02/01/19

I 5 principali Paesi che scelgono di abbandonare il dollaro USA e le ragioni della loro mossa

Nessun commento:


----
I 5 principali Paesi che scelgono di abbandonare il dollaro USA e le ragioni della loro mossa
// Feed RSS di lantidiplomatico.it


Le tensioni globali causate dalle sanzioni economiche e dai conflitti commerciali scatenati da Washington hanno costretto i paesi presi di mira a dare una nuova occhiata ai sistemi di pagamento alternativi attualmente dominati dal dollaro USA.
RT ha analizzato quali paesi hanno adottato misure per eliminare la loro dipendenza dal biglietto verde e le ragioni alla base della loro decisione.
 
Cina
 
Il conflitto commerciale in corso tra Stati Uniti e Cina, così come le sanzioni contro i maggiori partner commerciali di Pechino hanno costretto Pechino a prendere provvedimenti per alleviare la dipendenza dal dollaro della seconda più grande economia mondiale.
 
Nello stile soft-power di Pechino, il governo non ha fatto annunci ad alta voce sulla questione. Tuttavia, la People's Bank of China ha regolarmente ridotto la quota del Tesoro statunitense. Inoltre, il numero uno straniero detentore del debito sovrano degli Stati Uniti, la Cina, ha tagliato la sua quota al livello più basso da maggio 2017.

Tra l'altro, invece di scaricare prontamente il biglietto verde, la Cina sta cercando di internazionalizzare la propria moneta, lo yuan, che è stato incluso nel paniere del FMI accanto al dollaro USA, lo yen giapponese, l'euro e la sterlina britannica. Di recente, Pechino ha compiuto diversi passi verso il rafforzamento dello yuan, tra cui l'accumulo di riserve auree, il lancio di future sul greggio con un prezzo yuan e l'utilizzo della valuta in scambi con partner internazionali.
 
Come parte della sua ambiziosa Belt and Road Initiative, la Cina sta pianificando di introdurre strutture di scambio nei paesi partecipanti per promuovere l'uso dello yuan. Inoltre, il paese sta attivamente spingendo per un accordo di libero scambio chiamato Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), che includerà i paesi del Sud-Est asiatico. Il patto commerciale potrebbe facilmente sostituire il Trans-Pacific Partnership (TPP), l'accordo commerciale multinazionale proposto che è stato lacerato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump poco dopo il suo insediamento. RCEP include 16 paesi firmatari e si prevede che il potenziale patto formi un'unione di circa 3,4 miliardi di persone sulla base di un'economia combinata di 49,5 trilioni di dollari, che rappresenta quasi il 40% del PIL mondiale.
 
India
 
Considerata la sesta più grande economia del mondo, l'India è uno dei maggiori importatori di merci. Non sorprende che il paese sia direttamente interessato dalla maggior parte dei conflitti geopolitici globali e sia significativamente influenzato dalle sanzioni applicate ai suoi partner commerciali.
 
All'inizio di quest'anno, Nuova Delhi è passata ai pagamenti in rubli sulle forniture di sistemi di difesa aerea S-400 russi a seguito delle sanzioni economiche statunitensi introdotte contro Mosca. Il paese ha anche dovuto passare alla rupia per gli acquisti di greggio iraniano dopo che Washington ha ripristinato le sanzioni contro Teheran. A dicembre, l'India e gli Emirati Arabi Uniti hanno siglato un accordo di scambio di valute per incrementare il commercio e gli investimenti senza il coinvolgimento di una terza valuta.
Tenendo conto del fatto che l'India è il terzo paese per ordine di parità di potere d'acquisto, iniziative di questo tipo potrebbero ridurre considerevolmente il ruolo del biglietto verde nel commercio globale.
 
