26/11/18

Riflettori puntati sulla Federal Reserve



----
Riflettori puntati sulla Federal Reserve
// Trend Online

Nelle ultime due settimane è sempre più evidente la difficoltà che sta attraversando il mondo delle obbligazioni societarie.

Gli analisti della Wealth Management della Banca del Piemon spiegano che l'attenzione del mercato si è spostata in questi ultimi tempi sulle esternazioni della Fed: dopo che per intere settimane Powell aveva ribadito un'impostazione della banca centrale "ancora lontana dalla neutralità", di recente il messaggio dei "graduali rialzi" pare maggiormente accompagnato da un'attenzione ai rischi potenziali di rallentamento nella crescita globale, di riduzione dello stimolo fiscale interno e di effetto ritardato dell'aumento dei tassi. Messaggio che è diventato successivamente più esplicito nelle parole di alcuni membri del board (Clarida e Kaplan per citare due esempi) e che ha innescato un movimento di ribasso dei tassi (Treasury molto ben supportato) e del dollaro, accelerando una tendenza già in atto nei giorni precedenti. La curva dei tassi americani, pur scontando una probabilità elevata di un rialzo a dicembre (80%), vede ora limitato a poco più di uno il numero dei rialzi per il 2019 (dai 2 incamerati una settimana prima). Il dollaro è tornato ad indebolirsi dopo la falsa rottura di 1.13, mentre la borsa americana pare reagire meno positivamente rispetto al passato ad una banca centrale che si mostra più cauta rispetto al ritmo di normalizzazione della politica monetaria: forse l'atteggiamento più morbido viene attribuito alla preoccupazione della stessa Fed per i rischi prospettici inducendo gli operatori ad un posizionamento più difensivo.

Credito corporate

Gli analisti della Wealth Management della Banca del Piemon spiegano che nelle ultime due settimane è sempre più evidente la difficoltà che sta attraversando il mondo delle obbligazioni societarie. Asset class sempre tonica e resistente anche nelle ...

Posta un commento