28/06/13

COSA VOGLIONO FARCI CREDERE? CHE RIFORMERANNO QUESTA UNIONE EUROPEA? MA QUANDO MAI!!!



Questa Unione Europea non prevede meccanismi di riforma dal basso, né nazionali, né tantomeno popolari: è ora di prenderne atto, avverte il costituzionalista Gianni Ferrara, professore emerito della Sapienza. Riformare la burocrazia di Bruxelles?
Semplicemente impossibile: si tratta di un’architettura autoritaria, che non concepisce neppure la possibilità di essere migliorata in senso democratico. Questo vale anche per l’ipotesi di referendum contro la trappola del Fiscal Compact, il regime fiscale che impedisce allo Stato di investire per i cittadini attraverso la spesa pubblica a sostegno del welfare, secondo le reali necessità della comunità nazionale. Esplorare i labirinti di Bruxelles è come affrontare un viaggio «dentro l’ingranaggio mortifero che è stato costruito in poco più di 30 anni, nella completa sottovalutazione della classe politica italiana, e dall’ex “sinistra” soprattutto». Un capestro che non lascia spiragli, «tantomeno per quei paesi che stolidamente hanno inserito il pareggio di bilancio nella propria Costituzione senza neppure un accenno di discussione politico-parlamentare, figuriamoci sociale». 

Illuminante, osserva Dante Barontini su Contropiano, la lectio magistralis che Ferrara, «comunista di vecchia e seria scuola», ha offerto al seminario promosso a Roma a fine maggio dal Comitato No-Debito sull’Europa del Fiscal Compact, che all’Italia impone un taglio aggiuntivo di 50 miliardi l’anno sulla spesa pubblica. Punto di non ritorno: la pericolosa cessione di sovranità nazionale verso Bruxelles in materia fiscale e di bilancio. «Una conseguenza della cosiddetta “legge La Pergola”, che fissava la prevalenza delle norme comunitarie su quelle nazionali prevedendo l’adeguamento di queste ultime».

L' italia è in bancarotta ! Iva sospesa ma aumentano altre tasse.



L' italia è in bancarotta ! Iva sospesa ma aumentano altre tasse.
FINANZA.COM BLOG NETWORK ARTICOLI | VEN 28 GIU
http://tinyurl.com/ouy2788


di Paolo Cardenà - E' un anno che si parla di aumento dell'Iva dal prossimo primo luglio, e il governo, a tre giorni ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Jesse: circa 650 tonnellate d'oro hanno lasciato i vari ETF/Comex/ecc.. da inizio anno?



Jesse: circa 650 tonnellate d'oro hanno lasciato i vari ETF/Comex/ecc.. da inizio anno?
ARGENTO FISICO | VEN 28 GIU
http://pulse.me/s/nARLE


Jesse ha ricostruito quanto oro dovrebbe essere fuoriuscito da inizio anni dai vari ETF, Comex, ecc... oro che ha preso il ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

PER COMBATTERE LA DISOCCUPAZIONE CHIEDERE A MORGAN STANLEY: DA GIACOMO DRAGHI A GIOVANNI MONTI I GIOVANI LI ASSUME TUTTI


Ti è stato inviato tramite Google Reader

PER COMBATTERE LA DISOCCUPAZIONE CHIEDERE A MORGAN STANLEY: DA GIACOMO DRAGHI A GIOVANNI MONTI I GIOVANI LI ASSUME TUTTI

"La libertà è una bella cosa", rispondeva l'impacciato Alberto Sordi nel film Un Borghese piccolo piccolo al cospetto del Venerabile 33 che lo interrogava durante il rito di iniziazione massonica, "peccato ce ne sia pure troppa" (clicca per guardare). Ma, aldilà delle battute, la libertà non è mai troppa per davvero e, perfino ai giorni nostri, mentre sembra inarrestabile il cammino dei neonazisti tecnocratici continentali che intendono "cinesizzare l'Europa", la libertà di parola e di stampa consente a chiunque di studiare e mettere insieme i punti in grado di denudare i protagonisti di questo indegno progetto. Certo, si tratta di un lavoro faticoso e spesso difficile ma certamente utile e quanto mai gratificante. Dopo avere unito con geometrica precisione tutti i punti che compongono il mosaico, come nel famoso passatempo contenuto nelle riviste che ospitano i cruciverba, il volto del mostro appare finalmente senza maschere né infingimenti. Non è difficile reperire le notizie, quanto semmai collegarle razionalmente schivando il mare di disinformazione scientifica che il circuito cosiddetto mainstream quotidianamente propone. Pochi giorni fa il Financial Times ha lanciato l'allarme circa i costi che l'Italia  dovrebbe sopportare a causa dell'utilizzo allegro di alcuni contratti derivati predisposti negli anni '90 dall'allora direttore generale del Tesoro Mario Draghi (clicca per leggere). Una cifra che, secondo gli esperti contattati dal quotidiano londinese, potrebbe aggirarsi intorno agli 8 miliardi di euro. Dieci volte, tanto per capirci, le somme ridicole messe sul piatto dal governino Letta per venire incontro ai nostri giovani disoccupati, a patto però che dimostrino di essere ignoranti almeno quanto i parlamentari eletti con le regole stabilite dal Porcellum. Ora, aldilà dell'utilizzo più o meno formalmente lecito di alcuni discussi strumenti finanziari, la domanda giusta è un'altra: Draghi ha perseguito gli inter...