Turchia
 
All'inizio di quest'anno, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato l'intenzione di porre fine al monopolio del dollaro USA attraverso una nuova politica che mira a negoziare senza dollaro con i partner internazionali del paese. Successivamente, il leader della Turchia ha annunciato che Ankara si sta preparando a condurre gli scambi commerciali attraverso valute nazionali con Cina, Russia e Ucraina. La Turchia ha anche discusso di una possibile sostituzione del dollaro USA con le monete nazionali nelle transazioni commerciali con l'Iran.
La mossa è stata motivata da ragioni politiche ed economiche. 
 
Le relazioni tra Ankara e Washington sono peggiorate dal fallito colpo di stato militare nel paese per cacciare il presidente Erdogan nel 2016. È stato riferito che Erdogan sospetta il coinvolgimento degli Stati Uniti nella rivolta e accusa Washington di ospitare il religioso esiliato Fethullah Gulen, che Ankara incolpa per aver ordito il colpo di stato.
L'economia turca è affondata dopo che Washington introdusse sanzioni economiche per l'arresto del pastore evangelico americano Andrew Brunson sulle accuse di terrorismo in relazione all'insurrezione.
Erdogan ha ripetutamente accusato Washington per scatenare una guerra commerciale globale, sanzionando la Turchia e cercando di isolare l'Iran. La decisione del membro della NATO di acquistare sistemi missilistici russi S-400 ha aggiunto benzina sul fuoco.
 
Inoltre, la Turchia sta cercando di sbarazzarsi del dollaro nel tentativo di sostenere la sua valuta nazionale. La lira ha perso quasi la metà del suo valore rispetto al biglietto verde nell'ultimo anno. Il crollo della valuta è stato esacerbato dall'impennata dell'inflazione e dall'aumento dei prezzi di beni e servizi.
 
Iran
 
Il ritorno trionfale dell'Iran all'arena commerciale globale non è durato a lungo. Poco dopo aver vinto le elezioni presidenziali americane, Donald Trump ha deciso di ritirarsi dall'accordo nucleare del 2015 firmato tra Teheran e un gruppo di nazioni, tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Germania, Russia, Cina e UE.
La nazione ricca di petrolio è tornata ad essere l'obiettivo di severe sanzioni ripreso da Washington, che ha anche minacciato di introdurre sanzioni nei confronti di paesi che violerebbero l'embargo. Le misure punitive hanno vietato le trattative commerciali con la Repubblica islamica e hanno danneggiato l'industria petrolifera del paese.
 
Le sanzioni hanno costretto Teheran a cercare alternative al dollaro statunitense come pagamento per le sue esportazioni di petrolio. L'Iran ha concluso un accordo per gli insediamenti petroliferi con l'India usando la rupia indiana. Ha inoltre negoziato un accordo di scambio con il vicino Iraq. I partner stanno anche pianificando di utilizzare il dinaro iracheno per transazioni reciproche per ridurre la dipendenza dal dollaro USA, a causa di problemi bancari legati alle sanzioni statunitensi.
 
Russia
 
Il presidente Vladimir Putin ha sostenuto che gli Stati Uniti stanno "facendo un errore strategico colossale" per "minare la fiducia nel dollaro." Putin non ha mai chiesto di limitare le transazioni in dollari o di vietare l'uso della valuta statunitense. Tuttavia, il ministro delle finanze russo Anton Siluanov ha spiegato all'inizio di quest'anno che il paese ha dovuto scaricare le sue riserve di titoli del Tesoro USA a favore di attività più sicure, come il rublo, l'euro e i metalli preziosi.
Il paese ha già compiuto diversi passi verso la de-dollarizzazione dell'economia a causa del peso sempre crescente delle sanzioni che sono state introdotte dal 2014 su una serie di questioni. La Russia ha sviluppato un sistema di pagamento nazionale come alternativa allo SWIFT, Visa e Mastercard dopo che gli Stati Uniti hanno minacciato nuove e più severe sanzioni che avrebbero come obiettivo il sistema finanziario russo.
 
