23/10/13

Oggi le comiche: G20, Italia copresidente gruppo anticorruzione



Oggi le comiche: G20, Italia copresidente gruppo anticorruzione
L'INDIPENDENZA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sgtvW


di TONTOLO Oggi vanno in onda le comiche a livello mondiale. Leggete questa: «Questa mattina, nel corso di una riunione ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

133,3%, altro record! Il debito pubblico italiano continua a crescere



133,3%, altro record! Il debito pubblico italiano continua a crescere
L'INDIPENDENZA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/szQ5a


di LUIGI CORTINOVIS Non si ferma mai! Il debito pubblico italiano si e' attestato al 133,3% del prodotto interno lordo ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Si Sfracella il Prezzo del Petrolio, ma l’Economia Va Benone (Come no! Gianniiii l’Ottimismo… e il Picoooooooo)



Si Sfracella il Prezzo del Petrolio, ma l'Economia Va Benone (Come no! Gianniiii l'Ottimismo… e il Picoooooooo)
RISCHIO CALCOLATO | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/spNA5


(uno dei tanti grafici degli ineffabili Oil Drum, Aspo, PeakStaCeppadiMin…., con cui ci hanno frantumato ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Articolo pubblicato  su MERCATOLIBERONEWS del 23/10/2013.


COME VOLEVASI DIMOSTRARE.


Le Agenzie di Stampa hanno ripreso con largo megafono le dichiarazioni di Carlo De Benedetti sul fatto che l’ITALIA è la zavorra della CRESCITA MONDIALE. La questione mi fa sorridere per non piangere. Nell’articolo posto su questo blog in data 12/09/2013 SI SALVI CHI PUO’. dissi apertamente che l’ITALIA non avrebbe agganciato la ripresa, anzi avrebbe continuato la CRISI e le prospettive dei valori PATRIMONIALI sarebbero sempre stati in discesa. Ma l’”APPEAL” dei BLOGGER non è pari al De Benedetti, anche se prevedono prima. Ebbene in questi vent’anni di “BAILLAME SPORCO”, lui non è forse stato un degno ARTEFICE di smobilitazioni industriali a vantaggio della FINANZA ? Naturalmente la SUA sia chiaro. Quando accenna ai casi TELECOM, ALITALIA ed altri ancora dovrebbe ricordarsi delle SOCIETA’ ALIMENTARI dell’IRI regalategli da compiacenti politici e poi vendute a MULTINAZIONALI ESTERE con larghe sopravvenienze attive e giù, giù fino ad arrivare al caso MONDADORI. La CIR inoltre non è immune da poca trasparenza nei confronti dei piccoli azionisti ed il fatto che si pone a scudiero in difesa di essi nel caso TELECOM mi vien da dire;


“SENTI DA CHE PULPITO VIENE LA PREDICA”

 

Solo su un punto condivido le sue rimostranze sul DECLINO ED AVVILLIMENTO DEGLI ITALIANI,  che non sono gli ITALIOTI.

 

In un recente meeting con dei consulenti aziendali, ci siamo posti un quesito: CHI SONO GLI “ITALIANI” affermatesi alla fama MONDIALE che hanno potuto realizzare le loro ricerche ed i loro studi in questo PAESE ? Provate a rispondere e vi accorgerete che la stragrande maggioranza di essi sono dovuti emigrare poiché in ITALIA vige un LOSCO SISTEMA ITALIOTA che non permette di sviluppare in ambienti tecnologici men che meno in quelli scientifici. Stessa cosa in ambito ECONOMICO FINANAZIARIO visto il risultato dei SOLONI DI CASA NOSTRA che continuano a parlare, parlare ed ancora parlare sia privati o pubblici che insegnanti o parlamentari, i quali ci hanno portato dopo anni ed anni di esperienza alla situazione attuale. COMPLIMENTI !!!!!!

Ebbene tutto questo la dice lunga su cosa ci prospetta l’avvenire e cosa si sta verificando nel PAESE.

1) IL NORD ITALIA:  Quando si parla di questa MACRO REGIONE bisogna dividerla in due; il NORD OVEST è il NORD CENTRO-EST. Ancor oggi le statistiche indentificano in modo errato queste suddivisioni, poiché non hanno osservato l’evoluzione negli anni  dello sviluppo e della logistica ed anche il modificarsi dell’imprenditoria di queste due zone. Oggi il NORD OVEST è praticamente il PIEMONTE e la LIGURIA con metodologie industriali similari e fortemente in caduta libera per quanto riguarda le GRANDI AZIENDE. Poi il MONO impero degli Agnelli, subentrati  nella “gestione del potere” ai SABAUDI, identifica fortemente il radicamento tutto “REALE” sull’economia  più portato all’accentramento nella città di TORINO , come è nella confinante FRANCIA con PARIGI. D’altronde l’influsso transalpino sia nel costume che nella storia ha sempre influenzato questa parte d’ITALIA. Aver identificato per anni la LOMBARDIA come parte integrante del NORD OVEST industrializzato è stato l’errore più grosso che si potesse fare. Ma era evidente che aiutava molto a generare valori di ricchezza superiori e che potevano essere sfruttati benissimo dagli industriali piemontesi ed in particolar modo dai soliti noti . La desertificazione industriale perpetuata sulle grandi industrie milanesi dalla FIAT assomiglia molto all’attuale appropriamento delle MARCHE AUTOMOBILISTICHE presenti in EMILIA con la chiusura delle sedi e fabbriche per arroccarsi a TORINO come in una bella partita a scacchi. I sintomi si sono già visti con TERMINE IMERESE ed il resto del SUD ITALIA. Tanto i finanziamenti ed i benefici li hanno già ottenuti anni or sono. Il vero valore aggiunto di questa bellissima parte d’ITALIA non sono più  le sue industrie, bensì come sempre l’agricoltura e i suoi prodotti alimentari insieme all'industria agro-alimentare. Sarà un caso che si vocifera di un forte interesse di NESTLE’ su FERRERO ? Comunque l’arroccamento questa volta non sarà sufficiente a superare la pressa FRANCO-TEDESCA ed il destino di FIAT sarà sempre più lontano dall’ITALIA per quanto riguarda le produzioni.