Inviato da iPad

Alcune domande al nostro Presidente


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Alcune domande al nostro Presidente

- Franco Cilli - Caro Presidente, nel 1978, quando era ancora vivo il PCI e lei ne rappresentava l'anima cosiddetta migliorista, fece un discorso alla camera talmente veritiero che sembrava uscito da una palla di vetro, una porta aperta con sul futuro. Il suo discorso mostrava chiaramente le distorsioni di un sistema monetario, dove senza [...]


Inviato da iPad

Quello che va in prigione per una battuta su un forum


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Quello che va in prigione per una battuta su un forum

Le autorità texane hanno imprigionato un ragazzo per una battuta


Inviato da iPhone

DERIVATI. NOI COME LA GRECIA


Ti è stato inviato tramite Google Reader

DERIVATI. NOI COME LA GRECIA



DI GUIDO VIALE

ilmanifesto.it


Preoccupanti legami tra banchieri, privati e pubblici, imbroglioni, e affamatori del "popolo bue".


Chi o che cosa ha autorizzato i nostri governi a giocare al casinò dei derivati con il denaro degli italiani? Quale regolamento interno, quale legge, quale norma della Costituzione? E perché non se ne può sapere quasi niente? Secondo quanto riferito da la Repubblica (e dal Financial Times) del 26 giugno, il Tesoro italiano è esposto per 160 miliardi di euro (più di un decimo del Pil italiano) con operazioni sui derivati la cui data di stipulazione non è nota. Il governo Monti ne ha rinegoziati nel corso dell'anno scorso per un importo di 31 miliardi, registrando su queste operazioni una perdita potenziale, non ancora giunta a scadenza, di circa 8 miliardi (poco meno dell'importo con cui la ministra Gelmini e, dopo di lei, il ministro Profumo sono riusciti a distruggere sia la scuola che le università italiane).


Inviato da iPhone

Banche cinesi alle strette


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Banche cinesi alle strette

Se in un mercato noioso come quello interbancario i tassi si impennano verso il 30%, contro il 3% del mese prima, un flashback da sconquasso Lehman percorre le rètine incollate al Bloomberg. Tanto più se questo mercato è in Cina, il salvagente della crescita mondiale, e se il contagio ricaccia l'azionario verso i tempi bui di inizio 2009.

La normalizzazione della politica monetaria globale si abbatterà violentemente sulle istituzioni propense al brivido della vita spericolata ma con capitali lillipuziani. In Cina il volume del credito è salito dal 120% al 200% del Pil in 5 anni e il tasso di crescita ha raggiunto il 23% annuo a fronte di un Pil nominale che si espande meno del 10%. In sostanza per alimentare il mantice di un'economia afflosciata (ed esorcizzare lo spettro di rivolte sociali) la politica economica ha pompato la finanza allegra. Ad innescare le tensioni di questi giorni è stato un brutale rapporto di Fitch sullo stato calamitoso delle banche cinesi.

Alla visione apocalittica si contrappone la rassicurazione della banca centrale: l'impennata dei tassi è una frustata inferta ai banchieri, messi sulla graticola da Fitch, ebbri di shadow banking e stravaganti prodotti speculativi. Le autorità avrebbero volutamente lasciato schizzare i tassi, rifiutandosi di iniettare liquidità, per dare un assaggio del destino riservato agli acrobati dei bilanci opachi.

In effetti è improbabile che l'autorità di supervisione si sia fatta prendere alla sprovvista, visto che ha il naso, anzi una serie di proboscidi, saldamente piantate nelle stanze che contano. Pertanto la chiave interpretativa coinvolge il livello politico impersonato dal neo Ministro delle Finanze, Lou Jiwei, ex capo del fondo sovrano China Investment Corporation. Un tecnocrate ben informato sul sistema bancario, perché la CIC vi aveva investito 200 miliardi di dollari. Il governo sarebbe determinato a domare gli eccessi accettando le ripercussioni a breve e i dolori della finanza in astinenza da droga monetaria. Si preannuncia uno spettacolo per stomaci robusti. Nel sistema bancario, come nelle reti fognarie, si depositano le scorie dell'economia. Scoperchiando i tombini è raro che si spanda un effluvio.

 

il Fatto Quotidiano, 26 giugno 2013



Inviato da iPhone

Spagna, dopo lo scandalo corruzione scattano le manette per il tesoriere di Rajoy


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Spagna, dopo lo scandalo corruzione scattano le manette per il tesoriere di Rajoy

"Ne riparliamo domani", ha risposto in tutta fretta il premier spagnolo alla stampa venerdì mattina: che l'ex tesoriere del suo partito, Luis Bárcenas, trascorresse la notte in carcere per "rischio di fuga e alterazione di prove", non lo avrebbe di certo mai immaginato. Mariano Rajoy, che ha appreso la notizia a Bruxelles, proprio durante la riunione del Consiglio europeo, ha glissato su ogni commento, mentre poche ore dopo un comunicato, lungo tanto quanto un tweet, veniva emesso dalla segreteria generale del Partito popular.

L'ex tesoriere, indagato per frode fiscale, falsificazione di documenti, truffa e riciclaggio, è stato portato nottetempo dietro le sbarre del Soto de Real di Madrid. Il giudice Pablo Ruz ha ordinato il carcere incondizionato per l'ex senatore al centro dello scandalo più grave del Paese, dopo due ore di dichiarazioni ritenute "parziali, inconsistenti e insufficienti" in merito a dei sospetti spostamenti di denaro dai conti di Bárcenas in Svizzera verso paradisi fiscali. E per una "vaga" spiegazione su un viaggio in Argentina di sole 14 ore, realizzato quattro giorni prima di presentare una documentazione che cercava di giustificare un bonifico ricevuto nel conto della moglie, Rosalía Iglesias, di 560mila euro. La coppia disse che si trattava di una compravendita di opere d'arte, ma la pittrice argentina tirata in ballo, aveva dichiarato di non saperne nulla. Insomma l'ex tesoriere del primo ministro spagnolo, che pare abbia giocato per anni con il Fisco e si occupasse di far avere bustarelle mensili agli alti dirigenti del partito, possiede depositi in Svizzera per 47 milioni di euro, presumibilmente ricavati da commissioni illecite per contratti pubblici.

Dopo la decisione del magistrato, il vertice del PP è rimasto in silenzio, alle prese con la paura di nuove rivelazioni che Bárcenas, che ha controllato le finanze del partito per vent'anni, potrebbe decidersi a rilasciare. L'ex tesoriere ha infatti sempre minacciato di essere disposto a tutto, pur di non finire dietro le sbarre, anche a fare senza mezzi termini nomi e cognomi. Nel dicembre 2012 arrivò perfino a chiamare un notaio, quando il Fisco scoprì i primi 16 milioni in un conto di Ginevra, per dichiarare nero su bianco che aveva dei documenti compromettenti, molto più di quelli che il quotidiano ...



Inviato da iPhone

Eurozona: la recessione continua, arrivano nuovi dati. Si fermerà mai?


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Eurozona: la recessione continua, arrivano nuovi dati. Si fermerà mai?

Un indicatore che ha correttamente registrato le contrazioni della zona euro ora suggerisce che l'economia della moneta unica si è contratta per il settimo trimestre consecutivo nei tre mesi fino alla fine di giugno, estendendo la sua più lunga recessione del dopoguerra. Dati Eurocoin

I dati ufficiali per l'attività economica del secondo trimestre non saranno rilasciati fino al 14 agosto, ma i dati mensili dell'Eurocoin relativi alla produzione della zona euro pubblicati oggi hanno segnalato una (...)


-
Economia internazionale
/
,
,


Inviato da iPhone

Allarme pensioni

Allarme pensioni: Il governo italiano, per salvare le banche, intende abbassare le pensioni già erogate. Anche quelle su cui gravano già mutui e prestiti. L’unica eccezione saranno probabilmente quella più basse, le sociali o poco più.
E’ quanto si evince dalla risposta data giovedì alla Camera dei deputati dal sottosegretario al Lavoro Carlo Dell’Aringa (Pd) ad un’interpellanza del deputato Andrea Giorgis, anch’esso democratico.
Con una palese violazione della Costituzione (riscrivere ex post le regole con le quali i lavoratori sono già andati in quiescenza), l’economista-ministro ha preventivato una cosiddetta “rimodulazione” delle pensioni già in corso.
Evidentemente...

Questa è un super bolla “Made in China”!

Questa è un super bolla “Made in China”!: Se la politica monetaria espansiva USA ha generato i presupposti di una bolla speculativa, ecco cosa ha combinato la BPoC. La massa monetaria M2 in Cina è BEN il 70% maggiore di quella USA, con il piccolo particolare: che al … Continua a leggere →

Anche Apple coi suoi utili alimenta la recessione

Anche Apple coi suoi utili alimenta la recessione: Krugman, mettendo a confronto i periodi storici del secolo scorso con quello attuale, rileva che il fenomeno della finanziarizzazione non riguarda soltanto il comparto finanziario “puro”, ma coinvolge, anche le principali aziende produttive a livello globale

Roberto Marchesi

Tapering o non tapering? Ecco perché potrebbe non accadere più

Tapering o non tapering? Ecco perché potrebbe non accadere più:

Il piano della Federal Reserve degli Stati Uniti di assottigliare il suo massiccio programma mensile di acquisto di bond entro la fine dell'anno potrebbe non materializzarsi alla fine, dice uno strategist. Tapering o non tapering?

Viktor Shvets, responsabile di strategia asiatica di Macquarie Securities Group, ha detto che l'economia degli Stati Uniti non dovrebbe migliorare abbastanza da permettere alla Fed di interrompere il suo pompaggio di liquidità.

"Fino a quando l'inflazione non si (...)

-
Economia internazionale
/
,
,
,
,

Draghi a Berlino: programma OMT? Ora è più essenziale che mai. I punti del discorso

Draghi a Berlino: programma OMT? Ora è più essenziale che mai. I punti del discorso:

Draghi ha ribadito i punti cruciali del suo programma e di quello della Bce ieri alla riunione annuale del consiglio economico della Cdu, il partito del cancelliere tedesco Angela Merkel. Il presidente della Banca Centrale ha iniziato invitando tutti i leader europei a "riconoscere che siamo tutti assieme nell'Unione monetaria e che le politiche, ma anche la mancanza di politiche, crea un effetto di 'spillover' verso altri Paesi membri".

Ruolo della BCE nella crisi

Prima di tutto, Draghi ha (...)

-
Economia internazionale
/
,
,
,

Il prezzo dell'oro può scendere oltre la media storica? Analisi FT Alphaville

Il prezzo dell'oro può scendere oltre la media storica? Analisi FT Alphaville:

Dall'autorevole blog finanziario del Financial Times, FT Alphaville, traduciamo questa interessante analisi di Izabella Kaminska relativa ai prezzi dell'oro.

Il metallo prezioso ha raggiunto i minimi degli ultimi 3 anni ed ha sfondato al ribasso l'importante soglia dei 1.200 dollari. Si direbbe che l'oro si sia imbarcato per una fase ribassista di lungo periodo, ma questo calo fin dove può spingere i prezzi? La media storica può essere considerata un supporto valido? Fin dove può scendere il (...)

-
Analisi dei Mercati
/
,
,
,

S&P: "la recessione italiana va peggio del previsto"

S&P: "la recessione italiana va peggio del previsto":


S&P:


Cominciamo a essere stanchi di aver ragione... Abbiamo sempre detto, infatti, che la situazione conomica del paese era molto peggiore di quanto dicevano le cifre propagandate da goveno, Bce, Fmi, Banca d'Italia, ecc.

Continua a leggere l'articolo...

Le escort dell'Italia Giusta

Le escort dell'Italia Giusta:





La magistratura dai due pesi e due misure. Dagospia, qualche giorno dopo aver pubblicato un articolo (riportato in fondo) su un giro di prostitute a Firenze a servizio "istituzionale" è stato casualmente attaccato da malware (così almeno google segnala). Oops, il partito che ha creato il gruppo "Se non ora quando" in onore delle donne "usate" dal bruto di Arcore usufruisce degli stessi servizi? Ricordate Tarantini? Eh no. La stampa in certi casi si sbriga ad archiviare. Almeno viva la sincerità del  Deputato Madia, che  si scaglia contro il suo Partito “Troppi delinquenti nel Pd”. La magistratura non sospetta.


Barbara




Firenze nel girone dei lussuriosi: dal fascicolo “Bella Vita” indagini e intercettazioni piccanti



Scritto da Redazione Infiltrato.it





Giovedì 27 Giugno 2013 




Un faldone di 4mila pagine con indagini e intercettazioni (piccanti), interrogatori e appostamenti: la “Bella Vita” della lussuriosa Fir....l.l.











Elisabetta Canalis e l’intimo che non c’è

Elisabetta Canalis e l’intimo che non c’è: L'ex velina posa nuda per la campagna di underwear per il marchio Lormar

Gwyneth Paltrow e la scena hot in lingerie

Gwyneth Paltrow e la scena hot in lingerie: Gwyneth Paltrow torna alla grande. Nel nuovo film Thanks for sharing (nelle sale dal 20 settembre) la 40enne  compare in lingerie per una scena sexy. L’attrice statunitense veste i panni di Phoebe, una donna che si innamora di Adam (interpretato da

Turismo straniero: la Spagna cresce e l’Italia perde i pezzi



Turismo straniero: la Spagna cresce e l'Italia perde i pezzi
L'INDIPENDENZA | VEN 28 GIU
http://pulse.me/s/nzt6o


di GIANMARCO LUCCHI Aumenta considerevolmente il turismo stranierio in Spagna mentre scende quello interno, secondo i dati resi ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

MOSLER, IL SOGNO E L'INCUBO AMERICANO



MOSLER, IL SOGNO E L'INCUBO AMERICANO
COMEDONCHISCIOTTE | VEN 28 GIU
http://pulse.me/s/nwbRF


DI GIULIETTO CHIESA megachip.globalist.it Un lettore scrive a Giulietto Chiesa e critica l'economista Mosler, spesso creduto ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Tagliare gli stipendi vuol dire far spazio ai mediocri

Tagliare gli stipendi vuol dire far spazio ai mediocri:
I tagli alla Casta sono ingiusti: tolgono valore al lavoro dei politici e allontanano i migliori
read more

Il magnate che festeggia il divorzio con un video porno

Il magnate che festeggia il divorzio con un video porno: Si tratta del 66enne americano Stewart Rahr

Scandalo Ior, in manette “Monsignor 500” e altri due funzionari: le pulizie di Francesco?

Scandalo Ior, in manette “Monsignor 500” e altri due funzionari: le pulizie di Francesco?:

Lo scandalo a 48 ore dalla decisione di Papa Francesco di istituire una commissione pontificia sulle attività dello Ior: sarà un caso, ma sembra che le pulizie made in Bergoglio siano appena iniziate. In manette il vescovo di Salerno Nunzio Scarano, lo 007 Giovanni Maria Zito e il broker finanziario Giovanni Carenzio. "La Chiesa non sia un intreccio di interessi", il monito papale di qualche giorno fa: e per chi non rispetta le regole il vento sembra davvero cambiato. Merito, questo è certo, del nuovo Papa "Che" argentino.

Leggi tutto...

L'impossibile pianificazione del caos

L'impossibile pianificazione del caos:




di Francesco Simoncelli


[Questo articolo è apparso in precedenza sul magazine online The Fielder.]


«Nell’ambito della realtà le cui connessioni sono formulate dalla teoria quantistica, le leggi naturali non conducono quindi ad una completa determinazione di ciò che accade nello spazio e nel tempo; l’accadere (all’interno delle frequenze determinate per mezzo delle connessioni) è piuttosto rimesso al gioco del caso.» -- Werner Karl Heisenberg

Credo che il fascino della prasseologia sia saldamente legato al suo utilizzo versatile in ogni momento della nostra vita. Il buon economista, infatti, cerca sempre di prestare attenzione agli ........

Shadow Banking: il sistema bancario ombra in Cina

Shadow Banking: il sistema bancario ombra in Cina:
Si parla tanto di questo benedetto sistema “bancario ombra” denominato shadow banking, ma ancora non ero riuscito a quantificarlo. Ma cos'è il "shadow banking? E chi può dire quanto pesa sul sistma finanziario cinese? Alcuni Calcoli li ha fatti il Financial Times, con un grafico che meglio spiega il fenomeno shadow banking sul territorio cinese.
The shadow banking system is the collection of non-bank financial intermediaries that provide services similar to traditional commercial banks. It is sometimes said to include entities such as hedge funds, money market funds and structured investment vehicles (SIV), but the meaning and scope of shadow banking is disputed in the academic literature. Investment banks as...........

Italia, il ‘civile’ paese dei bambini poveri

Italia, il ‘civile’ paese dei bambini poveri:
Quasi due milioni di bambini poveri. Il 17,6 per cento della popolazione più giovane. Un numero crescente di bambini e bambine arrivano a scuola senza aver consumato un pasto. Oltre 720 mila bambini vivono in condizioni di miseriapovertà assoluta la chiamano gli esperti – senza cibo, senza un’adeguata assistenza sanitaria. Migliaia non vanno a scuola e, se la frequentano, sono troppo affamati o distratti.
Non si tratta di un paese del cosiddetto “Terzo mondo”, è la condizione drammatica dei bambini italiani, fotografata dall’Istat. In un paese che ricorda di essere cattolico quando si tratta della 194 (come è avvenuto di recente in Parlamento), della legge 40 sulla fecondazione assistita o quando si discute di  coppie omosessuali, le condizioni di degrado di milioni tra bambini e adolescenti italiani non sembra interessare granché il dibattito pubblico del Belpaese.
L’Unicef parla senza mezzi termini di “emergenza infanzia”. Il Report Card  - il documento sul benessere dell’infanzia elaborato dall’Unicef –  ha valutato di recente le condizioni di vita dei bambini nelle economie avanzate del mondo. Diversi gli indicatori: dalla salute alla sicurezza, dall’istruzione ai contesti abitativi e ambientali.
“L’Italia è arrivata 22° su 29 paesi” dichiara il Presidente Unicef  Italia, Giacomo Guerrera. “Nello specifico, il nostro paese è al 23° posto nell’area relativa al benessere materiale dei..................

La nuova era glaciale e la virtualizzazione della realtà

La nuova era glaciale e la virtualizzazione della realtà:



Da “The frog that jumped out”. Traduzione di MR



di Ugo Bardi
Forse avete già visto quest'immagine (riprodotta dal blog di Greg Laden). Fa parte di una campagna mirata a screditare la scienza e gli scienziati. Dice più o meno così: quegli scienziati negli anni 70 predicevano una nuova era glaciale in arrivo. Lo sostenevano così fortemente da apparire sulla copertina del “Time”. Poi, più tardi, hanno cominciato a parlare di riscaldamento globale (poi magicamente trasformato in "cambiamento climatico" per confonderci ulteriormente). Come possiamo fidarci di questa gente?


Be', l'immagine sulla sinistra è un falso; non è mai ..........

La mia verità sui derivati? Macché. La verità, punto e basta.

La mia verità sui derivati? Macché. La verità, punto e basta.: Il libro sui derivati dei governi, tutti a chiedermelo. Di nuovo. Lo trovate su questo blog, ma è irrilevante leggerlo, vi assicuro. Lo cominciai a scrivere nel 1999, lo terminai nel 2001. Sono passati quasi 12 anni dalla sua pubblicazione. … Continue reading →

Strage di Ustica. Rivelazioni di ex maresciallo dell'Aeronautica

Strage di Ustica. Rivelazioni di ex maresciallo dell'Aeronautica:
Strage di Ustica. Rivelazioni di ex maresciallo dell'Aeronautica
“Quando sarà, io me ne voglio andare con la coscienza a posto. Perché se lassù incontrerò anche uno solo di quegli ottantuno poveretti che stavano sull'aereo, non voglio che mi sputi in faccia”, a parlare è…
Continua a leggere l'articolo...

“Vi racconto cosa significa essere una schiava”

“Vi racconto cosa significa essere una schiava”: Le confessioni a Bild di Bettina, la ragazza schiavizzata in Bosnia, che è sopravvissuta grazie al cibo per cani

Cina, dal credit crunch alla brace

Cina, dal credit crunch alla brace: Crisi di liquidità e norme violate nella gestione dei prestiti, anche da banche di proprietà statale: l'era cinese del denaro a buon mercato pare agli sgoccioli...

Roma. L'Atac verso il fallimento?

Roma. L'Atac verso il fallimento?:
Roma. L'Atac verso il fallimento?
L'amministratore delegato invoca l'intervento straordinario del Comune per garantire i debiti dell'azienda dei trasporti pubblici della Capitale. A rischio da settembre anche gli stipendi dei 12.000 lavoratori. L'aumento del 50% dei biglietti non è servito a…
Continua a leggere l'articolo...

Cipro: effetti collaterali del piano di salvataggio

Cipro: effetti collaterali del piano di salvataggio:
Sebbene il piano concordato fra la troika e Cipro abbia iniziato a manifestare i suoi effetti collaterali, l’ultima riunione dell'Eurogruppo ha confermato la necessità della terapia per il risanamento dell’economia greco-ciprota. I messaggi impliciti nella comunicazione fra Nicosia e Bruxelles

GOLD IS GOLD.....TUTTI LO BUTTANO VIA..MA SE IL TAPERING SARA' INFERIORE...IL RIMBALZO CI SARA' ANCHE PER IL METALLO GIALLO

GOLD IS GOLD.....TUTTI LO BUTTANO VIA..MA SE IL TAPERING SARA' INFERIORE...IL RIMBALZO CI SARA' ANCHE PER IL METALLO GIALLO:
L'oro chiude il trimestre con un ulteriore calo a 1200 dollari l'oncia. Pur intravedendo il prezzo a 1100-1000 credo che il mese di luglio possa portare a un rimbalzo delle quotazioni almeno fino all'area 1300.
Il mercato giapponese chiude il trimestre in forte rialzo a 13680 punti...e festeggiate mesi da incorniciare (oltre il 10% di rialzo)
NEL BREVE SI PUO' TENTARE UN ACQUISTO DI ORO AI LIVELLI ODIERNI (1200) CON STOP LOSS A 1160 E OBIETTIVO A 1300. L'argento diventa anche piu' interessante dell'oro in quanto il rapporto storico oro argento porta a una rivalutazione piu' forte nel prossimo movimento al rialzo.
ANCHE IL RAME DIVENTA INTERESSANTE...L'AREA 3000 E' UN SUPPORTO IMPORTANTE...E SE LO DOVESSE ROMPERE ...SAREBBE UN SEGNALE MOLTO DEBOLE PER L'ECONOMIA MONDIALE


I TASSI DI INTERESSE AMERICANI STANNO CALANDO, COME VEDETE DA QUESTO GRAFICO DI LUNGO PERIODO I TASSI USA SONO IN N TREND CALANTE. IMPOSSIBILE PENSARE A UNA SALITA SOPRA IL LIVELLO 3% IN QUANTO IL DEBITO PUBBLICO E' SALITO ENORMEMENTE E PER GIUSTIFICARE TASSI SOPRA IL 3% OCCORREREBBE UNA CRESCITA ECONOMICA DEL 4% MINIMO..
QUINDI L'ACQUISTO DI TITOLI OBBLIGAZIONARI USA DECENNALI FRA IL 2,5% E IL 3% E' UN TRADE DA FARE.



"Tapering is going to happen. It will be gentle, it will be well telegraphed, and the key will be to avoid a major shock to the real economy. But the Fed is NOT going to taper because the economy is too strong or because we have sustained core (wage) inflation, or because we have full employment - none of these conditions will be seen for some years to come.

Rather, I feel that the Fed is going to taper because it is getting very fearful that it is creating a number of significant and dangerous leverage driven speculative bubbles that could threaten the financial stability of the US. In central bank speak, the Fed has likely come to the point where it feels the costs now outweigh the benefits of more policy."

Governments] will take the path of least resistance, which is to print their way out of this looming fiscal catastrophe. Marc Faber is right. QE99 here we come.

Eurogendfor, perché nessuna TV ne parla

Eurogendfor, perché nessuna TV ne parla:
Si ricorda che il trattato di Velsen, quello che ha istituito Eurogendfor che prevedendo la fusione tra i corpi di polizia militari di Francia, Olanda, Spagna, Italia e Portogallo n un unico corpo poliziesco militare per controllarci e reprimerci in caso di proteste di fronte alle decisioni popolari che avevano già deciso che avrebbero preso (vedi modello Cipro) fu ratificato durante il II governo Prodi (cfr. http://www.governo.it/Governo/Governi/prodi2.html dal 17/5/2006-6/5/2008).
Non è un caso che la sua sede è a Vicenza, poiché si trova sotto gli ordini della NATO e/o dell’OCSE, a seconda dei casi. Sono così riusciti, con la faccia di mortadella, a scippare dall’autorità dello Stato, l’unico corpo poliziesco nazionale che si sarebbe potuto affiancare a noi in caso di rivolte popolari e giuste, sempre più frequenti, e per evitare il rischio sicuro che un capo dello Stato popolare lo guidasse in senso difensivo della patria…

QUALCHE ITALIOTA TENDE A CREDERGLI...

QUALCHE ITALIOTA TENDE A CREDERGLI...:
ECCO COME TERMINA UN REPORT DI UN CONSULENTE ITALIANO DI INVESTIMENTO CHE HO RICEVUTO:

Del resto, Mario Draghi ha appena dichiarato:
“La BCE è stata molto attiva nel rispondere alla crisi” 
“siamo pronti ad agire di nuovo, se necessario”.

Non so voi, ma io tendo a credergli. L’importanza economica e geo-politica dell’Italia fanno sì che il suo eventuale fallimento non convenga a praticamente a nessuno. E questo ne riduce in modo drastico la probabilità di accadimento.

BENE ..MA IL NOSTRO CONSULENTE DICE CHE "TENDE A CREDERGLI" E CHE SI RIDUCE LA PROBABILITA'...

mi domando io..ma vale la pena ragionare in questo modo quando si parla di TUTTI I RISPARMI di una vita..!!! lascio a voi rispondere a questa domanda...VOI SIETE GLI UNICI ARTEFICI DEI VOSTRI DISASTRI O DEI VOSTRI SUCCESSI

NEL FRATTEMPO L'EUROPA HA APPROVATO IL "BAIL IN" SIA NEL CASO DI UNA BANCA IN DIFICILTA' SIA NEL CASO CHE L'ITALIA CHIEDA AIUTI ALL'EUROPA....
In pratica, i ministri delle Finanze degli Stati membri hanno deciso chi sarà a pagare in caso di crisi finanziaria degli istituti di credito, compito che prima gravava sullo Stato stesso, spesso portandolo al collasso come è accaduto a Cipro
A riparare al cosidetto bail-in delle banche sono esclusi - come previsto dalla bozza dell'accordo - le 
Vengono inclusi a partecipare alla risoluzione del fallimento dapprima gli azionisti, poi gli obbligazionisti , e  i depositi bancari

DEBITO E €URO: COSA FARE?

L'Europa sta sprofondando nella crisi e nel declino sociale sotto il peso dell'austerità, della recessione e della strategia delle "riforme strutturali". Questa pressione è strettamente coordinata a livello europeo, sotto la guida del governo tedesco, della Banca Centrale Europea e della Commissione Europea. E’ ormai chiaro agli occhi di tutti che si tratta di politiche assurde, da "analfabeti": l'austerità fiscale non riduce il peso del debito, ma genera una spirale recessiva, aumento della disoccupazione, e semina disperazione tra i popoli europei. 

Eppure, queste politiche sono giustificate dal punto di vista delle classi ricche. Si tratta di un modo brutale - una terapia d'urto - per ripristinare i profitti, per garantire le rendite finanziarie, e attuare controriforme neoliberali. Quello che sta succedendo fondamentalmente è che gli Stati stanno convalidando le pretese delle autorità finanziarie sulla futura produzione di  ricchezza degli Stati  (PIL). Per questo la crisi prende la forma di una crisi del debito sovrano.
Leggi tutto...


Firmare il manifesto

Derivati, Draghi ci dica: ha fatto davvero l’interesse dell’Italia o…?

Derivati, Draghi ci dica: ha fatto davvero 

l’interesse dell’Italia o…? 
Lasciamo perdere le supposizioni sulla vicenda del possibile buco di 8 miliardi del Tesoto frutto di “una perdita potenziale” provocata dai derivati stipulati negli Anni Novanta, nell’ambito di operazioni cdi “window dressing” che avrebbero aiutato l’Italia a migliorare artificialmente i conti per strappare l’ingresso nell’euro. La notizia, annunciata da Repubblica e Financial Times, poi smentita o perlomeno relativizzata dal Tesoro italiano che si è affrettato a precisare che 

Il Tesoro fornisce regolarmente ogni sei mesi alla Corte dei Conti tutta la documentazione relativa alle operazioni condotte in strumenti di finanza derivata. La Corte dei Conti nel mese di marzo 2013, tramite la Guardia di Finanza, ha chiesto la documentazione inerente alla sola attività di chiusura di un gruppo consistente di operazioni con Morgan Stanley. A fronte di tale richiesta, il Tesoro ha fornito tutta la documentazione richiesta, secondo tempi concordati con la Guardia di Finanza stessa, per ciascuna operazione, inclusi i contratti pregressi dai quali ciascuna operazione ha avuto origine (copia di ciascun contratto e relativo decreto ministeriale con il quale ogni singola operazione è stata formalmente approvata) corredata da una circostanziata relazione esplicativa.(…)
Le operazioni poste in essere all’epoca sono state sempre registrate correttamente secondo una prassi consolidata, nel rispetto dei principi contabili sia nazionali che europei. I controlli effettuati sistematicamente dall’Eurostat a far tempo dalla seconda metà degli anni Novanta, anche quelli conseguenti all’introduzione in più fasi di nuove linee guida sugli strumenti finanziari derivati, hanno sempre confermato la regolarità della contabilizzazione di queste operazioni.
 

La posizione del ministro del Tesoro Saccomanni e dunque dello stesso Draghi è : tutto regolare, abbiamo rispettato la legge. Non ne dubitiamo, però il punto è un altro. 
Quando Mario Draghi, all’epoca direttore generale della Banca d’Italia, decise o comunque avallò quei derivati con Morgan Stanley faceva davvero gli interessi dell’Italia? Quel prodotto strutturato era davvero indispensabile per le finanze italiane? Qual era la ragione tecnica che spinse l’Italia a stipularlo? 

Quel fantastico strumento finanziario è già costato all’Italia 2,5 miliardi di euro nel gennaio 2012, pagati pronta cassa dal governo di Mario Monti. 

Ecco, Mario Draghi dovrebbe dirci se quel fantastico derivato giovava più al Tesoro italiano o a Morgan Stanley. Voi che dite, risponderà mai a questa semplice, lineare e, ne converrete, legittima domanda? 

Marcello Foa 
Fonte: http://blog.ilgiornale.it 
Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2013/06/27/draghi-ci-dica-era-davvero-un-affare/ 
27.06.2013

BTP: aumenta il rischio sui titoli di Stato italiani

BTP: aumenta il rischio sui titoli di Stato italiani

Qualcosa non quadra sul mercato obbligazionario nostrano. E non si tratta dell’andamento delle aste, figlie di una e di una  che sta cambiando fisionomia, impennandosi. (AGI) - Roma - Il ministero dell'Economia ha collocato 5 miliardi di euro di titoli del debito pubblico a 5 e 10 anni, al top del target ...

