03/03/16

Il Rallentameno Manifatturiero Globale si sta trasmettendo al settore Servizi (?) [feedly]



----
Il Rallentameno Manifatturiero Globale si sta trasmettendo al settore Servizi (?)
// Il Grande Bluff

Il Rallentamento Manifatturiero Globale si sta trasmettendo al settore Servizi (?)... Mediamente i Servizi sono lagging rispetto al Manifatturiero ma non sempre c'è una correlazione precisa e comunque varia di Nazione in Nazione.... In ogni caso il contesto Macro Economico Globale non è affatto pimpante ed è pieno di incognite... Ecco perché le Borse stanno rimbalzando come non accadeva da un sacco di tempo... ;-)  Vi sparo un po' di dati poi fate voi.... che oggi vado di fretta... e non...

[clicca sul titolo per leggere tutto il post]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Durden: E' ufficiale, il Canada a ora ZERO riserve auree [feedly]



----
Durden: E' ufficiale, il Canada a ora ZERO riserve auree
// Argento Fisico


E' ufficiale, il Canada non ha piu' neanche uno spillo d'oro (oddio, magari qualche spilletta da bavero per i rappresentanti del governo o di qualche ministero). Catz! Loro si che sono avanti! Solo carta e bit! ;D (e col valore del CAD in schianto causa petrolio/commodities in crollo mi pare una bella garanzia di solidita')



Gia' avevamo visto che non gli restava che qualche tonnellata e ne avevano venduta una buona parte qualche settimana fa. Mo ZERO. Vai! Coool! .. tanto c'hanno le "ville" da milioni di euro che sono valore vero ...

Zero Hedge - It's Official: Canada Has Sold All Of Its Gold Reserves
The Government of Canada sold 21,851 ounces of gold coins for settlement in February. On February 29, gold holdings stood at 77 ounces. The valuation is based on the February 29, 2016, London p.m. fix of US$1,234.90 per ounce.


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Tassi negativi... Effetti negativi...

http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/finanza/dettaglio/nRC_02032016_1832_601120670.html


Inviato da iPhone

Presidente Del Consiglio Ue, Tusk: ”Migranti Economici Non Venite In Europa!” [feedly]



----
Presidente Del Consiglio Ue, Tusk: "Migranti Economici Non Venite In Europa!"
// Piovegovernoladro

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO UE, TUSK: "MIGRANTI ECONOMICI NON VENITE IN EUROPA!"
Piovegovernoladro

ATENE – Alla faccia degli inviti – anche papali – all'accoglienza, una delle massime autorità europee si è espressa oggi in modo diametralmente opposto:"Voglio fare un appello a tutti i potenziali migranti economici illegali, dovunque siano: non venite in Europa". Lo ha detto ad Atene il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk, dopo l'incontro con ...

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO UE, TUSK: "MIGRANTI ECONOMICI NON VENITE IN EUROPA!"
Piovegovernoladro
Piovegovernoladro - Rassegna Stampa Indipendente


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Gli Usa non sono in recessione (per ora) [feedly]



----
Gli Usa non sono in recessione (per ora)
// Trend Online

I rischi per l'economia americana sono aumentati. Ma i dati vanno interpretati in un contesto differente dal passato. Più che ai consumi, è meglio guardare ai profitti e agli investimenti. 

I timori di recessione negli Stati Uniti sono ai massimi dal 2009: le probabilità sono del 21% nei prossimi dodici mesi secondo un sondaggio del Wall Street Journal di febbraio 2016. Solo sei mesi fa erano al 10%. Mentre gli economisti cercano tra i dati le conferme o le smentite, ....

Sos Partite Iva: “Aprire una partita Iva in Italia è una condanna e una iattura” [feedly]



----
Sos Partite Iva: "Aprire una partita Iva in Italia è una condanna e una iattura"
// Piovegovernoladro

Sos Partite Iva: "Aprire una partita Iva in Italia è una condanna e una iattura"
Piovegovernoladro

L'ultimo studio della Cgia di Mestre alza il velo su una realtà ben nota a quanti non siano prigionieri di ottusi pregiudizi, mostrando che la categoria sociale più fragile è ormai quella dei lavoratori autonomi. Un quarto di coloro che hanno una partita Iva, infatti, si trova oggi al di sotto della soglia di povertà ...

Sos Partite Iva: "Aprire una partita Iva in Italia è una condanna e una iattura"
Piovegovernoladro
Piovegovernoladro - Rassegna Stampa Indipendente


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Chi ha detto che i banchieri sono noiosi e prevedibili? [feedly]



----
Chi ha detto che i banchieri sono noiosi e prevedibili?
// Phastidio.net

Oggi sul Sole c'è un pezzo di Fabio Pavesi che spiega un'operazione di investimento finanziario sull'estero effettuata dagli ex vertici della Banca Popolare di Vicenza. Una lettura affascinante ed istruttiva, un case study da business school che illustra la superiore capacità gestionale di alcuni tra i nostri banchieri.

(...)
Continua a leggere Chi ha detto che i banchieri sono noiosi e prevedibili? (377 parole)


© Phastidio.net, 2003 - 2016. | Permalink
Tags: | Categorie: Economia & Mercato, Italia


Leggete anche:

Il post Chi ha detto che i banchieri sono noiosi e prevedibili? è apparso in originale su Phastidio.net.


