31/12/16

Trump Is Exactly Where The Elites Want Him [feedly]

Nessun commento:


----
Trump Is Exactly Where The Elites Want Him
// dcclothesline.com/feed

Cognitive dissonance is a powerful drug. It makes otherwise-very-intelligent people goofy and incoherent in their thinking and blinds them to certain realities that they should normally see right in front of their noses. I witness it all the time in … Continue reading
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Buon Anno da Finanzanostop Blog !!! [feedly]

Nessun commento:


----
Buon Anno da Finanzanostop Blog !!!
// FinanzaNoStop

downloadCari amici, come sempre in questo periodo è tempo di bilanci. Per una volta vorrei lasciare da parte i soliti luoghi comuni (anno difficile, crisi, guerre ecc ecc e parlare solo di noi. Stiamo cercando per quanto possibile di fare … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Sereno 2017 A Tutti: La Verita’ E’ Figlia Del Tempo! [feedly]

Nessun commento:


----
Sereno 2017 A Tutti: La Verita' E' Figlia Del Tempo!
// icebergfinanza

Risultati immagini per buon 2017In questo fine anno decisemente inteso e rivoluzionario, abbiamo appreso dal Financial Times che il presidente del nostro Antitrust, auspica una  rete di agenzie pubbliche scelta dalla Comunità europea, da Bruxelles contro le 'bufale' online per lottare contro la diffusione … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Nel 2017 la fine della UE? Per George Soros è iniziata col crollo di Lehman Brothers [feedly]

Nessun commento:


----
Nel 2017 la fine della UE? Per George Soros è iniziata col crollo di Lehman Brothers
// Forex Trading Online

L'Unione europea è destinata ad andare in pezzi, proprio come è capitato all'URSS nei primi anni '90. A dirlo è il finanziere George Soros, che individua nel crollo di Lehman Brothers l'inizio della fine.

- Notizie Economiche / , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Stati Uniti. Riparte la follia del credito [feedly]

Nessun commento:


----
Stati Uniti. Riparte la follia del credito
// Ticinolive

dal portale www.blognews24.com

La Federal Reserve, la banca centrale americana, ama la parola "credito", che è comunque migliore di "debito". Anche se è solo l'altra faccia della stessa medaglia. Il debito dei consumatori americani è aumentato di 19.3 miliardi di dollari nel solo mese di settembre 2016, per raggiungere un totale di 3'710 miliardi di dollari.

Il dato è stato confermato dal Consiglio dei governatori della Federal Reserve. Il tutto è fedele al principio di prendere sempre più a credito per produrre guadagni sempre meno importanti a livello di consumo.
La Federal Reserve chiama il debito dei consumatori "credito al consumo" e questo include i debiti delle borse di studio, i debiti per l'acquisto delle auto, i crediti rinnovabili, come le carte di credito o le linee di credito. Sono invece esclusi i crediti ipotecari.
Ecco a cosa assomigliano questi 3710 miliardi di dollari di crediti (o debiti) :

grafico

Esaminando le componenti, si constata che i crediti in corso per ....

30/12/16

Analista mette in guardia la Russia dalla vendita dei buoni del Tesoro USA [feedly]

Nessun commento:


----
Analista mette in guardia la Russia dalla vendita dei buoni del Tesoro USA
// Sputnik Italia - Notizie, Оpinioni

La vendita dei buoni del Tesoro americani non sarebbe una risposta efficace alle sanzioni imposte dagli Stati Uniti contro la Russia, la situazione è molto più complessa e variegata; gli investimenti russi in questi titoli sono relativamente piccoli, ritiene il consulente dell'Istituto per lo Sviluppo Contemporaneo Nikita Maslennikov.
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Che Soddisfazione: Hillary Clinton? Ecco Dove L’Hanno Fotografata, Sola Come Un Cane [feedly]

Nessun commento:


----
Che Soddisfazione: Hillary Clinton? Ecco Dove L'Hanno Fotografata, Sola Come Un Cane
// Il Grande Cocomero

A quest'ora poteva essere il presidente degli Stati Uniti, la prima leader donna della Casa Bianca, invece si trova "sola al bar" come recitava una triste canzone di Aleandro Baldi a Sanremo.  Hillary Clinton è finita così. Carolyn Ryan, giornalista politica del New York Times, ha pubblicato su Twitter una foto di Hillary Clinton, una delle poche scattate dopo la sua sconfitta alle elezioni presidenziali dello scorso 8 novembre.

1483098857334-jpg 1483099303394-jpg

Hillary era al Mohonk Mountain House, uno storico resort nello stato di New York, ed è stata fotografata sola a un tavolo durante la colazione, mentre guardava lo smartphone. Dietro di lei le stelle di Natale. Dopo la foto della macchia marrone sul sedere, siamo al degrado totale.

 

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

FONTE

LIBERO


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Dollar to Collapse in 2017? ‘We Are Past the Point of No Return’ [feedly]

Nessun commento:


----
Dollar to Collapse in 2017? 'We Are Past the Point of No Return'
// dcclothesline.com/feed

The demise of the dollar and the collapse of the economy could impact us in a big way during 2017, or in the near future. For better or worse, the age of Trump could soon become synonymous with financial crisis … Continue reading
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Agente “Osa” Smascherare Le Porcate Della Boldrini? E’ Arrivata Puntuale La Punizione: Ecco Cosa Gli Hanno Fatto I Parassiti Maledetti [feedly]

Nessun commento:


----
Agente "Osa" Smascherare Le Porcate Della Boldrini? E' Arrivata Puntuale La Punizione: Ecco Cosa Gli Hanno Fatto I Parassiti Maledetti
// Il Grande Cocomero

La Boldrini e la polizia giocano a nascondino. O meglio: gli agenti sarebbero costretti ad eclissarsi perché la Presidente "non ama" avere intorno a sé "un gran numero di poliziotti in divisa".

La vicenda è (forse) nota, ma ora ha un nuovo capitolo: un provvedimento disciplinare contro il sindacalista del Coisp, Giuseppe Brugnano, che denunciò il tutto.

"Boldrini fa nascondere i poliziotti"

Ecco i fatti. Il 9 ottobre scorso Laura Boldrini va in Calabria in visita istituzionale. Un'oretta prima dello sbarco, all'aeroporto di Lamezia Terme si incontrano Brugnano, un poliziotto della scorta presidenziale e l'agente F.C. Giusto due chicchiere per definire i dettagli e assicurare la sicurezza della Presidente. Tutto normale finché Brugnano non domanda se sono vere le notizie circolate nei giorni precedenti a L'Aquila in merito all'insofferenza della Boldrini verso i poliziotti in uniforme. Quesito piccante, ma di legittima curiosità quando si ha di fronte qualcuno della scorta che può confermarlo o smentirlo.

Sulla risposta data, i ....

