29/04/17

Quando ciò che guarisce si trasforma in ciò che uccide

C’è una grande e muta minaccia globale alla salute umana e animale, con implicazioni sia per la sicurezza del cibo sia per il benessere economico di milioni di famiglie allevatrici. E’ la cosiddetta resistenza agli antimicrobici. 
Il problema deriva dall’indiscriminato uso eccessivo di prodotti sintetici, quali i farmaci antimicrobici, per trattare parassiti nei sistemi agricoli e alimentari, che può essere uno dei principali canali della resistenza agli antimicrobici (AMR) che causa 700.000 morti ogni anno e ha il potenziale di aumentare tale numero a sino a 10 milioni l’anno.
L’AMR è un fenomeno naturale di microrganismi quali batteri, virus, parassiti e funghi che non sono più sensibili agli effetti dei farmaci antimicrobici, come gli antibiotici, in precedenza efficaci nel trattare le infezioni.
  
Ciò nonostante le pratiche commerciali intese ad accrescere profitti hanno condotto al fatto drammatico che queste sostanze sono sempre più usate per promuovere, praticamente, soltanto la crescita degli animali.
Posta un commento