01/10/18

La questione nazionale nell’Occidente del dio Mercato



----
La questione nazionale nell'Occidente del dio Mercato
// L' Intellettuale Dissidente

Da qualche anno l'Occidente è divenuto sinonimo di decadenza e degenerazione, il triste emblema di un'era cannibalizzata dall'ansia dell'avere e dalla smania dell'apparire. Insomma nell'immaginario collettivo l'Occidente è uno spazio non definito dove il materialismo sovrasta l'anima e nega all'individuo ogni via spirituale. A sua volta il cosiddetto "uomo occidentale", orfano di ogni dignità, si incolpa, in una sorta di tripudio masochistico, di qualsiasi male del mondo. De facto, dall'innalzamento delle temperature globali allo sfruttamento del sud del pianeta tutto ruota intorno ad un ritmico e ciclico: –J' Accuse!Mea Culpa!.

Si dirà… fin qui nulla di nuovo, è da quasi cinquant'anni ormai che i liberal americani, e la gauche europea in preda ad una patologia chiamata pensiero debole si scusano per la propria esistenza con il resto del mondo, epperò da qualche tempo questa forma di sfiducia nei propri mezzi si sta scontrando in molte nazioni europee con una ....

Posta un commento