“è Un Fallito Ed è Poco Intelligente”: Così Il Cremlino Replica Alle Azioni Di Obama [feedly]

Nessun commento:


----
"è Un Fallito Ed è Poco Intelligente": Così Il Cremlino Replica Alle Azioni Di Obama
// Piovegovernoladro

obama-sad

Il nervosismo e la rabbia, al Cremlino, sono palpabili. All'indomani della decisione di espellere trentacinque diplomatici russi dagli Stati Uniti, la Russia attacca duramente Barack Obama che, a meno di un mese dal passaggio di consegne, lascia a Donal Trump una grana senza precedenti.

Perché, dopo le pesanti accuse di aver interferito nel voto americano e le nuove sanzioni, i rapporti con Vladimir Putin non sono mai stati così pessimi.

La prima reazione del Cremlino è ...

Scintille internazionali: il focus nel 2017 è sulla Cina [feedly]

Nessun commento:


----
Scintille internazionali: il focus nel 2017 è sulla Cina
// Trend Online

La reazione fredda di Trump alle ultime scaramucce tra Obama e i russi confermano che la nuova amministrazioni ha altre priorità.

"E' tempo che il nostro Paese si occupi su questioni più importanti." La reazione di Trump alle ultime scaramucce diplomatico-economiche tra l'amministrazione uscente e la Russia di Putin la dice lunga sulle priorità del presidente-eletto. Di fronte a provvedimenti che ...

Finalmente (!) il "profitto" diventa "giusta causa" di licenziamento [feedly]

Nessun commento:


----
Finalmente (!) il "profitto" diventa "giusta causa" di licenziamento
// Il Grande Bluff

Cassazione: licenziamento legittimo se l'azienda vuole aumentare i profitti La Corte ribalta il giudizio di appello  dove il licenziamento era stato bocciato  perché "motivato soltanto dalla riduzione dei costi   e quindi dal mero incremento" dei guadagni, mentre è legittimo anche nel caso di una "più efficiente organizzazione aziendale".... FINALMENTE! SACROSANTO! LOGICO! NORMALISSIMO! Piuttosto la cosa allucinante è che delle regole così normali in Italia debbano passare...

[clicca sul titolo per leggere tutto il post]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Banche Centrali: chi comanda e come [feedly]

Nessun commento:


----
Banche Centrali: chi comanda e come
// Trend Online

Quale è la Banca Centrale più potente al mondo? Lo sanno anche i bambini: la Fed. E quella che ha investito in maggiori asset rispetto al Pil?

Quale è la Banca Centrale più potente al mondo? Lo sanno anche i bambini: la Fed. E quella che ha investito in ...

Cina: PboC aumenterà il controllo sulle transazioni in contanti [feedly]

Nessun commento:


----
Cina: PboC aumenterà il controllo sulle transazioni in contanti
// Trend Online

La People's Bank of China (PboC) ha dichiarato che dalla metà del prossimo anno incrementerà la sua supervisione sulle transazioni in contanti e sui trasferimenti esteri.

La People's Bank of China (PboC) ha dichiarato che dalla metà del prossimo anno incrementerà la sua supervisione sulle transazioni in contanti e sui trasferimenti esteri. Le istituzioni finanziarie dovranno comunicare ogni transazione in contanti, locale o su estera, che superi i 50.000 yuan (6.800 euro circa). Attualmente la soglia è di 200.000 yuan (poco più di 27.000 euro). I trasferimenti esteri in altre valute dovranno invece essere comunicati al superamento di 10.000 dollari di valore.

(RR)


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

CAPACI DI TUTTO...

Nessun commento:
Raffaele Marra / Virginia Raggi
Facciamo così. I 5Stelle prendono atto della loro manifesta incapacità di governare Roma, sfiduciano Virginia Raggi e rimandano i romani alle urne. Siccome però c’è il rischio che i cittadini romani – inspiegabilmente scettici sulla capacità di governare di quelli capaci, cioè dei partiti di ogni colore che hanno così bene amministrato la Capitale negli ultimi vent’anni – rivotino M5S, annunciano anche la rinuncia a ripresentarsi alle Comunali, per avere la matematica certezza che il prossimo sindaco non sia un grillino, ma uno capace. Siccome, poi, chi non riesce ad amministrare Roma difficilmente riesce ad amministrare l’Italia, i 5Stelle rinunciano fin da subito anche alle elezioni politiche: i sondaggi infatti li danno in calo per il disastro capitolino, ma ancora favoriti alle urne. Così salteranno almeno un turno e si prenderanno una o più legislature sabbatiche per studiare, imparare come si fa e tentare di formare una classe dirigente all’altezza delle ambizioni. Quando saranno pronti, torneranno a candidarsi alle Politiche e Amministrative, e si vedrà se qualcuno ancora si ricorderà e avrà bisogno di loro: circostanza tutt’altro che scontata, visto che nel frattempo l’Italia e Roma, liberatesi finalmente dall’incubo dei populisti incapaci, saranno saldamente tornate nelle mani dei democratici capaci. Cioè ridiventate il regno di Saturno e la città di Bengodi, com’erano rispettivamente fino a quattro anni e a sei mesi fa, prima della calata degli Unni.

Il killer del lavoro, nel lungo termine, non è la Cina. E’ la robotizzazione [feedly]

Nessun commento:


----
Il killer del lavoro, nel lungo termine, non è la Cina. E' la robotizzazione
// Contropiano.org

Il primo lavoro che Sherry Johnson, 56 anni, ha perso a causa della robotizzazione, è stato a Marietta, nello stato della Georgia, nella sede del giornale locale, dove il suo compito era di rifornire di carta le stampanti e di ordinare le pagine stampate. Tempo dopo vide le macchine imparare […]

L'articolo Il killer del lavoro, nel lungo termine, non è la Cina. E' la robotizzazione su Contropiano.


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Cassazione: Il profitto diventa giusta causa di licenziamento !

Nessun commento:
Noi ve lo abbiamo raccontato più volte, in un mondo infarcito di psicopatici ovunque questa è la normalità, da domani, il minor profitto ovviamente soggettivo, diventa giusta causa di licenziamento. 
Le motivazioni e le analisi le lascio leggere a Voi, questa è una deflazione salariale bellezza e le riforme sono le riforme, non importa cosa prevedono, l’importante è che si continui a svalutare salari, diritti, welfare e via dicendo e la shock economy bellezza.
Immagine410

Referendum all’italiana e crisi bancaria

Nessun commento:
Il sistema bancario in Italia è come un piatto di spaghetti super-cucinati e mal conditi. Non si trova nè l’inizio nè la fine di ogni spaghetto. Tutti aggrovigliati, sembrano un serpente dalle mille teste, ma tutti sono infettati dallo stesso male, i loro crediti inesigibili. La cosa grave è che, dato che l’Italia è la terza economia dell’Unione Europea, una crisi bancaria in questo paese sarebbe una minaccia mortale per l’euro e non potrà essere scopata sotto il tappeto.

Per il primo ministro Matteo Renzi, il referendum della scorsa domenica sulle riforme costituzionali avrebbe fornito un impianto più dinamico all'amministrazione pubblica per uscire dalla paralisi politica e dalla stagnazione economica. Ma i critici della riforma hanno rifiutato la maggiore centralizzazione del potere politico ed economico risultante dalla vittoria del Si.