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

It's Official: Canada Has Sold All Of Its Gold Reserves [feedly]



----
It's Official: Canada Has Sold All Of Its Gold Reserves
// Zero Hedge

One month ago, when looking at the latest Canadian official international reserves, we noticed something strange: Canada had sold nearly half of its gold reserves in one month. According to the February data, total Canadian gold reserves stood at 1.7 tonnes. That was just 0.1 per cent of the country's total reserves, which also include foreign currency deposits and bonds. .......


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Tassi negativi e sfiducia QE: in arrivo corsa agli sportelli? [feedly]



----
Tassi negativi e sfiducia QE: in arrivo corsa agli sportelli?
// Trend Online

L'economia non cresce e le banche centrali, in un modo o nell'altro, stanno tentando in tutti i modi di stimolare (o sarebbe meglio dire rianimare) una situazione che ogni giorno pare avvitarsi sempre più su se stessa.

L'economia non cresce e le banche centrali, in un modo o nell'altro, stanno tentando in tutti i modi di stimolare (o sarebbe meglio dire rianimare) una situazione che ogni giorno pare avvitarsi sempre più su se stessa.

Perchè i tassi negativi?

Un'economia in crisi spaventa il risparmiatore che non vede all'orizzonte ottimismo e fiducia e perciò è istintivamente portato a risparmiare ulteriormente mentre le banche, causa una situazione economica precaria, non prestano,. Da qui ....

Prezzo del petrolio: ecco perché diffidare del rialzo delle quotazioni [feedly]



----
Prezzo del petrolio: ecco perché diffidare del rialzo delle quotazioni
// Forex Trading Online

Tutti i motivi per diffidare del recente rialzo del prezzo del petrolio.

- Materie Prime / , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Petrolio: situazione potrebbe essere anche peggio del previsto [feedly]



----
Petrolio: situazione potrebbe essere anche peggio del previsto
// Trend Online

I numeri delle scorte sono impressionanti quasi quanto quelli sulle previsioni dei prezzi in futuro. E le banche tremano.

La situazione sul settore petrolifero è molto complessa, ancora di più se si guardano ai risvolti geopolitici che questo implicherà nel futuro.

Tutti i fallimenti

I tentativi di accordo registrati nelle settimane scorse prevedono le migliore dei casi un congelamento ai livelli già altissimi di gennaio, una ...

Bill Gross Previews The Financial Apocalypse: "The Classical Economic Model Has Reached A Dead End" [feedly]



----
Bill Gross Previews The Financial Apocalypse: "The Classical Economic Model Has Reached A Dead End"
// Zero Hedge

Bill Gross takes a turn for the downright apocalyptic (with a +/- 5 billion year error margin) in his latest letter speculating on the future of banking and finance under NIRP in a world where the "credit based economic system appears to be in the process of devolving from a production oriented model to one which recycles finance for the benefit of financiers"; a world in which "the negative interest rates dominating 40% of the Euroland bond market and now migrating to Japan like a Zika like contagion, are an enigma to almost all global investors"; a world where our "finance based economic system which like the Sun has provided life and productive growth for a long, long time – is running out of fuel and that its remaining time span is something less than 5 billion years."......

Chart I: The Big C Then and Now

 

In addition to banks, business models with long term liabilities that depend on 7-8% future returns from risk assets are themselves at risk – not necessarily of bankruptcy but future profitability. The Met, the PRU, Hartford – all of these insurers whether it be for life, accident, or .....

Il grande esproprio immobliare va avanti, con poche correzioni [feedly]



----
Il grande esproprio immobliare va avanti, con poche correzioni
// Contropiano.org

Il grande esproprio immobliare va avanti, con poche correzioni
La mezza insurrezione – anche parlamentare, con ben 11 deputati sospesi (quasi tutti "grillini") - contro il bail in della casa sta producendo mezze retromarce governative. Ma sia chiaro che non cambia affatto la direzione di…

----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Marc Faber: in questo tipo di mercato solo un asset è vincente | Trend Online

http://www.trend-online.com/prp/marc-faber-mercato-oro/#.VtgI2OvV11A.facebook


Inviato da iPhone

5 chiamate al giorno? Adesso puoi denunciare lo stalking da call center… [feedly]



----
5 chiamate al giorno? Adesso puoi denunciare lo stalking da call center…
// Piovegovernoladro

5 chiamate al giorno? Adesso puoi denunciare lo stalking da call center…
Piovegovernoladro

Sembra che lo sappiano. Pare proprio che i gentili quanto insistenti operatori dei call center siano a perfetta conoscenza dell'esatto momento in cui ti siedi a tavola o stai schiacciando un riposino pomeridiano, per farti squillare il telefono. E ci vogliono almeno cinque minuti per fargli capire che a te quella proposta proprio non interessa, fino ...

5 chiamate al giorno? Adesso puoi denunciare lo stalking da call center…
Piovegovernoladro
Piovegovernoladro - Rassegna Stampa Indipendente


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Rimbalzo duraturo o falsa partenza? [feedly]



----
Rimbalzo duraturo o falsa partenza?
// Trend Online

Raramente le differenze nell'analisi della situazione dell'economia mondiale tra dati economici e percezione dei mercati è stata così divergente.

Nicolas Chaput, Global CEO & co-CIO Oddo Meriten AM, e Laurent Denize, Global Co-CIO Oddo Meriten AM, spiegano che raramente le differenze nell'analisi della situazione dell'economia mondiale tra dati economici e percezione dei mercati è stata così divergente. Gli Stati Uniti sono in piena occupazione e l'economia nazionale si trova nella parte superiore del ciclo, l'eurozona "accelera lentamente" e la Cina prosegue il rallentamento senza tuttavia crollare. Nulla di tutto ciò assomiglia a un'economia mondiale sul punto di tornare in recessione.

Invece, il mercato ha .....

La nuova incognita: la deflazione [feedly]



----
La nuova incognita: la deflazione
// Trend Online

La deflazione è la nuova incognita. E senza dubbio fa paura a tutti gli osservatori. Poi se arriva anche l'Istat a certificarne l'esistenza la crisi è servita.

La deflazione è la nuova incognita. E senza dubbio fa paura a tutti gli osservatori. Poi se arriva anche l'Istat a certificarne l'esistenza la crisi è servita. Forse non ancora una economica, ma una di panico sì.

Nel mese di febbraio 2016, secondo le .....

Ecco i veri dati della ripresa italiana…. [feedly]



----
Ecco i veri dati della ripresa italiana….
// FinanzaNoStop

Sono molto impegnato in questi giorni, quindi posso stare poco dietro al blog, e per questo me ne scuso. Ma tornerò attivo nei prossimi giorni. Tuttavia ho trovato un po' di tempo per aggiornare un nostro caro (e chiaro) grafico, … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Un carico pieno di spazzatura incendiaria: gli effetti della ZIRP e la follia della trasformazione illiquida [feedly]



----
Un carico pieno di spazzatura incendiaria: gli effetti della ZIRP e la follia della trasformazione illiquida
// Francesco Simoncelli's Freedonia

Ricordo a tutti i lettori interessati che è in vendita la mia traduzione dell'ultimo libro di Gary North, L'economia cristiana in una lezione, acquistabile a questo indirizzo: http://bit.ly/1JUqFIt. Con questo manoscritto North, attraverso uno sforzo letterario pregevole, unisce ciò che è stato diviso per anni da un mondo accademico cieco e sordo alla centralità dell'individuo nell'analisi economica: etica ed economia. L'escamotage della chiave di lettura teologica è utilizzata per chiarire al lettore come una visione epistemologica chiara sia fondamentale per uscire dall'attuale pantano intellettuale in cui è finita la teoria economica moderna.
__________________________________________


di David Stockman


Ormai con le spalle al muro, i nostri suzerain monetari ci dimostreranno la follia dei sette anni d'accomodamento monetario "straordinario".

Anche se la ZIRP e il QE non sono riusciti a rigenerare l'economia di Main Street, hanno scatenato una grande fame di rendimenti che ha infestato il casinò di bombe ad orologeria finanziarie. Gli attuali .....

Piazza Affari: scenari attesi fino all'appuntamento con Draghi [feedly]



----
Piazza Affari: scenari attesi fino all'appuntamento con Draghi
// Trend Online

Il Ftse Mib recupera ancora terreno e questa tendenza potrebbe durare almeno fino al meeting della BCE della prossima settimana. Le indicazioni di Enrico Malverti.

Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, Quant analyst di Cybertrader, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

L'indice Ftse Mib si è spinto ben oltre la soglia dei 17.450 punti da lei segnalata nell'ultima intervista. Come è cambiato lo scenario del mercato e quali sono le attese per le prossime sedute?

Nell'ultima intervista avevo .....

Zona Euro: con la contrazione della Francia, la crescita economica scende ai minimi su tredici mesi [feedly]



----
Zona Euro: con la contrazione della Francia, la crescita economica scende ai minimi su tredici mesi
// Trend Online

Markit Economics ha rivisto al rialzo la lettura preliminare dell'indice PMI dei servizi nella Zona Euro relativa al mese di febbraio a 53,3 punti.

Markit Economics ha rivisto al rialzo la lettura preliminare dell'indice PMI dei servizi nella Zona Euro relativa al mese di febbraio a 53,3 punti. Il dato risulta però inferiore al dato di gennaio pari a 53,6 punti. L'Indice Markit della ....

La Germania potrebbe essere il prossimo grande problema dell’Europa [feedly]



----
La Germania potrebbe essere il prossimo grande problema dell'Europa
// Insider.pro


I paesi della periferia dell'eurozona sono stati il problema maggiore per l'economia del continente, ma presto la Germania potrebbe ricoprire quel ruolo.
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

EIA: gli USA annegano nel PETROLIO [feedly]



----
EIA: gli USA annegano nel PETROLIO
// IntermarketAndMore

crollo-prezzo-petrolioGià sapete quanto reputo importante il petrolio in questa fase di rallentamento economico. L'oro nero rappresenta il vero elemento di disturbo delle banche centrali, essendo il vero colpevole del "rischio deflazione" che sta colpendo le economie occidentali. E sempre il … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Armi Usa all'Ucraina. Generale Nato: "pronti alla guerra con la Russia" [feedly]



----
Armi Usa all'Ucraina. Generale Nato: "pronti alla guerra con la Russia"
// Contropiano.org

Armi Usa all'Ucraina. Generale Nato:
Ormai da giorni Donetsk e Gorlovka sono sotto il fuoco delle artiglierie e dei mortai pesanti ucraini. La riunione a Minsk del gruppo di contatto, in cui si è deliberato lo sminamento dell'area cuscinetto tra gli…

----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Cambiano modi e tempi (non le condizioni) dell'esproprio [feedly]



----
Cambiano modi e tempi (non le condizioni) dell'esproprio
// Il Sole 24 ORE

Le banche europee hanno in pancia 1.000 miliardi di euro in crediti deteriorati, pari al 7,3% del Pil dell'Unione europea. Secondo l'European banking authority, questo livello è una...









