18/08/13

Ha firmato il legittimo impedimento. Ha firmato il Lodo Alfano. Ha agevolato...



Ha firmato il legittimo impedimento. Ha firmato il Lodo Alfano. Ha agevolato...
ABBATTIAMO LA FRODE BANCARIA E IL SIGNORAGGIO'S FACEBOOK WALL | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgWia


Ha firmato il legittimo impedimento. Ha firmato il Lodo Alfano. Ha agevolato la distruzione delle intercettazioni ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

LA GERMANIA HA EVITATO LA CRISI ABBASSANDO LE TASSE



LA GERMANIA HA EVITATO LA CRISI ABBASSANDO LE TASSE
MOVIMENTO LIBERTARIO | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/phc0Q


LETTI PER VOI La Germania della riforma Schröder si rese famosa per gli interventi della commissione presieduta da Peter Hartz ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

GIUDA XX. DA ASCOLTARE!!! Ottimo brano sulla situazione odierna



GIUDA XX. DA ASCOLTARE!!! Ottimo brano sulla situazione odierna
"I LIMITI DEL MIO LINGUAGGIO SONO I LIMITI DEL MIO MONDO" L.W. | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/phaw1
Link originale del video musicale http://www.youtube.com/watch?v=gIJzLS2k5z0cliccate Brano conosciuto grazie al blog di ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Italia, il barcone che affonda



Italia, il barcone che affonda
DIETRO IL SIPARIO | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgENt


Per fortuna che arrivano le risorse dall'estero che si faranno in quattro per favorire l'imminente ripresa, quella che ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

La moneta cattiva scaccia la buona



La moneta cattiva scaccia la buona
ARIANNA EDITRICE: RASSEGNA STAMPA | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/ph3Hf


    La ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Quando la barca va….



Quando la barca va….
RISCHIO CALCOLATO | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgNaO


Spesso immagino l'Italia cosi': per ogni rematore… tanti, tantissimi che lo guardano remare, e la cui ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

HEATHROW IN ALLERTA:POSSIBILE ATTENTATO DI AL QAEDA CON DONNE KAMIKAZE CON SENI AL TRITOLO



HEATHROW IN ALLERTA:POSSIBILE ATTENTATO DI AL QAEDA CON DONNE KAMIKAZE CON SENI AL TRITOLO
DAGOSPIA | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgX0N


[P. DM.] La Stampa L'aeroporto londinese di Heathrow è in stato di massima allerta per un possibile attentato di al Qaeda ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

LA CARRIERA DI MARIO DRAGHI, UNO DEGLI UOMINI PIU' POTENTI DI QUESTA EUROPA. Tif...



LA CARRIERA DI MARIO DRAGHI, UNO DEGLI UOMINI PIU' POTENTI DI QUESTA EUROPA. Tif...
SIGNORAGGIO.IT'S FACEBOOK WALL | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgFbQ


LA CARRIERA DI MARIO DRAGHI, UNO DEGLI UOMINI PIU' POTENTI DI QUESTA EUROPA. Tifoso romanista; sposato con Maria Serenella ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

NUOVI EROI ITALIANI: I PILOTI CHE SE NE SONO ANDATI ALL'ESTERO! TORNARE IN ITALIA? NON NEMMENO SE LO SPREAD SI AZZERASSE. NON MI FIDO PIU'!

NON SONO IMPRENTITORI MA DIPENDENTI E HANNO DECISO CON CORAGGIO DI ANDARSENE DA QUESTO PAESE CHE STA AFFONDANDO. OGGI LAVORANO, GUADAGNANO BENE E MANTENGONO LE LORO FAMIGLIE.

GENTE PRAGMATICA...I NUOVI EROI...IN ITALIA CHI RIMANE COME PILOTA FA LA FAME E RISCHIA DI ESSERE LASCIATO A CASA...

