalutato del 15% circa sul dollaro (e sullo Yuan), del 12% sull’Euro e del 18% sullo Won Sudcoreano.

Il ministro del commercio Giapponese dice che l’Export Giapponese ha toccato il fondo e che da ora non potrà che risalire….. BANZAIIIIII

da Zh:


It appears Abe and his henchmen had better stop doing things and say something as the huge devaluation of the JPY so far is NOT having the effect he had hoped for. Exports dropped 2.9% – more than expected – and while imports rose less than expected, the currency drop still meant an 11.9% surge in imports. All this means is that on a seasonally-adjusted basis, the Japanese Trade Balance just hit a new all-time record low (negative). USDJPY is strengthening on the news… it seems that well-placed non-news headline at 2am Japan time is well worth it now to cover this debacle… We assume the lesson is – just wait, “if we devalue, they will come.”

20130320 japan 0 Speciale Giappone: (Per Ora) La Svalutazione Non Sta Funzionando, Anzi....

da Market Watch


–Japan’s trade balance logs 8th straight monthly deficit in February

–Size of deficits narrows from January’s record figure and is smaller than median forecast

–Bill for fossil fuel imports magnified by weaker yen in.......................

Razzi, "stipendio a 5000 euro al mese? ci vogliono mandare tutti in sacco a pelo"

Razzi, "stipendio a 5000 euro al mese? ci vogliono mandare tutti in sacco a pelo":


 


"Grillo propone di ridurci lo stipendio a 5 mila euro lordi. È impossibile, a meno che non andiamo a dormire in un sacco a pelo. Oppure possono ospitarci i grillini a casa loro... Io già vado a dormire in un albergo a una stella che ha appena appena il bagno. Mi adatto perché vengo dal mondo operaio, altrimenti non mi rimane una lira. Ma chi è stato imprenditore come fa?... Non è che viviamo al paesino, qui si paga anche l'aria. Prima di fare queste proposte state sei mesi a Roma, poi ne riparliamo". (fonte)





Fatemi capire bene, il signor Antonio Razzi (quello del famoso fuori onda, "per il vitalizio 10 giorni mi mancavano .. Se si fosse votato il 28 di marzo .. non pigliavo la pensione. Io penso anche per i cazzi") con i suoi 12 mila euro al mese netti , dice di andare a dormire in un hotel a 1 stella, con appena il bagno, "altrimenti non gli rimane una lira" ? e che riducendogli lo stipendio a 5000 euro al mese andrebbe a vivere in sacco a pelo?



Ma l'On. Razzi hai mai provato a vivere con 1200,00 euro al mese (MILLEDUECENTO EURO, pari a un decimo del suo stipendio), pagando 5-600 euro di affitto mensili, più le bollette, la spesa per mangiare ecc ecc?



E questa è la gente che rappresenta i cittadini? questi vivono sulla luna a spese dei cittadini!




Kein Pfush: "Il debito non è a rischio perchè l'economia è forte" ...

Kein Pfush: "Il debito non è a rischio perchè l'economia è forte" ...:


Aaah! Che grande qualità riuscire a vedere l'ovvio sotto gli occhi di tutti!



Kein Pfusch - Cipro di qui e Cipro di la

Di Uriel Fanelli, 21 Marzo 2013




Sta tenendo banco nella sbroccosfera la dicussione su Cipro, ove si sta attribuendo a destra ed a sinistra la responsabilita' di qualcosa che e' puro malcostume locale. Insomma, qualcuno in loco fallisce per colpa sua, chiede un prestito, e si incazza se gli si chiede qualcosa a garanzia. Essenzialmente, ci sono tre giocatori in questa vicenda, e tutti e tre stanno tirando dalla propria parte una coperta troppo corta.






La prima domanda che sconvolge gli elettori italiani e' : ma chi da' al governo il diritto di prelevare i miei soldi dal conto in banca.






Questa e' la cosa che mi incuriosisce di piu', per palese stupidita'. Ogni volta che qualche capo di stato dice che il debito italiano non e' a rischio default perche'  i "fondamentali" vanno bene, che cosa credete stia dicendo? Sta dicendo che i fondamentali della nazione fanno da GARANZIA al debito.




Avete mai provato a chiedere un prestito in banca? Bene, funziona cosi':






Voi: cara banca, prestami dei ...............