----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Eurozona: L'indice PMI Composite scende ai minimi da 13 mesi [feedly]



----
Eurozona: L'indice PMI Composite scende ai minimi da 13 mesi
// Borsainside.com

L'indice PMI Composite è sceso a febbraio a 53 punti.

L'articolo Eurozona: L'indice PMI Composite scende ai minimi da 13 mesi è stato pubblicato in origine dal portale Borsainside.com


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Crollo in borsa, oggi ti spiego perchè è possibile [feedly]



----
Crollo in borsa, oggi ti spiego perchè è possibile
// Fabio Troglia

Crollo in borsa, oggi ti spiego perché è possibile.Oggi analizziamo insieme tre indizi importanti che ci portano alla conclusione sopra citata. Che ti piaccia o meno il mondo dipende, sopratutto nella finanza dagli Usa, quindi è li che noi dobbiamo concentrare la nostra attenzione.Oggi nel dettaglio osserveremo tre grafici importanti, che ci indicano tutti lo […]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Cina, Moody's rivede al ribasso rating su China Mobile e banche [feedly]



----
Cina, Moody's rivede al ribasso rating su China Mobile e banche
// Milano Finanza

Il declassamento di oggi arriva a sole 24 ore dalla revisione al ribasso di ieri dell'outlook della Cina, per l'aumento del debito pubblico e per i [...]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Tasse di successione: il governo pensa di fare cassa

Tasse di successione: il governo pensa di fare cassaNon c’è solo l’introduzione del bail-in, ad impensierire i risparmiatori italiani inhttp://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/politica/tasse-successione-governo-pensa-cassa/

Forex: grande ritorno del dollaro USA. Il perché in 3 punti [feedly]



----
Forex: grande ritorno del dollaro USA. Il perché in 3 punti
// Forex Trading Online

Perché il dollaro USA sta salendo? È ora di prepararsi al ritorno del biglietto verde, il perché in 3 punti

- Analisi Forex / , , , , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

LA CRISI NON FINIRA' Il futuro è di disoccupazione e povertà [feedly]



----
LA CRISI NON FINIRA' Il futuro è di disoccupazione e povertà
// Blog della COMUNITA' IPHARRA

LA CRISI NON FINIRA' Il futuro è di disoccupazione e povertà

LA CRISI NON FINIRA' Il futuro è di disoccupazione e povertà

Nel filmato vedrete più volte la nuova bandiera dell'unione europea, dalla forma simile a quella di un occhio. l'occhio è il simbolo chiave della massoneria! E' UFFICIALE! L'UNIONE EUROPEA è

http://www.ilbrigante.info/video/la-crisi-non-finira-il-futuro-di-129140/


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Grecia Italia … Fu Un Atto Politico Intenzionale! [feedly]



----
Grecia Italia … Fu Un Atto Politico Intenzionale!
// icebergfinanza

Come abbiamo più volte scritto è fondamentale non dimenticare che coloro che occupano i posti di comando, di responsabilità in questa crisi, non possono o meglio non avranno mai interesse a raccontare la verità. Talvolta è meglio lasciare perdere dati … Continua a leggere
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Le Manipolazioni Monetarie Della Bce Non Eviteranno La Prossima Crisi Dei Mercati [feedly]



----
Le Manipolazioni Monetarie Della Bce Non Eviteranno La Prossima Crisi Dei Mercati
// MiglioVerde

j2di MAURO MENEGHINI*

Crescono i rischi dell'economia. Lo si osserva negli investimenti del settore edile in Europa che la situazione è completamente insoddisfacente. Al summit del G20 si ha avuto la conferma una volta di più che i vertici della finanza mondiale non hanno compreso la gravità della situazione.

Le cifre nude e crude parlano una lingua inequivocabile. Di fronte ad una lunga serie di rischi crescenti, tanto ....

NIRP: i numeri negativi della "paura" e "dell'ansia"... [feedly]



----
NIRP: i numeri negativi della "paura" e "dell'ansia"...
// Il Grande Bluff

Un breve estratto dalla newsletter appena inviata e dedicata SOLO ai sostenitori attivi del mio BLOG  (via libere donazioni....non campo certo di quello ma è questione di principio...) Le riflessioni più cool e le strategie pragmatiche ormai le dedico SOLO a CHI non è solo un fantasma web... Perché l'informazione economico/finanziaria indipendente merita ben di più  che andare dal direttore di Banca Marche sotto casa o che bearsi dei Twitter di Renzi o che leggersi le fonti ufficiali...

[clicca sul titolo per leggere tutto il post]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Un Ex Banchiere Centrale Accusa L'Europa : La Crisi Di Questi Anni E' Stata Causata Dall'Esito Economica Appositamente. Dichiarazioni Gravissime [feedly]



----
Un Ex Banchiere Centrale Accusa L'Europa : La Crisi Di Questi Anni E' Stata Causata Dall'Esito Economica Appositamente. Dichiarazioni Gravissime
// Mercato Libero

Articolo apparso sul Telegraph . Il banchiere e' mervyn King.

Europe's deep economic malaise is the result of "deliberate" policy choices made by EU elites, according to the former governor of the Bank of England.
Lord Mervyn King continued his scathing assault on ....