Il risultato è stato schiacciante: circa il 60 per cento dei votanti hanno rifiutato le riforme proposte. In alcune regioni dove la disoccupazione è più elevata (ad esempio nel Mezzogiorno) il rifiuto ha raggiunto il 70 per cento.

Cos’ha a che fare tutto questo con le banche italiane e l’euro?

Russia risponde alle sanzioni: Obama è solo uno s... [feedly]

Nessun commento:


----
Russia risponde alle sanzioni: Obama è solo uno s...
// Forex Trading Online

La risposta dell'ambasciata russa alle sanzioni imposte dagli Stati Uniti non si è lasciata attendere e stupisce tutti per la sua poca correttezza.

- Politica Internazionale / , , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

La fabbrica delle illusioni [feedly]

Nessun commento:


----
La fabbrica delle illusioni
// Feed RSS di lantidiplomatico.it


di Alberto Negri
 

Obama esce di scena in maniera quasi infantile, come vendicatore della Clinton. Sanzioni alla Russia, ritenuta colpevole della vittoria di Trump su un'élite incapace di interpretare l'umore dell'opinione pubblica. 

 

Rinnovo delle sanzioni all'Iran, colpevole di essere un Paese che non si piega agli Usa e di avere raggiunto in Siria un accordo di tregua con Mosca e Ankara. Ha fatto poco, se non l'accordo sul nucleare con Teheran senza però dargli alcun seguito. 

 

Sarà rimpianto solo se il successore farà peggio: in otto anni ai vertici dell'Ufficio Propaganda, lui ha soprattutto moltiplicato le illusioni. Buona fortuna


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Espulsi 35 Diplomatici Russi Dagli Usa: Lo Schifoso Obama Provoca Putin Fino All’Ultimo Giorno [feedly]

Nessun commento:


----
Espulsi 35 Diplomatici Russi Dagli Usa: Lo Schifoso Obama Provoca Putin Fino All'Ultimo Giorno
// Il Grande Cocomero

I 35 diplomatici accusati di aver manipolato le elezioni che hanno portato alla vittoria Trump. Obama fa chiudere due compound russi a New York e in Maryland

La vendetta di Barack Obama prima di lasciare la Casa Bianca è pesantissima e potrebbe avere ritorsioni senza precedenti.

A stretto giro dall'annuncio del presidente uscente di misure contro Vladimir Putin, accusato di aver interferito nel processo elettorale delle presidenziali dell'8 novembre, vinte dal ...

Renzi Senza Stipendio? Ma Figuriamoci: Ecco La Pioggia Di Soldi Che Sta Per Arrivare Nelle Tasche Del Codardo [feedly]

Nessun commento:


----
Renzi Senza Stipendio? Ma Figuriamoci: Ecco La Pioggia Di Soldi Che Sta Per Arrivare Nelle Tasche Del Codardo
// Il Grande Cocomero

Certo, problemi economici, nell'immediato, non ne avrebbe. Ma è vero che Matteo Renzi da tre settimane è "a spasso": senza lavoro, senza stipendio, senza un vitalizio. Lui stesso, su Facebook tra il serio e il faceto qualche giorno fa aveva scritto: "Torno semplice cittadino e non ho un paracadute". La moglie Agnese ha lo stipendio di maestra, che ora è l'unica fonte d'entrata famigliare.

 

 

 

Vero che a Renzi basterebbe schioccare le dita per trasformarsi in conferenziere e guadagnare (con l'eloquio che si ritrova) decine di migliaia di euro a discorso, sull'esempio di altri ex leader di governo come Bill Clinton e Tony Blair. Ma quelli, appunto, sono "ex" sul serio. Lui, almeno si augura, lo è solo di passaggio, momentaneamente. E questo non è certo il momento per andare in giro a tenere conferenze.

All'ex premier risulteranno, dunque, particolarmente graditi i soldi che a breve gli arriveranno quale anticipo per il libro in uscita a febbraio dalla casa editrice Feltrinelli. Il quotidiano Il Fatto parla di "diverse decine di migliaia di euro", alle quali poi si aggiungeranno gli introiti veri e propri una volta che il libro 8come ci si attende) inizierà a fare il botto nelle librerie. insomma, ce n'è per tirare almeno qualche mese, addirittura fino a primavera 2018, qualora le cose dovessero proprio andare storte.

 

 

FONTE:

LIBERO


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

“Il Sistema Crollera’ E Le Banche Confischeranno I Vostri Soldi”: La Nefasta Previsione Dell’Economista Che Previde La Brexit E La Vittoria Di Trump [feedly]

Nessun commento:


----
"Il Sistema Crollera' E Le Banche Confischeranno I Vostri Soldi": La Nefasta Previsione Dell'Economista Che Previde La Brexit E La Vittoria Di Trump
// Il Grande Cocomero

Gli ultimi otto anni sono stati estremamente difficili per l'economia reale.  Gli interventi massicci delle banche centrali a sostegno dell'economia hanno spinto al rialzo il mercato finanziario, il tutto alle spese dell'economia (drogata nei suoi fondamentali), della sicurezza della classe media e dei posti di lavoro.

Con la fine dell'era dei tassi zero stiamo per assistere a un cambiamento epocale. Dopo un decennio di stimoli monetari straordinari, programmi di quantitative easing e denaro facile, è l'ora della resa dei conti. Chi ha preso soldi in prestito dovrà ripagare quei soldi e farlo sarà uno dei debitori più grande di tutti, il governo degli Stati Uniti.

I costi da pagare saranno enormi, dal momento che gli interessi cresceranno su ben 14 mila miliardi di dollari di debito pubblico. La strategia degli Stati Uniti e della nuova amministrazione Trump potrebbe essere quella di allungare le scadenze del debito emettendo titoli di Stato a più lungo termine. Ma si tratterebbe semplicemente di rimandare il problema.

L'aumento dei tassi aiuterà i risparmiatori e penalizzerà i debitori. Gli Stati Uniti dovranno pagare interessi più alti ai detentori dei titoli del Tesoro. Ora che i tassi di interesse torneranno su livelli più normali, le spese sugli interessi sono destinate a essere una delle voci più costose dei prossimi budget. Una "bella" eredità per il presidente eletto Donald Trump.

Questo rincaro avrà un impatto non solo sullo Stato ma anche sulle famiglie americane, sulle amministrazioni locali e sulle aziende. Nel frattempo nessuno sa bene quali politiche effettivamente adotterà Trump quando si insedierà a Washington a gennaio.

Banche confischeranno i soldi dei clienti

Brandon Smith, chief strategist e fondatore del progetto Alternative Market (di cui si può leggere sul blog Alt-Market.com), non è in grado di prevedere il futuro ma le sue ultime teorie si sono rivelate corrette. Per esempio quest'anno ha pronosticato, indovinando, la Brexit e l'elezione di Trump alla presidenza degli Stati Uniti.

