20/08/13

Reuters: 800 tonnellate d'oro in uscita da Londra verso la Svizzera (e poi verso l'Asia) nella prima metà del 2013



Reuters: 800 tonnellate d'oro in uscita da Londra verso la Svizzera (e poi verso l'Asia) nella prima metà del 2013
ARGENTO FISICO | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkuGh


Reuters - Gold flows from Britain to Switzerland surge in H1-Macquarie London | Mon Aug 19, 2013 Gli export britannici di ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Gli USA tentano di distruggere l’Egitto



Gli USA tentano di distruggere l'Egitto
AURORA | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkQuJ


Aangirfan 20 agosto 2013 I militanti islamici massacrano 25 poliziotti egiziani Israele e gli Stati Uniti hanno messo al potere ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Giappone, prova generale di stato confusionale



Giappone, prova generale di stato confusionale
PHASTIDIO.NET | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkGM0


Pare che il sole picchi forte anche nel paese del Sol Levante, in questo periodo dell'anno. Come commentare altrimenti la ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Il Credit Suisse teme la fine dei tassi vicini allo zero



Il Credit Suisse teme la fine dei tassi vicini allo zero
RISCHIO CALCOLATO | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pjci5


Secondo gli analisti di Credit Suisse, la fine dei tassi vicino allo zero rischia di creare una distorsione finanziaria enorme, ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

E’ ARRIVATO IL MOMENTO! BEN BERNANKE DOVRA’ DECIDERE FRA TASSI ALTI O INFLAZIONE. ED I PAESI



E' ARRIVATO IL MOMENTO! BEN BERNANKE DOVRA' DECIDERE FRA TASSI ALTI O INFLAZIONE. ED I PAESI
DAGOSPIA | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkZ9R


Superbonus per Dagospia BERNANKE jpeg E' arrivato il momento! Ben Bernanke dovra' decidere fra tassi alti o inflazione. In ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Con atteggiamenti di austerity sempre più severi i capitali sono spinti verso i...



Con atteggiamenti di austerity sempre più severi i capitali sono spinti verso i...
SIGNORAGGIO.IT'S FACEBOOK WALL | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/plcbk


Con atteggiamenti di austerity sempre più severi i capitali sono spinti verso i paradisi fiscali: PRATICAMENTE A PAGARE SONO I ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Business Nucleare: Urania Lucania. Letter to the USA

A poco più di due settimane dal trasporto di materiale nucleare dall’ITREC di Rotondella (Mt) verso l’aeroporto militare di Gioia  del Colle (Ba), permangono inevasi numerosi interrogativi. Una delle tracce fosforescenti percorribile sembra essere quella del rimpatrio di uranio e plutonio da parte degli USA&partners, in ossequio ad accordi sanciti negli scorsi anni. Ma di che business si tratta? Dalla Lucania al Pianeta Urania, passando per una Letter to the USA.
 
A livello internazionale l’uranio altamente arricchito (HEU) significa tradurre materiale nucleare in potenziale energetico o in potenza militare e/o in tutt’e due. Dal 2004 è attivo il GTRI (Global Threat Reduction Initiative) su iniziativa del NNSA (National Nuclear Security Admnistration). Scopo dell’ufficio? Nella maniera più veloce possibile identificare, mettere in sicurezza, rimuovere e/o facilitare la messa a disposizione di materiali nucleari vulnerabili ad alto rischio e radioattivi nel mondo che costituiscano una minaccia per gli Stati Uniti e per la comunità internazionale.
[traduzione] La missione del GTRI è di ridurre e proteggere il materiale vulnerabile nucleare e radioattivo situato in siti civili di tutto il mondo. Il GTRI porta a termine al propria  missione attraverso tre iniziative che prevedono un approccio complessivo per prevenire l’accesso dei terroristi a tali materiali. Queste tre iniziative sono:
Leggi tutto...

Cosa ci si aspetta dal riscaldamento globale



Cosa ci si aspetta dal riscaldamento globale
GIORNALETTISMO | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkPi2


Lo dice uno studio dell'Intergovernmental Panel on Climate Change Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Earth Overshoot Day 2013



Earth Overshoot Day 2013
EFFETTO CASSANDRA | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkIj8


Da "Global Footprint Network". Traduzione di MRIn 8 mesi, l'umanità esaurisce il budget della Terra per l'intero ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Bond USA: ecco chi ha venduto (e chi venderà ancora)



Bond USA: ecco chi ha venduto (e chi venderà ancora)
INTERMARKETANDMORE | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkSnX


Riprendo rapidamente quanto ieri spiegato in un post che illustrava i deflussi di capitali dal mercato obbligazionario ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Perché siamo così inclini a obbedire e così poco a disobbedire?



Perché siamo così inclini a obbedire e così poco a disobbedire?
"I LIMITI DEL MIO LINGUAGGIO SONO I LIMITI DEL MIO MONDO" L.W. | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkxbp


Perché l'obbedienza al potere dello Stato, della chiesa, dell'opinione pubblica, crea sicurezza nelle persone, le fa sentire ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

PER LA RESA DEI CONTI IN CASA CARIGE ADESSO C’È ANCHE IL GIORNO: IL 30 SETTEMBRE



PER LA RESA DEI CONTI IN CASA CARIGE ADESSO C'È ANCHE IL GIORNO: IL 30 SETTEMBRE
DAGOSPIA | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkALu


1. DAGOREPORT - SCONTRO FRA CARIATIDI NELLA EX SCAJOLA-BANK Caos totale ai vertici della ligure Carige, settima banca italiana ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

Grecia: immunità fiscale per funzionari di Unione Europea, FMI e BCE



Grecia: immunità fiscale per funzionari di Unione Europea, FMI e BCE
SIGNORAGGIO.IT | MAR 20 AGO
http://pulse.me/s/pkvx9


Cattive notizie per la Grecia, dove il parlamento sarebbe in procinto di varare una norma che prevede esenzioni fiscali per i ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPhone

SIAMO ALLE SOGLIE DELLA PRIMA RIVOLUZIONE GLOBALE DELLA STORIA.


 

Se si ripercorrono i secoli passati e si analizzano tutti i segnali che negli anni antecedenti alle RIVOLUZIONI EPOCALI avvisavano che tutto non sarebbe più stato come prima nella trasformazione in atto nella SOCIETA’ CIVILE, chi deteneva il POTERE non è MAI stato in grado di percepire, essendo convinto della sua  IMMORTALITA’ e di ASSOLUTISMO che lo pervadeva e lo portava a divenire STOLTO, SORDO e CIECO agli eventi.