Finora, Mosca è riuscita a eliminare gradualmente il biglietto verde dalle sue esportazioni, firmando accordi di cambio di valuta con un numero di paesi tra cui Cina, India e Iran. Mosca ha recentemente proposto di utilizzare l'euro anziché il dollaro USA negli scambi con l'Unione europea.
Un tempo uno dei primi dieci detentori del debito sovrano degli Stati Uniti, la Russia ha praticamente eliminato le sue riserve di titoli del Tesoro USA. Mosca ha usato i soldi per aumentare le riserve estere della nazione e per costruire la riserva d'oro per stabilizzare il rublo.
 
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

The Global Crisis. War, Ecology and the Global Economy: Reflections on 2018, Forecasting 2019

Nessun commento:


----
The Global Crisis. War, Ecology and the Global Economy: Reflections on 2018, Forecasting 2019
// Global Research

In many ways it is painful to reflect on the year 2018; a year of vital opportunities lost when so much is at stake.

Whether politically, militarily, socially, economically, financially or ecologically, humanity took some giant strides backwards while passing …

The post The Global Crisis. War, Ecology and the Global Economy: Reflections on 2018, Forecasting 2019 appeared first on Global Research.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Steve St. Angelo: 2019 Market Meltdown – What The New Year Brings

Nessun commento:


----
Steve St. Angelo: 2019 Market Meltdown – What The New Year Brings
// Silver Doctors

As the broader markets continue to sell-off in 2019, Steve thinks gold & silver will disconnect from the broader markets. Here's why… by Steve St Angelo of SRSrocco Report If �…�

The post Steve St. Angelo: 2019 Market Meltdown – What The New Year Brings appeared first on Silver Doctors.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Nasdaq Plunge 'Protected' Into Green By Another Massive Short Squeeze

Nessun commento:


----
Nasdaq Plunge 'Protected' Into Green By Another Massive Short Squeeze
// RSS

As US stocks headed for the worst start to a year since 2001, a mysterious bid appeared in  WTI Crude as well as stocks, squeezing shorts...

and ramping Nasdaq futures all the ....

FallitaGlia: il 25% della popolazione paga l'87% delle tasse = ma ma...allora la redistribuzione dall'alto verso il basso c'è già anche senza la #manovradelpopolo...

Nessun commento:


----
FallitaGlia: il 25% della popolazione paga l'87% delle tasse = ma ma...allora la redistribuzione dall'alto verso il basso c'è già anche senza la #manovradelpopolo...
// Il Grande Bluff

Io tutte le volte che sento parlare di "redistribuzione dall'alto verso il basso" da parte dello statalista "di turno" demagogo populista assistenzialista pseudo-catto-comunista con il culo degli altri (ed intendo l'ultimo in ordine temporale, quello "oggi più di moda" rispetto ad un'infinita serie) MI GIRANO I COCONES A MILLE visto che in FallitaGlia oltre a tasse reali ad un 70% da record mondiale, c'è già una mostruosa re-distribuzione via tassazione  che si applica da chi produce...

[clicca sul titolo per leggere tutto il post]
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Non fidarsi di piccoli rimbalzi: come muoversi e su quali titoli

Nessun commento:


----
Non fidarsi di piccoli rimbalzi: come muoversi e su quali titoli
// ...Markets Trading e Segnali Operativi

Non fidarsi di piccoli rimbalzi: come muoversi e su quali titoli
 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, CEO e Chief Analyst della Pro Markets Sagl, Asset Management Company, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulla situazione di Piazza Affari e sulle strategie da seguire per diversi titoli. Pietro Paciello è autore del libro appena pubblicato TRADING PLAN. Per info clicca qui.
Il Ftse Mib continua a viaggiare a ridosso dei minimi aggiornati alla fine del 2018. Prevede un recupero dai livelli attuali o si aspetta nuovi ribassi?
Il mercato è coerente sia con le dinamiche del quadro intermarket sia con quelle dell'andamento della congiuntura a livello generale. L'analisi intermarket dice che il ...