 Piloti, la carriera è in Oriente. “Contratti e benefit che in Italia non esistono”

Dall'inizio della crisi di Alitalia nel 2008 centinaia di comandanti e primi ufficiali hanno scelto l'estero per cercare e trovare possibilità di lavoro. Solo in Emirates negli ultimi cinque anni ne sono stati assunti 90 e decine di loro oggi prestano servizio in Qatar Airways, Etihad Airways e low cost che operano in Europa

Piloti, la carriera è in Oriente. “Contratti e benefit che in Italia non esistono”
Il volo EK205 che dal prossimo primo ottobre collegherà Milano Malpensa con New York è il simbolo di cinque anni di storia industriale italiana. Il Boeing 777ER pronto sulla pista con il muso puntato verso la grande mela avrà sulla coda baffi nero-rosso-verdi e sui fianchi bianchi la scritta dorata di Fly Emirates. Nell’aeroporto quasi del tutto abbandonato da Alitalia, il gigante mediorientale dichiara guerra ai padroni di casa su una delle loro ultime rotte intercontinentali e lo fa con piloti italiani, molti dei quali lasciati a casa proprio dalla nostra compagnia di bandiera all’inizio della crisi del 2008: sono centinaia i comandanti e primi ufficiali italiani, la maggior parte addestrati dalla stessa Alitalia, che ogni anno scelgono l’estero per cercare e trovare possibilità di lavoro e carriera che al di qua del Mediterraneo possono soltanto sognare. E che poi tornano in Italia con altre divise a fare concorrenza ad un’azienda ormai incapace di competere sui mercati internazionali.
L’emorragia dura da almeno cinque anni e non accenna a fermarsi. Solo in Emirates, l’ottavo gruppo al mondo per ricavi secondo il report 2012 di Flightglobal Insight, oggi i piloti italiani sono oltre 120. “Soltanto dal 2008 ne sono stati assunti 90″, spiegano da Inc-Istituto Nazionale per la Comunicazione, che di Emirates cura i rapporti con la stampa in Italia. E sono tantissimi quelli che ogni anno provano ad entrare. A centinaia, poi, sono emigrati nelle altre due compagnie mediorientali più grandi, Qatar Airways e Etihad Airways, in Estremo Oriente verso Singapore, Cina, Giappone, India, Indonesia, ma anche Turchia, Russia e Africa, dove la domanda è talmente forte che la compagnie non hanno tempo per formare i loro piloti e devono prenderli già addestrati in Europa.
“Molti erano tra quei 900 che Alitalia mise in cassa integrazione nel 2008, all’inizio dell’ultima crisi – spiega Danilo Recine, direttore generale dell’Anpac, l’Associazione nazionale dei piloti – uno spreco incredibile di professionalità: negli anni la compagnia ha investito milioni nei corsi che hanno formato questi piloti, che ora per lavorare devono andare all’estero e fanno la fortuna delle compagnie straniere”.