Forse l’unico PAESE che è sempre stato in grado di superare le varie trasformazioni adeguandosi e dando segni di effettiva DEMOCRAZIA e PRAGMATISMO, pur mantenendo le loro tradizioni nonché il simbolo del suo concetto più radicato di STATO, è stata l’INGHILTERRA. Quando indicò INGHILTERRA non identifico il REGNO UNITO, poiché una parte di esso la Storia lo spiega bene è stato annesso e non propriamente senza spargimenti di SANGUE, vedasi la SCOZIA, ebbene questo STATO ha dimostrato nel corso dei secoli di essere sempre accorto ai segnali epocali fin dal tempo di GIOVANNI SENZA TERRA che fu il primo monarca che instaurò la “COSTITUZIONE” con delle leggi, anche se primordiali, dove perfino i REALI dovevano adempiere. Ma quello che hanno sempre perseverato nel corso dei secoli e LA NON INGERENZA DELLO STATO NELL’ECONOMIA REALE  se  non come CONTROLLORE e GARANTE DELLE LEGGI, MAI come investitore PRIMARIO, inteso come FORZA primaria di RICCHEZZA del PAESE. Essa veniva lasciata al SETTORE PRIVATO e quando l’ingerenza o gli investimenti statali cominciavano a divenire PREOCCUPANTI o TROPPO INGERENTI nella SOCIETA’ CIVILE creando distorsioni con creazione di BOIARDI DI STATO, esisteva una contrapposizione privata talmente forte che la distruggeva, vedasi nei tempi moderni MARGARET THATCHER. Naturalmente gente legata alla sinistra tutto questo lo vede come sintomo fortemente negativo da combattere con RIVOLUZIONI POPOLARI alfine di instaurare un controllo STATALE sui CITTADINI PRIVATI e fautori di ladrocinio, sfruttamento, impoverimento e delle classi proletarie. Ebbene se questi signori analizzassero bene la STORIA si accorgerebbero che la VERA CONTRAPPOSIZIONE a livello SOCIALE che hanno scatenato le RIVOLUZIONI son ben diversi da quello che comunemente si reputano alla BORGHESIA od al PROLETARIATO, poiché le RIVOLUZIONI NON SONO NE BORGHESI NE PROLETARIE, altrimenti non si spiegherebbero le cadute dei REGIMI COMUNISTI al fine del secolo scorso se essi erano cosi favorevoli ai CITTADINI , bensì di una parte OPPRESSA contro una parte OPPRIMENTE e PRIVILEGIATA.

OGGI SIAMO DI FRONTE AD UNA SIMILE CIRCOSTANZA ED I SEGNALI a cui siamo di fronte la evidenziano sia a livello LOCALE che, più fortemente, a livello GLOBALE.

Nel MONDO, soprattutto nei PAESI EMERGENTI, le rivolte di piazza o le contestazioni ormai non si contano più e di conseguenza anche i morti, il sangue e le macerie. La richiesta degli OPPRESSI diviene sempre più pressante e legittimata dal fatto di aver assaporato il gusto del BENESSERE ECONOMICO, anche se in via embrionale ed in forma assai discutibile, con un minimo di LIBERTA’ ECONOMICA E DI PENSIERO determinato dalla INIZIATIVA INDIVIDUALE. Ed ecco che questa prima forma di auto decisionismo PRIVATO farsi preponderante sull’apparato STATALE tendenzialmente OPPRESSORE.

PAESI MEDIORIENTALI, BRASILE, CINA, INDIA , INDONESIA, etc.. anche se in forma e motivi diversi sono in pervasi da agitazioni e rivolte nei confronti della CLASSE DIRIGENTE con l’intento di ottenere più DIRITTI e LIBERTA’. Ma le notizie che provengono tutti i giorni in relazione allo stato dell’ECONOMIA REALE confermano che anche i PAESI OCCIDENTALI  o SVILUPPATI sono anch’essi in piena GUERRA CIVILE e l’ITALIA non è da meno. Parrà un paradosso od addirittura una PROVOCAZIONE ESAGERATA, ma tutto questo corrisponde alla verità. E’ la metodologia della GUERRA CIVILE che non è più ancorata ai vecchi stereotipi violenti del passato, ma si è modificata ed adeguata alle nuove metodologie moderne che implicano non più il carattere di DISTRUZIONE, MACERIE E SANGUE che è stata per esempio quella SPAGNOLA degli anni ’30, ora è evidente che se le GUERRE odierne si fanno esclusivamente a livello ECONOMICO è implicito che anche le RIVOLTE, le RIVOLUZIONI o le GUERRE CIVILI avranno armi e conseguenze completamente differenti col passato.

La prima differenza è che la POVERTA’ o la MISERIA non sono incombenti. Il benessere economico è sicuramente diminuito, ma pur con tutte le difficoltà la gente in un modo o nell’altro riesce a mangiare. Il CIBO è sempre presente nella SOCIETA’ ben differente dalla famosa frase di MARIA ANTONIETTA che voleva dare le CROISSANT al POPOLO in mancanza di PANE. Le GUERRE CIVILI sono sempre state causate da un lato una CASTA piena di privilegi e dall’altra il POPOLO privato di valori LIBERTARI, LEGALI  e di EQUITA’ che con il passare del tempo la CASTA DOMINANTE a pervaso la società facendo in modo che i CITTADINI non siano più considerati tali, bensì SUDDITI con la possibilità aggravante di divenire “SCHIAVI”.

Quello che sta accadendo in questa STRANA ESTATE evidenzia sempre più che i valori poc’anzi descritti in ITALIA, la CASTA li usurpa sempre di più portando i CITTADINI ad uno stato di INSOPPORTAZIONE al limite delle facoltà umane. I VALORI  sono sempre di più EFFIMERI se non NULLI e che l’impossibilità al cambiamento nella CASTA è talmente radicato nella loro cultura, che solo l’IMPLOSIONE del SISTEMA può portare giovamento. La MASSA ne è oggi sempre più convinta e comincia a ribellarsi o per meglio dire ad opporsi LEGALMENTE, DEMOCRATICAMENTE ma soprattutto ECONOMICAMENTE.

E la questione non è ne di SINISTRA ne di DESTRA ne RELIGIOSA, bensì  di DIRITTI e LIBERTA’ dei CITTADINI; in poche parole DEMOCRAZIA non IDEOLOGIA.

Tutti gli STATI che hanno portato le IDEOLOGIE come valori fondamentali a discapito dei propri CITTADINI, la STORIA ha insegnato che sono destinati a soccombere. Niente si può anteporsi alle LIBERTA’ dei CITTADINI ed alla loro LIBERA INIZIATIVA se non la prevaricazione che alcuni possano avere su altri CITTADINI. Lo STATO è questo PRINCIPIO che deve perseguire come fine PRIMARIO; cioè INSTAURARE REGOLE PER L’ARMONIA SOCIALE, CONTROLLARE CHE SIANO ESEGUITE, APPORRE PENE E SANZIONI AI TRASGRESSORI ed AIUTARE I PIU’ BISOGNOSI AD UN MINIMO DI DIGNITA’ CIVILE DI VITA.

L’ECONOMIA REALE deve essere controllata (o se più vi piace governata), ma deve essere libera INTRAPRENDENZA PRIVATA. I GOVERNI possono intraprendere solo in casi eccezionali e per un periodo limitato, in caso contrario CORRUZIONE, SPRECHI e DISFACIMENTO DI RISORSE DEL PAESE diverrà l’occupazione dei BOIARDI DI STATO che nulla sanno di LIBERA INTRAPRENDENZA se non divenire delle SANGUISUGHE della peggior specie.

I segnali di questa GUERRA CIVILE cominciarono già ad inizio anno e più passa il tempo e maggiormente si accentuano. A livello DEMOCRATICO ormai il primo partito è quello dei non VOTANTI che subito dopo le elezioni nazionali a vinto alla grande in FRIULI-VENEZIA-GIULIA arrivando oltre il 50 %, cioè MAGGIORANZA non assoluta ma se assommassimo i voti degli scontenti o rinnovatori del MOVIMENTO 5 STELLE poco ci manca. 

Difficile pensare che non esista una presenza di CONFLITTO DEMOCRATICO tra chi legifera e chi deve SOGGIACERE alle IMPOSIZIONI (ormai così vengono percepite dalla maggioranza dei cittadini) rispettandole ed eseguendole. E già a livello locale, provinciale o regionale viene accettato con malavoglia, essendo più vicino al territorio riescono a sopportarlo, ma lo STATO NAZIONALE è boccone troppo grosso ed amaro da poter ingerire e l’inaccettabilità ad ubbidire monta sempre più.

Per quanto riguarda la LEGALITA’ ormai è uno sfracello più determinato dal CATTIVO ESEMPIO che dà la CASTA che per l’operato dei CITTADINI. Essi ormai sono oppressi da migliaia di leggi inutili che servono solo farli divenire ILLEGALI, EVASORI, INADEMPIENTI e quindi PERSEGUIBILI sotto ogni forma ed i SERVI DELLA CASTA vengono scandagliati affinché il timore pervada la MASSA e quindi la loro DEBOLEZZA determinata nel non sapere nulla dei LORO DIRITTI (come potrebbero se nemmeno gli addetti ai lavori FORZE DELL’ORDINE, AVVOCATI, GIUDICI e membri della PUBBLICA AMMINISTRAZIONE non riescono a stare al passo e più che GIUSTIZIA eseguono SOPPRUSI col fine ultimo di tenere il POPOLO SOGGIOGATO e SENZA RISORSE ALTERNATIVE) che ELEMOSINARE una parvenza di GIUSTIZIA che li porterà ad essere alla loro mercé come SUDDITTI, SERVILI ma soprattutto RICATTABILI poiché avranno ottenuto un FAVORE non una GIUSTIZIA. Quando questo MODUS OPERANDI pervade la Società anche ai livelli più bassi significa che il MARCIUME è la REGOLA non l’ECCEZIONE. Il limite di DECENZA ormai è SUPERATO e solo la DISUBBIDIENZA e la NON ACCETTABILITA’ del SISTEMA può salvare il PAESE.

Ed ecco che le difese della CASTA divengono sempre più CRUENTE. Naturalmente non con armi, deportazioni, prigionieri, gogne e quant’altro dei tempi andati, bensì con la “GHESTAPO” moderna di oggi che è l’AGENZIA DELLE ENTRATE con i suoi militari la “GUARDIA DI FINANZA”. Questa è ormai la sensazione della maggioranza dei cittadini che arrivano a preferire come diceva quel famoso detto al tempo dei MEDICI a FIRENZE “CHE E’ MEGLIO AVERE UN MORTO IN CASA PIUTTOSTO CHE UN PISANO ALLA PORTA”. Il Pisano era identificato come AGUZZINO DI STATO poiché era l’esattore delle TASSE. Esse erano arrivate ad un limite talmente insopportabile che i fiorentini preferivano avere la scomparsa di un congiunto piuttosto che onorare le imposte. Come andò a finire vi lascio ai libri di storia. E sempre interessante ripercorrere la STORIA, poiché esistono sempre degli spunti interessanti che potrebbero far evitare di rifare gli stessi errori. Questa dote non fa parte della CASTA poiché si reputa IMMORTALE fino alla sua caduta che la STORIA prima o poi la evidenzia. E chiaro che un’altra si sostituirà ad essa, ma prima che divenga MARCIA come l’attuale, un periodo di OTTIMISMO e SPERANZA si infonderà nella POPOLAZIONE e chissà che non sia più lungo di quanto si possa immaginare.

Per ottenere questo la parte ECONOMICA è la base della caduta del SISTEMA. Ora tutti sono consci che le azioni belligeranti sono sempre motivate da questioni ECONOMICHE sia per appropriazione che a difesa di interessi. Ebbene quanto una CASTA STATALE non è in grado  di privarsi dei suoi INIQUI PRIVILEGI a discapito della cittadinanza creatrice di ricchezza e fornitrice di lavoro (con questo identifico IMPRENDITORI  E LAVORATORI  DIPENDENTI),  l’abilità di chi governa porre, come il PRINCIPE del MACCHIAVELLI,  in conflitto le parti Sociali aizzandole una contro l’altra affinché loro si elevino a sommi GIUDICI e PACERI, ma sono loro la vera CATASTROFE CIVILE, oberando di sacrifici inutili i CITTADINI, scusate i SUDDITTI.

       IN TALE SISTEMA ESSI NON HANNO PIU’ DIRITTO DI ESISTERE:

I SUICIDI sono sempre di gente LAVORATRICE e difficile trovarla nella CASTA,  salvo che la persona non sia legata a gruppi occulti, vedasi il suicidio del MONTE PASCHI DI SIENA. In questo caso la STORIA insegna; CALVI, SINDONA, GARDINI ed altri hanno sempre la stessa matrice, non sicuramente la disperazione dei DEBITI o la PERDITA DEL LAVORO.

Questo coraggio di togliersi la vita posso comprenderlo, ma non lo condivido. Questa FORZA  di arrivare al gesto estremo sarebbe da riversare come FORZA per  abbattere chi ha permesso che tutto ciò accadesse. La lotta al cambiamento deve trovare ragione e stimolo proprio nella disperazione opponendo la più strenua resistenza a malversazioni quotidiane che danneggiano la comunità sempre a favore della CASTA che se ne infischia dei valori etici certa di NON PAGARE i suoi misfatti, poiché coperta e ricoperta da leggi e leggine fatte ad hoc per loro.

Il segnale che le ENTRATE TRIBUTARIE da GENNAIO a MAGGIO 2013 sono state inferiori all’anno precedente dello 0,2 % viene passato in secondo piano poiché causato fisiologicamente dalla crisi. E’ FALSO !!!!!  

                                 Solo degli INCOSCIENTI possono pensarlo.

Se precedentemente, nonostante le entrate tributarie fossero sempre aumentate, il DEBITO PUBBLICO a continuato ad AUMENTARE,  immaginatevi cosa può accadere se esse cominciassero a diminuire e le eventuali conseguenze. Il DEBITO PUBBLICO galopperebbe senza briglie, ma soprattutto come si potrebbe onorare ? Il pensiero della CASTA è di mettere ulteriori TASSE, ma in forma occulta; cioè facendo pagare i SERVIZI con ulteriori balzelli e gabelle (vedasi la TARES).

In alternativa il GOVERNO lancia una campagna sulla nuova manovra chiamandola LA LEGGE DEL FARE. Il nome è sicuramente il meno appropriato, poiché se si esamina attentamente tutte le sfaccettature si riscontra il famoso detto “ARMIAMOCI E PARTITE”.

1) Ci saranno agevolazioni per far lavorare i giovani. Peccato che le aziende che più hanno cercato e pensato ai giovani stanno chiudendo. Morte per ASFISSIA ECONOMICA causata dagli stessi che oggi propongono soluzioni così epiche.

2) Le aziende avranno la possibilità di avere più finanziamenti. Chi e per cosa. La maggior parte delle aziende non hanno bisogno di finanziamenti atti a crearsi ulteriori debiti, bensì di avere i loro crediti MA DI TOGLIERSI I DEBITI. UNA CAMERA A GAS CHE DEPRIME LA VOGLIA DI RICOMINCIARE.

3) Il FISCO sarà più vicino alle esigenze del cittadino e delle aziende. A chi interessa !!!!! Il problema non è dilazionare un debito a cui non si può più far fronte. Il FISCO se lo deve DIMENTICARE. Quando affermo questo dato di fatto non lo faccio a difesa degli evasori, perché questi non sono DEBITORI DELLO STATO, poiché esso non è MAI RIUSCITO A TROVARLI. Parlo a difesa di tutti quei cittadini ed aziende che hanno fatto le dichiarazioni tutte nelle perfette regole e si sono sentiti GABBATI DA QUESTO STATO DI PERSECUZIONE FISCALE. Già le TASSE SONO AD UNA SOGLIA OLTRE OGNI LIMITE e quando il contribuente dichiara la sua impossibilità ad onorare il debito ecco che scattano SANZIONI DA STROZZINI con più interessi, aggio per la riscossione di EQUITALIA, marche da bollo ed ulteriori spese. Se un debito era di 100 alla fine diventa di 130. Ora qualcuno deve spiegare come un debitore che non può pagare 100 possa onorare 130 anche se dilazionato, considerando che nel frattempo dovrebbe onorare le stesse degli anni avvenire. SOLO UN INCOMPETENTE O PEGGIO LO PUO’ PENSARE.

4) Non aumenteremo le TASSE. QUESTA E’ LA BARZELLETTA DI OGNI MANOVRA, A CUI NESSUNO ORMAI CREDE. Nessuno vuole che le TASSE aumentino TUTTI VOGLIONO CHE DIMINUISCANO. Se la CORTE DEI CONTI afferma che il prelievo fiscale è intorno al 53 % vuol dire che esso è DECISAMENTE PIU’ ELEVATO. Come possiamo considerare una persona che lavora in ITALIA un CITTADINO od un SUDDITTO vicino alla SCHIAVITU’ FISCALE ?

Forse si può affermare che ormai lavorare non è indice di CREAZIONE DEL PROPRIO BENESSERE e DELLA PROPRIA FAMIGLIA, bensì un arricchimento di BOIARDI DI STATO con i loro SERVI ? Ebbene questo stato di cose fece IMPLODERE i REGIMI COMUNISTI poiché tolsero la LIBERA INIZIATIVA ed il desiderio di accrescere il proprio STATUS QUO.

5) Si potranno portare in detrazione investimenti e consumi sulla casa. COMPLIMENTI il famoso richiamo per le ALLODOLE. La speranza di BEFERA e SOCI è di aumentare i consumi in modo che il NUOVO REDDITOMETRO possa colpire i poveri SUDDITTI più facilmente. Non solo investendo sulla casa, diverrà ancora più TASSABILE. Essa è ancor meglio dell’AUTO, poiché quest’ultima è molto più facile abbondonarla od eliminarla per non pagare TASSE, ma UNA CASA è assai DIFFICILE farla rottamarla, farla sparire o vendere e quello che stanno preparando in sostituzione dell’IMU diverrà una GARANZIA di ENTRATE per la CASTA. STATENE CERTI. La prima manovra saranno le revisioni degli ESTIMI CATASTALI ed in seguito…….. AUGURI

 

ECCO PERCHE’ AFFERMO CHE SIAMO IN PIENA GUERRA CIVILE.

 

Oggi il desiderio di intraprendere si affievolisce sempre più e senza questa LINFA VITALE il PAESE è agonizzante, la gente tende a vivere del minimo (FARE di più è controproducente) e se si può si RUBA LA MELA con della piccola evasione fiscale, ben lungi dall’evasione del MONTE PASCHI DI SIENA con tutta la tracciabilità dei bonifici. Per raggiungere il valore di EURO 17 Miliardi con 11 bonifici in 8 mesi sapete quanti scontrini o ricevute fiscali sono necessarie da parte della SOCIETA’ LAVORATRICE ?

Le soluzioni per finire o per non inasprire maggiormente la contesa ci sarebbero, ma non sono sicuro che i PRIVILEGIATI abbiano le DOTI per capirlo. Pensano ai giochetti di palazzo come la nobiltà racchiusa nella REGGIA D’ORO di VERSAILLES incuranti dei segnali allarmanti che provengono dall’ECONOMIA REALE, tanto per loro sono solo bisbigli prive di fondamenta. Neanche il declassamento avuto sul DEBITO PUBBLICO li ha scalfiti; ma fate attenzione se le ENTRATE TRIBUTARIE entro il 20 AGOSTO non soddisferanno, nei mesi successivi aspettatevi di tutto.

 

VITTORIO

Come un paese della zona euro, in default, può stampare euro

di Julian DA Wiseman, http://leconomistamascherato.blogspot.it/2011/08/defaulting-eurozone-country-can-print.html Agosto 2011

Trad. e note a cura di Marco Saba, riveduto da N. Forcheri con aggiunta di note
Nota dei Traduttori:

Dall’articolo sotto si enucleano vari fatti interessanti:

1. che la Gran Bretagna non ha aderito al sistema TARGET2, pur partecipando alla BCE e pur non avendo adottato leuro come la Danimarca che pure appartiene a TARGET2.
2. che i TDS (titoli di Stato) sono altamente liquidi e cioè valgono moneta tra banche (donde il contingentamento della BCE degli stessi per evitare il rischio sotto)
3. che a partire dal momento che un paese ha privatizzato come l’Italia il suo sistema bancario si è dato la zappa sui piedi, il che è elementare ma l’autore sotto ragiona come se il paese X avesse entità da esso controllate ossia pubbliche, cioè ragiona da inglese.
4. che le sentenze dei tribunali possono essere aggiustate in senso favorevole per un dato paese, ma questo è valido nella sovranità di un paese come GB, FR e DE poiché non si è mai visto in Italia la magistratura deliberare contro le banche creditrici.
5. che l’euro non è una moneta unica “finale” in quanto la BCE non è pagatore di ultima istanza (ufficialmente) contrariamente alla BoE e alla sterlina che lo sono
6. last but not least, che stampando moneta a iosa, sia pur in una circostanza di default “si diluisce la ricchezza dei creditori” ergo si aumenta quella dei debitori… Non una parola sulla tanto paventata “inflazione”…
Articolo:
Argomento: I default sovrani sono sempre disordinati, ma un default sovrano nella zona euro può causare danni ancora maggiori, molto sparsi e non marginali, su una parte ancora ricca del mondo.

Cronistoria pubblicazione:
 tratto da www.jdawiseman.com/papers/finmkts/20110619_euro_defaulter_print_euros.html. Articolo coperto dai normali diritti di autore

Indice: Introduzione; La contraffazione; Le sterline presso la Banca d’Inghilterra; L’euro in TARGET2; La struttura legale del TARGET2 (molteplicità dei sistemi, le banche centrali hanno un credito perfetto, Il fallimento non si applica a una banca centrale, Qual’è la zona giuridica di competenza?); Alcune domande senza risposta; Conclusioni.

Introduzione

Ai fini di questo saggio, supponiamo che un paese sovrano dell’Eurozona, il paese X, sia a rischio di default. Questo paese sovrano potrebbe essere uno qualsiasi degli attuali Stati membri dell’Eurozona (AT, BE, CY, DE, EE, ES, FI, FR, GR, IE, IT, LU, MT, NL, PT, SI, SK), o un paese non-membro collegato al TARGET2 (DK), o qualsiasi altro paese sovrano (quando diventerà membro della UE).

Si supponga inoltre che il paese inadempiente agisca egoisticamente, se così facendo avesse la possibilità di ottenere un guadagno.
Questo saggio dimostra come la struttura di TARGET2 permette a un paese egoista in default, membro dell’Eurozona, di aiutare se stesso e i suoi amici con quantità illimitate di euro.

La contraffazione

Quindi, il paese X sa che il default è imminente e – ognun per sé – decide di prendersi quello che può.

* Il Paese X presta alle sue banche locali, senza garanzie, una quantità enorme di titoli di Stato la cui quantità teorica potrebbe corrispondere a diversi anni di PIL 

* Questo debito pubblico è utilizzato come garanzia in TARGET2 per effettuare pagamenti di grosse dimensioni a soggetti di comodo in altri paesi della UE.

* Queste entità di comodo possono poi effettuare dei pagamenti ad altri, ivi compreso ad enti nello stesso paese originante, X.
Si rivelerà poi impossibile smontare tutte o in gran parte le operazioni effettuate. Quindi grosse quantità di euro verranno trasferite al paese X. Naturalmente, ci saranno problemi legali. Ma molte di queste cause dovrebbero avvenire nei tribunali del paese X, e citare in giudizio i paesi in bancarotta, presso i propri tribunali, di solito non è produttivo.

Chi è stato derubato? Probabilmente, il reato più simile è quello della contraffazione: il denaro è stato creato, in modo da diluire la ricchezza dei detentori di euro e diluendo così la ricchezza dei creditori. Infatti, se l’operazione viene eseguita in dimensioni abbastanza grandi, la diminuzione del valore della moneta in euro potrebbe essere sostanziale.

La Banca centrale europea è sicuramente al corrente del rischio di tale misfatto. Con le spalle al muro, la BCE sarebbe sicuramente disposta a spendere un sacco – un sacco! – per evitarlo. Gli operatori del mercato potrebbero pensare che questo riduce la probabilità di default. Ma se, in un momento testardo di reciproca distruzione, al paese X è permesso di fare bancarotta, e lo fa dopo questa rapina, il tasso del recupero in euro svalutato sarebbe minimo.

Purtroppo per il paese X, il denaro nuovo di zecca non può essere usato per impedire il default. È solo perché il paese X è inadempiente che sarebbe disposto a creare enormi quantità di obbligazioni. I soldi possono essere stampati, ma mai abbastanza per catturare la coda del debito [NdT: poichè il denaro-debito chiamato euro produce sempre ulteriori interessi da pagare cui non corrisponde il capitale inizialmente creato, una delle principali assurdità del nostro sistema monetario corrotto è che cerchiamo disperatamente di esportare con le guerre pacifinte: vedi Libia i cui ribelli sono finanziati dalla Banca Mondiale].

Il resto di questo saggio spiega come la struttura legale del TARGET2 non riesce a evitare che una banca centrale ostile esegua la contraffazione di enormi quantità di euro.

Le sterline presso la Banca d’Inghilterra

Per spiegare meglio, iniziamo con un semplice esempio sugli aspetti giuridici del sistema di pagamento, a cui la zona euro può essere confrontata. La GBP, la sterlina inglese, è una moneta con una sola banca centrale unificata che, per ragioni storiche, viene chiamata la Banca d’Inghilterra (‘BoE’, Bank of England).

Mettiamo che un milione di sterline siano da pagare, per un qualsiasi motivo, da qualcuno che ha il conto presso la Barclays a qualcuno che ha il conto alla Royal Bank of Scotland (‘RBoS’). Il cliente della Barclays ordina alla banca Barclays il pagamento. La Barclays riduce il saldo del conto del cliente di questo importo. La Barclays, attraverso il sistema di pagamento CHAPS [NdT: sistema di compensazione interbancaria - o settlement], istruisce la BoE di trasferire il denaro dal conto Barclays presso la BoE al conto RBoS sempre presso la BoE. Questa istruzione alla BoE contiene anche informazioni su quale conto RBoS è il beneficiario, e la RBoS aumenta il saldo di quel conto. Il pagamento è fatto.

Si osservi che ci sono due livelli. I clienti bancari ordinari fanno operazioni attraverso le banche, mentre le banche operano attraverso la banca centrale. Nel sistema della sterlina, il tipo supremo di denaro, noto anche come “denaro finale”, è il denaro della banca centrale. Le banche possono continuare a effettuare pagamenti fino a quando il denaro si esaurisce e la BoE smette di prestarne [NdT: e quindi di crearlo "ex nihilo", dal nulla, derubando i legittimi detentori della sovranità monetaria].

L’euro nel TARGET2

Ora supponiamo che un milione di euro debba essere versato da un cliente della Société Générale (‘SG’) in Francia, a un cliente della Danske Bank in Danimarca. (La Danimarca non è un membro della zona euro, ma la banca centrale danese è collegata al TARGET2). Così il cliente della Société Générale ordina alla SG stessa di effettuare il pagamento. La SG diminuisce il saldo del conto del cliente del rispettivo importo. La SG invia un ordine di pagamento su TARGET2, a cui entrambe le banche centrali sono collegate. La Banque de France riduce il saldo del conto SG in base a questo valore, e la Danmarks Nationalbank aumenta il saldo della Danske Bank per la stessa quantità. Infine, la Danske Bank accredita il conto del proprio cliente e il pagamento è fatto.

Davvero? Un momento: come fa la Banque de France a pagare la Danmarks Nationalbank? Non lo fa. Non esiste una moneta unica “finale” nella zona euro.Le banche centrali nazionali non regolano queste cose tra di loro. Fino a quando esse saranno solventi e affidabili, funziona. Ma vuol dire che un paese X fallito può effettuare pagamenti che non può pagare, e se tali pagamenti sono ad agenti dello stesso paese X, allora il paese X avrà pagato sé stesso [NdT, ciò è valido per i paesi che abbiano agenti/enti pubblici cioè banche pubbliche e controllate dal pubblico, donde l'importanza di mantenere un sistema pubblico di banche e società].

La struttura legale di TARGET2

Cerchiamo quindi di esplorare la struttura legale di TARGET2. Il do Indirizzi della BCE del 26 Aprile 2007 sul trasferimento espresso trans europeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale (TARGET2)cumento rilevante è “Indirizzo della BCE del 26 Aprile 2007 relativo a un sistema di trasferimento espresso transeuropeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale (TARGET2)” (TARGET2) (BCE/2007/2) GU L 237 dell’8.9.2007, pag. 1. Esso comprende la formulazione degli accordi che disciplinano il TARGET2.

Il TARGET2 è una molteplicità di sistemi
Allegato II, titolo I,
Art. 3, par. 5-6

5. TARGET2 è giuridicamente strutturato come una molteplicità di sistemi di pagamento composta da tutti i sistemi che costituiscono TARGET2, designati come «sistemi» secondo le rispettive normative nazionali di attuazione della Direttiva sul carattere definivo dei regolamenti. TARGET2-[inserire riferimento a BC/paese] è designato come «sistema» ai sensi del [inserire la disposizione nazionale pertinente di attuazione della Direttiva definitiva sui regolamenti].

6. La partecipazione a TARGET2 ha luogo con la partecipazione a un sistema costitutivo TARGET2. Le presenti condizioni descrivono i reciproci diritti e obblighi dei partecipanti a TARGET2-[inserire riferimento a BC/paese] e della [inserire il nome della BC]. Le regole di elaborazione degli ordini di pagamento (titolo IV) si riferiscono a tutti gli ordini di pagamento immessi o ai pagamenti ricevuti da qualunque partecipante a TARGET2.

Quindi TARGET2 non è una persona giuridica, anzi non è nemmeno una cosa sola. Si tratta di una molteplicità di sistemi, ciascuno dei quali è sotto il controllo di una banca centrale.

Il TARGET2 presuppone che le banche centrali abbiano un credito perfetto
Allegato II, titolo IV,
Art. 16, &1 e 3

1. Un partecipante può limitare l’uso della liquidità disponibile per gli ordini di pagamento nei confronti di altri partecipanti a TARGET2, escluse le BC, fissando limiti bilaterali o multilaterali. Tali limiti possono essere fissati solo in relazione a ordini di pagamento ordinari.

3. Con la determinazione di un limite bilaterale, il partecipante dà disposizione alla [inserire nome della BC] di non regolare un ordine di pagamento accettato se la somma dei propri ordini di pagamento ordinari in uscita verso un altro conto PM di un partecipante a TARGET2, al netto della somma di tutti i pagamenti urgenti e ordinari in entrata provenienti dal conto PM di tale partecipante a TARGET2, supera detto limite bilaterale.

Si osservi che il modello alla base di TARGET2 presuppone che le banche centrali abbiano un credito perfetto.

La procedura d’insolvenza non si applica a una banca centrale
Allegato II, titolo IX,
Art. 34, par. 1

Sospensione e cessazione straordinaria della partecipazione
1. La partecipazione di un partecipante a TARGET2-[inserire riferimento a BC/paese] cessa con effetto immediato e senza preavviso ovvero è sospesa se si verifica uno dei seguenti eventi di default:

a) l’apertura di procedure d’insolvenza;

BCE/2007/2 ,
Allegato II, titolo I,
Art. 1 (Definizioni)
- per «partecipante» (o «partecipante diretto») (participant or direct participant) si intende un soggetto che detiene almeno un conto Payment Module presso la [inserire nome della BC], 1

Poiché le regole di insolvenza si applicano a un partecipante, e che un partecipante detiene un conto Payments Module (PM) presso le rispettive banche centrali e, visto che presumibilmente una banca centrale non dovrebbe detenere un conto PM presso se stessa, quindi la procedura fallimentare non si applica a una banca centrale.

Quale giurisdizione?
BCE/2007/2 , § IV,
Art. 12, par. 1 e 3

Risoluzione delle controversie e legge applicabile
1. In caso di controversia tra le BC dell’Eurosistema relativamente al presente indirizzo, le parti interessate tentano di comporre la controversia in conformità di quanto previsto nel protocollo di intesa relativo alla procedura per la composizione delle controversie interne al SEBC.
3. Nel caso di una controversia del tipo di cui al paragrafo 1, i rispettivi diritti e obblighi delle parti sono determinati in via principale dalle norme e procedure stabilite nel presente indirizzo. Nelle controversie relative ai pagamenti tra i sistemi componenti TARGET2 trova applicazione, in via sussidiaria, la legge dello Stato membro in cui si trova la sede della BC dell’Eurosistema del beneficiario, a condizione che essa non contrasti con il presente indirizzo.

Ciò lascia spazio ad astuzie impreviste e alle conseguenti dispute. Che cosa accade se il paese X, sul bordo del default, fa quanto segue:

  • Crea tantissimi titoli di Stato, valutati generosamente, e li presta a una banca locale amichevole.

  • Tale banca, utilizzando i titoli appena emessi come garanzia, invia i soldi sul conto di un’entità di comodo nel paese Y non ìn default e appartenente al sistema TARGET2 (con X ≠ Y).
  • Metà di tale denaro viene poi reinviato a un altro ente del paese X.

  • E quindi? I tribunali del paese Y possono decidere se il pagamento in uscita, sostenuto da garanzie dubbie, sia valido o meno. Se è valido, allora la metà del denaro restante nel paese Y è moneta buona. Se non è valido, allora l’entità di comodo del paese Y fallisce, e il suo liquidatore si rivarrà per il pagamento con il paese X. Ma quest’ultimo caso verrà poi valutato dal Tribunale del paese X, le cui leggi potrebbero essere state “aggiustate” in senso sfavorevole per la condanna di tali azioni.

    Nel determinare la validità dei pagamenti, la regola importante è tipicamente la legislazione locale del 1998 di attuazione della DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO che modifica la direttiva 98/26/CE concernente il carattere definitivo del regolamento nei sistemi di pagamento e nei sistemi di regolamento titoli e la direttiva 2002/47/CE relativa ai contratti di garanzia finanziaria per quanto riguarda i sistemi connessi e i crediti
    (la cui implementazione è un obbligo: si veda l’allegato II, Titolo I, Art. 3, par. 5 citato sopra).