Non solo ha previsto la vittoria del fronte del No e del candidato Repubblicano, ha anche osservato come questi segnali di rivolta contro le élite saranno usate da chi sta al potere come capri espiatori del prossimo colasso dell'economia e del sistema finanziario.

Sarebbe il modo migliore per screditarli. Smith ha paura che il sistema verrà fatto crollare – in un processo che durerà anni non dall'oggi al domani – e che le banche confischeranno i soldi dei loro clienti e gli investitori perderanno gran parte dei loro investimenti.

Potrebbe essere anche peggio dell'ultima crisi finanziaria. Smith cita il rischio di strette creditizie, mancanza di beni e prodotti negli scaffali dei negozi e rivolte sociali per protesta contro un peggioramento delle condizioni economiche e di vita. Finora Smith nel 2016 ha sempre indovinato le sue previsioni e sarebbe un errore non prendere sul serio le sue parole.

 

 

FONTE:

WALL STREET ITALIA


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Anche Su Monte Dei Paschi, I 5 Stelle Dicono Solo Corbellerie [feedly]

Nessun commento:


----
Anche Su Monte Dei Paschi, I 5 Stelle Dicono Solo Corbellerie
// MiglioVerde

ruocco-5-stelledi MATTEO CORSINI

"Ogni qualvolta una banca contabilizza perdite, genera un mancato gettito per l'Erario e quindi un maggiore deficit per lo Stato. Mps, contabilizzando perdite su crediti negli ultimi anni per oltre 15 miliardi, ha generato un mancato gettito (per la non tassazione dei ricavi) di oltre 4 miliardi che ricade sempre sui contribuenti italiani".

Questa affermazione di Carla Ruocco, parlamentare del Movimento 5 stelle, conferma a mio parere che ....

SPY FINANZA/ Mps, Mediaset e Generali: le partite che l'Italia rischia di perdere [feedly]

Nessun commento:


----
SPY FINANZA/ Mps, Mediaset e Generali: le partite che l'Italia rischia di perdere
// Il Sussidiario.net

Oltre che a Mps, per MAURO BOTTARELLI occorre prestare attenzione alla vicenda Mediaset. Anche perché i francesi, attraverso Axa, mirano a mettere le mani su Generali

(Pubblicato il Fri, 30 Dec 2016 06:05:00 GMT)

MEDIASET/ Telecom e le soluzioni "alla Alitalia" da evitare, di A. Giuricin
SPY FINANZA/ I rischi in arrivo dal Giappone, di M. Bottarelli
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

La Grande Paura Del "Botto" Di Fine Anno: Nelle Grandi Città C'è Il Rischio Autobomba - L’Allarme Dell’Intelligence: Alcuni Foreign Fighter Sarebbero In Partenza O Gia’ Nel Nostro Paese Per Compiere Atti Terroristici - Nel Mirino Feste, Locali E Poliziotti - Massima Allerta A Roma Dopo Il Misterioso Furto Di Uno Stock D’Auto E Di Due Taxi [feedly]

Nessun commento:


----
La Grande Paura Del "Botto" Di Fine Anno: Nelle Grandi Città C'è Il Rischio Autobomba - L'Allarme Dell'Intelligence: Alcuni Foreign Fighter Sarebbero In Partenza O Gia' Nel Nostro Paese Per Compiere Atti Terroristici - Nel Mirino Feste, Locali E Poliziotti - Massima Allerta A Roma Dopo Il Misterioso Furto Di Uno Stock D'Auto E Di Due Taxi
// Articoli

ROMA BLINDATA Chiara Giannini per il Giornale   Il rischio di attentati nella notte di Capodanno c'è ed è più che fondato. A segnalarlo è l'intelligence internazionale, che ha comunicato all'Italia che alcuni foreign fighter sarebbero in partenza o già nel nostro Paese per compiere atti terroristici. E la preoccupazione di chi deve gestire la sicurezza nazionale cresce di ora in ...
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

L'Anno Si Chiude Con Un Dollaro Debole Debole E Un Rimbalzo Dell'Oro.....Ne Vedremo Delle Belle [feedly]

Nessun commento:


Inviato da iPhone

"Almaviva, dove è il confine della legalità in un sistema come questo?". Intervento di Paolo Andreozzi [feedly]

Nessun commento:


----
"Almaviva, dove è il confine della legalità in un sistema come questo?". Intervento di Paolo Andreozzi
// ControLaCrisi.org

1666 lavoratori e lavoratrici di Almaviva, sede di Roma, licenziati da oggi a domani. L'azienda ha perseguito brutalmente il proprio interesse e profitto, i sindacati non sono riusciti a far valere...

Per leggere tutta la notizia vai sul sito di controlacrisi.org
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Société Générale, sell in Ue

Nessun commento:
Société Générale, sell in Ue Da vendere: 1) Telefonica  Deutschland. Sul gruppo tedesco di tlc gli analistihttp://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/finanza/societe-generale-sell-in-ue/

Occidente: la riscrittura del passato [feedly]

Nessun commento:


----
Occidente: la riscrittura del passato
// Global Research

«Strage Berlino, perché il terrorista si è lasciato dietro i documenti?»: se lo chiede il Corriere della Sera, parlando di «stranezze». Per avere la risposta basta dare uno sguardo al recente passato, ma di questo non vi è più memoria.…
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

29/12/16

Le richieste di Schäuble per l'Italia. Il salvataggio di Mps non piace alla Germania [feedly]

Nessun commento:


----
Le richieste di Schäuble per l'Italia. Il salvataggio di Mps non piace alla Germania
// Forex Trading Online

Schäuble ha espresso le sue perplessità sul piano di salvataggio ideato dal Governo per Mps. Da più parti in Germania si polemizza sulle decisioni italiane e si chiedono nuove modalità di operazione.

- Economia internazionale / ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

BoJ, target rendimento a zero è insostenibile [feedly]

Nessun commento:


----
BoJ, target rendimento a zero è insostenibile
// Milano Finanza

Lo ha affermato Kazumasa Iwata, ex vice Governatore della BoJ, riferendosi al nuovo target di rendimento dei titoli di Stato nipponici decennali allo [...]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

BUYBACK a WALL STREET: cambiano i protagonisti sul mercato [feedly]

Nessun commento:


----
BUYBACK a WALL STREET: cambiano i protagonisti sul mercato
// IntermarketAndMore

wall-street-market-trendLa situazione si fa molto interessante, non che prima non lo fosse, ma perchè iniziamo a vedere qualcosa che si muove in modo concreto. Come ben sapete, negli ultimi anni il ruolo dei buyback a Wall Street è stato assolutamente … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Spezzeremo le reni alla realtà [feedly]

Nessun commento:


----
Spezzeremo le reni alla realtà
// Phastidio.net

Oggi sui giornali prosegue il fallout di minchiate commenti, dichiarazioni, prese di posizione, elucubrazioni di una classe politica scossa per il fatto che la realtà continua ad essere terribilmente cocciuta. È un triste replay di ossessioni e furbizie, con codazzo di una stampa che tenta disperatamente di non prendere a sua volta troppi ceffoni, dalla realtà…

Continua a leggere il post Spezzeremo le reni alla realtà su Phastidio.net.


