02/03/18

This Is The Real Reason Why Markets Are Plunging



----
This Is The Real Reason Why Markets Are Plunging
// King World News

With stocks trading lower once again today, this is the real reason why markets are plunging.

The post This Is The Real Reason Why Markets Are Plunging appeared first on King World News.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

America Fatta A Maglie - Si Profila All’Orizzonte Un Gigantesco Scontro Commerciale, E Non Solo, Tra Stati Uniti Ed Europa - La Settimana Che Sta Finendo è Stata Una Vera Tortura Nel Rapporto Fra Repubblicani E Casa Bianca. Prima La Polemica Sulle Armi, Poi Questa Sull'Acciaio, Sono La Dimostrazione Che Trump Fa Come Gli Pare. E Che, Qualunque Cosa Faccia, Verrà Criticato Dalla Stampa…



----
America Fatta A Maglie - Si Profila All'Orizzonte Un Gigantesco Scontro Commerciale, E Non Solo, Tra Stati Uniti Ed Europa - La Settimana Che Sta Finendo è Stata Una Vera Tortura Nel Rapporto Fra Repubblicani E Casa Bianca. Prima La Polemica Sulle Armi, Poi Questa Sull'Acciaio, Sono La Dimostrazione Che Trump Fa Come Gli Pare. E Che, Qualunque Cosa Faccia, Verrà Criticato Dalla Stampa…
// Articoli

    Maria Giovanna Maglie per Dagospia   trump donald Alla guerra del commercio in allegria. Tutti intorno a lui,compresi i repubblicani, sono in grande agitazione anche per le ripercussioni negative su Wall street dei dati annunciati su acciaio e alluminio importati, ma Trump insiste che la guerra del commercio, necessaria quando una nazione ci rimette troppi soldi, e' cosa b...
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

In Cina i veri comunisti sono solo 89 milioni



----
In Cina i veri comunisti sono solo 89 milioni
// #Truenumbers

I dati ufficiali degli iscritti al partito. La maggior parte sono agricoltori e pensionati

Su quale base popolare il presidente Xi Jinping può contare? Che lavoro fanno e quanti sono gli iscritti al partito comunista cinese.

Gli iscritti al partito comunista cinese

Il grafico qui sopra sfata alcune leggende metropolitane tra le quale quella in base alla quale tutti i cinesi sono iscritti al Partito comunista. Non è vero, e a dirlo non è un'organizzazione di opposizione al regime ma la stessa agenzia ufficiale del partito. Ebbene: secondo i dati dello stesso partito comunista gli iscritti sono solo 89 milioni e 450mila persone.

Ma quello che deve far riflettere è che la ...

BusinessEurope, dazi Usa su acciaio e alluminio rottura di vasta portata



----
BusinessEurope, dazi Usa su acciaio e alluminio rottura di vasta portata
// Milano Finanza

Con questa decisione il presidente Trump sta trascurando l'importanza degli alleati strategici chiave degli Stati Uniti come l'Unione europea: non ci [...]
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

E’ cominciata la guerra commerciale tra Usa ed Unione Europea. Borse giù



----
E' cominciata la guerra commerciale tra Usa ed Unione Europea. Borse giù
// Contropiano.org

La Germania ha bocciato oggi gli annunci di Washington sui dazi su alluminio e acciaio, e ritiene che "questa misura unilaterale non sia la soluzione del problema nel settore" ad affermarlo è il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, in una conferenza stampa a Berlino. Il governo tedesco "valuterà gli […]

L'articolo E' cominciata la guerra commerciale tra Usa ed Unione Europea. Borse giù su Contropiano.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Bank of Japan. Kuroda. Con il 2019 cesseranno gli stimoli.



----
Bank of Japan. Kuroda. Con il 2019 cesseranno gli stimoli.
// SenzaNubi

Giuseppe Sandro Mela.

2018-03-02.

2018-03-02__yen__001

«The BOJ's stance is that in around fiscal 2019 inflation will reach 2 percent, …. If inflation rises above 2 percent, to be honest it's just logical to consider an exit strategy around then. ….

To be sure, the market did not like it. ….

By then. however, the damage had been done.»

*

Ma che ci si credeva: che la pacchia potesse proseguire a tempo indefinito?

Anche se dilazionato fino allo ....

La crisi globale è vicina



----
La crisi globale è vicina
// Francesco Simoncelli's Freedonia





di Alasdair Macleod


L'economia globale è ora in una fase espansiva, con un credito bancario sempre più disponibile per i mutuatari non finanziari. Questo è sempre il preludio alla fase di crisi del ciclo economico.

La maggior parte delle economie sono spinte direttamente dalla Cina, con l'eccezione dell'America. Ciò è confermato dalla debolezza del dollaro, che dovrebbe continuare. Il probabile innesco della crisi arriverà dalla zona Euro, dove il cambiamento della politica monetaria e il crollo dei prezzi delle obbligazioni saranno più accentuati. È importante sottolineare che possiamo stimare una data provvisoria per quanto riguarda la fase di crisi: la seconda metà del 2018 o l'inizio del 2019 al più tardi.



Introduzione

Fin dall'ultima crisi del credito nel 2007/8, quella successiva è stata ....

A Wall Street lo scenario non è allarmante: 3 titoli da valutare



----
A Wall Street lo scenario non è allarmante: 3 titoli da valutare
// Trend Online

I tre indici principali hanno dei supporto poco distanti dai valori correnti e confido in una tenuta degli stessi per una successiva ripresa. L'analisi di Alessandro Cocco.

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.

A Wall Street è tornata l'incertezza dopo il recupero seguito al sell-off di inizio mese. Come valuta l'attuale situazione dei listini Usa e quali le attese nel breve?

Sull'andamento delle ultime giornate a Wall Street hanno pesato senza dubbio le indicazioni arrivate dall'audizione al Congresso del presidente dells Fed, Powell, che ha portato il mercato a ragionare sulla possibilità di quattro rialzi dei tassi di interesse quest'anno e non più tre.
Il ribasso delle ultime sedute ci può anche stare dopo che il recupero che ha riportato i listini Usa a poca distanza dai massimi storici, basti pensare che l'S&P500 è arrivato vicino ai 2.800 punti.

La situazione al momento non è ....

E ora sono dazi nostri



----
E ora sono dazi nostri
// Phastidio.net

Dopo poco più di un anno di attesa, e mesi dopo aver aperto il dossier della "sicurezza nazionale", […]

L'articolo E ora sono dazi nostri
è stato pubblicato in originale su Phastidio.net.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

"Con le bombe o con i cambi fissi"

Come costringere l’Italia a ridurre il suo debito pubblico, costi quel costi? 
L’ossessione di Merkel e Macron emerge chiara, ancora una volta, dal documento firmato da quattordici economisti franco-tedeschi finanziati dal centro studi CEPR. Sergio Cesaratto, docente di “Politica Economica ed Economia dello Sviluppo” all’Università di Siena e ricercatore alla Sapienza, ci descrive l’ultima proposta di riforma dell’assetto europeo, un viaggio nel surreale che di nuovo non ha proprio nulla: “i mercati devono penalizzare i Paesi con alto debito pubblico, il surplus commerciale tedesco non crea danni e il problema della disoccupazione non esiste“.
Leggi tutto...

Alan Greenspan: We Are In A Bond Market Bubble



----
Alan Greenspan: We Are In A Bond Market Bubble
// Bitcoin Warrior

WHEN: Today, Thursday, March 1, 2018 WHERE: CNBC'S "Squawk on the Street" Following is the unofficial transcript of a CNBC interview with Former Federal Reserve Chairman Alan Greenspan on CNBC's "Squawk on the Street" today, Thursday March 1st. Following is a link to video of the interview on CNBC.com: [REITs] Check out our H2 hedge [...]
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Trump: Steel New Commercial War!



----
Trump: Steel New Commercial War!
// icebergfinanza

Risultati immagini per acciaierieL'immagine è emblematica, la bocca di fuoco di un'acciaieria, la stessa bocca dove è in procinto di esplodere una guerra commerciale globale. Ieri su twitter ho preannunciato il ritorno del fantasma del Smoot–Hawley Tariff Act Trump: annuncio sui nuovi dazi previsto … Continua a leggere
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Per Dudley (Fed) quattro rialzi comunque "processo graduale"



----
Per Dudley (Fed) quattro rialzi comunque "processo graduale"
// Trend Online

Secondo William Dudley, president della Federal Reserve Bank (Fed) di New York, anche se l'istituto centrale di Washington aumentasse i tassi d'interesse quattro volte nel corso del 2018, il processo sarebbe comunque graduale.

Secondo William Dudley, president della Federal Reserve Bank (Fed) di New York, anche se l'istituto centrale di Washington aumentasse i tassi d'interesse quattro volte nel corso del 2018, il processo sarebbe comunque graduale. "Se si procedesse con quattro rialzi di 25 punti base, penso che sarebbe ancora graduale", ha sottolineato giovedì nel corso di una conferenza a São Paulo, in Brasile. Dudley ha paragonato la fase attuale a quella, decisamente più "aggressiva", in cui nel decennio precedente la Fed era arrivata a realizzare otto rialzi dei tassi l'anno. In scia all'annuncio del presidente Donald Trump dell'imposizione di dazi sull'import in Usa di metalli, Dudley ha ammonito sui rischi del protezionismo. "Se i guadagni derivanti da un regime commerciale liberalizzato non sono garantiti, l'alternativa di cercare di raggiungere standard elevati seguendo una politica di isolazionismo economico è destinata a fallire", ha sottolineato.

(RR - www.ftaonline.com)


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Investire in azioni nel 2018, Citi rassicura: solo correzioni, nessun crollo



----
Investire in azioni nel 2018, Citi rassicura: solo correzioni, nessun crollo
// Borsainside.com - Notizie

Stando a quanto affermano gli analisti di Citi, il tapering sincronizzato da parte delle banche centrali potrebbe condurre a una maggiore volatilità dei titoli azionari e delle obbligazioni. Tuttavia, a tale volatilità difficilmente equivarrà un crollo dei mercati finanziari, mentre è molto più probabile che possano avverarsi nuove correzioni, più o meno brevi. A mettere la firma su tale valutazione sono alcuni dei più noti strategist di Citi, come Jeremy Hale, Maximilian Moldashl, Amir Amin, Jamie Fahy e Skylar Montgomery Koning, secondo cui d'ora in avanti non si ....