Cina, indebitati per l'iPhone

Cina, indebitati per l'iPhone: Oltre 20 mila studenti hanno chiesto dei prestiti per comprare lo smartphone

Così le banche hanno rovinato Cipro

Così le banche hanno rovinato Cipro: La Bce annuncia che non fornirà più assistenza al sistema finanziario dell'isola a partire da settimana prossima

“Beppe Grillo ha cercato di spiegare la rivoluzione a Napolitano”

“Beppe Grillo ha cercato di spiegare la rivoluzione a Napolitano”: Quanto avremmo voluto esserci, raga

Generazione mille euro o generazione fortunata?


generazione_internet“Siete la generazione dei tre niente: nientelavoro, niente reddito, niente risorse!”, è la frase di Gordon Gekko nel sequel di Wall Street rivolta ai giovani.
Niente male come quadretto, che in parte ritrae la realtà di una generazione che si ritrova a lottare con le conseguenze della globalizzazione, della crisi finanziaria e dell’accumulo di ricchezza da parte della generazione dei baby boomers che non si traduce in creazione di lavoro ma solo in rendita finanziaria.

CIPRO: IN BALLO É L'EUROZONA

CIPRO: IN BALLO É L'EUROZONA:





Clicca per ingrandire




Scheda sulla crisi cipriota





di sollevAzione





La situazione sarebbe grottesca se non fosse tragica. Dopo il clamoroso voto contrario del Parlamento cipriota del “piano di salvataggio” (una parte dei deputati della maggioranza di centro-destra si è unita ai parlamentari dell’opposizione comunista dell’Akel), nelle stanze dei bottoni europee c’è lo scarica barile, nessuno adesso vuole assumersi la paternità del piano stesso. Il segreto di Pulcinella. Esso è stato proposto dai falchi tedeschi, olandesi e finlandesi, ed è stato formalmente varato dall’Eurogruppo (ministri economici e finanziari della zona euro, quindi col voto favorevole del governo Monti) nella sua recente riunione del 15 e 16 marzo [1]. Ed è certo che l’Eurogruppo ha consultato sia la Bce che il Fmi —ecco quindi di nuovo all’opera la famigerata Troika che.................


Boldrini e Grasso si riducono lo stipendio. Ma di quanto stiamo parlando veramente? Scopriamolo

Boldrini e Grasso si riducono lo stipendio. Ma di quanto stiamo parlando veramente? Scopriamolo:

Laura Boldrini e Pietro Grasso, rispettivamente Presidente della Camera e Presidente del Senato, ridurranno il proprio stipendio del 30%. Una decisione dovuta, ma per certi versi anche ammirevole poichè in controtendenza con i classici atteggiamenti tenuti dalla casta nel corso di questi anni.

Abbiamo già parlato ieri di quanto guadagna un parlamentare (leggere qui:http://www.forexinfo.it/Boldrini-e-Grasso-si-riducono-lo ) e di quanto una riduzione dei loro stipendi potrebbe essere utile (...)

-
Politica Italiana

La Grecia scioccata davanti al no di Cipro: ecco la differenza tra i due paesi

La Grecia scioccata davanti al no di Cipro: ecco la differenza tra i due paesi:

I Greci sono profondamente scioccati e sono diventati verdi dall'invidia, dopo aver ascoltato il dibattito all'interno del Parlamento cipriota per il voto cruciale sulla tassa sui depositi bancari. L'Eurogruppo ha imposto delle misure per il piano di salvataggio di Cipro che sono state rifiutate dai ciprioti. I commenti della popolazione greca

Appena è iniziata la discussione al Parlamento cipriota, un amico mi ha chiamato:

"Guardali, guardali. Dicono NO alla troika, respingeranno la tassa (...)

-
Economia internazionale
/
,
,
,

Perché Napolitano deve scaricare subito Bersani

Perché Napolitano deve scaricare subito Bersani:


napolitano bersani2 Perché Napolitano deve scaricare subito Bersani

Anche su Notapolitica

Altro che Renzi, che resta in riva al fiume rischiando di distrarsi troppo. Oggi le due anime del principale partito di sinistra, il Pd, sono rappresentate la prima, quella maggioritaria, dal segretario Bersani, che dietro di sé (almeno per ora, almeno formalmente) ha la quasi unanimità del gruppo dirigente; e l’altra, decisamente minoritaria, da una personalità esterna, il presidente della Repubblica Napolitano, forte del suo ruolo e del sostegno “in sonno” di alcuni esponenti del partito. I due sono arrivati al momento dell’incontro/scontro decisivo. Non è un mistero, infatti, che Bersani punta ad un incarico pieno, senza riserva, per presentarsi in Parlamento con una squadra di governo in grado di sedurre i grillini, ripetendo il successo (parziale) dei nomi di Boldrini e Grasso per la presidenza delle Camere. In caso di insuccesso, riportare il paese alle urne già a giugno, ma al volante di Palazzo Chigi e...........