SPY FINANZA/ I numeri scomodi per la Bce di Draghi [feedly]



----
SPY FINANZA/ I numeri scomodi per la Bce di Draghi
// Il Sussidiario.net

Gli ultimi dati sull'andamento dei prezzi in Europa come in Italia non sono confortanti. E per MAURO BOTTARELLI sono dovuti alla politica monetaria della Bce

(Pubblicato il Thu, 03 Mar 2016 06:05:00 GMT)

SPY FINANZA/ Così Bce e Fed "terrorizzano" la Bundesbank, di M. Bottarelli
FINANZA E POLITICA/ Le "proposte impossibili" dell'Italia all'Ue, di S. Zannino
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Moneta: come fu che ci rubarono tutti i soldi. [feedly]



----
Moneta: come fu che ci rubarono tutti i soldi.
// Byoblu.com

La Moneta - unica rivoluzione che dovremmo fare

La rivoluzione della moneta è l'unica rivoluzione che dovremmo veramente fare, perché senza sovranità monetaria non esiste alcuna sovranità politica. Una breve storia di come abbiamo perso la proprietà della nostra moneta.

di Valerio Lo Monaco

"Menomale che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario perché, se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una .....

Il lato oscuro degli accertamenti: cosa ha in serbo Rossella Orlandi per i contribuenti italiani? [feedly]



----
Il lato oscuro degli accertamenti: cosa ha in serbo Rossella Orlandi per i contribuenti italiani?
// Forex Trading Online

La direttrice dell'Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi ha dichiarato che i contribuenti che non collaborano conosceranno «il lato oscuro» dell'accertamento. Cosa voleva dire esattamente?

- Fisco e Tasse / , ,
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

S&P 500, la Grande Truffa. L’indice più Taroccato e a Rischio Crollo del Secolo [feedly]



----
S&P 500, la Grande Truffa. L'indice più Taroccato e a Rischio Crollo del Secolo
// Rischio Calcolato

S&P PE GAAP non GAAP_0

Guardate il grafico qui sopra.

Le barre blu rappresentano gli utili complessivi espressi in punti dell'indice S&P 500 secondo i principi contabili standard.

Le barre rosse invece gli utili complessivi espressi in punti dell'indice S&P 500 secondo la fantasia del management.

La differenza sta ....

Capitalism Requires World War [feedly]



----
Capitalism Requires World War
// Zero Hedge

Authored by Cathal Haughian via TheSaker.ie,

It has been our undertaking, since 2010, to chronicle our understanding of capitalism via our book The Philosophy of Capitalism. We were curious as to the underlying nature of the system which endows us, the owners of capital, with so ......


----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

TASSE/ Renzi prepara nuove mance elettorali [feedly]



----
TASSE/ Renzi prepara nuove mance elettorali
// Il Sussidiario.net

Per FRANCESCO FORTE, ridurre l'Ires è una buona cosa, ma sarebbe meglio ridurre l'Irap che rappresenta il vero problema dell'Italia: un taglio dell'Irap dell'1% varrebbe un punto di Pil

(Pubblicato il Thu, 03 Mar 2016 06:00:00 GMT)

LA RIPRESA DI RENZI?/ I numeri e i dubbi che pesano sull'Italia, int. a G. Gentili
TAGLIO TASSE?/ I "buchi" nel piano di Renzi, int. a F. Daveri
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Prima Si Lamentavano Dei Prezzi Che Aumentavano, Ora Che Diminuiscono [feedly]



----
Prima Si Lamentavano Dei Prezzi Che Aumentavano, Ora Che Diminuiscono
// Rischio Calcolato

deflazionedi MATTEO CORSINI

"Una bruttissima notizia quella sulla deflazione perché è il sintomo più evidente che qualcosa non sta funzionando in Italia e che la tanto attesa ripresa economica stenta a decollare". Carlo Rienzi è presidente del Codacons, associazione di consumatori che, un ....

Tokyo ringrazia lo yen, in Cina cala anche il Pmi servizi [feedly]



----
Tokyo ringrazia lo yen, in Cina cala anche il Pmi servizi
// Milano Finanza

Tokyo ben intonata ringrazia il calo dello yen sul dollaro. In Cina i listini cercano di galleggiare dopo i dati deludenti del Pmi servizi, fiore [...]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

FED nuovamente in dilemma, euro debole attende ECB [feedly]



----
FED nuovamente in dilemma, euro debole attende ECB
// Trend Online

Ieri nulla di particolare, e le incertezze imperversano, e i mercati fluttuano entro rischi e ricerca di nuove opportunità.

Ieri nulla di particolare, e le incertezze imperversano, e i mercati fluttuano entro rischi e ricerca di nuove opportunità. Di fondo prevale la prudenza e il timore di nuovi collassi della redditività dei portafogli, dopo quanto già avvenuto da gennaio e febbraio. Sostegno degli indici da miglioramento petrolio, che ha spinto i settori energia, minerari, commodity, e le valute legate ad esse. Qualche dato economico positivo ....


DALLA TRAGEDIA GRECA ALLA COMMEDIA ALL’ITALIANA.

Fin dalla notte dei tempi il MONDO UMANO si è sempre caratterizzato dal DOMINIO DEL PIU’ FORTE SUL PIU’ DEBOLE. Il trascorrere dei SECOLI non ha mutato NULLA, se non nella raffinatezza degli strumenti per comandare.