L’altra parte del NORD ITALIA (Lombardia, Veneto ed anche Emilia) è completamente diverso.

La dinamicità degli imprenditori, il territorio e soprattutto i poli industriali la pongono in una posizione d’interesse straniero molto elevato affinché le sue strutture entrino in forte integrazione col sistema produttivo teutonico, A suffragio di tutto questo è stato il MEETING svoltosi a BOLZANO in questi giorni tra la CONFINDUSTRIA e la BDI tedesca. Questo per la verità già esisteva nei decenni precedenti, ma oggi l’interesse e assai più complesso ed articolato. L’interesse della SVIZZERA, AUSTRIA ed in particolar modo della GERMANIA per le aziende italiane di questa macro regione è talmente forte che per ovviare alle mancanze di ROMA (imbesuita da mentalità ITALIOTA e parassitaria mediterranea) offrono i loro confini alla delocalizzazione delle imprese per integrarsi al sistema produttivo teutonico.

IL NORD SE NE STA’ ANDANDO, CON TANTI SALUTI AGLI ITALIOTI.

Quello che BOSSI non è riuscito a fare, la CRISI lo farà. Ma con una differenza, se si fosse dato atto ad una forma di federalismo, magari SVIZZERO o TEDESCO, nessuno avrebbe delocalizzato, ma essere contrari a prescindere e dando dei razzisti od egoisti a chi lo paventava non ha fatto che aumentare le discrepanze. Ora questi imprenditori creeranno ricchezza altrove con buona pace dei salottieri, delle banche e del settore pubblico ai quali con l’andar del tempo disporranno sempre meno di linfa vitale: IL DENARO..

I CITTADINI sono arrivati al limite di sopportazione per non essere considerati tali, ma SUDDITTI e di conseguenza non sono più disposti ad essere spolpati da quel SETTORE PUBBLICO oneroso, dispendioso, corrotto, aguzzino e lobbistico. La continua richiesta di ulteriori prelievi di risorse per ovviare alle spese non corrisponde ad una miglioria dei servizi, anzi è sempre peggio.  Si pretende molto e non si da nulla se non in forma scarsa e con bassa qualità, ma pieni di arroganza che qualche volta sconfina in abuso di ufficio.

Lo ripeterò all’infinito prima di pretendere le tasse e rispetto delle regole, si deve essere onesti nello svolgere e spendere il denaro pubblico. 

Quando esistono CITTADINI che si suicidano, ultimamente nel Veneto anche una donna imprenditrice, o perdono la casa per le troppe tasse, questo non avviene per i dirigenti pubblici o parlamentari garantiti dalla stipendio pagato da quei CITTADINI che sono magari precari o cassaintegrati ma a cui si chiede sempre di pagare GABELLE, il primo pensiero da porsi non è aumentarle ma diminuirle ed ancor più vedere di togliere gli sprechi e gli abusi oltre che i truffaldini. Solo allora si può chiedere di più.  

2) LEGGE DI STABILITA’ E DEL FARE:  La più grossa BUFALA. Non risponde alle esigenze dell’ECONOMIA REALE e quindi diverrà un grosso BOOMERANG. Non parlo della ridicola riduzione del CUNEO FISCALE che non serve neanche a coprire i caffè consumati in 15 giorni, ma perché è solo una grossa CLASSICA MANOVRA CONTABILE per favorire le BANCHE e chiudere l’anno nei parametri EUROPEI. Niente di innovativo e tutto a salvaguardia delle rendite della CASTA e dei suoi accoliti (soprattutto tutti quei liberi professionisti fortemente integrati nel loro sistema e succhiatori di risorse). Peccato che questo farà diminuire ancor più le risorse sia lavorative che economiche, poiché non producono ricchezza ma la sprecano.


Inoltre la battaglia dell’IMU e dell’IVA è stato il solito DITO per non far vedere la luna. La LUNA sono la TELECOM, l’ALITALIA ma soprattutto le SOFFERENZE DELLE BANCHE. Quest’ultime sono sempre più impressionanti e per di più saranno l’ulteriore CATASTROFE dell’ECONOMIA REALE. Grazie ai meccanismi introdotti dalla LEGGE DEL NON FARE, si potrà mettere a disposizione delle BANCHE una bellissima forma di aumento delle perdite e quindi riduzione degli utili ed a seguire diminuzione delle TASSE. In cambio esse potranno liberarsi ed accanirsi sui loro debitori, quasi tutti piccoli imprenditori, famiglie o pensionati, sia sotto forma diretta che indiretta tramite vendita dei crediti a società specializzate nel recupero. Sarebbe interessante che la GHESTAPO DI FINANZA indaghi con efficienza per vedere chi sono i soci o con quali sistemi effettuano i recuperi. Potrebbero emergere delle interessanti sorprese. Il fatto che stanno aumentando a dismisura le pratiche legali di atti ingiuntivi e pignoramenti da parte di STUDI ASSOCIATI DI AVVOCATI degni di metodi d’accanimento terapeutico al limite della legalità pur sapendo che  esiste una fortissima contrazione economica e quindi scarsa possibilità da parte dei debitori di trovare risorse al fine di onorare gli impegni, pone dei terribili sospetti di USURA se non di SCIACALLAGGIO SOCIALE.


Ma ho dei seri dubbi che essa si adopri a queste indagini, poiché la prima società ad eseguire questo tipo di oppressione ed abuso è EQUITALIA, che una società di STROZZINAGGIO LEGALIZZATO.


