09/11/17

Venezuela Just 24 Hours Away From Formal Declaration Of Default



----
Venezuela Just 24 Hours Away From Formal Declaration Of Default
// Silver For The People

zerohedge.com / by Tyler Durden / Nov 9, 2017 12:26 PM

Less than a week after Venezuela shocked the world by announcing it would proceed to restructure its massive external debt, even as it was within the ....

Bailout statale in arrivo per i fondi pensione USA: lo “schema Ponzi” dell’Impero sta per crollare?



----
Bailout statale in arrivo per i fondi pensione USA: lo "schema Ponzi" dell'Impero sta per crollare?
// Rischio Calcolato


Come sapete, ho fiducia cieca nelle facoltà di predizione delle copertine di due settimanali: Sportweek e l'Economist. Il supplemento settimanale della Gazzetta dello Sport è una vera e propria sentenza: qualunque atleta ci finisca in prima pagina, si infortuna. O, comunque, cade in disgrazia sportiva. L'Economist, invece, ha una duplice funzione: anticipa quanto accadrà, quasi indicando la strada da seguire o suona l'allarme rosso. Ovvero, quando una .....

Il declino dell’Arabia Saudita è tutt’altro che lento



----
Il declino dell'Arabia Saudita è tutt'altro che lento
// DeshGold

Nel precedente articolo, abbiamo parlato delle tensioni medio-orientali e di quale sia il minimo comun denominatore che, come un filo conduttore, si dipana tra i vari teatri di conflitto.

Più addietro ci eravamo focalizzati sull'inedito avvicinamento fra Russia e Arabia Saudita e di come la monarchia saudita fosse ad un bivio: rinnovare l'alleanza del petro-dollaro allineandosi con Trump o incamminarsi per il nuovo sentiero sino-russo dei futures yuan-oro.

Ebbene, il caotico evolversi degli eventi ha portato alla luce una più cruda realtà per i reali sauditi: alla disperata ricerca di ossigeno, il re ed il suo erede annaspano tra le ....

Gerald Celente – This Event Will Trigger Oil To Spike Over $100 A Barrel In A Matter Of Weeks



Today the top trends forecaster in the world, Gerald Celente, warned this event may cause oil to spike over a $100 a barrel in a matter of weeks, igniting gold and cryptocurrencies. The Financial Armageddon Economic Collapse Blog tracks trends and forecasts , futurists , visionaries ,...

[[ This is a content summary only. Visit http://www.figanews.com or http://FinanceArmageddon.blogspot.com or http://www.newsbooze.com or http://www.figanews.com for full links, other content, and more! ]]
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Arabia Saudita, il peggio arriva adesso



----
Arabia Saudita, il peggio arriva adesso
// Feed RSS di lantidiplomatico.it

 

In Arabia Saudita continua il conflitto interno e l'aggressività nei confronti degli avversari regionali. Negli ultimi giorni abbiamo assistito a ore molto intense.


**
 

Il giovane principe ereditario Mohammad Bin Salman ha ordinato decine di arresti eccellenti (tra principi, ministri e funzionari) con l'accusa di corruzione. I principi sono stati rinchiusi nei loro palazzi dorati e gli uomini d'affari nel lussuoso Ritz-Carlton di Riyadh, ma l'idea è dimostrare ai giovani sauditi, la base di consenso a cui punta il principe, che anche i potenti possano pagare è che nessuno è al di sopra della legge. Nelle stesse ore, un elicottero con a bordo otto alti funzionari tra cui il principe Mansour Bin Muqrin, figlio di un ex erede al trono, è precipitato per cause non chiarite causando la morte dei passeggeri.

 

Poco prima, il primo ministro libanese Saad Hariri – leader politico filo-sunnita alleato della Casa di Saud – ha annunciato le proprie dimissioni attraverso un messaggio televisivo in diretta da Riyadh, rivelando di temere che Hezbollah e Iran vogliano attentare alla sua incolumità. Sempre nella stessa giornata, un missile balistico Burkan 2 lanciato dalle aree controllate dalle milizie Huthi in Yemen – paese con cui il regno è in guerra dal 2015 – e stato intercettato e distrutto da un missile Patriot nei pressi dell'aeroporto della capitale saudita. L'Arabia Saudita ha accusato direttamente l'Iran di aver messo in atto un'aggressione militare nei suoi confronti fornendo missili ai ribelli filo-sciiti dello Yemen, Il Ministro degli Esteri di Riyadh ha parlato di "atto di guerra" mentre Muhammad Bin Salman, il grande protagonista dell'aggressione saudita nei confronti dello Yemen e leader di facto del regno, ha dichiarato che la fornitura di missili di questo tipo agli Huthi da parte degli iraniani può "costituire un atto di guerra".

 

Per capire cosa sta succedendo e il perché di tanta assertività e nervosismo bisogna calarsi nelle particolarità della monarchia saudita. Dalla morte del fondatore del Regno Abdulaziz ibn Saud nel 1953, la successione al trono è sempre avvenuta di fratello in fratello invece che di padre in figlio come si potrebbe immaginare. Questo ha consentito di gestire lo Stato dando spazio a tutti i rami della famiglia. Re Salman ha sconvolto questi equilibrio e nominato come primo discendente il figlio Mohammed. La partita però non è ancora chiusa. Il nuovo Re sarà scelto dal Consiglio di Fedeltà, composto dai 28 altissimi principi discendenti diretti di Abdulaziz ibn Saud. Mohammed Bin Salman dovrà affrontare un'opposizione durissima e non può escludere che venga perpetrato un colpo di mano contro di lui.

 

Ecco perché ha neutralizzato la Guarda Nazionale (espressione armata della parte più conservatrice) e sta continuando a ripulire la scena e centralizzare il potere mentre cerca di personalizzare e rafforzare il suo consenso nelle giovani generazioni vestendo tutto ciò di lotta alla corruzione e promettendo un ritorno all'Islam moderato e riforme come il "diritto di guida" per le donne. Oltre a questo poi, ci sono le promesse del piano Vision 2030 per dare una risposta alla popolazione del regno riformandone profondamente l'economia liberandola dalla dipendenza dal petrolio e proiettandola verso il futuro. Impresa molto ambiziosa.

 

Anche in politica estera la personalizzazione del più giovane Ministro della Difesa del mondo è sempre più esplicita e portata avanti in maniera assertiva. In questo caso però capire l'azione politica del futuro sovrano è più semplice: a muovere tutto è un'aperta ostilità nei confronti dell'Iran. Dopo il fallimento del tentativo di rovesciare Bashar al-Assad con una guerra per procura in Siria e dopo essersi impantanati direttamente nella guerra in Yemen, i sauditi hanno dovuto assistere all'espansione dell'influenza iraniana in Libano, Siria e Iraq e al consolidarsi del rapporto dell'Iran anche con gli Huthi in quello Yemen da sempre considerato il giardino di casa, e adesso si sentono assediati.

 

Ora Muhammad Bin Salman tenta di recuperare il terreno perduto, muovendosi con spregiudicatezza in virtù dell'intesa personale con Donald Trump e dell'alleanza informale con Israele, entrambi uniti contro le attività della Repubblica Islamica. È soprattutto con Israele che l'Arabia Saudita sta trovando una comunione di intenti, con entrambi i paesi terrorizzati dal consolidamento della Mezzaluna Sciita, un rischio considerato vitale tanto da Riyadh quanto da Tel Aviv.

 

Il risultato immediato del nuovo corso saudita in politica estera è quindi l'ulteriore destabilizzazione di una regione già estremamente polarizzata e frammentata sia attraverso i confini nazionali che quelli tribali. Particolare attenzione bisogna avere per la decisione saudita di far rassegnare le dimissioni al primo ministro Saad Hariri, che riapre l'ennesima crisi politica del paese dei cedri, i cui esiti sono al momento ancora incerti. Il rischio di scatenare un'altra guerra tra gli Hezbollah e Israele è concreto, un conflitto che infiammerebbe tutti i conflitti della regione facendo saltare i pochi equilibri regionali rimasti e ridefinendo tutte le alleanze e le strategie geopolitiche, favorendo la diffusione di nuovi e ancor più pericolosi conflitti. Molte risposte sul futuro del Medio Oriente arriveranno dall'Arabia Saudita, lo storico conflitto tra la Repubblica Islamica dell'Iran e il Regno della Casa di Saud è più vivo e bollente che mai.


Federico Nero

 

 

 


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Secondo l'indicatore preferito di Warren Buffett gli investitori “stanno giocando con il fuoco”



----
Secondo l'indicatore preferito di Warren Buffett gli investitori "stanno giocando con il fuoco"
// Money.it

Warren Buffett una volta ha descritto il suo indicatore di mercato preferito come "la miglior singola misura di dove si trovano le valutazioni in un determinato momento", aggiungendo che quando tale metrica supera certi livelli, come nel 2000, "si sta giocando con il fuoco".

Se fosse davvero così, gli investitori si starebbero avvicinando ad una nuova fase critica di mercato.

In poche parole, l'indicatore di Buffett tiene traccia della capitalizzazione totale di tutte le azioni statunitensi in relazione al prodotto interno lordo del Paese. Quando il valore è compreso in un intervallo del 70%-80%, si può procedere con una certa tranquillità. Quando si muove al di sopra del 100%, è il momento di frenare.

L'indicatore al momento si trova a quasi il 139%, pericolosamente vicino al record del 145% raggiunto durante il picco della bolla delle dot-com nel 2000, l'unica altra volta in cui il valore è stato così alto.
Il grafico che segue mostra il picco dell'indicatore nel 2000, la successiva discesa e come la stessa dinamica potrebbe riaccadere oggi.

Come si può notare, l'ultima volta che ...

Too Safe to Fail: Implied Default Rate for European Junk Bond is Negative 1.1%



----
Too Safe to Fail: Implied Default Rate for European Junk Bond is Negative 1.1%
// Silver For The People

themaven.net / by Mike Mish Shedlock / November 9, 2017

Apparently, European junk bonds are too safe to fail. Fundstrat Global Advisors' Thomas Lee says the market-implied default rate for a European junk bond sits at a negative 1.1%.

The market's expectation for an average European high-yield bond to default on its payments stood at negative 1.1% on Oct. 26, versus a long-term average of a positive 5.8%, according to an analysis released Friday by Thomas Lee, the head of research at Fundstrat Global Advisors, who attempted to demonstrate the pernicious consequences of quantitative easing.

"We see this creating a 'moral hazard' which allows bad businesses to borrow money and misallocate. After all, wouldn't anyone want to borrow money at cost of debt less than the U.S. government?" said Lee.

READ MORE

The post Too Safe to Fail: Implied Default Rate for European Junk Bond is Negative 1.1% appeared first on Silver For The People.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Who Are You Going to Trust, the Fed or $76 Trillion in "Smart Money"?



----
Who Are You Going to Trust, the Fed or $76 Trillion in "Smart Money"?
// Zero Hedge

Let's talk about inflation.

There are two types of inflation in the world… the "inflation" that you and I experience in the form of a rising cost of living induced by Central Banks devaluing our currencies…

...and the inflation that Central Banks are "targeting" in the bizarre claim that somehow hitting said targets will unleash economic growth.

Inflation #1 is depicted in the chart below. This is the reason why everything "costs" more today than it used to.

Inflation #2 is some kind of nebulous concept that Central Bankers talk about without ever admitting that they themselves change how they define "inflation" to suit their political purposes.

Indeed, hearing a Central Banker talk about how we need to target inflation in ....

Banche? La Borsa Teme Il Crac: Ci Hanno Mentito Ancora



----
Banche? La Borsa Teme Il Crac: Ci Hanno Mentito Ancora
// Piovegovernoladro

Le banche italiane segnano un punto nel contenzioso con la Bce. L'ufficio legale dell'Europarlamento ha ieri stabilito che non spetta alla Vigilanza di Francoforte adottare norme sui crediti deteriorati. Su richiesta del presidente Antonio Tajani i servizi giuridici hanno precisato che l'Addendum fissa regole generali legalmente vincolanti, come tali applicabili a tutte le banche. Al contrario, le indicazioni della Vigilanza devono limitarsi ai singoli casi senza invadere il campo del legislatore.

Non sono dunque legittime le linee guida sulla gestione dei non performing loans, che prescrivono la copertura integrale entro due anni delle sofferenze non garantite ed entro sette anni di quelle ....

Forti vendite sui titoli di Stato europei



----
Forti vendite sui titoli di Stato europei
// Trend Online

Vendite sui titoli di Stato dell'Eurozona nel pomeriggio.

Vendite sui titoli di Stato dell'Eurozona nel pomeriggio. I rendimenti di conseguenza si comprimono e in maniera consistente. Quello del BTP decennale italiano cede 8 punti base e si porta all'1,82% mentre quello del Bund tedesco cede 5 punti base per tornare allo 0,37 per cento. Lo spread BTP/Bund si pone così a 145 punti base. In rialzo di 5 punti base anche lo yield dell'Oat francese mentre quello del Bono spagnolo segna un aumento di 7 punti base all'1,55 per cento.

(GD - www.ftaonline.com)


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Fermi Tutti! Consob Sgancia Il Silurone Contro Bankitalia: “Via Nazionale Non Segnalo’ Problemi Per L’Aumento Di Capitale Di Veneto Banca” - I Prospetti Informativi Per L’Emissione Di Bond Subordinati Non Vennero Approvati Dalla Commissione Per La Borsa - E Sui Bond Della Popolare Di Vicenza...



----
Fermi Tutti! Consob Sgancia Il Silurone Contro Bankitalia: "Via Nazionale Non Segnalo' Problemi Per L'Aumento Di Capitale Di Veneto Banca" - I Prospetti Informativi Per L'Emissione Di Bond Subordinati Non Vennero Approvati Dalla Commissione Per La Borsa - E Sui Bond Della Popolare Di Vicenza...
// Articoli

Da il Corriere della Sera   Angelo Apponi Banca d'Italia non segnalò alla Consob «problemi» di Veneto Banca in vista dell'aumento di capitale del 2013 anzi indicò che l'operazione era «strumentale a obiettivi previsti dal piano per effettuare eventuali acquisizioni coerenti con il modello strategico della banca salvaguardando liquidità e solidità». É quanto afferma il dg Consob Ange...
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Prepare For Interest Rate Rises And Global Debt Bubble Collapse



----
Prepare For Interest Rate Rises And Global Debt Bubble Collapse
// Zero Hedge

Prepare For Interest Rate Rises And Global Debt Bubble Collapse

 - Diversify, rebalance investments and prepare for interest rate rises
- UK launches inquiry into household finances as £200bn debt pile looms
- Centuries of data forewarn of rapid reversal from ultra low interest rates
- 700-year average real interest rate in last 700 years is 4.78% (must see chart)
- Massive global debt bubble - over $217 trillion (see table)
- Global debt levels are building up to a gigantic tidal wave
- Move to safe haven higher ground from coming tidal wave

Editor: Mark O'Byrne

Source: Bloomberg

Last week, the Bank of England opted to increase interest rates for the first time in a decade. Since then alerts have been coming thick and fast for Britons warning them to prepare for some tough financial times ahead.

The UK government has launched an ....

La volatilità sul Bitcoin è destinata ad aumentare



----
La volatilità sul Bitcoin è destinata ad aumentare
// Money.it

La volatilità presente sul Bitcoin è prevista in aumento nel breve termine. Lo comunica nella nota del giorno Arnaud Masset, analista di Swissquote, società svizzera leader nell'online banking.

La causa è da ricercarsi nello continua incertezza attorno all'avvento di un nuovo fork e nelle prese di profitto ad opera degli investitori.

Nella sessione di mercoledì la quotazione del Bitcoin ha registrato un calo repentino, come effetto delle parole dell'ad di Bitgo per cui il progetto di ulteriore divisione - noto nel settore come Segwit2x - per il momento è stato messo da parte.

Il documento redatto da Mike Belshe ricorda al mercato che ...

Perché la Cina non può attuare un percorso di deleveraging



----
Perché la Cina non può attuare un percorso di deleveraging
// Trend Online

La Cina ha accumulato più debiti nei primi nove mesi del 2017 rispetto agli Stati Uniti, il Giappone e l'UE messi insieme.

Le ultime cifre dell'economia cinese mostrano nel terzo trimestre una crescita del PIL del 6.8%, stranamente in linea con il mandato del governo centrale e le stime del consenso. Tuttavia non è la cosa principale che mi preoccupa. È invece l'evidenza della saturazione del debito e dei rendimenti decrescenti della pianificazione centrale.

Il debito totale cinese ha superato il 300%. Nei primi nove mesi dell'anno l'offerta monetaria è aumentata del 9.2%, significativamente al di sopra delle stime.

La Cina ha accumulato più debiti nei primi nove mesi del 2017 rispetto agli Stati Uniti, il Giappone e l'UE messi insieme.

L'aumento del debito del ....

Commento sui mercati valutari

Commento sui mercati valutari Il  flusso  di  dati  macroeconomici  relativamente  positivo  (sui  frontihttps://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/finanza/commento-sui-mercati-valutari-12/

Repetita iuvant: vendere quote del tesoro alla Cassa Depositi e Prestiti non significa privatizzare.



----
Repetita iuvant: vendere quote del tesoro alla Cassa Depositi e Prestiti non significa privatizzare.
// LeoniBlog

Dopo Enav, ecco Eni. Il "nuovo" programma di privatizzazioni del governo sembra finalmente prendere forma. Stando alle ultimissime notizie, l'esecutivo punta a recuperare circa 2,5 miliardi di euro dalla vendita della quota del Tesoro in Enav e dalla cessione del 2,15% della quota del Tesoro in Eni a Cassa Depositi e Prestiti (CdP) entro la...
Read More
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Crisi o stagnazione: perché la Cina non può attuare un persorso di deleveraging



----
Crisi o stagnazione: perché la Cina non può attuare un persorso di deleveraging
// Francesco Simoncelli's Freedonia





di Daniel Lacalle


Le ultime cifre dell'economia cinese mostrano nel terzo trimestre una crescita del PIL del 6.8%, stranamente in linea con il mandato del governo centrale e le stime del consenso. Tuttavia non è la cosa principale che mi preoccupa. È invece l'evidenza della saturazione del debito e dei rendimenti decrescenti della pianificazione centrale.

Il debito totale cinese ha superato il 300%. Nei primi nove mesi dell'anno l'offerta monetaria è aumentata del 9.2%, significativamente al di ....

Uh-Oh...Draghi's Ammunition To Buy Italian Bonds Before The Election Is Less Than We Thought



----
Uh-Oh...Draghi's Ammunition To Buy Italian Bonds Before The Election Is Less Than We Thought
// Zero Hedge

Having successfully pulled off the announcement of the ECB's "dovish taper" – where monthly bond purchases will be halved to Euro 30 billion from January 2018 – last month, a challenge for Mario Draghi in Q1 2018 has appeared on his radar. The ECB's bond buying ammunition is slightly less than analysts thought and there is the small matter of the looming Italian election. The latter is likely to be held in March 2018, although it could take place as late as May. Veteran strategist, now Bloomberg columnist, Marcus Ashworth explains in "Italy's Shrinking Safety Net".

One of Mario Draghi's hands is ....

Il declino delle riserve cinesi è una preoccupazione in più per la Fed



----
Il declino delle riserve cinesi è una preoccupazione in più per la Fed
// The Walking Debt

Celebrate come leggendarie, le riserve cinesi, che nel 2014 avevano raggiunto l'apice dei 3.800 miliardi, declinano incessantemente da allora interrompendo un percorso di crescita che durava dall'inizio del XX secolo.

Tale accumulazione ha trovato negli attivi correnti cinesi, ossia il saldo fra le entrate dall'estero e le uscite di ....

This Has Never Happened Before To The Nasdaq



----
This Has Never Happened Before To The Nasdaq
// Silver For The People

zerohedge.com / Via Dana Lyons' Tumblr / Nov 8, 2017 2:46 PM

No 52-week high in the Nasdaq 100 has ever been accompanied by as few advancing stocks as today's.
As most readers know, we are big proponents of strong breadth, or participation, in signifying healthy markets. When rallies are accompanied by a large swathe of advancing stocks, it is more likely to go further and last longer than those coming on the back of just a relatively few stocks. As such, it was encouraging to see the significant level of participation during the August-October stock market rally. Recent efforts, however, have not been so robust.

Today's action on the Nasdaq exchange is Exhibit A. On the one hand, the Nasdaq 100 (NDX) managed to rally – again – closing at a new all-time high – again. Despite the new high, however, the breadth on the Nasdaq read as follows (according to our vendor):

READ MORE

The post This Has Never Happened Before To The Nasdaq appeared first on Silver For The People.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

SPY FINANZA/ Iran, Arabia Saudita e i nuovi indizi di guerra in Medio Oriente



----
SPY FINANZA/ Iran, Arabia Saudita e i nuovi indizi di guerra in Medio Oriente
// Il Sussidiario.net :: Economia e Finanza

L'Arabia Saudita sembra pronta a colpire Hezbollah, aiutata da Israele, in chiave anti-Iran. In Medio Oriente sembra pronto un nuovo conflitto, spiega MAURO BOTTARELLI

(Pubblicato il Thu, 09 Nov 2017 06:04:00 GMT)

SPY FINANZA/ L'emergenza Usa che nessuno vuol affrontare, di M. Bottarelli
PARADISE PAPERS/ Le verità sui paradisi fiscali più importanti della caccia ai vip, di S. Luciano
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

In Sicilia alla fine hanno perso i siciliani

In Sicilia alla fine hanno perso i siciliani La Sicilia sarà pure un laboratorio politico, ma non è certo assimilabile all'Italia,https://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/politica/in-sicilia-alla-fine-hanno-perso-i-siciliani/