Nel capolavoro di Kubrick “2001 – ODISSEA NELLO SPAZIO” esso veniva rappresentato come un MONOLITE figurativo del PENSIERO UMANO e che, in occasione della sua prima entrata nel film, appariva ad un UMANOIDE, con l’aspetto scimmiesche, dopo che la sua “INTELLIGENZA” le aveva fatto scoprire una “ARMA” per poter cacciare, ma altresì PREVARICARE i suoi simili e quindi COMMANDARLI.

In seguito, l’uomo è progredito sempre di più sia nel fisico, grazie al variegare nel procurarsi l’alimentazione, che, soprattutto, nell’UTILIZZO DELLA MENTE. Queste 2 componenti non sempre sono andate di pari passo, anzi, talvolta sono andate in contrasto (vedasi i periodi BUI della STORIA UMANA), ma comunque hanno contribuito al PROGRESSO DEL BENESSERE. Oggi pensare che le CRISI ECONOMICHE possono portare fame e miseria come nel 1929 sono decisamente improbabili. Questo non significa che queste piaghe siano state eliminate, ma sono sacche limitate nei PAESI AVANZATI, al contrario ben presenti in quelli SOTTOSVILLUPATI.

I PIU’ FORTI COMMANDANO I PIU’ DEBOLI..

Chi reputa che la DEMOCRAZIA elimini questa REGOLA e fortemente in ERRORE. Questo non implica che è da ELIMINARE e tornare alla DITTATURA, ma le REGOLE (vedasi LEGGI) non hanno fatto altro che SOFFISTICARE il DOMINIO dei più FORTI, i quali FANNO e DETTANO le condizioni.

Reputare che una LEGGE è GIUSTA, perché è una regola della COMUNITA’ e quando di più SUBDOLO possa esistere, al punto che il passato ha evidenziato che STATI FORTI promulgavano addirittura LEGGI ANTIRAZZIALI. Stessa cosa per quei PAESI che pongono come PRIORITA’ il CULTO, come base dello STATO, ponendo di conseguenza lo SCONTRO RELIGIOSO.

Ma il vero DRAMMA sono le LEGGI ECONOMICHE che portate all’estrema esasperazione provocano DANNI IRREPARABILI.

Con l’articolo da me pubblicato su MERCATOLIBERONEWS del 10/03/2014 LA PRIMA RIVOLUZIONE GLOBALE DELLA STORIA. evidenziai, partendo dalla situazione RUSSO/UCRAINA, come i NUOVI FORTI stavano “massacrando” i NUOVI DEBOLI.


Questo non è più tra i diversi POPOLI o STATI, ma all’interno dello stesso POPOLO o STATO. Molti li identificano come TUTELATI e non TUTELATI, ma la verità e assai più complessa e variegata e la componente STANDARD sono le LEGGI ECONOMICHE che i DEBOLI devono sottostare a beneficio di quelli che le promulgano, i quali si pongono come GARANTI della COMUNITA’, ma che in definitiva non fanno altro che i loro interessi come nei secoli dei secoli.


La raffinatezza sta nel fatto di porsi dalla parte dello STATO e non nel PRIVATO, poiché quest’ultimo non promulga LEGGI, bensì le SUBISCE. Come non bastasse i primi possono decidere i loro compensi non in funzione del MERCATO o della MERICROTAZIA in base alle loro CAPACITA’, bensì su argomentazioni FALSE di responsabilità alla quale poi non RISPONDONO MAI.


Esempi. In questi giorni sono apparsi questi 2 articoli.


Patto fiscale tra Stato e italiani per cancellare debiti insostenibili

25 febbraio 2016, di Daniele Chicca ROMA (WSI) – L’associazione a difesa dei contribuenti ha lanciato un appello al GOVERNO RENZI perché stringa “un patto fiscale fra italiani”, in grado di superare un sistema sanzionatorio “usuraio” che triplica il debito fiscale rendendone impossibile la restituzione. Nella sua lettera alle autorità di Palazzo Chigi, Carmelo Finocchiaro, presidente di CONFEDERCONTRIBUENTI chiede interventi su EQUITALIA, BANCHE e MUTUI. Tra i suggerimenti è previsto un condono delle sanzioni, degli interessi e degli aggi delle cartelle esattoriali, per tutti coloro che non hanno potuto pagare. Lo Stato recupererebbe tante risorse finanziarie e famiglie ed imprese potrebbero fare rientrare il loro debito con lo Stato. Insomma un “PATTO FISCALE FRA ITALIANI”, che superi un sistema sanzionatorio USURAIO per effetto del quale il debito fiscale assume proporzioni tali da diventare insostenibile, “con il risultato che il fisco non incassa quanto dovrebbe”. Secondo Finocchiaro sarebbe insomma una ‘WIN-WIN SITUATION‘, perché se il debitore non paga, lo Stato finisce anche lui per perdere i propri soldi. “Io chiedo che il Governo, con la scelta della cartolarizzazione sui crediti bancari, non consenta di far cadere milioni di italiani nelle mani di ”SOCIETA’ DI SCOPO”, magari straniere che con azioni a catena ‘esproprino’ la povera gente di risorse fondamentali per sopravvivere”. Anche in questo caso un “patto per un ”PIANO SOSTENIBILE DI RIENTRO”, spiega Finocchiaro, “dovrà costituire un impegno centrale del governo”, insieme a “una GRANDE RIFORMA che metta fine al ripetersi dei fenomeni legati all’USURA BANCARIA ed ai ricorrenti vizi contrattuali”. L’Italia ha bisogno di riscatto Infine il leader dell’associazione chiede al premier MATTEO RENZI di intervenire anche nel mercato immobiliare e del credito, e nello specifico di non recepire la direttiva dell’Unione Europea 17 del 2014 (MORTGAGE CREDI DIRETTIVE, ossia la direttiva sul credito ipotecario), “poiché diventerebbe un dramma per migliaia di famiglie, che aspirano ad avere una casa”. I contribuenti italiani, secondo Finocchiaro, “hanno bisogno che venga data loro un’altra opportunità e tutta l’Italia ha bisogno di riscatto“. I cittadini italiani “hanno perso il loro potere di acquisto e a causa di ciò, sono in moltissimi coloro che a stento possono acquistare il necessario per la spesa quotidiana”. “Imprenditori e padri di famiglia continuano a gettare la spugna, in molti casi compiendo gesti estremi come il suicidio, poiché non vedono alcuna speranza nel loro futuro”. Nonostante gli sforzi del governo, “le imprese continuano a chiudere, gli over 35 sono lasciati fuori dal mercato del lavoro e le banche trasformate in agenzie immobiliari per via degli espropri e pignoramenti in forte crescita”. Per questi motivi “bisogna ridare la possibilità di poter pagare ai contribuenti, non secondo le aspettative di istituzioni pubbliche e private, che determinano a tavolino o sulla base di previsioni normative, condizioni irrealizzabili, ma secondo le reali possibilità di ognuno”.