FMI: Lagarde rischia 10 anni di galera

FMI: Lagarde rischia 10 anni di galera:


IL FONDO MONETARIO PORTA SFIGA AI FRANCESI



Dopo l’arresto dello scopatore Strauss-Khan, arrivano le perquisizioni alla Lagarde - Il caso Tapie: ex ministro socialista, ora pro-Sarkò, che ha incassato una valanga di soldi pubblici grazie a un arbitrato dubbio, favorito da Lagarde. Che se condannata rischia 10 anni di galera…




Alessandro Oppes per "Il Fatto Quotidiano"

strauss khanSTRAUSS KHAN


Quando gli agenti della brigata finanziaria della polizia francese hanno perquisito, ieri mattina, il domicilio parigino di Christine Lagarde, la direttrice generale dell'Fmi era in Germania, impegnata in una delle tante riunioni ad alto livello che dal 2011 occupano le sue giornate nell'Europa percorsa dalle.............

UN CASINO PAZZESCO

UN CASINO PAZZESCO:

DI CARLO BERTANI

carlobertani.blogspot.it



Hanno avuto proprio una bella idea, dalle parti di Berlino, a “proporre” a Cipro il prelievo forzoso: una vera pensata da grandi strateghi geopolitici, dei Machiavelli della finanza e dei Metternich della strategia.




E – pesce in barile – non hanno nemmeno cercato di coprire il fattaccio con la classica foglia di fico…ce lo chiede l’Europa, il patto di stabilità, altre facezie del genere che richiamino l’Europa…no, qui è la Germania a fare le grandi manovre del dominio europeo, come ebbe a dire Kohl:







“Fino al 1991 abbiamo lavorato per europeizzare la Germania, ora è il momento di germanizzare l’Europa”.

Tutti gli errori di Herr Schäuble

Tutti gli errori di Herr Schäuble:


Herr Schäuble, nel tentativo di usare la crisi debitoria a Cipro per fare campagna elettorale interna, ha commesso una serie di errori. Da Lost in Europe






La crisi di Cipro si estende. Dopo che gli Eurosalvatori hanno fallito nel tentativo di introdurre un prelievo obbligatorio sui depositi, si inizia a parlare di un possibile collasso dell'isola. Il ministro Schäuble dice di essere preparato per ogni evenienza - ma è lui il solo ad avere molto da perdere.




La Germania dopo la Grecia è il .....................

Cipro/ Europarlamento accusa eurogruppo di irresponsabilità


Cipro/ Europarlamento accusa eurogruppo di irresponsabilità

Bruxelles, 21 mar. (TMNews) - La Conferenza dei presidenti del Parlamento europeo ha espresso, oggi a Bruxelles, "profonda preoccupazione" per la decisione dell'Eurogruppo di sabato scorso su Cipro poi bocciata dal Parlamento di Nicosia, e si è pronunciata per una esenzione dalla tassa straordinaria sui depositi bancari dell'Isola, per quanto riguarda somme inferiori ai 100 mila euro. "I risparmi della gente comune non devono essere usati per salvare il settore bancario", si afferma in una nota. L'organo di direzione dell'Europarlamento ha anche sottolineato che "è necessaria una soluzione europea al problema di Cipro, non una soluzione esterna", con riferimento alle ipotesi di aiuto russo. "Ci rammarichiamo - proseguono i presidenti dei gruppi dell'Europarlamento - della mancanza di trasparenza e di responsabilità democratica riscontrata nella decisione originaria proposta per il settore bancario cipriota", decisione che "è stata presa a porte chiuse nelle prime ore del mattino (di sabato scorso, ndr), senza una appropriata riflessione sulle conseguenze che avrebbe avuto per la gente comune". In ogni caso, conclude la Conferenza dei presidenti,"lo scarica barile su chi abbia fatto la proposta serve ora solo a mettere a rischio la fiducia nell'Ue".

Pimco: "Via da Italia e Spagna. E' troppo rischioso"


Pimco: "Via da Italia e Spagna. E' troppo rischioso"

Pimco: "Via da Italia e Spagna. E' troppo rischioso"
CRISI | Per il fondo obbligazionario è troppo grande il rischio sistemico derivante dallacrisi di Cipro. Meglio ridurre l'esposizione sui Btp e i Bonos. Tornerà a investire su Roma, ma in un altro contesto.

Kuroda: pronto a piano di acquisti illimitato

e lo sbrago è servito......

zio



Kuroda: pronto a piano di acquisti illimitato: Il nuovo governatore della Banca del Giappone non esclude un meeeting di emergenza per adottare nuove misure volte a deprezzare lo yen e a debellare [...]











Grillo da Napolitano, e ora per Bersani si fa dura

Grillo da Napolitano, e ora per Bersani si fa dura:




Il leader del M5S al Colle. Niente governo? Ci spettano le presidenze di Copasir e Vigilanza Rai



read more

“Cipro mostra come l’euro si romperà”

“Cipro mostra come l’euro si romperà”: Per Wolfgang Münchau l'intervento per salvare Nicosia mostra come non sia una forma di vita intelligente nell'Ue

RUMORS: IL CANDIDATO PREMIER M5S E’ ALBERTO BAGNAI, L’AUTORE DI “IL TRAMONTO DELL’EURO”

RUMORS: IL CANDIDATO PREMIER M5S E’ ALBERTO BAGNAI, L’AUTORE DI “IL TRAMONTO DELL’EURO”:



Secondo rumors insistenti sarebbe l’economista ALBERTO BAGNAI il candidato premier del Movimento 5 Stelle, nel caso il Presidente della Repubblica assegnasse un mandato pieno ai grillini (come chiesto da Beppe Grillo oggi al Quirinale).

Bagnai è  professore associato di politica economica presso il Dipartimento di Economia dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara, e ha appena pubblicato un libro di grande successo, “IL TRAMONTO DELL’EURO”. E’ molto conosciuto in rete grazie al suo blog Goofynomics.

Russia contro Ue. "Prelievo forzoso? Può accadere ovunque..."

Russia contro Ue. "Prelievo forzoso? Può accadere ovunque...":


Russia contro Ue.




Il premier russo, Dmitry Medvedev, ha avvertito che il prelievo straordinario sui depositi bancari come condizione per il…

Continua a leggere l'articolo...

Io sono allucinato e corro subito dallo Psichiatra...

Io sono allucinato e corro subito dallo Psichiatra...: Io sono allucinato e corro subito dallo Psichiatra...



Vedo dei dati economici Francesi mostruosi, in rapido disfacimento&spappolamento, in crollo verticale

e NON SOLO da oggi...

ma da mesi e mesi di fila

(non a caso Hollande sta facendo quello che farebbe il "caro Leader" Bersani...che forse farebbe anche un po' peggio se si alleasse con Monti...meditate gente...meditate...ma le alternative politiche italiote non è che siano molto meglio...)



Eccoli qui i dati macro-economici...



[clicca sul titolo per leggere tutto il post]

Che il prelievo forzoso sia con voi

Che il prelievo forzoso sia con voi: - Lameduck - E’ stato un bel weekend di paura sul fronte dell’Eurozona – come vedremo dopo – con gli italiani impegnati a fare la scansione total body ad ogni deputato del M5S, con particolare insistenza sui peli superflui, dopo che per decenni avevano tollerato capimandamento e picciotti senza neppure chieder loro i documenti all’entrata [...]

Cipro e quel prezzo zero della solidarietà che abbiamo cancellato per sempre

Cipro e quel prezzo zero della solidarietà che abbiamo cancellato per sempre: Erik Nielsen di UniCredit: “Un cipriota (o uno straniero) che hanno depositato €100.000 a Cipro nel 2008, a oggi dovrebbero aver guadagnato circa €15.000 in più che se li avessero depositati in Italia o Spagna (e circa €23.000 di più … Continue reading →

Economia Cristiana: lo Stile Mercantilista

Economia Cristiana: lo Stile Mercantilista:











di Gary North





Reality Check



Ho scritto una critica sul commentatore di Sinistra James Howard Kuntsler, il quale loda l'azione del governo locale che impedisce l'apertura di un negozio Walmart o di qualsiasi altra "grande catena" di negozi. Potete leggere la mia critica qui: http://www.garynorth.com/public/10717.cfm



Kunstler ha coniato una parola per descrivere i sostenitori del Tea Party: filo-nazisti. Se fate una ricerca della parola "filo-nazista" otterrete un gran numero di articoli di Kunstler.



Lui, naturalmente, ha risposto definendomi filo-nazista. Potete leggere la sua risposta qui: http://kunstler.com/blog/2013/03/reply-to-gary-north.html



A quanto pare, vede se stesso come una persona molto intelligente per aver coniato questa frase, che usa più e più volte. Ma com'erano le economie fasciste e naziste? "Partner" dello stato, dove..............

Uno Stato può prendere i soldi dai conti correnti dei cittadini?

Uno Stato può prendere i soldi dai conti correnti dei cittadini?: Solo in caso di esproprio l'intervento pubblico si configurerebbe come illegittimo secondo i giuristi sentiti da Der Spiegel

Imprese strozzate dallo Stato, ridotto in bolletta dall’euro

Imprese strozzate dallo Stato, ridotto in bolletta dall’euro:

Il problema numero uno si chiama euro – tecnicamente: impossibilità di emettere moneta sovrana – ma il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, preferisce parlare di uno dei suoi effetti più vistosi, cioè la mancata liquidazione dei crediti delle imprese da parte della pubblica amministrazione, ridotta in bolletta. Il saldo, secondo gli industriali italiani, potrebbe portare a 250.000 posti di lavoro nel giro di cinque anni, con una crescita del Pil dell’1% per i primi tre anni, per arrivare all’1,5% nel 2018. Robetta, in confronto ai centomila posti di lavoro “immediati” ipotizzati da Luciano Gallino se solo si ricorresse a finanziamenti speciali per i giovani, o ai 200.000 occupati nell’edilizia che secondo Maurizio Pallante, presidente del Movimento per la Decrescita Felice, scatterebbero senza costi aggiuntivi con un semplice piano nazionale di riconversione degli edifici, orientato al risparmio energetico. (continua…)

Cipro: Dijsselbloem, programma non e' fallito, non ci sono molte alternative


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Cipro: Dijsselbloem, programma non e' fallito, non ci sono molte alternative



(Pubblicato il Thu, 21 Mar 2013 10:20:00 GMT)


Inviato da iPhone

Piano B Cipro non convince, Mosca potrebbe ridurre riserve in euro


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Piano B Cipro non convince, Mosca potrebbe ridurre riserve in euro

Nicosia ha messo a punto un piano che prevede il prelievo forzoso sui conti correnti ma solo su quelli oltre i 100 mila euro. Il presidente [...]




Inviato da iPhone

Cipro e la rabbia di Mosca. Medvedev: Ue come Urss


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Cipro e la rabbia di Mosca. Medvedev: Ue come Urss

Il premier russo: "se si continua così l'intero sistema bancario cesserà di esistere". Il presidente cipriota presenta ai partiti e al Parlamento il nuovo piano. Ipotesi prelievo forzoso ma sui conti oltre i 100mila euro. Possibile nazionalizzazione dei fondi pensione di società statali.
Nuovo piano per salvare Cipro. Dopo una giornata di consultazioni serrate, Nicosia avrebbe messo a punto un piano per evitare la bancarotta dell'isola. L'architettura del salvataggio prevede sempre il prelievo forzoso sui conti correnti, ma questa volta, solo su quelli oltre i 100 mila euro. Nelle prossime ore il presidente, Nicos Anastasiades, lo dovrebbe presentare prima ai partiti e poi - se riceverà il via libera - al voto del Parlamento.

L'accordo sul nuovo piano potrebbe scongiurare la bancarotta dell'isola, ma dopo l'ultimo no del Parlamento a Nicosia si valutano anche altre soluzioni. Secondo una fonte del governo, si sta pensando all'eventualità di nazionalizzare i fondi pensione di società statali e semi-statali che potrebbe produrre tre miliardi di euro. Non è esclusa nemmeno la possibilità di una fusione delle due maggiori banche dell'isola che ridurrebbe l'importo necessario alla ricapitalizzazione.