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

La battaglia disperata della FED contro la stagnazione [feedly]

Nessun commento:


----
La battaglia disperata della FED contro la stagnazione
// Francesco Simoncelli's Freedonia





di James Rickards


Quando si parla di "Giorno dell'Indipendenza" alla maggior parte degli americani, essi pensano al quattro di luglio. Ciò non vale per la Federal Reserve. Per quest'ultima il "Giorno dell'Indipendenza" è il ....

Disoccupazione tecnologica o di come i robot sostituiranno i lavoratori [feedly]

Nessun commento:


----
Disoccupazione tecnologica o di come i robot sostituiranno i lavoratori
// Forex Trading Online

I robot sostituiranno la forza lavoro umana? L'aumento della disoccupazione e la meccanizzazione del processo produttivo non aiuta inoltre a creare nuovi posti di lavoro.

- Scienza / ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Italia: il PIL 2017 sarà un disastro. Le previsioni di BNP Paribas [feedly]

Nessun commento:


----
Italia: il PIL 2017 sarà un disastro. Le previsioni di BNP Paribas
// Forex Trading Online

Il 2017 sarà un disastro per l'Italia secondo BNP Paribas. Il PIL italiano crescerà la metà di quest'anno, pesa la bassa inflazione e la crisi delle banche.

- Notizie Economiche / , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Toshiba crolla del 40% in 4 sessioni. Cosa sta succedendo? [feedly]

Nessun commento:


----
Toshiba crolla del 40% in 4 sessioni. Cosa sta succedendo?
// Forex Trading Online

Caso Toshiba: crollo alla Borsa di Tokyo di quasi il 40% in quattro sessioni. Ecco cosa sta succedendo tra downgrade e scandali.

- Mercati Emergenti / , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Rischio flop per l’accordo sul petrolio [feedly]

Nessun commento:


----
Rischio flop per l'accordo sul petrolio
// The Walking Debt

L'evento dell'autunno sul mercato delle commodity, ossia l'accordo di Vienna del 30 novembre, potrebbe rivelarsi un piccolo grande flop, almeno secondo l'analisi pubblicata dalla Bce nel suo ultimo bollettino economico. Il perché è presto detto. Innanzitutto c'è il rischio concreto che i ....

Mps: Germania Che La Troika Sia Con Voi! [feedly]

Nessun commento:


----
Mps: Germania Che La Troika Sia Con Voi!
// icebergfinanza

Risultati immagini per troikaNon per fare polemica ma la senzazione, forse più che una sensazione è che la classe politica e manageriale di questo Paese è totalmente inadeguata ad affrontare la guerra in atto in Europa. Il disegno è chiaro tranne a coloro … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

ITALIA: ecco come dimezzare il debito pubblico in modo rapido e pratico! [feedly]

Nessun commento:


----
ITALIA: ecco come dimezzare il debito pubblico in modo rapido e pratico!
// IntermarketAndMore

debito-pubblico-italiaNon è mia intenzione in questa sede "spezzare una lancia" a favore di coloro che sostengono l'Euro e tantomeno prendere le difese di chi invece è di sponda NoEuro. Anche perché avrete ormai capito che io appartengo "ancora" alla prima … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone


Inviato da iPhone

With China Facing Currency, Liquidity Crises, Ex-PBOC Official Urges Use Of "Nuclear Option" [feedly]

Nessun commento:


----
With China Facing Currency, Liquidity Crises, Ex-PBOC Official Urges Use Of "Nuclear Option"
// Zero Hedge

With the PBOC fighting tooth and nail to slow outbound capital flight, which according to Goldman has reached $1.1 trillion since August 2015, and which these days mostly means keeping the Yuan from depreciating to new all time lows below 7 Yuan to the Dollar, the Chinese central bank may have its work cut out for it in the immediate future. The reason is that, as Bloomberg reminds us, the first day of 2017 is when an annual $50,000 quota to convert the yuan into foreign exchange resets, stoking concern there will be a rush to sell the local currency.

With tax payments and a regulatory assessment also tightening liquidity in the money market toward year-end, manifesting itself in soaring unsecured funding rates such as the overnight repo hitting 33% as noted yesterday, paralyzing both the overnight...

 

and longer-dated interbank ....



Inviato da iPhone

SPY FINANZA/ I rischi in arrivo dal Giappone [feedly]

Nessun commento:


----
SPY FINANZA/ I rischi in arrivo dal Giappone
// Il Sussidiario.net

Molti occhi sono puntati sugli Usa e Wall Street. Ma per il 2017, dice MAURO BOTTARELLI, potrebbero arrivare sorprese non gradevoli dal Giappone, viste le politiche della Boj

(Pubblicato il Thu, 29 Dec 2016 06:05:00 GMT)

SPY FINANZA/ I nuovi "aiutini" a Deutsche Bank alla faccia di Mps, di M. Bottarelli
I NUMERI/ Così la crisi ha spaccato l'Italia, di G. Passali
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone


Inviato da iPhone

Mps E I “Sognatori”: Il Salvataggio Di Stato Non Difende I Risparmi [feedly]

Nessun commento:


----
Mps E I "Sognatori": Il Salvataggio Di Stato Non Difende I Risparmi
// MiglioVerde

di GIOVANNI BIRINDELLI In un articolo dal titolo "Mps, come difendere i risparmi" pubblicato sul quotidiano La Stampa si legge: "L'intervento di Stato è una buona notizia per i risparmiatori perché in questo modo vengono evitati i ...



Inviato da iPhone

America: Fioccano Le Balle Di Obama! [feedly]

Nessun commento:


----
America: Fioccano Le Balle Di Obama!
// icebergfinanza

Risultati immagini per sfondo fiocchi di neve cristalloUna anticipazione l'abbiamo data ieri, ma se ancora qualcuno, compresi i giornalisti della nostra carta stampata è ancora li a chiedersi per quale motivo in novembre a vinto Trump, suggerisco di dare un'occhiata a questo articolo, per carità, nulla di … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone


Inviato da iPhone

2017, Europa e globalizzazione ai titoli di coda [feedly]

Nessun commento:


----
2017, Europa e globalizzazione ai titoli di coda
// linkiesta.it

Getty Images 625289032

Le previsioni di Statfor: la dissoluzione dell'Europa, l'isolazionismo americano, il ritorno dell'inflazione. Ma soprattutto la progressiva costruzione di un mondo a blocchi. Sempre meno interdipendente, sempre più bellicoso


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone


Inviato da iPhone

“L’Italia Rispetti Le Regole” - Schaeuble Chiede A Bce E Commissione Ue Di Tenere La Guardia Alta Sull’Operazione Mps - La Germania Teme Che Roma Utilizzi I 20 Miliardi Di Euro Del Fondo Salva-Risparmi, Voluto Dal Governo Per Attenuare Le Perdite Di Soci E Obbligazionisti, In Modo Improprio [feedly]