Se pensano di porre questi CITTADINI , inadempienti a causa della CRISI provocata dalle  BANCHE, DALLO STATO E DALLE GRANDI AZIENDE, a rimboccarsi le maniche alfine di assolvere ai loro impegni, commettono il più grosso errore che dei governanti ed i loro accoliti possono fare. La depressione che si instaura in loro pone ad uscire dal sistema e di non rientrarne più. Non solo non avendo più fiducia nelle istituzioni, si porranno in antitesi ed in lotta con esse e non seguire le regole diverrà la regola, poiché esse sono opprimenti ed ingiuste e tutto quello che riguarda la legalità di uno STATO sarà visto come NEMICO DA COMBATTERE compresi i suoi complici. Se poi si accentueranno le oppressioni si porranno le basi per una disubbidienza civile che potrà sfociare in una ribellione.


Il non porsi delle strategie atte a togliere la SPADA DI DAMOCLE DEI DEBITI sui CITTADINI oltre ad essere poco lungimirante è anche VIGLIACCO e MESCHINO, al quale nessun governante degno di questo titolo può porsi a difesa se non per puro SADISMO ed INTERESSE PERSONALE. La Storia insegna che tutte le volte che i governanti si difendono dietro la frase” E’ LA LEGGE”, senza porsi il quesito se essa sia GIUSTA ed EQUA soprattutto in particolari periodi, alla fine genera la sua stessa decadenza. Oggi bisogna essere predisposti a subire delle PERDITE per garantire un nuovo FUTURO e CRESCITA. L’IMBECILLE che non è disposto a questa mediazione ed eventualmente anche al sacrificio, compreso lo STATO, e continua a perseverare nel DIABOLICO intento di ottenere quello che egli reputa legale, ma sconsideratamente sa’ che è generato da regole e calcoli atti a fare VIOLENZA sugli individui, si garantirà e garantirà un futuro di PENE e SOFFERENZE al quale nessuno può immaginare dove sfoceranno.


3) IL SUD “MUORE”: La virgolettatura ha un significato ben preciso. La sua “MORTE” non è causata dalla mancanza di risorse umane capaci ed operose, ma perché è in mano alla CRIMINALITA’ ORGANIZZATA. E’ sufficiente vedere quali sono le REGIONI d’ITALIA più povere e si capisce per quale motivo non potranno mai progredire. Non solo; tutti i finanziamenti, le opere pubbliche, le agevolazioni per investire al SUD non servono a niente se non si creano le basi per una NUOVA IMPRENDITORIA LOCALE libera da questo cappio e la si protegge. Oggi dal NORD nessuno è più disposto ad investire sia in risorse che in denaro, poiché sanno che è tempo perso. Tutti gli incentivi elargiti in questi anni sono finiti nelle tasche della CRIMINALITA’ ORGANIZZATA o nella GRANDE INDUSTRIA, le quali hanno investito una piccolissima parte sul territorio ed in seguito non li hanno mai sostenuti sapendo che non esiste nessuna protezione da parte della LEGALITA’ nei confronti della ILLEGALITA’. Quindi ormai la fuga dagli investimenti industriali sarà sempre più massiccia con danno notevole alla parte sana del SUD che crede ancora che il BENE trionferà.


A suffragio, nessun MEDIA ne parla, è una nuova ondata di fuga di risorse umane dal SUD ITALIA verso il NORD, ma non sempre quello italiano; anzi verso il CENTREUROPA. Questa determinerà un aumento della povertà nel SUD come territorio, con un ringraziamento particolare della CRIMINALITA’ ORGANIZZATA, la quale la farà sempre più da padrona e che  il benessere ed il progresso non interessa minimamente; anzi più esiste povertà e più potrà controllare il territorio e soggiacere la popolazione ai suoi loschi interessi e reclutare “MANO D’OPERA FEDELE”. Le risorse economiche non le mancano ed anche i politici corrotti. Le infiltrazioni nelle opere pubbliche e finanziamenti statali è talmente elevato che il sospetto che tutto quello che è STATALE sia MAFIOSO ormai predomina il percepire degli ITALIANI, non degli ITALIOTI i quali credono che gli asini volino. Ormai diviene sempre più radicato nel pensiero comune che ROMA sia in mano alle cosche e che tutto quello che legifera lo fa a danno della comunità ed a salvaguardia degli interessi criminali. Anche in questa occasione la separazione delle 2 ITALIE è sempre più accentuata non tanto dalla LEGA, ma dalla visione opposta di realtà economica sociale basata su LEGALITA’ ed ILLEGALITA’. La prima è stanca ed è disposta ad andarsene od, e questo non è assolutamente da sottovalutare, a lottare alfine della sua sopravvivenza; anche con l’aiuto di FORZE ESTERNE non appartenenti alla realtà italiana, alle quale non credono più. Le infiltrazioni mafiose al nord esistono, basti pensare certe province come IMPERIA e SAVONA od a comuni nell’HINTERLAND MILANESE od a zone nel TORINESE, e sono forti, ma può provocare una reazione da parte della popolazione del NORD nei confronti dei provenienti di quelle regioni inimmaginabile fino ad oggi. La generalizzazione è una BRUTTA BESTIA provocarla ha sempre portato disastri. Poi continuare a dare dei razzisti, egoisti, etc etc a persone che non lo sono, ma che sono solo stufe di sentirsi vacche da mungere, può provocare la reazione opposta ed aumentare i contrasti. Il vero nodo da sciogliere è LEGALITA’ ed ILLEGALITA’. Impensabile pretenderla da una parte alfine di sfruttare le sue risorse economiche lasciando  che l’altra parte si foraggi con esse a danno della prima. Penso sempre alla “ACQUA CHETTA CHE TRAVOLGE I PONTI”, anche i BUONI hanno un limite di sopportazione; superarlo non è assolutamente consigliabile.