SABATO 27 febbraio 2016 DA LONDRA RIVELAZIONE CHOC: MASSIMO 10 ANNI E L’ITALIA SARA’ UNA NAZIONE FINITA.

Uno studio choc da Londra rivela che tra massimo 10 anni l’Italia SARA’ una nazione FINITA. “Gli storici del futuro probabilmente guarderanno all’Italia come un caso perfetto di un Paese che è riuscito a passare da una condizione di nazione prospera e leader industriale in soli vent’anni in una condizione di desertificazione economica, di incapacità di gestione demografica, di rampate TERZOMONDIALIZZAZIONE, di caduta verticale della produzione culturale e di un completo caos politico istituzionale. Lo scenario di un serio crollo delle finanze dello Stato italiano sta crescendo, con i ricavi dalla tassazione diretta diminuiti del 7% in luglio, un rapporto DEFICIT/PIL maggiore del 3% e un debito pubblico ben al di sopra del 130%. Peggiorerà”. Così ROBERTO ORSI, italiano emigrato a Londra per lavorare presso la LONDON SCHOOL OF ECONOMICS, prevede il prossimo futuro del Belpaese.                                                                                                                                       UN SETTORE DISTRUTTO – Il termometro più indicativo della crisi italiana, secondo orsi, è lo smantellamento del sistema MANUFATTURIERO, vera peculiarità del made in ITALY a tutti i livelli: “Il 15% del settore manifatturiero in Italia, prima della crisi il più grande in Europa dopo la Germania, è stato distrutto e circa 32.000 aziende sono scomparse. Questo dato da solo dimostra l’immensa quantità di danni irreparabili che il Paese subisce. Questa situazione ha le sue radici nella cultura politica enormemente degradata dell’élite del Paese, che, negli ultimi decenni, ha negoziato e firmato numerosi accordi e trattati internazionali, senza mai considerare il reale interesse economico del Paese e senza alcuna pianificazione significativa del futuro della nazione. L’Italia non avrebbe potuto affrontare l’ultima ondata di globalizzazione in condizioni peggiori. La leadership del Paese non ha mai riconosciuto che l’apertura indiscriminata di prodotti industriali a basso costo dell’Asia avrebbe distrutto industrie una volta leader in Italia negli stessi settori. Ha firmato i trattati sull’Euro promettendo ai partner europei riforme mai attuate, ma impegnandosi in politiche di austerità. Ha firmato il regolamento di Dublino sui confini dell’UE sapendo perfettamente che l’Italia non è neanche lontanamente in grado (come dimostra il continuo afflusso di immigrati clandestini a Lampedusa e gli inevitabili incidenti mortali) di pattugliare e proteggere i suoi confini. Di conseguenza, l’Italia si è rinchiusa in una rete di strutture giuridiche che rendono la scomparsa completa della nazione certa”.
RESPONSABILITA’ POLITICHE – Quando si tratta di individuare le responsabilità, Orsi non ha dubbi nel puntare il dito contro la politica: “L’Italia è entrata in un periodo di anomalia costituzionale. Perché i politici di partito hanno portato il Paese ad un quasi collasso nel 2011, un evento che avrebbe avuto gravi conseguenze a livello globale. Il Paese è stato essenzialmente governato da tecnocrati provenienti dall’ufficio dell’ex Presidente Repubblica, i burocrati di diversi ministeri chiave e la Banca d’Italia. Il loro compito è quello di garantire la stabilità in Italia nei confronti dell’UE e dei mercati finanziari a qualsiasi costo. Questo è stato finora raggiunto emarginando sia i partiti politici sia il Parlamento a livelli senza precedenti, e con un interventismo onnipresente e costituzionalmente discutibile del Presidente della Repubblica , che ha esteso i suoi poteri ben oltre i confini dell’ordine repubblicano. L’interventismo dell’ex Presidente è stato particolarmente evidente nella creazione del governo Monti e dei due successivi esecutivi, che sono entrambi espressione diretta del Quirinale. L’illusione ormai diffusa, che molti italiani coltivano, è credere che il Presidente, la Banca d’Italia e la burocrazia sappiano come salvare il Paese. Saranno amaramente delusi. L’attuale leadership non ha la capacità, e forse neppure l’intenzione, di salvare il Paese dalla rovina. Sarebbe facile sostenere che Monti ha aggravato la già grave recessione. Chi lo ha sostituito ha seguito esattamente lo stesso percorso: tutto deve essere sacrificato in nome della stabilità. I tecnocrati condividono le stesse origini culturali dei partiti politici e, in simbiosi con loro, sono riusciti ad elevarsi alle loro posizioni attuali: è quindi inutile pensare che otterranno risultati migliori, dal momento che non sono neppure in grado di avere una visione a lungo termine per il Paese. Sono in realtà i garanti della scomparsa dell’Italia”.

Come si può evincere, il DISASTRO ECONOMICO perpetrato negli ultimi 40 anni è di tale portata a cui non esiste RIMEDIO. Pensare di risolvere il DEBITO PUBBLICO, la BUROCRAZIA STATALE, le INFILTRAZIONI CRIMINALI e LOBBY PROFESSIONALI con l’apparato LEVIATANO dell’attuale PUBBLICA AMMINISTRAZIONE o dei PROFESSIONISTI della POLITICA che restano in carica non anni, ma tra poco SECOLI e una LOTTA IMPARI, e senza soluzione.

L’anno appena trascorso ci ha evidenziato la TRAGEDIA GRECA in tutto il suo DRAMMA di un POPOLO rovinato da una CLASSE POLITICA rivolta ai loro sporchi interessi utilizzando l’indebitamento PUBBLICO come ottenimento di VOTI DI SCAMBIO a fronte di una PARASSITARIA ECONOMIA DI BENESSERE non basata su VERA RICCHEZZA del PAESE, ma su WELFARE A DEBITO. In seguito davanti al CATACLISMA hanno incolpato l’UNIONE EUROPEA di essere AGUZZINI e scarso SENSO SOLIDALE. 

I FORTI di quel PAESE hanno goduto dei frutti donandone una piccola parte ai DEBOLI, ma ora chi pagherà dovranno essere i DEBOLI. Ma questi RESPONSABILI hanno pagato le loro MALEFATTE ? Assolutamente. Si sono ritirati in buon ordine accusando sempre il NEMICO ESTERNO alle PORTE e si godono i VITALIZI che per LEGGE si sono promulgati.

Analizzando con attenzione, possiamo trovare delle ANALOGIE col BEL PAESE ? Reputo proprio di sì.

La differenza è che ancora non siamo alla TRAGEDIA, ma alla COMMEDIA e di certo alla FARSA.  Il solo pensiero della SOLIDITA’ DELLE BANCHE, i diversi proclami sulla RIPRESA ECONOMICA (poi smentita dai fatti), la diminuzione del DEBITO PUBBLICO che MAI diminuisce, lo snellimento della BUROCRAZIA STATALE per non parlare dei VITALIZI, SPENDING REVIEW, COSTO DELLA POLITICA E SPRECHI fanno comprendere quanto quei 2 articoli mettono in evidenza la FRUSTRAZIONE DEI DEBOLI.

La RIVOLTA è più vicina di quanto si possa immaginare. Essa scaturerà dai DEBITI sia che essi siano PRIVATI che PUBBLICI, poiché non sono più ONORABILI. La causa è stata determinata dalla cecità dei CREDITORI (vedasi BANCHE) e dalle sanzioni e more INUTILI e DELETERIE della STATO AGUZZINO e VESSATORIO creato dai FORTI sui DEBOLI. A tutto questo va aggiunta la SITUAZIONE ECONOMICA RECETTIVA GLOBALE (forse l’unica forza effettivamente  esterna) che non fa altro che amplificare la non rosea economia italiana. La PATRIA della PARTITA DOPPIA è abile ad occultare i DATI AMMINISTRATIVI, ma prima o poi la verità viene in superficie. Inoltre il buon “RENZI DI TURNO” deve comprendere che gli esperti sono persone competenti ad analizzare dopo che i fatti sono accaduti e non prima, altrimenti non si capisce perché nessun preveda le varie CRISI ECONOMICHE.

Egli continua mostrare ottimismo e dati di RIPRESA ECONOMICA elencando TABELLE, STATISTICHE e NUMERI da enti qualificati. Sicuramente è a conoscenza del concetto di statistica, la quale sentenzia che se uno mangia un POLLO e l’altro no il dato rilevato è mezzo POLLO per ciascuno. Ebbene chi non mangia di sicuro è quello DEBOLE e pensare come fece la Regina MARIA ANTONIETTA non porta a niente di buono.

A forza di permanere nei PALAZZI ROMANI, egli sta perdendo il contatto con la REALTA’. Dialogare solo con i FORTI o con i propri lacchè (vedasi la LOBBY CORREGIONALE di cui si circonda) sembra più una questione CORPORATIVA che nulla a che fare col BENESSERE NAZIONALE. Quando si alza al mattino e si reca a fare le varie riunioni governative, prima di iniziare pensi al costo che essa determina sulla RICCHEZZA DEGLI ITALIANI ed analizzi se rientra o meno nella SPENDING REVIEW. Inoltre i valori dei compensi, non si dovrebbero sempre confrontare con quelli dei FORTI, ma talvolta con quelli dei DEBOLI, che sono la maggioranza, ed EURO 50,00 di tassa incidono maggiormente nelle loro economie.

NON E’ POPULISMO, E’ SAGGIA AMMINISTRAZIONE.



VITTORIO