Nessun commento:


----
"L'Italia Rispetti Le Regole" - Schaeuble Chiede A Bce E Commissione Ue Di Tenere La Guardia Alta Sull'Operazione Mps - La Germania Teme Che Roma Utilizzi I 20 Miliardi Di Euro Del Fondo Salva-Risparmi, Voluto Dal Governo Per Attenuare Le Perdite Di Soci E Obbligazionisti, In Modo Improprio
// Articoli

RE per "il Giornale"   wolfgang schaeuble schauble 1 Il ministero delle Finanze tedesco è preoccupato. Teme che il salvataggio statale della terza banca italiana, il Monte dei Paschi di Siena, non rispetti le regole europee. La Bce e la Commissione europea devono controllare e assicurarsi che le autorità italiane si attengano alle regole europee, ha detto ieri all' agenzia Reuter...
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone


Inviato da iPhone

Cassazione, il profitto giustifica il licenziamento [feedly]

Nessun commento:


----
Cassazione, il profitto giustifica il licenziamento
// Milano Finanza

Secondo i giudici della Corte di Cassazione, come riportato da Italia Oggi, il licenziamento di un dipendente potrà essere giustificato anche solo in [...]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone


Inviato da iPhone

Barclays, assicurativi da vendere

Nessun commento:
Barclays, assicurativi da vendere Da vendere: 1) Swiss Re. Rating negativo sulla compagnia elvetica che merita unhttp://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/finanza/barclays-assicurativi-da-vendere/

It's The Dollar, Stupid! [feedly]

Nessun commento:


----
It's The Dollar, Stupid!
// Zero Hedge

Submitted by Paul Brodsky via Macro-Allocation.com,

We think the markets have it fundamentally wrong. US investors are anticipating a cyclical shift towards economic expansion via new tax incentives, business de-regulation and Keynesian government spending that promise to increase output, demand and asset prices. However, there is a far more influential driver of future asset prices – a structural shift that has begun but has yet to be acknowledged by economic and political authorities, and, judging by financial asset markets, by most investors. We expect weak equity markets and a strong treasury market beginning in 2017.

It's the Dollar, Stupid.

The financial model used by advanced economies since 1971 is quickly losing its ability to support economic growth and rising asset prices.1 Western economic policy, which had previously relied heavily on credit creation from 1971 to 2008, was replaced in 2009 by monetary policy that relied heavily on base money creation through asset purchases. The structural shift in central bank focus from credit to monetary creation marked a paradigm shift in the decades-long finance-based economic model - from the leveraging phase to the de-leveraging phase.

The Fed shifted to relying on a communications policy in 2013, which focused on renewing the broad perception that by "normalizing" US interest rates the economy would again begin to react to credit incentives it could manage. It also emphasized the need for fiscal stimulus, which would ostensibly create demand and stimulate production growth. Last month the Fed hiked overnight rates for the second time in two years and the markets expect it to hike rate three times in 2017.

Fed rate hikes tighten credit conditions in the US and, given the continued execution of QE by other major global central banks, increase the exchange value of the dollar. A stronger dollar theoretically increases other economies' exports into the US, provided that US consumers and businesses are able to maintain the same level of demand for foreign goods and services. This is an open question.

Donald Trump's election raised hope that new tax incentives, business de-regulation and Keynesian government spending will create sufficient demand. The dollar and US financial markets have reacted in sympathy with stock prices rising and bond prices falling…despite the Fed's renewed credit tightening. A strong dollar would tend to attract global wealth to the US, wealth that theoretically could find its way into US risk assets including US equities. Thus, US equity strength since the election reflects a strong dollar, which is based on the combination of Fed rate hikes and renewed hope for US government stimulus.

This is not the first time the Fed has had to actively increase the exchange value of the dollar. Paul Volcker's Fed had to hike overnight rates to 20% in 1980-81 so the dollar would be reaffirmed as a store of global value for US trading partners, including OPEC. We believe the Fed is doing the same today, in spite of its de-stimulative impact, because it wants to attract global capital to US banks and asset markets. Doing so would ensure USD hegemony, which would be necessary if/when global leverage leads to hyperinflation and multilateral trade and currency wars. Once substantial wealth is held in dollars and dollar-denominated assets, the US political dimension and the Fed, through the BIS and IMF, would be able to control the terms of a global monetary reset, which in turn would de-leverage balance sheets across currencies and economies in a controlled manner; in effect, a pre-packaged bankruptcy in real terms.

Nothing has changed structurally (or cyclically) since the US election. Global central banks are de-leveraging their banks through QE, with the exception of the Fed, which already did. Commercial bank liquidity and solvency is a precondition for a global monetary reset. The table is being set for more, not less, central bank intervention in the form of monetary inflation, and more intervention from the political dimension, which would choose which non-bank creditors (and debtors) will experience credit deflation.

The markets have it wrong

We believe fiscal measures like those being speculated about now in the US, even if successfully executed, would fail to generate meaningful new production and demand within the US and global economies. Financial markets are vulnerable to a reversal of their recent trends.

We cannot place specific figures or exact times when benchmark equity and fixed-income indexes will reverse current trends; however, we are increasingly confident that US and global economies have begun to experience necessary structural changes that directly impact: 1) incentives to produce and consume, 2) the fundamental manner in which the political dimension approaches monetary and fiscal policies, and 3) the way in which investors think about assets, liabilities, economics and capital markets.

The secular US fixed income bull market, which began in 1981 when the Fed embarked on what would become a forty five-year credit easing regime that benefitted, treasury, mortgage, corporate, municipal, small enterprise and consumer borrowers, and would eventually spread globally to other advanced and emerging bond markets; which allowed the US government to deficit-spend (eventually without the expectation of recourse) its way to unrivaled military might that defeated and then contained potential hostile threats abroad; which provided primary funding for bank and shadow bank lending that gave the US dollar and financial markets status as the ultimate sanctuary of global wealth; which provided a platform on which global bank and non-bank counterparties could swap contingent liabilities amounting to many times the size of underlying cash markets without fear of regulatory interference; and which provided speculators across other asset markets (including real estate) to continually sponsor unsustainable valuations, no longer produces capital or serves an economic purpose, and is almost over.

The secular US equity bull market, which not coincidentally also began in 1981 and served as the principal funding mechanism for great advances in digital technologies, communications, finance, logistics, health care, energy, retail, and other industries; which helped raise and maintain competitive trade advantages for the US and its allies; which expanded capital expenditures, productive output and consumer demand; which helped collateralize expansive public and private credit issuance and debt assumption, in turn creating a positive feedback loop that further increased nominal production, consumption and asset prices, and which created nominal wealth for US and non-US asset holders, is also in its evanescence.

Stock and bond markets in advanced, financially-oriented economies, have devolved more into political imperatives necessary to maintain social services and the perception of wealth, rather than serving as the traditional means to build and price wealth and capital. They no longer serve societies or global trade.

