08/08/17

Draghi non vede le bolle — Lasciate che ve le mostri io



----
Draghi non vede le bolle — Lasciate che ve le mostri io
// Francesco Simoncelli's Freedonia





di Daniel Lacalle


Mario Draghi ha nuovamente perso un'occasione eccezionale per correggere la politica monetaria. Ignorando gli enormi rischi creati dall'inflazione degli asset finanziari, ha affermato che "non ci sono segni di una bolla" e la Banca Centrale Europea (ECB) rimane fortemente concentrata sulla creazione dell'inflazione per decreto, negando gli effetti della tecnologia, della demografia e della sovraccapacità.

"Nessun segno di una bolla"? Ve ne mostrerò alcuni invece.

  • La percentuale del debito "acquistato" dalla BCE dei principali Paesi europei: Germania 17%, Francia 14%, Italia 12% e Spagna 16%. In tutti i casi, nel 2016 e nel 2015, la BCE è stata il più grande acquirente delle emissioni nette di suddetti Paesi.

Ponetevi una domanda: il giorno in cui la BCE smetterà di acquistarle, chi di voi comprerà obbligazioni europee a ....
Posta un commento