4) FINANZA E BANCHE: Come detto sopra, la LEGGE DI STABILITA’ è solo fatta come MANOVRA CONTABILE atta a mantenere i PARAMETRI EUROPEI soprattutto della FINANZA e di conseguenza delle BANCHE. Il fatto che le risorse “LIQUIDE” sono sempre più scarse, nonostante i vari LTRO (che sono prevalentemente VIRTUALI e poco REALI), è evidente che l’unica risorsa disponibile su cui si può agire sono i PATRIMONI sia mobiliari che immobiliari. Gli USA sono anni che cercano di trovare un EXIT STRATEGY dalla crisi, con l’intento di mantenere “CONTABILMENTE” il loro DEFICIT e continuando ad innalzare il DEBITO ed i QE e con la speranza vana che accada qualcosa nel frattempo. La furbata di aumentare i valori degli ASSET pur di mantenere i parametri dura poco e diventa il più grosso BOOMERANG se non viene in seguito suffragato da una VERA CRESCITA DELL’ECONOMIA REALE, altrimenti scoppia la BOLLA. Nessuna iniezione di CARTA MONETA può servire, poiché continuerebbe a circolare solo all’interno della FINANZA. Il fatto che le BORSE aumentino continuamente i loro valori e record in una ECONOMIA REALE ASFITICA mi fa pensare alla CRISI DEL TULIPANO NERO, dove il suo valore aumentava vertiginosamente all’interno della borsa ma che nella realtà economica di tutti i giorni non interessava a nessuno. Oppure alla famosa crisi bancarottiera dei titoli terrieri della zona di NEW ORLEANS venduti a PARIGI magnificandone i possedimenti e le ricchezze, ma che poi si rivelarono PALUDI. Ebbene provate ad immaginare le persone che acquisirono per ultimi quegli ASSETS come finirono ? Il famoso CERINO. Ora di cerini la FINANZA odierna ne è piena. Non solo, anche il SETTORE IMMOBILIARE, anzi forse di più, non è immune, poiché è stata la vera BOLLA di questa CRISI. Non solo, si vuol sostituire le case alle auto nelle imposizioni fiscali, poiché è chiaramente più difficile disfarsene ed a prescindere dal fatto che tu abbia le risorse o meno per pagare le nuove IMPOSTE, TASSE e GABELLE si diventerà per forza DEBITORI, con buona pace dell’INVESTIMENTO IMMOBILIARE sicuro è garantito nel tempo. Il PARADOSSO e che oggi esso non è una fonte di guadagno, bensì un SUCCHIA RISORSE. Solo pensare alle NUOVE TASSE, alle SPESE CONDOMINIALI, alle IMPOSIZIONI LOCALI ed al MANTENIMENTO DELL’IMMOBILE viene da chiedersi dov’è tutto questo BUON INVESTIMENTO. Forse nella rivalutazione del BENE ? O nel darlo in LOCAZIONE? Gli ultimi anni non lo dimostrano, Tutti questi CERINI sono stati finanziati dalle BANCHE, perché gli IMMOBILI sono una GRANDE FORMA DI GARANZIA. Peccato che la REALTA’ e ben diversa, soprattutto negli IMMOBILI COMMERCIALI. Chiaro l’intento odierno di tutti di rivitalizzare il SETTORE IMMOBILIARE alfine di reperire liquidità e dismettere CERINI con buona pace dell’investitore. I RICHIAMI PER LE ALLODOLE o i CANTI DELLE SIRENE sono sempre più pressanti ed avvolgenti e di sicuro faranno VITTIME.


Tutto questo non significa che non esistano delle OPPORTUNITA’ INTERESSANTI, anzi; ma è l’approccio all’investimento che deve essere rivisto. Il BENE deve essere USATO o PRODURRE RICCHEZZA, non risparmio od accrescimento dello STATO PATRIMONIALE.


MEGLIO AVERE UNA CASA BELLISSIMA CHE 10 TENUTE MALE.


La LIQUIDITA’ diverrà sempre più il preponderante STRUMENTO ATTIVO DELLE RISORSE ed i BENI DUREVOLI sempre meno interessanti. L’esempio più rivelatore è il SETTORE AUTOMOBILISTICO. La diminuzione di acquisto di veicoli non solo nel nuovo, ma anche nell’usato, pone le case automobilistiche a scegliere strategie di MARKETING non più poste all’acquisizione, bensì all’USO e senza l’impegno di ACQUISTO. Le ASSICURAZIONI offrono POLIZZE con pagamenti mensili od utilizzo dell’auto a KM. I prossimi passi saranno rivolti ad utilizzare le auto solo quando ti serviranno con il noleggio anche di un solo giorno con tanti saluti ai BOX.


Tutto questo deprimerà ancor maggiormente gli ASSET BANCARI e FINANZIARI, salvo non comincino a modificare le strategie di USCITA DAI CREDITI INESIGIBILI, ponendoli a chiusura con saldo e stralcio, e  con AUMENTO DEI SERVIZI ON LINE A COSTO ZERO O BASSISSIMO pur di attrarre la liquidità sui loro conti correnti e con buona pace dell’occupazione del territorio. I sintomi sono già evidenti. I giovani evitano le BANCHE. Le loro movimentazioni le fanno via INTERNET, COL TELEONINO o CARTA PREPAGATA e le BANCHE che scelgono sono a COSTO ZERO.  Inoltre togliere il CONTANTE o cercare di controllare i CONTI CORRENTI non farà altro che aumentare la fuga dagli ISTITUTI CREDITIZI, con buona pace di HIMMLER-BEFERA, perché le LEGGI pensate per i grandi si riflettono solo sui piccoli e sui deboli, ma i grandi CAPITALI o le CASTE non li sfiorano minimamente e lui non farà altro che dire “COMMANDI”.   