In over-leveraged economies, stock and bond markets become co-dependent. To sustain market prices, debt and equity require nominal output growth. To sustain market values, they require real output growth. The only way to increase nominal output growth and raise nominal equity prices in a highly leveraged economy with leveraged currency is to raise the quantity of credit, which must eventually reduce real output and asset values. The question before us is whether "eventually" is occurring now.

The primary reason we think stocks are peaking is scale. Aggregate market caps, valuations, revenues and earnings of public companies cannot be sustained by the level of real production in the underlying US and global economy. We think bonds are on the eve of reconciliation for the same basic reason: the scale of systemic leverage has already begun to reduce incentives to expand credit for capital formation, which, in turn, promotes debt deflation.

We expect debt deflation coincident with central bank monetary inflation, which would offset the deflation…on paper (like feet in the oven, head in the freezer producing a reasonable average). Before this occurs, we expect a financial or economic event that focuses public attention on the leverage problem.

Drilling Down

The incentive to invest in the stock market is to build wealth, which is accomplished by generating positive real (inflation-adjusted) returns. This presents a problem looking forward. Many of the companies the market rewards most in terms of market cap drive goods and service prices lower by innovating and connecting buyers and sellers (e.g. Amazon, Facebook).

Against this backdrop, the Fed's economic mandate from Congress is to work towards stable prices and full employment. To do so, it has a specific annual inflation target of 2%. If the Fed is successful in this target, then it will reduce the purchasing power of US dollars by more than 64% over the next 25 years:

As the table above makes clear, through its specific economic mandates and acceptance of the Fed's 2% inflation target, the US Congress effectively promotes a decline in the value of ongoing savings earned and amassed by American labor. For investors, the policy also acts as a hurdle over which investor returns must rise to create positive real returns (i.e., wealth).

On one hand, commercial competition is naturally driving prices lower, making goods and services more economical for producers and consumers, and equity markets are inflating the asset values of businesses that deflate prices. On the other hand, the Fed is trying to drive goods, services and asset prices higher, which would drive the purchasing power value of savings lower.

Since 1998, asset prices (portrayed by the Wilshire 5000 on the graph above) have been supported in great part by Fed liquidity and debt-driven buybacks while US economic activity, (portrayed by monetary velocity), has been in secular decline. It is tough to sustain 2% inflation for very long through financial maneuverings when domestic economic activity continues to weaken. Any further inflation the Fed might help create (as it hikes rates!?) will not be demand driven, but rather the result of more financial leverage.

It can't persist much longer

The current excitement among US equity and credit investors over the promise of a best-case stimulative mix of deregulation, tax cuts, and Keynesian government spending has created a very optimistic market tone. The Fed has further intimated December's rate hike was the start of a new regime of interest rate normalization. Together, these dynamics have caused treasury yields across the curve to rise. Rising treasury yields in past business cycles have further signaled economic recovery, which has seemed to confirm to most investors that economic and equity market optimism are warranted. We disagree.

Any fear of demand-driven goods and service inflation is un-warranted given 1) the already-leveraged nature of public and private sector balance sheets, 2) the need to perpetuate the relative strength of the dollar, and 3) the expectation of further Fed rate hikes. Even a successful multi-trillion dollar US government spending program that provides a few jobs and necessary American capital improvements could not provide sufficient consumer demand to overcome US and global balance sheet leverage and the attendant necessity to maintain US dollar strength to sustain the current monetary system.

The graph below plots the secular decline in long-duration treasuries against the year-over-year rate of US goods and service inflation. (The gap in 30-year treasuries is due to the elimination of Long Bond issuance from August 2001 to February 2006.) We believe the rise at the extreme right of the graph representing their most recent trends is not indicative of the next big move for long-duration treasuries.

Given the need to maintain the US dollar as the fulcrum of the US monetary system, the most influential input for future treasury yields has become global output, which is in secular decline. This trend is logical, established and seems to be accelerating. It is logical because the secular post-War decline in global output growth was only interrupted by the emergence over the least twenty years of large new economies like the BRICs. The continuation of that secular downward trend would make sense once those emerging economies are established. The graphs below confirm that balance sheet leverage within emerging economies have surpassed those in developed economies and that, not surprisingly, global output growth is truly struggling. As a result, we expect one last spasm that takes long-term treasury yields to new lows.

Relevant Economics for Equity Investors

Investors will soon be forced to better understand the macro world around them. The perception of the deflation/inflation metric should determine near term and secular debt and equity market directions.

Prices are determined by supply/demand equilibriums – where the supply of goods, services, labor and assets meets the demand for each. This is theoretically true in classical economics. However, in the current flexible exchange rate monetary system administered by banking systems and the political dimension (i.e., a fiat regime), both supply and demand are determined by the prevailing quantity of credit available to producers of supply and the quantity of credit available to consumers who create demand. (Credit is simply a claim on base money, which is created by central banks.)

The most insipid structural problem threatening economic vitality and equity market returns is public and private sector leverage. High and rising debt-to-GDP ratios, which threaten economic liquidity, and high and rising debt-to-base money ratios, which threaten balance sheet solvency, must eventually be reconciled. Aging demographics within the world's largest economies is accelerating the timing of the necessary reconciliation, which must occur through debt deflation, monetary inflation, or both.

Thus, investors seeking to create wealth by investing in broad equity markets face a fundamental structural problem caused by the irreconcilability of 1) naturally occurring commercial deflation, 2) economies and political systems that rely on inflation, and 3) the crowding out of consumption and investment by necessary debt service.

Consider the 2% inflation target established by the Fed and accepted by most political economists. See table, page 4.) The target ostensibly limits the annual loss of purchasing power to 2%, and therefore it is generally thought that having such a target is in the best interest of American workers. Such an argument is inaccurate, naïve and disingenuous. As the graph on the previous page shows, the Fed was unable to cap goods and service inflation when energy prices spiked from limited supply in the 1970s, and unable to cap inflation at 2% throughout the credit-led secular bull market in corporate and property equity in the 1980s, 1990s and 2000s.

Goods and service inflation more recently has struggled to rise to 1.7%, where it stands today. A 2% inflation target has shifted from a target to preserve the purchasing power of the dollar to a target to ruin it. Nowhere in the public discussion has this been mentioned. As discussed above, we think the Fed's "fear of inflation", which is ostensibly driving the new rate hike regime, is a necessary public narrative that will let the Fed pursue its true objective – a stronger dollar and deflation amid a contracting real economy.

Even if US domestic economic activity were to somehow reverse its secular downtrend enough to warrant current equity valuations, it is difficult to conceive how much more asset prices could rise – especially in real terms. Simple math, anachronistic economic policies and poor demographics pose insurmountable barriers for creating wealth through public share ownership. (We further discussed the current negative implications of over-valuation and the negatively convex nature of equity markets in The Grift.)

Can the Establishment really be that wrong?

In classic economics, both employment and inflation are derived from production. Political economists, a moniker that defines the academic discipline from which the great majority of contemporary economists spring, argue that a fully-employed labor force suggests that rising labor inflation will lead to rising goods and service inflation. Thus, the Fed is trying to raise rates currently, citing the second Fed mandate - full employment - which threatens stable prices. The ultimate policy goal is to protect the US (and global) economy from shrinking.

