23/03/17

"Israele ha istituito un regime di apartheid": il rapporto delle Nazioni Unite che l'Onu non approva

"Riservato agli ebrei", Carlos Latuff
Usando il termine "apartheid", il rapporto apre nuove prospettive alla visione delle Nazioni Unite sulla situazione nella Palestina occupata
Un nuovo rapporto delle Nazioni Unite accusa Israele di aver stabilito "un regime di apartheid che opprime e domina il popolo palestinese nel suo complesso".
La pubblicazione arriva nel mezzo di un nuovo dibattito sulla questione se, per la sua politica di colonizzazione e il suo rifiuto dell'autodeterminazione palestinese, il governo israeliano crea - o addirittura ha già creato - di fatto un "unico stato", che i critici considerano una forma di apartheid.

Sostenere la campagna BDS

Il rapporto esorta i governi a "sostenere le attività di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni [BDS]" e di "rispondere positivamente agli appelli di tali iniziative".
Il rapporto - le pratiche di Israele contro il popolo palestinese e la questione dell'apartheid - è stato commissionato e pubblicato dalla Commissione economica e sociale delle Nazioni Unite per l'Asia Occidentale (ESCWA) e pubblicato a Beirut.
John Reynolds, professore di diritto presso la National University of Ireland, Maynooth, ha detto ad Al Jazeera che il rapporto "apre nuove prospettive nel contesto dell'analisi della situazione in Palestina dalle Nazioni Unite".
Posta un commento