 I motivi per andarsene sono tanti: contratti migliori, benefit che da noi sono un miraggio e possibilità di carriera, altrettanto inesistenti nelle compagnie italiane (“In Alitalia ci sono colleghi con 15 anni di lavoro nella compagnia che non riescono a fare il corso per diventare comandanti”, continua Recine). Emirates, ad esempio, chiede che il pilota si trasferisca a Dubai con la famiglia, perciò gli trova la casa (compound da 200 metri quadri arredati, con giardino e piscina), paga le scuole private ai figli (fino a 12 mila euro l’anno per i primi tre figli) e l’assicurazione sanitaria a tutta la famiglia.
Ma non ci sono solo gli Emirati nell’orizzonte degli italiani. “Sto emigrando a Shanghai – racconta un comandante, in mobilità dopo 15 anni di Alitalia, che preferisce restare anonimo – con uno stipendio che è il triplo di quelli italiani, su cui mi pagherò da solo i contributi. Lavorerò in Juneyao Airlines, una compagnia piccola ma in fortissima espansione, a differenza di Alitalia“. Il gap è notevole e non accenna a diminuire. A inizio luglio Emirates ha annunciato il 25esimo anno fiscale consecutivo in attivo, con “un utile netto per il gruppo di 642 milioni di euro (+34%), un fatturato di 16 miliardi (+17%)” e “nuovi aerei ordinati per un valore di 73 miliardi di dollari“, spiegano ancora dall’azienda. Qatar Airways (il 24° gruppo al mondo) non dà cifre sui ricavi ma “ha ordinato 250 aerei per oltre 50 miliardi di dollari” e anche Etihad Airways (34°) cresce a ritmi vertiginosi e ora sta rilevando il 49% della compagnia di bandiera serba Jat Airways, futura Air Serbia.
E Alitalia, oggi 36esima nel ranking mondiale (leggi la classifica)? Roberto Colaninno, presidente della compagnia privata nata dalle ceneri dell’ex azienda pubblica, a inizio luglio ha annunciato che perderà soldi anche nel 2013 (il 5° anno di fila con i conti in rosso), con l’amministratore delegato Gabriele Del Torchio che aggiungeva che a dicembre sarà necessaria “una liquidità pari a 300 milioni”. “Alitalia contrae – prosegue Recine – e subisce anche dalle low cost, che in Italia la fanno da padrone: ora, ad esempio, Easyjet cresce e sta assumendo”. “Vero, da noi è pieno di piloti ex Alitalia”, conferma Ivan Anzellotti, 39 anni, romano, otto anni e mezzo in Alitalia, tra i primi ad andare in cassa integrazione nel 2008. I piloti hanno provato ad opporsi, ma erano soli: “Alle manifestazioni i sindacati ci dicevano di stare buoni, ‘Abbiamo una strategia a lungo termine’, dicevano. Renata Polverini, all’epoca a capo di Ugl, assicurava: ‘Firmate, è un buon accordo’. Poi è diventata presidente della Regione Lazio“. 
Tre anni in Qatar Airways, poi il ritorno in Europa con Easyjet a gennaio 2012. Ora Anzellotti vive in Portogallo, a Cascais, con sua moglie: “Tornare? No, in Alitalia no, nemmeno se tornasse ad essere una grande compagnia. Non mi fido più”.