According to logic and classic economics, there is nothing wrong with a shrinking economy. Why? Because an economy should shrink commensurate with a rise in leisure time. Seriously. An economy is theoretically supposed to serve its factors of production. The more economical it is, the more leisure time it produces for its participants. (We suspect economies are called "economies" because they were formed naturally as systems that actually economized.)

In such an economy, only theoretical today, deflation would be a good thing because it would increase the purchasing power value of savings produced from past labor. In fact, an increase in deflation (i.e., an increase in declining prices) would actually raise real (inflation-adjusted) GDP because the gain in the dollar's purchasing power from deflation would offset the declining volume of goods and services (nominal GDP). (We suspect this fundamental economic truth is the reason Congress's mandate to the Fed includes only stable prices and employment, and not economic growth.)

The graph below shows the decline in the American work force since 2000. It should not strike you as alarming, given 1) all the great new innovations and technologies replacing human capital and 2) the expansion of global human capital from emerging economies. Tell us again, we ask sarcastically, what "full employment" is?

Market cap-weighted indexes notwithstanding, it may be worthwhile here to ask yourself again why an increase in the majority of US equity shares is generally perceived as a given as the US economy becomes more efficient.

Why it is all about the Dollar Now?

In today's global monetary system, currencies are tranched liabilities of: 1) commercial banks that create deposits through the lending process; 2) central banks on the hook to collateralize member commercial banks that create deposits and credit without commensurate reserves or circulated currency (base money), and; 3) treasury ministries that ask constituent factors of production to have faith that its taxing authority and, as has been demonstrated throughout history, its ability to wage war to loot enough resources outside its taxing domain to protect its currency's purchasing power value.

As liabilities without directly-linked offsetting assets, the purchasing power value of currencies are always susceptible to dilution. Dilution comes in the form of credit issued by banks (and, potentially, non-bank lenders) that is either not collateralized by assets or collateralized by assets that themselves are liabilities (like Treasury notes). The wider the gap separating the amount of un-collateralized credit denominated in a currency from that currency's base money (bank reserves and currency in float) – the ratio that determines monetary leverage - the greater the amount of future monetary de-leveraging will have to occur. (De-leveraging must ultimately occur so that debtors can service or repay their obligations and so producers have incentive to continue to supply goods and services in exchange for that currency.)

We expect global monetary authorities to protect the dollar as long as they can and we expect them to fail. Stocks and bonds will react violently; stocks and weak credits falling, treasuries prices rising (at first). That failure will lead to hyperinflation – not driven by demand, but rather by central bank money printing. A new global monetary understanding will then emerge.

We expect weak equities and a strong treasury market in 2017, as they begin to discount this fundamental structural shift.


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone....

28/12/16

Quando Il “Lato B” E’ Da Urlo? Indovina Qual E’ La Mamma E Qual E’ La Figlia [feedly]

Nessun commento:


----
Quando Il "Lato B" E' Da Urlo? Indovina Qual E' La Mamma E Qual E' La Figlia
// Il Grande Cocomero

Non ci sono dubbi, almeno per il web: lei è la "mamma più sexy del mondo". E lei è "mamaselter", questo il nickname su Instagram si nasconde Jill Selter, una 47enne con un sedere da ventenne. Un vero e proprio fenomeno social: nel giro di pochi giorni la donna ha raggranellato oltre 200mila follower. Tutto merito del suo fisico strepitoso. E in una delle ultime fotografie, la mammina tutto pepe si è mostrata in bikini al fianco della figlia (a sinistra), la quale mostra di avere le stesse identiche doti della madre. Semplicemente strepitose.

 

 

 

 

1482935386771-jpg 1482935395110-jpg 1482935407554-jpg 1482935416312-jpg

 

 

 

 

FONTE:

LIBERO


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Global Debt Sales Hit A Record $6.6 Trillion In 2016 [feedly]

Nessun commento:


----
Global Debt Sales Hit A Record $6.6 Trillion In 2016
// Zero Hedge

Earlier in 2016, the US Investment Grade bond market passed an key milestone when some time around August, the total amount of high grade debt outstanding hit $6 trillion, tripling from $2 trillion at the time of the financial crisis. Most, if not all, of the new funding was used to buyback stock.

And now, as we come to the end of 2016, another $6 trillion number makes a dramatic appearance, this time in a slightly different metric: according to Dealogic, global debt sales hit a record in 2016, led by corporations rushing to load up on cheap borrowing costs, now threatened by Trump's vague policies to ....

Piazza Affari: segnali di cedimento. Bancari sotto pressione [feedly]

Nessun commento:


----
Piazza Affari: segnali di cedimento. Bancari sotto pressione
// Trend Online

Continua la risalita di Saipem in una giornata assolutamente negativa per la Borsa italiana. Vendite sui bancari, assicurativi e risparmio gestito.

Banca MPS non c'è … ma il suo influsso si sente. Il titolo è sospeso dalle contrattazioni, ma "pesa" sul sentiment che fatalmente pervade l'intero settore. Hanno voglia i nostri governanti a dire che i soldi ci sono, sappiamo tutti infatti che nella migliore delle ipotesi aumenteremo il nostro debito mettendo solo una ....

I 10 cigni neri del 2017 [feedly]

Nessun commento:


----
I 10 cigni neri del 2017
// Forex Trading Online

I 10 cigni neri del 2017: gli eventi improbabili ma possibili che potrebbero sconvolgere i mercati finanziari il prossimo anno.

- Approfondimenti / , , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

“Monte” Di Pietà - Il 70% Dei Cattivi Debitori Di Mps Non Sono Artigiani O Commercianti Ma Ricchi Imprenditori, Come La Famiglia De Benedetti (Caso Sorgenia) O I Marcegaglia, Che A Marzo Hanno Ricevuto Un Nuovo Finanziamento Di Quasi Mezzo Miliardo, Nonostante Abbiano Già 1,5 Miliardi Di Debiti [feedly]

Nessun commento:


----
"Monte" Di Pietà - Il 70% Dei Cattivi Debitori Di Mps Non Sono Artigiani O Commercianti Ma Ricchi Imprenditori, Come La Famiglia De Benedetti (Caso Sorgenia) O I Marcegaglia, Che A Marzo Hanno Ricevuto Un Nuovo Finanziamento Di Quasi Mezzo Miliardo, Nonostante Abbiano Già 1,5 Miliardi Di Debiti
// Articoli

Giuliano Zulin per ''Libero Quotidiano''   titolo mps in 12 mesi Natale è passato, ma il governo (e la Bce) si apprestano a fare un bel regalo agli italiani: una tassa di 251 euro a famiglia. L'altro ieri abbiamo scoperto che l'aumento di capitale di Montepaschi non sarà più di 5 miliardi, bensì di 8,8. Dei quali ben 6,5 saranno a carico del contribuente. Il conto dunque è presto fa...
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone