23/12/16

Il “sacco” di Babbo Natale [feedly]



----
Il "sacco" di Babbo Natale
// I Diavoli

«Dalla mia prospettiva vedo la gestione del risparmio italiano scivolare in altre mani. Considero questo passaggio una vera e propria svolta. E dunque lo chiamo take over.»

Da Rischio (s)take over sul risparmio degli italiani

Se i movimenti dei mercati fossero una guerra, quella che è andata in scena nel 2016 sarebbe una campagna d'Italia in piena regola, con tanto di sacco del Belpaese ad opera di armate che calano dall'altra parte delle Alpi. 

Con Vivendi salita a circa il 26% del capitale di Mediaset, e intenzionata a raggiungere il 30, l'azienda televisiva di Cologno è sotto attacco del finanziere bretone Vincent Bolloré, che già detiene il 25% di Telecom, per quella che si appresta a diventare una delle battaglie cruciali della campagna d'Italia. E mentre si organizzano gli schieramenti per il controllo del 35% flottante di Mediaset, lo scontro si arricchisce di ulteriori strascichi a colpi di carte bollate e richieste d'intervento da parte del governo per difendere l'italianità dell'azienda controllata da Fininvest. 

Ma se al momento le frequenze del Biscione sono il principale fronte dello scontro, la campagna d'Italia non ha risparmiato il versante finanziario. E così l'accordo tra Amundi e Unicredit per la cessione del fondo Pioneer ai francesi a circa 4 miliardi rappresenta un ulteriore tassello del quadro. L'operazione matura all'interno dell'aumento di capitale con cui in pazza Gae Aulenti si vuol mettere mano al "motore" e risolvere carenze di patrimonio e qualche problema legato a un eccesso di crediti deteriorati.  

base-vignetta-idiavoli_bis

Il risiko, con cui ....

Posta un commento