5) I MEDIA E L’INFORMAZIONE: Ultimamente per motivi professionali mi son dovuto sobbarcare ore televisive e letture di quotidiani  Il risultato è che l’INFORMAZIONE con la “I” maiuscola dedita a porre crescita del pensiero e al coinvolgimento del nostro PAESE nel MONDO è praticamente quasi inesistente. La maggior parte viene rivolta a problemi di casa nostra ma in forma di GOSSIP. L’entrata femminile nella politica è più valutata da altri valori piuttosto che da motivi di capacità professionali o meritocrazia e l’USO che viene fatto di queste “EROINE” è più di forma di mantenimento di QUOTE ROSA che di sostanza. Non che esse non ci mettano del loro, anzi, il loro approcciarsi ai problemi le pone costantemente sotto attacco con felicità ipocrita dei loro compagni di partito. Comunque essi saranno sempre disponibili a levare gli scudi a loro difesa perché l’elettorato femminile è assai considerevole. Stessa cosa per gli amanti dello stesso SESSO tutti a difesa dei loro diritti umani all’esistenza, ma nella realtà ne sono avversi. In contro altare i cosi detti “DIVERSI” agiscono in modo fortemente provocatorio per una società che deve ancora EMANCIPARSI e questo non aumenta il loro  grado di accettazione. I due casi più emblematici sono stati la nostra MINISTRA DI COLORE (utilizzo questa dicitura non per fini razzistici, ma con uno scopo esplicativo ben preciso del contrario) e il caso BARILLA.. Nel primo, noi siamo l’unico PAESE DEL NOSTRO CONTINENTE ad avere nel governo un MINISTRO di tale portata e quindi l’apertura alla realtà extracomunitaria è sicuramente DEGNA DI NOTA nei confronti dell’integrazione, però se involontariamente commette l’errore di parlare in forma generalizzata di razzismo del nostro PAESE, commette il più grosso errore essendo lei arrivata ai vertici e quindi deve difendere tutti i CITTADINI e non solo gli EXTRACOMUNITARI. Ma ancor di più lo commettono i suoi colleghi politici e i MEDIA a sostenere, a prescindere, questi tesi. I primi dovrebbero aiutarla che l’utilizzo della diplomazia è importantissimo per questi delicatissimi argomenti ed i secondi non devono criminalizzare la reazione, poiché nessuno è proprietario del verbo. Tutti possono sbagliare è talvolta ammetterlo e segno di grande forza.


Per quanto riguarda BARILLA la sua visione pubblicitaria era rivolta, pur in modo semplicistico e magari NAIF per i tempi odierni, di come intende la famiglia a cui si rivolgono i suoi prodotti. D’altronde sono anni che la FAMIGLIA DEL MULINO BIANCO è sempre stata rappresentata come forma idilliaca, ma che la realtà poi e assai diversa (vedasi i FEMMINICIDI). Tutti ambirebbero ad avere l’armonia dello stereotipo della pubblicità, ma essa è solo l’eccezione che conferma la regola, anzi forse non esiste neanche come eccezione. . E’ solo un sogno. Ora la levata di scudi delle associazioni OMOFONE contro la sua tesi, mi è sembrata inopportuna ed esagerata non tanto per la critica alla tesi, della quale ognuno può avere la sua visione, quanto porre sullo stesso piano il significato di famiglia. L’EMANCIPAZIONE è ancora da venire ed i gradini della sua scala sono ancora molti da fare. Non porsi questa consapevolezza come base di partenza alfine di arrivare all’obiettivo principe dell’accettazione alla “FAMIGLIA ALTERNATIVA”  può provocare reazioni pericolose per il raggiungimento di esso. Non è per LEGGE che si viene accettati, ma per i comportamenti ed i valori. L’accettazione è consapevolezza del GIUSTO, NON FORZATURA.


Comunque i MEDIA il meglio lo sfornano con le notizie ECONOMICO/FINANZIARIE. Notizie importanti non divulgate, altre prive di fondamento come necessità imprescindibili. Tutto con gradissimo utilizzo di forme GOSSIPIANE che al termine della visione o della lettura ti rimane il fatto dei litigi, degli intrallazzi o delle sceneggiate ma dei contenuti NULLA. Inoltre gli approfondimenti  sui temi ECONOMICI dei TALK SHOW invitano sempre politici che per la stragrande maggioranza non conoscono una BEATA FAVA di economia, e più che di contenuti fanno discussioni da BAR DELLO SPORT, tifosi da una parte dall’altra come sugli spalti degli STADI..


Per quanto riguarda l’informazione estera è ancora peggio. Essa è rivolta solo ad evidenziare catastrofismi, disastri ecologici, strane abitudini e mal costume degli altri PAESI col fine ultimo di far pensare agli ITALIOTI che meglio del vivere in ITALIA non esista. Una forma di condizionamento sublimale che ha già causato danni irreparabili nelle menti degli ITALIOTI, i quali sono pochi inclini a viaggiare, a confrontarsi col mondo ma soprattutto a porsi domande, con grande felicità della CASTA.


L’esempio più eclatante è stata la disinformazione sui MINI-JOB esistenti in GERMANIA. La criminalizzazione fatta dalle fonti ben informate sullo sfruttamento dei tedeschi a danno degli stranieri è stata cavalcata come fronte di falso benessere della GERMANIA. La verità e che questi particolari contratti sono rivolti a categorie che anche in ITALIA esistono, ma che le corporazioni sindacali fanno gli struzzi per non vederle lasciando che esse si divulghino in nero, così potranno  sempre dire che gli imprenditori sono sfruttatori.


Ebbene questi MINI-JOB si rivolgono a quelle esigenze dei doppi lavori occasionali, alle  esigenze economiche degli studenti sia universitari che non, a lavoratori che desiderano avere un lavoro non continuativo; cioè tutto quello che non è INDETERMINATO. Con essi la GERMANIA ha regolarizzato 8.000.000 di contratti ed ha aumentato le entrate tributarie che non si accaniscono su questi contratti, poiché sarebbe controproducente ai fini remunerativi per tutti anche per lo STATO.


PIUTTOSTO CHE NIENTE E’ MEGLIO PIUTTOSTO.


Solo se esiste il GIUSTO EQUILIBRIO di convenienza, la fattibilità e la realizzazione del progetto può esistere. Ma in questo PAESE comandato da ITALIOTI, questa metodologia è una MERCE RARA ed i MEDIA DI REGIME sono il suo “CONDIZIONAMENTO SUBLIMALE PER ECCEZIONE”. D’altronde si parla tanto di finanziamenti ai partiti da eliminare e  perché quello all’EDITORIA non è PEGGIO. Quanti giornalisti LACCHE’ e di REGIME esistono ? Poi essi sono e rimangono servili a chi li pone il PANE a prescindere che sia PRIVATO o PUBBLICO ?


Oggi fortunatamente per diffondere le proprie idee o per apprenderne delle nuove si può evitare di passare da questi ORGANI DI DISTRUZIONE DI INFORMAZIONE DI MASSA.


.


6) AGENZIA ENTRATE/EQUITALIA/GUARDIA DI FINANZA: Nell’articolo del 12/09/2013 dissi che sarebbe stato opportuno non rivolgersi sempre ai CITTADINI ed essere aguzzini nel pretendere continuamente il riversamento di risorse dall’ECONOMIA REALE al PARASSITA SETTORE PUBBLICO, ma porre le attenzioni altrove ed in particolar modo i suoi BRACCI ARMATI, alfine di MORALIZZARE, oltre che recuperare risorse, al SETTORE STATALE.  Non so se sono stato ascoltato o profeta, ma le ultime indagini stanno rivelando quanto è MARCIA ed IMMORALE la PUBBLICA AMMINISTRAZIONE a tal punto che ha sdegnato perfino il De Benedetti.


Tutto questo non è che una punta infinitesimale di un ICEBERG mangia risorse e che se le indagini fossero poste in modo più approfondito e serio, il recupero delle risorse e le migliorie della SPENDING REVIEW non solo non farebbe aumentare le TASSE ma le abbatterebbero  per i prossimi decenni in forma costante e reale in percentuale sul PIL e diverrebbe una fortissima leva per la crescita e lo sviluppo. Altro che piani MARSHALL dello STATO agli investimenti, che poi sappiamo non producono niente di buono se non l’approvvigionarsi di denaro per la CASTA.


Se il buon HIMMLER-BEFERA che a dimostrato ONESTA’ sia nel rivelare il suo stipendio di EURO 303.000,00.= annui che nel dire che può esistere una EVASIONE DI SOPRAVVIVENZA, in contrasto con le CORPORAZIONI SINDACALI VETUSTE a cui piace fare le TRE SCIMIETTE pur di difendere le loro RENDITE, avesse la forza ma soprattutto il coraggio di AMPLIARE le INDAGINI su come vengono utilizzate le risorse nelle partecipazioni statali o negli appalti pubblici delle grandi opere, si accorgerebbe e si meraviglierebbe di quanto ben di DIO generato dal sudore e dal lavoro dell’ECONOMIA REALE, da cui deve gratitudine  poiché le permette di avere un reddito che altri non potranno mai permettersi in tutta la loro vita, viene RUBATO e DEPAUPERATO da quelle persone che dovrebbero fare l’interesse degli ITALIANI non degli ITALIOTI. Inoltre ogni recupero di RISORSE STATALI,  notare GIA’ PAGATE DAGLI ITALIANI e quindi non evase ma VERE E DISPONIBILI, darebbe una risonanza superiore al fatto dell’EVASIONE, perché posso garantire che è la PRIMA a scatenare la seconda.


L’EVASIONE diviene sempre più forte in conseguenza ad uno sperpero continuo dello STATO non più visto come ORGANO DIRETTIVO del PAESE, ma come ORGANO CORPORATIVO di CASTA a favore di pochi e a danno dei molti. Essa diverrà una BATTAGLIA PERSA, ma soprattutto LA GUERRA E’ PERSA IN PARTENZA, perché è contro il POPOLO.


IL PESCE PUZZA SEMPRE DALLA TESTA.


Ora il De Benedetti ha ragione sul decadimento di questo PAESE, ma gli proporrei di soffermarsi davanti ad uno specchio e guardarsi bene facendosi un esame di coscienza ed in seguito porsi le domande:


-          Io non ho colpe in questo DECADIMENTO, visto che sono stato nell’élite del PAESE ?


-          Cosa ho fatto per evitare che ciò accadesse ?


-          Ed ora qual è impegno sono disposto a promulgare alfine di far uscire l’ITALIA da questa SPORCIZIA ?


Altrimenti e solo un: ARMIAMOCI E PARTITE.


 


 VITTORIO

E ci risiamo con i finti scioperi!



E ci risiamo con i finti scioperi!
CONTROPIANO.ORG - ARCHIVIO - CONTROPIANO.ORG - CONTROPIANO.ORG | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sDc9F


CGIL CISL UIL hanno deciso di rispondere con un finto sciopero generale al malessere che la nuova Legge di ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

La Grecia dice basta alla Troika: il governo annuncia che non accetterà nessuna nuova misura di austerità



La Grecia dice basta alla Troika: il governo annuncia che non accetterà nessuna nuova misura di austerità
SIGNORAGGIO.IT | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/soESz


ATENE – In vista del ritorno dei rappresentanti della troika (Fmi, Ue e Bce) ad Atene, il primo ministro Antonis Samaras ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

GESUITI: di loro non parla quasi mai nessuno, nemmeno i blog liberi. EPPURE HANN...



GESUITI: di loro non parla quasi mai nessuno, nemmeno i blog liberi. EPPURE HANN...
SIGNORAGGIO.IT'S FACEBOOK WALL | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sVDOu


GESUITI: di loro non parla quasi mai nessuno, nemmeno i blog liberi. EPPURE HANNO IN PUGNO IL MONDO: non solo i governi, ma ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Continua la burla del tasso disoccupazione USA



Continua la burla del tasso disoccupazione USA
FINANZA.COM BLOG NETWORK ARTICOLI | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sKOEo


Ma tu guarda, gli ultimi dati sull'occupazione USA sono di nuovo positivi, malgrado tutto… Nonostante lo shutdown che per 16 ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

LA STABILITA' E' FONDAMENTALE?



LA STABILITA' E' FONDAMENTALE?
FINANZA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/ss4BK
La stabilità sarebbe fondamentale se c'è un governo che fa gli interessi degli italiani. Negli ultimi anni paradossalmente ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

La gallina dalle uova d'oro



La gallina dalle uova d'oro
DIETRO IL SIPARIO | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sQcFZ


Il cittadino deve finanziare nell'ordine:1)  lo Stato è ormai solamente un mero esattore per conto della Ue, oltre a ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Riserve di oro nelle banche centrali, un pericoloso schema Ponzi



Riserve di oro nelle banche centrali, un pericoloso schema Ponzi
RISCHIO CALCOLATO | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sePPk


Lo scorso febbraio la Germania aveva chiesto il rimpatrio del suo oro depositato nelle banche americane. Gli Stati Uniti ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

New York… New York

New York… New York

1287084289_new-york-statue_liberty1-300x198
New York rappresenta per molti un sogno: le luci dei grattacieli, i negozi aperti ad ogni ora, i ristoranti di ogni nazionalita’. Eppure ci sono una serie di noie quotidiane, che chi vive nella Mela deve sperimentare e che sfuggono al turista entusiasta. E allora siccome tanto e’ stato scritto su questa citta’ che ha ispirato grandi film, romanzi e sceneggiati, facciamo una piccola classifica delle cose che piu’ danno fastidio del vivere a New York:
  • Pagare tutto con carta di credito, ma sentirsi dire in molti bar che la carta e’ accettata solo da venti dollari in su. Eh gia’, spesso nella Mela ci si dimentica persino di prelevare, tanto anche il caffe’ da Starbucks lo paghi con la carta. Poi ti ritrovi a non avere i sette dollari contanti per una birra in un pub che non accetta la carta per cosi’ poco…
  • Le gocce che ti cadono addosso dall’alto. Pensi che siano lo scarico di qualche condizionatore ma data la posizione non e’ cosi’. Ne parli con altri e nessuno ha ben capito. Preferisci non sapere. Sai solo che ogni tanto lungo i marciapiedi ti cade qualcosa di liquido addosso, come una pioggerella, ma in cielo vedi il sole.
  • Il caffe’ bollente. Hai fretta, come tutti a New York. Ogni minuto e’ prezioso, ma devi aspettare un quarto d’ora per bere il tuo caffe’ perche’ e’ regolarmente servito a temperature ustionanti. Non capisci perche’ non regolino la temperatura dell’acqua.

Il Debito Pubblico esplode nelle Periferie dell’Eurozona. In Italia 133,3% (+7,7%), Zona Euro 93,4% (+3,5%)



Il Debito Pubblico esplode nelle Periferie dell'Eurozona. In Italia 133,3% (+7,7%), Zona Euro 93,4% (+3,5%)
RISCHIO CALCOLATO | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sF5wn


VOLA IL DEBITO DELL'ITALIA NEL 2 TRIMESTRE 2013: 133,3% su PIL (+7,7% in 1 anno)  Decolla al livello record del ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

SE C’È UN’ALTRA EUROCRISI, CHI PAGA? QUESTA LA DOMANDA CHE DIVIDE DRAGHI E MERKEL



SE C'È UN'ALTRA EUROCRISI, CHI PAGA? QUESTA LA DOMANDA CHE DIVIDE DRAGHI E MERKEL
DAGOSPIA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sUqvY


Tonia Mastrobuoni per "La Stampa"Draghi, Merkel e Monti Se qualcuno si illude che la grande coalizione in fieri con i ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Fukushima, anche l’AIEA conferma i timori per l’acqua radioattiva



Fukushima, anche l'AIEA conferma i timori per l'acqua radioattiva
VALORI.IT | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/skQqS
Il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'Energia atomica ha anche spiegato che occorre avviare al più presto un ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Il sistema creditizio e finanziario italiano, secondo Monti



Il sistema creditizio e finanziario italiano, secondo Monti
RENDITA MONETARIA E DEMOCRAZIA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sChBD
Il sistema creditizio e finanziario in Italia by marco saba Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Borsa: Europa peggiora con debito Ue



Borsa: Europa peggiora con debito Ue
NEWS DI ECONOMIA - ANSA.IT | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sKOCR
Banche sotto pressione in vista indagine Bce Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Perchè le banche sono il problema dell’eurozona



Perchè le banche sono il problema dell'eurozona
GIORNALETTISMO | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sLLGg
La Bce vuole rafforzare lo stato patrimoniale degli istituti di credito Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

La barzelletta di Massimo D’Alema



La barzelletta di Massimo D'Alema
BYE BYE UNCLE SAM | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sVamQ


Mentre l'attuale presidente del Copasir, Giacomo Stucchi, afferma che durante l' incontro avuto qualche settimana ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Video. Il check up finanziario

Video. Il check up finanziario

soldiChe fatica seguire i nostri interessi.
Per essere bravi a seguire la gestione dei nostri soldi, un check up ricorrente dei nostri risparmi è fondamentale.
Quanto guadagniamo? Quanto rischiamo? Quanto costa gestire il nostro denaro?
Impariamo a conoscere i dati che la banca ci manda.

"Rubi il lavoro agli inglesi": ucciso



"Rubi il lavoro agli inglesi": ucciso
:: CDT ONLINE :: WEBJOURNAL | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sCzzW
Un 19enne milanese ammazzato a calci e pugni nel Kent, Inghilterra sudorientale Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

J.P MORGAN CHASE - PRESAGIO DI UNA CRISI IMMINENTE



J.P MORGAN CHASE - PRESAGIO DI UNA CRISI IMMINENTE
COMEDONCHISCIOTTE | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sg1Hj


DI VALENTIN KATASONOV strategic-culture.org E' un continuo accadere di eventi nel mondo della finanza. Si va avanti, uno ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

L’UFFICIO STAMPA DELLA CASA BIANCA SPUTTANA IL PROVINCIALISMO DELLO STAFF DI LETTA



L'UFFICIO STAMPA DELLA CASA BIANCA SPUTTANA IL PROVINCIALISMO DELLO STAFF DI LETTA
DAGOSPIA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sM7lg


1. POSTA!Caro Dago, forse ti puo' interessare questo comunicato emesso dall'Ufficio stampa della Casa Bianca dopo la visita di ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Polizia: risposte immediate o lasceremo entrare i manifestanti nei palazzi del potere



Polizia: risposte immediate o lasceremo entrare i manifestanti nei palazzi del potere
SIGNORAGGIO.IT | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/shZGR


«Aprire immediatamente un tavolo di discussione, con il sindacato, che possa accompagnare l'iter parlamentare della legge di ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Italia cacciata dal G8 (e tra non molto anche dai primi dieci). serve molto altro per capire che il Paese e’ fallito?



Italia cacciata dal G8 (e tra non molto anche dai primi dieci). serve molto altro per capire che il Paese e' fallito?
SIGNORAGGIO.IT | MER 23 OTT
http://www.signoraggio.it/italia-cacciata-dal-g8-e-tra-non-molto-anche-dai-primi-dieci-serve-molto-altro-per-capire-che-il-paese-e-fallito/


Milano – Grande smacco per l'Italia, che non fa più parte dei paesi del G8 E' quanto scrive un articolo di ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

LA LUNGA AGONIA: MUOIONO 50 IMPRESE AL GIORNO



LA LUNGA AGONIA: MUOIONO 50 IMPRESE AL GIORNO
MOVIMENTO LIBERTARIO | MER 23 OTT
http://www.movimentolibertario.com/2013/10/la-lunga-agonia-muoiono-50-imprese-al-giorno/


LETTI PER VOI La crisi economica non allenta la stretta sulle imprese italiane.  Prosegue senza sosta l'emorragia dei ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Se i ministri non sanno nemmeno a quanto ammonta il debito pubblico



Se i ministri non sanno nemmeno a quanto ammonta il debito pubblico
IDEATRADING | MER 23 OTT
http://ideatrading.investireoggi.it/se-i-ministri-non-sanno-nemmeno-a-quanto-ammonta-il-debito-pubblico-4872.html


Nunzia de Girolamo a ballarò (puntata del 22/10/2013) "Noi, all'inizio di ogni anno, dobbiamo accantonare una somma pari a ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

Conti pubblici: Ue, debito/Pil Italia sale al 133,3% nel secondo trimestre



Conti pubblici: Ue, debito/Pil Italia sale al 133,3% nel secondo trimestre
IL SUSSIDIARIO.NET :: ECONOMIA E FINANZA | MER 23 OTT
http://pulse.me/s/sr1wS
(Pubblicato il Wed, 23 Oct 2013 11:22:00 GMT) Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

LTRO III: operazione dedicata al mercato italiano?



LTRO III: operazione dedicata al mercato italiano?
FINANZA.COM BLOG NETWORK ARTICOLI | MER 23 OTT
http://intermarketandmore.finanza.com/ltro-iii-operazione-dedicata-al-mercato-italiano-59042.html


In molti invocano un nuovo LTRO. Lo chiedono i titolari di aziende, i quali avrebbero piacere anche di poterci attingere per ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

La Turchia fa arrabbiare Stati Uniti e Nato. Si alla fornitura di missili cinesi



La Turchia fa arrabbiare Stati Uniti e Nato. Si alla fornitura di missili cinesi
CONTROPIANO.ORG - ARCHIVIO - CONTROPIANO.ORG - CONTROPIANO.ORG | MER 23 OTT
http://www.contropiano.org/in-breve/esteri/item/19863-la-turchia-fa-arrabbiare-stati-uniti-e-nato-si-alla-fornitura-di-missili-cinesi


E' arrivata oggi la conferma della scelta di Ankara di rivolgersi a una società cinese per la forniture alla Turchia di missili ... Read more

--
Inviato tramite Pulse/


Inviato da iPad

OPERAZIONE VERITA’: A CHE PUNTO E’ LA NOTTE ITALIANA

Questo è un lancio corale: vari siti e blog economici indipendenti, tutti insieme oggi rilanciamo questa operazione di verità sulla vera deriva che in questo contesto dissennato inevitabilmente prenderanno i conti pubblici italiani - e sulla colpevole falsità di chi annuncia una ripresa impossibile che slitta di anno in anno...  
Il post è stato elaborato con la collaborazione di vari autori.


Premessa

In questi anni di crisi, oltre alle tasse e al disagio economico e sociale, c'è stata un'altra grande costante che ha tenuto compagnia alle nostre giornate, ai nostri momenti: la menzogna proferita in modo sistematico dai vari governi e dai politici di turno che, in maniera spudorata e vergognosa, hanno reiteratamente mentito e mistificato (e continuano a farlo) circa l'esatta situazione dell'economia e dei conti pubblici, in costante ed inesorabile deterioramento......Continua a leggere