S&P taglia stime Pil Italia -1,9%, colpa calo prestiti

Eurogendfor, perché nessuna TV ne parla

Si ricorda che il trattato di Velsen, quello che ha istituito Eurogendfor che prevedendo la fusione tra i corpi di polizia militari di Francia, Olanda, Spagna, Italia e Portogallo n un unico corpo poliziesco militare per controllarci e reprimerci in caso di proteste di fronte alle decisioni popolari che avevano già deciso che avrebbero preso (vedi modello Cipro) fu ratificato durante il II governo Prodi (cfr. http://www.governo.it/Governo/Governi/prodi2.html dal 17/5/2006-6/5/2008).
Non è un caso che la sua sede è a Vicenza, poiché si trova sotto gli ordini della NATO e/o dell’OCSE, a seconda dei casi. Sono così riusciti, con la faccia di mortadella, a scippare dall’autorità dello Stato, l’unico corpo poliziesco nazionale che si sarebbe potuto affiancare a noi in caso di rivolte popolari e giuste, sempre più frequenti, e per evitare il rischio sicuro che un capo dello Stato popolare lo guidasse in senso difensivo della patria…

GLI ALFIERI DELL'EURO

GLI ALFIERI DELL'EURO

Slide41
Slide42 
Slide43
Slide45 
Slide51
Slide52 
Slide55
Slide59 

Fonte: http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=258558:la-crisi-deuropa-in-80-slides&catid=83:free&Itemid=100021

Basta Italia, non voglio più essere colluso con questo Stato


Basta Italia, non voglio più essere colluso con questo Stato

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
Ferdinando Biano, nostro lettore ed ex militante leghista, ha deciso di restituire la tessera elettorale al suo Comune di residenza, Vespolate in provincia di Novara, come segno di dissociazione rispetto allo Stato italico.
Biano ha accompagnato l’invio a noi della lettera con questo sfogo: Io personalmente sono …
LEGGI2 Comments

Stiamo peggio del 2008, l’economia reale non c’entra con le borse


Stiamo peggio del 2008, l’economia reale non c’entra con le borse

di ALTRE FONTI
Cosa ci riserva il futuro economico-finanziario? Bisogna partire dalla considerazione che l’economia degli USA è la fonte della liquidità globale e che a causa del perdurante deficit americano l’economia mondiale ha accumulato ingenti riserve di dollari utilizzate per espandere la liquidità. Riversandosi sui titoli azionari, obbligazionari e …
LEGGI0 Comments

Un calcio al calcio

http://www.finanzaelambrusco.it/cultura/1871-un-calcio-al-calcio.html

LA CRISI D’EUROPA IN 80 SLIDES


Ti è stato inviato tramite Google Reader

LA CRISI D'EUROPA IN 80 SLIDES



DI MAURIZIO BLONDET


effedieffe.com





Tra i «think-tank» fasulli e «fondazioni culturali» senza idee, che non hanno dato segno di attività intellettuale ancorché ampiamente irrorate di denaro pubblico (tipo «ItalianiEuropei» di D'Alema, o la fantomatica «FareFuturo» dello scomparso Gianfranco Fini), abbiamo il piacere di presentare il solo vero think-tank italiano: «Scenari Economici». Conosco personalmente il ristretto gruppo di lavoro che la compone, ne ammiro la competenza, l'onestà intellettuale e il realismo: sono, del resto, tutti dirigenti innovativi che operano nell'economia reale, facendo onore al nome italiano all'estero.


Inviato da iPhone

SPY FINANZA/ Dalla Cina i "trucchi" che minacciano i mercati


Ti è stato inviato tramite Google Reader

SPY FINANZA/ Dalla Cina i "trucchi" che minacciano i mercati

La Cina sta saltando come una pentola a pressione e quanto accaduto all'inizio di questa settimana ne è la riprova, dice MAURO BOTTARELLI. Vediamo perché

(Pubblicato il Fri, 28 Jun 2013 06:05:00 GMT)

FINANZA/ Ecco la "bolla atomica" pronta a far esplodere i mercati, di M. Bottarelli
FINANZA/ Draghi e Bernanke, ecco il "poker" che fa impazzire i mercati, di P. Annoni


Inviato da iPhone

Giappone: rischio-liquidità in Cina fa meno paura e Tokyo rimbalza del 3%


Ti è stato inviato tramite Google Reader

Giappone: rischio-liquidità in Cina fa meno paura e Tokyo rimbalza del 3%

Chiusura molto positiva questa mattina per la borsa di Tokyo, con l'indice azionario Nikkei-225 che ha evidenziato un progresso del 2,96% a 13.213,55 punti grazie all'ottimo andamento delle azioni delle società che esportano all'estero. Il rimbalzo della borsa giapponese ha indebolito lo yen, che è tornato a scendere su euro e dollaro americano. Il cross dollaro-yen è tornato sopra 98. A Tokyo torna un pò di ottimismo, frenato negli ultimi giorni dall'annuncio della FED di voler ridurre gli (...)


-
Analisi dei Mercati
/
,
,
,
,
,
,


Inviato da iPhone