    Ma la legislazione locale e la giurisprudenza potrebbe variare, quindi le autorità del paese X potrebbero complicare ulteriormente le cose con l’invio di denaro, tramite entità di comodo, in molteplici giurisdizioni del sistema TARGET2.

    Alcune domande senza risposta

    Questo ragionamento lascia senza risposta alcune domande sgradevoli.

    • ">In quale momento la BCE potrebbe accorgersi di cosa sta succedendo, e quindi avviare il default formale staccando la spina? La stampa finanziaria ha generalmente descritto le azioni delle autorità dell’Unione europea, nella crisi attuale, come “buttare a calci il barattolo giù per la strada”. Questo passo sarebbe il contrario: la BCE direbbe che, poiché il paese X deve comunque fallire un giorno, la BCE fa avvenire il default immediatamente. Questa sarebbe una decisione difficile da prendere e da giustificare. Non è chiaro se sia legale.

  • Qual è la nazionalità dei dipendenti della BCE che potrebbe staccare la spina? Si può aver fiducia che non farebbero una telefonata rimandando di dieci minuti? Davvero possiamo fidarci ?
  • Sarebbe davvero possibile per il paese X di eseguire un atto ostile in diretta violazione degli obblighi derivanti dal trattato? Anche se non lo facesse, potrebbe forse il paese X minacciare di farlo? La BCE potrebbe davvero contare sul fatto che il paese X non lo farebbe ?

  • Conclusione

    I default sovrani sono sempre disordinati, ma un default sovrano nella zona euro può causare danni ancora maggiori, molto sparsi e non marginali, su una parte ancora ricca del mondo. La BCE lo sa sicuramente ed è per questo che continua a insistere sul non-default.La BCE intende proprio questo.

    - Julian DA Wiseman
    19 giugno 2011
    www.jdawiseman.com
    1[per Payment Module (PM) si intende un modulo della Single Shared Platform o Piattaforma unica condivisa nel quale i pagamenti dei partecipanti a TARGET2 sono regolati sui conti PM, cioé un conto detenuto da un partecipante a TARGET2 nel paese membro presso una BC dell'Eurosistema, necessario per consentire a tale partecipante a TARGET2 di: immettere ordini di pagamento o ricevere pagamenti attraverso TARGET2; e regolare tai pagamenti attraverso tale BC dell'Eurosistema]v

    MENTRE AFFONDIAMO SULLE BEGHE DEL BANANA, L’ITALIA ENTRA NEL TUNNEL DEI COMPITINI EUROPEI



    MENTRE AFFONDIAMO SULLE BEGHE DEL BANANA, L'ITALIA ENTRA NEL TUNNEL DEI COMPITINI EUROPEI
    DAGOSPIA | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/pj9Ym


    Federico Fubini per "la Repubblica"ENRICO LETTA AGOSTO non è mai stato un mese facile per i mercati in Italia, ma dopo due ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    "La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolam...



    "La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolam...
    ABBATTIAMO LA FRODE BANCARIA E IL SIGNORAGGIO'S FACEBOOK WALL | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/pjw4b


    "La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolamento" Henry Kissinger Capito come ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    I TEDESCHI INVIDIANO I GRECI E NON VOGLIONO LAVORARE FINO A 70 ANNI



    I TEDESCHI INVIDIANO I GRECI E NON VOGLIONO LAVORARE FINO A 70 ANNI
    DAGOSPIA | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/pjkgX


    Tonia Mastrobuoni per La StampaANGELA MERKEL FA LEZIONE AI RAGAZZI DI UN LICEO «Perché dobbiamo pagare le pensioni di lusso ai ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    La Realtà dell'America



    La Realtà dell'America
    JOHNNY CLOACA'S FREEDONIA | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/peYh0


    E' vero, la società mondiale sta scivolando lentamente verso un Grande Fratello reale. Alla maggior parte delle persone pare ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    Margin Debt: nuovo record a Wall Street ma anche per colpa dello ZIRP



    Margin Debt: nuovo record a Wall Street ma anche per colpa dello ZIRP
    INTERMARKETANDMORE | MAR 20 AGO
    http://intermarketandmore.finanza.com/margin-debt-nuovo-record-a-wall-street-ma-anche-per-colpa-dello-zirp-57737.html


    Se il Margin Debt ha raggiunto questi livelli non è solo per via della speculazione, ma anche per la politica ZIRP della FED ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    La marea della liquidità si ritira dai mercati emergenti. Sarà una tempesta perfetta?



    La marea della liquidità si ritira dai mercati emergenti. Sarà una tempesta perfetta?
    FINANZA.COM BLOG NETWORK ARTICOLI | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/pgx3c


    Si accendono focolai di allerta nei mercati emergenti. Gli investitori fuggono soprattutto da India e Indonesia. La divisa ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    TASSI AMERICANI AL 5%! .COME PERDERE IL 30% DA UN FONDO OBBLIGAZIONARIO COME TEMPLETON O PIMCO O CARMIGNAC....IN POCHE SETTIMANE



    TASSI AMERICANI AL 5%! .COME PERDERE IL 30% DA UN FONDO OBBLIGAZIONARIO COME TEMPLETON O PIMCO O CARMIGNAC....IN POCHE SETTIMANE
    MERCATO LIBERO 335.6651045 | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/piDcy
    PER FAVORE, PRIMA DI PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO, CLICCA IL LINK E  LEGGI QUESTA STORIA IMPRENDITORIALE ITALIANA ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    ITALIA: Le banche sostengono sempre MENO la ripresa economica



    ITALIA: Le banche sostengono sempre MENO la ripresa economica
    INTERMARKETANDMORE | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/pjCIK


    Di parole se ne sono fatte tante e molto spesso si è parlato del ruolo delle banche italiane in questo particolare momento ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    COME PERDERE IL 30% DA FONDI COME TEMPLETON PIMCO M&G CARMIGNAC E ROBA VARIA...IN POCHE SETTIMANE..E POI CHIEDETE COME MAI AL VOSTRO PROMOTORE O PRIVATE BANKER...

    PER FAVORE, PRIMA DI PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO, CLICCA IL LINK E  LEGGI QUESTA STORIA IMPRENDITORIALE ITALIANA VERA E GIUDICA TU CHI SONO I TRADITORI DELLA PATRIA

    DOPO ANNI DI QE E TASSI DROGATI AL RIBASSO....DOPO CHE LE BANCHE CENTRALI HANNO CONVINTO TUTTI A INVESTIRE IN OBBLIGAZIONARIO.... OGGI ESISTE IL SERIO INTERESSE DELLE BANCHE CENTRALI DI CREARE UNA RECESSIONE DA TASSI AL RIALZO ...CON POSSIBILI PUNTE INIMMAGINABILI FINO A POCHI MESI FA.

    DEL RESTO LO SAPETE BENE CHE IN QUESTI MERCATI SI VA DA UN ECCESSO ALL'ALTRO IN POCHI MESI...TUTTO PILOTATO DALLE BANCHE CENTRALI PER IMPOVERIRE IL RISPARMIO... PENSATE A UNA SICAV COME PIMCO CHE POTREBBE AVERE PERFORMANCE NEGATIVE DEL 30%..SAREBBE UN DISASTRO PER L'INVESTOTORE....CHE RIVEDREBBE LE QUOATAZIONI SOLO DOPO UNA DECINA DI ANNI...

    ECCO COME BRUCIANDO RICCHEZZA ...BRUCIANO IL DEBITO....RICORDATEVI QUESTO PASSAGGIO FONDAMENTALE ...AGLI OCCHI DEI BANCHIERI CENTRALI

    spesso ci dimentichiamo di una semplice simmetria..c'è troppo debito...beh...vuol dire che ci sono troppi soldi che lo hanno comprato...per ridurre lo stock di debito basta alzare i tassi e lo stock crolla....chi lo ha in pancia se lo tiene...e le perdite delle banche verranno coperte in qualche modo...non quelle dei privati..che si terranno le perdite...

    Giro al ribasso per le borse ...E POI...BORSE E BONDS DIVENTERANNO ATTRAENTI CON RITORNI MEDI MOLTO ALTI PER COLORO CHE SARANNO RIMASTI LIQUIDI CON I RISPARMI AL SICURO IN POSTI CHE NON POSSONO ESSERE CONFISCATI

    LE AZIENDE CON IN PANCIA CASH POSSONO ESSERE ABBASTANZA TRANQUILLE...MA RICORDATEVI IL 2008...

    LA CORSA NEL MONDO E' AL RIALZO DEI TASSI PER ATTIRARE CAPITALI. PIU' I TASSI SALGONO E MOSTRANO TENDENZA A SALIRE...PIU' LE OBBLIGAZIONI SCENDONO E I GRANDI FONDI MONDIALI VENDONO...VENDONO VENDONO.

    PENSARE A UNO SPIKE SUL DECENNALE USA AL 5%, IN EUROPA IL BUND AL 3,5% E UN BTP AL 6% NON E' FOLLIA..

     BASTA VEDERE QUANTO STA ACCADENDO IN INDIA E INDONESIA...MA NON E' CHE LA PUNTA DI UN ICEBERG...

    L'IPOTESI NON HA ALTE PROBABILITA'..... MA NON VA ASSOLUTAMENTE SOTTOVALUTATA

    I mercati azionari mondiali in profondo rosso. Piazza Affari lascia sul terreno il 4% in due giorni. 

    In giappone è il fallimento della politica di Abe a preoccupare, ma non solo...infatti : Fukushima, fuga di acque radioattive 300 tonnellate finiscono nell'oceano La Tepco, che gestisce la centrale colpita dallo tsunami nel 2011, ammette che la perdita dei liquidi di raffreddamento è molto superiore al previsto e con livelli altissimi di radiazioni beta. La Corea chiede chiarimenti a Tokyo.

    In germania i dati odierni sono inferiori alle attese. La Bundesbank lancia l'ennesimo attacco a Draghi e il ministro dell'economia tedesco afferma che in Europa è giusta l' austerity, ma non in germania dove non è prevista nessuna stretta fiscale (a pochi giorni dal voto cosa pensavate che diceva)?

    L'EURO continua a essere forte ...e la sua forza di oggi sara' la SUA DEBOLEZZA DI DOMANI..infatti l'italia e la spagna sono delle polveriere (insieme a grecia portogallo e francia) IL DOLLARO A 1,335 DI QUESTA MATTINA E' SEMPLICEMENTE RIDICOLO...

    I paesi Brics in recessione...prime  l'india, adesso l'Indonesia, il Giappone barcolla, la svalutazione del real e delle altre monete frena le esportazioni europee in quei paesi ..(brasile turchia sud africa svalutano e alla lunga diventano solo piu' competitivi...anche perche' hanno le materie prime)

    Inatanto negli Usa e in Europa i tasi salgono per una finta ripresa...o per la fine dei QE

    Gli investitori escono dai grandi fondi obbligazionari come TEMPLETON, PIMCO, CARMIGNAC, M&G, BLACKROCK...miliardi e miliardi di  dollari ed euro di vendite....NESUN COMPRATORE...E I TASI CHE SALGONO, mettono a repentaglio l'immobiliare sempre piu' in picchiata in europa e in raffreddamento negli Usa, aumentano il costo del debito pubblico, frenano iniziative imprenditoriali.

    In Egitto arrestano il leader dei fratelli musulmeni e la tensione va alle stelle

    La politica italiana è sempre piu' a pezzi fra Berlusconi che non vuole arrendersi, Napolitano vecchio e incapace, Letta che non decide nulla e attende la fine dell'Italia e Grillo che urla...Insieme alla politica è a pezzi l'intero paese...
    Mentre tutto questo accade....i controlli del fisco si infittiscono cosi' come le multe ...impossibile ribellarsi, impossibile discolparsi...se non con processi che durano anni..L'italia è unpaese pericolosissimo per investire e fare impresa..

    In Italia si ritorna a discutere di confische patrimoniali e tasse di successione al 30% senza franchigia.

    BUONA GIORNATA
    IO SONO AL MARE A GODERMI GLI ULTIMI GIORNI DI VACANZA...SETTIMANA PROSSIMA SI RICOMINCIA CON UNA AGENDA INCREDIBILMENTE FITTA DI APPUNTAMENTI E DI NUOVI PROGETTI DA FAR PARTIRE

    QUESTA CRISI CREA OPPORTUNITA' FANTASTICHE

    ATTENZIONE si è Scatenata Una Crisi Finanziaria Globale, Crolla la Borsa Indonesiana, Tassi di Interesse dei Brics sulla Luna!!!!



    ATTENZIONE si è Scatenata Una Crisi Finanziaria Globale, Crolla la Borsa Indonesiana, Tassi di Interesse dei Brics sulla Luna!!!!
    RISCHIO CALCOLATO | MAR 20 AGO
    http://pulse.me/s/p6mJH


    Parafrasando un noto detto americano: La crisi capita! E sta capitando con una forza sorprendente. Sono mesi che vi raccontiamo ... Read more

    --
    Inviato tramite Pulse/


    Inviato da iPhone

    Ricerca: in Veneto un polo unico per l’eccellenza

    bottacin1La ricerca in Veneto è ai livelli più alti in Italia.
    Lo ha certificato l’Anvur, l’Agenzia per la valutazione universitaria, al termine di un percorso di valutazione durato anni.
    Non è il caso però di sedersi sugli allori, perché se vogliamo che le nostre università diventino eccellenze riconosciutea livello globale e contribuiscano a traghettare l’economia veneta e italiana verso lidi più rosei degli attuali, dobbiamo agire su alcune leve specifiche.
    Vorrei che non passassero sotto silenzio le affermazioni del professor Massimo Castagnaro e invito il presidente della Regione Luca Zaia e i miei colleghi in Consiglio a riflettere seriamente in merito all’unificazione degli atenei veneti.