stessa cosa per l'italia:
TORNARE IN ITALIA? NO NEMMENO SE LO SPREAD SI AZZERASSE...NON MI FIDO PIU'!

LA BREMBO DELOCALIZZA ALL'ESTERO E LICENZIA! L'IMPRENDITORE BOMBASSEI NUOVO EROE DI MERCATO LIBERO. VEDIAMO DI CAPIRE CHI SONO GLI EROI, I TRADITORI E I COGLIONI IGNORANTI E I COGLIONI PERICOLOSI. TU IN QUALE CATEGORIA SEI?

 
chi sono gli eroi in questa italia 2013? chi sono i nemici degli eroi? e la massa di italiani cosa sono? che responsabilita' anno? MERCATO LIBERO, primo siti in Italia, come al solito, ha panciato nei giorni scorsi una provocazione ...ma solo nel modo di presentare il nuovo eroe...non certamente nella sostanza del ragionamento.

consiglio la lettura dei due post precedenti per capire:

 EBBENE, DA QUESTI POST SI EVINCE CHIARAMENTE CHE L'EROE ITALIANO DEL 2013 (e non solo) E' L'IMPRENDITORE ITALIANO CHE DELOCALIZZA L'IMPRESA. LICENZIA IN ITALIA E ASSUME ALL'ESTERO.  non perche' e' un traditore della patria come la televisione o i giornali o la politica o i sindacati DIPINGONO un tale atto ma PER SOPRAVVIVENZA DELLA SUA AZIENDA.
l'imprenditore rischia il capitale, non viene aiutato in italia da nessuno...abbandonato dalle banche, obertato da adempimenti burocratici, da un costo del lavoro asfissiante, da una tassazione sul reddito che non permette ricerca e sviluppo, da uno spread sul debito che non lo rende competitivo ecc ecc..
COME SI PUO' PRETENDERE DALL'IMPRENDITORE DI RIMANERE IN ITALIA?
se lo facesse sarebbe un COGLIONE, non un traditore. Non avrebbe a cuore la sua azienda, la sua famiglia...SE STESSO!
la scelta di andarsene non è quella fatta da Marchionne ..per lui la Fiat è solo una azienda da rendere efficiente....la scelta di un imprenditore di spostare la sua azienda è una scelta dolorosa ma obbligata. Una scelta finanziariamente spesso complicata e che comporta dei rischi...ma l'alternativa è morire...

I PATRIOTI DELL'IMMAGINARIO COLLETTIVO SONO SEMPRE STATI RIPUDIATI DA MERCATO LIBERO...
PER NOI DI MERCATO LIBERO CHI FU MANDATO A COMBATTERE DURANTE LA CAMPAGNA DI RUSSIA CON SCARPETTE ESTIVE E PERSE LA VITA ...ERA UN IGNORANTE DISINFORMATO CHE PERSE LA VITA E FECE RIMANERE ORFANI DEI FIGLI E VEDOVA UNA MOGLIE E FECE PIANGERE LACRIME A DEI GENITORI CHE NON RIVIDERO PIU' IL LORO FIGLIO.
BASTARDI FURONO I POLITICI ITALIANI, I GIORNALISTI E GLI IMPRENDITORI CHE SPINSERO VERSO LA GUERRA MIGLIAIA DI GIOVANI ITALIANI MENTRE LORO RIMANEVANO A CASA COMODI A FAR SOLDI CON LE COMMESSE CHE RICEVEVANO E LE TANGENTI CHE INTASCAVANO...
INTELLIGENTI ED EROI FURONO I GIOVANI E MENO GIOVANI CHE PREFERIRONO L'ESILIO, LA FUGA DALLA MORTE IN PAESI OSPITALI COME LA SVIZZERA. FUGGIRONO DAL PERICOLO CON LA LORO FAMIGLIA E FURONO SAGGI E PREVIDENTI...VERO EROI .VERI PADRI DI FAMIGLIA.
mercato libero stravolge il concetto comune italiota (che i potenti vogliono inculcare nelle masse) di eroi e di traditore della patria...chi non concorda con questa nostra idea..è sufficiente che non ci legga piu'...siamo in democrazia no? MA NON IN QUESTO BLOG..DOVE IO SONO IL REGISTA ULTIMO E VOI SEMPLICI LETTORI...LO STATUS E I RUOLI SONO DIFFERENTI...
EROE E' QUINDI L'IMPRENDITORE CHE VA VIA DALLL'ITALIA PER CRESCERE E CONTINUARE A VIVERE (e con lui, sono eroi i risparmiatori che spostano onesti risparmi di una vita al sicuro all'estero, i giovani bravi e intelligenti che cercano all'estero quello che in Italia non trovano, i genitori che rimangono in italia ma spingonoi figli ad andare a studiare e lavorare via, tutti coloro che allargsno gli orizzonti fuori dalla fogna che li circonda)
 
TRADITORI SONO
1) la CLASSE POLITICA CHE IN QUSTI SEI ANNI NON HA FATTO NULLA PER CAMBIARE LE COSE ANZI....
2) I SINDACATI 
3) I GIORNALI E LA TELEVISIONE CHE HANNO PREFERITO APPOGGIARE I POTERI FORTI (VEDI MONTI E LETTA...PIUTTOSTO CHE FARE INFORMAZIONE
4) I GRANDI IMPRENDITORI OLIGOPOLISTI ITALIANI A CUI QUESTA SITUAZIONE TUTTO SOMMATO FA COMODO
5) I BANCHIERI CHE STANNO GESTENDO QUESTA CRISI SALVANDO LE MULTINAZIONALI E FAVORENDO LA DESERTIFICAZIONE DELLE TERRE DI CONFINE COME L'ITALIA 

LA MASSA DI ITALIANI, I CITTADINI CHE RIMANGONO IN ITALIA SONO DIVISIBILI IN DUE CATEGORIE:
1) chi non si lamenta e accetta la situazione capendone le conseguenze ..ma per svariati motivi gli va bene cosi'.
2) CHI SI LAMENTA...questi sono COGLIONI ...sono il peggio dell'Italia...e sono a loro volta classificabili in
a) COGLIONI IGNORANTI..tutto sommato i meno colpevoli...sono COGLIONI PER CASO..sono i dipendenti che perdono il posto o gli viene ridotto lo stipendio....gente che non si informa, che compra l'iphone low cost, va in vacanza in egitto low cost e  guarda canale 5 e legge repubblica...non sapendo bene che cosa sta accadendo...e che vorrebbe che i diritti acquisiti fossero mantenuti. SONO APPUNTO COGLIONI IGNORANTI...NEL SENSO CHE IGNORANO...NON CONOSCONO LA SITUAZIONE ECONOMICA ..ma non essere informati in questo mondo non si puo'. Non essere a conoscenza di una legge non evita di non essere punito...l'ignoranza non è scusabile
b) COGLIONI PERICOLOSI..è forse la peggior situazione dopo i traditori...I COGLIONI PERICOLOSI SONO QUELLI CHE SI INFORMANO MA CHE NON CAPISCONO CHE LA SOLUZIONE UNICA CHE HANNO PER SE STESSI E LA LORO FAMIGLIA E' DI ANDARSENE...sono persone anche con una certa cultura...anche se incapaci di ragionare razionalmente...gente che crede che la soluzione ai suoi problemi sia nella teoria della MMT, o sia nel detenere un chilo di oro soto il materasso..o che la colpa di tutti i mali sia nell'euro e quindi si deve attendere che l'euro si dissolva....IN QUESTA ATTESA L'UNICA COSA COSA CHE SI DISSOLVONO LORO E LE LORO FAMIGLIE.

 SI DEVE ESSERE PRAGMATICI E RAZIONALI...E NON SI DEVE PENSARE COME IL MAIN STREAM..ALTRIMENTI SI E' PERSI.
L'ITALIA E' L TITANIC E NON CAPIRE CHE LE SCIALUPPE SONO POCHE...VUOL DIRE ASICURARSI LA MORTE PER SE E PER LA PROPRIA FAMIGLIA. E' CHIARO CHE NESSUNO DI COLORO CHE STANNO SALENDO SULLA SCIALUPPA VI VERRA' AD AVVISARE..ANZI SUL PONTE DI COMANDO LA MUSICA SUONERA' FINO ALL'ULTIMO E A MOLTI ITALIOT VERRA' CHIESTO DI TAPPARE LE FALLE DELLA NAVE IN MODO DA POTER DARE IL TEMPO AGLI INGEGNERI PER SALVARE LA NAVE...
GLI DARANNO UNA MEDAGLIA ..SARANNO GLI EROI PER LA MASSA...MENTRE PER MERCATO LIBERO SONO SOLO DEI COGLIONI...GLI EROI VERI SONO COLORO CHE METTONO SULE SCIALUPPE IL PROPRIO FUTURO....CHIUNQUE PUO' FARLO..SIA I RICCHI CHE I POVERI...BASTA DECIDERE SULLA BASE DI UNA SCELTA RAZIONALE.

