30/11/17

La Fed prova a spiegare il mistero dell’inflazione



----
La Fed prova a spiegare il mistero dell'inflazione
// The Walking Debt

Poiché l'inflazione che non riparte è diventata addirittura un mistero – così almeno l'ha definita la presidente uscente della Fed Janet Yellen – è del tutto evidente perché gli economisti appassionati di questioni monetarie stiano tirando qualunque coniglio fuori dal loro cilindro di presti-digitatori di dati. Svelare un mistero è seduzione antica. Specie quando si parla di un mistero che ha ricadute notevolissime sulle policy che le banche centrali sono chiamate a interpretare ed adottare. Ne abbiamo parlato diffusamente, fra l'altro qui e qui. Quindi non ci tornerò sopra.

Preferisco dedicare qualche riga all'ennesimo tentativo di far luce sul mistero pubblicato da alcuni economisti della Fed di Cleveland che si domandano se ai giorni nostri siano mutate le dinamiche inflazionistiche. Domanda retorica, viene da dire. Ma non c'è mai nulla di scontato nel mondo della macroeconomia che nutre le congetture dei banchieri centrali.

L'origine del mistero è nota. L'inflazione è risalita nella seconda metà del 2016 e nella prima parte di quest'anno, ma ha di nuovo cominciato a rallentare negli ultimi mesi malgrado un livello basso e declinante di disoccupazione, prezzi del petrolio stabili, per non dire vagamente depressi, e il deprezzamento del dollaro. Tutte variabili che nel migliore dei mondi possibili disegnato dai modelli macroeconomici non avrebbero dovuto certo favorire la discesa dell'inflazione, ma semmai il suo contrario.

Per svelare il mistero invece è ...

Posta un commento