L’Età Dell’Oro – Le Banche Centrali Di Tutto Il Mondo Stanno Facendo Incetta Di Lingotti. Russia, Turchia, Cina, Ma Anche Polonia E Venezuela: Gli Acquisti Sono Aumentati Del 22%, Ma Perché? – C’è Lo Spettro Di Un Crollo Di Valore Del Dollaro E Dell’Economia Cinese. E Il 2019 Potrebbe Segnare Una Svolta Anche Sul Prezzo. La Scommessa è Arrivare A…

Nessun commento:


----
L'Età Dell'Oro – Le Banche Centrali Di Tutto Il Mondo Stanno Facendo Incetta Di Lingotti. Russia, Turchia, Cina, Ma Anche Polonia E Venezuela: Gli Acquisti Sono Aumentati Del 22%, Ma Perché? – C'è Lo Spettro Di Un Crollo Di Valore Del Dollaro E Dell'Economia Cinese. E Il 2019 Potrebbe Segnare Una Svolta Anche Sul Prezzo. La Scommessa è Arrivare A…
// Articoli

1 – BANCHE CENTRALI, È SCATTATA LA CORSA ALL' ORO Francesco Bisozzi per "il Messaggero" lingotti d'oro   Novantadue tonnellate d' oro sono finite nei caveau della banca centrale russa. Anche Ankara sta facendo incetta di lingotti: nel terzo trimestre del 2018, mentre la lira turca si svalutava del 25%, la Turchia ha acquistato 18,5 tonnellate d' oro, portando le sue riserve auree...
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Titoli di stato: terminati acquisiti BCE, cosa aspettarsi per il BTp?

Nessun commento:


----
Titoli di stato: terminati acquisiti BCE, cosa aspettarsi per il BTp?
// Money.it

I corsi del BTp future proseguono in rialzo nella giornata odierna all'alba dell'era post QE.

Il decennale italiano al momento si attesta a 128,29 punti, valore che non si vedeva dal 23 luglio scorso, scavalcando inoltre il livello statico a 127,70 punti lasciato in eredità dal massimo segnato durante la seduta del 18 settembre 2018.


BTp future, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

L'aiuto della BCE è arrivato al termine. Nel 2017 l'istituto centrale europeo aveva assorbito circa il 50% delle emissioni di titoli di stato italiani, percentuale poi ....

Le principali economie raggiungono una fase avanzata del ciclo

Nessun commento:


----
Le principali economie raggiungono una fase avanzata del ciclo
// Trend Online

Siamo presumibilmente alla fine del gioco, ma c'è sempre la possibilità di fasi aggiuntive. Questi cicli possono durare a lungo.

Don O'neal, gestore di portafoglio di Capital Group, ritiene che si sia presumibilmente alla fine del gioco, ma c'è sempre la possibilità di fasi aggiuntive. Questi cicli possono durare a lungo. Tutto dipende dai fondamentali.

Guardando alle prospettive per il 2019, le principali economie hanno imboccato percorsi di crescita divergenti – in netto contrasto con la crescita globale sincronizzata dell'inizio del 2018. Mentre gli USA godono di buoni tassi, in Cina e in Europa la crescita sta subendo un notevole rallentamento. Questa diversità aggiunge un nuovo tassello di incertezza al quadro economico globale. Ciò nonostante, le proiezioni del FMI vedono un tasso di crescita globale ragionevolmente solido del 3,7% per il 2019. Gli investitori continuano tuttavia a porsi una domanda: a che punto del ciclo economico ci troviamo? Alla luce del livello di disoccupazione più basso in 49 anni, dell'accelerazione della crescita dei salari, dell'incremento delle pressioni inflazionistiche e della politica di inasprimento della Fed, gli USA sono entrati in una fase avanzata del ciclo. Le economie sviluppate sembrano trovarsi o avvicinarsi ad una fase avanzata, mentre la situazione dei mercati emergenti è più eterogenea. Anche in Cina – dove la politica di governo influisce fortemente sull'economia – il rallentamento del credito, i deflussi di capitale e un indebolimento valutario indicano che il ciclo è in fase avanzata.