Leggi tutto...


Inviato da iPhone

Consultazioni, Grosse Koalition in arrivo? E l’inciucio diventa “scopo”…


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Consultazioni, Grosse Koalition in arrivo? E l'inciucio diventa "scopo"…

Una coalizione che vada  verso un governo di scopo che avevamo già anticipato negli scorsi giorni in occasione delle elezioni dei presidenti di Camera e Senato. I partiti minori e Sel puntano su Bersani, i montiani di Scelta Civica invece verso un governo simile a quello che ha portato avanti lo stesso Mario Monti. E Berlusconi? Ha già anticipato che sosterrà un governo Pd- Pdl. L'unica opposizione a questo punto resterebbe il Movimento Cinque Stelle che, recuperando il rapporto con chi ha votato Piero Grasso al Senato, rilancia: "il Presidente dia a noi l'incarico". E fu così che

Leggi tutto...



Inviato da iPhone

Dizionario dell’inciucio


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Dizionario dell'inciucio

- Marco Travaglio - "I 5 Stelle che han votato Grasso contro Schifani sapevano bene chi è Schifani e hanno scelto il meno peggio, cioè Grasso. Ma non avevano la più pallida idea di chi è Grasso, e questo è un bel problema. Specie per chi dice di informarsi sul web per sfuggire alla propaganda [...]


Inviato da iPhone

Crisi: Dijsselbloem, Chi Non Rispetta Obiettivi Bilancio Dovra' Spiegare


Crisi: Dijsselbloem, Chi Non Rispetta Obiettivi Bilancio Dovra' Spiegare

(ASCA) - Bruxelles, 21 mar - Gli obiettivi dei patti di stabilita' e dei patti di bilancio vanno rispettati, e chi non ce la fa dovra' accettare misure correttive ''eccezionali''. Lo afferma il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, nel corso del dialogo economico in commissione Problemi economici del Parlamento europeo. ''I paesi che quest'anno non raggiungeranno l'obiettivo di tenere il deficit sotto il 3% del Pil dovranno spiegarlo e giustificarlo''. Cio' vale per tutti, compresi ''Francia e Paesi Bassi''. Nel caso in cui quest'anno non si rispondesse agli obblighi stabiliti a livello internazionale, continua Dijsselbloem, ''per questi paesi serviranno misure eccezionali per tornare sui binari giusti''.

Cipro: Dijsselbloem, Comunque Ci Sara' Un Prelievo (1 Upd)


Cipro: Dijsselbloem, Comunque Ci Sara' Un Prelievo (1 Upd)

(ASCA) - Bruxelles, 21 mar - ''E' chiaro che ci sara' un prelievo finale'' sui conti correnti nel pacchetto di aiuti per Cipro. Cosi' il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, in occasione del 'dialogo economico' in commissione Problemi economici del Parlamento europeo. ''Ci auguriamo che il prelievo sia piu' equo, e stiamo cercando di strutturarlo in modo diverso''. L'auspicio di Dijsselbloem e' di trovare un programma di aiuti ''quanto prima''. Dijsselbloem chiarisce che ''il prelievo e' inevitabile, se si considera l'economia di Cipro, ed e' proprio per questo che l'Eurogruppo aveva deciso il ricorso al prelievo''.

Cipro insegna: come mai il PD vuole abolire il contante?


Cipro insegna: come mai il PD vuole abolire il contante?

ORA LO CAPITE PERCHE'  VUOLE ABOLIRE IL ?   di Paolo Cardenà - L', approvando  il salvataggio delle banche  cipriote, aveva preteso un prelievo forzoso () sui dei cittadini di .  Come noto, il prelievo sarebbe dovuto  essere del 6.75% sulle somme inferiori ai 100 mila , e di quasi il 10% su quelle ...

Cipro e la rabbia di Mosca. Medvedev: Ue come Urss


Cipro e la rabbia di Mosca. Medvedev: Ue come Urss

Cipro e la rabbia di Mosca. Medvedev: Ue come Urss
CRISI Il premier russo: "se si continua così l'intero sistema bancario cesserà di esistere". Il presidente cipriota presenta ai partiti e al Parlamento il nuovo piano. Ipotesiprelievo forzoso ma sui conti oltre i 100mila euro. Possibile nazionalizzazione dei fondi pensione di società statali.