13/12/17

"L'indipendenza è illegale e continuerà ad essere perseguitata con tutti i mezzi"

Abbiamo parlato con Antom Santos, un militante nei movimenti popolari ed ex prigioniero galiziano indipendentista.
Antom Santos

Tra novembre e dicembre del 2011, un'operazione di polizia condotta in Galizia si è conclusa con diversi attivisti indipendentisti imprigionati e accusati di appartenenza alla Resistenza Galiziana. Tra i detenuti c'era Antom Santos, con il quale abbiamo parlato dell'esistenza di prigionieri politici in Spagna, del processo di indipendenza che vive la Catalogna, dell'irruzione di Podemos nella sinistra e del progetto dell'indipendentismo galiziano. In un contesto in cui si inizia a mettere in discussione la repressione politica nello Stato spagnolo, abbiamo ritenuto necessario ascoltare la voce di un militante indipendentista, che ha trascorso cinque anni della sua vita in prigione a causa del suo progetto per la Galiza.

Ci sono prigionieri politici nello Stato spagnolo? 

Si, ci sono prigionieri politici nello Stato spagnolo. Ci sono stati durante tutto il franchismo, ci sono stati durante la Transizione o la riforma politica e quella realtà arriva fino ai nostri giorni.

Sono prigionieri politici i membri del governo imprigionati? 

Sì. Sono imprigionati in modo preventivo per ragioni politiche, a causa della loro ideologia.


Perché allora si utilizza l'eufemismo di "prigionieri politici"? 

Bene, lo stato spagnolo ha sempre cercato di definirsi internamente e internazionalmente come una democrazia. Pertanto, poiché è contraddittorio per l'esistenza di una democrazia mantenere persone imprigionate per la loro lotta politica, lo Stato spagnolo è stato costretto a sottrarsi a questa definizione di prigionieri politici. Il problema è che se, prima, si poteva sostenere che la stragrande maggioranza di coloro che sono stati imprigionati erano accusati di essere direttamente o indirettamente legati alla violenza, oggi è impossibile usare questa argomentazione sulla Catalogna, che ci obbliga a ricorrere alla casistica; è un po 'più complicato, ma in realtà è sempre la solita vecchia storia.
Leggi tutto...
Posta un commento