Le imprese intelligenti si adattano al cambiamento delle condizioni - spiega Don O'neal -. Il modello di abbonamento del produttore di software Microsoft genera flussi di ricavi relativamente costanti in tutti i cicli economici e il suo ramo Azure sta sfruttando i vantaggi offerti dall'esplosione della domanda di servizi di cloud computing. I progressi nella tecnologia delle vetture senza conducente stanno facendo nascere nuove opportunità per il colosso tecnologico Alphabet nonché per il costruttore General Motors.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Per Nomura il ciclo espansivo e' al termine

Nessun commento:


----
Per Nomura il ciclo espansivo e' al termine
// ...Markets Trading e Segnali Operativi


Nomura saluta il 2018 con una previsione che lascia poco spazio alle interpretazioni "l'economia globale e' ormai su un percorso irreversibile di contrazione". Un ciclo espansivo e' sempre figlio di uno recessivo e termina quando il credito inizia a ridursi facendo entrare nuovamente l'economia in una fase recessiva.
Secondo Nomura quella che stiamo sperimentando adesso e' l'ultima fase dell'espansione del credito, quindi dopo questa non potra' che esserci una contrazione, magari preceduta da una fase di ....

Global Economic Slump Imminent As Korean Exports 'Canary' Crashes

Nessun commento:


----
Global Economic Slump Imminent As Korean Exports 'Canary' Crashes
// RSS

In the latest sign that the slowdown in China and the global trade war is weighing on global commerce, South Korea's exports fell  in December. The 1.2% YoY decline was dramatically below the +2.5% YoY expected and missed even the most pessimistic forecast (which was still a rise).

Korean exports were hit by falling memory-chip and oil prices and cooling demand from China and imports also ....

Timori per la crescita cinese, l'Asia inizia il 2019 in rosso

Nessun commento:


----
Timori per la crescita cinese, l'Asia inizia il 2019 in rosso
// Milano Finanza

Prima seduta dell'anno negativa per le borse asiatiche (orfane di Tokyo ancora chiusa per festività) dopo che l'indice pmi Caixin di dicembre è sceso [...]
----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

If People Think The Stock Market Has Topped They May Turn To Gold & Silver To Be The Next Bubble

Nessun commento:


----
If People Think The Stock Market Has Topped They May Turn To Gold & Silver To Be The Next Bubble
// Silver Doctors

Keith Weiner says something has changed with the fundamentals. He thinks the stars may be aligning as there is now buying of gold & silver. Here's more… by Keith Weiner �…�

The post If People Think The Stock Market Has Topped They May Turn To Gold & Silver To Be The Next Bubble appeared first on Silver Doctors.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

The End Of The US Dollar! More Countries Swap Out Of World Reserve Currency

Nessun commento:


----
The End Of The US Dollar! More Countries Swap Out Of World Reserve Currency
// Silver Doctors

Countless countries are swapping out of the US dollar. Here are the most recent examples… by Josh Sigurdson and John Sneisen of World Alternative Media Josh Sigurdson talks with author �…�

The post The End Of The US Dollar! More Countries Swap Out Of World Reserve Currency appeared first on Silver Doctors.


----

Read in my feedly


Inviato da iPhone

Tutte le consulenze della Bce a Blackrock e Oliver Wyman sugli stress test

Nessun commento:
Tutte le consulenze della Bce a Blackrock e Oliver Wyman sugli stress testdi Fernando Soto Il Sole 24 Ore svela fatti e numeri delle consulenze elargite dallahttps://www.finanzaelambrusco.it/articoli/articoli/finanza/tutte-le-consulenze-della-bce-a-blackrock-e-oliver-wyman-sugli-stress-test/