 E PASSIAMOA BREMBO E BOMBASSEI ALTRO EROE DI MERCATO LIBERO.
BREMPO E' LEADER NEL MONDO DI FRENI, L'IMPRENDITORE A CAPO DELLA AZIENDA, BOMBASSEI ...DA UN LATO HA APPOGGIATO CON FORZA LA CANDIDATURA DI MARIO MONTI AL GOVERNO  E DIFENDE L'ITALIANITA' E INVITA A INVESTIRE IN ITALIA...DALL'ALTRO...SE NE VA VELOCEMENTE DALL'ITALIA (ma con l'intelligenza di chi si sposta senz atroppo rumore.....tanto è uno degli intoccabili del nostro paese)
ecco il vero motivo per cui appoggia lo status quo..per avere il tempo di mettere in protezione la sua azienda via dall'italia...è come quello sulla nave che dice a tutti che per salvare lanave si deve cooperare ...per poi girandosi...METTERE IN SALVO LA SUA FAMIGLIA E I SUOI INTERESSI, LA SUA AZIENDA ...DA QUESTA ITALIA IN FASE DI DISGREGAZIONE.
BOMBASSEI EROE NAZIONALE. BOMBASSEI LASCIA A CASA CENTINAIA DI PERSONE  E NE ASSUME ALTRETTANTE IN PAESI TRANQUILLI.

PER QUESTO MOTIVO BOMBASSEI DOVREBBE ESSERE STIMATO E ACCOLTO COME EROE...NON PERCHE' DICE DI INVESTIRE IN ITALIA ...
BOMBASSEI A DIRLA TUTTA E' UN EROE BASTARDO..PERCHE' DA UN LATO PREDICA MALE (RIMANETE IN ITALIA) DAL'ALTRO RAZZOLA BENE (andandosene)
PREFERISCO ALTRI EROI ..COLORO CHE SE NE VANNO E URLANO A TUTTI DI SALVARSI DI METTERSI IN PROTEZIONE E ...SPINTI DA UN VERO ATTO DI AMORE RISCHIANO DEL LORO PER DARE UNA MANO A COLORO CHE VOGLIONO SALIRE SULLE SCIALUPPE DI SALVATAGGIO.

MERCATO LIBERO, PER CHI NON LO AVESSE CAPITO, E' DI QUESTA CATEGORIA..EROI CHE AIUTANO VERAMENTE I CITTADINI A SALVARE SE STESSI E LE FAMIGLIE. 
SO GIA' CHE L'AUTOPROCLAMAZIONE AD EROE FARA' INCAZZARE QUALCUNO...LA GENTE , LA MASSA, LA CONOSCO FIN TROPPO BENE...E SO ANCHE COME FINIRA' QUESTA MASSA DI COGLIONI IGORANTI O PERICOLOSI...SEMPRE COGLIONI SONO...

Torino, occhio all'uomo mascherato



Torino, occhio all'uomo mascherato
:: CDT ONLINE :: WEBJOURNAL | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/paULL
Si aggira per la città piemontese a caccia di prostitute, armato di balestra Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

IL CASO/ I numeri che preparano l’autunno caldo per l’Italia



IL CASO/ I numeri che preparano l'autunno caldo per l'Italia
IL SUSSIDIARIO.NET :: ECONOMIA E FINANZA | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgNB3
Se da un lato si parla di ripresa economica verso la fine dell'anno, dall'altro le previsioni dicono che ci sarà un aumento ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Un golpe silenzioso chiamato Europa



Un golpe silenzioso chiamato Europa
ALTRA REALTÀ | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgmsl


-R.C.- 29 marzo 2013- Jean Monnet, uno dei padri dell'Unione Europea teorizzava un Superstato che guidasse i paesi Ue, con i ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

UN BAGNO DI SANGUE CHE NON È UN BAGNO DI SANGUE



UN BAGNO DI SANGUE CHE NON È UN BAGNO DI SANGUE
COMEDONCHISCIOTTE | DOM 18 AGO
http://pulse.me/s/pgjEU


DI PEPE ESCOBAR rt.com/ Il "bagno di sangue che non è un bagno di sangue" in Egitto ha dimostrato che le forze della ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone