12/06/13

Datagate, Snowden: “Gli Usa spiano anche i computer in Cina e a Hong Kong”


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Datagate, Snowden: "Gli Usa spiano anche i computer in Cina e a Hong Kong"

Edward Snowden, la "talpa" del Datagate, ha detto al South China Morning Post che computer in Cina e a Hong Kong sono stati presi di mira da spie del governo americano fin dal 2009. Secondo Snowden le operazioni globali di hackeraggio della Nsa sono state oltre 61mila con centinaia di bersagli a Hong Kong e su territorio cinese. Nell'intervista esclusiva Snowden dice di non essere "né un traditore né un eroe", piuttosto, spiega, "sono un americano". Il suo gesto è una "denuncia dell'ipocrisia del governo Usa che afferma di non prendere di mira installazioni civili a differenza dei suoi avversari". La talpa sostiene anche che a Hong Kong è stata spiata l'università oltre a uomini di affari. Ha fatto vedere al South China Morning Post una serie di documenti, ma nessuno contiene informazioni a carattere militare, riporta il giornale. Tra gli obiettivi a Hong Kong, secondo Snowden, ci sono funzionari dello stato e l'università cinese, uomini di affari e studenti.

I documenti rivelano anche attività di hackeraggio in Cina: "Entriamo nei gangli delle reti di comunicazione, in sostanza grandi router, che ci danno accesso alle comunicazioni di centinaia di migliaia di persone senza dover piratare ogni singolo computer".

Secondo Bloomberg Snowden è ancora a Hong Kong: starebbe cercando di contattare diverse organizzazioni per i diritti umani e avvocati di Hong Kong per chiedere aiuto. L'ex tecnico della Cia al centro dello scandalo non si trova più al Mira Hotel, da cui se ne è andato lunedì, ma si sarebbe trasferito in una casa considerata sicura, in attesa di elaborare la prossima mossa.

Gli Stati Uniti d'altra parte stanno facendo pressioni su Hong Kong per l'estradizione, ha detto Snowden: "Vogliono impedirmi di continuare il mio lavoro – ha detto l'ex contractor – Oggi non mi mi sento sicuro per la pressione che il governo americano sta esercitando su Hong Kong, ma so anche che Hong Kong ha una forte tradizione civile a protezione dei whistleblowers", cioè gli informatori segreti.

Nelle ore precedenti che il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ha consigliato a Snowden di "valutare la proposta" russa di dargli asilo "o di cercare una proposta simile in Sudamerica". Il Cremlino si è già detto pronto a offrire un possibile asilo a Snowden, ma la talpa della National Security Agency ha fatto sapere di voler rimanere a Hong Kong. Assange vive da un anno nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra per sfuggire a un'estradizione verso la Svezia, dove è accusato di stupro, che potrebbe portare a un'ulteriore estradizione negli Stati Uniti che intendono processarlo per la pubblicazione sul sito di Wikileaks di milioni di cablogrammi diplomatici Usa.



Inviato da iPhone

Tempesta solare, la Nasa lancia l'allarme: possibili black-out


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Tempesta solare, la Nasa lancia l'allarme: possibili black-out


Nelle prossime settimane, occhio al segnale di cellulari e Gps: è in corso infatti una estesa tempesta solare che potrebbe far sentire i suoi effetti addirittura per i prossimi due mesi. A dare l'allarme è il Solar Dynamics Observatory della Nasa, che già dalla fine di maggio ha registrato un grande buco coronale sulla superficie del Sole, il più grande osservato da molti anni a questa parte. I buchi coronali, spiega l'osservatorio, portano particelle di vento solare verso la nostra magnetosfera e oltre.

Nel migliore delle ipotesi, queste particelle causano fenomeni come l'aurora boreale, ma nei casi più gravi provocano tempeste elettromagnetiche che vanno a interferire con i sistemi elettronici terrestri, dalle sonde ai Gps. La Nasa avverte che nei prossimi due mesi sarà possibile assistere a fenomeni di questo tipo, black-out dei satelliti con conseguenze sui sistemi Gps, i sistemi di comunicazione degli aerei e anche i segnali dei cellulari.

Si tratta di una tempesta magnetica particolarmente lunga e persistente, se si pensa che di norma gli effetti durano circa 48 ore, e in alcuni casi estendersi a una o più settimane. In questo caso invece il rischio è di avere a che fare con conseguenze ben più durature, soprattutto sui sistemi wireless dell'Europa occidentale. Senza contare poi gli effetti sulla salute, visto che le particelle ad alta energia rilasciate dal vento solare possono generare radiazioni dannose per l'uomo, con rischi quale il danneggiamento cromosomico e il cancro.

