27/06/17

Nasdaq cede l'1,6%, petrolio a 44 dollari [feedly]



----
Nasdaq cede l'1,6%, petrolio a 44 dollari
// Milano Finanza

Borsa di New York in netto calo soprattutto sul fronte tech. Le parole rassicuranti di janet Yellen non sono bastate, anche perchè nel frattempo i [...]
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Bail In, Il Problema E’ Il 1834 [feedly]



----
Bail In, Il Problema E' Il 1834
// Blondet & Friends

   (Andrea Cavalleri)

Perché se una banca fallisce ci devono rimettere i correntisti?

In realtà bisognerebbe anche chiedersi perché una banca fallisce, ma qui il discorso diventa un po' troppo tecnico, consiglio in merito di leggere le pubblicazioni del gruppo di studio inglese "Positive money" o di guardare i loro video con sottotitoli in italiano.

Torniamo quindi al nodo della questione che interessa il cittadino: se l'azienda bancaria fallisce logico che gli azionisti perdano tutto, logico che chi avanza dei diritti nei confronti della banca, come obbligazionisti e detentori di ....

Banche Venete: il costo potrebbe arrivare a 42,5 miliardi [feedly]



----
Banche Venete: il costo potrebbe arrivare a 42,5 miliardi
// Trend Online

Tanti (troppi) i vantaggi che Intesa strappa dall'operazione. Tante (troppe) le incertezze che gravano sul futuro degli azionisti e degli obbligazionisti che dovranno affrontare da soli il lungo iter delle cause di rimborsi e indennizzi.

Quella delle banche venete è l'ennesima dimostrazione di una propaganda più politica che finanziaria che porterà polemiche e strascichi ancora per lungo tempo.

Il problema dei commissari

Una dimostrazione chiara arriva persino dalla nomina dei commissari liquidatori delle banche venete salvate con inaudita velocità dal governo per un costo (per adesso) di 17 miliardi di euro. I nomi dei commissari in questione, infatti, hanno suscitato dure critiche: Fabrizio Viola, infatti, oltre ad avere a suo carico una richiesta di rinvio a giudizio da parte della procura di Milano, è noto per essere nel cerchio di Montepaschi, altro grande ...

Europa titoli si, titoli no

Europa titoli si, titoli no In uno scenario dei listini europei che resta incerto, a causa dei problemi interni ehttps://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/finanza/europa-titoli-si-titoli-no/

Il contemporaneo fallimento delle banche venete e spagnole [feedly]



----
Il contemporaneo fallimento delle banche venete e spagnole
// Paolo Franceschetti




Ricapitolando la questione del fallimento delle Banche Venete possiamo riassumerla cosi.
Le banche falliscono.
Lo stato (che non trova soldi per terremotati, enti locali, per rafforzare polizia carabinieri, magistratura, che taglia ovunque) interverrà a salvare l'ente creditizio.
Intesa San Paolo invece acquisterà le banche venete, al prezzo simbolico di un euro, per "salvare" la banca dal fallimento.
Da dove prende i soldi lo stato?
Dalle banche, che presteranno i soldi necessari allo stato.
Quali banche?
La BCE.
Ma la BCE da chi è formata?
Dalle banche centrali
E le banche centrali da chi sono formate?
Dalle banche private. Ad esempio in Italia chi detiene la maggior parte delle quote sociali della Banca d'Italia è Intesa San Paolo. Che è pure l'acquirente delle banche venete. E che quindi indirettamente presta anche i soldi allo stato.

Nel frattempo, in Spagna, fallisce il Banco Popular, che viene acquistato dal Santander. Stessa operazione. Stessa cifra simbolica di un euro, identica motivazione: salvare la banca dal fallimento.

Il disegno finale è chiaro: si vuole creare col tempo un'unica banca in mano a un soggetto unico. Il motivo, è facile intuirlo.





Per acquistare "Alla ricerca di Dio" 
clicca qui: 












----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

Guerra psicologica in Venezuela

Il Venezuela è in guerra. Lo è da molto tempo, ma in questi ultimi mesi tutto indica che questa guerra è entrata in una nuova fase. Coloro che la provocano sembra che abbiano scommesso che questo sia il momento finale di questo scontro. Cioè: una guerra che deve avere uno sbocco; e come in ogni guerra, uno dei due lati che combattono deve vincere ma, in questo caso – da quanto si deduce dai fatti attuali – schiacciando il vinto, non negoziando ma neutralizzandolo completamente, senza lasciare spazio alcuno ad una reazione. 

Dove ci sono le pallottole, le parole sono di troppo”,  si poteva leggere a volte sui muri di una strada anonima all’inizio di una dittatura sanguinosa, una delle tante che hanno popolato la regione latinoamericana. Quando si passa dalle parole – i simboli, la ricerca del consenso – al fatto concreto  -le pallottole, la violenza dura e pura, l’intervento armato e sanguinario -  l’unica cosa che conta è la forze bruta. E in Venezuela pare che si vada verso questo.

Ora: arrivare all’uso della forza bruta, almeno nei termini della dinamica socio-politica, non è qualcosa di semplice, richiede preparazione. Le guerre non spuntano per generazione spontanea. Sono possibili, senza dubbio, (“la violenza è la levatrice dell’umanità”, disse Marx), ma le popolazioni, o le forze armate, non fanno uso della violenza solo per un presunto “spirito aggressivo” sempre pronto ad entrare in azione: è necessario un condizionamento sociale-politico-ideologico-culturale che prepari le condizioni.

SPY FINANZA/ San Valentino 2018, "l'inizio della fine" per i mercati [feedly]



----
SPY FINANZA/ San Valentino 2018, "l'inizio della fine" per i mercati
// Il Sussidiario.net :: Economia e Finanza

I mercati continuano a essere in balia delle Banche centrali, con la partecipazione degli hedge funds al mercato calata ai minimi storici. Un crash si avvicina, dice MAURO BOTTARELLI

(Pubblicato il Tue, 27 Jun 2017 06:05:00 GMT)

SPY FINANZA/ Quello che non si dice sul salvataggio delle banche venete, di M. Bottarelli
FINANZA E POLITICA/ La trappola europea per l'Italia, di G. Pennisi
----

Shared via my feedly reader


Inviato da iPhone

I Nuovi Sindaci? Continueranno A Fare Gli Esattori Dello Stato Centrale [feedly]



----
I Nuovi Sindaci? Continueranno A Fare Gli Esattori Dello Stato Centrale
// MiglioVerde

di LEONARDO FACCO Durante tutta la giornata di ieri, il chiacchiericcio bipolare (come la sindrome) s'è dedicato al voto dei ballottaggi di domenica scorsa inanellando banalità, quando invece l'unico serio dato politico emerso dalle urne è quello rilevato da Valentina Cavinato, che ha scritto: "Considerando la grande astensione, spero di non sentire più la cazzata secondo cui se non vai a votare, vince la sinistra". Nonostante l'astensione record, anche l'ultimo degli utili idioti liberali è stato messo Ko. La stampa del ...

è Peggio Di Prima, Ma Ci Dicono Che Non è Preoccupante [feedly]



----
è Peggio Di Prima, Ma Ci Dicono Che Non è Preoccupante
// MiglioVerde

di MATTEO CORSINI

Commentando i dati sull'indebitamento delle famiglie statunitensi, Fabrizio Galimberti ritiene che non siano preoccupanti, nonostante sia già stato superato il picco raggiunto prima della crisi: "Questo indebitamento fu ....

Razzismo

Razzismo Sarebbe ora di cominciare a fare un po’ di chiarezza fra il vocabolo ‘razzista’https://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/cultura/razzismo/