In tempi recenti sono due i casi celebri di tempesta solare: nel 1989 in Quebec e nel 2003 in Sudafrica, quando si è verificato l'affascinante fenomeno dell'aurora boreale. E gli esperti sostengono che la Terra in questi mesi è colpita da potenti flussi di radiazioni ultraviolette, raggi X, ioni, elettroni e protoni provenienti dal Sole in misura simile all'89. Il Sole attraversa cicli della durata di 11 anni in cui va da un minimo a un massimo nel numero di macchie solari, nel 2009 ha toccato il momento di massima quiete, ora invece sta aumentando la concentrazione di energia cinetica. Possibili conseguenze sul clima terrestre: aumento della temperatura dell'acqua e fenomeni meteorologici di oscillazione, mentre non si hanno pro...



Inviato da iPhone

La troika dell’usura affama le nazioni


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La troika dell'usura affama le nazioni

La troika è oramai assolutamente consapevole dei danni provocati alla Grecia e agli altri Paesi dell'Eurozona,ma non teme nessuno. I Soloni dell'esecutivo comunitario, così come quelli della Bce e del Fondo monetario internazionale, hanno obbligato Atene a continui e ripetuti tagli di spesa e ad aumenti fiscali forzati che hanno gettato il Paese nel caos e nella disperazione. Del resto è evidente che questa è stata una decisione politicamente ben calcolata da parte dei tecnocrati dell'esecutivo comunitario nel ritardare la ristrutturazione del debito della Grecia fino al febbraio 2012, quasi due anni dopo l'istituzione del primo Fondo di salvataggio della moneta unica, lo...
AN. PE.


Inviato da iPhone

Egitto al biuo

Egitto al biuo: Cosa fa un paese produttore di gas naturale quando non riesce più a produrre abbastanza per tenere in piedi la propria industria?
Lo vende lo stesso sul mercato internazionale a chi paga meglio?

No. Nessun dittatore, re, o governo democraticamente eletto rischia la sua posizione di potere all'interno del paese.


Anzi, si fa proprio eleggere sulla promessa che l'energia sarà abbondante come l'aria, come ha fatto Morsi in Egitto in giugno un anno fa:
“I am very keen on making electricity as abundant as water and air,” he said, addressing concerns of a systemic capacity shortage.
Non ha detto una bugia. È solo un........

Altro che maledetta Bundesbank, lo scudo Bce resisterà

Altro che maledetta Bundesbank, lo scudo Bce resisterà:
L’Alta corte tedesca non bloccherà lo scudo anti-spread. Nonostante le paure della Bundesbank
read more

Edward Luttwak: l’Italia esca dall’euro o non si riprenderà più

Edward Luttwak: l’Italia esca dall’euro o non si riprenderà più:
bannerInvestire_640x80
 Edward Luttwak: l’Italia esca dall’euro o non si riprenderà piùEdward Luttwak non è certo l’ultimo arrivato, visto che è uno dei più importanti economisti americani. Oggi ha rilasciato un’intervista a Il Giornale sulla situazione economica italiana. Gli scenari non sono affatto ottimisti per il nostro paese, se la nostra classe politica non deciderà che è arrivato il momento di dire Goodbye Mr. Euro.

Perché uscire dall’euro?

Perché – dice Luttwak – l’euro è letale per la nostra economia, soffocata e con nulle prospettive di crescita: l’euro mette al primo posto il pareggio di bilancio e l’abbattimento del deficit e del debito pubblico. Davanti a questi obiettivi, le uniche politiche possibili sono solo tagli pesanti e pressione fiscale; e non per qualche mese o anno, ma per decenni. In altre parole, con l’euro ci......

FTSE MIB: breakdown mm200

FTSE MIB: breakdown mm200:
Continua la  correzione del nostro indice FTSEMIB che oggi taglia la mm200 e chiude a 16024 col -1,6%.
Niente di catastrofico ma per il rialzista convinto resta comunque una discreta scocciatura. In questi casi occorre definire con chiarezza gli obiettivi della propria operatività e/o investimento al.........

Renzi ai raggi X

eedbee2ed7eda77bb9ee1000e8917ff6UN LIBRO SU RENZI,COMANDA A FIRENZE, MA METTE SOPRATTUTTO IL BECCO A ROMA
Matteo Renzi somiglia tanto a Silvio Berlusconi.
Hanno provato a dirlo in tanti, con il sindaco fiorentino che non rigetta (anzi rivendica) la volontà di andare a stanare gli elettori di centrodestra.
Ora, a legare i due personaggi ci ha pensato, citando fatti e circostanze, il giornalista fiorentino Duccio Tronci nel suo libro Chi comanda Firenze, quarto episodio (dopo Napoli, Torino, Milano e prima di Roma....quando Reggio Emilia ?) dell’inchiesta seriale di Castelvecchi RX sui poteri che stanno dietro ( e dentro ) le nostre città.

Il giorno del giudizio sull’euro

Il giorno del giudizio sull’euro: Gli avversari della moneta unica sperano in una bocciatura dell'intervento che ha fermato la crisi finanziaria dei paesi in recessione

UN COLPO DI “STATO”....G.Tirelli


Ti è stato inviato tramite Google Reader

UN COLPO DI "STATO"....G.Tirelli


UN COLPO DI "STATO"....G.Tirelli
"Vi lamentate per gli esorbitanti costi dell'RCA, delle utenze energetiche, del prezzo dei carburanti, del bigletto dei treni, dell'acqua, della tassa sulla spazzatura, ecc…ecc…??? Bene, questo è il liberismo tanto decantato, e sbandierato a baluardo di benessere e di progresso, che le moderne società democratiche liberiste hanno sposato e adottato a modello di civiltà e di libertà"  
La privatizzazione e la liberalizzazione, è stato quel processo perverso attraverso il quale, la politica, ha svenduto, e in certi casi regalato, il patrimonio del nostro paese ai privati, saccheggiando e depredando lo Stato (cioè noi).....
di tutte quelle risorse vitali (energia, comunicazioni, banche, assicurazioni, telefonia, sanità, ecc…ecc..) in mancanza delle quali, non ha più ragion d'essere. 
Si è creato così un'Antistato dei privati, dove i poteri forti dell'economia e della finanza dettano le condizioni e le regole alla politica, che di seguito legifera e le rende operative.
Come si può credere, dunque, di potere uscire da questa trappola mortale?
Pensare e tentare di rovesciare un tale Sistema, attraverso un'azione democratica, al fine di ripristinare principi, valori e il comune buon senso, non solo è impraticabile, ma direi, semplicemente fantasioso.
Solo una sana rivoluzione popolare, riuscirà a porre fine a una tale ingiustizia e ristabilire l'ordine delle cose.
E nulla di tutto ciò potrà mai accadere, haimèe, senza il sacrificio di vite umane.

Come alieni venuti da un'altra galassia, abbiamo voluto credere agli ipotetici miracoli delle privatizzazioni, convinti che avrebbero prodotto concorrenza fra i vari soggetti in campo, abbassato i costi di produzi...


Inviato da iPad

Fuochi e attese

siria-idlib-paesi 16032012Le nazioni giovani (Turchia, Egitto, Tunisia, Libia, Siria) hanno ancora il coraggio della ribellione.
Là i fuochi si levano alti e qualcosa cambia. In meglio o in peggio, dipende poi dagli altri che dovrebbero appoggiare le forze sane e più democratiche.
Se poi i paesi saggi sono così attenti come lo sono stati per l’Iran, allora ci si ritrova con le rogne di oggi, ma questo è un altro discorso.
Le nazioni vecchie invece sanno solo attendere, con rassegnazione o rabbia, ma solo attendere.
Rendiamoci conto che nella CEE gli abitanti sono 300 milioni, i giovani tra i 20 e i 30 anni 40 milioni circa e di questi almeno il 25% sono senza lavoro.

De Nardis (Nomisma), decisione Corte tedesca contro Omt sarebbe disastro

De Nardis (Nomisma), decisione Corte tedesca contro Omt sarebbe disastro: Nel caso di un parere negativo della Corte di Karlsruhe lo scenario è presto indicato: ripartirebbe la crisi dei debiti sovrani, ha spiegato il capo [...]



Crisi: Bonanni, siamo al limite del collasso, serve 'shock' fiscale

Crisi: Bonanni, siamo al limite del collasso, serve 'shock' fiscale:

(Pubblicato il Wed, 12 Jun 2013 16:24:00 GMT)

GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DEL NEONAZISMO TECNOCRATICO INTERIORIZZATI DAL PARTITO DEMOCRATICO

GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DEL NEONAZISMO TECNOCRATICO INTERIORIZZATI DAL PARTITO DEMOCRATICO:
Voglio tornare ad approfondire alcuni concetti importanti per specificare meglio il senso di alcune mie ipotesi e conclusioni. Quando si parla di categorie politiche come destra e sinistra, nel tempo snaturate da una informazione sciatta fino a renderle quasi indistinguibili, si rischia di finire vittime dell’astrattismo. Attribuendo infatti significati diversi alle stesse parole aumenta il senso di incomunicabilità e incomprensione. Il primo compito di..........

Immobili e troppo rischiosi


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Immobili e troppo rischiosi

cantiere 290x190  Immobili e troppo rischiosi
Gradualmente anche osservatori e autorità di vigilanza stanno mettendo la lente d'ingrandimento sulla situazione del mercato immobiliare e soprattutto sull'impatto che le posizioni accumulate dal sistema bancario potranno avere in futuro. In fondo l'esperienza della Spagna qualcosa deve insegnare. Questa preoccupazione si nota anche nella preoccupazione di seguire l'evoluzione da parte della Banca d'Italia che [...]


Inviato da iPad

Ciclo globale in frenata. Il mercato sta cambiando fisionomia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ciclo globale in frenata. Il mercato sta cambiando fisionomia

Intermarket: curva dei tassi in evoluzione, aumento dei rendimenti, aumento degli spread e peggioramento outlook utili trimestrali. Un mix di elementi che illustra il rallentamento economico globale e i cambiamenti del mercato. Le banche centrali stanno cambiando il loro atteggiamento. … Continua a leggere


Inviato da iPad

La Svizzera: prima i nostri disoccupati. E la Lombardia tace?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Svizzera: prima i nostri disoccupati. E la Lombardia tace?

di ROBERTO BERNARDELLI*


Che Grillo stia dissolvendosi o che la Lega abbia perso le elezioni, poco importa ai disoccupati. Sono treni persi, indietro non tornano. E' finita un'epoca, e si possono scrivere fiumi in piena di quel che già si vedeva più di un anno fa. Se strappi le radici, una pianta muore. Tutto il resto è discutere di un processo riformatore che nessuno ha mai voluto conquistare nel più profondo del cuore, preferendo dire che il nemico arrivava da fuori, che era Roma. Certo, ma in realtà era avvinghiato dentro, eretico nelle intenzioni. Sotto i ponti ora passano leader carismatici, leader senza carisma, e movimenti che sono stati annientati nel carisma dei propri progetti. La storia ha staccato il biglietto dello spettacolo.


Ma, come detto, della filosofia ci si riempie la bocca, non si fa il pane. E allora ci impressiona, mi impressiona da uomo, da politico, da imprenditore di me stesso, leggere la notizia che il Canton Ticino va in allarme perché  il bilancio tra vecchi e nuovi apprendisti tirocinanti è sceso di 55 unità.


Non parliamo di centinaia di posti di lavoro persi, ma di 55 ragazzi in meno.


Vuol dire 55 famiglie che non possono nascere, vuol dire 55 aziende che non possono investire in un ricambio generazionale. Vuol dire amore per il proprio futuro e per la propria libertà. Vuol dire tutelare la giustizia sociale, la libertà economica che rende libero ogni individuo. Questa è l'indipendenza.


E allora noi chiediamo che chi vuole dare risposte alla questione settentrionale scenda dai manifesti, dica come possiamo imitare, copiare quel che ha appena fatto la Commissione cantonale per la formazione professionale del Canton Ticino. Nel biennio 2013-2014 ci saranno meno opportunità di apprendistato, essendo passati da 2.476 a 2.412 posti. Che chiedono gli amministratori svizzeri alle aziende? Di "voler segnalare nuovi posti di apprendistato alla Divisione della formazione professionale e all'Ufficio per l'orientamento scolastico e professionale affinché sia possibile raggiungere l'obiettivo del pieno collocamento a tirocinio per tutti i giovani domiciliati che intendono iniziare una formazione professionale". Priorità a chi è domiciliato in Canton Ticino.


E' chiara la solfa?


Noi possiamo promettere che dopo aver cambiato tra 100 anni la Costituzione terremo a casa nostra il 75% delle tasse, ma intanto casa nostra non ci sarà più. La libertà si conquista, diceva qu...



Inviato da iPad

Povera italia


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Povera italia

Ecco (da: Il fatto Quotidiano) l'ennesimo esempio di quali sono le cose importanti da affrontare nel nostro paese (con l'abbandono degli inequivocabili "Varco chiuso" in rosso oppure "V ...


Inviato da iPad

Il pericolo di mettere in discussione la Bce


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Il pericolo di mettere in discussione la Bce

Sui mercati finanziari, come nei rapporti umani, ci vuole tempo per costruire fiducia, ma basta un attimo per distruggerla. I ricorsi di cittadini tedeschi alla Corte costituzionale di Karlsruhe rischiano di distruggere quella tregua che regna sui mercati dal 6 settembre 2012, quando Mario Draghi impegnò la Banca centrale europea a fare "whatever it takes", tutto il necessario, per salvare l'euro.

I ricorrenti sostengono che la promessa di acquisti illimitati di titoli di Stato per i Paesi che ne facciano richiesta al fondo Salva Stati Ems, firmando in cambio pesanti impegni alle riforme, sia illegittima: la Bce dovrebbe limitarsi a tenere bassi i prezzi invece di salvare gli Stati senza credito sul mercato, cosa espressamente vietata dallo statuto, mettendo così a rischio i risparmi dei laboriosi e virtuosi cittadini tedeschi.

Una posizione egoista e stupida. Egoista perché l'annuncio di Draghi ha penalizzato molto poco la Germania, il tasso di interesse sul debito tedesco a 10 anni è all'1,61 per cento contro l'1,32 per cento di settembre 2012.

Nello stesso periodo quello sui titoli decennali italiani è passato da circa il 5,5 per cento al 4,4 di oggi. Loro ci hanno rimesso poco, noi ci abbiamo guadagnato tanto. Rimettere in discussione il programma OMT di acquisti illimitati può spaventare gli investitori facendoli spostare di nuovo dal debito italiano (o spagnolo) a quello tedesco, con piccoli benefici per Berlino e grossi disastri per noi. Ma questi ricorsi sono anche stupidi: l'approccio tedesco è quello di fissare in anticipo gli impegni massimi per gli interventi di emergenza, linea perdente in mercati finanziari che possono muovere masse enormi di denaro.
La speculazione (o volatilità, chiamatela come vi pare) si placa solo di fronte al bazooka della Bce. Per colpa della geniale rigidità tedesca, nel solo 2012 l'indebitata Italia ha fornito aiuti alla zona euro per 29,5 miliardi, in parte come prestito al fondo salva Stati Efsf e in parte come capitale conferito al nuovo fondo Esm. Soldi che sarebbero stati completamente buttati, come quelli impiegati negli anni precedenti, senza l'impegno di Draghi. Che non è costato un centesimo, perché ha chiarito che l'euro per la Bce era irreversibile e quindi era inutile provare a speculare sulla sua fine.
Se il risultato del processo alla Bce a Karlsruhe sarà di fissare dettagli e limiti (vincolanti solo per i tedeschi, non per la Bce, almeno finché non lo dirà eventualmente la Corte di giustizia) al programma OMT, il rischio è che si torni nella situazione precedente. Quella in cui le risorse sono limitate e quindi gli speculatori devono soltanto caricare con la giusta dose di miliardi i loro fondi per sfasciare tu...


Inviato da iPad

Video Analisi EURUSD, USDJPY, EURJPY e GBPUSD

tradersAnalisi grafiche di Renato Decarolis su indici azionari, mercato obbligazionario, materie prime e soprattutto Forex.
Per informazioni e disclaimer visita il sito http://agirefx.blogspot.it/. Puoi anche seguirmi sutwitter: www.twitter.com/rennydee

L’ILLUSIONE DELLE GARANZIE A COSTO ZERO

L’ILLUSIONE DELLE GARANZIE A COSTO ZERO:
onda_debitoDI MATTEO CORSINI
“Se i mercati attaccano i titoli di un Paese malgrado questi abbia fatto i suoi “compiti a casa”, dare una garanzia non vuol dire perdere soldi. Vuol dire evitare che il Paese vada in bancarotta. La garanzia viene data proprio per evitare di .........

Siamo qui per portarti la democrazia

Siamo qui per portarti la democrazia:

I Signori della Truffa

I Signori della Truffa:
bannerInvestire_640x80
Tutti sanno cos’è la legge della domanda e dell’offerta. Tutti sanno che se una cosa la vogliono tutti, il suo prezzo sale. Se non la vuole nessuno … te la tirano dietro a quattro soldi.
Un’altra cosa che tutti sanno è che, a meno di non fare i rapinatori di professione, per avere delle cose bisogna comprarle spendendo dei soldi. Che ti inventano allora economisti, banchieri e politici per far decollare l’economia? Stampano un mucchio di soldi nuovi di zecca e li danno, in primis, agli investitori istituzionali i quali si ritrovano valanghe di carta fresca di stampa praticamente gratis.
Essendo investitori professionali fanno il loro mestiere e li investono, naturalmente. E dov’è che investe un investitore istituzionale se escludiamo droga, gioco d’azzardo, tratta delle femmine o commercio di organi? Nelle borse naturalmente. Cioè l’investitore professionista compra azioni, obbligazioni, tra cui quelle statali, fondi e strumenti finanziari assortiti.
Siamo partiti affermando che anche le nonne sanno che se una roba la vogliono in tanti il suo prezzo sale. Quindi se un valanga di carta diventa disponibile per i compratori e, come per magia, voilà, la borsa giapponese o quella americana (ma in generale tutte), masticano record su record. Tutti a comprare carta con carta.
Domanda, secondo voi questa cosa è sintomo di guarigione dell’economia e indicatore di produzione di nuova ricchezza reale? Oppure è una roba prestidigidirigiritazione degna di Silvano il Mago di Milano sul palco di Zelig?
Volete un’altra prova dell’imbroglio? Nelle Borse si può comprare anche l’oro, ma mica quello vero, quello di carta. Ci sono delle banche che ti dicono – L’oro ce l’ho io bello conservato, ti vendo un pezzo di carta in cui ti garantisco che vale un tot di grammi d’oro, così non hai lo sbattimento di conservarlo -. E in Borsa si tratta quella carta lì. Ma tu l’hai mai visto quest’oro? Che garanzia hai che la somma delle quantità indicate sui pezzi di carta corrisponda ai chili, quintali o tonnellate che quella banca dichiara di avere nei suoi caveau? Nessuna. E questi magliari cos’hanno fatto?
Hanno stampato un sacco di carta la cui somma dice che hanno una tonnellata d’oro, per fare un esempio, quando in realtà ne hanno un chilo e forse meno. E poi hanno imposto al mercato che il prezzo dell’oro, anche di quello vero, quello giallo che luccica, è stabilito dalla domanda e dall’offerta di quei pezzi di cartaccia.
Oro Fisico 150x150 I Signori della Truffa
Ora senti il capolavoro della truffa.
Per coglionare l’opinione pubblica e farle credere che le.............

Milano, arriva la KYENGE: 3 auto di scorta, sirene spiegate e contromano. I cittadini: “Vergogna”

Milano, arriva la KYENGE: 3 auto di scorta, sirene spiegate e contromano. I cittadini: “Vergogna”:

L’arrivo del ministro all’Integrazione, Cecile Kyenge, a Milano per un evento ha scatenato una piccola contestazione all’indirizzo della scorta. Alcuni cittadini, passanti e avventori di un vicino mercato rionale hanno fischiato all’indirizzo delle macchine e urlato “vergogna, vergogna”.
L’auto del ministro arriva contromano
Il ministro era atteso a Villa Clerici per un’iniziativa per la Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile, ma il carosello di tre auto a velocità sostenuta tra le vie del quartiere Niguarda, lo stesso in cui tre passanti furono uccisi a picconate dal ghanese Kabobo, con sirene e paletta fuori dal finestrino, non è stata accolta con simpatia dai residenti. Le auto, aperte da una vettura della guardia di finanza, hanno anche percorso alcuni metri in contromano di un tratto di.........

Crisi: Sangalli, se chiudono le imprese chiude l'Italia

Crisi: Sangalli, se chiudono le imprese chiude l'Italia:

(Pubblicato il Wed, 12 Jun 2013 11:36:00 GMT)

La Corte Costituzionale Tedesca fermerà la BCE? Analisi degli scenari possibili

La Corte Costituzionale Tedesca fermerà la BCE? Analisi degli scenari possibili:
La BCE è stata l'unica vera cura della crisi dell'Euro. I momenti di svolta nella gestione della crisi non sono state iniziative della Commissione Europea o dei leader politici, ma le misure speciali intraprese dalla Banca Centrale Europea (BCE).
Nel dicembre del 2011, la banca annunciò il programma di rifinanziamento a lungo termine (LTRO) e, nel giro di un paio di mesi, i rendimenti sui titoli di Stato dei paesi oppressi dalla crisi iniziarono a mostrare segni di stabilizzazione, prima di (...)
- Analisi dei Mercati / , , , , ,

Sapete quanto risparmieremo su IMU? ecco i conti e le prese per i fondelli del governo

Sapete quanto risparmieremo su IMU? ecco i conti e le prese per i fondelli del governo:

Ho fatto i conteggi della mia IMU.

presa da una citazione di Paolo Cardenà ''Dopo 3 mesi che si parla a reti unificate della sospensione IMU sulla prima casa, grazie al provvedimento, risparmierò 18 euro: 9 a giugno e 9 a dicembre (forse). Tutto risparmio che andrà in consumi e farà rimbalzare vigorosamente il PIL, secondo loro.''
Ci prendono per i fondelli con l'imu  ci chiedono fideiussioni per recuperare IVA che lo stato ci deve ridare e dovrebbe farlo lui a noi, ci massacrano con .................

Redditometro, migliaia di italiani sotto indagine per spese sospette: in arrivo le lettere del Fisco

Redditometro, migliaia di italiani sotto indagine per spese sospette: in arrivo le lettere del Fisco:

Debutta il nuovo redditometro e decine di migliaia di contribuenti stanno ricevendo già in questi giorni le prime lettere dell'Agenzia delle Entrate con l'invito a verificare la compatibilità di alcune voci di spesa con l'ammontare del proprio reddito dichiarato per l'anno 2011. E in tanti iniziano a tremare.

Leggi tutto...

Per il G8 un falso scenario....


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Per il G8 un falso scenario....





Nicolae Ceauşescu lo fece per accogliere Nixon a Bucarest...
il maqullage della città di Fermanagh da parte delle auttorità per nascondere la miseria della crisi ...



"Hundreds of thousands of pounds have
been spent on a Fermanagh facelift as the county prepares for the G8
summit in just under three weeks' time, but locals complain the work
paid for by the local council and the Stormont Executive is little more
than skin deep. More than 100 properties within range of the sumptuous
Lough Erne resort which hosts the world's wealthiest leaders, have been
tidied up, painted or power-hosed. However, locals say the makeover only
serves to hide a deeper malaise which US president Barack Obama, German
chancellor Angela Merkel, French president François Hollande and others
will not get to see"



"Centinaia di migliaia di sterline sono state spese, in poco meno di tre settimane, per un lifting della cotea di Fermanagh in vista del vertice del G8. Ma i locali si lamentano del lavoro pagato dalla comunità e della giunta di Stormont.


Più di 100 immobili intorno al sontuoso resort Lough Erne che che ospita i leader più ricchi del mondo, sono stati messi in ordine, ridipinti, ecc. Tuttavia i residenti dicono che il rifacimento serve solo a nascondere un malessere più profondo, che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, il cancelliere tedesco Angela Merkel, il presidente francese François Hollande e gli altri non devono vedere " 


Leggere:
Recession out of the picture as Fermanagh puts on a brave face for G8 leaders

Fonte:

http://www.jovanovic.com/blog.htm

Articolo originale di


Inviato da iPhone

Oro a 1.250 dollari tra un mese secondo Bank of America Merrill Lynch


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Oro a 1.250 dollari tra un mese secondo Bank of America Merrill Lynch

Per l'oro la discesa dei prezzi potrebbe proseguire. Sono molte le banche d'affari e i broker che hanno rivisto di recente al ribasso le stime sui prezzi del metallo giallo, non solo per quest'anno ma anche per i prossimi anni. Tuttavia, dopo lo scivolone di metà aprile e la ricaduta di metà maggio, i target price fissati dai broker sono ormai in buona parte allineati alle quotazioni correnti. Non è d'acordo, però, Bank of America Merrill Lynch, che già nel breve termine si aspetta un nuovo tonfo (...)


-
Analisi dei Mercati
/
,


Inviato da iPhone

La stabilità dei prezzi della FED danneggia l'economia USA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La stabilità dei prezzi della FED danneggia l'economia USA

Ci sono molte città in bancarotta negli Stati Uniti. Dopo Vallejo, Stockton, San Bernardino e Detroit, inizia a vacillare anche Chicago. Ma quello che più mi preme considerare è il fallimento dei vari fondi pensione all'interno dell'allegra capanna dello zio Sam. Come veniva ricordato in un altro articolo: "Un buon indicatore della solidità del piano pensionistico del governo è se il rapporto di finanziamento degli asset rispetto alle passività raggiunge almeno l'80%. Secondo il Government Accountability Office, il 40% dei piani pensionistici dei governi statali e locali era già sceso al di sotto del livello di finanziamento dell'80% prima della recessione del 2008. I dati post-recessione mostrano ora che il 62% di essi è sceso al di sotto del livello di finanziamento dell'80% e che 11 stati sono proiettati ad esaurire tutti i loro asset pensionistici entro il 2020." Ora infatti apprendiamo che: "L'Illinois ha uno dei sistemi pensionistici peggio finanziati del paese; il governatore Pat Quinn e l'amministrazione statale stanno attualmente combattendo una battaglia politica per cercare di trovare una via d'uscita al problema dei $96 miliardi di passività non finanziate -- un divario così grande che ha fatto cin modo che l'Illinois avesse un rating di credito tra i più bassi tra gli stati degli USA."
____________________________________________________________



di Frank Shostak


Secondo il membro del Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea, Ewald Nowotny, il Presidente della Federal Reserve Ben Bernanke non corre alcun rischio di inflazione negli Stati Uniti. Secondo Nowotny, Bernanke ha disegnato un ritratto "molto ottimista" sulle prospettive degli Stati Uniti.

"Non corrono assolutamente alcun pericolo di una espansione dell&#...


Inviato da iPhone

Ecco a cosa serve la guerra in Siria


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Ecco a cosa serve la guerra in Siria

Un documento in 13 punti rivela il prezzo che l'opposizione siriana ha accettato di pagare in cambio del sostegno politico e militare da parte dell'occidente...

Se ci fosse stato il minimo dubbio sulla vera natura di questo conflitto, ora il velo è davvero caduto: dietro la narrazione massmediatica del dittatore Assad ci sono grossi interessi economici geopolitici e militari di cui l'opposizione siriana si è fatta garante.

Tra i vari punti si trovano alcune chicche illuminanti, ad esempio il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti vogliono in cambio della ricostruzione post bellica l'accesso esclusivo agli appalti per lo sfruttamento del petrolio e del gas siriano....

Oppure, altra chicca, la condizione di mettere fine alle relazioni con Iran Russia e Cina (che c'entra questo con la democrazia in Siria?)

Non vengono certo tralasciati gli interessi di Israele e della Turchia...



Corollario di tutto questo: ecco a cosa serve l'informazione mainstream: a non farti capire tutto ciò.





Inviato da iPhone

BCE: potrebbe arrivare una nuova fase di politica monetaria espansiva


Ti è stato inviato tramite Google Reader

BCE: potrebbe arrivare una nuova fase di politica monetaria espansiva

Dopo LTRO 1 e 2 la BCE a confronto con la Corte Costituzionale Tedesca. E se l'esito sarà positivo, si aprono nuovi scenari anche per il mercato obbligazionario, per lo scudo anti spread e per le banche. Quando parliamo di … Continua a leggere


Inviato da iPhone

Lo stato: il cartello della droga del debito


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Lo stato: il cartello della droga del debito

 
«Conscia mens recti famae mendacia risit, sed nos in vitium credula turba sumus (La retta coscienza si ride delle menzogne della fama, ma noi siamo una razza facile a credere al male).» ~ Ovidio
La perenne discesa delle varie…


Inviato da iPhone

La Grecia ritorna allo status di mercato emergente. La decisione dell'MSCI


Ti è stato inviato tramite Google Reader

La Grecia ritorna allo status di mercato emergente. La decisione dell'MSCI

Un'altra battuta d'arresto per la Grecia: MSCI Inc. ha eliminato il membro della zona euro dal suo indice dei paesi sviluppati. Lo spostamento di status della Grecia

Questa decisione, annunciata ieri sera, ha segnato la prima volta in cui l'indice ha fatto retrocedere un paese dalla categoria dei paesi "sviluppati" a quella dei "mercati emergenti", da quando l'indice stesso è stato fondato nel 1987.

E in pratica afferma quello che gli investitori hanno creduto per anni. I molteplici salvataggi (...)


-
Economia internazionale
/
,


Inviato da iPhone

La Germania sotto l'alluvione chiede aiuto, ma l'Europa risponde "non ci sono i soldi"

Mentre le istituzioni europee litigano per qualche miliardo di euro del budget comunitario e non riescono a trovare un accordo, le popolazioni colpite dall'alluvione nella mitteleuropa vengono lasciate sole perché  per il fondo di solidarietà "non ci sono i soldi". E stavolta a rimetterci è anche la Germania.

Il giornale tedesco Spiegel International fa il punto della situazione.
Traduzione di Henry Tougha

Il Fondo di Solidarietà è vuoto. L'Unione Europea non ha soldi per gli aiuti agli alluvionati.

La Germania e diversi paesi confinanti hanno combattuto per giorni contro un'inondazione da record. Ma mercoledì l'Unione Europea ha detto che i fondi d'aiuto per tali calamità sono esauriti. L'impasse del budget comunitario comporta che i paesi colpiti saranno lasciati da soli.....Continua a leggere

Post Audio: Il Metodo Per Chiudere una TV di Stato. Dipendente Rai, sei Avvisato! #SeChiudeLaRAI

Post Audio: Il Metodo Per Chiudere una TV di Stato. Dipendente Rai, sei Avvisato! #SeChiudeLaRAI:
bannerInvestire_640x80
Il fatto che in Grecia (o in Italia) una azienda chiuda e licenzi oltre 2.600 persone non fa più notizia, se l’azienda interessata è la TV di Stato allora la notizia è interessante. Ciò che è straordinario è il metodo: adesso sappiamo come verranno chiuse le TV di uno Stato in Bancarotta. Col senno di poi verrebbe da dire che “era ovvio”.
Ascolta il post vocale:
Il Metodo Per Chiudere una TV di Stato. Dipendente Rai, sei Avvisato! #SeChiudeLaRAImap :: {skin:’blue’, animate:true, width:’500′, volume:0.7, autoplay:false, loop:false, showVolumeLevel:true, showTime:true, showRew:true, downloadable:true, downloadablesecurity:false, id3: false}
______________
Scrivete cosa ne pensate su Twitter con l’hash : #SeChiudeLaRAI
Tweet su “#SeChiudeLaRAI”





Goldman Sachs accetta 15 mila bottiglie di vino a garanzia di un prestito

Goldman Sachs accetta 15 mila bottiglie di vino a garanzia di un prestito: Raramente le private bank accettano vini di pregio come collaterale, a causa del rischio di contraffazione. Il finanziamento era stato contratto nel [...]